Ciao ragazze!

Sei radiosa“: a tutte noi fa piacere ricevere questo complimento così piccolo, ma che ha il potere di farci sentire belle, riposate, giovani, fresche e allegre. Forse non lo sapete, ma c’è un alleato (spesso sottovalutato) in grado di aiutarci a ottenere questo effetto: stiamo parlando dell’illuminante! Oggi scopriremo qualcosa su questo prodotto un po’ misterioso, mentre nei prossimi giorni vi presenterò i miei top assoluti!

Dewy-finish

Lo sappiamo tutte: lo stile di vita frenetico, l’alimentazione scorretta, lo smog, lo stress e l’impossibilità di dormire a lungo influiscono sull’aspetto della nostra pelle, che può apparire spenta e piatta. Fidatevi, non esiste crema miracolosa o siero prodigioso in grado di restituirci il viso di quando avevano 14 anni (che forse non vorremmo neanche, ma questo è un altro discorso affrontato qua). Quello che possiamo fare, però, è donare una nuova luce all’incarnato usando prodotti appositi in modo strategico. Ammetto che io stessa mi dimentico sempre dei prodigi dell’illuminante, infatti ogni volta che viaggio dimentico puntualmente di portarne uno con me! Quando guardo le foto delle celebrities o i lavori di altri make-up artist, però, noto che è proprio questo prodotto a scatenare il “fattore WOW”, rendendo un look subito più sexy e splendente!

Rihanna-Red-Lips

713a276d2f50f91c_Tine-022997-2.xxlarge

red-carpet-makeup-look-sienna-miller

Forse non sapete che gli illuminanti possono essere rimpiazzati da ombretti o rossetti chiari e luminosi, ma sicuramente affidarsi a queste alternative può essere un po’ più scomodo. Certo, si possono utilizzare anche terre o blush con glitterini e shimmer, ma c’è sempre il rischio di esagerare e di ritrovarsi con l’intera faccia sbrilluccicosa (stile Edward Cullen, per intenderci). Insomma, l’ideale è creare una base opaca o semi-opaca, per poi aggiungere luce solo dove vogliamo noi, con precisione, utilizzando un illuminante vero e proprio.

sparkling-edward-cullen-wallpaper

Se decidiamo di investire in uno di questi prodotti (e purtroppo scrivo “investire” perché so che le marche economiche li producono raramente), dobbiamo rispondere a una serie di domande:

1. In crema o in polvere? Dipende dal vostro tipo di pelle e dall’effetto che volete ottenere. Personalmente, avendo la pelle secca, li preferisco in crema o gel, che diano un look bagnato e tridimensionale, ma devo ammettere che d’estate mi affido volentieri anche alle polveri, che durano di più. Queste sono consigliate soprattutto se tendete a lucidarvi, perché non è il caso di aggiungere un altro strato appiccicaticcio! C’è da dire, però, che le creme sono più facili e precise da applicare (di solito si usano le dita), mentre le polveri si spargono un po’ su tutta la faccia, rendendo impossibile l’effetto “zigomo super-definito”.

tumblr_lrdu69PUY31qgojxao1_1280

2. Opaco o shimmer? In genere per i contouring pesanti si usano correttori opachi, semplicemente di qualche tono più chiaro del nostro incarnato, mentre le celebrities optano per prodotti super-luminosi e shimmer, quasi metallici. A me piace una via di mezzo: non amo gli illuminanti proprio pieni di brillantini, anche perché evidenziano i pori, ma allo stesso tempo voglio che si noti quel tocco in più. Per intenderci, il famoso Touché Eclat è luminoso perché ha all’interno particelle che riflettono la luce, ma non potrà mai donare un effetto del genere:

blonde-blue-eyes-makeup-model-Favim.com-1717043

YSL-Backstage-Touche-Eclat-2

3. Di che colore? Questa è una domanda critica, perché potete comprare l’illuminante più bello del mondo, ma se non si intona al vostro incarnato l’effetto non sarà dei migliori! In genere sulle carnagioni chiare e neutre stanno bene tonalità rosate o color champagne, mentre con un sottotono decisamente giallo o con l’abbronzatura è meglio evitarle, perché risultano grigiastre! Meglio allora un giallino o un doratino, che si armonizzano di più. Io d’inverno punto sul rosa, mentre d’estate, appena mi abbronzo un po’, passo a una nuance più ambrata e calda.

Sull'incarnato color alabastro di Emma Watson è stato usato molto illuminante praticamente bianco...
Sull’incarnato color alabastro di Emma Watson è stato usato molto illuminante praticamente bianco…
...mentre su Lupita serve un tono più caldo e acceso
…mentre su Lupita serve un tono più caldo e acceso

4. Dove applicarlo? La magia accade quando picchiettiamo l’illuminante sugli zigomi, sfumandolo verso le tempie (ma senza esagerare, non siamo mica negli anni ’80!). Altri punti strategici sono la punta del naso, l’arco di cupido, l’arcata sopraccigliare, il centro della fronte (con moderazione) e il mento.

Hayden Panettiere è una grandissima fan dell'illuminante!
Hayden Panettiere è una grandissima fan dell’illuminante!

5. Quando applicarlo? Di solito è l’ultimo step della base, quindi il tocco finale dopo la terra e il blush! Se usate una crema, però, potete anche utilizzarla prima delle polveri, in modo che queste non risultino “fangose”.

Insomma ragazze, questa era la teoria, spero che vi sia stata d’aiuto! Voi usate l’illuminante? Vi piace l’effetto che dà o lo trovate troppo artificiale? Che texture e colori preferite? Lo usate tutti i giorni o solo nelle occasioni speciali (cioè quando ve ne ricordate hehe)? Un bacioneee