“Lasciate ogni speranza voi che entrate”: ci verrebbe da iniziare così questo post. Sì, perché il sentimento più forte che abbiamo provato è proprio quello della disperazione, nel momento in cui abbiamo letto i post de Il Signor Distruggere – pagina FB/fenomeno virale che si è anche aggiudicato un meritato premio Macchia Nera alla Festa della Rete.

Per chi non conoscesse questa pagina, Il Signor Distruggere si tratta di una piattaforma su cui vengono condivisi screenshot presi da gruppi chiusi e pagine Facebook molto seguite, dedicate a una certa forma, anche abbastanza definita, di maternità.

Parliamo di donne, infatti, che dimostrano di non avere alcun tipo di contatto sociale al di fuori del proprio più ristretto nucleo famigliare – fatta eccezione per quello virtuale con altre “mamme pancine”, ovvero gli altri membri di questi gruppi online. Sono donne che non si concedono passioni o ambizioni che non siano la maternità stessa e che, quindi, non avendo stimoli esterni, sviluppano una forte morbosità verso il loro ruolo e, spesso, il loro pargolo.

Ecco che allora i figli di quasi 10 anni vengono descritti come “bimbi di 117 mesi”, che bambini piccoli vengono invitati a defecare per terra, come fossero cuccioli di animale, pur di non farli allontanare troppo da sé, ed ecco che il ciclo mestruale diventa un aborto mensile che provoca depressione e disagio.

Abbiamo sentito l’esigenza e l’urgenza di denunciare alcuni comportamenti e certe credenze, nella speranza che l’informazione sia ancora una volta un antidoto per un fenomeno che è figlio di un’ignoranza che noi stesse… non possiamo più ignorare.

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-3Ebbene sì, Lysa Arryn è una potenziale mamma pancina!

PERCHÈ VI PARLIAMO DELLE MAMME PANCINE

Quello che appare come lampante è che questa situazione, evidentemente reale e importante, sia frutto del retaggio di una società maschilista e patriarcale che continua a fare vittime. Innanzitutto perché questo tipo di ignoranza che rifiuta consulti medici e non ha alcuna fiducia nella scienza e nel parere di chi è non-mamma, è proprio prerogativa femminile. 

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-19

Non vogliamo, quindi, fare ironia su quanto scritto da queste persone, ma vorremmo sfatare qualche mito e magari, foss’anche indirettamente, arrivare alle donne che provano questi disagi – che sarebbero, in circostanze diverse, tranquillamente evitabili.

Sarebbe bello, insomma, che il circolo che si è creato, di madre in futura madre, si interrompesse grazie alla presa di coscienza che le donne sono innanzitutto persone con lo stesso diritto e dovere degli uomini di partecipare alla vita sociale e famigliare, come individui.

Pensiamo, infatti, che l’ignoranza – che ci viene da definire “antica” – nella quale vivono queste mamme, possa essere combattuta con l’educazione. Educazione che, evidentemente, attualmente è insufficiente. Non solo in quel tessuto sociale che manifesta non pochi disagi, ma anche in quello a cui ci sentiamo più vicine: pensate a quali sarebbero le vostre conoscenze su temi quali la sessualità se vi doveste basare unicamente sulle informazioni che ricevute durante la scuola dell’obbligo. Un po’ pochine, non è vero?

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-15

Il fatto, per esempio, che gli uomini nel 2017, vengano ancora tenuti all’oscuro del funzionamento del ciclo e della pillola anticoncezionale – fatta eccezione forse per un paio di lezioni di scienze a scuola – alimenta questa mentalità per cui le donne abbiano dei “segreti” da mantenere e un corpo a metà tra il sacro e l’impuro, tra il magico e il disgustoso.

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-111

Ma veniamo a noi. Vi spieghiamo in cosa consistono questi post così tanto allarmanti.

“UNA MAMMA LO SA”: QUANDO IL BIMBO È CONSIDERATO UN CUCCIOLO

Il fatto di vivere probabilmente in una condizione di alienazione sociale fa sì, poi, che inconsapevolmente queste donne sospendano le regole sociali più elementari, istituendone di nuove, invertendo ciò che è normalmente accettato con ciò che potrebbe non esserlo.

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-101

Per esempio: probabilmente siccome passano la maggior parte del loro tempo a pulire i loro bebè, come capita normalmente, ma non avendo alcuno stimolo o rapporto fuori da questa relazione mamma-figlio, le “mamme pancine” considerano normale il contatto degli altri con i “bisognini” del proprio figlio – da loro percepiti come innocui e parte integrante del loro amato bambino.

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-4Questo è solo uno degli esempi possibili

IL FREE BLEEDING E I “NEMICI DELLA FEMMINILITÀ E DELL’ARMONIA DEL CORPO UMANO”

In alternativa, questa necessità di “ritorno alla natura animale”, viene vissuta anche nei confronti del proprio corpo, come una “liberazione”: ecco perché allora è considerato “molto bello” il cosiddetto “free bleeding”, ovvero la pratica di vivere le mestruazioni senza assorbire il sangue con alcunché – semplicemente sanguinando.

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-10

Ciò poiché gli assorbenti sono vissuti da queste persone come “un’aggiunta artificiale” imposta da una società anti-femminile e anti-materna.

In certi casi, gli assorbenti e la coppetta sono considerati addirittura come una “profanazione”, dal momento che prevedono l’inserimento in vagina.

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-26

Naturalmente, risulta, ai loro occhi, inconcepibile la lamentela verso questa loro pratica di “sanguinolento libero” e coloro che non la comprendono (es. i vicini di casa che trovano tracce di sangue sulle scale del condominio) sono “nemici della femminilità, della voglia di essere donna e dell’armonia del corpo umano”.

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-23

Naturalmente tutta questa libertà di vivere il proprio corpo è contraddetta da un’ossessiva pudicizia anche solo nell’utilizzo di parole che si riferiscono a parti anatomiche o processi naturali: “fiorella”/“orchidea” sta per vagina, “rugiada” per il sangue mestruale, “semino” per lo sperma, “soffio” per “eiaculazione” e così via.

IL CORPO MASCHILE E “LA PARTE PIÙ BRUTTA”

Quella stessa “armonia”, infatti, non è provata nei confronti del corpo maschile e nel rapporto con esso. Lo sperma è qualcosa che la “mamma pancina” percepisce come disgustoso e da evitare.

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-hot

Molte dichiarano di “non averlo mai visto” e tutte considerano parte integrante dell’atto sessuale (e, in particolare “la parte più brutta”) il momento in cui si lavano immediatamente dopo l’amplesso – atto per loro indispensabile in quanto corrisponde all’unica forma di contraccezione.

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-110

Tale senso dell’igiene, però mostra anche in questo caso, livelli di morbosità: per esempio, una mamma dichiara aver pulito, immediatamente dopo il sesso, le lenzuola, la testata del letto, la maniglia della porta toccata per andare in bagno e il pavimento del tragitto. Se poi questo dovesse entrare in contatto con una parte del corpo che non è la vagina, per esempio praticando il coito interrotto, il risultato sarebbe non poco disagio e lo sconcerto delle altre “pancine”.

IL FUNZIONAMENTO DEL CORPO FEMMINILE: LE MESTRUAZIONI E LA GRAVIDANZA

Ciò che forse ci ha più sconvolte, però, riguarda il malinteso che dilaga, tra le “pancine”, circa il funzionamento del corpo femminile. Da che cosa consista il ciclo mestruale – “traguardo” che va lautamente festeggiato, per la “gioia” delle spesso imbarazzate figlie “rugiadine” – alla gravidanza stessa, fino al rapporto tra il feto e il resto del corpo.

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-28

In questo caso, la cosa più grave è la sfiducia nei confronti della medicina riconosciuta, sostituita da antiche credenze e superstizioni che creano inutile disagio, fino a gravi traumi.

Un esempio estremo riguarda una mamma che, una volta viste le foto dell’ex fidanzato, teme che possa essere, per somiglianza, il padre di suo figlio. Peccato che i rapporti con lui fossero finiti almeno due anni prima la sua gravidanza. Il timore, quindi, è che il seme dell’ex sia “rimasto dentro” di lei per anni e che si sia “riattivato” durante un rapporto con l’attuale marito. La spiegazione “scientifica” di un’altra utente del gruppo peggiora la situazione: “se la pillola blocca gli ormoni – spiega – potresti aver bloccato quelli del tuo ex e poi, una volta interrotta, questi si siano liberati”.

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-9

Naturalmente lo sperma non è fatto di ormoni e gli spermatozoi in vagina vivono molto poco: da pochi minuti a circa 16 ore – in base al periodo di ovulazione o non ovulazione. Nella cavità peritoneale possono sopravvivere al massimo alcuni giorni.

La pillola, invece, agisce bloccando la sintesi dei due ormoni che causano l’ovulazione – non ha nulla a che fare con gli ormoni del partner. Inoltre, attraverso il muco cervicale e assottigliando endometrio, l’utero della donna che assume la pillola diventa meno adatto all’impianto dell’ovulo, evitando la gravidanza. Tutto qui.

LA “RUGIADA” NON È UN ABORTO: IL TRAUMA DELL’OVULO

Alcune “mamme pancine” vivono, poi, le mestruazioni come un vero e proprio trauma: il sanguinamento rappresenterebbe la mancata gravidanza e, quindi, la morte o lo “spreco” di un “potenziale bambino”. Le mamme in questione fanno coincidere il concetto di quel “bambino possibile” con l’ovulo perso.

ClioMakeUp-signor-distruggere-mamme-pancine-facebook-gruppi-maternita-mestruazioni-post-122

Questa incomprensione del funzionamento del corpo femminile causa in loro un disagio fortissimo che raggiunge anche stati depressivi, proprio come se avessero concepito e perso un bambino – ogni mese.

Ovviamente non è così che funziona e riuscire a comprendere bene i meccanismi potrebbe risparmiare molta frustrazione e paranoie. Nella prossima pagina faremo chiarezza e vi parleremo di altre cose che abbiamo notato leggendo i post condivisi da Il Signor Distruggere: non perdetevela!

339 COMMENTI

  1. Sono venuta a conoscenza di questa pagina poco tempo fa… queste sono davvero fuori. Innanzitutto la lingua italiana questa sconosciuta, ma poi come è possibile ancora che ci siano delle credenze simili ancora oggi? Un’ultima considerazione personale: hanno tolto una figlia a dei genitori solo perché anziani, mentre a queste mentecatte..

  2. Sono allucinata fa questa profonda ignoranza! Già dal fatto che non sanno scrivere in un italiano elementare, la dice lunga su quanto siano in un mondo arcaico dove si credevano cose assurde come “non si toccano le piante durante i giorni di ciclo”.
    Queste donne hanno un problema molto serio e spero vivamente che ci sia qualcuno che possa aiutarle.

  3. In questo caso, mi viene da dire peccato che hanno chiuso i manicomi…
    Tra le mestruazioni libere, che avevo sentito solo da Marilyn Monroe, l’aborto mensile e varie, penso che una bella visita da un neurologo, psicologo, ma molto bravo, non sarebbe male…

  4. Quando dico che il genere umano, o almeno buona parte, meriterebbe l’estinzione per tutto ciò che sta causando agli animali e ambiente e non solo, forse forse non ho tutti i torti..

  5. Devono togliere i figli a queste persone e farle seguire da uno psichiatra…E tornare a scuola, forse, non sarebbe una cattiva idea. Sono allucinanti.

  6. Conoscevo già queste fuori di testa e la rubrica del signor Distruggere. È spaventosa questa ignoranza nel 2017. Spaventosa.

  7. Sono rimasta sconvolta. Giuro. Non avevo idea dell’esistenza di tutto ciò e forse sarebbe stato meglio non venirne mai a conoscenza, è orribile. Credo che queste “persone” abbiano dei seri problemi mentali e non scherzo. Questa non è “una cultura”, “un modo di vedere il mondo”, no, questo è un atteggiamento inammissibile che deriva da qualcosa di non esattamente funzionante nel loro cervello. Non ho potuto non pensare subito ai loro figli e a come devono vivere, ho paura per loro.

  8. Conoscevo questo abisso di ignoranza, che non dovrebbe esistere nel 2017 e soprattutto in un Paese europeo.
    La perla più assurda è stata quella della madre che faceva defecare il figlio in ristorante, davanti a tutti quelli che mangiavano, mettendo il vasino in bella mostra (e ha piazzato una scenata contro clienti e gestori perché quella era solo la cacca di un bambino).
    Oltre ad essere completamente folli sono di un’ignoranza mostruosa. Poveri figli.

  9. Questa ignoranza è davvero spaventosa…per non parlare poi del fatto di come siano ostili alla cultura (maestrine laureate al classico ) e come siano ipocrite…danno delle faciline ad altre donne senza motivo ma non sanno neanche chi è il padre di suo figlio! Bell’articolo comunque, avete trattato il tema in modo esaustivo 🙂

  10. Che dire ragazze, siete riuscite in un’impresa che non credevo tanto facile: pubblicare un’articolazione che mi ha letteralmente Scioccata. Sono scioccata dall’ignoranza, stupidità è morbosità di certa gente. Ma io mi chiedo i genitori/mariti di queste donne non si accorgono che queste signore hanno qualche grosso problema eh? Sí viviamo in una società ancora profondamente maschilista, lo ammetto, ma questo va oltre. Qui sono le ‘pancine o come si chiamano ad avere seri problemi. Poi ci tengo a precisare che neanche io ho avuto una grande educazione sessuale a scuola, ma le basi su cui si basa il ciclo, l’ovulazione e la fecondazione sono ormai una conoscenza base che tutti dovrebbero averlo. E se in un futuro (per ora abbastanza remoto) dovessi rimanere incinta, mi leggerei qualche informazione scientifica sulla gravidanza, per sapere se ho qualche lacuna di conseguenza. Non capisco come sia possibile che queste donne non si siano un minimo informata e vivono di pregiudizi. Se sanno usare i social, sapranno pure fare una ricerca, no? Mi dispiace, ma non riesco proprio a trovare nessuna giustificazione alla stupidità di queste donne

  11. E come saranno cresciuti! Spero che vengano educati veramente a scuola e le insegnanti si rendano conto della difficoltà in ci vivono e possano aiutarli.

  12. Se la batte con bruciare gli assorbenti per rimanere incinta (non parliamo poi dell’inquinamento dato dal bruciare plastica), vivere la mestruazione come un aborto e non utilizzare nessun tipo di assorbente e macchiare di sangue ovunque. Sinceramente dire che sono inorridita è poco.

  13. Ma quella che dice di non sapere chi è il padre del figlio, è quella che crede che il figlio (scusa il gioco di parole) posa essere il figlio dell’ex che non frequenta da anni ma il suo seme potrebbe essere attivo nel suo utero.

