Ciao ragazze!

Le temperature, soprattutto ultimamente, si sono abbassate davvero tanto e tra nevicate, freddi polari e vento, una delle parti del nostro corpo che risentono degli inconvenienti dell’inverno sono, senza alcuna ombra di dubbio, le mani! C’è da dire che, tra detersivi, agenti atmosferici e le faccende di ogni giorno, la pelle delle nostre mani è molto propensa a screpolarsi e a seccarsi in ogni periodo dell’anno, per non parlare dei famigerati geloni, ossia delle irritazioni cutanee accompagnate da rossori e gonfiore!

E, dato che mi merito una bella tirata d’orecchie in quanto spesso anche io tendo a trascurare questa parte del corpo (:-P), per il post di oggi ho chiesto alle ragazze del Team quali sono i loro prodotti preferiti per proteggere le loro mani durante specialmente durante l’inverno, in modo da darvi (e darmi, eheh) qualche interessante suggerimento per prendersene cura! Continuate a leggere il post, bellezze, per vedere quali sono!

ClioMakeUp-Mani-Screpolate-Rimedi-19

CHIARA: KALODERMA E KIEHL’S

Il freddo e i raggi solari non sono gli unici nemici delle nostre mani, e lo sa bene Chiara che, dopo aver fatto faccende come lavare i piatti, è consapevole dell’importanza del ripristino del film idrolipidico della loro pelle. I prodotti con cui contrasta, dunque, le mani screpolate sono la crema all’olio di Argan di Kaloderma, che si assorbe molto velocemente, idrata senza ungere e ha un profumo delicato e gradevole…

ClioMakeUp-Mani-Screpolate-Rimedi-2Kaloderma, Crema mani all’olio di Argan. Prezzo: 3,15€ su Amazon.it

…e due creme mani di Kiehl’s, quella al coriandolo e quella classica del brand. A Chiara piacciono entrambe, e ha constatato che la principale differenza tra i due prodotti consiste, più che altro, nella profumazione.


ClioMakeUp-Mani-Screpolate-Rimedi-7Kiehl’s, Crema mani al coriandolo. Prezzo: 15,95€ su Douglas.it

Entrambe, infatti, lasciano le mani liscissime, hanno una texture molto leggera e, se applicate prima di andare a dormire, il mattino successivo riescono ad attenuare molto, se non addirittura ad eliminare, le screpolature della pelle. E addio mani rovinate dai detersivi ;-)!

ClioMakeUp-Mani-Screpolate-Rimedi-8Kiehl’s, Crema mani. Prezzo: 16,50€ su Douglas.it

COSTANZA: CUCCIO NATURALÉ E OCCITAINE

Costanza mi ha detto di avere la fortuna di non soffrire di screpolature e pellicine sulle mani e, per questo, non ama le creme ad esse mirate troppo ricche o appiccicose.

ClioMakeUp-Mani-Screpolate-Rimedi-15

Per questo, Costanza gradisce molto i burri idratanti di Cuccio Naturalé che, pur avendo una consistenza dapprima burrosa e molto emolliente, nel giro di pochi secondi si asciugano mentre li si massaggia sulle mani, lasciando un finish velvet molto piacevole, idratando anche le unghie e le pellicine che spesso si creano vicino alle cuticole.

ClioMakeUp-Mani-Screpolate-Rimedi-12

La crema è disponibile in diverse profumazioni: la preferita di Costanza è quella Latte&Miele ma, conoscendo i miei gusti, mi ha suggerito di optare per quella Cocco&Zenzero!

ClioMakeUp-Mani-Screpolate-Rimedi-11

Cuccio Naturalé, Butter Blend Crema Idratante per mani e corpo. Prezzo: circa 19€

L’unico periodo in cui le mani di Costanza hanno avuto bisogno di cure è stato quando studiava a Padova, città che d’inverno ha un clima molto freddo e umido e che le ha causato geloni su mani e piedi!

ClioMakeUp-Mani-Screpolate-Rimedi-16

In questi casi, Costanza ha trovato un’amica fedele nella crema mani di L’Occitane al burro di Karité, dalla texture ricchissima e che usava soprattutto prima di andare a dormire!

ClioMakeUp-Mani-Screpolate-Rimedi-6L’Occitane, Crema mani al burro di karité. Prezzo: a partire da 8€

Bellezze, ferme tutte, non ho ancora finito! Mani screpolate rimedi  e i consigli di Silvia, Laura e dell’altra Chiara del Team per avere una pelle morbida e di seta vi aspettano a pagina 2!

