Ciao ragazze!!

Oggi vorrei parlarvi di un argomento decisamente delicato, ma importante: il peso. In varie occasioni abbiamo trattato di trend legati alla forma del corpo e a tecniche più o meno sane per mantenere la linea (sto puntando il dito contro la principessa Sissi), ma oggi vorrei prendere l’argomento da più lontano: il fatto che i problemi alimentari (soprattutto quelli legati alle mode e a ciò che viene considerato ‘canone di bellezza’) siano finalmente al centro dell’attenzione mediatica, soprattutto legata alla moda… sta facendo sì che le cose cambino, o si sta facendo solo una gran confusione? Io penso che come al solito la risposta sia a metà tra queste due, ma vorrei discuterne con voi.

weight-stereotyping-w724
Quest’immagine, che denuncia gli stereotipi legati alle forme del corpo, penso che sia decisamente adatta a questo post!

Ci sono momenti in cui sembra che la figura androgina della donna – e diciamolo meglio: la figura malata e schelettrica della donna – come unica possibilità di bellezza, sia un po’ passata. Come abbiamo detto varie volte, quest’immagine ha piantato le proprie radici già negli anni ’60 e si è consacrata con l’era delle grandi modelle. Si dice che addirittura il corpo della Barbie sia cambiata (diminuendo seno e fianchi e allargando leggermente la vita) dopo il successo planetario dello stereotipo alla Kate Moss. Da lì il modello si è pian piano estremizzato fino alle immagini che conosciamo…

barbie141-1 Barbieswaistwidens

2706621


Ormai c’è molta attenzione verso i problemi alimentari e, in generale, sembrerebbe che ci sia in corso ‘una rivincita delle forme‘: è bastato il lato B di Beyoncè (ben prima della troppo citata Kim) perché il mondo ci si accorgesse che le curve sanno essere ancora molto, ma molto sexy.

Beyonce-wotsn

Ma quando ci si illude, forse, di starci allontanando dal canone malsano in voga soprattutto tra gli anni ’90 e i primi dei 2000, ecco che (come è avvenuto pochi giorni fa) Stella McCartney pubblica su Instagram la foto di una modella spigolosissima, decisamente troppo magra perché le si possa attribuire un aspetto sano. E allora non è vero che nei backstage delle sfilate si stanno escludendo le taglie zero e sotto zero, come si diceva avrebbero fatto, anzi. Anche dalla mia esperienza posso confermare che le modelle continuano ad essere decisamente molto vicino al confine del ‘troppo’.

71914_sm
Ovviamente i followers si sono rivoltati e Stella ha dovuto togliere la foto. Forse solo questa è davvero l’unica cosa ottenuta: l’opinione pubblica ha un grandissimo effetto sulle aziende, e forse più di quanto le aziende ne abbiano sull’opinione pubblica. In questo il web può davvero aiutare a far pesare la propria opinione.

Di contro poi, abbiamo visto, spuntano star con sederoni e curve esagerate (anche lì, superando i limiti della normalità) ma forse almeno rivendicando una femminilità al corpo delle donne? Non vi so rispondere nemmeno io, perché in men che non si dica, lo abbiamo già detto, si ricade nello sforzo ossessivo del raggiungimento di forme innaturali, sottoponendosi a semi torture ecc.

deelishis

Poi qualche successo isolato di donne anche in carne esistono: vi cito Adele, che con il suo fisico a mela è bellissima, e la modella di 90 kg che è stata scelta per il calendario Pirelli e che, per questo motivo, ha fatto molto parlare di sè.

article-2331127-185EDD76000005DC-14_634x978
Anche lei, non si può negare ha subito la pressione verso il suo corpo subendo un po’ di yo-yo…ma trovo stia benissimo nel suo corpo, lo sa valorizzare rendendolo sexy e raffinato.
candice-huffine-modella-curvy-pirelli-728x598
Candice Huffine, la modella che ha posato per Pirelli

Continuate a leggere il post!

