Ciao ragazze!

Oggi mettiamo un attimo da parte i nostri cari argomenti beauty per parlare dei giorni clou del mese. Tutte ne parlano (bene), ma ancora poche la usano: mi riferisco proprio alla coppetta mestruale! Ultimamente sembra che questo prodotto sia tornato in auge, finendo per cambiare la vita a moltissime ragazze e lasciarne perplesse altrettante.

Dunque immagino che molte di voi siano incuriosite dall’argomento ma allo stesso tempo le domande che ci poniamo sono tante: come funziona? Sarà igienica? Come va lavata? Quanto costa?

Insomma, mi sono documentata per bene e cercherò di fare chiarezza così da soddisfare ogni vostro dubbio. Siete curiose? Non vi resta che continuare a leggere il post!

ClioMakeUp-coppetta-mestruale-come-si-usa-vantaggi-svantaggi-copertina

UN PO’ DI STORIA

Documentandomi su questo prodotto una cosa davvero sorprendente che ho scoperto è che non si tratta affatto di una recente invenzione (molti la fanno risalire agli anni ’80), bensì di un prodotto che era già molto diffuso tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento.

In quel periodo veniva pubblicizzata la Tassette, una coppetta americana creata da Leona Chalmers che dovette scrivere un libro per spiegarne il funzionamento.

ClioMakeUp-coppetta-mestruale-come-si-usa-vantaggi-svantaggi-tassette.

Tuttavia questa invenzione ebbe vita breve a causa dello scoppio della guerra che rese difficile il reperimento del materiale con cui veniva realizzata, ossia la gomma.


Allo stesso tempo era da tenere in considerazione anche la presenza radicata di un tabù di tipo culturale in quanto era quasi impensabile che una donna avesse tanta consapevolezza del proprio corpo da inserirvi un “oggetto estraneo”.

ClioMakeUp-coppetta-mestruale-come-si-usa-vantaggi-svantaggi-istruzioni-antiche
Le istruzioni scritte da Leona Chalmers nel suo libro, non tanto diverse da quelle che conosciamo oggi!

Sarà poi intorno agli anni ’60, grazie al movimento femminista che la coppetta mestruale inizierà a diffondersi maggiormente fino a ottenere un significativo incremento negli ultimi 20-30 anni.

Oggi il materiale utilizzato per realizzare la coppetta mestruale è il silicone anallergico oppure il TPE (elastomero termoplastico, un mix di plastica e gomma), esistono varie marche in commercio e il prezzo varia dai 15 ai 45 euro. Si trova in farmacia, in alcuni negozi biologici e, naturalmente, online.

ClioMakeUp-coppetta-mestruale-come-si-usa-vantaggi-svantaggi-fucsia.jpg

Ovviamente state molto attente quando acquistate questo prodotto: non optate per quelle eccessivamente economiche e non acquistatele in negozi o siti poco sicuri, potreste incappare in un prodotto non idoneo e creare dei problemi in una zona così delicata.

COME SI USA

Innanzitutto è importante dire che non si tratta di un prodotto usa e getta: al contrario è stata studiata per durare dai 5 ai 10 anni, se correttamente sterilizzata prima di ogni ciclo mestruale. Ecco perché è considerato un prodotto ecologico!

Può rimanere inserita per un periodo che va dalle 8 alle 10 ore circa, ma ovviamente questo dipenderà dal vostro flusso se più o meno abbondante.

Per quanto riguarda invece il metodo più comodo per inserirla, prima di tutto dovrete lavarvi bene le mani, dopo di che basterà piegarla in due su se stessa e inserirla in profondità fin sotto la cervice e, una volta lasciata la presa, la coppetta si aprirà e aderirà alle pareti vaginali impedendo la fuoriuscita del sangue.

ClioMakeUp-coppetta-mestruale-come-si-usa-vantaggi-svantaggi-istruzioni-moderna

Per rimuoverla poi dovrete lavarvi nuovamente le mani, estrarla e lavarla bene prima di reinserirla. Al termine del ciclo, sterilizzatela per bene facendola bollire.

Ma le domande che tutte voi vi starete sicuramente facendo, sì vi conosco, so che ve lo state chiedendo ehehe: è comoda? Non darà fastidio una volta inserita? Il prezzo non è troppo elevato? Si risparmia? E soprattutto: è un prodotto igienico? Per trovare risposta a queste domande non dovrete fare altro che andare a pagina due! 🙂

281 COMMENTI

  1. io la uso da diversi anni ormai…..mai scelta è stata migliore!!!!!mi ha cambiato decisamente la vita…ora anche quando viaggio se ho il ciclo non mi faccio più problemi, posso tranquillamente andare in giro senza dover per forza avere il terrore che non ci sia un bagno per cambiarmi e quindi il timore di sporcami!!!

  2. Per me proprio no,mettere,lavarla, farla bollire…troppo sbattimento…W gli assorbenti classici e i tamponi (con applicatore ovviamente,che uso solo in estate).

  3. Mi attira moltissimo come prodotto, è già qualche mese che mi riprometto di provarla. Non penso avrei troppe difficoltà ad inserirla usando l’anello come contraccettivo non mi da problemi “armeggiare” la sotto, e facendo tanto sport penso sarebbe davvero un’ottima soluzione. Ma ad esempio posso usarla insieme all’anello? O potrebbero darsi fastidio a vicenda? In più non avrei idea di come scegliere la misura..boh! Comunque mi farebbe risparmiare in termini economici, quindi l’intenzione è buona haha devo solo decidermi ad acquistarla.

  4. Presente..oramai utilizzatrice di coppetta da sei mesi e non tornerei mai indietro..comodità, assenza di irritazioni da assorbente che mi obbligavano a un continuo uso di pasta fissan e mai piu cattivi odoru..senza contare il non doverci pensare tutto il giorno. Mi dimentico letteralmente del ciclo. Unica accortezza:per chi come me soffre di candida la sola bollitura non sempre basta… Meglio una mezz’ora in amuchina diluita e la sterilizzazione é veloce e totale. Basta solo sciaquarla bene dopo. ☺

  5. Purtroppo il post è molto scarno e non risponde assolutamente a tutte le domande.
    Ci sono diversi tipi di coppette: per forma, durezza (shore) e dimensione. Ti consiglio di cercare su google “coppetta mestruale” dovrebbe uscirti un sito dove le compara non dico tutte ma quasi e ti spiega come effettuare la scelta

  6. per quanto mi riguarda è un NO… insomma non mi ci vedo a curarne la manutenzione…ma soprattutto mi verrebbe il panico se per qualunque motivo dovessi togliermela fuori casa o per esempio in un bagno pubblico.
    Ma ad esempio, in termini di fastidio, non interferisce con il normale svuotamento della vescica? nell’arco di dieci ore a me capita di fare pipì

  7. So che per l’ambiente è la cosa migliore ma non riesco proprio a dire “la provo”, è un mio limite. Non per la non conoscenza del mio corpo, non per l’impressionabilità, ma per l’igiene. E poi non ho letto solo recensioni entusiastiche..

  8. si!…a differenza dei tamponi, che sono sconsigliati la notte, la coppetta si può tranquillamente utilizzare!

  9. Io la uso da quasi un anno e non tornerei indietro per nulla al mondo.. il post non è completo, peccato.. tuttavia può suscitare interesse e facendo ricerche si trova tutto ciò che c’è da sapere!

  10. Assolutamente non crea intralcio alla minzione! I tampax anche a me hanno dato fastidio, ma la coppetta, una volta inserita, la dimentichi!

  11. Perché dici che non è igienica? Io la uso da cita 5 anni e non ho mai avuto problemi, basta lavarla bene quando smetti di usarla a farla bollire. All’inizio ero scettica ma l’ha provata una mia amica più scettica ed imbrancata di me e ho detto: proviamo, si può sempre tornare indietro!

  12. Io ero tentata di provarla, ma ho qualche remora per la presenza di quella che comunemente viene definita “piaghetta” all’utero, per la cui irritazione faccio cicli di ovuli e lavande. Qualcuna ha esperienza in merito e può dirmi se dovesse risultare fastidiosa ?

  13. Io la uso da 5 anni, pagata 36€ in farmacia e pensate quanti soldi ho risparmiato in 5 anni! Non ho più il problema del ciclo quando sono in giro, la lavo e la cambio la mattina prima di uscire e poi quando torno a casa, dunque non ho più la necessità di cambiare l’assorbente in toilette improbabili. Non ho mai usato tamponi interni, tranne in rare occasioni e non mi sono trovata affatto bene. Con gli assorbenti esterni ogni fine ciclo mi trovavo sempre con una dermatite pruriginosa che facevo fatica a far passare, da quando uso la coppetta questi problemi sono svaniti. E poi è ecologica ed economia! Per lavarla basta pochissima acqua bollente e si e pronte! A chi è scettica dico che è solo una questione mentale, non fisica e nemmeno scarsamente igienica, anzi! Meglio raccogliere il flusso in una coppetta che lasciarlo proliferare in vagina con un tampone interno oppure lasciarlo a contatto con le mucose esterne con un assorbente esterno! E poi i casi in cui mi sono sporcata, anche durante la notte si sono ridotti drasticamente, altro fatto positivo, non indosso più quelle orrende mutande da ciclo!!!!

  14. Durante il ciclo, ogni volta che la svuoti, germi e batteri che prolificano nel sangue stagnante, rimangono perché solo sciacquarla sotto l’acqua non li fa morire e ritornano nel tuo corpo se non la fai bollire ogni volta.

  15. Io ho una “piaghetta” proprio sul collo dell’utero, proprio dove poggia la coppetta, non ho mai e poi mai avuto irritazioni/fastidi di alcun genere in quel punto, poi ovviamente tutto è soggettivo

  16. No allora, è peggio se fai rimanere per ore il tuo assorbente interno oppure l’assorbene esterno, i batteri presenti nel sangue hanno più tempo per proliferare. Il materiale di cui è fatta la coppetta è silicone, dunque materiale inerte, questo evita la proliferazione dei batteri, che non stando a contatto con le nostre mucose non dovrebbero creare problemi. Comunque ragazze ricordiamoci che il sangue mestruale proviene dal nostro utero, dunque non dovremmo preoccuparci troppo dei batteri

  17. Onestamente, fra tutti i motivi per cui si può scegliere la coppetta piuttosto che gli assorbenti, il risparmio economico mi sembra il meno importante. Perchè risparmiare sulla salute? Non capisco perchè evidenziare questo punto. Piuttosto, mi chiedo se non sia ora di superare i tabù connessi alle mestruazioni e, ad esempio, pretendere un rimborso sanitario. Gli assorbenti potrebbero beneficiare di una tassazione diversa, ad esempio. Riguardo alla coppetta, lasciare qualcosa là per tutte quelle ore, tampax o coppetta che sia, non è decisamente igienico e anche la bollitura non basta, come sa bene chiunque abbia studiato un minimo di biologia o medicina. Funghi, spore e batteri possono resistere anche alla bollitura a 90′. Infatti è per questo che gli strumenti chirurgici vengono sterilizzati in autoclave e con certe temperature e gas. Certo è una scelta individuale, in fondo perchè uno dovrebbe pensare di avere chissà che germe in vagina? Ma io, personalmente, avendo sofferto spesso di candidiasi non penso la sceglierò. Insomma, il motivo economico mi sembra l’ultimo da prendere in considerazione quando si parla di salute. Ad esempio, la coppetta non protegge dalla sindrome da shock tossico, che si incontra anche con gli assorbenti interni.

