Ciao ragazze!

Vi avevo già parlato di trucco permanente in relazione alle sopracciglia tatuate, ma in questo post vorrei parlarvi più nello specifico delle tecniche realizzate per disegnare sul volto, in modo più o meno definitivo, eye-linercontorno labbra…e il richiestissimo tightlining!

Ehehe sì, la dermopigmentazione, ovvero la tecnica nata dal tatuaggio con la quale si può ridisegnare elementi del viso e del corpo che hanno perso definizione, ha molteplici usi, e può essere applicata praticamente su qualunque parte del corpo! Ma in cosa consiste il trucco permanente? Ha senso farlo già solo perché ci si trucca tutti i giorni? Scopritelo continuando a leggere il post ;-)!

 

ClioMakeUp-dermopigmentazione-trucco-permanente-eyelinerCredits: dermopigmentation.fr

IL TRUCCO PERMANENTE È UN TATUAGGIO?

Allora bellezze, iniziamo a sfatare questo luogo comune: sebbene infatti trucco permanente e tatuaggi vengano spesso scambiati, sono due cose distinte. È come se, anziché fratelli, siano cugini: non sono affatto la stessa cosa, ma è innegabile che sotto certi aspetti le tecniche si somiglino.

ClioMakeUp-Trucco-Permanente_12“No cara, le sopracciglia non le tatuo!” Ok, Kat! Via Tumblr

Tuttavia, tatuaggio e trucco permanente differiscono innanzitutto nella tipologia di pigmento usato: nel caso del trucco permanente, infatti, i pigmenti sono naturali, più sottili, bio-compatibili, controllati e certificati, in modo che la pelle li tolleri al meglio.

ClioMakeUp-Trucco-Permanente_11

Credits: romeuracademy.it

Inoltre, i pigmenti usati per questo tipo di trucco vanno meno in profondità nella pelle, motivo per cui il disegno dura meno di un tatuaggio vero e proprio. Si parla in ogni caso di anni, ma la durata del trucco permanente varia in base a diversi fattori, in primis il tipo di pelle!

ClioMakeUp-Trucco-Permanente_19Credits: nuovaestetica.it

Ad esempio, i pigmenti sono trattenuti meno dalle pelli grasse, così come dalle pelli molto secche che, screpolandosi più facilmente, eliminano il colore con più facilità.

ClioMakeUp-Trucco-Permanente_18Credits: iknowthatmagazine.com

Inoltre, chi fa molto sport e suda spesso creerà delle condizioni sfavorevoli al trattenimento del pigmento, così come chi va spesso in piscina e mette così la pelle molto frequentemente a contatto con il cloro.

ClioMakeUp-Trucco-Permanente_14Credits: partenopenuoto.it

Anche stare spesso al sole o fare molte lampade abbronzanti contribuirà a far scurire il pigmento, sensibile a questo tipo di stimolo!

ClioMakeUp-Trucco-Permanente_15Credits: deabyday.tv

Per realizzare un trucco permanente inoltre c’è bisogno di un macchinario specifico, capace di fare centinaia di microiniezioni ogni minuto attraverso le quali inietta il colore: il dolore che causa è più paragonabile ad un fastidio, comunque, ed è inferiore al “male” che si prova durante la realizzazione di un tatuaggio vero e proprio (ma anche in questo caso, è tutto molto soggettivo!).

ClioMakeUp-Trucco-Permanente

PER CHI È INDICATO IL TRUCCO PERMANENTE?

Il trucco permanente potrebbe risultare una valida soluzione sia per chi ha poco tempo ma vuole avere lo stesso un aspetto curato, sia per chi magari non ha molta manualità ma non vuole rinunciare ad una bella linea di eye-liner.

Dico “potrebbe” perché si tratta comunque di un qualcosa di statico e per il quale, quindi, bisogna essere molto sicure: in primis del look finale, con il quale inizierete a vedervi costantemente allo specchio ogni mattina, e in secundis del proprio volto che cambia. Se, per esempio, decidete di disegnare il contorno labbra perché con gli anni sta perdendo definizione e le labbra stanno perdendo volume, state attente: il processo di invecchiamento non verrà interrotto dalla dermopigmentazione e quindi potreste, nel giro di qualche anno, ritrovarvi con un contorno labbra disegnato…che non c’entra più molto con il vostro effettivo contorno labbra.

ClioMakeUp-Trucco-Permanente_17Credits: ladytattoo.it

Non è però tutto: il trucco permanente potrebbe però risultare molto indicato anche per chi soffre di allergie ai principali prodotti make-up o a chi ha una lacrimazione frequente, ma anche per chi ha cicatrici che vuole correggere.

Non solo: questo trucco è ottimo per chi soffre di alopecia, o per si sta sottoponendo a terapie invasive come la chemioterapia, che comporta la perdita di ciglia, sopracciglia e capelli.

ClioMakeUp-Trucco-Permanente_16Un esempio di tatuaggio correttivo su un caso di alopecia universale. Credits: imgrum.net

Insomma, per un motivo o per l’altro, un trucco permanente fatto da mani esperte può effettivamente essere interessante, ma bisogna saper valutare il proprio caso specifico!

Bellezze non abbiamo ancora terminato: a pagina 2 vedremo infatti quali sono i trucchi permanenti più quotati, e parleremo di prezzi e anche di eventuali controindicazioni! Curiose? Andate a pagina 2 allora per scoprire di che si tratta 😉