Ciao ragazze!

Come sapete, ogni anno, in primavera, la rivista People elegge quella che la loro redazione definisce “la donna più bella del mondo”. L’anno scorso, questa “nomina” ha reso (forse più del suo Oscar) Lupita Nyong’o, una vera icona. E quest’anno, invece, chi è stata scelta? Un volto inaspettato, non si può negare. Nessuna di quelle il cui nome ha ossessionato i tabloid di questi mesi. Ladies and gentlemen, la più bella del 2015 è Sandra Bullock !

da836ba6c7d0cf724dc8456c29a9bf2c

Ne ho approfittato allora per raccogliere i suoi look e preparare un coolspotting fresco fresco per voi !
Sandra Bullock è un’attrice amatissima in America: ogni sua commedia sbanca al botteghino e la sua simpatia travolgente ha preceduto tutte le altre bellissime ”anti-dive” che hanno fatto breccia nei nostri cuori negli ultimi tempi, come Jennifer Lawrence o Emma Stone.

65143bf8369ff0c4c5eb6c04dccb98ed
Potevo forse evitare la foto col gattone?

Non c’è intervista in cui non abbia la battuta pronta, ma ha anche l’intelligenza di non fermarsi a questo: Sandra Bullock è amata perché sa anche commuovere e far riflettere. E’ spesso stata infatti anche volto di campagne per il sociale e certe sue frasi sono diventate aforismi condivisi sul web come esempio di positività.

71a1bdc9a6c96ab02fc2d21f8ef7cd01
“Devi ballare un pochino prima di fare il tuo ingresso nel mondo ogni giorno perchè questo cambia il modo in cui cammini”

Sono proprio queste caratteristiche, quelle che hanno portato People a ”riprendere” in considerazione una star che non sembrava star cavalcando l’onda in questo preciso anno (non è stata certo l’attrice di cui si è parlato di più in questi mesi).

La loro scelta di andare controcorrente contiene proprio un messaggio su cosa vogliono considerare ”bellezza” e quanto poco influenzi questa scelta la fama del momento e l’idea hollywoodiana per cui dopo i 30 anni sarebbe tutto più o meno finito. Sandra ne ha da poco compiuti 50 (sembra incredibile) e durante l’intervista per People non parla d’altro se non del suo essere mamma.

Adorabile il costume coordinato per Halloween: Jess e Buzz della saga di Toy Story
Adorabile il costume coordinato per Halloween: Jess e Buzz della saga di Toy Story

Eppure, eccola lì in copertina, sbaragliando Taylor Swift (candidata addirittura a “persona dell’anno”) e le giovani bellezze della Walk of Fame. Bellissimo l’aneddoto che racconta del giorno in cui suo figlio gli ha chiesto perché vengono le rughe e, quando Sandra gli ha risposto ”mi piace pensare di averne perché ho riso troppo”, lui le ha detto “allora non sei vecchia, sei solo felice”.

40d2b61289f6d5360012da3b241c4a83

Insomma, People non ha voluto eleggere solo una bella donna, ma una bella persona. E quando si chiede a Sandra Bullock quale sia il segreto della bellezza, lei risponde che l’importante è “non provarci”. È difficile non pensare, soprattutto ad Hollywood cose come “dovrei essere così”, o “dovrei diventare come lei” : ecco, questo, secondo l’attrice è esattamente il pensiero sbagliato che crea più danni di qualunque cattiva abitudine o prodotto di bellezza scadente. Insomma, o “effortless beauty” (cioè bellezza naturale, senza sforzo, spontanea) o niente!

0524338d0134ff91f68665836c5cf4ea

Ma passiamo ai dettagli: lo stile di Sandra è sempre stato facilmente riconoscibile, proprio perché molto semplice e “senza tempo”. È una a cui non piacciono i fronzoli, ma predilige, anche nel look, le linee pulite e il confort abbinato alla femminilità.

f826007a20904f31134785e8ad56fa03

f457f5dc1a014c2fec1f4fe897210148

È sempre stata, infatti, un po’ un’icona del genere “maschiaccio sexy”: pur avendo molta grinta e un viso dai lineamenti decisi, non ha mai rinunciato al suo lato iper-femminile.

a099b4db9b05e851cb00395b58f08de4

Il suo sprint e la passione per lo sport, le hanno garantito anche un corpo mozzafiato, che pare proprio non sentire il passare degli anni. È una donna che non ha paura di faticare – e i risultati si vedono: ad oggi pratica il metodo di allenamento “Body by Simone” e ha dichiarato che le prime volte, dopo letteralmente 20 secondi, si trovava stremata sul pavimento ad “odiare” la sua coach (di cui parla con affetto, in realtà). Ora invece si sente soddisfatta delle sue performance, ma descrive comunque il luogo in cui si allena come “la sala delle torture”.

435a08141ff76b94e0e21ec64424272c

Ora che l’abbiamo inquadrata in generale, facciamo un bello zoom sul viso: trucco e capelli nella prossima pagina !