  18. Provata, mi ha creato allergia nonostante tutti gli accorgimenti igienici. Sono tornata agli assorbenti di cotone e ai piccoli tamponi negli ultimi giorni, che cambio frequentemente onde evitare infezioni (venendo ai tamponi, sarei curiosa di provare quelli in spugna usa e getta)

  19. Ma ti cambi molto più spesso che ogni 8/10 ore! I batteri ci sono anche nell’organismo ma hanno tempo di proliferare in maniera esponenziale anche sul silicone.

  20. I germi hanno grosse difficoltà ad aderire al silicone della coppetta, mentre proliferano e possono diventare anche pericolosi quando si trovano nel cotone (dell’assorbente esterno o interno). I genitali femminili sono tutt’altro che sterili, e se una non ha particolari problemi di infezioni già in atto, la coppetta è perfettamente igienica, se uno se ne prende cura. Personalmente, al termine del ciclo preferisco, prima di bollirla, lavarla bene sotto l’acqua e poi lasciarla per un quarto d’ora in amuchina opportunamente diluita. Poi chiaramente ognuno può trovarsi più o meno bene in base alla propria conformazione anatomica e alle proprie abitudini, non ci potrà mai essere qualcosa che va bene per tutti. Io per esempio non sopporto gli assorbenti interni e quelli esterni mi causano irritazione.

  21. Se la compri in farmacia, magari la paghi qualcosa di più però puoi anche farti aiutare dal farmacista nella scelta, in genere per ogni marca ci sono diversi modelli e ognuno riporta il tipo di donna per cui dovrebbe essere più adeguato. Se fai tanto sport, ti consiglio una leggermente meno morbida, perché dovresti avere un pavimento pelvico più tonico che potrebbe ostacolarne la corretta apertura. Per quanto riguarda l’anello, io ce l’ho e uso la coppetta, ma evito di inserirli contemporaneamente, al massimo l’ultimo giorno di ciclo (che in genere è il primo in cui metto l’anello) metto un assorbente 🙂

  22. Non ho capito perché avete scritto Flop sopra il titolo del post… La coppetta è decisamente un top!

  23. Ho cercato anche su internet e non ho trovato documentazione su casi di shock tossico in persone che usano la coppetta. Per ciò che riguarda la sterilizzazione, sono d’accordo con te, perché uno dovrebbe pensare di avere chissà che germe in vagina e pensare poi che di per se la vagina non è un ambiente sterile, dunque anche se sterilizziamo la coppetta appena la inseriamo sterile non lo sarà più. Comunque sono infermiera da 6 anni, di biologia, microbiologia e metodi di sterilizzazione ho fatto diversi esami all’università (si gli infermieri da circa 25 anni sono laureati, anche in Italia) ho chiesto consiglio ai ginecologi ed alle ostetriche che lavorano nel mio ospedale (nel caso in cui la mia laurea non sia sufficiente ad avvalorare tesi scientifiche) molti/e non sapevano di cosa stessi parlando ma altri mi hanno confermato che non ci sono controindicazioni di sorta, neppure quelle sull’igiene, poi ovviamente è una scelta personale e quindi tua.

  24. Parlo da studentessa di medicina. A differenza del cotone/materiale sintetico del tampax, il materiale della coppetta non è un terreno così fertile per la proliferazione dei batteri, infatti ad oggi, a quanto mi risulta, non ci sono evidenze scientifiche che associano l’uso della coppetta al TSS. Se avessi un’infezione in atto, non utilizzerei la coppetta, ma aspetterei di aver ottenuto una guarigione completa, proprio perché una sterilizzazione “chirurgica” non è ottenibile in casa. Si può comunque lasciare la coppetta in amuchina diluita per un quarto d’ora al termine del ciclo, per migliorarne l’igiene. Penso che sottolineare il vantaggio economico e ambientale sia più che altro per fornire un motivo in più per adottarne l’utilizzo, non certo la ragione principale… a meno che uno non stia morendo di fame.

  25. L’associazione con la sindrome da shock tossico non l’ho inventata io, ma è scritto chiaramente nel bugiardino delle coppette. I produttori chiariscono che, da quel punto di vista, il rischio è uguale a quello degli assorbenti esterni. Anche io sono stata studentessa, ora sono un chirurgo, e la gomma della coppetta purtroppo non differisce dal cotone dei tampax.

  26. 4€ per un paio di cicli? Cioè 2€ al mese? Per 12 cicli fa 24€. Risparmio de che?

    Io ne spendo il doppio, per inciso.

    E comunque il risparmio si fa su altre cose…

    No, per me è no.
    Io che farei usa e getta pure le pentole e i vestiti, di avere una roba che devo pulire e bollire e sterilizzare non ho proprio voglia.
    Tamponi con applicatore tutta la vita.

  27. Il silicone è materiale inerte e quindi riduce di gran lunga la proliferazione di batteri, inoltre permette che i batteri “scivolino” via dalla coppetta, poi se non vuoi usarla perché non ti piace il concetto è lecito e chi può dire nulla a riguardo ma per ciò che concerne all’igiene non sono d’accordo con te, non si può dire che non lo sia. Poi certo non tutto va bene per tutti ci può essere qualcuno che si sia trovato male con la coppetta, io ad esempio non sopporto i tampax e gli assorbenti classici mi provocano delle irritazioni ai genitali esterni paurose, cosa che non accade con la coppetta

  28. Grazie della risposta, sono un chirurgo e quindi anche io lavoro in sanità. Ho diverse amiche infermiere e anche mia zia è infermiera, so bene che ci vuole la laurea 🙂 Certo, ci vorrebbe più informazione da parte dei miei colleghi ginecologi, che sappiano cosa consigliare alle ragazze che chiedono loro consiglio. A volte purtroppo noi medici siamo così lontani dalle esigenze delle persone. Anche i medici di base dovrebbero informarsi! Io, comunque, assolutamente non intendo dire che non debba essere usata! Mi concentravo sul fatto che sottolineare il risparmio è uno dei motivi meno validi di incoraggiare l’uso della coppetta. La comodità che uno può trovare o la scelta ambientale piuttosto. Il risparmio non dovrebbe mai essere preso in considerazione nelle nostre scelte sulla salute. Per quanto riguarda la sindrome, non ho detto che è associata a maggior rischio, semplicemente ha gli stessi rischi del tampax. Lo scrivono i produttori stessi di coppette, e lo so perchè mesi fa mi ero interessata anche io all’acquisto.

  29. Mi sarebbe piaciuto usare la coppetta, purtroppo per motivi di salute non ho potuto, però questo era l’aspetto più scoraggiante. Immaginarmi in bagno pubblico che me la tolgo, mi rivesto, esco a pulirla, magari pure la passo con l’amuchina, rientro in bagno, passo mani con l’amuchina, mi svesto e me la riinfilo… non mi fiderei a lasciarla lì senza controllare. Sarò fissata io forse!

  30. Su PubMed si trova un singolo caso riportato, in una donna di 37 anni, datato luglio 2015. Senza ombra di dubbio la diffusione delle coppette è decisamente inferiore a quella degli assorbenti interni, per cui trovare una proporzione nelle segnalazioni non è semplice, ma sinceramente dire che il silicone medicale è identico ad un tampone di cotone mi sembra un po’ eccessivo. Ci sono anche studi che suggeriscono che i tamponi costituiti al 100% da cotone siano associati ad un rischio di TSS più basso, per cui non direi che in quest’ambito tutti i materiali siano identici. Per quanto riguarda il fatto che nel foglietto illustrativo venga riportata la TSS, la cosa non stupisce perché le case produttrici tendono chiaramente a tutelarsi… anche nei foglietti illustrativi dei vaccini ultimamente è stato riportato di tutto e di più per lo stesso motivo 😉 Poi per carità, questa resta la mia opinione, ma credo anche che lo “studio perfetto”, in merito, debba ancora essere fatto.

  31. Nononononono. Sarà sicuramente più comoda e igienica, ma io rimango pro assorbente esterno. XD Non riesco a farmi piacere l’idea di questa coppetta.

  32. Io personalmente mi trovo bene, ho la pelle molto sensibile e con gli assorbenti esterni che usavo (non ho mai usato quelli interni, li ho sempre trovati fastidiosissimi) mi venivano sempre delle dermatiti paurose e quindi ho cercato un metodo che non mi desse questo problema. Una mia collega mi consiglió la coppetta, dicendomi che avendo anche lei il mio stesso problema si era trovata bene, poi lei stava comprando casa e quindi ogni fonte di risparmio per lei era un vantaggio enorme

  33. Io ho il terrore di infilarmi qualcosa che potrebbe non uscire più, non uso nemmeno i tamponi, credo che andrò avanti a vita con gli assorbenti esterni. Probabilmente è stupido ma è una cosa che mi mette un’ansia pazzesca, mi piacerebbe anche provare altre cose alternative sicuramente più comode ma ho questo pensiero che mi tormenta

  34. prima o poi la prenderò ! soprattutto per evitare le macchie sul lenzuolo la notte …
    e il terrore quando vado in palestra che si sposti l’assorbente o non tenga il Tampax (che poi tra l’altro trovo scomodissimo perché mi preme ) l’unica cosa che mi frena è la scelta della misura, molte ragazze leggo che al primo colpo non hanno trovato quella di taglia giusta ..

  35. Sono d’accordo! A me ha cambiato la vita…ed è bello non fare più scorta e utilizzo di assorbenti esterni, fa bene all’ambiente e al portafoglio!non capisco però quelle che dicono no a prescindere o che non si sono mai mai messe un assorbente interno, siamo nel 2016!!ah e niente più odori con il ciclo

  36. Non capisco il nesso tra il 2016 e il fatto che ad una persona possa dare fastidio trafficare con i propri liquidi corporei. Io non ho mai usato assorbenti interni e per il momento non ne ho mai avuto il motivo. Quindi al contrario non capisco bene perché usarli a prescindere, se devo dirla tutta.

