Ciao a tutte!

Ebbene sì, nemmeno qui sul blog se n’è mai parlato, ma ormai i tempi cambiano e, come sempre, anche noi vogliamo iniziare a rompere i più insensati e (sessisti) dei…tabù.
Oggi si parla di mestruazioni.
Voi sapete qual è l’origine della parola tabù? E vi siete mai chieste quante invenzioni siano state fatte negli ultimi 100 anni che riguardassero l’igiene femminile? Ma soprattutto: perché un processo fisiologico naturale come il ciclo è considerato ciò di cui non esiste peggior vergogna?

Perché Instagram ha dovuto chiedere scusa dopo aver bannato la foto di una ragazza con i pantaloni macchiati di sangue? E perché sono accettate pubblicità che ricordano stupri di massa, ma un pompelmo aperto è considerato offensivo e inappropriato? Trovate una risposta a tutte queste domande, qui nel post!

ClioMakeUp-mestruazioni-tabu-ciclo-rivoluzione-video-novità-thinx-cover

Ultimamente tutti ne parlano, dopo millenni di silenzi. Le mestruazioni stanno diventando un vero e proprio hot topic. Ma non pensiate che la lotta contro il tabù trovi il suo campo di battaglia solo nei paesi in via di sviluppo, in cui l’emancipazione della donna è considerata una pessima e scandalosa idea: anche nel civilissimo occidente, il ciclo è ancora ciò che di peggio una ragazza possa mostrare.
Quante volte vi siete trovate in difficoltà all’idea di dover nascondere nel vostro pugno un assorbente, prima di recarvi alla toilette? E quante volte vi siete preoccupate che nessuno vedesse la magica bustina viola appallottolata in una tasca dei jeans o vi sentisse bisbigliare qualcosa a riguardo? E vi è mai capitato di andare a fare la spesa con un ragazzo presente e di non comprare gli assorbenti per la vergogna?

ClioMakeUp-mestruazioni-tabu-ciclo-rivoluzione-video-novità-7Quando i ragazzi dicono “il ciclo non è così tremendo” – “niente utero, niente opinioni”

Ok non voler avere i pantaloni macchiati, ma perché le bambine devono provare un tremendo disagio la prima volta che viene chiesto loro “perché oggi non fai il bagno in piscina”? E perché dobbiamo torturarci di imbarazzo nel caso in cui lasciassimo pensare che sì, quel giorno abbiamo il ciclo?

ClioMakeUp-mestruazioni-tabu-ciclo-rivoluzione-video-novità-10Sono stata sbotata dalla mia “scatola per bambini”

La risposta è ovviamente molto complessa e, senza addentrarci in discussioni relative alla cultura machista, all’ancestrale paura verso il “potere della donna” di restare incinta e dare alla luce la vita, e senza discutere sul perché, sociologicamente, la donna ancora oggi dovrebbe saper mantenere un’aurea di purezza, anche quando sexy ed esplicitamente provocante…cerchiamo di capirlo attraverso i fatti.

ClioMakeUp-mestruazioni-tabu-ciclo-rivoluzione-video-novità-5Quando hai il ciclo

The Huffington Post Women, insieme al brand Thinx, di cui vi spieghiamo tra poco la finalità, ha rilasciato un interessante video in cui si parla di mestruazioni e in cui si cerca di affrontare anche questi problemi. Il dialogo inizia ponendo due domande: 1) Quante invenzioni sono state fatte, in un secolo, relative all’igiene femminile? e 2) Che cosa significa, davvero, la parola tabù?

ClioMakeUp-mestruazioni-tabu-ciclo-rivoluzione-video-novità-11Dal video di The Huffington Post

Alla prima domanda si risponde facilmente: principalmente 2. E, raschiando il fondo del barile, arriviamo a 5. Probabilmente sono state sviluppate 3 milioni di lamette da barba, 5 miliardi di deodoranti e 2 mila prodotti contro l’alitosi, ma solo 3 sono state le invenzioni legate al ciclo. E, pensate un po’, la maggior parte sono state sviluppate da uomini.
Riassumiamole brevemente, come fa il video di cui stiamo parlando:

– 1931: gli assorbenti interni (siano lodati)!

ClioMakeUp-mestruazioni-tabu-ciclo-rivoluzione-video-novità-6Credits: Getty Creative

– 1969: l’assorbente con adesivo incorporato (geniale)!

ClioMakeUp-mestruazioni-tabu-ciclo-rivoluzione-video-novità-13Credits: justaskshawna.wordpress.com

– anni ‘80: la coppetta (non sempre amatissima).

ClioMakeUp-mestruazioni-tabu-ciclo-rivoluzione-video-novitàCredits: slate.com

Fine. Forse potremmo aggiungere, pochi anni fa anche il Lactifless, la sostanza con cui vengono prodotti i migliori assorbenti che, finalmente, non danno più l’impressione di essere veri e propri pannolini, non hanno più volume e non fanno l’odioso rumorino quando si cammina e si sfregano le cosce.

ClioMakeUp-mestruazioni-tabu-ciclo-rivoluzione-video-novità-1

E siamo, volendo, a 4. La quinta sarebbe proprio Thinx, una nuova linea di biancheria intima che promette di dire addio agli assorbenti e di vivere il periodo del ciclo praticamente come una settimana “normale” (potenziali dolori lancinanti a parte). Si tratta di una serie di slip assorbenti assolutamente indistinguibili da quelli “normali”, in grado di proteggere “anche i più bianchi dei vostri pantaloni bianchi”.

ClioMakeUp-mestruazioni-tabu-ciclo-rivoluzione-video-novità-thinx-17

Non si cambia durante la giornata e, dopo aver sciacquato a mano lo slip, lo si mette in lavatrice per essere poi riutilizzato. L’idea potrebbe non piacere, ma sembrerebbero ottimali a livello di igiene (sono antibatteriche) e comode da portare, senza la minima sensazione di bagnato. Chissà – bisognerebbe provare per credere!

ClioMakeUp-mestruazioni-tabu-ciclo-rivoluzione-video-novità-thinx-16

Ma non si stava parlando di tabù? A pag. 2 scoprirete davvero cosa significa questa parola e quali sono i primi passati verso una vera e propria rivoluzione! Riusciremo a rompere la walk of shame e a far diventare il ciclo un argomento da affrontare? Scopritelo cliccando qui!