Ciao ragazze,

questo post nasce da una mia riflessione personale sull’atteggiamento apparentemente contraddittorio di alcune mamme (ma anche nonne e zie) che incitano i bambini a mangiare a più non posso… salvo poi mettere nel proprio piatto la solita insalatina scondita!

Insomma, se è vero che bambini e adulti necessitano di un’alimentazione diversa, ricordo che anch’io quando ragazzina restavo un po’ scioccata da questa palese incoerenza: io DOVEVO mangiare questo e quello per tutelare la mia salute, ma la stessa regola sembrava non valere per le adulte alla stessa tavola che inorridivano alla vista di un carboidrato. E quindi? Come la mettiamo :-)?

cliomakeup-bambine-dieta-1-suri-cruise


Per i bambini, l’universo degli adulti intorno a loro è per molti versi un mistero. Ma l’assunto “se l’ha detto la mamma è sicuramente vero” è incrollabile. I genitori e gli altri adulti di riferimento godono di grande autorevolezza agli occhi dei bambini che ne sono costantemente influenzati.

cliomakeup-bambine-dieta-17-madonna
Fin da piccolissimi imparano tutto attraverso l’imitazione e questo, per la mamma, significa trasformarsi in una sorta di “poliziotto di se’ stessa”. Qualunque cosa faccia e dica c’è un esserino che la guarda ed elabora (a modo suo) ciò che ha appena visto; niente più parolacce è la cosa più banale, ma, se vogliamo, anche quella meno importante: forse, soprattutto per una bambina, è peggio sentire sua mamma ripetere continuamente “sono grassa” quando magari non la è neppure, anzi!
cliomakeup-bambine-dieta-3-victoria-beckham
Il compito dei genitori ma anche di zii, amici e tutti gli adulti con cui la piccola viene a contatto sarebbe invece, in un mondo perfetto, quello di spostare il focus dall’aspetto fisico a quello interiore.

cliomakeup-bambine-dieta-18-altalena

Ho letto, tra l’altro, che alcuni pedagogisti consigliano di non ripetere mai fino alla nausea a una bambina (ma anche a un maschietto) quanto è bella, ma piuttosto complimentarsi con lei cose più importanti. È sempre bene lodare i bambini per le loro piccole-grandi conquiste, che siano costruire una torre o mostrare solidarietà verso il prossimo, allo scopo di incoraggiarli a continuare su questa linea e migliorarsi… Ma riguardo ai complimenti fisici, se ci pensate sono piuttosto fini a sè stessi. Certo, ogni tanto ci può stare, ti perdi in quegli occhioni innocenti e non puoi fare a meno di esclamare “Sei una meraviglia!” Altra cosa è ripeterlo allo sfinimento senza mai accompagnarlo a lodi che riguardano la sfera interiore!

cliomakeup-bambine-dieta-4-sorriso

All’interno di questo discorso si instaura quello, forse ancora più delicato nei tempi in cui viviamo, del mito della magrezza. La bambina a cui viene imposto di mangiare un pasto completo non potrà fare a meno di notare che la mamma (o chi per lei) invece si nega persino una fetta di pane (conosco bambine che a 4 anni hanno già sentito parlare di “carboidrati”); di conseguenza il messaggio non potrà che essere: se voglio diventare magra e quindi bella = vincente come mia mamma, devo fare la fame.

cliomakeup-bambine-dieta-10-lily-depp

Purtroppo, nonostante periodici proclami e lodevoli iniziative che si esauriscono in pochissimo tempo, questa è la stessa immagine veicolata dai media. Siamo nel 2016 e in passerella sfilano ancora in grandissima percentuale modelle-grissino. Il compito dei genitori quindi è ancora più arduo in quanto si tratta di controbilanciare, grazie ad un atteggiamento equilibrato verso il cibo, l’influenza negativa del mondo stesso in cui i bambini vivono!

cliomakeup-bambine-dieta-13-kate-mossCredits: @purepeople.com

Parlo, appunto, di atteggiamento EQUILIBRATO, ossia evitando entrambi gli eccessi, dato che anche l’obesità infantile è un problema dilagante soprattutto negli USA. In entrambi i casi, peraltro, il mio Clio-pensiero non cambia di molto: scopritelo a pagina 2 :-).