544 COMMENTI

  1. Io penso che arrivate a una certa età, superata l’adolescenza, una donna dovrebbe imparare a fregarsene della moda, dei canoni della bellezza, dell’apparire; secondo me la cosa sbagliata non è che la moda imponga certi ideali di bellezza, ma che le donne ascolti i suoi dettami! Ma un bel chissenefrega no??? Quanto bene starebbero tutte se semplicemente non leggessero più giornaletti stupidi, non guardassero le pubblicità, e ignorassero se nel mondo della moda vanno i corpi magri o i corpi burrosi? Ma mettiamoci l’anima in pace, che i problemi veri sono altri, non serve che ce ne creiamo noi da sole.
    p.s. ovviamente chi soffre di malattie serie al riguardo va trattato come tale, e come tale curato da un medico, ma purtroppo quando diventa una malattia è sempre meno dipendente dalla nostra volontà…

  2. Bhe Clio.. pensa che io queste pressioni le “subisco” ormai da 5 anni da parte dei genitori del mio ragazzo.. ed ho solo 20 anni..

  3. Io in due mesi sono passata da 51 a 58 kg. Mi sono messa a dieta, giusto per vedere se ho semplicemente mangiato troppo o se devo fare degli esami. Da lì colleghi e amici hanno cominciato a dirmi, con cattiveria o preoccupazione: “Stai benissimo così, non starai diventando anoressica!” Aggiungerei quindi ai problemi legati al peso, la convinzione imperante che il peso sia un problema!

  4. Ma e il tuo ragazzo nn fa niente? poi dico …farsi gli affari loro no?!anche ai miei suoceri nn piacio xké sono grassa..ma nn mi importa!

  5. Sono d’accordo su una cosa. Un corpo, per essere bello, dev’essere SANO.
    Alla fine, la bellezza è soggettiva e vittima di stereotipi, ma l’essere sani è un concetto universale. Se solo si presentassero al pubblico modelle SANE e non BELLE, il problema non esisterebbe…

  6. è un discorso come dici tu Clio spinoso dove ci si “scorna” sempre un po’, io personalmente sono una persona che ha sempre avuto il culotto pronunciato, un seno prosperoso e delle cosce non proprio filiformi, mi sono data addosso tanti anni prima di guardarmi allo specchio e dire…però…mica male! Sono curvy, non sono obesa e non sono malata, non sono mai stata scheletrica e mai lo sarò e non sono nemmeno stata una taglia 42.Fatte le dovute premesse io sono d’accordo con te…il punto non è skinny o obese il punto è esser sani, volersi bene, cercare quanto più possibile di mangiar bene di prendere la consapevolezza di essere sane dentro e fuori e che dobbiamo migliorare il nostro stile di vita per arrivare a star bene nel nostro corpo.
    Personalmente se prima mi facevo un problema di provare una taglia 46 o un a 48 in Italia e non entrarci ( perché diciamolo…io compro da vestire spessissimo fuori italia e entro nelle mie taglie…ma nel nostro paese…no…chissà perché) perché mi rendo conto che qua da noi il concetto di taglia giusta e di sanità non esiste, le nostre taglie e i nostri canoni sono fatti per le ragazze con la pancia piatta, il fianco piallato e non tiene conto che una taglia 48 è morbida e che siamo mediterranee…siamo morbide per natura.
    La verità sta nel mezzo…non va bene essere scheletriche e non va bene essere obese….bisogna esser SANE e sapersi accettare.

  7. Sai quando le persone non amano come dovrebbero il proprio figlio, il minimo che ti possa aspettare è questo.. comunque lui ci prova a difendermi.. ma all’ignoranza non esiste cura!
    Ah dimenticavo.. parliamo di un medico e di una maestra.

