Ciao a tutte!
Ultimamente capita sempre più spesso di incappare in video che parlano dell’ultima frontiera della depilazione: la ceretta nera o Berodin Wax sta diventando una mania e anche voi ci avete chiesto diverse volte, nei commenti o sul Forum, di cosa si tratta.

Abbiamo quindi pensato di indagare in tal senso, e rispondere così a tutte le vostre domande in un post ad hoc in cui facciamo un po’ di chiarezza su cos’è la famosa ceretta nera o la sua variante blu, cos’ha di così speciale rispetto a quelle tradizionali e a chi è rivolta. Pronte? Via col post :-)!

cliomakeup-ceretta-nera-1

LA “REGINA DELLE CERETTE”

La cera Berodin è nata dall’invenzione di Lori Nestore, un’estetista che ha iniziato a fare la ceretta nel salone appartenuto ai suoi genitori 3 decenni fa; oltre all’esperienza sul campo, Lori ha tenuto e tiene tuttora lezioni e workshop sul tema della depilazione.

cliomakeup-ceretta-nera-2-berodin

Con gli anni, rendendosi conto di quali sono le caratteristiche che rendono una ceretta migliore di un’altra – ovvero essere efficace nel rimuovere i peli e delicata sulla pelle al tempo stesso – si è buttata nell’impresa di creare la “cera perfetta”, che può anche essere applicata sopra a dell’olio corpo in modo che la pelle non subisca alcun tipo di trauma. Da qui è nata la cera Berodin, che si propone appunto come un prodotto adatto ad ogni tipo di pelle e di peli, e ad ogni parte del corpo, compreso il viso.


cliomakeup-ceretta-nera-3-sopracciglia

COS’È LA CERA BERODIN

cliomakeup-ceretta-nera-4-berodin

La cera Berodin esiste di diverse varianti tra cui le più famose sono quella nera e quella blu; ma è interessante sapere che esiste anche una versione chiamata Aqua Tin che è ipoallergenica, molto delicata e efficace anche sui peli più corti e sottili.

cliomakeup-ceretta-nera-5-ipoallergenica

La ceretta nera, detta Soft Wax, è una via di mezzo tra una crema e un gel, ed è anch’essa molto delicata sulla pelle. Invece la ceretta blu, che è anche la più diffusa, è detta Hard Wax in quanto ha un’azione più strong su qualsiasi tipo di peluria o carnagione.

cliomakeup-ceretta-nera-6-blu

LA “RIVOLUZIONE” DELLA CERETTA BERODIN

Secondo il sito del brand, la ceretta Berodin si differenzia dalle altre per la formulazione polimerica innovativa, che garantisce un’azione super delicata sulla pelle e al contempo efficace nella depilazione. La ceretta può essere applicata anche a basse temperature pur mantenendo la sua flessibilità, non è appiccicosa e si attacca solo ai peli e non alla pelle. Ovviamente non lascia residui appiccicosi, anzi la pelle dopo risulterebbe morbida e liscia. Al momento, è riservata ad un uso professionale, e quindi in saloni che propongono questo nuovo metodo di depilazione.

cliomakeup-ceretta-nera-8-cera-blu

Insomma ragazze, finora da quello che abbiamo avuto modo di capire la cera Berodin si avvicinerebbe al concetto della cera brasiliana: anch’essa si stende a temperatura media e senza strisce, rimuove anche i peli più sottili, è meno dolorosa rispetto alle altre e ha una durata long lasting. Ma scopriamo qualcosa di più su questa ceretta blu nella prossima pagina!

77 COMMENTI

  1. Io spesso faccio la ceretta da sola ed ho sempre usato quella rosa al titanio che è più delicata. Sarei curiosa di provare questa..

