Ciao a tutte!

La recensione di oggi riguarderà una palette che contiene blush+illuminante e che fa parte della collezione Origami di Shaka, brand made in Italy.

La Shaka Blush Palette è una polvere compatta suddivisa essenzialmente in due sezioni: a destra troviamo un blush (anche se sono presenti, in realtà, 3 diverse tonalità, è difficile prelevare singolarmente ogni colore) e a sinistra abbiamo un illuminante.

Le colorazioni disponibili dovrebbero (non possiamo darvi informazioni certe al 100% in quanto il sito ufficiale del brand non è aggiornato con le ultime novità uscite in commercio) essere due: 01 Imperial Pink e 02 Lotus Flower.

Curiose di scoprire se si tratta di un prodotto valido? Ve lo sveleremo in questa review!

ClioMakeUp-recensione-shaka-blush-palette-origami-copertina

 

All’interno della confezione sono presenti 9g di prodotto, il prezzo è di circa 7/8€ e la durata dal momento dell’apertura è di 18 mesi.

La tonalità che abbiamo avuto modo di testare è la 01 Imperial Pink, di cui potete vedere gli swatch* qui di seguito:

ClioMakeUp-recensione-shaka-blush-palette-origami-macro

ClioMakeUp-recensione-shaka-blush-palette-origami-swatch-blush*Gli swatch sono stati realizzati alla luce naturale.


Il blush è di un color rosa tenue molto delicato, che non risulta molto pigmentato.

ClioMakeUp-recensione-shaka-blush-palette-origami-swatch-illuminante

L’illuminante è bianco/rosato, con poche e sottilissime perlescenze. Sul viso risulta praticamente invisibile.

Come avete potuto constatare anche dagli swatch, la pigmentazione di questo prodotto è decisamente bassa: per far sì che sia quantomeno visibile sulle gote, è necessario prelevare più volte le polveri, e l’effetto finale che si ottiene è comunque leggero (fin troppo, a nostro parere!).

La durata è un nì, nel senso che una volta che si ottiene un velo di colore sulle guance, resiste sì a sufficienza, ma mai più di 3/4 ore (periodo dopo il quale svanisce senza lasciare traccia, eheh)!

Non tende ad essere particolarmente polveroso o a formare “macchie” di prodotto sul viso per cui, nonostante la scarsa intensità, risulta facile da gestire e modulare.
Tuttavia, è pur vero che è difficile che un prodotto dalla pigmentazione così bassa dia problemi di sfumabilità, giusto ragazze?
L’illuminante è un po’ più polveroso ed è preferibile applicarlo direttamente con le dita piuttosto che con il pennello, con cui tende a “perdersi”.

Per quel che riguarda l’originalità della tonalità, riteniamo che sia una colorazione abbastanza “tipica”, che si ritrova in molti altri blush presenti sul mercato.

Clio aveva avuto modo di testare l’altra tonalità (la 02 Lotus Flower), che era finita dritta dritta tra i flop di gennaio 2016: illuminante troppo perlato e blush dal colore praticamente inesistente, tanto da regalare un effetto… “vintage”! Tra le due colorazioni, Clio preferisce la prima (quella di cui vi abbiamo parlato in questa review), anche se la qualità non è di certo tra le migliori 😉

RIASSUMENDO:
Pigmentazione: 2 – male, decisamente male! La pigmentazione è troppo troppo bassa ed è necessario prelevare ripetutamente il prodotto per ottenere un effetto quantomeno visibile, ma che risulta sempre estremamente leggero.

Durata: 3 – è un nì, nel senso che una volta che si riesce a ottenere un velo di colore sulle gote, resiste per circa 3/4 ore, ma mai di più. Dopo questo arco di tempo, svanisce dal viso.

Sfumabilità: 3 – non tende ad essere particolarmente polveroso (l’illuminante un po’ di più, per cui è consigliabile applicarlo direttamente con le dita e non con il pennello) o a formare “macchie” di colore sul viso, ma è anche vero che è difficile che un prodotto dalla pigmentazione così scarsa risulti difficile da sfumare.

Originalità del colore: 2 – non è una tonalità di blush “mai vista”, ma è una colorazione abbastanza tipica che si ritrova in tanti altri blush presenti in commercio (e dal risultato più intenso!).