  14. Ho giò sentito di questo gruppo qualche settimana fa alla radio (ascolto Gianluca Nicoletti su radio24) e con il mio ragazzo ci abbiamo riso sopra un bel po’. Ora però la voglia di ridere mi viene un po’ meno, perchè penso che spesso non conosciamo abbastanza bene le persone che ci circondano (amiche e/o parenti). In poche parole…potremmo conoscere alcune ci queste “mamme”. Ho già avuto sorprese del genere su Facebook (amici e/o parenti che postavano contenuti aberranti), e dal disgusto ho smesso di andarci da almeno un anno.

  15. OMMIODDIO. Quando ho letto del bambino di 10 anni che voleva giocare col seno della baby sitter, mi è venuto un coccolone. Cioè, a 10 anni sei un preadolescente, dovresti aver preso coscienza del fatto. Io capisco quando ho preso in braccio mio nipote di pochissime settimane di vita, si è sporta verso il mio seno, ma è un istinto naturale verso una fonte di cibo vitale. Ma un bambino di 2/3/5 o peggio 10 anni NO.

  16. Innanzitutto complimenti per questo articolo che è fatto veramente bene! Poi posso solo dire che si parla di gente ignorante (ma nel vero senso della parola), che non ha studiato, lo si vede anche dai ricorrenti errori di italiano e grammaticali e che come dite voi vive in un ristretto cerchio che è esclusivamente la famiglia. Spero che venga chiuso quel gruppo quanto prima è veramente deleterio!

  17. Che uomini saranno questi ? Giustificati dalle loro madri a toccare altre donne solo perché scollate o con pantaloni aderenti…

  18. Ho letto l’articolo da cima a fondo, alcuni brani anche più volte, perchè non credevo possibile che questa ignoranza fosse dei giorni nostri.
    Partiamo dal presupposto che temo che tutto derivi davvero da una situazione di disagio sociale: chi perpetra queste abitudini senza rendersi conto che sono fuori dal contesto può farlo solo perchè non è inserita in un contesto culturale adeguato. Se no, non me lo spiego. Com’è possibile che, vivendo nella società moderna, una donna, una madre, creda ciecamente a queste superstizioni, non conosca il suo corpo, non creda alla medicina..

    In tutto questo però non riesco a giudicarle, ma provo solo un grande senso di impotenza, perchè queste donne sembrano irrecuperabili. Come si possono aiutare? In quale modo la società può mettersi in contatto con loro per tentare di recuperarle?
    Mi sembra impossibile visto la loro totale chiusura verso chi la pensa diversamente da loro..

  19. Il problema dei social è che se ne chiudi uno, fra 1 minuti se ne è aperto un altro. E comunque il regolamento di questo social, è molto lascivo… quando utilizzavo fb, segnalai una pagina che inneggiava al maltrattamento animale con foto a dir poco raccapriccianti e cosa mi risposero? Che non violava le regole e che non l’avrebbero chiuso. Forse l’ignoranza è anche qui, nei piani alti.

  20. Hai ragione. Aiutarle sarebbe il minimo ma come si fa davanti a una persona che crede che sia tu quella pazza e non vuole confrontarsi con la realtà? TSO? No, non le cambi. E’ quella la cosa spaventosa appunto. Come cresceranno i figli?

  21. Ma anche queste future donne, le bambine, come cresceranno? Sono entrambi i sessi, spacciati? Mi auguro di no, ma ho paura di sì.

  22. Quello che mi sconvolge è che ci siano anche madri giovani su questo gruppo…non capisco come una ragazza di 30 anni o meno possa dar credito a superstizioni assurde come quella degli specchi

  23. Sia mai che abbiano avuto delle madri represse che hanno fatto passare il messaggio che toccare seno e sedere delle donne è del tutto normale. Noooo sono le donne faciline con gli abiti scollati e i pantaloni stretti che provocano.
    E le donne e gli uomini single che arrivano dall’ufficio e quindi vanno alla riunione di condomionio vestiti bene? La pancina pensava che vanno così per conoscersi tra loro e fare chissà cosa.. è troppo difficile pensare che semplicemente lavorano fino alle 7 e vanno così vestiti perchè non hanno tempo di passare a casa a cambiarsi? Due neuroni che si connettono non li hanno, un minimo di logica e di conoscenza della società nemmeno.

  24. Il problema è proprio la tua ultima domanda: come cresceranno i figli?
    I figli di queste donne sembrano destinati alla stessa condizione:
    bambini preadolescenti che toccano seni e sederi come se fosse normale, come se la loro parte sessuale che inizia a svilupparsi a quell’età non esista;
    bambine preadolescenti a cui viene insegnato che se sei donna hai dei doveri nei confronti del tuo futuro marito, a cui viene insegnato che se ti vesti scollata o con pantaloni stretti se ti stuprano è colpa tua..
    Mi viene da piangere se ci penso..

  25. Davvero è orripilante questa assurdità. E come dicevo nel mio commento, tutto ciò è fomentato da internet che è, come dice la canzone che tanto odio, “droga dei popoli”.

  26. allora non dico che la scuola italiana sia il massimo per l’educazione sessuale… ma qualcosa ti insegnano ( tralasciando genitori, famiglia, amici, e soprattutto siamo i Millennial, nell’era di internet ) . io mi chiedo, queste persone come fanno a non sapere cose così elementari? In in un certo senso mi fanno pena, perché vivono male tutto, a partire dal diventare donna, all’essere mamma. E come sempre gli uomini non sono d’aiuto, come fanno a non capire come sono le donne che hanno sposato???

  27. Tralasciando che molte di queste “donne” siano per fortuna dei troll; io ho paura. Ho paura perché nel 2017 hanno un’ignoranza non adeguata ai nostri mille mezzi di informazione, ho paura perché dimostrano chiaramente una qualche forma di disturbo mentale morboso, ho paura perché escluse loro che sono irrecuperabili..stanno mettendo in giro diverse generazioni di bambini socialmente disturbati, perché non crescono stabili questi poveri bambini!e tristemente i bambini instabili di oggi saranno adulti instabili di domani, con magari comportamenti violenti nel momento in cui verranno lasciati dalla fidanzata/o perché hanno appreso anche loro l’attaccamento morboso.
    Sinceramente per alcune di loro spero nei servizi sociali, non datemi della str**za, ma loro sono ormai irrecuperabili (perché non sono disposte ad ascoltare o capire) i bambini invece meritano un futuro migliore

  28. Seguo il Signor Distruggere e vi faccio i complimenti per l’analisi che avete fatto! Dovrebbe leggerla anche lui 😀

    Sinceramente vivevo meglio prima di scoprire queste cose…davvero sconvolgenti. Spero solo di non aver mai a che fare con persone del genere! Ogni volta che ne pubblica una nuova mi stupisco!
    Non potevate raccontare tutto-tutto, manca il filone delle “mamme” delle bambole reborn (bambolotti iper-realistici che sembrano bambini veri), che è davvero davvero inquietante… Addirittura una signora ha fatto fare una bambola reborn che è la copia esatta del figlio di una sua amica, deceduto quando aveva pochi mesi… Gli ha dato lo stesso nome e ovviamente lo tratta come se fosse vero, tutto ovviamente all’oscuro dell’amica!

    Comunque la pagina ha scovato anche analoghi gruppi al maschile, dove persone che si definiscono “veri uomini” si ritrovano a parlare in un modo che vi lascio solo immaginare… Da consigli su come rimorchiare in discoteca a insulti gratuiti ai gay 🙁

  29. Io seguivo la pagina del Signor Distruggere ma ho dovuto togliere il mi piace perché ad ogni post mi veniva il nervoso più che da ridere… Anche se più post allucinanti vedevo, e più mi veniva da pensare che molti fossero di troll che scrivono apposta le bestialità più grandi apposta per fomentare queste poveracce. O almeno in cuor mio spero e mi auguro che siano finti…

  30. “Mettete mi in anonimo”
    “Niente critiche da chi ha fatto il classico…”
    Lo sanno benissimo di fare discorsi senza senso, di credere a dicerie che la società rifiuta, di essere giudicate male.
    Ignoranti sì, concesso, ma consapevoli di esserlo e non volerne uscire. A mio parere, questo è il lato peggiore della cosa.

  31. Infatti per loro le studentesse sono “maestrine laureate al classico”… Forse qua non compare, ma in alcuni post si scagliano contro vicine di casa “studentesse” (messo tra virgolette) che non essendo mamme/mogli non fanno un caz** tutto il giorno, vivono da sole, accolgono in modo “sospetto” uomini nelle loro case e non hanno il diritto di lamentarsi delle assurde cose che le mammine lasciano fare ai propri cuccioli (tipo suonare i campanelli a tutto il condominio ogni volta che escono/entrano nel palazzo) T.T

  32. Questo è il fallimento di Facebook. ..praticamente non esiste una politica seria che blocchi queste schifezze

  33. e dire che lavoro con i matti ed ho una visione dell’essere umano tendenzialmente cinica (per me lucida ovviamente)…eppure sì, un pochino sconvolta lo sono

  34. Non riesco a capire come possano aver accumulato idee così ignoranti e senza senso. Insomma devono aver avuto qualche disagio sociale. Perché nel 2017 è impensabile. Incredibile. E poi non sanno cosa capita al loro corpo. L’unica forza che hanno sta nel condividere su Facebook le vicende assurde che capitano loro così da trovare altre donne uguali. Io mi meraviglio di come anche Facebook non metta dei filtri più severi. (non solo in queste cose ma anche in tantissimi altri argomenti!!)

  35. Io sono sconvolta mi viene da piangere. Dico solo che mi dispiace. Mi dispiace sapere di donne che sono state cresciute male, represse, nell’ignoranza, nel servire il marito e nel no avere nulla se non i figli. Mi dispiace di sapere di uomini che sono stati cresciuti male e non aiutano le mogli ad essere felici ed un minimo emancipate, non aiutano con i figli e chissà cos’altro. E sopratutto mi dispiace per i bambini, povere creature che cresceranno in ambienti malsani che plasmeranno la loro mente con pensieri assurdi e creeranno nuove generazioni di donne represse e ignoranti e di uomini violenti. Come dico sempre purtroppo la stupidità non è un anticoncezionale o ci saremmo estinti da tempo. Ho addosso davvero una grande tristezza e nel mio piccolo spero di crescere dei figli più equilibrati di loro e non lo dico con cattiveria he

  36. … e le torte che immortalano il parto, con tanto di cosce aperte, sciroppo al lampone che rappresenta il sangue, ed un bambolotto che esce? vogliamo parlarne?

  37. In realtà quello degli uomini l’avevano cancellato perchè la frase di presentazione diceva “Gruppo SOLO per veri uomini!!1!! (…) I fro** fuori”

  38. Fanno pure la torta del parto (ne parlo qualche commento più su), e con il latte materno fanno ciondoli e collane, oltre che dolci e ricotte.

  39. La torta del parto vale solo se è fatta con la placenta vera! Fare una banale red velvet con lo sciroppo di lamponi e l’ “orchidea” di pasta di zucchero è da faciline che non sanno cosa vuol dire essere vere mamme ahahah

    Comunque una mia amica partorirà a gennaio… Non so a questo punto se farle la torta del parto o il fiocco nascita con il porta-placenta… Che dite? Ahahah

  40. Non sanno nulla del proprio corpo. Non sanno scrivere. Non vogliono conoscere la verità. Sono giustamente descritte come alienate MA usano facebook che ancora una volta aggiunge danno al danno: consente all’ignoranza di autoalimentarsi.
    Ora se io gestissi Facebook e avessi l’indirizzo IP di queste degenerate, le farei rinchiudere in un manicomio insieme ai mariti e gli leverei i bambini.

  41. ragazze io non so se ridere o piangere o essere terrorizzata da queste cose… ma pensate a chi se le ritrova in famiglia delle psicopatiche del genere o peggio ancora vicine di casa! c’è veramente da aver paura a pensare che questa gente gira liberamente e tanto più che alleva dei figli… come cresceranno questi poveri bambini??? e poi mi chiedo i mariti non si accorgono di come sono ridotte le mogli? forse qualcuno si visto che chiedevano le “pause” come qualcuna ha scritto… ma anche i genitori stessi di queste donne non vedono come fanno crescere i loro nipotini?
    e poi come vivono male la loro sessualità… secondo me è anche per questo che sono così fuori di testa. Non sanno nulla, non si sanno godere neanche i momenti di intimità con i loro mariti, li chiamano “doveri” addirittura! no io sono davvero scioccata… non si può vivere così nel 2017!

  42. scusate ma vi rendete conto a chi date retta? Le prendete seriamente. Oltre al fatto che sono delle grandi zappe in ortografia italiana, sono delle ignorantoni culturalmente. Ma lasciate che si parlino tra di loro, neanche fossero nel Medioevo…….

  43. Conoscevo la pagina e sono ovviamente d’accordo con i commenti di chi resta sconvolto dall’ignoranza di così tante persone, nel 2017, in un paese sviluppato, e chiede che si faccia più educazione (anche nella scuola dell’obbligo, per quanto sicuramente sia difficile visto che mi ricordo il post di una mamma infuriata perché alla figlia, poverina, era venuto il ciclo per la prima volta a scuola e la maestra le aveva spiegato di cosa si trattasse senza il permesso della madre… che chissà cosa le avrebbe raccontato a proposito della rugiada e tutto il resto).
    Proprio per questo vorrei complimentarmi con il team per il taglio che è stato dato all’articolo. Sarebbe stato facile cadere nella presa in giro, ma per fortuna emerge chiara la volontà di fare informazione e combattere l’ignoranza, i pregiudizi e le superstizioni. Anche se ho paura della chiusura mentale che trapela da quei post, voglio sperare che questo messaggio arrivi a chi ne ha bisogno.

  44. Seguivo già il blog del Signor Distruggere e quindi conoscevo già questa realtà. Ora vorrei fare una considerazione sperando che nessuno si offenda e anzi se qualcuno vuole darmi una risposta è ben accetta. Come si evince dal mio cognome, Marina, sono di origine meridionale, precisamente calabrese. Sono però cresciuta tra Bergamo e Milano e quindi non ho vissuto certe realtà. Magari mi sbaglio, ma secondo me la maggioranza (la maggioranza non sono tutti) di queste donne è di qualche paesino del sud italia. Il mio non vuole essere un commento di denigrazione nei confronti del sud e non sto facendo di tutta l’erba un fascio perché anche la mia famiglia è del sud. Però alcuni commenti di queste “pancine” riportano superstizioni e pratiche tipiche di certi contesti sociali del sud italia. Lo so perché la mia bisnonna era una donna di un’ ignoranza gigantesca che perpetrava certe pratiche assurde e cercava di “trasmetterle” anche ad altri. Fortunatamente i miei genitori hanno avuto la possibilità di studiare e di trasferirsi ben lontano da questa gente, ma quando mia mamma mi racconta certe cose rimango ancora sconvolta. Spero di non essere fraintesa perché ho molto attaccamento per la mia terra natale e so che tutto il mondo è paese. Però non posso fare a meno di notare come questa ignoranza e queste superstizioni siano più presenti tra persone che vivono in certi contesti sociali rispetto a persone che vivono in contesti, permettetemi, più liberali.

