ORGANICO, CRUELTY-FREE, VEGANO, GREEN… FACCIAMO CHIAREZZA

Nel mondo della bellezza, e in particolare in quello della Clean Beauty, termini come organico, vegano, cruelty-free e naturale vengono spesso utilizzati con significati diversi, difficili persino da decifrare. 

cliomakeup-clean-beauty-10-detox

Credits: Foto di Pexels | Dazzle Jam

Ad esempio, il termine “green” si riferisce a qualcosa che non danneggia l’ambiente, una definizione che si intreccia con quella di “sostenibile” e che riguarda formulazioni, packaging e distribuzione.  

cliomakeup-clean-beauty-11-green

Credits: Foto di Pexels | Min An


Ben diverso il significato di “vegano”, che indica un prodotto creato senza l’utilizzo di ingredienti di derivazione animale. Questo non significa, però, che al suo interno non contenga componenti chimiche. Allo stesso modo, “cruelty-free” implica che il prodotto non sia stato testato sugli animali, ma non che al suo interno non vi siano componenti di origine animale. 

cliomakeup-clean-beauty-12-cruelty-free

Un prodotto può essere cruelty-free, ma non vegano e viceversa. Credits: Foto di Unsplash | Hanna Postova

i termini possono creare confusione

Una definizione spesso usata nella Clean Beauty – o presunta tale – è “organico”, che implica che gli ingredienti naturali contenuti non siano stati prodotti con l’uso di pesticidi. Perché un cosmetico sia naturale, invece, deve essere costituito unicamente da ingredienti di origine vegetale, animale o minerale, ma questo non implica che sia organico o cruelty-free. 

cliomakeup-clean-beauty-13-botanico

Credits: Foto di Unsplash | Annie Spratt

La definizione di “non tossico” è forse quella più controversa, infatti, perché sia tale un prodotto deve contenere ingredienti non pericolosi per la salute, almeno nelle percentuali utilizzate nella formula. Secondo i dettami della Clean Beauty, invece, un cosmetico non dovrebbe contenere alcun elemento pericoloso a prescindere dalla dose. 

cliomakeup-clean-beauty-14-vegano

Credits: Foto di Pexels | Deden Ramdhani

COME RENDERE CLEAN LA BEAUTY ROUTINE?

La Clean Beauty è un argomento complicato, ma cercare di applicare questa filosofia alla propria routine di bellezza non lo è affatto! La prima cosa da fare è leggere sempre la lista degli ingredienti. 

cliomakeup-clean-beauty-15-inci

Via Pinterest

È poi buona norma scegliere cosmetici che siano privi di fragranze perché normalmente hanno un impatto ambientale minore. Lo stesso vale per il packaging dei prodotti cosmetici: l’ideale è evitare la plastica, per quanto possibile, e cercare di riciclare e riutilizzare i contenitori.  

cliomakeup-clean-beauty-16-riciclo

Credits: Foto di Pexels | Harper Sunday

L’ultima regola per una routine che rispetti la filosofia della Clean Beauty è scegliere brand che cerchino di migliorare il pianeta, donando parte dei loro profitti per delle nobili cause. 

cliomakeup-clean-beauty-17-iniziative

Davines è la realtà italiana più impegnata in questo senso! Credits: davines.com

Bellezze, se volete sapere tutto su come vivere in modo più sostenibile, non perdetevi questi post!

1) RICICLARE I CONTENITORI COSMETICI. RIDURRE GLI SPRECHI E AIUTARE LA TERRA 

2) VESTIRE SOSTENIBILE. 8 BRAND PER UN OUTFIT ECOLOGICO E FASHION 

3) VIVERE SOSTENIBILE. 16 ABITUDINI GREEN DA ADOTTARE SUBITO 

cliomakeup-clean-beauty-18-gif-finale

Bellezze, per questo post è tutto! Conoscevate la filosofia della Clean Beauty? Cosa ne pensate? In che modo cercate di tutelare il pianeta? Fatemi sapere tutto nei commenti! Un bacione dalla vostra Clio! 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here