  8. Penso che si dovrebbero valutare due aspetti : salute e costituzione.
    Se una é magra di costituzione si vede e non ha certo l’aspetto della modella postata da Stella McCarthy; se una é di costituzione robusta, é alta e ha spalle larghe pure.
    Quattro kg in più rispetto al peso forma vanno bene, non é sovrappeso malsano! Quando i kg però inziano a essere 12-15 cambia, soprattutto con l’età : se a sedici anni non ci sono, generalizzando, troppe controindicazioni (a parte l’affaticamento), quando si é più grandi iniziano a comparire – sempre generalizzando- PRECOCEMENTE l’ipertensione, la glicemia alta, affaticamento muscolare e respiratorio.
    Se parliamo di estetica le ragazze con le curve non sono più discriminate, vero, ma si sta esagerando con volerle a tutti i costi e sempre più “innaturalmente” enormi : come già detto, per me Kim & co sono orrende.
    Io sono alta, struttura robusta ma a clessidra, taglia 44 non sono una silfide ma rientro nel mio peso forma, ovviamente durante le feste prendo 3-4kg (non rinuncio a mangiare tutte quelle leccornie) ma mi impegno a buttarli giù. Secondo una simpaticona (e qui a Milano c’è ne sono in delle precise vie) avevo le spalle troppo larghe che non stavano in una perfetta 40-42 e io le risposi che le ossa non me le posso segare, ma ero grande e vaccinata.
    questo ragionamento É quello che si dice malsano.

  9. Concordo sul problema “Taglie”! E’ assurdo! In alcuni negozi devo sempre prenderne una in più di quella che porto normalmente perchè è tutto esageratamente piccolo

  10. Non è un argomento che amo affrontare perché troppo coinvolta.
    E forse proprio per questo detesto con tutte le mie forze l’ipocrisia, la falsità di questo ambiente, i tentativi maldestri di recuperare una situazione che ormai è sfuggita di mano.
    La modella formosa su Pirelli non serve a niente, quella ragazza fotografata nel post non dovrebbe essere su una passerella. E punto.
    Dio santo che nervi.

  11. Grazie per il supporto :*.. purtroppo ci sono momenti in cui davvero non riesco a trovare le forze per andare avanti..

  12. Purtroppo molte donne si lascuano trascinare da nuovi “canoni” di bellezza molto spesso e tutta questa informazione, la social life etc contribuisce ad espandere il problema. Io credo che la massima bellezza di ogni donna (ma abche uomo) sia nell equilibrio tra tra canone e salute! quindi si ad alimentazione equilibrata ed attività fisica regolare, no categorico ad abomini alimentari e torture fisiche. Se una persona tende naturalmente ad essere più o meno pesante dovrebbe solo fare attenzione a non cadere nella patologia che ne conseguirebbe (obesità o anoressia). Viva le donne naturali ed equilibrate rispettose del proprio corpo!!

  13. Non sono magra.. ma rientro nel mio peso forma.. certo mi piacerebbe perdere quei 8 kiletti.. ma non me ne faccio una malattia.. mi piaccio come sono e questo è l’importante.

  14. Argomento molto scottante questo…credo sia abbastanza difficile capire da che parte stia andando il concetto di bellezza oggi.mi sembra che, come sempre,ad averla vinta sia l’esagerazione…comunque una cosa che mi colpisce sempre è vedere come,in realtà,una donna appaia bella quando si sente lei per prima bella. Credo che mantenersi in forma sia importante anche per questo!io mi sento proprio bene dopo aver fatto attività fisica e mi piace mantenere un’alimentazione sana. Detto questo, fa bene vivere in modo corretto ma che cavolo, nemmeno essere ossessionati!!!!!A me comunque, le modelle magre così fanno davvero IMPRESSIONE!!!!

  15. Nooooo..nn voglio sentiti così!nn ti conosco,ma x me sembri una ragazza molto dolce e intelligente….nn farti mettere i piedi in testa da delle persone che alla fine nn sono nemmeno tuoi parenti…fai cm me:da un orecchio mi entra dall’altro mi esce!