145 COMMENTI

  1. Erboristeria Magentina alla lavanda. Era un omaggio natalizio, mi è piaciuta tantissimo. La metto al mattino e durante la giornata. Se ho bisogno di extra, burro di karité e guanti, come impacco notturno. Finita questa crema ho in lista d’attesa una crema all’olio di Argan L’Erbolario, altro regalo. Poi si vedrà! Buona domenica a tutte le mie amiche di tastiera!

  2. Anch’io trovo che il miglior rimedio sia burro di karite’ e guanti. Purtroppo quelli di cotone che usavo per questo li ho persi e non riesco a trovarne altri adatti da nessuna parte. .. Ho provato la maschera all’argan di Sephora ma per le mie mani screpolatissime è stato un supplizio, non vedevo l’ora di toglierla perché mi bruciava da matti… peccato perché il profumo è buonissimo e poi la pelle delle mani mi appariva più luminosa, ma troppo fastidiosa… mi sa che continuerò a cercare guanti di cotone!

  3. Io li ho trovati da Ovs, mi pare nello stand di P2 cosmetics. Ma a questi come gli è venuto in mente di mettere sto nome con tutto quello che P2 richiama alla mente in Italia?

  4. Le creme mani sono la mia ossessione… ne ho in ogni angolo di casa, in borsa e lavoro.. non deve mancare mai.
    Le uso sia in inverno che estate e mai una specifica diciamo che se voglio provare qualcosa di nuovo o un marchio nuovo la prima cosa che prendo e’ la crema mani.. attualmente sul comodino ho in uso LA BRUKET in borsa vicky al lavoro la cien della lidl e in giro sempre linea cien edizione limitata

  5. Io sto alternando la glicemille (la notte ) e la cien nature in ogni momento della giornata, con entrambe mi trovo benissimo e, quando non sono sufficienti, mi spalmo sulle mani anchev la crema all’urea per talloni sempre di cien.

  6. Ciao ragazze! Devo stare attenta alla cura e all’idratazione delle mani per forza, perché soffro di disidrosi alle mani da quando avevo 7-8 anni (una specie di dermatite allergica che nei periodi acuti e con il freddo mi fa proprio piagare le mani…

  7. Io mi trovo benissimo con la crema di dr organic al miele e con quelle in barattolino delle saponaria. Ho provato anche quella dell’erbolario e mi piace tantissimo il profumo. Spesso faccio un impacco notturno arricchendole con vari oli e mettendo i guantini di cotone.

  8. Io uso dallo scorso inverno la crema di Kiehl’s, prima di allora inorridivo nel mettere creme sulle mani, odio la sensazione di unto finché non ho scoperto con Clio questa di Kiehl’s, mi lascia le mani bellissime senza ungere, si assorbe in fretta e non ha odore, peccato solo per il prezzo, aperta a nuove scoperte quindi

  9. A me piace molto utilizzare la crema mani! Mia mamma poi, non usa i guanti con le faccende domestiche e si ritrova sempre con le mani super screpolate. Perciò siamo sempre alla ricerca di una buona crema, preferibilmente mani e unghie (per rinforzarle) e al momento mi sento di consigliarvi:
    – L’Erbolario: crema per le mani e le unghie all’olio di oliva e alla vitamina E. Molto buona, sembra unta all’inizio ma poi si assorbe e lascia le mani belle morbide;
    – Seba med crema mani e unghie. Si trova in farmacia, io l’ho presa in offerta a €2,50 ed è stata una bella scoperta! Da usare in piccole quantità come la prima, lascia la pelle morbida, più elastica.. mi piace!
    – Kaloderma, linea “nutre”. È un burro mani con burro di karité e olio di mandorle. La consistenza è appunto burrosa ma è meno efficace delle prime due citate quindi la utilizzo tutto i giorni senza grandi pretese ma continuo a ricomprarla perché rispetto ad altre da supermercato questa è la più buona in tutti i sensi!

  10. Io soffro di irritazioni e geloni di inverno e i miei top sono la crema sos Cien e la cera di Cupra. Le altre (economiche intendo) non appena si assorbono ritorna il problema.
    Altrimenti per un’azione urto preparo un recipiente con acqua calda, limone, oli di oliva, ricino e mandorle e tengo le mani immerse per 10/15 minuti. Poi le asciugo e metto pure la crema. Rinascono.
    Un’altra cosa che faccio quando mi fanno male è fare un impacco con la Cupra e metto i guanti di cotone per tutta la notte: sollievoooo!

