Ciao ragazze!

Vi ricordate il post fotografico in cui mettevo a confronto alcuni correttori? Oggi voglio riprovare l’esperimento, ma questa volta i protagonisti saranno sei mascara usciti di recente nella fascia medio-economica; se volete scoprire quali sto adorando e quali mi lasciano perplessa, leggete oltre!

IMG_1883

Inizio con una premessa: giustamente nel post sui correttori mi avete fatto notare che, avendo poche occhiaie, era difficile capire effettivamente la qualità e la coprenza dei prodotti. Bè, in questo caso ho la fortuna di avere le ciglia lunghe e di ottenere un risultato decente anche con i mascara meno validi, ma vi assicuro che la differenza tra uno e l’altro si vede e si sente eccome! Ho aggiunto quindi delle mini-recensioni tecniche in modo da farvi capire a parole i pregi e i difetti di ognuno laddove le immagini non fossero abbastanza esplicative, anche perché a mio parere un buon rimmel deve anche essere facile e comodo da applicare, non è solo questione di effetto finale! Per quanto riguarda il “campione”, ho selezionato sei mascara usciti di recente; cinque su sei hanno lo scovolino in silicone, confermando la tendenza del momento a fabbricare gli applicatori in questo materiale. Un tempo non mi piacevano più di tanto, mentre ora ho imparato ad apprezzarli. Ho fatto due passate con ognuno, cercando di lavorare il prodotto al meglio: a volte non basta fare il classico zig-zag, ma è necessario perdere un po’ di tempo pettinando le ciglia per ottenere il massimo!

IMG_1888 (1)

L’effetto dal basso

Iniziamo subito da quelli che considero i migliori: Maybelline Ciglia Sensazionali e Sephora Outrageous Curl. Devo dire che sono molto simili sotto diversi punti di vista: entrambi sono nerissimi (forse quello di Sephora è leggermente più intenso), donano lunghezza, volume e un bell’effetto a ventaglio. Mi piacciono anche le formulazioni, né troppo liquide, né pastose, che permettono di fare anche tre passate senza ritrovarsi grumi e ciglia appiccicate tra di loro. Lo scovolino di Maybelline è piuttosto piccolo, ma quello di Sephora è davvero minuscolo: a prima vista potrebbe sembrare scomodo perché rende necessario lavorare un pezzo per volta, però vi assicuro che basta prenderci la mano e non si sente neanche la differenza. Il vero punto forte sono le setole corte, che consentono di stendere bene il prodotto senza sporcare la palpebra: i grumi si formano quando l’applicatore non riesce a raggiungere l’attaccatura delle ciglia, a prenderle e “tirarle”, mentre in questo caso lo scovolino le accompagna dalle radici alle punte. Il prezzo del Maybelline è di circa 10 euro, mentre quello di Sephora è decisamente caro, costerebbe 18,90 euro, ma al momento è in offerta a 13,20 (purtroppo non so dire ancora per quanto).

maxresdefault

Schermata 2015-04-24 alle 10.54.01

I prossimi tre mascara rientrano nella categoria media: il primo è il Lash Princess della Essence. L’effetto mi piace, ma la formula è piuttosto pastosa e secca, quindi più problematica rispetto agli altri perché alla seconda passata si formano inesorabilmente i grumi. Il problema è facilmente risolvibile, basta pettinare le ciglia dopo ogni strato con un pettinino o uno scovolino pulito, ma capisco che possa sembrare un procedimento scomodo e noioso per chi è sempre di fretta. Un altro difetto è che l’applicatore (l’unico non in silicone) raccoglie troppo prodotto, altro motivo per cui si formano i grumi: in questi casi per la prima passata pulisco bene lo scovolino sul bordo, creando giusto una base leggera di colore, mentre con il secondo strato cerco di ottenere lunghezza e volume. Prezzo: circa 4 euro

Lash-Princess

Volete scoprire i prossimi mascara? Cliccate qua!