  37. Tirare in ballo il risparmio economico mi sembra assurdo… E dico, siamo costrette solo per il fatto di essere nate donne ad avere circa 10 anni di vita (calcolando 5 giorni clou e 3 di pms in media dai 12 ai 50 anni) rovinati dai fastidi del ciclo e ora dobbiamo pure farci remore ambientaliste? Sono la prima ad evitare gli sprechi e a cercare di essere più bio possibile, però questa no!

  38. Il nesso è che ancora oggi ci siano donne che hanno paura di mettere assorbenti interni o coppette quando basta solo prendere confidenza con il nostro corpo!e che l’argomento mestruazioni e coppetta sia ancora un tabù

  39. La utilizzo da quasi un anno e…….assorbenti?! MAI PIÙ!!!
    Coppetta tutta la vita <3
    Non rinuncio nemmeno alle lezioni di aquagym hydrobike quando ho il ciclo. La inserisco la mattina prima di andare al lavoro, e la tolgo lavo e rimetto prima di andare al letto, nessuna perdita, ma soprattutto nessunissimo odore!!!
    Per me è la svolta TOTALE!!!!

  40. Infatti è per questo che cercavo di dirti che non c’entrano mentalità o tabù, c’è a chi non piace toccare gli animali e a chi invece può dar fastidio il sangue etc. Io se è per questo non voglio usare neanche i Cotton fioc nelle orecchie, ma non penso sia per un tabù

  41. ora le sezione commenti si dividerà in due, le paladine della coppetta e chi la odia a morte (e basta dire che con la coppetta è come non avere più il ciclio perchè NON è VEROOOO)

  42. Io ce l’ho su adesso per il primo ciclo, erano mesi che volevo provarla e dopo essermi documentata a fondo (in tutti i sensi :-D) ho deciso di buttarmi, non ho mai usato un assorbente interno perchè ho provato una volta ma dopo 5min l’ho tolto dal fastidio. Invece la coppetta come prima impressione è positiva, è ovvio le prime volte si armeggia un po, ma devo dire che è stato piu semplice del previsto e poi piegandola push-down o a triangolo rimane veramente piccola da inserire e una volta inserita correttamente non si sente. Per le prime volte sto usando un salvaslip di protezione, ma è sempe rimasto pulito ed è una meraviglia quando si va a fare pipì che non c’è quell’odore di assorbente, mi da una sensazione di pulito. 🙂

  43. Il post è introduttivo dato che molte ragazze non sanno ancora nemmeno cos’è la coppetta mestruale e come si usa. Se riscontriamo interesse approfondiremo poi l’argomento con le questioni più specifiche, ad esempio i vari modelli di coppetta e l’anello. Ciao!

  44. Ciao, io l’ho presa da poco e mi è andata bene al primo colpo! Ci sono parecchi parametri da valutare per la scelta, non bastano eventuali parti e l’età come dicono i produttori, c’è da valutare l’altezza della cervice durante il ciclo, lo stato del tuo pavimento pelvico ed eventuali sensibilità. 🙂 Su https://www.coppetta-mestruale.it/coppetta_mestruale.php puoi trovare FAQ e spiegazioni più dettagliate! 🙂

  45. Ciao, hai difficoltà a far pipì mentre indossi il tampax interno ? Te lo chiedo perchè quando usavo gli assorbenti interni ( ora molto meno perchè mi creano fastidi) non ho mai avuto nessun tipo di problema mentre sento alcune persone che ogni volta che devono andare in bagno devono togliersi il tampax. Io invece non mi sono mai accorta di nulla…

  46. Dopo aver letto l’entusiasmo delle ragazze qui sul blog, mi sono informata. Valutato e chiesto alla mia ginecologa. Quest’ultima me l’ha sconsigliata. Io ho deciso che mi sento a mio agio con i tampax, avendo sempre cura di tutte le necessarie norme igieniche.

  47. Mi unisco anche io al gruppo delle coppettiste convinte! Magari ogni tanto l’ho posizionata un po’ storta e mi ha dato fastidio, ma tutto sta nel provare un po’ di volte fino a trovare la propria posizione!

  48. Non per un motivo particolare, semplicemente chiedendomi della mia routine con i tampax mi ha detto, vedendomi dubbiosa, che non è necessaria e di non farmene un cruccio. Lei mi ha detto che non la consiglia a prescindere e non la usa.

  49. io spendevo 4 euro a ciclo, se non di più ma teniamo il conto basso. con 4 euro al mese vuol dire che all’anno fanno 1920 euro. in casa siamo io e mia madre, quindi passiamo a 3.840 euro all’anno per degli usa e getta. con la coppetta (se prendi la più cara) arrivi a 40 euro per 10 anni….il risparmio c’è eccome. poi non è che devi usare la pentola della pasta, prendi un pentolino (usato solo per la coppetta), quanto può costare? 6 euro? mica lo devi comprare ogni mese. non vedo poi il motivo di buttare anche i vestiti. inoltre la sterilizzazione dura 5 minuti (c’è proprio scritto) in 2, forse 3 bicchieri d’acqua.

  50. Scusa ti faccio una domanda che per te che la usi da tanto sara’ stupida, ma x me che sono interessata ad usarla mi mette un pochino d’ansia: ma poi x toglierla? E’ difficile? Quanto in su la devi mettere? Grazie

  51. Infatti secondo me il risparmio economico c’è ma la cosa più importante è il risparmio di rifiuti.

  52. In realtà il tampax andrebbe cambiato ogni 6 ore e sconsigliano vivamente di tenerlo più di 8..io li uso a ogni ciclo, ma non lo tengo mai più di 5/6 ore. Più lo tieni più aumenta il rischio di TSS perché aumentano i batteri che nell’assorbente interno (al contrario della coppetta o di quelli esterni ad esempio) sono a contatto diretto con le pareti vaginali. Ecco sostanzialmente il motivo per cui non andrebbe utilizzato la notte..

  53. questo post cade a fagioulo stavo proprio pensando di passare dagli obi alla coppetta

  54. Qualcuna che mi da ragione sul fatto dei germi! Io sono fissata e non sono medico e non ho studiato questo settore, ma sono ipocondriaca e mi informo su questi maledetti germi.

  55. Scusate ma per quelle come me che sono vergini come si fa? Lo dico perché io non riesco ad infilare nemmeno un dito e in passato mi era capitato di provare tampax e più spingevo più mi faceva male (alla fine era entrata solo la punta) e da allora ho rinunciato a qualsiasi tipo di assorbente interno. Ho provato anche a chiedere su qualche forum e tutti mi hanno sconsigliato gli assorbenti interni perché oltre a fare male rischiavo di sverginarmi. Ricordo anche che mia mamma mi ha sempre proibito severamente di indossarli perchè per lei era peccato infilarsi oggetti là sotto. Solo che ora io vorrei riuscire ad indossarli perché con gli esterni due volte su tre mi sporco ed è veramente imbarazzante, solo che io ci provo con tutta me stessa ma mi fa male e non entra niente e soprattutto non voglio sverginarmi per colpa di un assorbente.

  56. Quanto fa 4 euro al mese per 12 mesi?

    Comunque no, non mi va di risparmiare 50€ all’anno (anno…non mese) in cambio di una rottura di scatole del genere.

    Penso tu abbia travisato tutto il mio messaggio.

    Ho parlato di buttare i vestiti?
    Sì, per sottolineare il fatto che per me è un grande sbattimento lavare asciugare stirare…ma nulla a che fare col ciclo: Mi scoccia proprio fare il bucato.

  57. Non uso la coppetta e non ho mai usato assorbenti interni ma mi sono informata tantissimo e ogni volta ho letto e sentito anche dal mio ginecologo, che entrambi sono sconsigliati per le donne vergini proprio per il rischio di rompere l’imene. Potrebbe essere inoltre, doloroso e quindi proprio non te lo consiglio!
    Su qualsiasi sito di coppette infatti, quando devi scegliere la misura, si parla di donne di più o meno di 30 anni e che hanno già avuto un parto naturale o meno.

  58. Vero. Personalmente sperimento, ma se mi trovo male non utilizzo più il prodotto.
    Non capisco neanche le reazioni delle promotrici più accanite, sembra quasi che le abbia insultate dicendo “non mi è piaciuta”.

  59. una mia cara amica la usa da anni e si trova alla grande…
    dice essere: pratica,igienica,non dà allergie,economica, insomma il top…
    però… alla mia domanda “quando sei fuori casa, come fai?!”… il sentire dire che la lava e la rimette senza problemi… mmmm…. A me personalmente, causerebbe un po’ di agitazione… l’insieme delle dinamiche organizzative …. tolgo lavo metto ripulisco macchio…
    non so…

  60. Ok, allora avevo letto giusto solo che mi era venuto il dubbio leggendo sempre su internet di ragazzine di 13 anni che li usavano senza problemi perché in teoria dovrebbe esserci un piccolo spazio nell’imene che servirebbe a far passare il ciclo. Sarò io sfortunata ma non ho mai trovato niente.

  61. Io, fossi in te, per essere tranquilla e non agitarmi troppo e fare “strani” pensieri, continuerei con gli assorbenti e magari ne metterei due… non saresti l’unica a farlo! ormai li fanno così sottili che non si notano neppure.
    per le coppette, i tampax ed altro, hai tempo tutta la vita. Non causarti dolori inutili.

  62. mi stava venendo un colpo ahaha stavo per dire “cavolo 1920€ sono 2 stipendi in più mi metterei l’apparecchio e mi pagherei la patente”.

  63. Io ho deciso di acquistarla proprio recentemente. Ho preso la tg2 anche se non ho ancora 30anni, della Lybera, rosa, in edizione limitata. Pratico molto sport e non rinuncio alla piscina nemmeno col ciclo perciò ho optato per l’ acquisto. Ho avuto non poche difficoltà con l’inserimento ma sono curiosa di rientrare questo mese…. qualcuna ce l’ha?

  64. Magari sono 13enni che hanno già perso la verginità e non hanno molte conoscenze scentifiche.
    Ad esempio io avevo dei problemi ovarici e dovevo fare un’eco interna per una diagnosi approfondita e al tempo ero vergine: il ginecologo non me la fece. Ovvio che l’ecografo va più in profondità, ma comunque doveva passare per quel punto come farebbe la coppetta.

