Cambiare colore di capelli è divertente e ci permette di giocare con il nostro look e stile nonché, ovviamente, di coprire i capelli bianchi! A furia di subire trattamenti e con l’andare avanti del tempo, tuttavia, le chiome che hanno subito una o più colorazioni possono sbiadire e, soprattutto, risultare spente e opache. Niente paura: oggi vi parleremo di come lucidare i capelli tinti e renderli splendidi splendenti con poche attenzioni strategiche, che sono però in grado di fare una grande differenza!

Nel post vi suggeriremo, infatti, come avere capelli lucidi come dal parrucchiere con qualche trucchetto e rimedio della nonna, ma anche quali prodotti scegliere e come utilizzarli al top per fare in modo che la chioma sia sempre sana e brillante. E che dire delle attenzioni da rivolgere allo styling? Le cose da dire sono tante, e tutte possono offrire ottimi risultati: siete curiose, ragazze, di scoprire di che cosa si tratta? Allora non vi resta che continuare a leggere per sapere tutto!

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-5

I RIMEDI DELLA NONNA INFALLIBILI ANCHE PER CHI È TINTA : L’ACQUA FREDDA

Per rendere i capelli tinti luminosi e splendenti, un accorgimento molto semplice da seguire -e anche piacevole durante le stagioni calde- è evitare di sciacquarli, dopo lo shampoo, con acqua calda, che può infatti intaccare l’intensità e la lucentezza della tinta. La soluzione migliore è l‘acqua tiepido-fresca (non freddissima, perché altrimenti il raffreddore è dietro l’angolo, eheh), perché ha il merito di aiutare a far chiudere le cuticole dei capelli. In questo modo la luce si rifletterà al meglio sulla chioma, che sembrerà, da asciutta, più brillante e lucente.

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-6

L’acqua del rubinetto può opacizzare i capelli

Un altro tip da riservare alle occasioni speciali (perché farlo sempre comporta una serie di costi notevoli!) è sciacquare la chioma dopo lo shampoo con l’acqua minerale. Di frequente, infatti, l’acqua del rubinetto è dura e ricca di calcare, e può far sembrare i capelli spenti e secchi proprio a causa della patina che esso va a formarvi sopra.

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-8

Un’alternativa più economica a questo trucchetto consiste anche nel riempire una caraffa di acqua del rubinetto fresca, e utilizzarla per sciacquare i capelli dopo mezz’ora, non usandola tutta ed evitando di versare sulla chioma l’acqua sul fondo. Il motivo è semplice: in questo lasso di tempo, sostanze come calcio, sodio e cloro si depositeranno sul fondo della brocca, e non andranno dunque sui capelli!

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-7

Per non parlare del buon vecchio risciacquo con acqua + aceto!

COME AVERE CAPELLI LUCIDI E BRILLANTI FACENDO ATTENZIONE ALLO STYLING

I capelli tinti possono risentire ancora più di quelli naturali dell’uso dei tool per lo styling e per questo, per mantenerne la lucentezza, è bene prestare qualche attenzione strategica quando li si utilizza. La prima cosa da fare è evitare di impostare il phon ad una temperatura troppo alta e, durante la prima settimana successiva alla tinta, lasciar stare piastre ed arricciacapelli.

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-1

Attenzione anche alla potenza del phon!

Le temperature troppo elevate, infatti, potrebbero rischiare di sfibrare la chioma, danneggiando la tinta e la sua brillantezza già in partenza! Inoltre, quando i capelli sono tinti, sarebbe meglio lasciar passare diverse ore tra l’asciugatura dei capelli e l’uso della piastra.

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-2

Meglio usare piastre con gli elementi riscaldanti oscillanti

Il top per non intaccarne la lucentezza è asciugare i capelli la sera prima, e acconciarli con questi beauty tool al mattino dopo. Quelli migliori, a questo proposito, sono quelli con gli elementi riscaldanti oscillanti e non fissi, poiché hanno il merito di distribuire in maniera uniforme il calore sulla chioma!

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-1

Imetec Bellissima, Piastra per Capelli B21 100 con rivestimento in ceramica e piastre riscaldate oscillanti. Prezzo: 22,90€ su Amazon.it

CAPELLI SUPER LUCIDI TINTI CON LA GIUSTA FREQUENZA

Abbiamo già parlato di quanto sia importante per la salute dei capelli tingerli con la giusta frequenza, e questa accortezza è fondamentale anche per preservarne la bellezza e la brillantezza. Normalmente la tinta andrebbe fatta ogni 4-6 settimane se è di un colore molto diverso da quello che avete in partenza, mentre si può attendere dalle 6 alle 8 settimane per tingere i capelli di un colore simile a quello che avete già o che, comunque, sta bene con il vostro look.

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-5

Dopo aver fatto la tinta, inoltre, cercate di aspettare almeno tre giorni da quando l’avete fatta, in modo da preservarne la lucentezza e l’intensità il più possibile. Soprattutto se avete il cuoio capelluto delicato, invece, optate per tinte senza ammoniaca o che ne contengono comunque poca, e fate sempre un test su una piccola porzione del braccio per vedere se va tutto bene e non ci sono reazioni allergiche!

cliomakeup-come-lucidare-i-capelli-tinti-4

Garnier Olia, Colorazione Permanente n. 6.15 Castano Chiaro Fondente. Prezzo: 6,09€ su Amazon.it

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Nella pagina successiva vi parleremo di come lucidare i capelli tinti usando i giusti prodotti e proteggendoli al top! Andate a pagina 2 per scoprire tutto!