  45. è tutto un fake. Sono falsi i post e i commenti. Non vi rendete conto che i post sono scritti tutti nel medesimo modo?
    E mi meraviglio che questo blog dia retta a certe boiate.

  46. Ciao mia nonna era lombarda purosangue, proprio da generazioni nate e vissute stesso paesino, eppure anche lei per esempio mi diceva di non toccare le piante durante il ciclo, è andata a raccontare a tutto il vicinato che ero diventata signorina … e tutte le vicine che appena mi vedevano mi facevano i complimenti, mentre io ero solo terrorizzata e confusa, anche perchè nessuno mi aveva mai spiegato nulla del ciclo, quindi quando mi è arrivato ho pensato di essere ammalata. Mi dava dei consigli apocalittici su come trattare il mio futuro marito ed eventuali figli, aveva anche un approccio molto stoico sulla morte e mi portava sempre alle veglie a “salutare” il deceduto di turno e io avevo meno di 10 anni. Quindi è vero che come dici tu tutto il mondo è paese … Ovviamente vivendo in una famiglia liberale ed educata, nonna è sempre stata considerata un po’ un personaggio e si prendeva tutto quello che diceva con buon umore.

  47. Mah anch’io sono propensa a pensare che sia tutta una montatura … non so però se è perchè il mio cervello si rifiuta di accettare l’esistenza di certe mentalità al giorno d’oggi. come ho commentato sotto molti commenti mi ricordano mia nonna

  48. APPUNTo per questo bisogna parlarne, per non se credere a lorcoche hanno ragione. E non permettere ad altre di caderci.

  49. A Udine c’è stato il primo caso registrato in ospedale di mamma che si è opposta al taglio del cordone ombelicale e è stato registrato un aumento dei parti in casa per conservare placenta e cordone …
    È tutto vero a quanto pare… è un fenomeno che arriva con 20 anni di ritardo dagli USA

  50. Infatti questi social non fanno altro che fomentare e buttare benzina sul fuoco di queste persone Chen hanno evidenti problemi molto gravi.

  51. L’ho pensato anche io. Puó essere che io contesto non aiuti ma mi rendo conto che ci sono ignoranti in tutte le regioni d’Italia. Mia nonna era una specie di pancina (ok che rappresenta un’altra generazione) ed è brianzola.

  52. Ma anche se fossero tutte falsità, c’e Sempre dietro una mente malata che le pensa queste cose. E magari poi una donna che ha una personalità fragile, ci crede.

  53. Questo commento è contraddittorio. Si che sono ignoranti perché in questo caso “ignoranza” non è data dall’aver studiato o meno, ma dal non conoscere. La differenza è sottile ma abissale.

  54. Secondo me non sa nemmeno cosa significa e non va. Il problema è che fa figli che saranno gli adulti di domani. Quello è terribile.

  55. Non è una mia idea quello che ho detto sul livello culturale : l’ho sentito in una trasmissione radiofonica in cui venivano intervistati esperti del fenomeno …
    Hai ragione comunque

  56. Hai pienamente ragione, però il discorso se Facebook debba essere ritenuto responsabile dei contenuti del sito è molto complesso, alla fine l’ignoranza e il torturare la grammatica italiana non sono contro la legge e la libertà di opinione è un diritto inviolabile e putroppo anche un’arma a doppio taglio

  57. Se è come dice Giulisa aderiscono a questo modo di pensare per libera scelta e non perchè “ignorano” altri modi di pensare o di vivere, comunque da come sono articolati i commenti e da come si esprimono in generale non mi danno l’impressione di essere particolarmente acculturate. Posso capire la mancanza di punteggiatura e qualche parola scritta male se usi il cellulare per scrivere i commenti, ma il livello di espressione di questi post è praticamente da analfabeti

  58. Mi sembrano discorsi usciti dal Medioevo, figli di retaggi di un’epoca lontana oscurantista profondamente influenzata dalla concezione maschilista e machista latino/cattolica e anglosassone puritana di cui siamo stati impregnati per secoli (e non solo nel “paese del Vaticano” perchè io e le mie amiche siamo state nelle high school Usa negli anni del “purity ring” e dell’astinenza come unica forma di educazione e contraccezione di Bush Jr…) e il divampare dei social con i loro gruppi chiusi e reclusi nella propria bolla in cui viene incluso solo chi pensa allo stesso modo e l’elemento discordante viene escluso a priori l’informazione disinformata ha alimentato ancora di più queste supersitizioni e atteggiamenti nocivi. Di recente in un gruppo FB bio era capitata una ragazzina la cui madre analizzava la “rugiadina” e voleva sottoporla a un esame del parrocco per capire se si stesse “comportando male”…credevo scherzasse ma ora penso potesse essere la figlia di una mamma pancina! Terribile crescere condizionate a odiare il proprio corpo e la sessualità in questo modo sin da piccole.

  59. quando un giorno il ragazzino che palpava le tette della babysitter verrà accusato di tentato stupro (perché se educhi tuo figlio in questo modo, le probabilità che accada sono parecchie) mi chiedo che scusanti avranno queste “mamme”

  60. hai ragione non l’avevo vista in questi termini, anche se fosse una bufala esiste sempre qualcuno che ha una mente piuttosto malata e ha probabilmente coinvolto persone fragili che ci credono … In qualunque luce si voglia vedere questa questione è sempre spaventosa

  61. Tra l’altro queste mentecatte non rispettano per nulla la religione cattolica, perché oltre che mentecatte, sono feticiste (ciondoli di latte materno, fiocchi fatti con il cordone ombelicale, ecc..), idolatre (del figlio, non più solo figlio, ma idolo da venerare) e compiono riti magici (bruciare gli assorbenti per propiziare la gravidanza, tanto per dirne una). Per non parlare delle corna che fanno al marito: sono pure adultere. Nessun prete approverebbe quello che combinano.

  62. Conosco questa pagina e leggo spesso questi commenti aberranti. Mi è difficile credere che ci siano donne che ancora ragionano così ma purtroppo esistono e, cosa peggiore, “educano” i loro figli. E dico “educano” perché questa è tutto fuorchè educazione. Fa venire i brividi. Su questa pagina leggo spesso anche una rubrica che riguarda le bambole REBORN. Ecco, qui si raggiungono livelli di consigliabile ricovero in ospedale psichiatrico. Suggerisco di dare un’occhiata, io sono rimasta sconvolta.

  63. se pensiamo poi che pure tra i preti se ne sentono di tutti i colori… non c’è più religione davvero…

  64. Certo, ma io mi riferisco alla dottrina cattolica in sé e per sé, che non ha nulla a che vedere con quello che combinano queste qui. E di preti decenti, comunque, ce ne sono ancora.

  65. Mi sa che i mariti siano degni di loro: uomini normali ed intelligenti mica si pigliano simili piattole per mogli. Gli uomini in gamba vogliono al loro fianco donne in gamba (e viceversa).

  66. pure io ho notato questa cosa… ma non certo per un discorso denigratorio, perché come dicevano anche le altre utenti qui sotto, pure al nord, soprattutto nei paesini, esistevano certe credenze e dicerie (pure mia nonna diceva che se si toccavano le piante col ciclo queste morivano, alcune addirittura sostenevano che non andava bene lavarsi il primo giorno del ciclo, se non addirittura per tutta la durata…)
    Forse sono rimaste più diffuse al sud perché,essendo veri e proprio riti scaramantici e tradizioni di famiglia, vengono tramandati di più (c’è un concetto di famiglia e tradizione diverso rispetto al nord Italia, le famiglie sono ancora spesso numerose e più calorose, più legate alle tradizioni).
    se ci aggiungiamo che spesso la scolarizzazione al sud è più bassa di quella del nord Italia…. Con ciò non voglio offendere nessuno sia chiaro, ma lo dicono le statistiche che la percentuale di abbandono delle scuole in giovane età è maggiore nel meridione, rispetto al nord.
    Sud o nord che sia, mi preoccupa davvero che nel 2017 ci siano ancora certe credenze e che l’ignoranza e bassa scolarizzazione sia ancora così diffusa

  67. scusa, non mi sono spiegata, ma appoggiavo assolutamente il tuo discorso! intendendo dire che pure tra i preti che si scandalizzano tanto per certi discorsi (vedi quella che dice che il prete l’ha guardata male per i preservativi, cosa cui non fatico a credere) c’è del marcio… per fortuna esistono ancora persone oneste e preti che credono davvero in quel che fanno e nel culto religioso

  68. ti vorrei ricordare che queste zappe come le chiami tu (e su questo siamo ampiamente d’accordo), hanno figli, che educano alla loro maniera, e un domani i loro figli ignoranti quanto zappe come loro, voteranno, dovranno prendere decisioni, e noi vecchi saremo in mano loro. quindi no, non è solo un parlare tra di loro, ma è una cosa che riguarda tutti, perché se questo fenomeno è così diffuso, adesso ridiamo e li prendiamo in giro, ma un domani non so davvero come faremo…

  69. Ma il funzionamento del corpo umano non è opinabile. È scienza. E l’analfabetismo, in questo caso di ritorno, lo si vorrebbe arginare con la scuola dell’Obbligo…. bisogna essere contrari a chi alimenta l’ignoranza. Su Facebook mi pare proliferi invece, e qualcuno ci è diventato miliardario.

  70. Questa non è una questione di società maschilista o cultura antica, questa è pure IGNORANZA e DEMENZA. Punto.

  71. Certamente, ma non è compito di Facebook agire da giudice, giuria e carnefice riguardo ai commenti degli utenti, credo che l’atteggiamento censorio sia peggiore di quello lasseiz faire

  72. si tratta di un’iperbole. Sappiamo che esistono le talebane dell’allattamento, quelle piene di credenze ecc… Qualcuno si diverte a prenderle in giro facendo leva sugli aspetti più radicali, estremizzando tutto all’ennesima potenza. Ma i post hanno tutti lo stesso tenore, contengono tutti errori grammaticali e lo stile è pressochè uguale.

  73. Forse alcuni di questi sono una farsa di chi si è aggiunto dopo con un profilo fake. Ma rimane il fatto che chi ha aperto questo gruppo esiste e crede a queste panzane, le divulga, fa cresce dei figli in modo malsano. Anche se fosse un gruppo nato come “sano”, il fondatore lo avrebbe chiuso visto la deriva che ha preso.
    Poi le pancine sono la punta dell’iceberg ma basta andare sotto pagine normali (quella di un qualsiasi giornale) per vedere cosa pensa certa gente. Vedi il caso vaccini.. “mio figlio vaccinato non può andare a scuola ma un bambino con l’AIDS sì”. Stiamo scherzando vero? La gente lo sa come si trasmette l’AIDS?

  74. Ma io mi chiedo i genitori/mariti di queste donne non si accorgono che queste signore hanno qualche grosso problema eh?

    Credo che i genitori e i mariti di queste donne siano esattamente gli individui che le hanno danneggiate in quel modo o che sfruttano la situazione.

  75. Ricordo con orrore anche quella che fece defecare il figlio in mare ed ebbe da strepitare perchè un bagnante si era lamentato di essere stato “colpito” dagli escrementi galleggianti.
    Poveri figli davvero!

  76. Si infatti anch’io concordavo con te sul fatto che potrebbe anche essere una bufala appunto perchè tutti questi commenti sono molto simili tra di loro, però anche mettendo la questione in vena retorica, si presuppone comunque che una persona o un gruppo, diciamo il “Signor Distruggere”, abbiano passato ore e ore del loro tempo a creare pagine di commenti per screditare un certo tipo di mentalità che, pur sussistendo, sempre restando nel caso della teoria iperbole, non è così diffuso e nemmeno così estremo. Il punto a cui volevo arrivare con questo discorso convoluto è: a che pro? Chi ne trae beneficio? Non certo le poverelle che pensano di aver trovato un gruppo amico e ascoltano seriamente queste bestialità e nemmeno quelle che si sentono oltraggiate dai commenti. Se è uno scherzo lo trovo crudele e se è vero è sconvolgente. In qualsiasi modo scegli di vedere il fenomeno l’unico tratto che non vedo io è l’umorismo

  77. non voglio mancare di rispetto, ma questo è uno dei motivi per cui la scuola dell’ obbligo fino al liceo dovrebbe essere gratuita.

  78. Che pena queste donne…e i figli che crescono!!!! Poi ci chiediamo chi è responsabile delle violenze sulle donne, se insegnano che giocare con i seni altrui sia una cosa normale!

  79. Scusate TeamClio, ma fosse anche che queste “mamme pancine” esistano davvero e non siano dei fake colossali, non riesco a capire il vostro collegamento con la “società maschilista e patriarcale”… Se una è ignorante, è ignorante, ma da qui a fare questi collegamenti…!

  80. Io penso che nel 2017 sia inammissibile una tale ignoranza (parlo dei temi scientifici e non ovviamente della filosofia di pensiero, dove ognuno è libero)… secondo me molti argomenti sono ancora troppo un taboo, sarebbe utile che già dalle elementari si parli di educazione sessuale almeno per spiegare alcuni meccanismi “base” del corpo umano, come ad esempio il ciclo mestruale…

  81. E’ talmente assurdo che viene da pensare che sia tutto un fake.
    Sinceramente non so cosa pensare. Mi ha un po’ sconvolta leggere certe cose, nel 2017.

  82. A me ha sconvolto quella che in spiaggia fa fare alla bimba i bisogni nella sabbia, e si stupisce pure che qualcuno glielo voglia impedire. O che, quanto meno, a qualcuno faccia un po’ schifo. O__o

  83. perchè quella che chiude i pannolini usati nella cabina della spiaggia per un mese??? Altro che mamme pancine, mamme zozzone!

  84. È che questa ignoranza spesso deriva da ambienti molto maschilisti. Infatti sono tutte donne il cui unico scopo è fare le madri, vietano cose alle figlie femmine piuttosto che i maschi, idolatrano il loro uomo che non si deve scomodare a far nulla e non lo si deve “shockare” col ciclo, insegnano ai figli maschi che è normale “giocare” con i seni e se una donna si rifiuta è colpa sua che non era accollata…a me sembrano tutti atteggiamenti maschilisti.

  85. Capisco il ragionamento, ma piuttosto di una società così generalizzata mi viene da parlare più di individui specifici, sicuramente degli idioti… Oppure sono fortunata io a non aver mai incontrato uomini così in tutta la vita!

  86. Non auspico la censura, a me risulta che ci si insulti gratuitamente su Facebook.
    Non riesco a vedere utilità in questo social. Per me dovrebbe essere chiuso e basta.