  16. Rientri nel tuo peso forma, quindi sei in salute. Quelle persone sono solo ignoranti, senza contare che il peso forma varia per una serie di fattori. Sei in salute e ti piaci, che la smettano di rompere le balle !!! Un bacione Luana!

  17. Hai ragione Clio! Il problema però è che adesso c’è un attenzione maniacale alla cura del corpo! Ad esempio: io sono una ragazza con un fisico molto slanciato di costituzione, solo che ho problemi di acne (lo so sembra non centrare niente ma pazientate un attimo 😉 ) per questo molte volte sto ” a dieta” evitando cibi grassi o di mangiare troppo (per evitare altri sgradevoli brufoletti)… Solo che più di una volta altre persone mi hanno “infamata” dicendomi che ero anoressica e che prendevo in giro persone più “in carne” di me con questa storia della dieta …non vi sembra sbagliato anche questo come comportamento?

  18. Proprio prima ne parlavo con mia madre.. sto crescendo e per fortuna il mio carattere si sta rafforzando.. e sono felice per questo.. davvero 🙂

  19. Quindi e’ da quando eri una ragazzina che li subisci?!?! Mah…..che gente!!!! Io sono alta 1,59 e peso 68kg quindi credo che tu stia bene così!! Non ti crucciare!!Un bacio!!!!!

  20. “hai le spalle troppo larghe”.. ma cos’è? che critica sarebbe? qual è il significato recondito?.. mi sembra un’affermazione talmente vuota…..
    Poi era una commessa costei? No perchè se era una commessa non ha ben chiaro come vendere la roba 🙂

  21. Ti do assolutamente ragione 🙂 io ormai ho completamente perso la voglia di comprare vestiti qua in Italia proprio per questo problema delle taglie. Il fatto è che fanno i vestiti straformi: allargano la vita dei pantaloni lasciando la gamba strettissima. Ma su che modelli si basano? Su degli alieni? Pensa che io quando compro online dalle grandi catene inglesi prevalentemente devo prendere sempre 1 o anche 2 taglie in meno rispetto alla mia italiana… Ti ho detto tutto!

  22. Finalmente si sottolinea che anche il sovrappeso non è sano!!!! La maggior parte delle malattie moderne (cardiopatie, aterosclerosi, diabete, dislipidemie varie, …) sono dovute proprio al mangiare male! Quindi mode o non mode, sono perfettamente d’accordo con Clio: un corpo è bello se è sano, indipendentemente da magro, burroso, con curve o senza!

  23. Certe volte prendo paura anche sullo ad entrare nei negozi, dove trovi taglie di jeans come la 32 LA TRENTADUE

  24. il vero problema è che, almeno in italia, vediamo (ancora!!) troppi corpi, in foto e sfilate, eccessivamente magri che non rispecchiano la realtà o il benessere (ma vallo a spiegare alle quindicenni?!?!) … Alcune riviste e marchi si “giustificano” appellandosi al “ritocco di photoshop” ma come la mettiamo per le passerelle?? perchè ancora dare un’immagine sbagliata di quella che è la normalità?? ci sono persone magre ed è vero, e magari alla loro fisionomia la magrezza sta bene, se in fin dei conti gliel’ha regalata madre natura, ma d’altro canto inviare messaggi come quelli (non tutti, certo) che passano dalle sfilate, dalle pubblicità e SOPRATTUTTO IN TELEVISIONE, è assolutamente sbagliato. “Magro” non è (per forza) bello, certo come non lo è “grasso”, ma è bello trovare un EQUILIBRIO senza affannarsi ad essere come ci viene imposto da taluni canoni, per sentirci “belle”.
    Personalmente vedere delle foto di modelle a cui puoi contare le ossa, mi mette angoscia.
    Ciao a tutte 🙂

  25. Roba da matti! Hai tutto il diritto di prenderti cura della tua salute – in questo caso, della tua pelle! Dovrebbero complimentarsi con te perché hai scelto di provare a contrastare l’acne attraverso un’alimentazione più sana e bilanciata anziché cercare scorciatoie neanche troppo sicure, come fare uso di farmaci. Il mondo è davvero troppo pieno di persone che non riescono a badare ai fatti propri.