  2. Ciao, che ceretta è? Comunque io non ho proprio coraggio a farmela da sola ahahah di solito mi faccio aiutare da mia madre

  3. A me incuriosisce abbastanza, soprattutto per il fatto che non servano più le striscette (anche se al momento, almeno per le gambe, riciclo i foglietti per la lavatrice colorata). Ho scoperto ora che la ceretta brasiliana non indica solo quanto ci si depila all’inguine bensì anche il metodo 😀 ogni volta che se ne parlava saltavo a pie’ pari la descrizione di quella che per me è una barbarie :p

  4. Peli pochi e chiari da sempre, ora quasi scomparsi. Dovrà pur esserci qualche vantaggio nell’avere quasi 53 anni!

  5. Domanda: è un prodotto inventato da italiani? Perché sia il nome della sua ideatrice sia quello della ceretta sembra italiano…

  6. Uso la ceretta solo per le sopracciglia ma solo dall’estetista e non ho mai avuto problemi anche se la mia pelle è delicata!

  7. Tra le ricariche a rullo avevo già visto una cera blu quasi nera però naturalmente non è quella di cui si parla nel post, è una cera all’azulene mi pare.
    Faccio la ceretta da sola e ho provato la classica rosa al titanio ma siccome mi esce sempre uno sfogo di follicolite sono sempre alla ricerca di cere più delicate, quindi dopo ho provato una cera bianca all’ossido di zinco che dovrebbe essere per pelli sensibili. Quella blu era già nella lista delle cose da provare perché c’è scritto che è delicata anche questa e poi l’idea di farmi una spalmata di blu/nero addosso simil pelle mi diverte

  8. la fai da sola sulle ascelle? non è scomodissimo? oltretutto io ho paura di sbagliare lo strappo in quella zona.

  9. Pure io Mary! Ne ho pochissimi, sottili e biondissimi. Utilizzo il rasoio e iniziano a ricrescere dopo 6 giorni, la reputo un’enorme fortuna!

  10. La mia estetista, per le zone più a rischio follicolite o più delicate, usa una ceretta che si chiama sugar, in pratica prende da un particolare mix a base di zucchero e miele una pallina di questa sostanza appiccicosa e la usa per la depilazione. Viene fatta con movimenti particolari, è delicatissima e evita problemi di follicolite anche perché, prima di procedere alla depilazione, si disintfetta la pelle, solo che conviene usarla per piccole zone, tipo ascelle, inguine e baffetto, dura tantissimo e riesce a strappare anche i peli più corti!

  11. Curiosa di provarla. Spero arrivi dalla mia estetista e che non me la faccia pagare una fortuna. Sul viso uso quella in dischi da sciogliere classica. Se la vendessero pure così da noi la proverei.

  12. Laser a diodi tutta la vita… che poi non è “tutta” la vita appunto perchè… i peli non ricresceranno più

  13. Nel lontano 2009, tempo delle mie prime cere, andavo da un estetista nel mio paese che faveva proprio questo tipo di ceretta! Cioé sciolglieva in una pentola di metallo un panetto di cera e la applicava con un cucchiaio o spatolina e aspettava che asciugasse e la strappava direttamente senza strisce. É diversa da questa? É stata proprio il primo tipo di ceretta che ho visto, quindi non mi stupisce o mi sembra chissá quale innovazione, ma prima dovrei capire se é la stessa cosa..

  14. In aggiunta a tutto dico che, la ceretta, dipende anche dalla manina di chi te la fa. Ho provato la brasiliana…con una è stato uno “spasso”…con un altra pensavo di morire! Mi sentivano lamentarmi anche in piazza….

  15. Penso che esista ancora! Anche io la usavo una volta ma credo che in ambito professionale sia anti-igienica (o la riusi più e più volte, con peli annessi, oppure butteresti via un sacco di soldi buttandola ogni volta!)…

  16. Ragazze la ceretta nelle ascelle nooo, sono zone piene di ghiandole e lo strappo della ceretta trandizionale le stressa troppo. Risultato ghiandole che si ingrossano e a lungo andare un sacco di problemi poco simpatici. Meglio la classica lametta, il laser o la ceretta con la pasta di zucchero che strappa nel verso del pelo e non contropelo!

