Cambiare colore di capelli è divertente e ci permette di giocare con il nostro look e stile nonché, ovviamente, di coprire i capelli bianchi! A furia di subire trattamenti e con l’andare avanti del tempo, tuttavia, le chiome che hanno subito una o più colorazioni possono sbiadire e, soprattutto, risultare spente e opache. Niente paura: oggi vi parleremo di come lucidare i capelli tinti e renderli splendidi splendenti con poche attenzioni strategiche, che sono però in grado di fare una grande differenza!

Nel post vi suggeriremo, infatti, come avere capelli lucidi come dal parrucchiere con qualche trucchetto e rimedio della nonna, ma anche quali prodotti scegliere e come utilizzarli al top per fare in modo che la chioma sia sempre sana e brillante. E che dire delle attenzioni da rivolgere allo styling? Le cose da dire sono tante, e tutte possono offrire ottimi risultati: siete curiose, ragazze, di scoprire di che cosa si tratta? Allora non vi resta che continuare a leggere per sapere tutto!

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-5

I RIMEDI DELLA NONNA INFALLIBILI ANCHE PER CHI È TINTA : L’ACQUA FREDDA

Per rendere i capelli tinti luminosi e splendenti, un accorgimento molto semplice da seguire -e anche piacevole durante le stagioni calde- è evitare di sciacquarli, dopo lo shampoo, con acqua calda, che può infatti intaccare l’intensità e la lucentezza della tinta. La soluzione migliore è l‘acqua tiepido-fresca (non freddissima, perché altrimenti il raffreddore è dietro l’angolo, eheh), perché ha il merito di aiutare a far chiudere le cuticole dei capelli. In questo modo la luce si rifletterà al meglio sulla chioma, che sembrerà, da asciutta, più brillante e lucente.

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-6

L’acqua del rubinetto può opacizzare i capelli

Un altro tip da riservare alle occasioni speciali (perché farlo sempre comporta una serie di costi notevoli!) è sciacquare la chioma dopo lo shampoo con l’acqua minerale. Di frequente, infatti, l’acqua del rubinetto è dura e ricca di calcare, e può far sembrare i capelli spenti e secchi proprio a causa della patina che esso va a formarvi sopra.

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-8

Un’alternativa più economica a questo trucchetto consiste anche nel riempire una caraffa di acqua del rubinetto fresca, e utilizzarla per sciacquare i capelli dopo mezz’ora, non usandola tutta ed evitando di versare sulla chioma l’acqua sul fondo. Il motivo è semplice: in questo lasso di tempo, sostanze come calcio, sodio e cloro si depositeranno sul fondo della brocca, e non andranno dunque sui capelli!

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-7

Per non parlare del buon vecchio risciacquo con acqua + aceto!

COME AVERE CAPELLI LUCIDI E BRILLANTI FACENDO ATTENZIONE ALLO STYLING

I capelli tinti possono risentire ancora più di quelli naturali dell’uso dei tool per lo styling e per questo, per mantenerne la lucentezza, è bene prestare qualche attenzione strategica quando li si utilizza. La prima cosa da fare è evitare di impostare il phon ad una temperatura troppo alta e, durante la prima settimana successiva alla tinta, lasciar stare piastre ed arricciacapelli.

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-1

Attenzione anche alla potenza del phon!

Le temperature troppo elevate, infatti, potrebbero rischiare di sfibrare la chioma, danneggiando la tinta e la sua brillantezza già in partenza! Inoltre, quando i capelli sono tinti, sarebbe meglio lasciar passare diverse ore tra l’asciugatura dei capelli e l’uso della piastra.

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-2

Meglio usare piastre con gli elementi riscaldanti oscillanti

Il top per non intaccarne la lucentezza è asciugare i capelli la sera prima, e acconciarli con questi beauty tool al mattino dopo. Quelli migliori, a questo proposito, sono quelli con gli elementi riscaldanti oscillanti e non fissi, poiché hanno il merito di distribuire in maniera uniforme il calore sulla chioma!

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-1

Imetec Bellissima, Piastra per Capelli B21 100 con rivestimento in ceramica e piastre riscaldate oscillanti. Prezzo: 22,90€ su Amazon.it

CAPELLI SUPER LUCIDI TINTI CON LA GIUSTA FREQUENZA

Abbiamo già parlato di quanto sia importante per la salute dei capelli tingerli con la giusta frequenza, e questa accortezza è fondamentale anche per preservarne la bellezza e la brillantezza. Normalmente la tinta andrebbe fatta ogni 4-6 settimane se è di un colore molto diverso da quello che avete in partenza, mentre si può attendere dalle 6 alle 8 settimane per tingere i capelli di un colore simile a quello che avete già o che, comunque, sta bene con il vostro look.

