Ciao a tutte!

Oggi torniamo a parlare di trend, ma stavolta di quelli in voga nel passato che non ci hanno proprio fatto sognare e che hanno scritto le pagine di un ipotetico libro che raccoglie i peggiori strafalcioni della storia del fashion!

Conosciamo bene i famosi trend degli anni ’80, quando scaldamuscoli e maxi-pull colorati erano i migliori alleati di ogni teenager, ma quali saranno i trend più brutti dei primi del Novecento? Dei ruggenti anni ’20 e ’30? Se siete curiose di scoprirli non vi resta che continuare a leggere il post!

ClioMakeUp-peggiori-trend-storia-fashion-vestiti-tutti-copertina

Abbiamo sempre pensato che alcune decadi della storia siano state per noi fonte di grandi ispirazioni. Ancora oggi il make-up e l’abbigliamento da Pin-up è uno dei più gettonati, sappiamo anche riprodurre fedelmente un Cut -Crease anni ’60 e pare che l’abbigliamento anni ’70 sia tornato a mandar fuori di testa le fashion-victim!

Eppure ogni periodo storico ha un suo trend che avremmo preferito non conoscere. Di cosa parliamo? Vestiti che impediscono il movimento, cappelli minuscoli, calze variopinte e molto altro ancora! Iniziamo subito a vedere i peggiori trend dei primi del Novecento!

ClioMakeUp-peggiori-trend-storia-fashion-vestiti-tutti-omg

1900: IL CORSETTO

Il trend peggiore dei primi del Novecento è senza ombra di dubbio quello di indossare il corsetto sotto i vestiti. Al tempo era un indumento davvero alla moda che richiedeva tantissimo tempo per essere indossato e ovviamente comportava non pochi problemi di salute: difficoltà respiratorie, costole e organi interni danneggiati… tutto questo per un vitino da vespa, segno di femminilità e sensualità.


ClioMakeUp-peggiori-trend-storia-fashion-vestiti-novecento-corsetto-stagewear-bizCredits: Stagewear.biz

Tuttavia sembra proprio che ancor oggi il corsetto sia un accessorio molto amato dalle celebrità. Come sempre le sorelle Kardashian amano (ri)lanciare nuove mode: eccole con indosso un corsetto modellante.

ClioMakeUp-peggiori-trend-storia-fashion-vestiti-novecento-corsetto-kardashian

1910: HOBBLE SKIRT

Le gonne a sirena, lo si sa, non sono per tutte. Ma probabilmente la Hobble Skirt non è per nessuna! L’effetto “caramellona” è assicurato e, per quanto potrà essere ritenuta elegante, provate a immaginare la scomodità di questo capo: ogni movimento è limitato e il rischio di inciampare è costantemente alto!

ClioMakeUp-peggiori-trend-storia-fashion-vestiti-novecento-hobble

1920-1930: IL CAPPELLO “A CUFFIETTA”  E GLI ABITI DA BAGNO

Uno dei tratti distintivi delle donne degli anni  ’20 e ’30 è sicuramente la cloche. Ma se talvolta poteva assumere forme asimmetriche e anche sensuali, magari coprendo solo un occhio del viso, in altre occasioni diventava, di fatto, una sorta di scodella rovesciata che incorniciava il volto facendolo apparire tondo e anche un po’ ombroso. Sembra perfetto per un bimbo appena nato, assomigliando proprio alle cuffiette per bebè, ma per una donna adulta? Forse non è poi un trend così azzeccato, che ve ne pare?

ClioMakeUp-peggiori-trend-storia-fashion-vestiti-novecento-cloche

Il senso del pudore in quegli anni era poi molto sentito, e quindi come recarsi in spiaggia senza apparire volgari? Con un vestito da bagno! Semplice, no? Anche in questo caso non si tratta di un indumento molto comodo: immaginate come doveva essere immergersi in acqua così vestite. Per non parlare del dopo, quando questi deliziosi abitini dovevano anche asciugarsi!

ClioMakeUp-peggiori-trend-storia-fashion-vestiti-novecento-costume

1940: LE MINI BOMBETTE

No, ragazze, non parliamo di dolcetti ripieni, bensì di cappelli in miniatura! Uno dei peggiori trend in voga negli anni ’40 era quello di indossare questi mini copricapi che in fin dei conti servivano a ben poco!