  26. Da un lato il continuo scandalizzarsi (e schifarsi, diciamolo chiaramente no? Finché poi non vedono il mezzo rotolino e, orrore, la pelle a buccia d’arancia e allora si schifano per quelli, perché di qualcosa si devo schifare) per le modelle sempre più magre ed emaciate, dall’altro sfilate e servizi con modelle sempre più magre ed emaciate.
    In tutto ciò, un calderone con dentro di tutto e di più, dita puntate, giudizi e schieramenti che lasciano il tempo che trovano.
    Scusate ma questa cosa a me dà la nausea.

  27. Capisco bene cosa intendi con “estremi” guardando la signorina in tuta leopardata e il servizio con Karlie Kloss… e secondo me tutte e due non sono normali come comportamento e neanche belle, non mi sembrano umane.. sono proporzioni da aliene

  28. La cosa più giusta scritta in questo post è ‘un corpo per essere bello deve essere sano’. Appunto, SANO. Certe modelle scheletriche non lo sono, ma nemmeno 15 o 20 kg di sovrappeso fanno bene. A me il buonismo da sempre un po’ fastidio. Ho un’amica che a forza di gente che le diceva che era costituzionalmente rotonda e che stava bene così è arrivata a pesare 130 kg. Rinunciando quasi a tutte le cose che facevamo insieme perché non ce la fa. Da sei mesi è seguita da due medici, segue un programma durissimo per perdere peso perché sa che quei kg le accorciano la vita. Troppo magro è male, troppi kg in eccesso lo sono altrettanto, non nascondiamoci dietro un dito.

  29. Non mi ricordo dove, ma una volta ho letto che un pensiero che mi ha fatto molto riflettere.

    Noi donne siamo così impegnate a pensare ai nostri corpi, a compararli con certe immagini proposte, a trovarli inadeguati, a giudicare quelli delle altre donne, che sprechiamo gran parte delle nostre energie in questo modo, per raggiungere certi modelli, non ci accorgendoci che sarebbe meglio usare quelle stesse energie in maniera più utile per noi stesse.

    Ed è vero! Ma ci pensate? Mi piace il make-up e la moda, e i bei vestiti, ma se per una mese invece di queste pubblicità e copertine parlassimo ad esempio, del fatto che io come donna non guadagno, a parità di merito, lo stesso stipendio del mio collega uomo? Che non mi assumono perché “dopo, se vai in maternità, è un casino”? Che la maggior parte dei posti di potere (imprenditori, giudici, governanti, medici, etc) è di fatto in mano a un uomo?

    Mi sembra di essere come un branco di cani che lotta per l’osso, mentre il padrone si mangia la bistecca…

    Sia chiaro: di certe cose è giusto discutere, ed è giusto che parta una discussione, ma talvolta mi sembra che sia solo un gioco di fumo negli occhi 🙁

  30. Salve Clio, salve ragazze. La mia storia col peso è un po’ particolare. Intorno ai 15 anni, a causa dei farmaci che prendevo per l’emicrania, ho sofferto un notevole aumento di peso; considerate che sono alta 1,61m, ed ero arrivata a pesare 60kg in poco tempo, con notevoli disagi ormonali. Mi è stata prescritta una dieta da una dietologa, che (nonostante l’aiuto pedissequo di mia madre) ho seguito poco e male. Pochi anni dopo, con lo sviluppo più completo, e complice una serie di allergie alimentari che hanno limitato l’ingestione di “cibo spazzatura”, ho perso 4kg, e recentemente ne ho persi 3 controllando un po’ l’alimentazione. Per farla breve, mi so ritrovata a pesare meno del mio peso forma, ma senza forzature, anzi!!! Questo per dire che, nelle cose, bisogna sempre trovare un giusto mezzo, adatto per la nostra condizione. L’obesità è un grave problema di salute, così come la magrezza patologica non è un valore aggiunto, al contrario! Finché non smetteremo di idolatrare modelli tutt’altro che salutari, credo che la situazione sarà molto complicata. Ma, si sa, le ragioni del business non guardano in faccia a nessuno 😉