  65. Ciao Clio,
    non mi piace commentare questo tipo di post, perchè temo di ritrovarmi con 4500 notifiche. Però proviamo, al limite cancello il commento. :’D
    Se non siete d’accordo non rispondetemi ahaha.
    Uso quelli esterni, mi trovo bene e non ho intenzione di cambiare. :’D

  66. Non sei sola, anche a me fa paura! Sono d’accordo con tutti i pro ma sono una fifona di prima categoria e non so se ci riuscirei…

  67. Ahaha lo so che voi siete brave!!! 🙂
    Ma certe utenti sul web su questo argomento si scatenano con litigi per ore! :’D

  68. Ciao ti vedo bella informata quindi colgo l’occasione. So che i tampax non possono essere indossati per più di otto ore ( per la questione batteri) ma cambiando l’assorbente interno pù essere indossato anche per tutto il giorno giusto ? Può sembrare una domanda stipida ma preferisco avere conferma piuttosto che tenermi il dubbio. Il ginecologo di mia mamma le consigliò di indossare il tampax la notte accompagnato da un assorbente esterno in modo da non sporcarsi ( lei aveva questo problema a causa di un flusso troppo troppo abbondante ). Tornando alla domanada può essere utilizzato in modo continuativo sostituendolo spesso giusto ?

  69. Caro Team, per certi argomenti, secondo me, potrebbe giovare un parere medico. Diabete, chemioterapia, alopecia, coppette, ora anche l’anello vaginale. Potrebbe aiutare a dare un’informazione più completa e precisa.

  70. Ciao a tutte! Io l’ho usata una sola volta e prima di provare avevo molte ansie al riguardo, ma già da subito mi è sembrata molto pratica e non trovo ci voglia poi così tanto tempo per abituarcisi. Per quanto mi riguarda, non è così traumatico. Attendo di vedere come andrà le prossime volte!

  71. Ciao!
    Io la uso da un paio d’anni ma confesso che ci sono sia dei pro che dei contro da considerare prima di avventurarsi nell’impresa.
    Punto primo a me non dà fastidio indossarla ma confesso che l’inserimento e il disinserimento non sono piacevoli tant’è che a volte desisto dall’usarla. Premetto però di essere molto sensibile in quella zona, del tipo che sviene con lassorbente interno per capirci.. l’altro aspetto negativo è che se ti arrivano quando sei fuori è dura metterti a sterilizzare il tutto e via.. quindi un assorbente esterno va sempre tenuto in borsetta. Altro problema: se state tanto fuori casa e non avete un bagno con lavandino accanto il cambio diventa difficoltoso..
    Infine consiglio di farsi consigliare bene su quale sia la forma più adatta al proprio corpo e ciclo e su come conservarla e inserirla. Ci sono molti forum e video su youtube, ma il mio consiglio è di parlare e parlare con chi la usa.

  72. Ciao a tutte! Io l’ho usata una sola volta e prima di provare avevo molte ansie al riguardo, ma già da subito mi è sembrata molto pratica e non trovo ci voglia poi così tanto tempo per abituarcisi. Per quanto mi riguarda, non è così traumatico. Attendo di vedere come andrà le prossime volte!

  73. Ciao tutte,io la uso ormai da due anni.Mi ha cambiato la vita.Ho da sempre un flusso molto abbondante,da oltre 10 anni niente più assorbenti interni,il mio ginecologo me li aveva proibiti,e comunque erano un problema,dovevo mettere sempre anche quello esterno.Niente mare in quei giorni.Da quando ho provato la coppetta finalmente sono rinata.Quest’estate sono andata in vacanza per tre volte e tutte le volte ciclo.Grazie alla coppetta non ho rinunciato ad un ora di mare piscina acquagym e tutto ciò che una vacanza comporta.Una cosa molto utile che ho constatato è che per chi ha problemi di ferro durante il ciclo è che la quantità di sangue che si perde può essere monitorata.Io dovevo cambiare l’assorbente ogni ora al massimo.Un giorno al mare ho tenuto la coppetta per 8 ore volevo testare la capacità,sapete una cosa?Non l’ho mai riempita.Il flusso era pochissimo non ho mai superato la prima tacchetta.Nell’assorbente esterno si sparge e sembra una quantità industriale e invece….Con questo non voglio convincere nessuno,ma solo portare la mia esperienza.Dimenticavo,la mia è la MAMYCUP,di produzione italiana.

  74. Perché assurdo?? Nel momento in cui si valutano i pro e i contro di un prodotto, perché non si dovrebbe tener conto del risparmio economico rispetto ad altri prodotti usati per lo stesso scopo? Per te potrà essere una cosa di nessuna importanza, per qualcun’altra può rappresentare un fattore determinante nella scelta del prodotto giusto. Idem per il discorso ambientalista.

  75. Non è difficile toglierla, basta schiacciare un po’ la base e farla scivolare fuori. Non va tanto in fondo, bastano le dita per farla arrivare al suo posto, credo che gli assorbenti interni vadano più su!

  76. Il risparmio economico può essere poco rilevante per te, ma c’è chi deve fare i conti con ogni centesimo a disposizione. E pensare ad un’alternativa meno inquinante dei classici assorbenti mi sembra giusto: il problema rifiuti è sicuramente presente, anche se le donne hanno le mestruazioni da sempre..!

  77. Ciao a tutte, io ho comprato la mia coppetta il mese scorso ed ho appena finito di utilizzarla per la prima volta. Il primo giorno mi dava leggermente fastidio (mi hanno fatto l’esempio stupido dell’orologio, se non sei abituata a portarlo il primo giorno ti da fastidio) ma dal secondo giorno devo dire la verità non l’ho più sentita, era come non avere niente. Mai avrei creduto di potermici abituare così in fretta. Devo dire che è stato un ottimo acquisto… e la consiglio a tutte quelle che se la sentono di provare.

  78. Ciao, stai tranquilla che esce…. prima di tutto non è un materiale rigido ma altamente pieghevole che si adatta al tuo corpo, è impossibile che non esca, che si incastri o che si perda :

  79. Se una ha i soldi per coppetta e amuchina non vedo come può non averne per gli assorbenti. Chi vuol risparmiare può far quel che vuole ma che sia determinante per sceglierla… Il discorso ambientalista è giusto di per sé ma che se ne parli come se usare gli assorbenti sia come non avere una coscienza eco non mi piace. Dopo tutte le sofferenze chiedere alle donne (che non sono certo loro a inquinare il pianeta) di mettersi una mano sulla coscienza mi sembra esagerato!

  80. L’ho presa on line, con tanti dubbi di praticità (soprattutto fuori casa), e non ho mai speso PEGGIO i miei soldi! Sinceramente la trovo una cosa veramente schifosa! L’ho infilata, ma tolta subito perchè pensavo avessi sbagliato,e come ho visto il sangue mestruale nella coppetta, mi ha fatto veramente schifo (e non sono schizzinosa!). L’ho tolta, lavata (altra cosa schifosetta) e riposta nel suo sacchetto, con la convinzione di non usarla più! Trovo che siano molto più igienici gli assorbenti interni (quelli con l’applicatore), li metti e dove ti trovi, li togli senza toccare nessuna parte intima, senza dover cercare un bagno pulito con un lavandino nella stessa stanza. Non hai nemmeno il timore che ti “voli” qualche goccia sul pantalone quando cambi il tampone. No No, per il momento non è roba che mi piace! Ma farò un altro tentativo…forse.

  81. Io ho usato anni fa per un lungo periodo Mooncup. Mi sono trovata molto bene!
    Capisco la paura di sporcarsi che hanno alcune e vorrei riportare la mia esperienza.
    La coppetta “perde” se:
    – viene inserita male, questo si può controllare/aggiustare facendo ruotare su se stessa la coppetta dopo averla inserita;
    – il livello massimo viene superato (improbabile se si tiene massimo otto ore anche nel giorno di flusso abbondante);
    – i forellini per il controllo della pressione sono ostruiti: questo si deve controllare ogni volta che si risciacqua.

    Un’altra obiezione che ho sentito spesso dalle mie amiche è “che schifo durante la notte il sangue rimane tutto dentro e non esce”; a questo rispondo che tutte le notti del ciclo tranne quella con flusso abbondante io trovo l’assorbente esterno pulito… Evidentemente “resta tutto dentro” in ogni caso.

    Ho smesso di usarla inizialmente perché dovevo stare fuori casa per lunghi periodi (anche 16 ore) e infine perché ho condiviso l’appartamento con altre persone per cui non mi sentivo a mio agio con la sterilizzazione etc. Ora che convivo con il mio fidanzato e ho degli orari più umani voglio riprendere ad usarla!

  82. Che poi mi pare che, per la maggior parte, chi è a favore l’abbia già provata e chi è contro no!

  83. Come ho risposto sotto se una ha i soldi per coppetta e amuchina… E poi ripeto anch’io tengo molto all’ambiente ma con questi argomenti mi sembrano ben altri gli aspetti di cui tener conto, in primis quello fisico e psicologico.

  84. Mi chiedo se nel risparmio hanno incluso il gas, l’acqua per sciacquarla e per sterilizzarla e l’amuchina (perchè qualcuna la mette anche in amuchina).

  85. ricordiamoci che fino a 40 anni fa gli assorbenti non esistevano! si usavano panni da lavare e riutilizzare … perciò se ci mettiamo dentro anche la salvaguardia del pianeta a me non dispiace… e poi l’articolo non mi sembrava proprio del tono mettetevi una mano sulla coscienza, ma lo riportava semplicemente come un dato oggettivo in più per prendere in considerazione la coppetta

  86. Ciao Thalia, ti consiglio di sterilizzare la coppetta alla fine del ciclo e riporla nel suo sacchettino in modo che se ti arrivano e sei fuori casa ce l’hai già pronta.Concordo che nei bagni dove il lavandino è esterno è scomodo perché non si può sciacquare, io di solito uso salviette intime o fazzoletti di carta.Comunque brava perché se ti fa impressione il sangue è positivo che utilizzi la coppetta lo stesso!

