Ciao ragazze!

Oggi facciamo doppietta di post dedicati alle single perché, diciamoci la verità, hanno più bisogno di supporto morale rispetto alle loro colleghe “accoppiate”! Se i cuori, i cioccolatini e gli orsacchiotti che hanno affollato le vetrine negli ultimi giorni vi hanno fatto venire la nausea, leggete il resto del post per scoprire come sopravvivere a questo San Valentino senza farvi prendere da crisi depressive!

Valentines-Day-Movie-Decorating-Ideas_large

Iniziamo subito con una premessa: so bene che San Valentino è una festa inutile e puramente commerciale, che single e fidanzate possono tranquillamente ignorare e trattare come se fosse un giorno qualunque. Diciamo che in America è più sentita, i negozi si preparano da settimane allestendo vetrine a tema e i bambini sono pronti a lasciare il proprio bigliettino a forma di cuore nella cartella della loro “cotta”, sperando che la dichiarazione d’amore sarà ricambiata. In Italia è solo un’occasione per andare a cena fuori spendendo un capitale o per sbronzarsi con le amiche; detto questo, stavolta cade di sabato sera, quindi tanto vale cercare un modo per passarlo al meglio da sole o in compagnia!

8uAjhsw

B7_CFQiCQAA2MAy

A prescindere dall’età, trovo che la classica serata tra donne sia un vero e proprio toccasana, da concedersi ogni volta che se ne ha la possibilità: le vite frenetiche in cui ci destreggiamo tutti i giorni lasciano poco spazio ai rapporti di amicizia, anche perché, finita la pacchia della scuola e dell’università, ci si ritrova ad affrontare impegni e responsabilità che si conciliano difficilmente l’uno con l’altro. Un conto è raccontare un appuntamento disastroso alla collega in pausa caffè, un altro è riderci su con le amiche di sempre, che ci conoscono più di chiunque altro e sanno esattamente come tirarci su di morale e farci apprezzare i lati più divertenti della serata, magari di fronte a un bicchiere di vino.

anigif_enhanced-buzz-9900-1421944588-10

L’opzione “classica” per San Valentino è l’uscita in giro per locali, con tanto di spogliarellista vestito da poliziotto come gran finale; in quanto single potete scatenarvi coi rossetti e optare per un look da femme fatale, con labbra scarlatte e sguardo languido. Per esempio vi consiglio il trucco occhi che ho realizzato nel tutorial su Kim Kardashian, intenso ma non esagerato, magari abbinato a una bella tinta rossa e a una base più leggera per evitare l’effetto mascherone:

Non siete delle discotecare? Nessun problema, anzi! Trovo che l’ambiente casalingo sia perfetto per una serata di questo tipo, soprattutto se non vedete le vostre amiche da un po’ di tempo e avete tante cose da raccontarvi.

SlumberParty

Dovendo pensare a uno scenario ideale mi viene subito in mente una buona cenetta preparata sul momento, oppure organizzata in anticipo, spartendosi le portate di cui occuparsi. Io di solito mi occupo del dolce o del vino; il mio ultimo cavallo di battaglia è il tiramisù alle fragole, di cui prima o poi vedrete la videoricetta hehe 🙂 in pratica uso i Pavesini al posto dei savoiardi e li puccio in una salsa a base di fragole e limone invece che nel classico caffè: una bontà! Mi raccomando, una serata tra donne che si rispetti deve per forza terminare con un buon dessert!

Non è il mio tiramisù, ma era buono comunque!
Non è il mio tiramisù, ma era buono comunque!

In quanto amante del make-up e della skincare, ogni volta che invito le mie amiche si finisce sempre per parlare di bellezza; adoro far provare loro i prodotti che preferisco al momento e spesso finiamo per passare il resto del tempo con una maschera antirughe in faccia hehe! Se sapete che le vostre ospiti sono particolarmente stressate e non hanno mai modo di coccolarsi un po’, potete pensare di organizzare una mini-spa da salotto: dal trattamento idratante alla manicure, dallo scrub alla prova trucco (perché tra Youtube e il blog ormai siete delle vere esperte e avete tanto da insegnare alle principianti), sono certa che apprezzeranno qualsiasi “vizio” che proporrete loro!

Schermata 2015-02-12 alle 19.18.15

 

Volete leggere il resto? Cliccate qui!