  87. Non voglio fare la “maestrina” in altro senso, ma secondo me è un fenomeno che andrebbe studiato risalendo tramite i profili Facebook: dove vivono? Che lavori fanno? Che titolo di studio hanno? Se non avessi un marito “Intasato” gli farei fare uno studio sociologico. e poi, forse, bisognerebbe allertare i servizi sociali. Non se ne sa almeno l’area geografica? O sono sparse?
    Grazie cmq per l’articolo, io non ne sapevo nulla!

  88. Scusa aggiungo un punto, nel 2017 viviamo ancora in un mondo dove esistono gruppi come Scientology, Blue Whale, Ana, i Mormoni, il Ku Klux Klan, Al-Qaeda, i Luciferiani e chi più ne ha più ne metta … esistono gruppi di cretini che prendono a pugni la gente a volte anche amazzandola per ridere e riprenderla al telefonino. Se penso a queste cose non faccio nemmeno fatica ad accettare l’esistenza delle mamme pancine … ah dimenticavo c’è pure il genio della lampada che ha inventato la colla vaginale …

  89. io infatti non lo uso e non lo guardo, non uso twitter e instagram commento solo su questo blog, esercito la mia capacità di scegliere e basta.

  90. Nemmeno io, o almeno non fino a questi livelli, ma immagino che donne del genere per arrivare a ragionare cosi siano comunque state cresciute in un ambiente familiare simile :/ sennò non si spiega…

  91. Scusate caro team, ma ho commentato venti minuti fa e da subito è apparsa la scritta che doveva essere verificato e poi è stato tolto non ho utilizzato un linguaggio irrispettoso o offensivo e quindi gradirei una spiegazione se è possibile, grazie.

  92. aaaaaaaaaaaaaaaa sì! sono cose allucinanti! ti giuro che non posso credere che ci sia gente così al mondo. E la torta per le mestruazioni????

  93. le prime volte che ho letto questi post rimasi scioccata per l’ignoranza di queste donne. A volte rido, a volte rimango basita. È evidente dai moltecipli errori grammaticali che parliamo di donne poco scolarizzate che sono state cresciute senza informazione.
    È scioccante leggere di compitini e doveri, scioccante pensare che queste donne non vivano il sesso per il piacere, ma lo vedano in maniera così pudica.
    È potrei continuare in eterno, ogni loro post è fonte di schok, quindi concordo sul fatto che andrebbe assolutamente capito di che tipo di persone parliamo

  94. Lo stesso. Però per me non si può esentare Facebook dall’immondizia che v’imperversa. Troppo facile lanciare una piattaforma social, farla crescere a dismisura e non regolamentare nulla.

  95. esatto. ma poi come fanno a stare con una donna che ha la “fobia” dello sperma? 😀 anche solo questo credo farebbe scappare qualsiasi uomo normale

  96. Stavo per scrivere anche io questo. Anche io di giù, trasferita da 15 anni a Roma. E ho notato nel tenore di certe frasi una determinata provenienza geografica.

  97. Complimenti per il trend topic follow, comunque quella baggianata sul patriarcato e il maschilismo potevate anche risparmiarvela. Abbiamo donne che guidano paesi e governi, astronauti, AD di aziende immense, ecc ecc, e nel 2017 questa boiata da terza ondata patetica di femministe non si regge proprio in piedi.

  98. Si chiama “cavalcare il trend topic”. È una cosa tipica del web marketing, e si fa solo per attrarre lettori.

  99. Si, usano la religone cattolica come un velo sotto cui nascondere atteggiamenti e pregiudizi moralisti e moraleggianti, in realtà molte delle loro superstizioni e paure sono pagane e primitive, così arcaiche da risalire alla notte dei tempi, si ritrovano praticamente identiche in molte leggende indoeuropee e mitologie greche o anche precedenti come è ben descritto nel “Ramo d’oro” di Frazer (ebbene si, sono una maestrina che ha fatto il classico! 😀 …quanto è inquietante la loro paura verso l’istruzione?! ), il fatto che la tecnologia si sia evoluta non implica che lo sia anche il cervello che la usa! FB avrebbe dovuto unire le persone e aprire le menti invece sembra chiuderle e dividerle sempre di più. Cmq, senza toccare questi estremi di follia, una certa arroganza ignorante, soprattutto da parte delle ragazze più giovani, l’ho notata anche nei commenti Instagram sulla gravidanza di Clio, quante volte l’hanno messa in guardia dai gatti o trattata come se fosse malata invece che incinta?! Sono una coppia intelligente e probabilmente terranno le loro scelte educative per sè ma ti immagini se discutessero pubblicamente di svezzamento o vaccini?!

  100. Grazie per aver risposto. Sono d’accordo se diciamo che nella prima metà del ‘900 certe credenze erano diffuse anche al nord italia. Io invece ho il sospetto che mentre al Nord le donne si siano “evolute” (concedetemi il termine) la Sud la cosa sia ben più difficile. Certo oggi internet e la TV sono accessibili più o meno a tutti ma ti assicuro che ci sono molti paesini in cui la mentalità di un tempo la fa da padrona.

  101. sono convinta che siano delle pagine fasulle, aperte solo x far parlare, per creare dei trend topic etc…… non credo davvero che possano essere cose reali; ho notato, tra le altre cose, che molte chiedono di pubblicare le loro perle in anonimo…..quindi resto basita sia nel pensare che ci siano menti “malate” che possano creare queste pagine al scolo scopo di fare trend, sia, al contrario, che davvero queste siano persone reali! mi sembra fanta-scienza…..

  102. sul titolo di studio mi sa che c’è poco da indagare.. non lo dico con cattiveria eh, ma a leggere certi errori non posso pensare che siano andate oltre la terza media.

  103. Sì, è quel che penso anch’io e come dici tu, ovviamente non vuol essere un’offesa per nessuno!

  104. Nel 2017 ci sono ancora paesi dove non puoi andare a scuola, lavorare fuori casa, andare in bagno da sola, camminare per strada da sola, guidare un auto, decidere cosa fare dei tuoi soldi e del tuo corpo o chi sposare solo perchè sei femmina (genere) nemmeno donna (essere umano), la terza ondata femminista non è patetica ma necessaria e commenti come il tuo lo dimostrano ampiamente

  105. A volte in tutto questo mi chiedo proprio quale sia il ruolo della scuola, si sta diventanto sempre più indulgenti sul bocciare, se i professori si permettono delle critiche i genitori pensano ci sia un accanimento contro i propri figli. Credo che il problema passi in primis da questo, non possiamo certo dare le colpe di questo fenomeno soltanto alla scuola ma di sicuro possiamo ritenerla un mezzo per evitare che succeda ancora. Gli esami al termine di un ciclo di studi ci devono essere, hanno tolto quelli di quinta elementare e il risultato è che ci sono lacune enormi anche sulle cose più banali. Il ministero deve assicurarsi che tutte le scuole, da nord a sud, da quelle pubbliche a quelle paritarie garantiscano gli stessi standard di istruzione ed infine le ore di educazioni sessuale e affettiva devono essere obbligatorie! Queste mamme tengono le proprie figlie a casa quando ci sono queste lezioni, ecco se la bambina è stata a casa in quei giorni bisogna assicurarsi che recuperi quanto ha perso. Non possiamo permettere che una donna non abbia conoscenza del proprio corpo, che veda il sesso solo ai fini procreativi, che sia vittima di superstizioni e ignoranza; queste cose si passano da madre in figlia, bisogna stoppare la catena sia per il benessere della donna stessa,( si spera possa liberarsi da queste credenze retrogade ) che dei bambini che vengono messi al mondo in tali contesti.

  106. Se non oltre la 5^ elementare… in terza media si spera che un alunno nella media utilizzi la grammatica e l’ortografia quasi perfettamente (se non del tutto).
    Comunque sono sconvolgenti.

  107. Vorrei ringraziarvi. Sul serio. Ho scoperto distruggere solo di recente e ne sono rimasta affascinata. Un po’ ne rido un po’ ne sono curiosa, a volte mi deprimo al pensiero di questi poveri bambini che cresceranno con chissà quali disturbi psicologici e sociali. Magari non tutti saranno d’accordo con la vostra analisi sociale ma a me è piaciuta.
    Concordo sulla società patriarcale e arcaica nella quale possibilmente queste donne sono cresciute. Il sesso è un dovere,la contraccezione inaccettabile il più delle volte. E che evidentemente tanto ancora c’è da fare sull’educazione a scuola, anche se una volta una pancina si era lamentata della maestra che aveva osato invadere il suo territorio nello spiegare le mestruazioni alla figlia alla quale erano iniziate a lezione. La maestra le ha spiegato che accadrà ogni mese, la madre invece voleva raccontarle una storiella di fatine o giù di lì.
    La cosa che mi inquieta è che alcune hanno un lavoro al di fuori della casa, sembrano avere delle amiche “normali” … ma ….

  108. Seguo la pagina del Signor Distruggere e all’inizio le perle delle “pancine d’amore” mi facevano ridere…ma alla lunga… ora mi fanno una tristezza infinita 🙁 Soprattutto quelle che raccontano episodi di sesso col marito. Che già dire sesso è un eufemismo, diciamo che in pratica si accoppiano, guardando fisso il muro. Non è tristissimo? Che poi a tante pancine corrispondono altrettanti mariti che evidentemente sono sulla loro stessa lunghezza d’onda.

  109. Il punto è che oggi con internet, trovi conferma della tua ignoranza e questo rafforza le convinzioni sbagliate… solo adesso inizia la lotta alle bufale on line ma secondo me è già troppo tardi…

  110. E ne mancano altri! Donne che hanno tradito il marito, sono rimaste incinte e non vogliono andare in ospedale per un test del DNA e che preferiscono incantesimi con cui avere risposte… Donne che addirittura mangiano la placenta (di altre da quello che si è capito dal post)… gioielli della fertilità con latte materno. Donne che considerano le bambole reborn come veri e propri bambini (sono dovuta andarmele a cercare: fanno paura). Oppure l’ultima di oggi una donna chiedeva al gruppo dopo quanti giorni finito il ciclo (ovviamente non usavano questo termine) tornavano a lavarsi la “Fiorella”.
    Non lo sto scrivendo con ironia, ma sono parecchio seria.
    Il mio moroso leggendo tutto questo per salvarsi dalla pazzia ha pensato che fosse tutto un fake.
    Il problema è che davvero c’è gente che ancora nel 2017 è convinta di tutto ciò che scrive.
    E rido tanto per non piangere.

  111. io non avevo idea di cosa fossero prima di entrare nella pagina del Signor Distruggere e sono andata a guardare… sono inquietanti. E quelle sono da ospedale psichiatrico.

  112. In USA fanno da anni dolci con il latte materno, torte commemorative del parto, il lotus birh… tutte schifezze d’oltreoceano che qui nel Mediterraneo si mescolano con antichi riti di mammane. Lo schifo più totale.

  113. Ovvio: hanno tutte mariti anestetizzati che non sanno quando stanno per eiaculare. Di prendere la pillola non se ne parla proprio. I preservativi non si comprano perché in paese si mormora (prenderli al super oppure se proprio ti vergogni andare nel paese di fianco?).
    NO! Queste pregano. Perché così Dio sa che tu di figli non ne vuoi più e ti da ascolto perché è quello che vuoi.
    La fede non si discute, d’accordo… ma in quei casi si rasenta l’assurdo.

  114. Sono parecchio sconvolta e sconcertata.
    Indubbiamente abbiamo bisogno tutti quanti di educazione sessuale, mi includo. Molti argomenti mi imbarazzano se ne parlo apertamente, nonostante sia consapevole che non c’è bisogno di sentirsi così.
    Ricordo le lezioni di educazione sessuale a scuola. Il tempo e la costanza dedicata in materia era irrisoria. Lo è tutt’ora. Ancora ricordo l’imbarazzo dell’insegnate alla domanda di un mio compagno sulle mestruazioni. Senza dubbio l’ho vista in difficoltà. All’epoca mi sarebbe piaciuto che il discorso fosse affrontato in diverse tappe dell’adolescenza, perché no, magari anche ogni anno. Senza superficialità ne imbarazzo. Perché è proprio questo che trasmettono le istruttrici in ogni incontro e i ragazzi crescono con questa percezione.
    No all’ignoranza, più educazione e consapevolezza. Sono fiduciosa che un domani supereremo anche questo tabù.
    Complimenti per il post.

  115. Di solito su questo tipo di argomento potrei scrivere interi monologhi. Invece sono senza parole. Come si potrebbe riempire i loro cervelli di conoscenza?

  116. Per curiosità sono andata anch’io a cercarmi le bambole reborn e ho trovato un articolo agghiacciante! Sono totalmente caduta dal pero perchè non ne sapevo niente di questa cosa!

  117. Sono d’accordo, a scuola devono insegnare in modo serio educazione sessuale e biologia spicciola, però è anche vero che pure in famiglia non devono mancare le dovute informazioni sul corpo umano e sulla sessualità, oltre che autostima ed autodeterminazione alle figlie femmine, per evitare che si trasformino in cerebrolese ignoranti e represse.

  118. Il posto dove ho incontrato il termine per la prima volta era questo: Questa donna ha un appuntamento con un uomo. Serata andata benissimo durante la quale le aveva raccontato della sua bambina che era rimasta a casa con sua madre. A fine cena lui ha voluto conoscerla e lei l’ha portato a casa sua. Ovviamente non c’era nessuno e lui sconvolto le chiede perché non c’era nessuno a badare alla bambina. Lei lo porta alla culla e gliela fa vedere. Questo dopo un po’ è andato via e lei era tutta preoccupata perché non si faceva più sentire.
    Ma ti pare?!?!!?

  119. Ma questa non è fede, è fanatismo! Bruciare assorbenti???? Coprire specchi! Fino a 5 anni patolare il seno della mamma?????? SCUSAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAMa chissà come vengono su quei poveri bimbi…

  120. Ho scritto già questa mattina ma non faccio altro che pensarci… e ripensarci…non ci posso pensare…e non ci posso credere…sono rimasta sconvolta…
    Clio, Team, mi sa che avrete un bel pò da leggere oggi

  121. Scusa il tuo commento non si regge in piedi le donne in posizioni prominenti al governo e sul lavoro sono ancora una minima percentuale rispetto agli uomini e sono anche pagate di meno dei loro equivalenti maschili. Nell’illuminato 2017 esistono ancora fenomeni come il femminicidio – uno ogni 2 giorni in Italia, secondo le statistiche – la prostituzione e la pornografia e sto parlando dei Paesi più sviluppati… se poi prendiamo in considerazione anche quelli in via di sviluppo la lista è ancora più lunga e tragica. Potrei risponderti che il tuo commento è maschilista … non è che perchè esiste Angela Merkel abbiamo raggiunto la parità dei sessi.

  122. Io non avevo idea dell’esistenza di questo gruppo, sono sconvolta!!!!!!! No giuro, vorrei fare un commento costruttivo, ma non ho parole…possibile che scrivano queste cose? mi pare di essere nel medioevo…Oh mamma, giuro, Team mi avete aperto un “mondo” sconosciuto…Non ci posso pensare!

