Ciao a tutte!

Questa settimana con Clio abbiamo deciso di dedicare un post a 10 “veneri nere”: donne che, dagli anni ’30 ad oggi, influenzano il mondo della bellezza, cambiando le regole e inaugurando nuove ere dello stile. Dai cliché razzisti imposti dalla moda, allo stile che vuole abbracciare più culture, da chi ha liberalizzato lo stile “afro” a chi si è integrata in un canone totalmente occidentale, dalla Queen of Blues a Queen Bey: eccovi una rassegna di donne straordinarie!

Se volete scoprire queste autentiche icone dell’ultimo secolo, non vi resta che leggere il post! 

Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-Beyoncé

BESSIE SMITH – THE QUEEN OF BLUES

Iniziamo subito con chi ha cambiato la storia. Vi ricordate il post sul paragone tra lo stile “bianco” e quello “nero” dell’ultimo secolo in USA? Già in quell’occasione il nome di Bessie Smith era saltato fuori: è stata una delle primissime grandi icone di colore e a lei si deve, di fatto, l’inizio di un canone di bellezza e di stile autonomo dalla cultura bianca.

Il suo talento sconfinato (dalla musica al ballo, alla recitazione comica, al mimo) che ha sconfitto le prime enormi barriere razziste, l’ha resa davvero eterna: ancora oggi molte artiste le devono molto, non importa quale sia il colore della loro pelle.

Nel Dizionario Enciclopedico dedicato alla Musica è esplicitato come Billie Holiday, Ella Fitzgerald, Mahalia Jackson, Janis Joplin e Norah Jones siano direttamente ispirate a lei (e scusate se è poco!).

Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-Bessie Smith-queen-latifah

The Queen of Blues, così come era stata soprannominata, ha vissuto una “nuova vita” l’anno scorso, quando uscì il film dedicato alla sua vita interpretato da Queen Latifah. É da poco stato trasmesso anche in Italia, confermando il successo che negli USA ha fatto sì che vincesse, tra gli altri, 4 Emmy.


Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-Bessie Smith-queen-latifah

Lo stile di Bessie Smith è stato il veicolo principale con cui ha dimostrato il suo anticonformismo e la sua forza: tra il charleston e Hollywood, sfoggiava già nei primi anni ’20 vestiti sgargianti e stravaganti che facevano da scenografia ai suoi spettacoli incredibili. Le perle abbinate alle piume di struzzo sono diventate il suo tratto distintivo.

DONNA SUMMER – THE QUEEN OF DISCO MUSIC

Facciamo un bel salto temporale e arriviamo da Donna Summer, la Queen of Disco. Finalmente vengono sdoganati i capelli “natural”, riccissimi e voluminosissimi: le sopracciglia sono tonde e sottili, dall’aria un po’ triste, e accentuano gli occhi languidi resi grandi dalle ciglia finte.

Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-Donna Summe6

Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-Donna Summer5

Stanno iniziando gli anni ’80 e viene lasciata via libera al colore: largo allora ai rossetti super colorati!!

Le donne nere capiscono di poter sfruttare il colore scuro della loro pelle per forti e sensuali contrasti, grazie alle tonalità più pazze e fluo (ma, per ora, solo sulle labbra)!

Donna Summer 1977 Billboard Music Awards

NAOMI CAMPBELL – LA PANTERA DELLE PASSERELLE

Eccoci già alla più famosa, la più sognata, la più leggendaria bellezza nera (forse) di sempre.

Può stare o meno simpatica, ma la storia parla chiaro: esiste un’epoca pre-Naomi e una post-Naomi. In un mondo in cui la bellezza era solo bianca (e meglio se bionda), la pantera Naomi è riuscita a conquistare il mondo della moda e dell’immaginario maschile: in un pochissimi anni, prima finisce in copertina su Elle e poi è tra i volti del calendario Pirelli – conquistandosi definitivamente la fama.

Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-NaomiDa giovanissima, in una campagna Prada

È la prima donna nera ad apparire sulla copertina dello snobbissimo Vogue e a partecipare a tutte le sfilate dell’alta moda: è stata testimonial praticamente di ogni Maison di lusso e ha posato per ogni rivista di pregio.

È apparsa anche su Playboy, ovviamente senza veli, accendendo il desiderio della maggior parte della popolazione maschile mondiale.

Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-NaomiQui in versione “Cudelia De Mon”

Il suo stile è sempre stato molto conforme al canone occidentale (lei è inglese, con origini giamaicane) e anzi, i servizi in cui posa nuda e sensualissima, coperta solo collane e gioielli africani, un po’ macchiettizzando la discendenza afro, quasi a volerla far apparire come “la bella selvaggia”, appaiono inevitabilmente come un po’ discriminatori.

Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-Naomi

Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-Naomi

In ogni caso Naomi è sempre stata un’attivista per la lotta alla fame in Africa e non si è mai tirata indietro di fronte a possibili progetti di beneficenza e umanitarismo, dimostrando di non essere semplicemente una bellezza “piegata al sistema”.

Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-Naomi

Naomi ancora oggi è considerata da People una delle 50 donne più belle del mondo e i suoi zigomi incredibili, le labbra perfette e carnose e il suo corpo da gazzella la rendono inimitabile e irraggiungibile.

Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-Naomi

Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-Naomi

TYRA BANKS – IL PRIMO “ANGELO” AFROAMERICANO

Un’altra donna dalle energie infinite è Tyra Banks, “erede” della Venere Nera per eccellenza: è stata il primo angelo di Victoria’s Secret di colore e la prima afro-americana apparsa sulla copertina di riviste per uomini come GQ.

I suoi occhi verdissimi e il fisico atletico non sono stati, però, ciò che l’hanno resa così celebre e influente, per così tanti anni: è stata bensì la sua verve, la sua lotta (è stata una delle prima a parlarne) contro l’anoressia delle modelle e lo spirito ribelle che l’ha portata a condurre Talent e Talk Show di grande successo ancora oggi.

Cliomakeup-veneri-nere-icone-black-Tyra Banks

Ammirata e amata, i giorni di Tyra non hanno mai visto il tramonto!

The Flawsome Ball For The Tyra Banks TZONE At The Lower Eastside Girls Club

Siamo ormai arrivate ai giorni nostri: qual è stata l’attrice più hot nei film di super-eroi? E la persona più seguita su Instagram per anni? Sapete che fino a 5 anni fa le attrici di colore in TV non erano mai state protagoniste di una serie drammatica? E qual è un’icona indiscussa della nostra epoca? Scoprite tutto nella seconda pagina!

32 COMMENTI

  1. Che meraviglia!!! io ho passato gli anni ’90 ad adorare Naomi..erano i tempi delle grandi Top…Claudia, Cindy….ma lei spiccava per sexitudine

  2. ma ragazze l’unica degna di essere definita Venere Nera è Naomi non ce nè per nessuna sono quasi 30 anni che con il suo passo felino e un corpo perfetto alla veneranda età di 47 anni sfila in passerella lasciando a bocca aperta tutti ogni volta nn esistono eredi nessuna sarà mai come lei e molta della sua fortuna agli inizi la deve Gianni Versace ,. Naomi e Donna Summer regina della disco music sono le vere icone degli anni 80 e oltre, le altre meteore !

  3. un post su delle bellezze fantastiche! personalmente mi piacciono molto Naomi (sono ancora in fase di decisione per capire se mi sta anche simpatica XD) Beyoncé (molto più bella quando è vestita con un “vedo-non vedo” che con un “vedo tutto”) e Joan, bellissima sia al naturale che con colori sgargianti..eh poi vabbe Halle Berry in catwoman è da fare invidia da morire..comunque x me sono tutte delle belle donne e apprezzo chi tra loro lotta per temi importanti!