  31. se tornerò nel negozio ( mi aveva talmente infastidita che non ci vado da 3 anni!) glielo dirò senz’altro :D!

  32. moda, tv, cinema hanno sempre mandato messaggi di irraggiungibilità, ideali lontani, mondi da cui farsi trasportare per divagare un attimo dalla quotidianità! quando vedo un servizio trovo bello che le modelle mi raccontino di perfezione (dall’abito, ai capelli, al corpo..al trucco 😉 ), sempre rimanendo nel sano eh, e trovo molto stupido e ipocrita il discorso di dover raccontare la realtà! quella non me la devi raccontare, la vivo..è qui… Se guardo J-lo le invidio il sedere e il fisico, come le potrei invidiare il conto in banca, la voce e … tutti i mariti 😉 quando invece questo modello mi viene imposto tutti i giorni ed è un modello di volta in volta più estremo, la cosa si fa agghiacciante! io sono alta sul 1.60 e peso 54kg sto nella media e vi posso dire che a seconda del fisico e dell’opinione delle mie amiche io sono per una grassa, per una magra, per una piccolina in senso dolce, per 1altra senza forme etc.!!

    Quando vai in palestra e ti spogli e trovi gente che ti dice dopo 2ore di sport che non cenerà stasera e tu sai che ad aspettarti c’è mezzo frigorifero ti chiedi dov’è che sta il problema! ora, se sei abbastanza forte deduci che sta dall’altra parte..ma non sempre è così non siamo tutte uguali, abbiamo i nostri momenti no, i nostri complessini etc. Ma il cambiamento di mentalità non me lo voglio aspettare da Stella McCartney ma da chi mi è vicino! Sentiamoci bene con noi stesse, qualunque sia il nostro peso (se non arrivi a non mangiare o se non arrivi a essere obesa che come dici tu comportano entrambi situazioni di pericolo per la salute), trasmettero solo messaggi positivi!

  33. questa cosa che io mi devo adattare al loro vestito e non sia il vestito che deve attarsi a me un po’ mi dà i nervi….

  34. E’ indiscusso che a tutte piacerebbe avere il fisico di Giselle, ma se fossimo tutte così “perfette” saremmo davvero felici del nostro corpo? Forse no e si cercherebbero altri canoni bellezza sempre più irraggiungibili… detto questo, sarò banale, banalissima, ma secondo me le donne sono TUTTE belle, siano esse formose, androgine o normali, purché libere di essere e apparire come meglio credono!
    Buona giornata a tutte! 🙂

  35. Eccome!!! Ma sai che qualche volta mi é capitato di dover prendere la 46 perché la 44 mi era piccola di spalle e corta di braccia!? e se fossi 180 o più che taglia dovevo prendere?