  87. Concordo! Credo anche io che il risparmio sia su altre cose. Dai, ci sono così tanti sprechi al mondo, compriamo così tanta robaccia inutile a volte, tra valanghe di trucchi e vestiti (non parlo di me ma in generale), che adesso il risparmio sugli assorbenti diventa fattore decisivo per l’acquisto di una coppetta? Mah. Sarà comodissima e geniale, ma la COMODITÀ dell’usa e getta è ciò che ancora oggi rende tampax e assorbenti i prodotti più usati al mondo per il ciclo! Tra le tante cose da fare non è che tutte hanno voglia di lavare disinfettare asciugare poi bollire ecc ecc… Eh sì, in quei giorni per me anche il discorso ecologia non tiene. Ciò che conta è che io sia il più comoda possibile senza troppe manutenzioni da seguire! L’ecologia la tirerei in ballo in temi più importanti e decisivi. Abbandoniamo tutte la macchina in favore di autobus e bici, e poi iniziamo a parlare di ecologia! (Spiego, si tratta di grandissimo fattore di inquinamento contro piccolo e marginale -a confronto- fattore di inquinamento. Io curerei prima il grave problema e poi il marginale, non il contrario, altrimenti siamo ipocriti!).

  88. Io sterilizzo sia alla fine che all’inizio e su questo non transigo!!;) per le salviette igienizzanti avrei dei problemi ti tollerabilità per questo le devo evirare..
    Cmq non mi impressiona il sangue. 🙂

  89. Le prime volte è un po’ difficile, ci ho messo due mesi a capire come fare 🙂 🙂 io ad esempio usavo assorbenti esterni e mi dava fastidio la sensazione di umido, con gli interni spesso avevo fastidio perché mi irritavano…e comunque non sono sterilizzati (non vorrei dire cavolate..).Dai, riproverai con calma in.futuro!

  90. Concordo con Buenosaires sotto, non mi sembra che si sia parlato di “mano sulla coscienza”.

    E come si diceva, le donne hanno ben sempre avuto le mestruazioni, ma fino a non molto tempo fa gli assorbenti non impattavano nel modo in cui lo fanno ora, poiché erano dei semplici panni che venivano lavati, in alcuni casi suppongo anche sterilizzati (certamente non con l’amuchina, ma magari con altri metodi), e riutilizzati. Poi per carità, da qui a colpevolizzare le donne di inquinamento ce ne passa.. Inoltre ribadisco che il fattore economico è, come il fattore ambientale, un aspetto che può essere considerato importante da molte persone.

  91. sono d’accordo, continuerò ad utilizzare i cari vecchi assorbenti esterni, cambiandoli regolarmente per quei giorni che dura il ciclo e non trascurando mai (in questi giorni poi) l’igiene intima 😉

  92. Ora mi devi per favore spiegare la tua scelta. Mi sono appassionata da poco di Trono di spade. E Cersei è indubbiamente un personaggio molto forte – ma non saprei se tra tutti sceglierei proprio lei. Davvero, senza secondi fino o che so io, mi dici la tua?

  93. Mi sono dovuta informare, ho avuto qualche problemino che mi ha fatto girare diversi ginecologi ahimè! Comunque si, gli assorbenti interni possono essere usati in modo continuativo la cosa fondamentale è non tenere lo stesso per più di 7/8 ore.

  94. concordo con te non mi sembra una cosa pratica e in più avreisempre paura di non pulirla mai al 100% e poi mentre una viene lavata cosa ti metti? ne devi avere almeno due

  95. La coppetta mi ha sempre incuriosita, ma non l’ ho mai provata perché, tutto sommato, mi sono sempre trovata molto bene con gli assorbenti (esterni o interni in base alle situazioni) e non ho mai sentito il bisogno di cambiare abitudini. Tuttavia sono sempre più tentata…sono certa che prima o poi cederò alla curiosità! 😉

  96. certo che sono sterili gli assorbenti interni, perfino la cartigienica è sterilizzata. Ma non è questo il punto, mi fa proprio schifo dover svuotare e lavare la coppetta piena di sangue mestruale! Bleah! Ma visto che ci ho speso soldi, non posso abbandonarla lì…anche se non ho mai avuto problemi con gli assorbenti interni, ci riproverò 😉

  97. ciao,è utilizzabile anche per chi ha un ciclo abbondante o si rischia che fuoriesca il tutto e mi sporchi?

  98. ma in effetti sarebbe molto più comodo però c’è il problema che almeno all’inizio devi prenderci confidenza

  99. qui in veneto mia nonna faceva la “lisia” bucato con acqua bollente e cenere del camino, e tanto taaanto olio di gomito 😉

  100. Infatti c’è chi ripropone l’uso di assorbenti e addirittura pannolini per bambini di stoffa. Cioè si chiede sempre alle donne di sacrificarsi, è questo che cercavo di sottolineare con il mio commento. Boh, evidentemente è una cosa che sento solo io…

  101. Purtroppo panini e assorbenti usa e getta pongono enormi problemi di smaltimento. È un problema reale, a prescindere da come la si pensi non lo si può negare.

  102. io sono contro, ma ho seriamente provato per 6/7 mesi a usarla visto che l’ho pagata 30€, ma non mi ci trovo per niente

  103. Il lato pratico è innegabile, ma prima o poi dovremo smettete di gettare. Ne va della sopravvivenza di tutti

  104. È vero, anche per me è uno sbattimento! Ma quello dello smaltimento dei rifiuti e un problema talmente enorme che non immaginiamo neppure, e che investe ogni aspetto della nostra vita è della nostra salute. I rifiuti inquinano le terre, le falde acquifere, i corsi d’acqua, il mare. Finiscono nel cibo e nel’aria. Ridurli è imprescindibile, e ognuno deve fare la sua parte. Non abbiamo scelta, dobbiamo cambiare le nostre abitudini di vita e solo per salvare il salvabile. Per molte cose è già troppo tardi.

  105. Tecnicamente la coppetta ha un peduncolo nella punta che serve proprio per questo, ‘a la fobia rimane.

  106. Guarda, migliaia di ragazzine/ragazze 13enni, 15enni, 18enni ecc usano il tampax senza alcun problema, anche da vergini. Lo spazio ovviamente c’è, a meno che una persona non abbia un problema anatomico il buco c’è eccome! E non causa assolutissimamente danni usare un tampone. Nè dolore se la persona è calma e rilassata. Basta scegliere inizialmente la misura piccola! Io penso che tu più che altro sia timorosa e molto molto condizionata da idee ormai da tempo superate. Certi condizionamenti non sono affatto salutari e creano blocchi mentali e fisici nelle persone che non fanno vivere bene. Ti consiglio di continuare a informarti maggiormente e di affrontare tutto con maggiore tranquillità, puoi chiedere informazioni a chi è competente, nessun medico ti risponderà mai che ”infilarsi cose lì sotto è peccato” perchè queste cose non esistono. Anzi potrà aiutarti a capire bene in un modo obiettivo e corretto, e spiegarti il funzionamento del tampone se vuoi usarlo 🙂

  107. Non ho la coppetta che dici tu, ma visto che non sembra una di quelle con una forma particolare, ti suggerisco di informarti sui diversi metodi di piegatura, io ad esempio con la piegatura a C classica (quella di questo post, per dire) non mi ci trovo proprio! Ti consiglio di consultare la sezione “Domande e risposte” del sito di Fleurcup, fa vedere molto bene tanti metodi!!

  108. Ciao ragazze sono nuova nel forum, scrivo perch ho un piccolo dubbio: ma di notte si può mettere? Cioè se sto distesa il ciclo non rimane ” libero di circolare”?

  109. Lo so. Però scommetto che ci sono molte altre cose da fare per ridurre l’impatto ambientale, senza stare a chiedere alle donne di rinunciare a qualcosa che ha loro facilitato la vita. Leggendo mi era venuto in mente il commento di ieri sul cliente che dice sempre che le donne hanno vita facile

  110. Ma ho visto un servizio in tv, ed è sterilizzata. Mi sembra anche “logico”, visto l’uso che se ne fa. Ma sai com’è, non ci si può mai fidare di quel che dicono in tv, la mano sul fuoco non ce la metterei comunque! 🙂

  111. Ci puoi raccontare che cos’é che non ha funzionato? Perché é vero che in genere piace ma é importante anche conoscere le opinioni negative di chi l’ha provata ed é tornata indietro ai classici assorbenti… Grazie!

  112. Grazie del consiglio, mi sono informata a fondo prima di optare per questa, il problema al momento è che “non si apre” una volta posizionata e temo di aver sbagliato taglia

  113. Si anche io. Almeno un pacco di assorbenti ogni ciclo, in,più il mio è lungo e frequente (5 giorni pieno ogni 23 giorni) ed estreme ante abbondante. Per questo sono molto tentata dalla coppetta!

  114. Per togliere la coppetta devi schiacciare la parte finale, il “culetto”, così facendo togli il sottovuoto. E’ molto importante togliere il sottovuoto e non tirarla dal gambo. A questo punto, tenendola schiacciata la muovi a zig zag mentre la tiri verso il basso e fai uscire prima un bordo e poi l’altro. 🙂

  115. No, non bisogna mai tirare la coppetta dal gambo, perché bisogna togliere il sottovuoto. Se tiri con il sottovuoto ti puoi fare male, sarebbe come tirare una ventosa. Basta schiacciare il “culetto” e si toglie subito il sottovuoto.

  116. Scusa la domanda ai limiti del personale ma per abbondante cosa intendi ? Io certi mesi i primi due giorni cambio più volte al giorno degli assorbenti con ali modello lungo per intenderci… Volevo capire se per abbondante intendi un flusso simile, perché in quel caso mi devo davvero decidere a provarla!

  117. Ok. Per pulire casa usi solo il vapore, aceto e limone?
    Usi la bicicletta? Usi i mezzi di trasporto pubblico? Acquisti cibi conservati in vetro che possono essere riciclati più volte? Usi borse di tessuto per fare la spesa?
    Per la tua skincare usi solo fondi di caffè, fettine di cetriolo, sale, miele, zucchero?
    Dove butti il tetrapack?
    E parlando di soldi, fai sempre attenzione alle spese di gestione del tuo conto? Usi o userai o useresti pannolini lavabili per tuo figlio?

    Era per dire….
    Gli sprechi sono altri ☺

  118. Sì, va benissimo per chi ha ciclo abbondante. Ci sono diverse marche di coppette e hanno capienze diverse. Bisogna valutare quale prendere in base alle proprie caratteristiche, entità del flusso compresa. Sul sito coppetta-mestruale.it ci sono un po’ di informazioni. Altrimenti su facebook trovi un gruppo con persone esperte di coppette che hanno stilato un’ottima guida e ti sanno consigliare quale prendere in base alle tue caratteristiche, in modo da non sprecare soldi in una coppetta non adatta.

  119. Il risparmio economico è uno degli aspetti positivi della coppetta e per molte persone con ciclo abbondante, fa tanta differenza. La coppetta dura 10 anni, vuoi mettere una persona che fa fuori ogni mese un intero pacco di assorbenti quanto risparmia così? Naturale che non debba essere l’unico motivo per comprarla, bisogna valutare altre cose, però è un fattore da considerare.
    Il fattore ambientale è una cosa diversa da quello economico.