  123. Una parte di me vorrebbe proporsi come baby sitter per queste Reborn. Vogliamo mettere? Non sono bimbi veri e io potrei guadagnare due soldi, tanto queste pazze che se ne fanno? Ahahahah
    No critiche da invidiosette maestrine laureate al classico e non mamme.

  124. ESATTO!! Fanatiche è il termine giusto!
    Credenze allucinanti come non specchiare i bambini o fargli foto prima del battesimo perché il diavolo gli ruba l’anima!!
    Se a 5 anni mi patoli il seno (mi hai fatto imparare la mia nuova parola preferita) ogni volta che ci provi ti do una girata che non te la scordi più.
    Spero solo che crescendo capiscano e che vengan su come persone normali (anche se è una speranza vana, ma una ci spera sempre!)

  125. Io sono rimasta letteralmente sconvolta! Non conoscevo questo gruppo e non pensavo neanche potesse esistere. Ho avuto come l’impressione che le donne che scrivono in quel gruppo siano persone che non abbiano ricevuto un’educazione sia a livello scolastico (ci sono tantissimi errori grammaticali che non possono essere errori di battitura) sia su come funzionino i rapporti sociali. Quindi mi chiedo: da che famiglie provengono queste donne? E poi perché spesso chiedono l’anonimato?

  126. con la borsa Livorno!!! XD
    che tra l’altro… io sta cosa del bacio ovetto non l’ho ancora capita!

  127. se non fosse (purtroppo) una cosa vera sarebbe assolutamente esilarante!
    Il problema e’ che poi tutte queste donne ignoranti si permettono di giudicare gli altri.
    Complimenti per il post!
    Spero arrivi anche a qualcuna di quelle “mammine”

  128. Ragazze, io la pagina la seguo, e da professionista sanitario, non posso che impallidire davanti a questi post…purtroppo credo proprio che questi post siano veri, perché alcune mie conoscenti sono proprio cosi! E questi post pubblicati sono diciamo quelli più “leggeri”, perché vi assicuro che fanno molto di peggio! La torta e i ciondoli sono il minimo credetemi…..non ne parliamo poi di quante ne sento sul lavoro……!

  129. giusto: le manipolatrici! Quelle che “Mio marito vuole divorziare ma se rimango incinta ovviamente non se ne può andare”

  130. Sì, l’ho appena letto sulla pagina del signor Distruggere: io non ho parole!
    A volte mi chiedo se sono “quella che vive nel mondo dei puffi” non pensando minimamente che possano esistere queste cose!

  131. Aiuto… sono sconvolta da questa cosa. Ammetto di essere ignorante su questo argomento, non ne avevo mai mai mai sentito parlare e per fortuna, non conosco nessuno così

  132. A Londra c’era una gelateria a Covent Garden che vendeva un gusto di gelato al latte materno, pastorizzato ovviamente, che era diventata famosa perchè era stata anche citata a giudizio da Lady Gaga perchè suddetto gusto si chiamava come lei e ci sono pure dei posti dove ti liofilizzano la placenta e ti fanno delle pillole personalizzate, sembra che sia l’ultimo grido in fatto di integratori alimentari.

  133. E non sto parlando delle pancine ma di donne in carriera e agiate perchè farsi liofilizzare la placenta costa pure un sacco di soldi!!!! La gelateria misericordiosamente ha chiuso, ho scoperto della sua esistenza perchè mi è capitato tra le mani il libro di ricette …

  134. Guarda ti rispondo di nuovo perchè più rileggo e più capisco quello che vuoi dire e mi sto convincendo che i post del signor distruggere siano fabbricati, non so spiegarmi, direi l’equivalente di un mockumentary sulla scia di The only way is Essex o Geordie Shore (vivo in UK), i commenti sono assurdi, ma hanno anche un marcato sarcasmo, non so se sono stata chiara …
    Sono lo stesso dell’opinione che prendano comunque spunto da una realtà molto inquietante e che non giovino a nessuno, soprattutto se non sono capiti e vengono presi seriamente.

  135. grazie, ci ho pensato dopo. Scusate in futuro cercherò di utilizzare parole più appropriate, ma dopo aver letto queste cose mi è venuto spontaneo!!

  136. Non avete ancora visto le mamme coi bambini finti,vero?Bene.Fate un giro nella pagina del signor Distruggere e capirete a che livello siamo.
    Clio,perdonami, ti muovo alcune critiche.
    Riguardo il taglio del cordone,credo bisogna far chiarezza.Quello che si chiama Lotus birth è una pratica sicura e non da donne invasate.Ovvio che se una appende la placenta sanguinante al fiocco nascita non ha niente a che fare con una cosa così intima come la nascita di un bambino.La placenta e il cordone si separano dal bambino senza nessuna recisione in pochi giorni,non esiste nessun odore nauaeabondo poiché la placenta è tenuta sotto sale.Di tutto questo ti prego di chiedere alla ostetricia che conoscono la pratica, te ne prego.
    Tutte siamo comunque criticabili,anche tu,anche io.Hai fatto l’epidurale per non sentire più dolore e ti comprendo benissimo,ma i danni che possono capitare al bambino da questa pratica, lo conosci?
    Con tutto questo non difendo queste madri o future madri che non conoscono davvero le basi e si affidano a rituali magici.Che temono il sesso e ne sono spesso schifata.Sono figlie di retaggi antichi e di nessuna conoscenza del corpo,specie del proprio Conosco donne che lo facevano perché era dovere,oggi le conosciamo attraverso la rete e questo è tutto nuovo!Non ce lo aspettavamo!

  137. Seguo la pagina da molto, le ho lette tutte queste follie..a volte viene da ridere, tipo per chi commissiona cuscini o torte “bellissime” a forma di vagina con peli e sangue brillantinato, ma ogni volta rimango inquieta e turbata..la cosa che più mi scandalizza è che, al di là della loro stratosferica ignoranza, ci sono uomini che vivendo con donne toccate di mente si approfittano della loro servilità..quale uomo non si accorge del “soffio”? EDDAI

  138. Come te io sono nata e vissuta al nord, ma vengo da famiglia meridionale ( e quindi in teoria sono meridionale anche io) e torno spesso al sud. Mi dispiace dirlo, perché amo molto il sud, ma in certi posti c’è ancora un livello di chiusura mentale da medioevo. Non ovunque ovviamente, e anche al nord ci sono casi, ma ti do tendenzialmente ragione.

  139. Probabilmente molti degli gli uomini che trattano le donne come cose oppure quelli che costringono le donne ad essere recluse ed totalmente asservite a loro sono figli di madri del genere. Scusa se sono molto drastica, ma come può venire su un figlio, se la madre ragiona cosí?

  140. Senza parole.. Dice tutto il fatto che per leggere quello che scrivono ste pazze ci vogliano dieci minuti, probabilmente non hanno fatto nemmeno la prima elementare.. Mamma mia, mamma mia….. Questi bambini da grandi non potranno che essere degli squilibrati.. Sono scioccata..

  141. Io sono siciliana nata e cresciuta lì, non mi è mai capitato di incontrare persone realmente convinte di queste cose, nemmeno tra le donne anziane. Ho sentito dire di alcune scemenze tipo il non toccare le piante e non lavarsi, anche se poi, dopo aver spettegolato con le compagne di classe, continuavamo a lavarci e toccare le piante come se niente fosse.
    Di rituali e consigli sul sesso o come trattare il marito non ne ho proprio mai sentiti nemmeno per puro gossip.
    Figuratevi che è stata mia nonna a spiegarmi la differenza tra le uova fertili e quelle non fertili, spiegandomi perché le galline facessero le uova anche se non c’era un gallo nel pollaio (all’epoca non sapevo che le uova fossero semplici ovuli con un involucro, credevo fossero già feconde), e lei viveva in un paesino in montagna.
    Basandomi sulla mia esperienza, non riesco a immaginare in quali posti possano sopravvivere queste convizioni magico-religiose che sembrano uscite da un trattato di storia delle religioni preistoriche.
    Queste donne, oltre all’ignoranza, hanno anche un’assurda presunzione che le porta a rifiutare qualunque parere contrario.
    Chiaramente, è la situazione familiare da cui vengono ad averle portate a questo, guardacaso si lamentano sempre che il resto del mondo non le capisce. E per fortuna, dico io.

  142. Un cerchio di sale?? E dicono che i figli hanno 36 mesi come se fossero forme di parmigiano e non bambini?? Queste persone hanno veramente un disagio profondo e non so se ne usciranno mai. Comunque il nome “Suellen” (storpiatura di Sue Ellen, personaggio della soap opera Dallas) è già indicativo di un livello culturale piuttosto basso.

  143. La scuola può essere migliorata su tanti punti, ma la prima educazione e cultura si riceve in famiglia. E se un ragazzino prende un voto basso e i genitori, invece di aiutarlo a studiare di più o meglio, vanno a protestare con l’insegnante, anche la scuola migliore può fare poco.

  144. ho una domanda simile: per la prima volta il mio commento era in attesa di approvazione, poi ottenuta, ci sono termini o contenuti particolari che non possiamo usare o che destano sospetto? Non sono polemica ma solo curiosa perché è la prima volta che mi capita. Ciao 🙂

  145. Mah, magari hanno frequentato la scuola dell’obbligo, ma se provenivano da famiglie non istruite o addirittura culturalmente deprivate, potrebbero non avere interesse per lo studio, che anzi, potrebbe essere percepito come un elemento negativo (vedi il rifiuto per “pillole e cose chimiche”, a occhio magari sono pure anti vaccini).

  146. Ma soprattutto: come ha fatto una persona di 30 anni a evitare le tipiche chiacchiere tra adolescenti nel 2010 (circa)? è risaputo che a quell’età si parla di ciclo, fidanzati e sessualità. Lei dov’era quando le amiche parlavano di quelle cose? o nella sua stoica e incrollabile convinzione ha bollato come fantascienza tutto quello che dicevano? boh…non me lo spiego.

  147. Vero, tempo fa avevo letto che purtroppo spesso internet non viene usato per fare ricerche e scoprire informazioni nuove, ma per confermare i propri pregiudizi.

  148. Aggiornamento: visto che come sempre quando qualcosa mi colpisce, approfondisco, sono andata sulla pagina di Distruggere. Ragazze, mi si è accapponata la pelle. Giuro. Tra reborn, vegane pazze… mio Dio. Invoco un bel meteorite. Occorre.

  149. Mi spiace trovare anche qui commenti senza senso.. hai capito dal modo in cui sono stati scritti questi messaggi che potessero essere ricollegabili a donne appartenenti al suo Italia? “Pratiche riconducibili al sud Italia”. Ti posso assicurare che la stupidità non ha zone di appartenenza, la superstizione non appartiene al sud quanto al nord ma solo alle persone che non usano la regione quando formulano pensieri compiuti.

  150. Guarda io per vari motivi non ho nemmeno la terza media, mi reputo una persona abbastanza ignorante ma arrivare a credere a certe cose mi sembra assurdo…

  151. Il Lotus birth è stato dimostrato che è pericolosissimo per il neonato poiché incombe in gravi infezioni. Non ho mai sentito di danni recati al bambino tramite epidurale ma anzi di donne che hanno avuto problemi senza. Io non ho fatto l’epidurale e mi sono passata e mesi (gli ultimi) a letto e partorire è stato davvero difficile perché i miei muscoli erano “flosci”.

  152. E vorrei dire che un procuratore dovette intervenire perché due genitori volevano fare questa cosa del lotus birth minacciando i sanitari.

  153. Su questa cosa dei vaccini ci sarebbe tanto da dire perché purtoppo tante persone credono ci sia qualcosa (sanno solo loro cosa) di strano. Mio figlio li ha fatto tutti ed è più che sano! A questo punto ogni bambino dovrebbe essere autistico…

  154. Ho pensato la stessa cosa. I miei provengono dal mondo contadino, mio papà aveva la terza media presa con le 150 ore, mia mamma ha la quinta elementare ma ha sempre chiamato le cose col loro nome e senza scemenze…

  155. Il fatto che giudichino gli altri è il problema minore…a me spaventa di più che abbiano diritto di voto e che stiano crescendo ora bambini che saranno gli adulti di domani!

  156. Io non ho voluto epidurale per nessuno dei miei due parti e non ho avuto problemi, a parte i dolori del parto stesso ovviamente. Trovo queste “mammine”…aberranti…

  157. Cosa c’è da capire? Sul blog si affrontano tanti temi, tra cui la maternità e tutti i vari aspetti, non è il primo post sulla maternità, questo non è che uno dei lati “contorti” di alcune,per fortuna,mamme.
    Cosa ti disturba?

  158. Sei un papino pancino?marito di una mammina?Ad ogni modo se un articolo non ti interessa..evitalo,Come ti hanno giustamente già scritto..

  159. Però potrebbe essere compito di Facebook collaborare con le autorità quando queste lo richiedono. Semplicemente dando l’identità della persona in questione o aprendo loro l’accesso alle pagine di certi utenti. Se é vero che la libertà di opinione é un diritto, sottoporre i propri figli a certi rituali barbari é abuso minorile e dovrebbe essere punito. Perlomeno si dovrebbe aprire contro queste mamme un dossier sociale e fare in modo che siano sorvegliate per decidere se togliere loro i figli. Ma se non ricordo male Facebook rifiuta di collaborare con la giustizia. Proprio perché di persone ignoranti e pericolose ci vivono e sanno che tirar fuori un minimo di etica farebbe perdere loro un sacco di soldoni. E questo lo trovo ignobile

  160. Hai ragione, il TSO non servirebbe a nulla perché per l’ignoranza l’unica cura é l’educazione. Che dovrebbe arrivare dalla scuola, che si preoccupa tanto di preservare l’ora di educazione religiosa ma non tocca certi argomenti perché ancora nella nostra società sono drammaticamente tabù. Ho finito il liceo nell’ormai lontano 1997 e in anni e anni di scuola dell’obbligo non ho mai ricevuto un straccio di educazione sessuale o di nozioni di base dell’anatomia e fisiologia umana. Per non parlare poi dei diritti umani e dell’educazione civica che sono pietosamente relegati in un angolo dalla scuola italiana. E così chi non ha alle spalle una famiglia “normalmente moderna” continua a perpetrare l’ignoranza secolare dei propri usi e costumi.

  161. Citami gli studi scietifici,perché io ne ho una lista riguardante l’epidurale,in primis da colui che l’ha importata in Europa che ha detto più volte della sua pericolosità. Ovviamente io lascio libertà di scelta,ogni donna può far ciò che desidera,ma conosciamo bene le cose di cui parliamo e i loro effetti collaterali.

  162. Se la mangino la cacca del loro pargolo dato che è così deliziosa invece di sotterrarla in spiaggia. E comunque poi quelli sono i figli che crescendo con l’idea che la donna è lì per servirli e soddisfare ognile loro pretesa diventano stupratori, perche un no non lo accettano

  163. E’ inquietante il fatto che nel 2017 esista ancora gente così. Mi sembra un gruppo medioevale!
    Ma queste non sono andate a scuola? Sono da internare perché a persone così non cambi la mentalità, è preoccupante che siano convinte di quello che dicono, pensano, fanno.

