Ciao ragazze!

Con il post di oggi voglio parlarvi di come coprire acne e brufoli in generale attraverso i miei consigli personali e quello che faccio quando mi trovo a combattere contro queste piccole imperfezioni della pelle.

Se siete curiose e volete sapere tutti i miei consigli per minimizzare il problema con il make-up ma anche un po’ con la mente, allora leggete oltre! 🙂

71

Ragazze, intanto bisogna dire che i brufoli vengono a tutte e tutte le persone con cui ne parlo e con cui mi confronto dicono di non sopportare di averli, di essere messi in imbarazzo da questi. Alla fine il nostro viso è il nostro miglior biglietto da visita, la prima cosa che gli altri guardano quando ci conoscono. Ma di certo di noi non noteranno solo questo: vedranno i nostri occhi, il nostro modo di fare e di porci con gli altri. Siamo noi a volte che facciamo sì che il problema diventi più grande di quello che è in realtà.

In certi casi c’è sicuramente il bisogno di migliorare la situazione, soprattutto se grave e quindi rivolgersi ad uno specialista, fare trattamenti ed usare le giuste creme quotidiane, ma anche il makeup in questo caso può esserci d’aiuto (senza dimenticare i passaggi precedenti di cura della propria pelle).

Brufoli-980x480

Io quindi vi svelo qui i miei consigli e segreti per nasconderli attraverso il make-up e apparire al meglio.

Esistono sicuramente diversi metodi per coprire i brufoli ed esistono diversi tipi di brufoli. C’è l’acne forte nella quale tutto il viso ne è coperto e sono anche presenti molti rossori, ma ci sono anche tipi di acne più leggera, dove vengono colpite solo alcune zone del viso, in particolare fronte e mento. Esistono poi brufoli e brufoletti che spuntano solitari per stress o per altri motivi.

coprire-i-brufoli

Ci sono quindi anche diverse teorie e tecniche per coprirli e dipende moltissimo sia dal tempo che avete a disposizione per truccarvi, sia dal metodo che preferite. E, secondo me, come in tutte le cose, anche la tecnica per coprirei brufoli può essere molto personalizzata e cambia a seconda delle proprie abitudini e dei propri strumenti.

Detto questo, ecco i miei consigli:

1) Prima “regola” molto importante è quella di non essere troppo aggressive con i trattamenti. Alla fine di un buon trattamento i brufoli se ne vanno e quello che ne rimane è la cicatrice o macchia che resterà sulla pelle più tempo del brufolo stesso. Ma, se stressate troppo la cute e provate trattamenti troppo aggressivi per voi, sarà sempre più difficile che la macchia se ne vada in fretta, e forse ci vorranno dei mesi.

Maschera-viso-nivea

2) Usate delle creme che non siano troppo grasse in modo che poi il prodotto (fondotinta o correttore) abbia la possibilità di realmente fissarsi sulla nostra pelle. Quello dell’idratazione però è uno step importante: molti pensano che avendo una pelle con acne, non occorre applicare anche una crema prima del trucco perché si pensa di avere la pelle già troppo grassa. Questo è un errore ed rimane un passaggio importantissimo! Una crema sorbetto, idratante ma leggera, potrebbe essere perfetta!

TCE_hydra-life-creme-sorbet-pro-jeunesse-dior

L’idratazione è importante, anche perché chi soffre di questo problema solitamente utilizza maschere e trattamenti che hanno come ingredienti principali acido salicilico o argilla, che tendono a disidratare moltissimo la pelle. Proprio per questo è molto importante nutrirla.

Glam_Glow_Tingling__Exfoliating_Mud_Mask_Facial_Masks_Review

3) Se si vuole ottenere un risultato impeccabile è importante utilizzare un primer, meglio se opacizzante. In questo modo si crea quindi una “tela” perfetta sulla quale andare poi ad applicare gli altri prodotti. Se non lo si utilizza si rischia di far risultare la nostra base a macchie: questo perché chi soffre d’acne ha alcune zone più lucide e grasse ed altre più secche. Applicando il primer invece si va ad uniformare il tutto.

primer_opacizzante_neve_cosmetics

4) Per quanto riguarda la base, invece, esistono diversi metodi. C’è chi, come me, preferisce applicare una base leggera con una bb cream o un fondotinta illuminante, e se non si hanno tantissimi brufoli, preferisce andare a coprirli uno alla volta con correttori più pesanti come il Secret Camouflage della Laura Mercier o quello della Catrice o il DermaBlend della Vichy (che esiste anche in stick).

s1307388-main-Lhero

Catrice-Spring-Summer-2013-Camouflage-Cream

stickcorrettore-2013.11.04.16.49.26.1124179_base

C’è chi invece invece preferisce andare a correggere l’intera zona, senza andare a toccare ogni singola cicatrice o brufolo e, in quel caso, consiglio sempre di fare una base abbastanza leggera. La scelta del prodotto allora in questo caso diventa fondamentale: se sceglierete un colore sbagliato rischierete di avere una macchia nel viso, se invece usate una texture troppo cremosa (più adatta alle occhiaie ad esempio) rischierete di mettere troppo prodotto perché non copre abbastanza con una sola passata e invece se sceglierete qualcosa di illuminante potreste rischiare di illuminare la zona invece che andarla a nascondere.

Se volete scoprire i miei prossimi 5 consigli, allora girate pagina!