  11. Io ho spesso le mani secche, ma uso la crema solo la sera perché odio sentire qualcosa sulla pelle. Le mie top creme sono:
    – Lush: gurugu
    – Rilastil: quella in tubo di aluminio con karite
    – caudalie; Crema “classica”

    Per riparare le mani in un momento critico o prima delle faccende domestiche come “filtro” uso la viene sos

    Buona domenica!

  12. Nei posti dove devo vivere in questi ultimi inverni si è arrivati a temperature di -25 gradi…brrrr…ora in Foresta Nera, immaginate. Il mio problema è la pigrizia…ho diverse creme mani ma sono pigra, trovandomi spesso con mani arrossate e screpolate (e per una pianista non è proprio un bel vedere). Comunque prima di dormire sto applicando una crema BIO “Bergila”,, un prodotto del Sud Tirolo e devo dire che raramente mi ero trovata così bene con una crema mani. Per me la scoperta TOP assoluta sono stati i “guanti/maschera” di Sephora. Quando son proprio in crisi li tengo su l’intera notte e il giorno dopo ho delle mani da fata, anche i tagli guariscono!

  13. Secondo me è il nome! Rossella Ross Rossetti. Nomen omen. E spero di non aver scritto una caxxata che io il latino non lo so.

  14. Una pianista! Io ho l’orecchio negativo, quanto vorrei saper suonare! Mio figlio Riccardo è flautista e pianista, ieri sera è andato alla Scala di Milano al concerto della Chicago Symphony Orchestra diretta da Riccardo Muti! Ha comprato il biglietto con il bonus cultura dedicato ai diciottenni. Anche mia figlua suona, lei il violino, e mio marito la chitarra. Solo io non distinguo un suono.

  15. Quando ho le mani davvero devastate Neutrogena e Glysolid (nel barattolo), per la vita di tutti i giorni ammetto che una vale l’altra e mi piace cambiare spesso.

  16. Appassionata di creme mani a rapporto!

    Intanto consiglio a Chiara di utilizzare sempre i guanti quando lava i piatti, questo aiuta sicuramente visto che il detersivo sulle mani è micidiale!

    Mie creme preferite:
    – The body shop, la versione al pompelmo rosa;
    – Omia, con aloe vera
    – Equilibra
    – Lavera, versione con burro di karitè

  17. L’urea è efficace, chi ha cambiato pannolini lo sa! Chissà se un impacco notturno con una crema tipo Fissan (che di giorno non si potrebbe usare perché non si assorbe) funzionerebbe sulle mie ragadi…

  18. ma dai! non male una famiglia di musicisti! io invece sono l’unica in una famiglia di “non musicisti” ahah. Mi spiace per l’orecchio negativo. Ho studiato pedagogia steineriana e posso dirti che non è un “deficit” della nascita. In gran parte ciò è soltanto una conseguenza di mancanza di educazione musicale specialmente nell’età dell’infanzia (3/5 anni), anche indiretta. Non è necessario studiare musica ma ci sono accorgimenti molto importanti che ricoprono una ampia sfera cerebrale(quindi aiutano anche nella comprensione di molte discipline scolastiche e intellettuali) che tutti i genitori dovrebbero sapere. Una domanda: canti? intendo ti viene da cantare, ogni tanto, sotto la doccia, quando guidi, cammini, insomma emetti suoni con la voce? 😉 scusa la mia deformazione professionale. Non è mai troppo tardi per far entrare la musica nella propria vita.

  19. Te lo consiglio! Funziona alla grande e se hai dolore passa! Io lo faccio anche prima di una semplice manicure, ammorbidisce le cuticole e prepara le unghie. In questo caso però prima di stendere lo smalto le unghie vanno risciacquate altrimenti lo smalto sulla base oleosa non attacca.

  20. Non canto quasi mai, perché in casa come ci provo mi pregano di smettere! Però è vero quello che scrivi, infatti mia figlia è riuscita a suonare il violino con buoni risultati nonostante non abbia un buon orecchio, a differenza del fratello che, come mio marito, ha proprio un dono naturale e suona bene anche strumenti che non studia. Ora si trastulla pure con la chitarra è in casa abbiamo una fisarmonica che ancora nessuno ha provato a suonare! Io, la mosca bianca! Mi ha fatto piacere parare di questo con te, grazie di tutte le spiegazioni che mi hai dato! Buona domenica.