  17. Credo di sí. Ma non ho capito cosa cambia da questa. Sull’igiene non saprei dire perché non sono del settore..diciamo che fa un po’ senso usare sempre la stessa cera ma non so come la sterilizzano o trattano.

  18. Ma daiiii, ero curiosa di provarla, siccome nonostante passi guanto di crine o scrub, idrato molto mi viene la follicolite. Sapete se quella brasiliana evita questo inconveniente???

  19. Brava un paio di estetiste me l’hanno sconsigliata la ceretta alle ascelle e anche un medico- chirurgo estetico per i motivi che hai detto tu . Nelle zone vicino al seno è meglio lasciar stare:/

  20. Non si può proprio vedere, ma poi chi è che si strappa i peli del naso? Con la ceretta, poi… Aaaaargh!

  21. Non ero a conoscenza di questo nuovo prodotto , ora non vedo l’ ora di provarlo. Il mio unico problema è che ho una pelle davvero delicata e non so quanto le gioverebbe

  22. io ne ho 25 e le mie amiche mi odiano: peli chiarissimi e pressoché invisibili, naturalmente glabra sulle cosce.
    Faccio solo le ascelle e mezza gamba perlopiù in estate, in inverno me ne frega poco.
    In genere vado di crema depilatoria e la rinnovo ogni tre settimane ma il vero bello dei miei cari peletti è che se tolti con la ceretta tornano dopo un mese!

  23. in realtà io sapevo l’esatto contrario: la lametta assolutamente sconsigliata perché va ad irritare una zona sensibilissima soprattutto perché implica un uso più frequente, mentre la ceretta permettendo respiro per un lasso di tempo più lungo andrebbe meglio….
    Poi vabbé, come ho scritto a me frega poco perché generalmente faccio la crema una volta ogni 3 settimane o la ceretta due volte all’anno

  24. Oddio non ne ho mai sentito parlare, da medici vari, estetiste, dermatologi e oncologi ho sempre sentito sconsigliare la ceretta.. Ma non sono un medico quindi riporto solo quello che ho sentito più volte (e non è detto che sia la verità) 😀

  25. Molto incuriosita… ma mi sa che per quando sarà più reperibile, io mi sarò già comprata lo strumento per fare la luce pulsata!

  26. Brava!! Ho visto delle ragazze non riuscire ad alzare/abbassare le braccia per via delle ghiandole ingrossate!! Per non parlare di alcune con una sudorazione incontrollata nei giorni immediatamente successivi alla ceretta!! Non ne vale assolutamente la pena, io ho sempre evitato, meglio la lametta, sempre nuova e pulita, ed eventualmente il laser!

  27. Io non avevo mai fatto la ceretta alle ascelle perché più che altro mi terrorrizava. L’ho fatta per la prima volta l’anno scorso perché dovevo fare un viaggio in aereo e avendo solo il bagaglio a mano non sapevo se mi facevano passare il rasoio…ma non la farò mai più è stata una tortura! Fortunatamente le ascelle sono l’unica zona del corpo che sopportano la lametta e penso andrò avanti con quella

  28. Identica gamba ! Paisa` !! Sempre stata cosi ,4 peli e non ho mai usato neppure la ceretta, solo rasoio e fino ad adesso mai avuto problemi. Cosi anche per le ascelle. Ho preso da mamma…i 4 peli sono come le sorelle di papa´[sono sempre gli uomini che ti rovinano…))))

  29. Sì, da sola. La faccia in piedi davanti allo specchio del bagno così controllo meglio dove metto la cera. Su di me è impossibile sbagliare lo strappo perché la parte superiore ha una direzione, quella inferiore un’altra. Mia mamma invece fa fatica perché non sa mai che direzione dare allo strappo

