Ciao a tutte!

Il post di oggi vuole essere una specie di guida all’acquisto di uno dei prodotti che, più di altri, riesce a cambiare immediatamente qualcosa nel nostro aspetto una volta applicato: stiamo parlando del blush!

Che sia di una tonalità il più vicino possibile naturale o un fucsia acceso, basta appoggiare il pennello (o le dita, in base alla texture) sulle gote e subito guadagniamo il famigerato e ambitissimo colorito sano, apparendo fresche, riposate e curate ;-).

Tra di voi ci sarà chi lo ama alla follia e ne colleziona un sacco pensando che qualsiasi differenza di sfumatura, anche la più impercettibile, possa regalare un effetto diverso all’incarnato… ma è davvero così?

Parlandone con Clio, lei stessa ci ha confessato che le è capitato di testare tonalità di blush che sembravano molto diverse ma che, una volta applicate, risultavano così simili da essere quasi impossibili da distinguere!

cliomakeup-come-scegliere-blush-16

Abbiamo quindi pensato di fare una suddivisione secondo i range di colori che solitamente vengono proposti dalle case cosmetiche, così che, qualora vi capiti di acquistare più blush insieme o decidiate di aggiungerne uno alla vostra collezione, possiate scegliere una colorazione che si discosti abbastanza da quella/e che già avete!

Ovviamente, se siete delle accumulatrici seriali di blush rosa corallo, non preoccupatevi! Non vogliamo mettervi i bastoni tra le ruote ahah! 😉

Sappiate, poi, che anche laddove i colori siano molto simili, la differenza può essere data dal finish: se vi piace tanto il blush fucsia e ne avete già uno opaco, potete selezionarne uno dall’effetto shimmer o leggermente glossy 🙂

BLUSH DALL’ALBICOCCA ALL’ARANCIO

cliomakeup-come-scegliere-blush-11-chrissy-teigen
Si tratta di tonalità calde che donano sicuramente di più sulle carnagioni dal sottotono giallo (e abbinati a look con colori caldi, come oro, bronzo, arancione): quelli tendenti all’albicocca regalano un colore delicato e possono essere utilizzati anche d’inverno, quando si è un po’ più pallidine 😉
cliomakeup-come-scegliere-blush-7-neve Neve Cosmetics Blush Garden in Thursday. Prezzo: 10,90€

cliomakeup-come-scegliere-blush-13-deborah-fardDeborah Milano Fard Naturale n°13. Prezzo: 11,50€

Effetto molto simile danno, una volta sfumati, quelli color pesca/corallo, con l’unica differenza di avere una punta di rosa al loro interno rispetto ai precedenti, diventando il blush ideale per le pelli più chiare e rosate!

cliomakeup-come-scegliere-blush-14-emma-stone

Quelli più intensi (quasi arancioni, per intenderci), invece, troviamo che siano perfetti sulle pelli ambrate per risaltare l’abbronzatura e sulle ragazze nere: d’estate, se non avete particolari problemi di pori dilatati, potreste osare addirittura un finish luminoso per un effetto “baciata dal sole” ancora più evidente!

cliomakeup-come-scegliere-blush-21-lupita-nyong

cliomakeup-come-scegliere-blush-23-milani Milani Baked Blush in Bellissimo Bronze. Prezzo: 8,90€

BLUSH DAL ROSA CONFETTO AL FUCSIA

cliomakeup-come-scegliere-blush-20-michelle-williamsCome vedete il blush scelto da Michelle Williams è moooolto freddo, così come il suo incarnato.

In questo caso abbiamo a che fare con tonalità sia fredde (proprio con componenti bianche e azzurre all’interno), perfetti per pelli chiarissime e dal sottotono rosato, sia più neutre, adatte un po’ a qualunque tipo di pelle, coprendo il range dei rosa più magenta.
Per chi è amante di un risultato più soft, i blush rosa danno un tocco bon ton un po’ da bambolina, perfetto per abbinarsi ai look occhi sul blu e sul verde, creando un armonioso contrasto, grazie ai sottotoni simili, o ai rossetti rosati e nude.

cliomakeup-come-scegliere-blush-17-emma-watsonEmma sceglie invece una tonalità con meno pigmenti freddi all’interno, ottenendo lo stesso stile baby-doll.

cliomakeup-come-scegliere-blush-15-pupaPupa Milano Like a Doll Blush in Bright Rose. Prezzo: 14,50€

cliomakeup-come-scegliere-blush-4-collistarCollistar Maxi Fard Effetto Seta in Confetto Trousse. Prezzo: 25,50€ su Sephora.it

Notate come il risultato, una volta sulla pelle, sia molto simile. La stessa cosa avviene con le tonalità rosa bubblegum, sebbene siano un po’ più intense. Per questo motivo, qualora siate combattute tra più colorazioni che vi piacciono, vi consigliamo di sceglierne una che sia effettivamente diversa sul viso rispetto ai rosa/fucsia 😉

cliomakeup-come-scegliere-blush-18-kate-perryKary Perry opta per un look matchy-matchy abbinando il rossetto al blush.

I blush magenta, ad esempio, fanno notare eccome la loro presenza! Ovviamente, tutto dipende dalla quantità di prodotto che prelevate e dal tempo che impiegate per lavorarlo: meno ne utilizzate (e più lo sfumate), più eviterete quell’innaturale (e un po’ tamarra ehehe) chiazza fluo sul viso; per farvi capire quello che intendiamo, vi riportiamo alla mente il look di una cantante italiana che ha partecipato a Sanremo l’anno scorso…

cliomakeup-come-scegliere-blush-1-anna-tatangelo…avete capito di cosa stiamo parlando? ;-P

Fino a qui abbiamo analizzato due tipi di tonalità che presentano rispettivamente un sottotono caldo (albicocca/pesca/arancioni) e uno freddo-neutro (rosa confetto/rosa bubblegum/fucsia).
Nella prossima pagina vi parleremo dei blush sui toni del marrone, più naturali e universali, e di quelli dalle colorazioni più… eccentriche! Non vi resta che continuare a leggere! 😉