  21. Fortunatamente, per quanto riguarda le mani non ho particolari problemi: una buona crema idratante e perenne uso di guanti quando sono all’aria aperta mi basta per evitare particolari danni. Il mio problema sono i piedi! Non importa quante paia di calze metta, i geloni si riformano sempre. A volte sono così dolorosi che faccio fatica a mettermi le scarpe! Li combatto con creme idratanti e pedulivi peró loro si riformano sempre. Infatti vorrei trovare un modo per prevenirli o evitare che si formano. Alcuni mi hanno parlato di solette per scarpe termiche ma non le ho ancora mai provate

  22. Ma figurati! Anche io ho un dono naturale e suono diversi strumenti. La musica è parte di me, sempre e comunque, nel bene e nel male. Ma mi permetto di dirti una cosa: se vuoi cantare, perché senti che emettere delle note produce vibrazioni positive nel tuo corpo (e nella tua mente), FALLO! Fallo quando vuoi, certo meglio se si è da soli per non “disturbare” nessuno, ma fallo liberamente…
    Buona domenica!

  23. Sono ossessionata dalle creme mani. Ne ho ovunque. Ogni volta che le lavo metto un poco di crema. Solo sul dorso. …sul palmo mi da un po’ fastidio. Mentre la spalmo sembro una foca, ma va bene così

  24. Io come crema rigenerante uso la prep, di notte 🙂 e di giorno la crema mani della clinans alla passiflora!mi aiuta molto a tenere le mani al sicuro dal freddo

  25. Io si, funzionano! Te lo assicuro. Mi capita di lavorare nelle viti con ghiaccio o neve e i piedi sono al caldo. Non ho geloni sui piedi!

  26. Anche io soffro di geloni purtroppo e quest’anno per la prima volta mi sono venuti anche ai piedi T_T Cambio spesso crema mani perché per ora non ne ho ancora trovata una che mi faccia dire “wow” per adesso sto usando Equilibra linea karité con cui mi trovo abbastanza bene, me la porto anche in borsa perché gli sbalzi di temperatura sono terribili per le mie mani!

  27. Io non ho screpolature o geloni, ma ho sempre le mani un po’ secche, in qualunque stagione (cosa di famiglia), per cui prima di tutto porto sempre i guanti, poi a casa alterno diverse creme mani. Ogni tanto uso la Glysolid in barattolo, ma mi fa una patina unta che mi dà fastidio e a volte mi fa venire dei micro brufoletti sul dorso, quindi se posso evito (anche perché boh, sarà un’idea mia, ma mi sembra che mi indebolisca un po’ le unghie, si imbevono, diventano flessibili e poi tendono a spezzarsi di più); invece mi trovo bene con il Cicalfate dell’Avene, Aqua della Rilastil e, ultimamente, con la crema all’argan e aloe della Bionova (profumo un po’ forte, quindi non riesco a darmela prima di dormire, ma per il giorno va benone). Questa in particolare l’ho presa perché è più comodo avere già una crema fatta, invece di mescolare al momento gel d’aloe e olio di argan come facevo prima, anche se trovo che per l’idratazione di unghie e cuticole comunque niente si possa paragonare all’argan.

  28. Quando fa freddo le creme leggere sulle mie mani non funzionano. L’unica che mi aiuta è la Glysolid classica messa prima di andare a dormire con un paio di guantini. So che non è bio, ma pazienza.

  29. In passato ho provato un paio di creme mani dell’Occitane, profumo delizioso ma anche secondo me idratavano poco (invece mi sembrano buone le creme corpo).

  30. Io la Prep la uso per le ustioni solari, un anno mi sono fatta fuori i polpacci in alta montagna e mi ha salvato la vita

  31. Anche io soffro di disidrosi da quando ero piccola! Ultimamente ho ridotto il problema prestando anche attenzione all’uso di saponi e detergenti non troppo aggressivi, ma la crema mani è obbligatoria altrimenti si creano disastri

  32. Proprio per quello che dici ho intenzione di portare il mio bimbo di 5 anni a lezione di musica. Non pretendo diventi Allevi ma dom certa che la musica apra la mente, lo spirito e ci renda persone migliori. Il primo anno fanno proprio approccio alla musica, giocando e iniziando con percussioni, poi si vedrà. Io spero vada bene

  33. Io la prep in realtà la uso per ogni cosa ahah anche quando mi sento i piedi distrutti dopo il trekking o dopo una serata di lavoro (da cameriera), una bella spalmata di prep rinfresca ed idrata

  34. Guarda io portavo Emilia alle lezioni quando aveva 4 anni. Suonavano tutto: le noci di cocco, una rana di terracotta con un bastoncino di legno… tornava a casa con dei puntini gialli o verdi o blu e quando chiedevo “perché hai un puntino sulla mano?”, mi rispondeva: “è il potere, mamma.”
    Con la espressione da ‘è possibile che non capisci?!’
    Sì, e ballava il pirulì.
    ?????
    Porta tuo figlio, ragazze, fatelo tutte.
    Arricchisce.