L’effetto è un po’ quello dei cavalli da carrozza, con quei mini-cappelli con i buchi per le orecchie, non è vero?

ClioMakeUp-peggiori-trend-storia-fashion-vestiti-novecento-bombetta

1950: LE GONNE CON IL BARBONCINO

Amate alla follia i barboncini? Allora perché non ricamare la sagoma del vostro amico a quattro zampe su una gonna, possibilmente a ruota in stile anni ’50?! All’epoca era una vera ossessione, ma è sicuramente il trend più nonsense di quegli anni!

ClioMakeUp-peggiori-trend-storia-fashion-vestiti-novecento-gonna barboncino

1960: LA MODA DI DOMANI

Negli anni ’60 la moda spesso prendeva pieghe futuriste. I giri nello spazio e la fantascienza avevano contribuito alla creazione di un immaginario molto influente per gli stilisti dell’epoca. Ma non sempre i capi nati con l’immagine di un futuro fatto di contatti con gli alieni e gite nella galassia hanno sfornato meraviglie. Forse all’epoca si pensava che nel 2016 sarebbe stato irrinunciabile un outfit total silver, ma che ne dite…? Avevano indovinato oppure no? Eheheh!

ClioMakeUp-peggiori-trend-storia-fashion-vestiti-novecento-moda-futurista

Ragazze, non è finita qui! Siamo ancora agli anni ’60 e mancano all’appello un bel po’ di decadi! Quali saranno i prossimi trend peggiori della storia del fashion? Vi anticipiamo già che ne vedrete davvero delle belle (o delle brutte?). Curiose? Andate a pagina due per scoprirli tutti! 🙂

105 COMMENTI

  1. A me piacciono le cloche! Ne ho anche una è in un vostro vecchio post era sfata anche messa tra i capelli che non tramontano mai… Salvo anche gli scalda muscoli, ma solo per motivi sentimentali.

  2. A me i pantaloni a vita bassa (non esagerati) piacciono ancora.. Certo, senza Mutanda a vista. Però ce ne sono di belli che slanciano chi è alta e fanno un bel sedere.

  3. I jeans a vita bassa sono stati la mia disperazione!!! Ho un fisico tendenzialmente a mela quindi vi lascio immaginare la meraviglia… C’è stato un periodo in cui non trovavi altro che pantaloni e jeans a vita bassa e io non riuscivo più a comprarmi niente

  4. In seconda media avevamo tutte gli scalda muscoli come Jane Fonda.. Comunque, secondo me, la moda peggiore negli anni 80 non è stata quella dello scalda muscolo, ma quella della spallina squadrata! Terribile!

  5. Beh no I PANTALONI A VITA BASSA ERANO FAVOLOSI vi prego! Con i toppini corti o le canottine…. no no spettacolo! Ricordo ancora quando ci vestivamo praticamente solo così… poi dopo i Lee a vita alta… stupendi! O strettissimi in eco pelle, o a zampa o larghissimi di Carhartt… ho delle foto spettacolari vestita a quel modo! ASSOLUTAMENTE TUTTA LA VITA PANTALONI A VITA BASSA! Poi sono arrivati anche i collant che finalmente non arrivavano + sotto al seno hahahahha
    anche lì FAVOLA! Ovviamente non si è mai visto nemmeno un pezzettino di slip… quelle a cui si vede lo sanno benissimo parliamoci chiaramente e i pantaloni a vita bassa non erano certo adatti a tutte le forme del corpo…bisogna solo rendersene conto.
    Il corsetto è meraviglioso se lo si sa portare… certo non quello delle Kardashian che sembra una tenda ma ricordo ancora una amica che si era messa i pantaloni neri con corsetto nero… beh ti lasciava senza parole…anche qui ci vuole un pò di testa… io ho una quarta di seno, se mi fossi messa il corsetto non sarei nemmeno riuscita a parlare hahahahahahahhahahaha sarei anche risultata volgare a parer mio, la mia amica invece con una seconda era favolosa e sexy! Audace con il corsetto ma smorzava con il pantalone…
    Gli abiti da bagno potevano essere carini ma a quel tempo…. adesso w il bikini dai.
    Il futurismo si ma solo sulla donna… ricordo un ultimo dell’anno tutta in argento… un vestitino carinissimo con golfino in pendant… hahahhahhaah come mi sono divertita! E andavano le calze super coloratissime!!! No beh… che tempi!
    CANCELLO LE TUTE DA UOMO E LA FASCIA PER CAPELLI che stava bene solo ad Axl Rose …la sua poi era una bandana…IL RESTO DIMENTICA HAHAHA non li ho nemmeno vissuti…
    Però c’è stato un periodo che ho messo gli scaldamuscoli…andavano anche sotto lo stivale, li facevi uscire fino al ginocchio…bellissimi!
    Che bello pensare a queste cose… mi riempie il cuore di gioia