  120. Anche se ormai non ho più le mestruazioni, e ho vissuto i tempi di “Noi e il nostro corpo” per intenderci, ho sempre usato serenamente gli assorbenti esterni, senza farmi alcun problema. A volte, ma solo al mare, i tamponi interni e stop. Non ho mai capito, limite mio s’intende, il ricorrere a marchingegni vari, anche se non ho nulla in contrario, chi si trova bene fa benissimo a usare ciò che fa stare meglio. Un abbraccio sorelle!

  121. Purtroppo hai preso la coppetta sbagliata. Hai preso la Mooncup? Non va bene per tutte. Purtroppo nei negozi si trovano poche coppette, quando invece ce ne sono di tante marche diverse e hanno caratteristiche diverse. Ci sono quelle morbide, quelle intermedie e quelle dure. Quelle corte, quelle lunghe (in base all’altezza della cervice), quelle meno capienti e quelle più capienti (in base all’entità del flusso). Se ne prendi una sbagliata per forza non ti troverai bene. Purtroppo nei negozi non sono informati e così si corre il rischio di buttare i soldi in un prodotto non adatto, com’è successo a te.

  122. Non avete aggiunto tra i pro che è incredibilmente alto il numero di ragazze che risolve il problema di cistiti o irritazioni dovute all’uso degli assorbenti esterni

  123. Il problema è che se si prende una coppetta non adatta alle proprie caratteristiche non ci si troverà bene. Purtroppo nei negozi non sono informati, trovi una sola marca o al massimo due. Anche in farmacia dicono che ci sono due tipi di coppetta, quando invece ce ne sono tanti.
    Bisogna valutare le proprie caratteristiche per scegliere quella giusta e non buttare i soldi.
    Sul sito coppetta-mestruale.it sono spiegate un po’ di cose. 🙂

  124. ho l’organicup, è abbastanza morbida e piccolina, l’ho piegata in millemila modi diversi (guardando anche tutorial che non fa mai male), ogni volta che riuscivo a metterla o non si apriva o si apriva e la sentivo ed era molto fastidiosa, per non parlare dello schifo tra metterla e toglierla (non è un lavoro pulito eh). sono tornata ai tampax e ho finito i problemi, non facciamone un dramma mò

  125. È più facile toglierla che metterla soprattutto all’inizio. Appena ci prendi confidenza è una Liberazione

  126. Una coppetta buona costa intorno ai 15/19€, se la fai bollire azzeri il costo dell’amuchina, dura almeno 5 anni, non è cosa da sottovalutare. In termini ecologici non c’è paragone alcuno sulla sostenibilità rispetto agli assorbenti comuni

  127. No, non faccio tutte queste cose. Alcune sì: le borse di tessuto, il vapore dove posso, il conto c’è l’ho gratis perché lavoro in banca, la bici a volte perché lavoro vicino a casa. Ma altre cose no le faccio, perché semplificarsi la vita, avere delle comodità e più volte tempo libero piace anche a me. Durante quasi tutta la mia vita fertile ho usato assorbenti usa e getta e tamponi interni, ora gli esterni li usa mia figli. Per i figli ho usato pannolini usa e getta. Ho contributo a inquinare per una fetta consistente, i pannolini sono un problema enorme e non solo metaforicamente. Ma mi ricordo che quando ho iniziato ad avere il ciclo gli assorbenti usa e getta

  128. Sono d’accordo con te. Sono consapevole che sia un problema, ma non ci ho rinunciato e ora non potrei chiedere a mia figlia di farlo.

  129. Ma come hai potuto? Dovevi usare la coppetta a quest’ora avresti una villa (una villa in più se hai già una villa)!

  130. Cacchio! Un tale rompimento di maroni e pure tutti sti soldi buttati. Cornute e mazziate!

  131. Certo che il problema dei rifiuti prende tutti e molto di più di quello che pensiamo, però l’inquinamento è dato da altre mille mila cose, questa è la parte più piccola fidati.

  132. Di solito chi parla così, di riutilizzare, tornare agli anni 50 quando si lavavano i panni al fiume, sono poi quelle stesse persone che vivono normalmente come noi e non pensano più di tanto al riciclo, usano la macchina per fare 500 metri, non sempre riciclano i rifiuti ma buttano tutto nell’indifferenziata perché è più comodo invece che sbattersi a dividere il sacchetto dei crostini in carta e plastica, e via dicendo. Ognuno deve fare il suo è io sono la prima a cercare di fare del mio meglio, ma non facciamo gli ipocriti suvvia..

  133. Ma scusa io non la uso e mai lo farò, ma penso a una cosa: la dovrai ben sterilizzare anche prima inserirla dato che da un mese all’altro anche se la tieni nel sacchetto eccetera, la polvere passa, i germi passano e così via. Come fai a dire che si può portare sempre in borsa? Secondo me è un discorso orso al limite dell’antigenico totale.

  134. Sai che mi avete molto incuriosita. Ci penso perche’ sembra una di quelle piccole rivoluzioni!! Grazie. Ciao

  135. Ma si inizia proprio dalle piccole cose che sommate ad altre piccole cose fanno la differenza credimi 🙂 quello dello smaltimento degli assorbenti non sarà il problema numero 1, ma è comunque una delle “piccole cose” che potremmo provare a cambiare..

  136. sarà anche comoda, ma io ho la fobia mestruale. devo usare gli assorbenti interni, perché mi “schifa” vedere il sangue. addirittura per non toccare nulla uso solo tampax, gli ob mi schifa inserirli con le dita. gli assorbenti esterni mi fanno salire il vomito ogni volta che li devo cambiare. ora per “fortuna”, se così si può definire, sono in menopausa forzata e il ciclo mi viene 2 volte all’anno. credetemi, è una cosa veramente brutta.

  137. Si ma se il flussi è abbondante, non fuoriesce tutto? È il mio sono problema. Io il primo giorno mi cambio ogni 2/3 ore

  138. Grazie del chiarimento! Si, comunque le avevo detto di questa cosa ma non ci ha dato peso perché lo cambio anche di notte.

  139. Ah, pardon, ho frainteso! Se non si apre correttamente, direi che ci sono 2 possibilità: o la inserisci in maniera non corretta (in questo caso la pratica rende perfetti), o hai scelto una coppetta troppo morbida per il tuo pavimento pelvico. Può darsi che una coppetta più rigida o con un anello più scattante (tipo Fleurcup, non troppo rigida ma molto scattante) potrebbe facilitarti.

  140. ciao Clio!
    Ma lo sai che ero convinta che fossi un’utilizzatrice della coppetta?
    Chissà perchè, ti facevo già membro della famiglia delel incoppettate! 🙂

    Comunque, circa sei mesi fa, dopo averne sentito parlare da amiche e colleghe, ho capito qualcosa in più tramite un gruppo FB dedicato (“Donne con la coppetta”) e così l’ho orinata su coppettamestruale.it
    Che dirti, è iniziata una nuova vita!
    Recentemente non ho potuto iniziare a usarla dal primo giorno del ciclo per problemi…ehm…organizzativi, e la prima mezza giornata con un assorbente esterno è stata insopportabile.
    Mi sono domandata come ho fatto negli ultimi 25 anni: boh!
    Se la consiglio? Al 100%

  141. aggiungerei che è più facile farlo che spiegarlo, l’inserimento e il “disinserimento”…
    al mio primo utilizzo, inserimento perfetto, ha fatto il sottovuoto subito…
    Comunque si impara usandola… 🙂

  142. Ciao Francesca, io i primi due giorni ho il ciclo molto abbondante, per evitare problemi di “fuoriuscite” la svuoto più spesso e metto un salvaslip per sicurezza!

  143. Da quello che ho letto le donne con flusso abbondante si trovano molto bene con la coppetta, perché possono stare tranquille per più ore. Però è importante scegliere quella giusta e non una a caso, sennò rischi di trovarti male. Guarda sul sito coppetta-mestruale, altrimenti su facebook c’è un gruppo dedicato, dove scrivendo le proprie caratteristiche si ricevono consigli sulla coppetta più adatta.

  144. Dipende dall’entità del tuo flusso e dal tipo di coppetta. La si può svuotare al massimo dopo 12 ore, non di più. Non è così frequente stare fuori casa per più di 12 ore consecutive. In caso invece si debba svuotare prima, molte si trovano bene con una bottiglietta di acqua, o andando nel bagno per disabili che ha il lavandino all’interno. Ovviamente non è la stessa cosa del cambiare un’assorbente, ma ognuna trova il suo metodo. 🙂

  145. Io sono interessata a comprarla, ma uso già l’anello contraccettivo vaginale, quello in silicone per intenderci. Secondo voi potrei usare entrambi ( anche se i giorni al mese in cui i due dispositivi potrebbero incrociarsi sono due al massimo), oppure finirei per infilare troppa roba li dentro??

  146. Coppetta forever!!E lo dico da donna con ciclo abbondante da sempre ed un lavoro che mi costringe a volte a stare molte ore fuori ufficio nell’impossibilità di usufruire di un bagno. Oltre a tutti i pro elencati da Clio che confermo e sottoscrivo, quello che mi preme sottolineare è l’aspetto salutare..gli assorbenti, interni ed esterni, ma così come i pannolini dei bambini..sono pieni zeppi di robbacce chimiche!!Ricordate anche il post di Clio su quella modella vittima di sindrome da shock tossico a cui è stata amputata una gamba??ma senza arrivare a casi estremi considerate innanzitutto che sono gli unici prodotti in cui non è scritta la composizione..in un mondo di etichette obbligatorie, assorbenti e pannolini ne sono esenti. Ad ogni modo vi è il cloro impiegato come sbiancante e questi famosi SAP (polimeri super assorbenti) oltre a qualche collante per tenere i vari strati collegati. Riconosco che sono prodotti geniali ed in certe situazioni estreme li utilizzo anch’io (giorni di ciclo abbondante insieme alla coppetta oppure nel post-parto..anche se 3 settimane con quella roba a contatto mi avevano irritato tantissimo). Le coppette invece sono di silicone medicale..quello con cui fanno le protesi per intenderci..non ho mai avuto irritazioni o fastidi..direi che la salute delle nostre parti intime ben vale la pena di sporcarsi 2 dita di sangue ecco!

  147. Mm no sai se la metti nel suo sacchettino dopo averla fatta bollire non serve pulirla ancora, quali germi dovrebbero passare?è molto meno igienico un assorbente esterno fidati

  148. In un sacchetto, a meno che non sia di plastica tipo quelli da freezer, secondo te non passa la polvere? non passano i germi che ci sono nella borsa, esempio?

