Ciao ragazze!

Proprio pochissimi giorni fa vi ho parlato di quali sono tutti i trucchi per scattare una ‘selfie’ perfetta. Vi ricordate? Espressioni e posizioni del viso, sfondi, luci e filtri in quantità… Tutte componenti fondamentali per ottenere l’autoscatto perfetto, che si ottiene proprio scegliendo il meglio di ognuna di queste cose. Ma pensavate che fosse tutto e che il discorso finisse lì? Vi sbagliavate, anzi ci sbagliavamo tutte. Perché non abbiamo fatto in tempo a capire come scattare la in maniera impeccabile la foto che meglio ci rappresenta, da inviare a qualcuno o da pubblicare in qualche social network, quando ecco che dal Giappone (madddaiiii! 😀 ) arriva un nuovo metodo per ‘crearle’ e per avere un ricordo di sé, diciamo così… originale!! Come? Leggete oltre per scoprirlo…

10_MGzoom

Il 3D!
Ebbene sì ragazze, la vostra foto in 3D. Il vostro viso, la vostra espressione o la vostra intera immagine nientemeno che ‘stampata’ in tre dimensioni come una Barbie, una persona in miniatura, insomma… una noi da mettere come soprammobile, o per tornare bambine e magari giocarci come fossero bambole! Stavolta però, con noi stesse come protagoniste! 😀
IMG_0197_MGzoomQuesto nuovo (ma chiamiamolo pure incredibile, stravagante e sicuramente originale!) trend è nato, come vi dicevo, nel Paese del Sol Levante, in uno studio fotografico (Omote 3D) che ha iniziato a creare queste miniature dalle foto. Ma poiché, come tutte le mode, ci ha messo pochissimo a diffondersi tra i più giovani, moltissimi altri studi fotografici hanno inziato a proporle e a crearle, non solo in Giappone, ma anche a Londra!

model3_MGzoom
3D… di gruppo!
model9_MGzoom
una posa decisamente… plastica! :D

model12_MGzoom

Ma non finisce qui. Come se non bastasse, si è andati oltre e si è pensato di ‘montare’ il 3D del viso su un corpo di bambola o di un personaggio fantastico, come ad esempio le miniature dei personaggi famosi o riproduzioni in scala di eroi della fantasia.
12_MGzoom

11_MGzoomFarsi clonare, almeno a Londra, costa dalle 40 sterline (per i modellini più semplici e scendendo a compromessi per quanto riguarda forme e colori) fino alle 200 e oltre per le selfie in 3D più accurate e particolari.
Non so voi, ma quando ho visto queste immagini ho subito ripensato anche alle sculture sui rossetti dell’artista coreana May Sum… ve la ricordate? Anche quelli erano piccoli cimeli con le immagini umane, da personalizzare (volendo) con il nostro viso.

Che ne dite di questo nuovo trend? L’avevate già visto? E voi vi fareste clonare in miniatura? Quale sarà secondo voi la prossima ‘frontiera’ delle famosissime ‘selfie’? bacio!!