Ciao ragazze!

Visto il successo del post della scorsa settimana sull’olio di oliva, ho pensato di dedicare una mini-serie ai diversi oli più usati in ambito cosmetico. L’olio di cocco è sicuramente un must-have in tutto il mondo: vediamo come utilizzarlo!

Schermata 2014-05-13 alle 22.15.04

Tutte voi conoscete i classici usi cosmetici dell’olio di cocco, ma forse non sapete che si presta a decine di scopi diversi, oltre ad essere un ottimo sostituto degli oli classici in cucina. Già, per noi italiane puriste dell’olio d’oliva sembra strano, ma il cocco ha proprietà fantastiche per il nostro corpo: il suo pregio principale, che lo rende tra i favoriti dei salutisti, è che aiuta ad abbassare il colesterolo cattivo, alzando quello buono. Questo avviene grazie all’elevata presenza dell’acido laurico e comporta numerosi benefici per il sistema cardio-vascolare. Inoltre è dimostrato che l’olio di cocco accelera il metabolismo, infatti l’assunzione di uno o due cucchiai al giorno aiuterebbe a controllare il peso. Mi raccomando, se avete intenzione di usarlo in cucina controllate sempre che non sia un olio per solo uso estetico!

Schermata 2014-05-13 alle 22.15.58

Per quanto riguarda gli usi cosmetici, chiunque abbia mai provato quest’olio sa che è in grado di donare una morbidezza unica alla pelle e che aiuta a curare le punte sfibrate dei capelli. Come l’olio d’oliva, è ricco di sostanze antiossidanti, che rallentano l’invecchiamento prematuro; come se non bastasse dovrebbe rinforzare l’organismo in generale, aumentando le difese immunitarie contro funghi, virus, microbi e batteri. Per questo viene utilizzato per contrastare dermatiti, eczemi, acne, rosacea, piede d’atleta, candida, herpes… Ovviamente le sue proprietà non finiscono qui; vediamo insieme diversi possibili usi dell’olio di cocco! Ricordate, però, che è un olio molto corposo, che addirittura si presenta sotto forma di burro a temperature sotto i 15-20 gradi (è necessario scioglierlo col calore delle mani o passando la confezione sotto l’acqua calda): per questo se lo volete usare come idratante evitatelo al mattino prima di uscire e utilizzatelo solo alla sera, per dare tempo alla pelle di assorbirlo!

La consistenza dell'olio a temperatura ambiente
La consistenza dell’olio a temperatura ambiente

-Al posto della classica crema idratante potete spalmare l’olio di cocco su tutto il corpo dopo la doccia, quando non siete ancora completamente asciutte; vi lascerà belle unte, ma sicuramente la pelle ne trarrà beneficio! Quest’olio, infatti, rende la pelle idratata ed elastica ed è un vero toccasana per chi soffre di secchezza e disidratazione

body_cream

-Ancora meglio sarebbe usarlo prima della doccia: dopo esservi lavate e risciacquate tamponate la pelle con l’accappatoio invece di frizionarlo con vigore, per mantenere la morbidezza dell’olio

-In alternativa, se siete delle pigrone e non avete voglia di massaggiare l’olio, potete versarne qualche goccia nella vasca da bagno

contemporary-bathtubs

-Di tanto in tanto potete spalmarvi l’olio di cocco sul viso prima di andare a dormire, come impacco super-idratante. Sconsiglio di farlo tutte le sere per non rischiare di occludere i pori, ma un paio di volte alla settimana andrà benissimo!

-La cura dei capelli è sicuramente l’uso più conosciuto; l’olio di cocco dona lucentezza e morbidezza, ma soprattutto va a rinforzare le punte danneggiate. Avete presente le donne indiane con le loro cascate di capelli neri, folti e sani? Bè, loro utilizzano con costanza quest’olio! Per un classico impacco pre-shampoo basterà applicarlo sulle lunghezze, quindi evitando le radici, sui capelli inumiditi e… aspettare! Ovviamente più tempo lo lasciate in posa, meglio è (l’ideale sarebbe una notte intera, ma anche un paio d’ore iniziano ad essere utili). Per rimuovere ogni traccia di olio consiglio di fare due volte lo shampoo, altrimenti rischiate di trovarvi la chioma appesantita e unta

La bellissima attrice indiana Freida Pinto
La bellissima attrice indiana Freida Pinto

-A quanto pare l’olio di cocco aiuta a contrastare la forfora: in questo caso dovrete massaggiarlo direttamente sullo scalpo, con costanza

-Vostro figlio ha i pidocchi? Se non volete usare prodotti super-aggressivi, potete fare un mix di aceto di mele e olio di cocco, a cui potete aggiungere anche dell’olio di anice

large

-Dopo aver asciugato i capelli potete frizionare qualche goccia di olio sulle punte, per renderle più morbide, creare una barriera protettiva ed eliminare il crespo

-Ho letto che si può creare un deodorante naturale con 3 cucchiai di olio di cocco, 3 di bicarbonato e due di burro di Karité; un’altra versione prevede olio di cocco, amido di mais e bicarbonato (+ oli essenziali a piacimento). Sinceramente non ho il coraggio di provarle, non mi fido troppo di queste ricette quando si parla di cattivi odori, ma potrebbe essere interessante testarle

homemade-deodorant-bar-recipe

-Come l’olio d’oliva, anche l’olio di cocco è fantastico se usato come struccante; si preleva una noce di questo burro, lo si massaggio su viso e occhi, insistendo sulle ciglia per sciogliere il mascara, e poi si risciacqua con acqua calda, aiutandosi con un panno in microfibra o con i classici dischetti di cotone (l’acqua da sola non è sufficiente per rimuovere l’olio)

Prelevo l'olio...
Prelevo l’olio…
Schermata 2014-05-13 alle 22.27.10
Ragazze non sto piangendo, sto solo rimuovendo l’olio con il panno hehe

-Vi sembrerà strano, ma io ripeto questo procedimento anche al mattino quando mi lavo la faccia; in un certo senso sostituisco il sapone con l’olio di cocco, come potete vedere all’inizio di questo video sulla mia skincare routine

-In quanto olio naturale e delicato, è perfetto se utilizzato sui neonati: può essere massaggiato sul “culetto” per evitare sfregamenti col pannolino, su tutto il corpo dopo il bagnetto, ma può anche servire per eliminare la crosta lattea (applicatelo, lasciate qualche minuto e risciacquate aiutandovi con un panno morbido e acqua tiepida)

babyinbath

-Se usato con costanza dovrebbe aiutare contro le smagliature e prevenirle, ma questo vale un po’ per tutti gli oli

-Mischiato allo zucchero può essere un fantastico scrub idratante

DIY-Coconut-Sugar-Scrub-using-only-2-ingredients

-Se avete finito il burrocacao e vi serve urgentemente un po’ di idratazione sulle labbra, potete usare l’olio di cocco (non fa miracoli, ma aiuta)

-Un cucchiaino nel tè caldo dovrebbe servire contro il mal di gola

benefici-te

-Si può usare per la maionese al posto del classico olio di semi; anche questa ricetta non l’ho mai provata, quindi non vi so dire se il sapore è accettabile!

-Se unito al bicarbonato si crea una pasta schiumosa da usare come dentifricio naturale (forse il bicarbonato  2 volte al giorno è un po’ aggressivo, che ne dite?)

Get-Whiter-Teeth-With-Homemade-Coconut-Oil-Toothpaste-700-x-532

Ragazze, conoscevate gli infiniti usi dell’olio di cocco? Voi lo utilizzate con costanza? Come? E in cucina l’avete mai provato? Un bacio bellezze!