  149. Grazie per la risposta , era come pensavo allora. Però nel dubbio ho preferito chiedere… buona giornata !

  150. Faccio fatica ad inseire un ovulo, figuriamoci la coppetta…poi avrei paura di sporcarmi se per dire devo cambiarla quando sono fuori casa….no sono troppo impedita!

  151. Vorrei tantissimo utilizzarla perché ho gli stessi problemj di dermatite che avevi tu dopo 7 giorni di assrobenti..(si ho il ciclo lunghissimo purtroppo) ma la mia ginecologa ha detto che e poco igienica e che secondo lei e meglio l’assrobente interno..secondo me e un assurditá. Tu ne hai parlato con il tuo ginecologo? Se si cosa ti ha detto?

  152. Ciao la puoi usare tranquillamente di notte, non esce nulla a meno che non si riempia o sia inserita male.

  153. Utilizzo la coppetta (la Mooncup) da circa un paio d’anni con continuità. Inizialmente ho faticato molto a capirne il funzionamento, ma una volta imparato ha migliorato la mia quotidianità in quei giorni. Niente più irritazioni da assorbente esterno, niente odori sgradevoli, niente perdite e niente mutandoni della nonna! 😀 Anche praticando sport non ho più i fastidi dallo sfregamento dell’assorbente e la paura di macchiarmi è svanita. Inoltre cambia anche la percezione che abbiamo del nostro flusso. Con l’assorbente esterno dovevo cambiarmi ogni poche ore. Con la coppetta mi sono resa conto che non è così abbondante come pensavo. Nel giorno più abbondante (il secondo in genere) svuoto la coppetta 3 o al massimo 4 volte in tutta la giornata.
    Vi consiglio di provare a mettere da parte le proprie paure di tentare. Anche io inizialmente ero scettica e avevo un po’ di timore a avere “un imbuto” all’interno del mio corpo XD Ma una volta superato tutto questo la mia vita è migliorata.
    È stato il miglior acquisto che potessi fare e non tornerei mai indietro 🙂

  154. Se si impolvera basta lavarla (mai successo) e la bollitura sconfigge quasi tutti i batteri… comunque ci sono ben altre cose non perfettamente pulite che inseriamo nella nostra vagina 🙂 🙂

  155. Guarda, ho scelto un nome a caso! 🙂 Il più orecchiabile! Certo anche Arya suonava bene 🙂 sarà che mi chiamo Carlotta e quindi l’iniziale era la stessa

  156. La mia ginecologa ha detto testuali parole: “la conosco poco, ne ho solo sentito parlare, non mi sembra che ci siano particolari controindicazioni ma se tu ti trovi comoda fai bene ad usarla”. Come dicevo in un post precedente, lavoro in ospedale ed ho chiesto ad ostetriche e ginecologi dell’ospedale in cui lavoro è la risposta è stata sostanzialmente simile: “se ti trovi bene, perché no!?”

  157. Io per mia fortuna ho un flusso medio-scarso e quindi posso cambiarla anche ogni 12 ore e non succede nulla, una mia amica che ha un flusso più abbondante si cambia più spesso, ma poco male. Ma tu la usi?

  158. Io ho un flusso medio-scarso, quindi personalmente non posso darti la mia opinione perché non ho un flusso abbondante. Una mia amica ha un flusso medio-abbondante e mi dice che specialmente di giorno si cambia più spesso e se mette bene la coppetta non si sporca. Questa è un’esperienza riportata perché io come ti dicevo non ho un flusso abbondante

  159. Ti capisco perché anche io avevo mille dubbi prima di iniziare ad usarla regolarmente. Non è difficile nè metterla nè toglierla, come per tutto ci vuole un po’ di pratica. Descriverlo è più difficile che farlo! Io la metto ripoegandola si se stessa e poi la infilo un poco e poi lascio, semplicemente, si posiziona praticamente da sola sul collo dell’utero più in basso dell’assorbente interno con la tecnica del “sotto vuoto”. Per toglierla, basta far entrare l’aria nella coppetta ripiegarla su se stessa , sfilarla e lavarla. Ti consiglio di metterla e toglierla con le mani pulite e bagnate perché così scivola meglio. Spero di esserti stata d’aiuto

  160. Basta scegliere una coppetta sufficientemente capiente! Ce ne sono di tutte le forme e dimensioni 🙂 su facebook ci sono dei gruppi in merito dove trovi tutte le informazioni per scegliere la più adatta a te.

  161. Beh si fa bene! Io all’inizio, quando non ero ancora molto pratica lo mettevo anche io il salvaslip

  162. No ma infatti è una cosa personale, se non ti piace “trafficare con i tuoi liquidi corporei”

  163. Io ho un flusso abbondante e la utilizzo da tre anni, veramente ho rivoluzionato il modo di vivere quelle giornate. Basta scegliere la coppetta giusta. Ti consiglio di farci un pensiero 🙂 l’importante è che non scegli una coppetta a caso, informati bene, ci sono anche gruppi su fb dedicati dove trovi tutte le informazioni!

  164. Io sono molto interessata al lato ecologico, però non la userei se non fosse comoda, o se fosse complicata da utilizzare! La uso da tre anni perché è comodissima, basta un po’ di pratica (e scegliere la coppetta giusta per sè)!
    Per quanti riguarda il lato economico, io ho un flusso molto abbondante e spendevo tantissimo in assorbenti…non doverli più comprare è stato anche un bel risparmio, ma il motivo principale per cui la uso è sempre la comodità!

  165. Io personalmente mi sono trovata bene da subito, se tu non ti sei trovata bene, vabbè capita! Esattamente come capita che per te un fondotinta sia perfetto mentre per me è terribile! Non è detto che tutto vada bene per tutti. Secondo il mio personalissimo parere ed esperienza, ha risolto molti problemi che avevo con gli assorbenti esterni. Certo che non è come non avere il ciclo perché io i dolori alla schiena, alla pancia e la cefalea continuo ad averne tutti i mesi!

  166. Non interferisce assolutamente con lo svuotamento della vescica., se lo fa è perché è inserita male (e per quello basta un po’ di pratica) oppure perché non è adatta al proprio fisico. Per quello è importante sceglierla bene, in base alle proprie caratteristiche (trovi tutto su fb nei gruppi dedicati, e anche da altre parti in internet penso, ma non ho esperienza diretta)! Non bisogna fare l’errore di comprarne una a caso, magari l’unica che tiene la farmacia vicino a casa: la scelta della taglia in base all’età e ai parti è molto imprecisa, e inoltre le marche sono diverse tra loro per capienza, dimensione, tonicità…molte la comprano a caso e si trovano bene, ma non sempre si è fortunate 🙂 so che sembra molto complicato ma basta pochissimo per capire, ti assicuro.
    A chi è interessata consiglio di cercare su fb, c’è un gruppo attivissimo che ti spiega come fare tutto quanto 🙂

  167. Molto probabilmente non era la coppetta adatta a te…per farti un esempio, se una ragazza con la quinta di seno indossa un mio reggiseno (ho una seconda scarsa) per forza di cose dirà “mi stringe, è scomodo, non contiene”. Ecco, con la coppetta è lo stesso 😀
    E’ importante sceglierne una adatta a sè. Se per caso un giorno ti andrà di riprovare con un altro modello, prova a cercare un gruppo dedicato su facebook, ti spiegano tutto.

  168. Io ho il ciclo molto abbondate e ho decisamente risparmiato in tre anni che uso la coppetta. Ma il motivo principale è la comodità…pur risparmiando, non la userei se non fosse comoda 🙂 l’importante è scegliere un modello adatto a sè.

  169. Io sono felicissima del risparmio e del lato ecologico, ma la uso soprattutto perché è comoda e mi ha rivoluzionato i giorni delle mestruazioni 🙂
    Se un giorno deciderai di provarla, NON comprarla assolutamente a caso, magari perché la trovi in farmacia…ti consiglio un gruppo fb dedicato, dove ti spiegano come scegliere la migliore per te!

  170. No ne basta una! La togli, la sciacqui e la infili di nuovo 🙂 è molto più semplice di quel che sembra!

  171. Sembra tutto complicato…ma svuotarla e sciacquarla dopo un po’ di pratica è un attimo. La bollitura basta una volta al mese: io la faccio quando manca qualche giorno all’arrivo delle mestruazioni (altrimenti si può farla bollire alla fine dei giorni di utilizzo), la infilo nel suo sacchettino e la metto in borsa così ce l’ho sempre dietro. Il vantaggio è anche che, se ho una giornata impegnata e sospetto che mi verranno quel giorno, la indosso preventivamente la mattina ed esco di casa tranquilla 🙂

  172. I farmacisti molto spesso tengono solo uno o due modelli e non è detto che siano quelli adatti a te. Poi spesso nemmeno loro ne sanno tantissimo, anche perché la scelta in base ad età e parti è imprecisa. Io ti consiglio di cercare su fb, ci sono gruppi dedicati! Io ne conosco uno dove ti spiegano veramente TUTTO e ti aiutano nella scelta 🙂 prova cercare! Altrimenti, se non hai facebook, esiste anche un forum specifico

  173. Guarda una volta ero in farmacia e ho chiesto informazioni a riguardo, la farmacista ne sapeva zero e sono scappata a gambe levate ahah adesso mi sto informando per bene su internet e nei gruppi su fb..spero di fare la scelta giusta! :*

  174. Se un giorno deciderai di provarla, informati bene su come sceglierla adatta a te 🙂 non tutte le coppette sono uguali, e spesso in farmacia ne hanno solo uno o due modelli e non è detto che ce ne sia uno adatto a te. Le diverse marche variano molto come diametro, lunghezza, capienza, tonicità…ti consiglio di cercare su facebook, ci sono gruppi dedicati che ti spiegano veramente tutto 🙂

  175. Io ho un flusso abbondante (del tipo un tampax super ogni 2-3 ore il secondo giorno), e coppetta ho trovato la pace. I primi due giorni non riesco a svuotarla solo mattina e sera ma faccio anche uno svuotamento intermedio, ma ti assicuro che non c’è paragone rispetto a prima. Vivo proprio quei giorni in tranquillità, mentre prima stavo sempre in ansia di sporcarmi. Ti consiglio vivamente di provare, però informati bene come ti ha detto Elisabetta 🙂

  176. Al contrario è quello ermetico che favorisce la proliferazione dei batteri, il sacchetto deve essere sempre traspirante. Io la faccio bollire quando manca una settimana circa alle mestruazioni, poi la metto nel suo sacchettino e poi in borsa. Al momento di usarla la sciacquo in acqua fredda e la indosso! Ricordati che la vagina non è sterile 🙂

  177. Stai attenta a scegliere un modello adatto a te, non comprarla a caso o rischi di trovarti male. Ti consiglio di cercare i gruppi dedicati su facebook, ci sono tutte le informazioni e ti aiutano nella scelta!