  35. Simpatico tuo figlio! 🙂
    Mi rendo conto che posso non essere “un bel vedere”, ma che ci vuoi fare, ognuno ha le sue caratteristiche!

  36. Ciao a tutte! Visto l’argomento posso chiedere se qualcuna ha qualche consiglio per cosa fare se le ustioni da freddo sono sul viso? Sto facendo tirocinio in una villa veneta del ‘700 e mi occupo dei turisti e della didattica e sono spesso in giro per la villa…dove fa più freddo di fuori! Mi sono venute delle ustioni da freddo ai lati del naso e tra naso e bocca…per non parlare della bocca devastata…qualche consiglio? Magari anche rimedi naturali o prodotti bio, di erboristeria o cruelity free. Grazie 🙂

  37. Se ti interessa esistono anche delle creme che idratano e riscaldano i piedi….io ne uso una al ginepro della just, consigliata dal marito di un’amica che lavora fuori al freddo 🙂

  38. Ciao Clio!! Lo ammetto, per quel che riguarda la cura delle mani io sono un po’ un’asinella… 😉 è una cosa incredibile, curo con molta attenzione la pelle di viso e del corpo, mentre la pelle delle mani la dimentico sempre.. e corro ai ripari quando, come in questo periodo, le mie mani diventano tutte screpolate e tagliuzzate.. 🙁 grazie mille dei consigli, un bacione!!!!

  39. non sai che dritta mi hai dato. se la trovo e funziona, avrai la mia eterna gratitudine….Nonostante abiti in Sardegna e quindi devo ringraziare per le temperature non troppo rigide, soffro di dermatite da freddo. Quindi sono perennemente bruciata dal freddo, arrivando a sanguinare e tagliarmi, come se fossi caduta sull’asfalto! inoltre ho i piedi eternamente gelati, talmente freddi che perdo sensibilità e mi fanno male, una sorta di congelamento, perchè rimangono freddi anche se cammino o faccio sport, con mille aghi dolorosi. le provo tutte per scaldarli, ma molte volte neanche metterli dentro il caminetto funziona. E quando dico dentro, intendo davvero dentro…

  40. brava. Fino ai 9 anni la musica DEVE essere un gioco. prima percussioni e poi melodie. Meglio se con strumenti pentatonici e di materiali naturali…(credetemi fa la differenza!). Nei primi mesi di vita bisognerebbe riparare il bambino da fonti di inquinamento acustico (in primis elettrodomestici, anche se noi non ci facciamo caso), radio e tv (non distingue ancora il rumore dalla musica). Scandire i momenti della giornata con dei canti, sempre gli stessi alle stesse ore, prima dei pasti, prima di dormire etc. Danno il senso del tempo al bambino (che non ha ancora la cognizione del tempo) e comincia a riconoscere il linguaggio della musica con l’istinto. Cantare, anche stonate non importa, a contatto con il bimbo. Le vibrazioni della voce umana (specialmente della voce della mamma, che le sue orecchie ma tutto il suo corpo hanno percepito ancora prima di nascere) lo rassicurano. Meno capricci e meno pianti, assicurato. Dai 3 anni si sviluppa la melodia, prima il tempo e il ritmo. I passi, camminare a tempo, è il primo “step”. Ogni mamma secondo me dovrebbe frequentare un corso di musica steineriano…è davvero mooooolto utile e interessante. Qui ho fatto solo un riassunto sperando vi possa interessare, è davvero un universo bellissimo e potenzialmente pieno di possibilità per far crescere i propri figli con una mente aperta e un senso della percezione (artistica ma non solo) naturalmente sviluppato.

  41. che figata! io insegnavo ai bambini, ho inventato giochi del genere con fazzoletti colorati abbinati alle note, la parti del corpo come strumenti, gite nei prati e costruzione di strumenti musicali semplici in legno, insomma un mondo fantastico ma anche molto più reale di quello che sta dietro al banco di scuola. Ovvio come complemento, ma con questo metodo si può avere vantaggi in tutte le materie. Purtroppo le scuole con docenti preparati a dovere su questo tipo di pedagogia in Italia sono davvero poche, guarda caso in Europa sono molto diffuse. Io mi sono specializzata presso una docente olandese, nazione molto avanti in questo tipo di materia. Ciao!!!