  6. Pantaloni a vita bassa sono sempre meglio di quelli a vita alta che usano adesso eh!!! Comunque si, guardandoli con gli occhi di ora tutti questi trend nelle varie epoche sembrano delle catastrofi.. Ma quando tali mode venivano lanciate erano capi sensazionali, che conquistavano le masse.. Probabilmente fra 100 anni verranno considerati tremende le mutande di jeans che lasciano le chiappe di fuori, o le jumpsuit, o qualsiasi altra cosa che adesso ci mettiamo addosso 🙂

  7. ciao, chissà fra trent’anni rideranno di quegli orrendi sandali platform che vanno oggi.
    cmq la cloche era tornata in auge un annetto fa ed eravate tutte entusiaste. i pantaloni a vita bassa erano terribili per le non magre e in particolare il fatto che si trovassero solo e soltanto quelli, grazie al cielo oggi la scelta è più vasta rispetto a quello che effettivamente è di moda al momento.

  8. Io devo essere proprio “vintage” nell’anima hahaha magari trovassi una gonna anni 50 con i barboncini! E i jeans a vita bassa li ho odiati tantissimo, ero ancora abbastanza piccola ma erano terribilmente scomodi ero sempre lì a tirarli su! Quando è tornata la moda del pantalone a vita alta non posso nemmeno spiegarvi quanto ero felice, su di me stanno incredibilmente meglio. E le cloche? Bellissime, ne ho qualcuna e con il look giusto fanno la loro figura.

  9. Sembra un post per nostalgiche! AHAHAH…la vita bassa…ai tempi non esisteva altro! Appena vedevo un pantalone leggermente a vita alta inorridivo!! Ora che è tornata la vita alta, al pensiero della vita bassa inorridisco! Ahahahah

  10. I pantaloni a vita bassa… quelli a zampa di elefante…
    i primi erano il mio incubo perché avevo il terrore che mi si vedessero le mutande (e quando ero adolescente praticamente vendevano quasi solo quelli.
    I secondi ricordo che alle medie andavano tantissimo! XD era il periodo del loro ritorno in auge (primi anni 2000), andavano SEMPRE a finire sotto le scarpe, vi lascio immaginare il disastro quando pioveva, e l’orlo dietro era sempre perennemente distrutto! O_O
    Oddio, è vero che il corsetto ha creato un sacco di problemi a livello fisico e salutare, ma ha sempre avuto un certo fascino su di me! *w* c’era un periodo in cui ne volevo uno di simil pelle marrone, ma non da mettere da solo, con una camiciola sotto, per far effetto fantasy! XD diciamo che lo vorrei ancora oggi!

  11. È vero! Oltre ai capi che le avevano già “integrate”, venivano fissate alle spalle dei maglioni con degli spilloni con la punta madreperlata. Chi se li ricorda?

  12. Anche a me piacciono ancora. Ovviamente per vita bassa intendo qualunque cosa che non sia a vita “ascellare” come si usa adesso.
    Tipo i pantaloncini a vita altissima che stanno bene solo a chi è magrissima. (ho fatto anche rima) XDXD

  13. Ahahah anche io ho “peccato”…scaldamuscoli, tute anni 70 quando suonavo rock 70, ma soprattutto pantaloni a vita bassa…aaaah se li indossassi adesso mi si bloccherebbe l’intestino la prima sera fuori ahaha! ma in fondo mi piacciono ancora, se indossati nel modo giusto. Molto meglio dei “mom” jeans che hanno ripescato e che solo a vederli mi ricordano le uggiose giornate alle medie 🙁 comunque…a me le mini bombette piacciono! E ho un bel set di mini cappellini di cui vado fiera ahahah!