  30. Dici che lo strappo del silk epil dia gli stessi problemi? Con la ceretta non ho mai provato proprio per il motivo scritto da te, oltre a terrorizzarmi, ora che ho il silk epil ho pensato di provare ma non vorrei fare danni

  31. Sapevo che potrebbe riscrescere qualche peletto dopo un po’, ma se è solo qualche peletto chi se ne frega, poi è molto soggettivo, te l’hai fatto da diverso tempo? Puoi confermare la durata del trattamento? Non ho grandi problemi ma odio i peli, magari in futuro ci faccio un pensierino

  32. Ciao, dicono sia fatta apposta (questa sembra la sua evoluzione). Io l’ ho provata e non essendo fatta di cera naturale si appiccica solo al pelo ed è molto delicata sulla pelle (puoi passare la mano subito dopo lo strappo ed è perfetta). Dura di più ma solo dopo un po’, le prime volte infatti il pelo ricresce veloce. Per me è ottima, nota dolente costa il doppio…

  33. ecco, io uso lo stesso metodo ma con il silk epil.. con la ceretta ho paura in questa zona super sensibile.. senza contare che credo anche io che troverei difficoltà a capire come strappare

  34. No, era una resina verde!
    Ho letto su fb una ragazza che lavora in una azienda che fa cerette che esiste da un sacco di tempo una cera che funziona nello stesso modo e che produce la sua azienda. Quindi probabilmente la sciura ha preso un brevetto per una particolare formulazione ma l’idea è abbastanza vecchia…

  35. Io prima la facevo, poi ho deciso che era un’inutile sofferenza visto che già ci sono le gambe, e quindi sono passata al rasoio.
    Ma per “ceretta alla pasta di zucchero” intendi quella fatta in casa con acqua e zucchero? Io ho provato a farla un paio di volte ma non ti dico che casino…tu come la fai?

  36. per fortuna ho pochi peli e sono chiari, quindi quei pochi che tolgo li faccio con la lametta, ascelle comprese ^__^

  37. Concordo in pieno con te! La zona delle ascelle l’ho sempre fatta con la lametta e non farò mai la ceretta… ho troppa paura per tutte le ghiandole che ci sono. E’ una zona troppo delicata.

  38. Può essere. Il nome della ceretta ricorda tantissimi i cognomi veneti tipo Bordin, Marobin, Malandrin, ecc… Ahahahah

  39. No io l’ho fatta una sola volta dall’estetista, non so di cosa sia fatta ma strappando il pelo nel verso di crescita è l’unica che non mi da problemi. In più, in teroia, si attacca solo al pelo e non alla pelle quindi riduce il trauma. Peccato che non tutte la facciano e sia abbastanza costosa. Non sapevo si potesse fare in casa, mi informerò perché sarebbe bello poterla fare da sola.

  40. guarda, anche questo sarà un punto con mille campane e mai una intonata… che ognuna faccia ciò che più le aggrada a questo punto! Beso;)

  41. Prima o poi un appuntamento dovrei prenderlo dal dermatologo in effetti, chiederò anche questo, grazie comunque 🙂

  42. Ah ok, allora magari mi informo da qualche estetista in zona! Per farla in casa bisogna avere un pò di manualità perchè ti dico io ho fatto un pastrocchio! 🙂

  43. È quel che ho pensato anche io, la ceretta dovrebbe essere problematica proprio perché tira la pelle, tirare con delle pinzette credo sia meno traumatico per la zona

  44. Mi sembra che si chiami Bio wax, ma credo che ogni casa ne faccia vari tipi tra cui quella al titanio

  45. Io me la faccio in casa e la uso per tutto, è il top sulla zona bikini, ma sulle ascelle fai-da-te faccio fatica ad usare l’angolazione giusta. Ci vuole molta pratica però per trovare la consistenza giusta. Quella con cui mi ero trovata meglio per rapidità ed efficacia su ascelle era la institute veet

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here