Ciao ragazze!

Vi è mai capitato di rompere uno dei vostri blush preferiti? O peggio ancora di trovare secco prima del tempo il mascara dei vostri sogni, quello in grado di regalarvi ciglia da sogno, o l’ombretto in crema perfetto per i trucchi lampo dell’ultimo minuto? Se questi inconvenienti non vi suonano nuovi niente paura, non tutto è perduto: in questo post troverete qualche dritta per ‘rianimare’ i prodotti più ‘sfortunati’! Scopriamole insieme!

collage

Cominciamo con i prodotti in polvere, quelli più fragili e dunque più facilmente esposti alla sfiga  a bottarelle e cadute fortuite! Ombretti, blush, ciprie compatte, terre… quando si rompono è sempre un colpo al cuore, figuriamoci quando si tratta di uno dei nostri prodotti preferiti!

shutterstock_118847857

Ma fidatevi, recuperarli non è poi così difficile: basta armarsi di qualche strumento facilmente reperibile in casa e di un pizzico di pazienza!

Fix-broken-eye-shadow-before-and-after

Credit: blog.freepeople.com

Il primo step consiste nel raccogliere i residui del prodotto per riposizionarli all’interno del loro contenitore originario. Successivamente si deve ricoprire il tutto con la pellicola trasparente e cominciare a sbriciolare anche le parti sopravvissute al trauma e restate sane, in modo da trasformare tutto il prodotto in una polvere dalla consistenza molto sottile! Potete utilizzare qualunque oggetto, dal manico di un cucchiaino ad una pinzetta!

TBDSavingFace13

Credit: thebeautydepartment.com

Lo step successivo consiste nell’aggiunta dell’alcool etilico denaturato! Mi raccomando, state ben attente a non eccedere, perchè ne basta veramente poco! Per gli ombretti ne serviranno 2/3 gocce, mentre per un prodotto più grande, tipo la terra, ce ne vorrano circa 10!

How-to-fix-broken-eye-shadow

 Credit: blog.freepeople.com

Per questo l’ideale è utilizzare un contagocce, una siringa senza ago o, alle perse, anche un cucchiaino, con cui centellinare la fuoriuscita dell’alcool ed evitare di ottenere un composto troppo liquido! Ho letto che un’alternativa, altrettanto valida, è rappresentata dalla soluzione salina per lenti a contatto, voi l’avete mai provata?

rubbing-alcohol1

 Credit: petitelefant.com

Una volta aggiunto l’alcool o la soluzione potrete sentire la polvere cambiare consistenza, diventare decisamente più malleabile, cremosina ma allo stesso tempo densa! Diventa così estremamente facile ricomporre il composto all’interno del suo contenitore, facendo si che polvere e liquido si possano amalgamare perfettamente!

TBDSavingFace14

Credit: thebeautydepartment.com

Esiste anche una strada alternativa: i residui del prodotto possono anche essere travasati su un pezzo di carta da forno, sbriciolati direttamente lì, per poi spostare il tutto all’interno di una piccola jar nella quale incorporare l’alcool o la soluzione salina. Solo dopo aver ottenuto un impasto omogeneo lo si potrà trasportare nel contenitore originario!

Per rendere omogenea la superficie, eliminare buchette e protuberanze, ci sono vari metodi: dai polpastrelli alle spatoline, passando per le monete che sono perfette quando ciò che si deve ricompattare e un ombrettino! E’ estremamente importante pressare il prodotto ben bene, in modo da evitare bolle d’aria che potrebbero causare una nuova rottura e compromettere la buona riuscita dell’opera!

quarter1

Credit: petitelefant.com

How-to-repair-broken-eye-shadow

Credit: blog.freepeople.com

Per fare un lavoretto coi fiocchi potete anche risistemare i bordi del prodotto, spianandoli grazie a un pennellino da eyeliner!

TBDSavingFace15

Credit: thebeautydepartment.com

L’ultimo step consiste nel lasciare per una notte il prodotto all’aria, con l’eventuale contenitore aperto, in modo da permettere all’alcool di  evaporare! Al mattino il vostro prodotto sarà sano e salvo: un po’ ammaccato, ma pronto per continuare ad essere utilizzato! 🙂

Restiamo in tema di ombretti, e parliamo di quelli in crema, tra i prodotti più comodi e facili da utilizzare del nostro beauty case!

smashbox-limitless-15-hour-wear-cream-eyeshadow-summer-2012

Come ho avuto modo di dirvi più volte, ho un vero debole per questi prodotti: durano tutto il giorno e sono perfetti per quando si è di corsa e si ha poco tempo da dedicare al makeup! Sembrerebbero gli ombretti perfetti non credete? E invece no, c’è un però! Hanno un difettuccio tutt’altro che trascurabile: spesso e volentieri si seccano molto prima della scadenza! Ad esempio a me è recentemente successo con i Pupa vamp cream eyeshadow!

Se questo inconveniente è capitato anche a voi potete provare a riportarli vita utilizzando, anche in questo caso, qualche gocciolina di alcool o di soluzione salina per lenti a contatto!

tbdoperationrestoration1

Credit: thebeautydepartment.com

Gli step principali ricalcano in parte quelli con cui si ricompattano i prodotti in polvere: consistono nell’aggiungere i ‘liquidi magici’, farli amalgamare con l’ombretto cremoso, per poi rendere omogenea la superficie, facendo un po’ di pressione con una spatolina o un oggetto simile!

tbdoperationrestoration2

Credit: thebeautydepartment.com

A seguire l’immancabile perfezionatina ai bordi, per poi attendere che accada il miracolo dopo aver lasciato evaporare i liquidi durante la notte!

tbdoperationrestoration3

Credit: thebeautydepartment.com

Questo procedimento, ovviamente, può rivelarsi utile anche per i blush e per gli eyeliner in gel, prodotti difficilissimi da terminare in breve tempo!

a6f17f60-85e6-4d3e-9bcd-1643b9848301

Per quando riguarda l’eyeliner, però, esistono in commercio anche dei prodotti più specifici che si possono utilizzare per salvare il prodotto apparentemente da buttare! Tra i più famosi troviamo il Duraline della Inglot, che di solito si usa per applicare i pigmenti ma che può rivelarsi un alleato utilissimo nella missione ‘riportiamo in vita l’eyeliner’!

Inglot-Duraline-REVIEW-1

Ma dovete sapere che mica si possono resuscitare solo gli eyeliner in gel! Nella prossima pagina parliamo di quelli a penna..e non solo!