  4. Il fatto che dopo aver letto il post con tutte queste bellezze nere l’unica che mi sia rimasta impressa è Naomi, è la dimostrazione che l’unica vera icona è lei: Naomi!
    E poi se ci mettiamo di mezzo la musica, ci sta anche Beyoncè…

  5. L’unica venere nera è Naomi!!! Mi piace molto anche Kerry Washington, la trovo un’attrice fenomenale oltre che una bella donna. Su Lupita ho una perplessità non da poco…solo a me sembra che quando la truccano non sfumino gli ombretti (eh sì, i gran problemi della vita XD)?

  6. Naomi è un mito vivente!!! Tyra è molto bella, ma l’ho vista di recente in una puntata di un reality americano (non ricordo quale, forse quello sulle modelle), ma aveva un contouring e in generale un trucco che la rendavano “finta” e plasticosa, davvero eccessiva. Peccato, perchè con un trucco più fresco starebbe molto meglio (anche i suoi truccatori, se una è già bella di suo, perchè voler strafare a tutti i costi??!!). Belle e brave Kerry, Lupita e Halle, sempre molto elegante.

  7. Tutte belle o bellissime (le mie preferite sono Naomi e Halle Berry), ma Lupita proprio non mi piace per niente, ovviamente riferendomi solo al suo aspetto fisico!

  8. L’unica Venere nera è solo lei Naomi! Irraggiungibile e inimitabile Naomi.
    Halle Berry e Beyoncé mi paio delle Veneri palliducce. Le altre non arrivano nemmeno ai talloni di Naomi.
    Dopo Naomi, per me ci sono Iman (modella e moglie di David Bowie), Grace Jones e Alek Welk. E poi avete dimenticato Diana Ross.

  9. nella mia ignoranza sia geogafica che sociale (? …o forse antropologica?) devo dire che tra le donne nere, intendo dire quelle dalla carnagione di cioccolato, ci sono bellezze veramente spettacolari! ma parlo anche di quelle che vedo in giro ogni giorno nelle nostre città, anche le più piccole, che ormai sono diventate multietniche. Oh ragazze, diciamocelo, ci sono certe straf***e in giro, che io mozzarella nanerottola e cellulitica in compenso sembro uno scherzo della natura XD

  10. Ciao TeamClio, bel post! 🙂
    No, non sapevo che prima di Kerry Washington le attrici televisive di colore avessero recitato solo in sit-com!

  11. Io ADORO Kerry Washington. Sarà un po’ il personaggio che interpreta in Scandal che influenza la mia impressione, ma mi da l’idea di essere una donna forte, pronta a battersi per le altre donne che magari non sono forti come lei e non hanno la sua influenza. Una cosa che c’è nel post mi è piaciuta molto, mi sembra fosse su Beyoncé. Essere un riferimento per tutte! Certo, ci sono delle caratteristiche fisiche oggettive che portano ad esigenze beauty diverse, ed è innegabile, ma penso sia un po’ triste dover continuare con questa divisione bianco-nero. E non sto nemmeno dicendo che dobbiamo essere tutti uguali e avere per forza lo stesso canone di riferimento… Quello che voglio dire è che penso sia ora di considerarci… Uomini e donne, basta. Come chi ha la pelle secca e chi ce l’ha più oleosa, c’è chi ce l’ha più chiara e più scura.. Insomma, si al canone beauty diverso ad ogni esigenza (bianco/nero/grasso/secco/misto/…), ma dovrebbe finire lì!

    Ecco, ho fatto un pensiero profondo partito dal niente.. 😀

  12. È vero, nell’ultima edizione di America’s Next Top Model, Tyra era molto artefatta. Tuttavia è bellissima e ha uno spessore morale che la Venere nera non ha. La bellezza viene da dentro, anche

  13. sacrilegio non aver nominato Whitney Houston… Unica. The voice. molte di quelle menzionate le avrebbero potuto a malapena allacciare le scarpe…
    Urge un coolspotting su di lei per farsi perdonare!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here