  14. Oddio io ADORAVO i jeans a vita bassa!! non esistevano altri pantaloni per me,rigorosamente a zampa e con maglia corta, quindi pancia a vista! Ricordo ancora che la preside del liceo che frequentavo aveva vietato la pancia scoperta perché non adatta all’ambiente scolastico e tra le ragazze c’era stata la rivoluzione! Ahahahaha
    Comunque di tutti i pessimi trend qui elencati trovo che il peggio del peggio siano fascia e scaldamuscoli! Meno male che sono nata nell’88 quindi non ho memorie di questo fantastico abbinamento 😛 …anche se ci sono certe mie foto dei primissimi anni 90 con certi collettoni bianchi ricamati imbarazzanti!!

  15. anche io le amo molto!!! ne ho anche acquistate 2 di recente..in effetti io amo giocare molto con la moda vintage..passo dalle cloche alla moda hippie, dagli anni 60′ alla moda anni 90′..è divertente, ogni decennio ha qualcosa che mi piace molto e/o che odio..tipo le spallotte imbottite, un incubo, appena ho sentito che stavano tornando di moda stavo per svenire..

  16. Io del platform rido già ora…che oscenita, meglio un sandaletto basso. Quando vedo poi scarpoe stringate col platform sotto è la fine…

  17. A parte la tuta da uomo assolutamente orrenda, tutto il resto non li trovo così terribile… I cappellini piccoli li usano ancora oggi tra l’altro!

  18. A me piacciono ancora i jeans a vita bassa!! E’ stata una rivoluzione vera e propria!! Adesso che son tornati i jeans ascellari sono atroci da portare e da guardare!!!

  19. Beh per qualcosa dissento! Il corsetto sta tornando di moda e ho appena letto che sarà uno dei pezzi forti del prossimo autunno-inverno, certo non quelli alla Kardashian ma quelli ispirati ai corsetti di una volta. Le cloche sono carinissime e danno un’allure particolare, l’anno scorso ne ho viste diverse ad un mercatino che venivano da Parigi…meraviglia! La gonna coi barboncini a me piace! Probabilmente era solo l’antesignana di tutte le cose stampate che vanno ora e che soprattutto grazie a Fiorucci abbiamo cominciato ad amare. I costumi da bagno non lo vedo come un trend ma come una grande innovazione che ha finalmente permesso alle donne di poter fare il bagno non vestite del tutto, non riesco neanche ad immaginare che liberazione deve essere stata all’epoca. Jeans a vita bassa…non ho il fisico per poter commentare

  20. Poi davvero scomodi…. E anche se non ti si vedevano le mutande, l’attenzione nel piegarsi… Mamma mia che odio. Anche se si ha un bel fisico, li ho sempre trovati volgarotti. La pancia di fuori poi… Che brutti ricordi.

  21. Infatti. Se oltre a non piacere a tutti, ci si mette che non sono adatti a tutti, magari un po’ di diversificazione nell’offerta… Invece no. Solo loro!

  22. in realtà, per quanto possano essere passati di moda gli scaldamuscoli sono tutt’ora molto utili. Io per esempio ho fatto danza classica per 10 anni e fidatevi che in inverno era una fortuna averli! anche perché gli strappi muscolari erano dietro l’angolo. Inoltre nella scuola dove mi allenavo c’era una ragazza di 27 anni che ne aveva bisogno sia d’estate che in inverno altrimenti non poteva muoversi molto. Certo, la fascetta si può anche evitare ma penso che gli scaldamuscoli, se usati quando serve siano un ottimo aiuto 😉

  23. I pantaloni a vita bassa a un pelo dal pelo erano atroci. Speravo che passassero di moda perché addosso a ragazze che non erano certo dei colossi, le abbassavano ancora di più spostando il baricentro del corpo verso il basso. Alcune sembravano avere gambe cortissime.

  24. Pienamente d’accordo. A parte che li trovo scomodi quando sei seduta, ma soprattutto si vede sempre il bottone o la vita sotto tutte le magliette. La vita alta non mi piace proprio.