  164. Praticamente sono bambole con fattezze iperealistiche di neonati. Possono costare dalle centinaia alle migliaia di $/€.
    Se tu le cerchi su internet fanno impressione dal tanto sono dettagliate!
    oddio, il primo psichiatra che le vede le prende e le sbatte in un istituto O_O altro che studi!!

  165. Ragazze del Team, i miei sinceri complimenti per un articolo davvero ben fatto. Avete usato parole appropriate, toni pacati ma sinceri, siete state veramente sopra la media! Vi confesso che il tema mi era del tutto sconosciuto… ho letto con un misto di stupore, sbalordimento, orrore ed incredulità… se posso dirvi la mia impressione, nella prosa sgrammatica, nell’accenno a paesini, vicini ecc ho visto una gioventù (perchè le aspiranti o neo mamme non hanno certo sessanta o più anni ma saranno per la maggioranza ventenni o trentenni) a me sconosciuta, con questo mix di superstizione, ignoranza, creduloneria che mi fa fatica immaginare in ragazze che abbiano fatto anche le sole scuole dell’obbligo…
    Mi ha sconcertato non solo la negatività verso gli ‘altri’ anche quando asserivano cose sensate (la pretesa di lasciare i pannolini usati a marcire nel caldo di una cabina?? o il sangue sulle scale del condominio come se fosse una scena del crimine??? o bruciare gli assorbenti usati all’esterno???), ma la somma di assurdità che a me non verrebbero in mente neanche in mille anni… ma da che madri, nonne, sorelle e zie sono state cresciute, nell’era dell’informazione così diffusa, per aderire a certi rituali medievali???
    Mi avete dato tanto da pensare oggi, soprattutto che c’è un mucchio di gente a cui servirebbe una terapia psichiatrica!

  166. Giuro!! Che poi questa gli spiegava che era la sua bambina perché lei non vorrà bambini veri, ma solo questa. Immagino il pover’uomo che lentamente arretra spiegando che aveva il gatto sulla pentola a pressione e che doveva assolutamente andare a casa XD

  167. Hai ragione Rapunzel, anche a me questa mentalità oscurantista fa paura, non credo che si possa crescere come uomini e donne equilibrati quando si è ricevuto un’educazione così… insolita!! La baby sitter che non voleva farsi toccare il seno, e la madre non capisce che i bambini di 10 anni sono dei pre-adolescenti e non dei neonati?? E hai letto le risposte assurde??? Roba da matti!

  168. A me è venuto subito in mente che queste donne sono assai facilmente manipolabili… poco informate, credono a cose francamente assurde! Tutta la parte ‘anticoncezionali’ è da ridere, invece non fa ridere per niente scoprire che ci sono uomini così… poco rispettosi della loro donna!

  169. Ero quasi sicura che fossero tutti falsi, ma poi ho pensato che NON può esserci così tanta gente con tempo da perdere! E’ incredibile, invece di andare avanti torniamo indietro…

  170. Ciao come vedi mi sono espressa in modo pacato e ho sottolineato la non generalizzazione del mio messaggio. Inoltre ti faccio presente che si tratta semplicemente di una mia personale opinione basata sulla mia personale esperienza di vita. Non ho mai detto che il mio pensiero sia verità assoluta quindi non devi considerarlo come tale. Ho anche detto che tutto il mondo è paese, proprio a sostegno del fatto che dappertutto si possano trovare persone ignoranti. Ragion per cui mi dispiace, ma se qui c’è un commento senza senso non è il mio. Buona giornata.

  171. Io dubito che abbiano la mente abbastanza aperta da farsi venire alcun dubbio, il mantra ‘anonimato e no critiche e no maestrine’ usato da tutte mi sembra descrittivo di quanto siano chiuse nella loro mentalità. Non penso che una mamma pancina che arriva a scrivere o pensare certe assurdità cambi idea, di sicuro Clio e il Team hanno sconcertato parecchie di noi…

  172. Grazie Alessia per il tuo commento. Come ho detto “tutto il mondo è paese” quindi dappertutto si possono trovare certi contesti sociali.

  173. Cara Magnolia, il punto è che c’è un sacco di resistenza. Avendo visto con mia figlia più grande (oggi 15 anni) quanto sono ignoranti in materia sesso/anatomia/affettività specie i maschi, ho parlato alla riunione di scuola della più piccola (all’epoca 8 anni) della opportunità di fare un corso all’affettività ai bambini: innanzitutto perchè i bambini anche piccoli, vuoi per la facilità di accesso tramite smartphone di cui sono dotati troppo presto, vuoi per imitazione di fratelli o amici più grandi, accedono al porno prestissimo, sviluppando delle idee sbagliatissime del rapporto con le donne, e soprattutto perchè nelle famiglie non se ne parla proprio! Non ti dico la maestra, sui sessant’anni, no no è compito delle famiglie… io lo capisco, lei era imbarazzata e non preparata, ma un’amica ostetrica (che vede 12enni che partoriscono…) avrebbe fatto venire in classe un esperto… rifiuto totale! per me abbiamo fatto grossi passi indietro, decenno fa educazione sessuale a scuola si faceva, ora in questo mondo così libertino sono diventati tutti pudici???

  174. Io ho avuto doloru più forti appunto perché ero rimasta a letto per 5 mesi ma nemmeno io l’ho fatta e con il prossimo continuerò a non farla.

  175. Riguardante il lotus birth?
    Molte vogliono partorire senza dolore non è un problema il problema sta che con il lotus birth il bambino portebbe ammalarsi seriamente!

  176. Io non ho parole. Conoscevo già queste pagine grazie a degli utenti di twitter che ogni tanto per ridere pubblicano alcuni post presi appunto da queste pagine, e ridevo anche io a leggerli…ma non avevo idea di questi altri contenuti che ho scoperto grazie a questo articolo! Il bambino che dorme con la placenta, MA SCHERZIAMO!? Neanche nei film horror si vede una cosa del genere, è agghiacciante!
    Io non mi preoccupo di queste donne, vivono nel loro mondo e non puoi nemmeno aiutarle perchè rifiuterebbero ogni tipo di aiuto, lo dimostra quel “Niente maestrine laureate al classico”.
    Mi preoccupo per i loro figli, per come cresceranno. Un bambino che a 10 anni pensa di poter tranquillamente palpare la babysitter è un potenziale stupratore di domani, una bambina che cresce con queste credenze diventerà esattammente ignorante tanto quanto la madre. Bisognerebbe toglierli i figli a gente così.
    Queste donne, tra l’altro, sono di un’incoerenza unica. Non ci stanno con la testa.
    Sono fissate con la pulizia però è normalissimo che il loro bambino lasci escrementi ovunque così come è normalissimo praticare il free bleeding e imbrattare di sangue non solo gli spazi pubblici ma anche i loro stessi abiti.
    A proposito del free bleeding, è visto come la massima accettazione della propria femminilità…però se il marito trova degli assorbenti nella borsa, che è assolutamente normale che una donna li abbia, è considerato un sacrilegio perchè agli uomini non puoi parlare di alcuni aspetti che riguardano la sfera femminile. Metti in imbarazzo l’uomo e anche te stessa perchè certe cose devi tenertele per te.
    Tu non devi far sapere di essere nel tuo periodo mestruale…però poi è normalissimo sbandierare ai quattro venti che tua figlia ha raggiunto la pubertà e violare la sua privacy.
    “Le ragazze di oggi si imbarazzano per tutto”. Da che pulpito viene la predica, parlano quelle che si imbarazzano se il marito vede un assorbente.
    Sempre a proposito della femminilità e della libertà di essere donne, al figlio maschio è concesso tutto ma alla femmina bisogna trovare un modo per dirle di no. ALLORA DI CHE CAVOLO DI LIBERTà PARLATE SE VIVETE ANCORA NEL MEDIOEVO E NON SAPETE NEMMENO COSA SONO LE PARI OPPORTUNITà?
    Per non parlare delle fanatiche religiose, c’è da mettersi le mani nei capelli!
    Tamponi e simili sono visti come una profanazione del proprio corpo perchè vanno posti all’interno…però un cavolo di assorbente te lo puoi pure mettere! L’assorbente rimane all’esterno della tua “orchidea”!
    Poi che vergogna se il tuo parroco ti vede comprare dei preservativi, non sia mai!
    Ma io dico, se proprio dobbiamo vederla in termini di fede, la religione vieta il sesso prima del matrimonio. Se tu sei sposata mi spieghi dov’è il problema se il parroco ti vede comprare dei preservativi? Lo sa che sei sposata, è normalissimo fare sesso con il proprio marito o no?
    Però la vetta di ignoranza più alta la raggiungiamo con la storia che ogni ciclo è un’aborto.
    Si, vallo a dire alle ragazze tredicenni a cui arriva il ciclo per la prima volta, alle ragazze vergini o alle ragazze che non hanno rapporti sessuali. Di quale aborto si parla in quel caso? Da dove proviene il bambino che hai perso? È opera dello spirito santo allora, siamo tutte miracolate come la vergine Maria perchè altrimenti non si spiega.
    Per finire, sulla questione che per tenersi il marito debbano ricorrere ad una gravidanza in modo da “incastrarlo” non mi esprimo nemmeno perchè è una cosa aberrante. È un insulto a tutte le donne.

  177. Immaginavo che questo post avrebbe avuto tantissimi commenti 😀
    Allora, seguo Distruggere da quest’estate e vi garantisco che il Team non ha nemmeno estrapolato il peggio. Per visitare blog e pagina facebook ci vuole davvero stomaco!
    All’inizio mi sembrava di leggere cose scritte da coetanee delle mie nonne, per poi rendermi conto che queste mamme sono anche più giovani di me (34 anni), e ciò mi ha sconvolto ancora di più. Se all’inizio mi strappavano una risata, ultimamente sento solo un gran fastidio, misto a rabbia: queste donne non solo denigrano la figura di tutte le donne, dopo che ci siamo sbattute per anni per dimostrare di essere in gamba quanto gli uomini (e di strada da fare ancora ce n’è…), ma danneggiano fortemente le loro povere creature, che in effetti, da ciò che si legge, già danno segni di disagio: i racconti del primo giorno di scuola sono allucinanti, anche perchè spesso questi bimbi non sono mai stati con altre persone oltre la mamma. Il fatto che ancora li allattano rende il distacco ancora più disperato. Il problema però è che queste donne sono fiere dell’attaccamento dei loro figli (“vuole stare solo con me” non è visto come preoccupante, ma come motivo di vanto…), e io non credo che questo ai bambini faccia bene.
    Altra cosa che mi fa imbufalire: “una mamma lo sa” o le affini “non sono mamme quindi non hanno amore nel cuore” e “solo una mamma può capire”. Sembra quasi che essere madre ti investa di un potere mistico, mentre le altre donne rimangono di rango inferiore… Tanto che sentono che sia loro concesso tutto, a partire dal far defecare i propri figli sotto il tavolo al ristorante (post di circa un annetto fa, dove peraltro i commenti erano tutti contro il ristoratore che si era, giustamente, lamentato).
    Ad ogni modo, la cosa che più mi ha sconvolto leggere è stata di una mamma di un ragazzo ormai ventenne che si lamentava del fatto che la coinquilina del figlio, universitario a Roma (ribadisco COINQUILINA, quindi una sconosciuta con cui dividi la casa), non facesse le “faccende delle mamme” anche per lui e l’altro ragazzo dentro casa, ma solo per se stessa…. E il figlio, poverino, mangiava poco perchè questa “debosciata” cucinava solo per sè. Lì ho proprio visto rosso, ancora una volta la donna, in quanto appunto donna, è semplicemente una colf (oltre ovviamente a poter essere solo una mamma). Vi giuro, mi ha sconvolto.
    Per concludere ‘sto papiro, io penso che davvero in questo caso internet sia stato deleterio per la categoria delle “mamme pancine”: prima, potevano confrontarsi con la mamma, la sorella, l’amica ed esse le avrebbero fatto capire delle immense stupidaggini che stava facendo/pensando. Insomma, la cosa poteva essere arginata. Oggi, grazie a questi gruppi, si danoo man forte, si sostengono e quindi… Proliferano. Tutto ciò è davvero triste e preoccupante.

  178. E questa è solo una versione edulcorata. Ti giuro che sulla pagina del Signor Distruggere e sul suo blog si vedono cose ben oltre il limite della decenza…

  179. L’OMS basta?
    Io sto aspettando i tuoi studi fatti poco ma sicuro da madri “pancine” o da medici omeopatici. Scusa ma cosa pensi dei vaccini?

  180. Ragazze scusate io sono senza parole davvero! Però mi chiedo chi sono queste persone? E’ possibile pensare queste cose? Leggendo i vari post è chiaro come vivano in posti ‘normali’ visto che molte si lamentano di vicini, amici o suocere che le criticano. Non riesco davvero a spiegarmi come credano a certe cose, ok evidentemente non sono istruite ma hanno la televisione immagino. La cosa assurda è poi che non accettano alcun parere contrastante. Sinceramente mi sento solo di dire poveri figli.

  181. Rimanendo ferme sul fatto che queste sono delle fanatiche, io nei post non ho dedotto evidenza di abusi minorili, anzi il contrario i figli sono viziati alla follia e qualsiasi eccesso dei pargoli è difeso violentemente … altre cose pur essendo antiquate e bislacche non costituiscono abuso minorile, come ti dico allora segnaliamo anche i mormoni, gli appartenenti a scientology, i wicca, gli elfi del gran burrone etc etc. arrestiamo tutti e togliamo la patria potestà. Togliamo i figli anche a quelle mamme che spiattellano le bimbe su facebook truccate e vestite come le veline in pose ammiccanti. Inoltre ti stai confondendo con Apple perchè Facebook ha sempre collaborato apertamente con la giustizia e fornito i dettagli di utenti alle autorità quando necessario, sono stati arrestati mafiosi e pedofili grazie a Facebook, ma anche licenziate persone che si davano malate sul lavoro e invece andavano in gita al mare. Le critiche pesanti sono arrivate dagli utenti riguardo al loro diritto alla privacy.

  182. Esatto! ci saranno anche quelli come loro, che vedono un assorbente e pensano che la moglie sia figlia di Satana perché ha il ciclo, ma molti proprio dai racconti si evince siano delle persone di m**** che approfittano della debolezza di queste che, a me personalmente, fanno pena

  183. Secondo me, la cultura e lo spirito critico di una persona non sempre sono collegate al titolo di studio. C’è chi ha il diploma o la laurea ma continua a vivere con i propri pregiudizi e che invece è andato a scuola per meno tempo, ma si informa e riflette.

  184. Magari alla tv vedono solo i programmi di Barbara d’Urso e simili, proprio per avere conferma dei propri pregiudizi.