  42. Questo post capita a fagiolo 😀 negli ultimi due o tre anni ho cominciato ad avere problemi di secchezza e ragadi, posso consigliare a occhi chiusi una crema de i provenzali al burro di karitè che uso la sera prima di andare a dormire, unge tanto, ma alla mattina si vede la differenza! la pelle è molto migliore e i tagli non fanno più male. Ora sto cercando una valida crema da giorno che non unga troppo ma che faccia il suo lavoro… ho appena preso quella di nuxe speriamo bene!

  43. Ciao! Innanzitutto ti consiglierei come protezione creme apposite per riparare da freddo e vento, ne trovi alcune specifiche in molte linee per bambini. Per riparare la pelle ti consiglio la Cicalfate di Avene eventualmente alternandola ad una crema alla calendula o alla propoli, non ti dico marchi in particolare, l’importante è che siano belle ricche di principio attivo!

  44. Sì, una specie! Ho anche un nipote che suona la batteria è una nipote che canta! Io giro col piattino!

  45. Le due cose che non mi mancano mai, estate o inverno, sono crema mani e burrocacao. Soprattutto d’inverno non so quanta crema mani mi dia e quante ne abbia provate fino ad ora, poi lavorando in farmacia tutto quello che arriva lo provo e negli anni ho potuto constatare che per l’inverno tra le creme migliori ci sono quella della Lush Gurugu (sembra costi molto ma ne serve davvero poca e idrata a lunga durata) e Lederme della Phytogarda, un marchio italiano che si vende in farmacia e fa prodotti davvero ottimi! Persone con screpolature, tagli e brutte irritazioni causate dalla polvere dei kiwi (nella mia zona ci sono molti frigo di frutta e di conseguenza persone che vi lavorano) mi ringraziano tuttora per questa crema che ho consigliato perché è l’unica con la quale hanno risolto. Tra l’altro spesso si trova in offerta a 4,90, quindi ottimo!

  46. Grazie mille, gentilissima 😉 questi giorni le sto provando davvero tutte! Proverò sicuramente 🙂

  47. Hahaha! Allora cercherò questi guanti “da loggia” all’OVS oppure da acqua e sapone, grazie. I guanti di Sephora li ho dati a mia figlia, che non ha disidrosi e li ha tollerati benissimo.

  48. Io mi chiamo Giulia e di rossetti me ne comprerei uno (o anche due, tre…) al giorno! Non è il nome, è tutta colpa di Clio, del Team e delle loro recensioni, che ci costringono a vedere la vita in rosa… indiano!
    😉

  49. La mia erborista tiene questa marca e me l’ha regalata per Natale quando ho fatto alcuni acquisti da lei

  50. Cavolo! Allora è grazie ai miei genitori. .quanto rock ascoltavano (sono giovani. ..). Non è certo il mio lavoro, ma è divertente.. a volte canto per gli amici

  51. Vai! Quella l’erbolario è la preferita mia e di mamma. La condividevo con lei quando ancora vivevamo insieme 🙂

  52. Donna! Tu che ne hai possibilità devi cominciare a portarti al lavoro di nascosto il telefono e postare le foto.

  53. Hai provato anche la crema alle mandorle dell’erbolario? È in barattolo e si lascia agire tutta la notte con i guanti di cotone in dotazione!! Davvero ottima!!!

  54. Per me le migliori sono la crema all’olio di oliva dell’Erbolario e la crema mani della Neutrogena!! Quella della nuxe anche non è male!! Quando proprio il freddo mi spacca un po’ le pieghette delle mani uso la crema alle mandorle dell’Erbolario e la lascio agire tutta la notte con i guanti di cotone che sono nella confezione!!

  55. Hai provato anche la crema alle mandorle dell’erbolario? È in barattolo e si lascia agire tutta la notte con i guanti di cotone in dotazione!! Davvero ottima!!!

  56. Anch’io all inizio sentito la marca P2 ho storto un po’ il naso chiedendomi “chi è sto pirla che ha dato questo nome?”
    Poi è un brand tedesco

  57. Anch’io canto in macchina. Urlo come una pazza (quando sono sola e se sento una “mia canzone”)! E pensare che non cantavo male da ragazza…..vabbe’.