  25. Sono stata adolescente negli anni 2000 e i pantaloni a vita bassa erano un incubo! All’epoca c’erano solo quelli ed io non avevo ancora una chiara percezione di ciò che mi stava bene, pensavo solo che se non riuscivo ad indossarli era perché ero grassa e sfigata :/

  26. In effetti la gonna coi barboncini la trovo graziosa e adatta a chi è amante dello stile vintage! Tipo la tua gonna postata l’altro giorno!

  27. Bel post I pantaloni a vita bassa li odio propio nn Ji sn mai piaciuti odio avere la schiena scoperta ok va Mos col nonnina Style

  28. Giada no mi dispiace ma su questo devo dissentire nn sn per i jeans ascellari ma quelli a vita alta o normale tt la vita ho visto spesso ragazzine con crop top e pantaloni a vita bassissima in pieno inverno … no non mi piacciono propio cmque il mondo è bello Xke e vario tipo sn contentissima Ke dopo anni Ke li cercavo sia riuscita a trovare i pantaloni a zampa

  29. Il tragico e che certo ragazzi pensano Ke vadano di moda ( x far vedere la mutande colorata sotto e ti guardano tipo hai visto Ke fico che sn)

  30. No dai i jeans a vita bassa avevano il loro perché! Ero adolescente quando andavano di moda, magra con pancia piatta, per me erano una figata! Oggi che sono giusto un po più culona preferisco una vita “regolare”… I reni all’aria e il crop top hanno un limite di età.
    Ricordo poi che alle medie (anni 96-97) quelle due volte l’anno che mettevo la gonna indossavo sempre gli scaldamuscoli sugli anfibi 883

  31. E’ vero… se c’è una cosa che mi fa incazzare e che quando va “di moda” qualcosa che spopola non trovi altro……che palle!

  32. Miiiiiiinchiiiiaaaa mi hai fatto ricordare i miei scaldamuscoli alla Jane Fonda color arancione fluorescente….. mio dio… speriamo non ci siano foto in giro!

  33. Tu pensa che il mio vestito da sposa nella parte alta era un corsetto!
    Chiaramento non stretto che ti spaccava le ossa, ma largo (essendo un corsetto) no di certo….era su misura, come se fosse una seconda pelle. Non era facile abbassarsi, e muoversi, ma era talmente bello che per un giorno si poteva anche fare! 🙂
    Più che altro bisognava stare attenti che non partissero i bottoncini dietro e/o la cerniera… ed essendo abbondante di seno, sai com’è…..

  34. Concordo. Secondo me, giudicare oggi quello che andava di moda trent’anni fa ha poco senso perché nel frattempo il gusto e i criteri di valutazione sono cambiati.

  35. Io i pantaloni a vita bassa li ho odiati profondamente… Te li potevi permettere solo se avevi le gambe lunghe e il busto magro e soprattutto abbastanza tonico, ed io decisamente non ero fra queste D: Parevo più panzona di quello che ero, strabordava pure la ciccia che non avevo… per non parlare del sedere che otticamente si schiacciava e si abbassava… orrore!! E quando ti sedevi non sapevi se coprire la pancia avanti o quello che si scopriva dietro >.<
    Sul resto concordo, però dai il bustino e gli occhiali da sole colorati non sono proprio brutti… Il primo se fatto bene (con gusto) e soprattutto sul fisico giusto è utilizzabile… i secondi sono sfiziosi, basta trovare la forma adatta e un colore che non stanchi

  36. Beh… il corsetto lo si è usato nella moda femminile per quasi 4 secoli. Danneggiava gravemente la spina dorsale e gli organi interni (che venivano spostati in alto in modo innaturale), dato che lo si portava molto stretto. La cloche era carina, ma costringeva tutte le donne a tagliarsi i capelli. Vabbè, criticare la moda anni Ottanta è come sparare sulla Croce Rossa, XD. La moda maschile anni Settanta era orrenda, anche per i baffoni ed i favoriti, bleah. I cagnetti sulle sottane Fifties erano bellini, suvvia 🙂
    Quanto ai jeans a vita bassa se non avessero davvero esagerato con un cavallo troppo corto non sarebbero stati brutti: io portavo i primi usciti, con appena l’ombelico in vista e non di più.