  185. Sono bambolotti che vengono smontati e “struccati” per poi essere riassemblati e ridipinti con le fattezze e i colori dei neonati. Non solo, gli vengono messi i capelli, in mohair se non sbaglio, affinché sembri la peluria tipica dei neonati. Poi pannolino e abitini da neonato e sono pronte. Sono per lo più bambole da collezione e vietate ai bambini. E ovviamente costano una fortuna.
    Questa faccenda meritava una ricerchina approfondita su internet.

  186. Siccome questo post mi ha sconvolta perchè non uso facebook e non
    conoscevo la pagina del signor distruggere, ieri sera mi sono presa la
    briga di andarla a leggere diciamo per farmi una cultura. Anch’io ho avuto l’impressione che
    questi siano più che altro gruppetti di amiche, che prima di scoprire
    facebook si trovavano a casa di una o dell’altra per un caffè e rituale
    di pira funeraria degli assorbenti o accompagnavano detto caffè con la
    torta mestruale alla ricotta di mammella rischiando di essere beccate
    dai mariti e vilipese dai vicini, con la scoperta di facebook sono
    diventate donne liberate e ora fanno tutto con la pace dei sensi e la
    serenità che dona l’anonimato. Vengono anche a scoprire con esultanza
    che non sono sole al mondo e trovano sostegno in altri gruppi di vedute
    altrettanto illuminate, insomma è una puntata di casalinghe disperate e
    american horror story messi insieme… E’ lo stesso commento che ha
    fatto Eco sull’uso dei social/internet, dicendo che mentre prima certi
    discorsi li facevano quattro ignoranti al bar davanti ad un bicchiere di
    vino e venivano subito zittiti limitando i danni, con l’nternet hanno
    guadagnato lo stesso diritto di parola di un premio Nobel. Secondo me
    dobbiamo chiederci cosa possiamo fare per arginare i danni che fanno
    certe persone …

  187. e l’assistente sul lavoro perchè non puoi uscire dal cerchio di sale, penso che chiederò anch’io un’assistente al mio capo …
    Le Suellen o Suelle o Suela, per non parlare dei Dilan e Gessica, Gionata e altre versioni partorite dagli accenti regionali dei genitori hanno proliferato negli anni 80, purtroppo ne conosco più di uno …

  188. Infatti.. anche perché se sono madri di bambini piccoli, non sono donne anziane di 90 anni che hanno vissuto un’epoca molto diversa dalla nostra (comunque mia nonna, classe 1930, non ha mai e ripeto mai, detto o parlato di queste cose assurde), ma sono ragazze di 30 o 40 anni..

  189. ANche io oggi sono ancora sconvolta.. e pensare che fanno figli davvero mi mette molta rabbia perché poi come cresceranno?

  190. Io ricordo che nella mia scuola, già dalle medie, si parlava di sessualità e alle superiori c’era o incontri con persone preparate sul sesso, malattie, addirittura una lezione che ancora oggi ricordo, sull’autopalapzione al seno. Ho 33 anni e non ho figli, ma so che già alle elementari i miei nipoti, fanno lezioni basiche ovviamente, si anatomia e processi fisiologici naturali.

  191. IO sono fiera delle mie scuole perché, mi diplomai le lontano 2003, già dalle medie di facevano incontri e e lezioni sulla sessualità. Addirittura ricordo una lezione alle superiori sull’autopalpazione al seno. Non ho figli ma so che qui da me già alle elementari fanno lezioni basiche ovviamente, di sessualità e processi quali il ciclo.

  192. non credo che su questo argomento si possa fare di tutta l’erba un fascio, funziona e ha funzionato come troppe cose in Italia a macchia di leopardo e spesso sono i genitori a opporsi a certe tematiche trattate in aula, io ho fatto lezioni di educazione sessuale e civica sin dalle elementari e medie (anni ’90) in cui si sono condivise nozioni fisiche e scientifiche ma si è anche parlato di diritti, emotività, affettività, ecc e non sono certo l’unica a cui è capitato

  193. qui non si parla di maternità , ma si riportano pedissequamente -copia e incolla – i post di un altro blog di gente che delira sulla martenità. Non ho colto nè l’aspetto sociale, nè “educativo”, nè si è partiti da lì per una discussione seria che so, con un’esperta, con un’intervista a questi del blog. Uno screenshoot dopo l’altro per ammazzare di commenti negativi queste pancine (che sopravvvevo pure a non sapere chi sono). Non ho capito se è un fenomeno italiano ,usa, non ho dati per valutare i lfenomento, non si è approfondito manco un pò , non è un’inchiesta.. ripeto, non ho capito il senso idi questo post, poi non mi disturba nulla..

  194. totalmente avulso dal contesto, ed è un copia incolla, manco a far vedere che si cercava un pretesto per non so indagare il fenomeno, aprire un’inchiesta, capire quante lettrici lo seguano,.. molto bah! ma si sopravvive..

  195. Negli anni ’80, ai tempi di Dallas, ci furono parecchie Suellen e persino dei Geiàr (visto personalmente nell’elenco dei nuovi nati in un quotidiano) ma oggi credevo che non usassero più!

  196. Di Geiar non ne conosco putroppo degli altri nomi ho prova … non l’ho letto sul giornale conosco proprio le persone … comunque pensavo anch’io che con la fine di Dallas fosse scemata anche la moda, evidentemente ci sono ancora dei die hard … o daiard hahhha!!!

  197. Li hanno li hanno, perché se non li avessero non avrebbero tutta quella finezza di vedere sempre malignità e marcio ovunque, perché ci si vergogna a chiamare la patata con il suo nome, ma a dare di P*****A a chiunque la pensi diversamente da loro no! Non ti fare ingannare…questi tipi di persone sono pericolose!! Perché oltre all’ignoranza (nel senso letterale del termine) hanno anche molta cattiveria e presunzione! Il peggior connubio!

  198. Certamente il peggior connubio e sono certamente pericolose! Però se inizi a pensare a cose strane, magheggi della società, complotti delle lobbies, miracoli quando la cosa è lineare ed è davanti agli occhi di tutti (però va bè fingiamo che non capisca un cavolo e te lo spiego e tu continui con queste scemenze), no due neuroni non li hai. Sei un pericolo per la società e non puoi educare dei figli.

  199. Il Royal College of Obstetricians and Gynaecologists (l’ente britannico la cui autorevolezza in materia di ostetricia è riconosciuta in tutto il mondo) sottolinea la pericolosità di questa scelta, raccomandando un’attenta sorveglianza dei neonati sottoposti alla Lotus Birth, anche se i sostenitori di questa pratica affermano proprio il contrario: sarebbe il taglio del cordone a rappresentare un alto rischio infettivo. Ma, mentre si prendono sempre delle precauzioni per contenere il rischio infettivo nel taglio del cordone, nulla invece viene suggerito dai sostenitori del Lotus Birth per non incorrere nel rischio che la placenta si infetti.

  200. Oh mamma quanti psicopatici vivono nel mondo!Bisogna riaprire urgentemente le cliniche psichiatriche!Dall altra parte però vedo che la maggior parte sono donne ignoranti viste le domande stupide e il rifiuto delle critiche(una persona colta ed educata sa sempre rispondere nel modo giusto,senza offesa e parolacce!)!

  201. No no. Leggiti il caso di Facebook Olanda che si è rifiutata e ha fatto finta di non avere i dati di un delinquente che ha reso pubblico un video privato.
    Poi basta vedere tutti i gruppi omofobi e razzisti che restano belli aperti.
    Ps. Riguardo il discorso di togliere la patria podestà.. ti dico che per me sono davvero poche le persone che avrebbero diritto ad avere figli. Ma purtroppo se si ha un apparato riproduttivo sembra sintomatico che si abbiano le capacità di educarli correttamente.

  202. perchè no, hai dato più idee tu nel commento, che il post in quante parole?? Vedi, se reputi inutile parlare della cosa, tanto è inquietnate e basta (punto, nessuna discussione) non ci pubblichi un intero articolo sopra(ergo mi dai ragione),

    se reputi utile parlare di loro, porle al centro dell’attenzione solo per riempirle di insulti beh, per carità ci può stare, stanno fuori, ma qui? se leggi il mio commento questo chiedevo, è sensato farlo qui? che c’entra con cliomakeup?
    Allora ti dico che c’è gente necrofila.. domani andiamo a torturare quest’altra categoria di persone? e dopodomani?

  203. ANNO DEL SIGNORE 2017 E SIAMO ANCORA QUI A PARLARE DI LOTUS BIRTH.

    Proviamo con il sillogismo:

    Se serve il sale è perché la placenta puzza.
    Se la placenta puzza è perché sta andando in putrefazione.
    Se sta andando in putrefazione ed è attaccata a tuo figlio mediante vasi sanguigni che trasferiscono le “proprietà nutritive” della placenta fino al corpo…?

    SPOILER: La risposta comincia con SETTI e finisce con CEMIA.
    L’ultima Lotus Birth che ho visto era in terapia intensiva neonatale in pericolo di vita con un’infezione al sangue a meno di 24 ore di vita.
    Se volete rischiare la pelle fate pure, ma non accampate mirabolanti scuse o contro-accuse per giustificare le vostre baggianate. Siete uguali alle pancine del Signor Distruggere, solo con qualche anno di scuola dell’obbligo in più.

    E donatelo, ‘sto cordone ombelicale, e che miseria.

  204. Infatti non me ne capacito.. e poi le medie sono ancora scuola dell’obbligo quindi non hai visto un mondo diverso, civile?

  205. Per come la vedo io:
    Nelle societa’ future i bambini non passeranno la maggior parte del tempo con i loro genitori, ma con persone competenti, che hanno studiato come si crescono. Anche i primi mesi dove il contatto con i genitori e’ fondamentale, queste cose spariranno grazie ad una cultura superiore e al miglioramento del pensiero critico ( in parte grazie alla scomparsa della religione ).
    Io spero di vedere questo tipo di societa’ nell’arco della mia vita, ma mi rendo conto che ci vorranno centiaia di anni con ogni probabilita’.

  206. Ripeto come ho detto a Elenuccia….ma meno male che si stanno diffondendo anche questo tipo di lezioni ! Io non le ho ricevute e da quel che so non sono ancora diffuse in modo così capillare ma sarei ben lieta di sbagliarmi

  207. Con il blog Cliomakeup c’entra da un po’, sul blog il team ha iniziato una sezione su tutto ciò che concerne la gravidanza, la maternità, i diversi modi di vivere entrambe le cose, è poi ancora post con consigli seri e semiserio su come “difendersi” dai consigli altrui…insomma,poco male up ma tanto altro, non è la prima volta che vengono trattati temi diversi e a me sinceramente piace confrontarmi,scoprire cose nuove(vedi ste mammina pancione a me sconosciute)…
    Ad ogni modo qui nessuno tortura nessuno, si parla,Si esprimono opinioni,Le uniche torture che ho letto sono quelle che fanno ste donne ai propri figli o a chi le circonda.

  208. In uno caso il taglio ritardato dal cordone ha evidenze scientifiche,quindi bisognerebbe ritardare il clampaggio in sala parto finché il cordone non smette di pulsare da solo.Quel sangue è del bambino che nasce,perché donarlo?Anche il sangue mestruale è ricco di cellule staminali,e per vostra informazione può essere donati,cosa che viene fatta oggi nell’anno del Signore 2017.Ma ciò che esce dalla vostra logica non può essere fatto,o sbaglio?

  209. Sei di una ignoranza unica,non sei diversa dalle pancine,sappi che il cordone si secca in un giorno e non passa più nulla,mentre tagliando con le forbici è carne viva perciò tutto quello spray antisettico!Il sangue appartiene al bambino che nasce e non al mondo intero.

  210. Leggo molti commenti in cui ci si chiede: “ma queste non sono andate a scuola?”, e la risposta è: si, e purtroppo la scuola non ha fatto abbastanza. Io ho poco più di trent’anni e immagino che queste mamme pancine abbiano la mia età o anche qualche anno in meno; l’unica educazione in termini di affettività/sessualità/conoscenza del proprio corpo a scuola l’ho avuta in quinta elementare con una serie di incontri in classe con i nostri maestri che ci hanno fatto una specie di educazione all’affettività, poi più nulla. Niente alle medie, niente alle superiori. Già alle medie sarebbe importante dal momento che è in quella fascia d’età in genere che si comincia a svilupparsi, ma passi che non c’è stata.. ma alle superiori? Facevo un istituto tecnico a stragrande maggioranza maschile, si immagino sarebbe stato difficile da proporre e da far seguire in modo serio un’attività del genere, ma quindi? Ma soprattutto in una società ancora così “patriarcale” come la nostra non sono proprio quelli i luoghi in cui i maschi dovrebbero apprendere qualcosa sul corpo femminile invece che dai porno? E le poche ragazze che c’erano non avrebbero avuto il diritto di conoscere qualcosa sul funzionamento del proprio corpo e del corpo degli uomini? E quel poco di educazione sessuale che viene fatta a scuola non dovrebbe essere gestita da esperti del settore invece che dai prof. che si devono improvvisare? Con degli esperti oltre alla indiscussa maggiore padronanza sul tema si può far passare una maggiore sensazione di serietà sulla cosa e secondo me ci sarebbe molta meno possibilità di creazione di piccoli imbarazzi dall’una e dall’altra parte… Fermo restando che di un educazione alla genitorialità non ne ho mai nemmeno sentito parlare, ma non sarebbe male…
    In buona sostanza si, le mamme pancine sono andate a scuola, ma possono come me non avere avuto la fortuna di avere una preparazione adeguata su certi temi e, a differenza di me (per fortuna per me che a casa non ero in una situazione di ignoranza!), aver avuto un ambiente familiare non comunicativo sotto questo punto di vista, e probabilmente intriso delle stesse superstizioni.
    Detto ciò sono comunque sconcertata e allarmata dal fatto che esistano ancora queste sacche di ignoranza nella nostra società, dal fatto che questo genere di gruppi abbiano così tante iscritte e dal fatto che internet sia in questo caso da un lato metodo di diffusione di queste dannosissime superstizioni e dall’altro funzioni come una nicchia sicura in cui ci si può isolare dal resto del mondo e trovare conferma del proprio essere nel giusto senza un minimo di confronto.
    Spero solo che per le generazioni future la scuola da questo punto di vista funzioni meglio (anche se da diversi articoli di giornale scritti sul tema che mi è capitato di leggere si tratta ancora di avere la fortuna di capitare in una scuola invece che in un’altra). Le mamme pancine comunque non sparirebbero ma secondo me sarebbero di molto ridimensionate.
    Grazie team, ottimo articolo!