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-5

Dopo aver fatto la tinta, inoltre, cercate di aspettare almeno tre giorni da quando l’avete fatta, in modo da preservarne la lucentezza e l’intensità il più possibile. Soprattutto se avete il cuoio capelluto delicato, invece, optate per tinte senza ammoniaca o che ne contengono comunque poca, e fate sempre un test su una piccola porzione del braccio per vedere se va tutto bene e non ci sono reazioni allergiche!

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-4

Garnier Olia, Colorazione Permanente n. 6.15 Castano Chiaro Fondente. Prezzo: 6,09€ su Amazon.it

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Nella pagina successiva vi parleremo di come lucidare i capelli tinti usando i giusti prodotti e proteggendoli al top! Andate a pagina 2 per scoprire tutto!

17 COMMENTI

  1. L’ultima GIF è meravigliosa! Cioè, il lavoro che ha fatto quel parrucchiere è meraviglioso e stupefacente!!! Sembra uno specchio liquido!!!

  2. Posso dirlo? Sono estremamente fortunata, i miei capelli sono folti, sani, lucidi e raramente con doppie punte. E li ho lunghi fin quasi al sedere. Non li taglio (anche se ogni tanto mi piacerebbe provare qualcosa) solo perché la mia parrucchiera si rifiuta ^_^’ e, soprattutto, perché ho 38 anni e non credo di potermeli permettere a lungo. Li coloro con l’hennè che li ha resi ancora più lucidi e sani, pur partendo già da una buona base. Con lui ho trovato il prodotto perfetto.

  3. ho letto che anche utilizzare l’aceto per l’ultimo sciacquo post lavaggio contribuisce alla lucidità del capello, qualcuna ha provato?
    per il resto.. bellissima la gif di Guy Tang mamma mia *_* tra il colore, il liscio e la lucentezza, è qualcosa di meraviglioso!!

  4. Ciao posso chiederti qualche chiarimento riguardo l’henné? Esistono varie colorazioni che non lasciano riflessi rossicci? Si può fare un colore diverso dalla propria base? Io ho i capelli abbastanza provati dalla decolorazione, vorrei scurirli e pensare che li curo tantissimo e avevo dei capelli perfetti, ma vabbè. Complimenti per la chioma comunque ☺️

  5. Ho sentito anche io che utilizzare l’aceto aiuta ma non ho mai provato (mi spaventa un pò l’odore).. penso sia il classico “rimedio della nonna”, tentar non nuoce!

  6. Sempre fatto, fin dall’ infanzia. Mia mamma mi faceva il risciacquo con l’aceto ad ogni lavaggio.
    Non ho mai puzzato ma i capelli erano lucidissimi. Non so per che motivo ma lei usava aceto tiepido.
    Se temete l’odore potete usare dopo alcune gocce di olio di ylang ylang.

  7. Ciao Martina,
    So che non l’hai chiesto a me ma potrei rispondere anch’io.
    Esistono polveri di Henne’ di varie colorazioni e neutre cioe’ senza colore.
    Che io sappia l’ unico Henné e’ quello rosso. Gli altri potrebbero contenere miscele di altre piante per ottenere altri colori.
    Io l’ho usato rosso tantissimi anni fa. Mi ricordo che i miei capelli erano incredibilmente rafforzati e lucidi in quel periodo….pero’:
    1. Anni dopo lo usai di nuovo ma mi secco’tantissimo i capelli…non so perche’… Era una marca diversa forse? Boh…
    2. La mia parrucchiera ha fatto una faccia inorridita quando le ho detto di aver usato l’henne’ perche’ pare sia l’incubo dei parrucchieri nel senso che deposita qualcosa sullo strato esterno del capello quindi rende difficile la presa di qualsiasi altro colore uno voglia fare dopo.
    Spero di essere stata utile in qualche modo.

  8. L’henné tende a seccare un po’, infatti nella miscela metto sempre yogurt bianco magro, nonostante non abbia i capelli secchi. La miscela era preparata sempre nello stesso modo?

  9. Io ho provato sia aceto di mele bio che aceto di vino bianco super economico, non ho notato differenza e l’odore non rimane. Occhio alle dosi però 🙂

  10. di che colore hai i capelli? Io ti consiglio di usare le erbe tintorie (lawsonia, indigo ecc), a meno che tu non abbia il favismo. Apportano solo benefici e non scoloriscono, l’unico lato negativo è il tempo di posa nettamente maggiore.

  11. Purtroppo io ho constatato che per avere i capelli come dal parrucchiere l’unica cosa da fare è usare i prodotti del parrucchiere. XDXD
    Da quando ho comprato lo shampoo da loro i miei capelli sono molto più belli.
    C’è da dire che io li ho tinti con l’aggiunta dei colpi di sole, per cui sono molto trattati. E’ chiaro che chi non li tinge probabilmente può riuscire a lucidarli con prodotti più naturali.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here