  178. Eh infatti spesso non è molto incoraggiante! Poi molte ragazze non sanno che ne esistono decine di modelli diversi per cui è difficile scegliere senza nessuno che ti orienta. Poi ci sta che alcune non si trovino bene a prescindere…però come ho scritto già sopra, se una ragazza con la quinta misura si mette un mio reggiseno (ho la seconda scarsa) per forza penserà che è stretto, scomodo e che non fa il suo lavoro…ecco con la coppetta è così 😀

  179. Ma perché tutti dicono “ah ricordati che la vaginale non è sterile” ma allora freghiamoci di qualsiasi cosa e non ci laviamo nemmeno più.

  180. Moltissimo. Grazie!! Sto pensando di andare a dare un’occhiata e trovare il moglior posto dove la possono vendere. Conosco parecchi negozi che hanno anche prodotti x l’igiene e detersivi bio, penso andro’ li. Grazie. Se ho domande posso romperti??

  181. Si, mi sa che hai centrato il pieno il problema, cercavo una coppetta morbida per non avere fastidi e mi rendo conto che così ne ho molti di più. Se non funziona per me punto a fleurcup. Grazie mille

  182. Nessuno ha detto questo Elena. Ma che la vagina non è sterile è un dato di fatto, così come non sono assolutamente sterili i tamponi interni, che spesso stazionano per settimane nelle borse senza troppi problemi, e sono anche fatti di un materiale molto piu “ospitale” per i batteri rispetto al silicone medicale della coppetta. Nessuno vuole costringerti ad usarla, è assolutamente legittimo che sia una cosa che non ti va! Ti stiamo solo spiegando visto che hai espresso delle perplessità 🙂

  183. La nostra vagina ha le sue ottime difese immunitarie 🙂 non abbiamo bisogno della sterilità totale nella quotidianità. Nulla di quello che entra normalmente in vagina è sterile! E comunque su un tampone tenuto in borsa per giorni/settimane attecchiscono molti più batteri che non sul silicone medicale di una coppetta bollita. È che siamo abituate a pensare ai prodotti per le mestruazioni sempre come usa e getta, per cui l’idea del riutilizzo fa storcere il naso inizialmente! Invece lo schifo per il sangue è una cosa a parte, se ti fa senso non forzarti ad usarla perché rischi di avere un’esperienza negativa se non sei convinta 🙂

  184. Infatti i tamponi interni non li uso e non li voglio proprio nemmeno considerare.
    Diciamo che è l’atteggiamento in generale, e quindi non riferito a te, di quelle che usano la coppetta che vogliono avere ragione su tutto e danno risposte super acide a chi non vuole saperne nonostante, come me, sappiamo cosa è e abbiano studiato l’argomento documentandosi a lungo.

  185. Hai perfettamente ragione! Comunque non forzerò ad usarla, ormai alla mia età ho un buonissimo rapporto con il mio corpo, la riproverò per “curiosità”… Un salutone whynot! 🙂

  186. Su questo hai ragione, è vero che alcune tendono ad esagerare! Io ne sono entusiasta e la consiglio sempre, cercando di dare info più complete possibili perché molte volte si rifiuta l’idea per scarsa conoscenza del dispositivo, però sicuramente non do della stupida a chi non la usa 🙂

  187. Considerati singolarmente sicuramente no, però secondo me il risparmio si fa eliminando tante piccole voci di spesa!
    Cmq io uso sia gli assorbenti che la coppetta… E sicuramente la coppetta è una scelta più economica e più ecologica. Poi sulla comodità ciascuna avrà la sua opinione basata sulla sua esperienza!

  188. il mio problema è ke superati i 30 anni, anke se non ho mai partorito dovrei usare la versione large, già ho difficoltà ad inserire un assorbente interno o l’ anello anticoncezionale, figuriamoci la coppetta della taglia + grande!! se dovessi provarla prenderei cmq la small.

  189. io uso gli assorbenti interni molto spesso, anke di notte x non sentirmi sporca e uso anke l’ anello anticoncezionale interno, la coppetta però mi da l’ idea di essere difficile da inserire, soprattutto la mattina qnd vai di fretta…

  190. è vero non ci avevo pensato… io sono riuscita a togliere l’ anello anticoncezionale xkè aveva appunto la forma di un anello, ma la coppetta chissà se è difficile toglierla..

  191. hai ragione, io a volte sento questa sensazione di sottovuoto anke qnd tolgo gli assorbenti interni

  192. si infatti, x esempio qnd sto molto nervosa e non riesco a rilassarmi faccio un sacco di tentativi prima di inserire l’ assorbente interno. penso ke anke con la coppetta si deve fare un po’ di “pratica”

  193. in farmacia mi hanno consigliato i lines E ke è vero ke costano tanto, ma non danno fastidio come gli assorbenti esterni normali, cioè sono + “lisci”

  194. si però sai ke fatica lavare e rilavare quei panni!! e poi cmq penso ke le macchie restavano. è vero ke bisogna salvaguardare l’ ambiente, ma bisogna capire anke se una ragazza non se la sente di indossarla.

  195. no, la sento anke io, xkè gli assorbenti di stoffa mi farebbero un po’ schifo. cmq io sto usando il nuvaring e la coppetta non potrei inserirla in qst periodo.

  196. certo! per come la vedo io però ormai siamo arrivati agli sgoccioli con il fare qualcosa per il nostro pianeta… e io lo faccio volentieri, poi la coppetta basta sterilizzarla a fine ciclo e svuotarla e lavarla 2 volte al giorno .. andava molto peggio alle nostre nonne 😉

  197. io la proverei, però se ci sono delle ragazze ke non si sentono a loro agio non deve diventare un obligo.. magari usiamo la coppetta e non sappiamo da dove vengono estratti i minerali ke servono x far funzionare i nostri cellulari, da dove vengono estratti i nostri diamanti, se la soia di tutti questi prodotti bio è ogm e da ki e con quali coloranti vengono fabbricati i vestiti di brand come H&M ecc.. c’è una lunga lista x vivere in modo etico e responsabile e ci si può impegnare x l’ ambiente in vari fronti anke indossando gli assorbenti normali..

  198. certo che sì, non sto affatto condannando chi usa assorbenti normali, io stessa devo ancora cimentarmi con la coppetta! la proverò perché ho raccolto sufficienti informazioni per capire che è una cosa che posso fare e non mi pesa, ma ovvio che se una non se la sente continui pure la via tradizionale

  199. Ciao honey, infatti pensavo proprio all’ipercoop anch’io!! In quello di Cesena hanno aperto all’interno una mega-farmacia-prodotti bio-blablabla.. e pensavo di andar a vedere. Grazie x la dritta. Ciauu

  200. Sto leggendo moltissime cose e anche i vostri commenti. ..ma come si fa a capire quand’è piena? ?? Scusate ma la domanda mi sorge spontanea ahahahaha

  201. Diciamo che la mattina devi essere bella sveglia per inserirla bene 🙂 🙂 no dai anche con poco tempo si può fare, basta fare pratica.

  202. Non l’ho ancora provata, ma mi sono informata bene su un gruppo facebook, dove ho scoperto tante cose interessanti.
    C’è anche un sito che spiega bene: coppetta-mestruale.it
    Una cosa importante è sceglierla in base alle proprie caratteristiche, perché esistono diverse marche di coppette e non sono uguali. Cambia la tonicità (morbide, semitoniche, toniche), la lunghezza, la capienza.
    Se si compra una coppetta a caso si corre il rischio di prenderla sbagliata per il proprio corpo e molte, trovandosi male, pensando che tutte le coppette siano così.
    Un’altra cosa importantissima: comprare solo coppette certificate. Non comprate mai coppette da 1€, sono fatte con materiale non sicuro. Meglio affidasi ai canali di vendita ufficiali che hanno solo coppette certificate.

  203. Ti posso dire dalla mia esperienza che le coppette sembrano grandi, ma se poi vedi le foto comparative, ti accorgi di come siano piccoline. 🙂
    Per la grandezza non devi considerare solo l’età, ma anche entità del flusso e altezza cervice. Su facebook trovi gruppi sulle coppette dove sono spiegate le caratteristiche da controllare per scegliere la coppetta. Oppure sul sito coppetta-mestruale.it 🙂

  204. Da quello che ho letto si possono usare, ma ci sono degli accorgimenti, che ora non ricordo. >__< Controlla su facebook i gruppi (chiusi) dedicati alle coppette. Si trovano ottime informazioni e le caratteristiche da controllare per scegliere la coppetta adatta al proprio corpo. Oppure il sito coppetta-mestruale.it 🙂

  205. io la uso da inizio anno e non tornerei mai indietro!!!! all’inizio avevo preso la Meluna ma non era adatta alla mia fisiologia (non aderiva bene e continuavo ad avere perdite), quindi sono passata alla Natù, comprata sul sito di Ecco verde per €16! è molto molto più comoda degli assorbenti e non si sente per niente (basta trovare quella adatta al proprio corpo, comunque si trovano molte informazioni a riguardo). Nessun problema al mare, in piscina, o anche con vestiti aderenti o bianchi. Basta sciacquarla con acqua e un po’ di detergente intimo quando la si svuota e farla bollire qualche minuto prima di ogni utilizzo! io la consiglierei anche alle giovani proprio per sviluppare una maggiore consapevolezza di se stesse: le nostre parti intime fanno parte di noi ed è giusto conoscerle e rispettarle senza averne timore! 🙂

  206. invece è più facile di quello che pensiate 😉 anzi è decisamente più facile del togliere un assorbente interno che, assorbendo, tende a seccare il canale vaginale 🙂

  207. una fobia è una fobia, quindi è comprensibile 🙂 ma se mai avessi una necessità e fossi motivata a provarla (es. per essere libera di andare al mare/piscina o per altri motivi), a livello razionale concentrati sul fatto che esce di sicuro 😉 chissà che magari tu non riesca a superare la tua fobia 😉

  208. provare per credere 😉 moooolto più facile di un assorbente interno, potreste aver bisogno di qualche ciclo per prendere confidenza, anche se la maggior parte riesce al primo tentativo 😉 inoltre c’è anche la possibilità di usare un lubrificante (a base d’acqua), con quello scivola come un marshmallow *.*

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here