  211. Ragazze del team, io vi adoro. Questo che avete fatto è un servizio sociale. Sono proprio contenta che non siate rimaste indifferenti, consapevoli del seguito che ha il blog lo avete sfruttato per qualcosa non di utile, ma di necessario!
    Avete detto bene, queste persone non vogliono avere a che fare con nessun altro che non sia un pazzo ignorante come loro. E sono pericolose!! pericolose perché nella vita reale fanno danni, rinchiudono e traumatizzato figlie che spero riescano presto a scappare da queste mamme pazze morbose che probabilmente cercheranno di generare altre pazze come loro.
    Ho paura di leggere i commenti a questo post, di sicuro qualche mamma pancina che legge il blog ci sarà..
    Ma vi ringrazio, e se anche avete perso qualche lettrice prendetela così , avete fatto una bella selezione!

  212. Ho fattp gli ultimi 5 mesi a letto ed ho preso 20 kg oltretutto le contrazioni mi prendevano dai reni a metà coscia. Fai uno sforzo fisico dopo ciò e vediamo come ne esci, è più pesante di una che si è fatta una gravidanza normale.

  213. Ki….ti dico solo che questo è niente….devi vedere quello che combinano con la placenta e il proprio latte materno…..

  214. Grazie di cuore per questo post!
    Come antropologa osservo il fenomeno da tempo. Ci sarebbero tante cose da dire, si potrebbe scrivere un’etnografia da far impallidire “Tristi Tropici” di Lévi-Strauss, ma devo farvi i complimenti perché avete saputo trattare benissimo l’argomento da più punti di vista.
    Aggiungo soltanto che, se le pancine stanno su facebook, i loro “mariti” stanno su Twitter!
    Ci sono eserciti di padri quarantenni che su Twitter usano i propri figli come bandiera ideologica contro i vaccini, vomitando i peggiori insulti e minacce e diffondendo più o meno consapevolmente falsità antiscientifiche. Anche loro non sentono altre campane se non la loro e, oltre a ciò, non ho idea di quanto tempo effettivamente trascorrano con questi poveri bambini, dal momento che li ho visti online a tutte le ore!
    Dicono che l’antropologia sia la disciplina che articola la complessità, ma qui siamo davanti ad un vero e proprio nodo gordiano di disagio!

  215. Rimanendo in tema etnografico, visto che hai letto Frazer, Ernesto De Martino in “Sud e Magia” racconta di come nella Basilicata della prima metà del ‘900 si mettesse a lavare la placenta nel fiume e poi la si stufasse per farne un brodo da somministrare alla puerpera per fini magici/curativi.
    Succedeva poco più di mezzo secolo fa, anche se solo in zone circoscritte. Ora con internet possono essere ovunque e le superstizioni si diffondono più facilmente, non è semplice delimitare le dimensioni di questo fenomeno!

  216. Meglio non commentare sulla poverta’ di spirito di certe persone…Mi sembra un tuffo diretto nella somma delle superstizioni prese un po’ dal mondo pagano di 4000-3000 anni fa e da un mondo di totale ignoranza e miseria intellettiva oltre che intellettuale. E queste, visto che lo vogliono, perche’ on accettano insegnamenti da nessuno, e’ bene che marciscano e muoiano nella loro ignoranza. Perche’ chi presume di sapere, Socrate ce l’ho ha insegnato, e’ solo un ignorante.

  217. la cosa che più mi preoccupa e mi fa imbestialire, è che queste persone fanno figli e avranno femmine represse e maschi violenti che non accettano un no.

  218. Io mi ripeto, ma fortunatamente la mia scuola era diversa. Già a alle medie le prof ne parlavano di sesso e anatomia e cambiamento; ma alle superiori (anche io ho fatto un istituto tecnico dove il 90% degli studenti era maschio) c’erano incontri con esperti di sessualità, malattie trasmissibili e anche una lezione sull’autopalpazione al seno.

  219. Sono contenta per te e per tutti gli studenti e le studentesse che sono passate per le scuole che hai frequentato tu! Sono sicura che ci siano degli esempi virtuosi di scuole che fanno queste cose e spero siano tante, quello che dico io è che purtroppo secondo me simili iniziative sono lasciate alla scelta dei singoli istituti e secondo me dovrebbero invece avere una programmazione ministeriale obbligatoria perché anche in questo campo non dovrebbero esistere simili disparità..

  220. HAI ragione, dovrebbe essere una cosa obbligatoria e uguale in tutta Italia, da nord a sud. E non solo una qualche scuola come una mosca bianca..

  221. concordo, sarebbe molto meglio, piuttosto che miriadi di superstizioni false e pericolose per la salute sia delle mamme, sia dei figli. è vero che a scuola l’argomento sessualità e rapporto con il proprio corpo non sempre è trattato con la dovuta serietà e professionalità, ma oggigiorno ci sono svariati altri modi per “recuperare” informazioni scientifiche al riguardo. Purtroppo, le pancine vivono in un mondo di ignoranza in tutti gli ambiti, si vede anche dalla quantità impressionante di errori grammaticali presenti nei loro interventi.

  222. Da una parte mi fanno ridere, ma dall’altra capisco che questa ignoranza non è per nulla divertente. Poi sarò anche un po’ fissata ma chi non sa la grammatica non sa neanche come funzionano le ovaie. Mi è sinceramente impossibile pensare di poter essere così fuori dal mondo… Sanguinare per strada? Cacca disseminata ovunque? Le mestruazioni sono un aborto? IL PENE CHE SCHIFO? Mi iscrivo a questi gruppi e posto tante di quelle foto di fellatio che dovranno buttare pc e cellulare per purificarsi.
    Tempo fa su un post Fb di Clio c’era questo commento https://uploads.disquscdn.com/images/3162627ddd7fc65b329772619bfbccc7b683da78c17fbbb7dc2140f26bb0a097.jpg chissà come mai non fanno una petizione contro le pubblicità degli assorbenti.
    Questo è il lato negativo dei social net: aumentano esponenzialmente l’inizio e l’ignoranza. Mai muoverà una critica contro di loro, loro hanno visto la luce! C’è del bigottismo allucinante in giro.

  223. Sono da’ccordo che sono delle zappe e fanno pure paura. Ma non sono la maggioranza per fortuna. Io non ho mai avuto la sfortuna di incontrarne almeno.

  224. Sai cosa Elenuccia? Il mondo è un sacco cambiato in pochi anni.. io sono rimasta un po’ sconcertata ma, credimi, i bambini hanno un approccio precocissimo e assai sbagliato tramite il web alla sessualità e ai rapporti con gli altri. Una maggiore presenza e informazione da parte della scuola ci vorrebbe! Poi certo la famiglia deve educare, vigilare ecc, ma sapessi quanti bambini con genitori single/oberati di lavoro non sono seguiti abbastanza…

  225. mi dispiace soprattutto per figli e figlie di queste mamme pancine che saranno educati nella più totale ignoranza..

  226. Su questo, purtroppo, hai ragione.. infatti non sono vecchia -ho 33 anni e sono uscita dalle scuole superiori nel 2003-eppure le cose cambiate sono infinite.. è molto triste che ci siano genitori che si lavorano molto, ma tanti (troppi) menefreghisti e maleducati..

  227. Il sangue del cordone può essere donato per curare i malati di leucemia. E queste ti vengono a dire che “appartiene al bambino che nasce”, capito. Io sono sconvolta dalla piega disumana e ottusa che ha preso la gente.

  228. Le cellule staminali cordonali si usano per curare la leucemia, io spero tu ti renda conto di quello che stai dicendo. Ma siccome è evidente che non sia così, buon proseguimento.

  229. Buongiorno e complimenti per l’articolo.
    Ci tenevo però a fare alcune precisazioni, in quanto “addetta ai lavori “.
    Chi lavora in ospedale come me è rimasto alquanto interdetto dalla notizia data dai giornali sul rifiuto al taglio del cordone in un ospedale in Friuli come pratica “superstiziosa e ignorante”. In realtà gli studi scientifici in materia, le raccomandazioni dell’OMS e le ricerche degli ultimi decenni confermano che, a meno che non si doni il sangue cordonale, più tardi viene effettuato il taglio del cordone più stabilità emodinamica e riserva di ferro si da al neonato.
    Poi non era chiaro se il neonato fosse asfittico, e quindi da rianimare, o se la madre avesse un’emorragia; casi in cui ovviamente bisogna tagliare immediatamente e procedere alle manovre del caso. Ma anche se così fosse, non si capisce la denuncia di una legittima richiesta che viene poi stigmatizzata anche a livello sociale, come si evince nel vostro articolo in cui scrivete dei “noti” pericoli del mancato taglio del cordone.
    Al di là di queste raccomandazioni della comunità scientifica, è giusto spiegare che esiste anche la pratica Lotus: si lascia la placenta attaccata al cordone, dopo averla pulita accuratamente, e si aspetta che vada ad essiccarsi come succede al moncone tagliato alla nascita. Questo evita il calo ponderale post partum ed è una grande risorsa per i neonati con basso peso o prematuri. La placenta si svuota del sangue, si schiarisce un po’ e mano mano va essiccandosi: non imputridisce, esattamente come il cordone ombelicale tagliato. É chiaro che con un neonato, tra cambi, poppate e pianti, la procedura a mio avviso diventa più brigosa.
    Ci tenevo a specificare queste cose, che non hanno niente a che vedere con le strane pratiche delle cosiddette “pancine”, perché, come dicevo, i giornali hanno diffuso notizie errate che ci lasciano straniti.

  230. Sarebbe sufficiente che i futuri genitori fossero educati dalle persone competenti che descrivi e non ci sarebbe bisogno di alienare i bambini dalle cure parentali come vorresti.
    Il problema è che le persone con un’ intelligenza emotiva, sociale e pratica necessarie alla crescita delle future generazioni sono quelle che si pongono, giustamente, più dubbi e quindi tendono a una procreazione ragionata e “limitata”, a differenza di certi cosiddetti inetti che si riproducono come nelle conigliere.

  231. Mi domando se qualche studentessa universitaria non ne stia già facendo uno studio approfondito per una tesi di laurea in antropologia culturale…

  232. Seeeeeeee, se lo mettessero obbligatorio in tutte le scuole, sai il putiferio che verrebbe fuori? Mica puoi far sapere ai maschi che le donne hanno il ciclo, sei pazza??? Poi magari qualche marito potrebbe guardarle male!
    O mica puoi parlare dei rapporti sessuali, diventerebbero tutte delle faciline

  233. Per quale motivo ti sembra un incubo?
    I bambini hanno bisogno di cure in generale, se ne fregano se queste vengono da chi porta il proprio corredo genetico

  234. Giusto, il cordone va donato. Smettiamola con queste credenze medievali, i bambini oggi nascono con tutte le sostanze nutritive a disposizione, non hanno bisogno di stare ancora attaccati alla placenta

  235. Secondo l’OMS, nel giro di un minuto i vasi placentari si obliterano – com’è fisiologico che sia mancando la pressione, che io sappia.

    Il Lotus è una gran stupidaggine.

  236. ti rispondo subito.alcune di queste donne hanno messo annunci in cui cercano baby sitter,e hanno ovviamente postato il nome della città.
    molte erano del nord.

    ovviamente la proposta di lavoro aveva richieste assurde.

    tutto qui…

  237. buonasera.
    seguo la pagina da alcuni giorni,e ammetto che sono rimasto appassionato e sconcertato dal fenomeno delle cosiddette pancine.
    ammetto che però il dubbio che possa essere tutta una montatura ce l’ho.
    il dubbio viene dal fatto che andando a cercare sui vari gruppi di mamme pancine non sono riuscito a trovare nessun commento che avesse l’infimo livello che leggiamo qui.

    Trovo questa enorme gap tra i i post che leggo sulla tua pagina e quelli che trovo sui vari gruppi di mamme che ci sono su facebook.
    sui vari gruppi di mamme non ho trovato neanche un commento pazzoide come quelli che si riporta sula pagina di Distruggere.

    che poi se fosse tutto falso,il gioco del creare un mito dal nulla sarebbe altrettanto interessante.

    lungi da me polemiche gratuite,però in effetti il dubbio ce l’ho.
    ciao…

  238. Pare un incubo a noi che viviamo nella cultura odierna, ma potrebbe non esserlo nel futuro. Tante realta’ di oggi parrebbero’ un incubo a uomini del medioevo, che noi diamo per scontato.

  239. Ma sono finte,e ci marciano sopra. E se leggessero il tuo commento direbbero “AHAHAH 😀 questa fa l’antropoloKa e ci analizza dall’alto ma lei, con tutta la sua scienza, non capisce che la stiamo prendendo per il c. AHAHHA ”

    Attenzione a tenere in considerazione tutte le ipotesi. Sono troppo “oltre” per essere originali, dai!!

  240. a me il dubbio è venuto prima notando lo stile IDENTICO dei commenti delle presunte mammine: tutti scritti allo stesso modo, sia questi, sia quelli del gruppo dei bambini speciali sia quelli delle mamme vegan. Dal momento che lavoro da tanti anni come editor, certi stilemi sono subito saltati all’occhio. Ma poi, non serve nemmeno essere un editor, basta aver frequantato qualche forum o gruppo per accorgersi che ognuno ha un modo di esprimersi peculiare. Ci possono essere sì persone che hanno uno stile simile, ma due.. tre all’interno di uno stesso gruppo, Ma qui scrivono tutte allo stesso modo.
    Strano, no? 😉

  241. Lo stile sintattico dei messaggi è sempre uguale, il dubbio viene che sia tutto inventato. Il fatto che i commenti sotto poi non siano ragionevoli è un’anomalia unica che salta agli occhi a chiunque abbia frequentato la rete. A parte questo, sono assolutamente inquietanti e di una ignoranza abissale molti commenti fatti dai fan di distruggere. Una umanità tracotante e spocchiosa: Augurare la sterilità, togliere il diritto di voto, creare stereotipi su tutti i bambini, credersi superiori perché in possesso di laurea, vedere le mamme unicamente come sforna figli senza carriera(tutte!), vantarsi di non volere figli per fare la bella vita, paragonare l’educazione del proprio cane a quella dei figli altrui, dispiacersi per i poveri mariti delle pancine ( che saranno dei premi Nobel vero? Solo le donne sono stupide e ignoranti), schifare l’allattamento in pubblico etc..
    Insomma si sta creando una comunità che si fomenta da sola tramite stereotipi e false notizie

  242. affascinante l’antropologia! io vivo in sardegna e anche qui di tradizioni, superstizioni e riti ne abbiamo a iosa! non credo a nessuno di essi ma è affascinante vedere come l’uomo nei secoli ha giustificato determinati fenomeni naturali! 😀
    quindi consigli di leggere tristi tropici? hai altri titoli da consigliare oltre al ramo d’oro di frazier? graaaazie

  243. Sono post tratti da gruppi segreti di facebook, non quelli che si trovano usando la barra di ricerca. Puoi entrarci solo su invito da parte di chi li ha creati o di altri appartenenti al gruppo.
    Per questo i commenti sono dello stesso tenore di chi ha scritto il post perché le persone che non sono d’accordo con quella linea vengono buttate fuori dal gruppo…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here