VOTO FINALE: 2,5

Ragazze, a noi del Team la Shaka Blush Palette Origami non è proprio piaciuta!
La pigmentazione è troppo basa per cui il colore sul viso risulta quasi invisibile (a meno che non si prelevi ripetutamente la polvere!), la durata non supera le 3/4 ore e la tonalità di certo non brilla per essere originale rispetto alle classiche colorazioni dei blush in commercio.

Vi ricordiamo che i voti sono così pensati: 5 eccellente; 4 molto buono; 3 sufficiente; 2 male; 1 NUN CE SEMO PROPRIO!;-)

Quante di voi si chiedono quanti blush siano necessari per una collezione make up di tutto rispetto? Nel post qui di seguito potrete trovare una piccola guida al riguardo:

BLUSH: TUTTE LE TONALITÁ E QUANTI CE NE SERVONO VERAMENTE!

Inoltre, a seconda della forma del vostro viso, ricordate che differisce il punto in cui applicare il blush!

IL BLUSH E LA SUA APPLICAZIONE A SECONDA DELLE FORME DEL VISO!

Se, invece, volete leggere altre recensioni che riguardano questa tipologia di prodotto, eccovi accontentate 🙂

1)MINI RECENSIONE NEVE COSMETICS BLUSH GARDEN

2)MINI RECENSIONE PUPA DOT SHOCK BLUSH & HIGHLIGHTER

Anche per oggi abbiamo terminato la nostra recensione! Cosa pensate di questa Blush Palette della collezione Origami di Shaka? Chi di voi l’ha provata? Anche voi siete rimaste deluse o è un prodotto con cui vi trovate bene? Fateci sapere tutto nei commenti qui sotto!

16 COMMENTI

  1. in questi casi sperano che il disegnino basti a fartelo comprare…che tra l’altro è orrendo!

  2. Li ho visti dal viso tanto tempo fa (autunno, forse) all’ovs e mi avevano incuriosito, poi ho lasciato perdere perchè ho provato l’illuminante ed era stile disco. La confezione è molto bella, attira……ma anche senza averlo comprato avevo già capito che era una ciofeca……e voi avete confermato 😉

  3. Be , direi che 7/ 8 euro per un blush così catastrofico non li spenderei mai anche se la confezione mi attira , meglio così , boccalona come sono l’ avrei acquistato , grazie ragazze , ciao

  4. Io trovo assolutamente inutili blush..o ombretti che praticamente si mischiano inevitabilmente tra loro, voglio essere io a scegliere que usare e non ha meanche senso dover mischiare i colori in questione per ottenerne uno in particolare..se tre colori insieme mi danno quel determinato colore…ma fate quello e basta, o che devo prelevare l’illuminante con precisione chirurgica..altrimenti mi spiaccico il fuxia sull’angolo interno dell’occhio….mha, inutilità.

  5. Odio i blush e illuminanti nella stessa confezione D:
    Se voglio usare l’ uno e l’ altro separatamente, finirà che buona parte di prodotto(quello nel centro tra l’ uno e l’ altro) sarà completamente inutilizzato D:

  6. A me la Shaka non piace proprio, tutto quel che ho provato è stato pessimo, ormai ci ho messo una pietra sopra, ho un rossetto, colore bellissimo ma in 3 secondi va nelle pieghette e sembri Jocker, nessun rossetto mi fa una cosa del genere, ho un ombretto poco pigmentato che indossato risulta diverso dalla cialda, lo trovo proprio brutto come colore e una confezione da viaggio, di quelle con lo spray che dopo pochissimo ha smesso di funzionare e la plastica da trasparente è diventata bianca… Mistero.

  7. Si anche a me non ha mai ispirato! Ha prezzi alti per la qualità che offre. A questo punto meglio essence!

  8. nel caso dell’illuminante vicino al blush hai perfettamente ragione, ma i blush o le terre con due o tre gradazioni “in crescendo” a me piacciono perchè a seconda di quanto voglio caricare o di quanto sono abbronzata prelevo la parte più chiara o quella più scur. Però si va sempre molto a spanne, prelevare un colore solo è matematicamente impossibile!

  9. Molto meglio, Essence raramente mi ha delusa, anzi spesso sono meglio i prodotti Essence di altri più costosi.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here