  58. Ecco…ho visto l’olio di semi di lino di questa marca. Devo guardare meglio mi sa..sto andando in un market enorme. Mi ci perdo

  59. Mi spiace! Provale! Io ho preso quelle semplici da Deichmann con la pelliccetta bianca..Non so la marca, ma non ho speso nemmeno tanto.

  60. Sono un’anziana signora di 62 anni, e ho la pelle da sempre delicatissima e secca. Inoltre soffro di psoriasi. Per le mani https://uploads.disquscdn.com/images/909b145d4a9bcd625750f72e47521c2f681723cb25b48a3164d6450cf2eb426e.jpg ho trovato un rimedio miracoloso usando due prodotti insieme: l’olio per detergere le mani e la crema mani con il 5% di urea, tutti e due della Eucerin in farmacia; non ricordo il prezzo, ma non sono cari e devo dire che sulle mie mani hanno un’azione potente!

  61. Soffrivo di freddo alle mani. Erano sempre freddissime. Ora ho risolto aumentando parecchi chili. Adesso ho le mani bollenti. Almeno il grasso, a qualcosa serve.
    La sera sul comodino ho da anni la crema mani ed unghie dell’Erbolario alla vit e. Non riesco a sostituirla.
    Comunque se guido, metto i guanti e in casa ho guanti di gomma sparsi ovunque. X le pulizie, per i piatti, li uso sempre che mi si distruggono le mani

  62. Ciao ragazze! Io non potrei vivere senza creme mani che mi spalmo praticamente ogni volta che le lavo. Ormai é un’abitudine cosí radicata che soffro a non averne con me. Detto questo, al di là della marca che dipende dalla pelle di ognuna, trovo che le mani siano il nostro biglietto da visita e mostrino subito la nostra età. Se sul viso possiamo barare col makeup, sulle mani no! Per cui prendiamocene cura altrimenti a 30 anni avremo le mani che ne dimostrano il doppio!

  63. No… puzza troppo. Non ce la posso fare!
    E poi è untissima, fa un pastrocchio …. no no non me la sento!
    Una mia conoscente lo faceva, la teneva tutta la notte. Alla mattina però ti devi lavare i capelli e cambiare federa. Sono una donna pratica, figurati se sto li a fare tutto sto cinema….

  64. Salve Signora Cipiat, non ti definire “anziana” ma una ragazza matura; ce ne sono altre della tua fascia ma che amano curarsi anche solo con un bel rossetto come il tuo. E poi, noi tutte ti veniamo dietro con l’età. Benvenuta Ragà.

  65. Anch’io una volta ero grande utilizzatrice di guanti, specie per lavare i piatti. Poi,nascondendomi dietro la fretta, con la trascurataggine nell’indossarli li ho definitivamente accantonati. Certo che la sensazione di non riuscire a fare le cose con i guanti mi è ritornata, perché è solo questione d’abitudine; così proprio 2 gg fa notavo che ho le mani tutte screpolate- a me si creano pure i tagli sulle nocche e sulla dita-e pensavo di imputarlo al detersivo dei piatti, ma non proprio, è solo colpa mia.Che vi scandalizzate se dico che la mia preferita è la S.S. Leocrema !?

  66. Scusami tanto Rosa, ma hai capito male.
    Proprio perché si vede che la ragazza si cura e sfoggia un bel rossetto non penso c’è bisogno di definirsi anziana.
    Cosa sono poi 60 anni?
    60 di ieri sono 40 di oggi.
    Il mio era un invito di considerarsi semplicemente una di noi: una donna appassionata di beauty, sempre e comunque.
    L’età non conta.

  67. Mmm non funziona per niente… io non ho borse sotto gli occhi ma il mio ragazzo sì e gliela comprai. Ovviamente lui non sapeva cos’era ma fidandosi di me la provò per parecchio tempo fino a che smise perchè non faceva nulla. E’ stata una grandissima delusione dopo tutto quello che avevo sentito dire sigh… è vero anche che non ha un odoro stupendo ma sinceramente ho sentito pure di peggio. Magari lui è un caso particolare ma sinceramente non la consiglierei