  37. Esatto! Quindi iniziamo a ripudiarli già ora quegli orribili sandali!! E dai sù!! Io son mesi che lo dico

  38. Ok ammetto di aver avuto un brivido di terrore durante la lettura 😀 Anni 70 e 80 orridi. I pantaloni a vita bassa. Il periodo (ANNI) era tutto un ”sollevati quei pantaloni”, ”ti si vede la mutanda”, ”attenta a come ti inchini!” da parte di genitori/adulti alle ragazze! E il panico nelle scuole!

  39. Su questo ti do ragione. Ho un fisico molto snello di natura e mi segnavano i fianchi anche se non li avevo. D:

  40. Mi permetto di dissentire: i pantaloni a vita bassa erano terribili anche sulle magre. Io tuttora non arrivo a 40 chili e mi hanno sempre segnato i fianchi (che non ho mai avuto). Preferisco la vita normale 🙂

  41. Oddio no, è più forte di me! A parte che sembrano da uomo, poi mi sanno quasi di scarpe oortopediche! XD però quelle col Platform non si battono in quanto orrore.. xD

  42. Io i collant li risvoltavo con i pantaloni a vita bassa , a me piacevano un sacco , fortunatamente poi li hanno accorciati … Ross fai la sexy con le autoreggenti eh …

  43. Secondo me questa era una cosa fatta apposta per attirare l’ attenzione , ho sempre portato in quegli anni i jeans a vita bassa ma le mie mutande non le ha mai viste nessuno …

  44. A me manca il fiato già con la vita all’ombelico, figurati. Non resisto. Però credo si riferissero a quelli così bassi da mostrare la linea tra le chiappe senza neppure chinarsi 😉

  45. A me i jeans a vita bassa con il top corto piaceva tantissimo, ma senza esagerare, non come Britney Spears per capirci. Ma ai tempi ero giovane e non avevo freddo come adesso!

  46. Dagli anni 70-80 in poi sono passata per i seguenti orrori: gonnellone alla zingara (uso il linguaggio dell’epoca, che nessuno si offenda), con zoccoli; pantaloni a zampa di elefante; fascia nei capelli orizzontale sulla fronte; spallotti per imbottire giacche ma anche T-shirt; persino le spalline del reggiseno si imbottivano; un eterno ciuffo frangetta alla Lady Diana; paillettes a profusione persino sui pigiami; mi sembra che basti. Ho by passato le scarpe a punta degli anni 2000, mi sono rifiutata!

  47. I jeans a vita passa…a 12 anni dicevo ai miei che i jeans a vita bassa non sarebbero mai passati di moda e che quelli a vita alta erano scomodi… Povera innocente bimba

  48. Se hai trovato lo stile che ti rappresenta e x di più da quanto ho visto ti sta anche bene perché no?? Evviva le gonnellone

  49. D’accordo su tutto, con una sola piccola eccezione: gli scaldamuscoli! Ne avevo davvero tanti (fatti all’uncinetto dalla nonna) di colori diversi, mi piacevano e li mettevo a danza…ti davano quell’aria da sportiva anche non essendolo affatto!! Ci ripenso con un po’ di nostalgia

  50. Correva l’anno 2000 e la piccola rose aveva 14 anni; la cara mammina decise un bel giorno di comprarle un paio di sabot a punta, blu in pelle scamosciata.

  51. In confronto a certe cose che si vedono in giro oggi…
    La gonna anni ’50 con i barboncini mi piace e gli scaldamuscoli pure!
    Avevo gli occhiali dalle lenti colorate ma si parla dei primissimi 2000, ricordo il grande successo di Anastacia di quegli anni. I jeans a vita bassissima, come dimenticare. -_-
    Un trend, a mio parere brutto, che mi viene in mente è degli anni 2000: il pantalone largo con il tacco alto, tipo questi:

  52. Nelle foto degli anni ’80 tutte le donne di famiglia avevano le spallone! Ahaahha!!! Io no per fortuna, ero una bambina e queste cose mi venivano risparmiate. Ma ricordo bene i fuseaux con l’elastico sotto al piede e li adoravo!! Oddio se ci penso adesso!! Che orrore!!