  68. Ultimamente sto provando la crema mani della Omia all’aloe vera e mi sta piacendo moltissimo perchè si assorbe subito e lascia le mani idratate. Ho provato anche quella all’olio di jojoba e il parere è lo stesso. L’unica differenza è la profumazione che trovo migliore rispetto a quella all’aloe.
    Segnalo anche la nivea all’olio di noce di madacamia antisecchezza. Ottima formulazione e profumazione! E poi sono tutte economiche! 🙂 https://uploads.disquscdn.com/images/34fecd45fa9e4770d59ece718fd9231446f4434d7e33df4b92a51c308341bc4c.png https://uploads.disquscdn.com/images/fb3053167652086250bb80014722faea2e56e79fa28dd5c339169e4305be04c4.png

  69. Aaaah. Ora sì che si ragiona. Se le cose stanno così dovrebbero darti l’aumento.
    1) prima si fa la foto
    2) poi commenti come fai di solito. Poi piggi il bottoncino con sopra il paesaggio o cos’è, quello in basso a sinistra, vicino a “Commena come Francy75”
    3)segli “documenti” “galeria”, insomma risali alla foto che vuoi postare.
    Facile. Almeno io che ho un Samsung faccio così.
    Importante: ho notato che per le foto non ci riesco da Disqus, devo entrare dal post. Non ho mai capito il perché.
    Ora: se hai capito fa vedere le foto della crema miracolosa che funziona con i peli del kiwi.
    Non che io abbia tutti sti problemi o mangio tanti kiwi, però solo l’idea di cosa possa causare alle mani mi ha impressionato tanto.
    Un abbraccio bellezza!

  70. Grazie, avevo dei dubbi e ora sono propensa a non comprarla. Prima voglio provare col Clarisonic, in una recensione ho letto che passandolo molto delicatmente sulla zona dall’interno verso l’esterno aiuta a frenare. Non ho il contorno occhi troppo delicato e voglio fare un tentativo! Buona serata

  71. Scusa scusa scusa! Volevo scrivere DEVO! Io ho le borse sotto gli occhi, non tu! Sono una cogliona!

  72. quella all’argan erbolario è ottima! la stra amo! un po’ grassa ma se la usi la notte al mattino le mani sono come nuove 🙂

  73. Grazie mille per le spiegazioni! Domani ci provo, promesso! Comunque intanto ti ripeto il nome: Lederme della ditta Phytogarda, forse non è facilissima da trovare perché è una ditta che si appoggia solo alle farmacie concessionarie. Buona serata cara!

  74. Ho le mani incartapecorita, ma con i guanti di lattice, per me, è peggio.Crema quando posso-almeno tutte le sere-e sopravviverò.

  75. Figurati! Purtroppo è stata una vera delusione.
    Se ti interessa però ho sentito parlare, anche qui sul blog, di INSTANTLY AGELESS (JEUNESSE) … secondo me rispose anche Clio a un post ma non ricordo bene. Sono delle fiale tensorie quindi una volta finito l’effetto ritorni come prima, non è curativo però magari ti interessa ugualmente. L’effetto dovrebbe durare 6-9 ore e riduce le borse sotto gli occhi, le rughe sulla fronte, le palpebre cadenti e chiude i pori del viso. L’ideale per mettersi in forma per una serata importante. Incuriosita andai a vedere online e ci sono anche persone che l’hanno provato. Ti consiglio di cercare su ebay, dove le vendono anche sfuse, tanto per provarle e non spendere tanto.

  76. Ciao! Se posso esserti di aiuto, puoi trovare i guanti in cotone, anche in farmacia! Io li trovo lì! Io li usavo in ospedale, sotto i guanti in lattice in quanto ho una allergia verso questo materiale! Un saluto

  77. A causa del freddo proibitivo degli ultimi giorni mi sono venuti dei geloni tremendi alle mani, per fortuna ho risolto con una crema della GL1 (marchio tedesco) comprata in farmacia, intorno ai 6€ credo c:

  78. Ci ho messo qualche mese a capire. .se mi sono iscritta a giugno scorso insomma ho capito prima di natale , quando postai tutte quelle foto ahahah.ci voleva questa spiegazione, ho il Samsung. Poi non aspettavo abbastanza tempo di caricamento foto. Top e flop faccio foto dei prodotti avuti a natale. Anche perché dopo sarà. .. il vuoto degli acquisti. Molti impegni seri. Sigh . Sigh.

  79. Splendore. Sono Zuzana. Mi hanno bloccata sul blog, non posso più essere parte di questa community.
    Ho scritto ad un paio di ragazze e scrivo anche a te, sono su Instagram (zuzana101179), così un giorno quando vorrai darmi una bellissima notizia (e sono sicura che sarà presto), puoi farlo. Se ti va. Un abbraccio cara ♡♡♡

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here