  53. Tipo questi che mostravano ben bene.. una raffinatezza.. Anche se adoro/adoravo Britney (oggi mi è scesa un po’)!

  54. I pantaloni a zampa li ho sempre amati e negli ultimi anni li cercavo nei negozi e tutti mi guardavano come una matta!! Anche se non sono alta che mi frega, mi piacciono! E poi non mi fanno la gamba a prosciutto come quei bruttoni di slim jeans. Ecco.

  55. Ahhhhhh…. Avevo scordato i dr martins! Ce li avevo rigorosamente neri, penso che per un paio d’anni ho indossato solo quelle scarpe

  56. Davvero un gran figo hahahahahahha! Mi piaceva un sacco! Pensa che il mio primo concerto in assoluto fu quello dei Guns ‘n Roses! Che tempi!

  57. Beh…gli occhiali colorati a me piacciono ancora! Ne ho un paio a forma
    di goccia con lenti viola chiaro e ammetto che ogni tanto li indosso e
    tutto sommato piacciono anche, dato che spesso mi vengono fatti dei
    complimenti! l’importante è non indossarli come occhiali da vista o da
    sole, ma solo come un make up diverso!

  58. Grazie!… io me ne ero innamorata…. e con il fisico che ho, penso che fosse l’ideale. Scopriva il seno e “copriva” i fianconi!

  59. Viva le cloche, viva i mini cappellini, viva i vestiti da bagno (oh yes, avete letto bene), che coprono pancia e fianchi. Sarebbero l’ideale per me.
    La gonna coi barboncini la voglio. Adesso!
    A me piaceva la fascetta in fronte: Ho una fronte che dalle sopracciglia all’attaccatura dei capelli ci passa un tropico!
    I pantaloni a vita bassa hanno abbassato la mia autostima, quelli a zampa non li voglio neanche sotto tortura.

  60. E’ sì fu incredibile…. non ero maggiorenne ma ero andata con la sorella più grande quindi mi lasciarono andare… devo dire però che era tutto tranquillissimo… tantissimi “sosia” di Slash e tantissimi con la bandana e i pantaloncini come Axl… A Modena nel ’93…. che bello… ricordo quanto correva Axl per il palco e tutti i suoi cambi abito… Dal vivo però…pur io amandolo molto… non aveva una gran resistenza vocale in termini di canto continuativo… aveva moltissimi alti e bassi… Sempre mito rimane!

  61. Grazie x il tuo racconto…ti invidio un sacco!!!! Deve essere stata un’esperienza incredibile veramente… Se hai tempo e voglia ti consiglio di guardare (se non lo hai già fatto

  62. Non ci posso credere ma sei una rocchettara come meeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee! Che bello! Ricordo ancora…ero piccolissima ma è indelebile nei miei pensieri…quando su MTV passavano tutti i loro concerti dal vivo ….
    Se poi mi dici che ami anche gli Aerosmith e i Led Zeppelin muoio!

  63. Fermi tuttiii !!!!
    Team vi siete dimenticate le scarpe buffalo o fornarina !!!!!!
    se penso che le avevo entrambe e le mettevo per andare alle scuole medie … che orrore !!!!!!!!
    Altra cosa, per quanto riguarda gli anni ottanta e le mise per andare in palestra , vogliamo parlare dei tagli di capelli che si usavano e che portano entrambe le modelle nella foto ??????
    hihihi

  64. Oddio, avevo dimenticato quella sensazione di umidita’!arrivare a scuola con quei dannati pantaloni bagnati fino al ginocchio (perche’ ovviamente se non toccavano la strada non andavano bene – ricordo ancora le baruffe con mia mamma) e poi rimanere cosi per sei ore, mentre pian piano si bagnavano pure le scarpe, e poi le calze ed infine i piedi.. bello.

  65. No infatti, dovevano toccar terra e in poco tempo erano anche tutti mangiucchiati e rovinati nell’oro!! Orridi!!

  66. Anastacia ha iniziato alla fine degli anni ’90 (1999).. rientra più nella fascia dei 2000

    I pantaloni a vita bassa li odiavo.. carini quando stavi in piedi, ma quando poi c’era da sedersi, era la fine.. ahahaha

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here