  36. E dopo il post di Hello Kitty e la scoperta (sensazionale???) che, seppur somigli ad un gatto, un gatto non è, ecco un argomento serio e delicato. la serie make up your mind è una delle mie preferite, perchè ogni volta ci fa riflettere e confrontare :))
    Penso che al giorno d’oggi, tutto è una contraddizione, ormai viviamo di contraddizioni, si dice una cosa ma se ne fa un’altra, si legge un qualcosa ma la realtà è ben diversa. ecc. Ogni epoca, come abbiamo visto anche dai post di Clio, ha un suo modello di riferimento, si è passati dal venerare le modelle pelle e ossa(più ossa che pelle) ad elogiare e desiderare curve esagerate, sproporzionate ed innaturali! Mi chiedo quando si avrò come modello di riferimento solo e soltanto se stessi,per come si è, pregi e difetti. Finchè non capiremo che il miglior modello di riferimento siamo noi stesse, potremmo stare giorni a parlarne, ma non cambierà niente! Ben vengano le modelle curvy come sono ben accette le modelle magre, a condizione che siano sane! Io non potrei mai essere un taglia 40, ma non potrei neanche essere una taglia 48! Io appartengo proprio al modello di ragazza “”””normale”””””” di cui parla Clio, ma il termine “normale” è sbagliato! Induce a pensare che chi non appartiene a questa “categoria” (altro termine sbagliato!) sia anormale! Non è così! Il termine più giusto è “comune” ossia che corrisponde alla maggioranza, tutto qua! Ecco cosa mi piacerebbe vedere: una società dove non si fa più distinzione in basa al peso, alla corporatura, alle curve, insomma al fisico e quindi all’apparenza. Il giorno che ci ritroveremo a vivere ion una società di questo tipo, solo allora noi donne smetteremo di desiderare il corpo di Tizia o Caia, smetteremo di farci rintronare dai messaggi contradditori lanciati da stilisti, case di moda, media o chi per loro che da un lato gridano a gran voce “BASTA!”, dall’altro mettono in copertina modelle che pesano 40 kg! Non basta scegliere una modella curvy di 90 kg per mettersi la coscienza a posto!
    Ultima cosa: è fondamentale insegnare alle bambine di oggi, ossia le donne del domani che la bellezza non ha forma, dimensione nè tantomeno un peso!

  37. E vogliamo parlare dei canoni di bellezza a lavoro?
    Puoi essere brava e preparata quanto vuoi, ma se non sei abbastanza bella per loro non vai da nessuna parte.

  38. Lo sai che una cosa del genere è capitata anche a me, ma io avevo 13 anni e non l’ho presa così bene come hai fatto tu o come farei adesso. Una commessa mi disse che avevo il giro vita troppo “incavato” (forse intendeva dire stretto?????) per poter comprare i pantaloni che vendeva. Poi il negozio chiuse… hihihihihihihihi (risata malefica)

  39. Grasso e pelle ossa, non vanno d’accordo con la buona salute!
    La modella a sinistra, nella prima foto è normale, quella a destra non si può guardare!
    Una taglia 42, corredata da una terza di seno e l’addome appena pronunciato, sono numeri per una donna perfetta e in salute!

  40. Ma poi, se alla modella curvy (come a tutte le altre del resto) tolgono la cellulite con photoshop quando mai mi ci potrò rispecchiare? Non ha nessun senso!

  41. E certo che non l’avevi presa bene! 13 anni, ma come si permette, poi ad una ragazzina!!!
    Avevo 25 e ,per quanto spesso ponga un freno alla lingua, quella volta non mi sono proprio trattenuta 😛

  42. Ci sono tante donne che sono perfette e in salute con una 40, una 44, una 1 di seno, una 5… a volte non ci puoi far nulla e nasci con la costituzione di una 46 senza seno o di una 40 con la quarta, le forme del corpo sono per fortuna tante e diverse! Inutile dar numeri 🙂

  43. Abito a Roma, e noto molte donne che mostrano fiere il proprio corpo, al di la dei canoni estetici. Io credo che ci sia ancora confusione, ma anche che da tutto questo caos, forse si arriverà a pensare che ci sono tanti tipi di bellezza. Secondo me, comunque, bisognerebbe fare delle belle campagne sul cibo. Tipo, mangiate le arance, la vitamina C fa bene alla pelle. Questa sarebbe una giusta direzione, perché la salute è bellezza.

  44. E se lo vuoi sapere sono inca..ata nera. Per mille motivi.
    Uno per fare un esempio: si vede la modella scheletrica e via di insulti (non mi riferisco al post eh) “che schifo, è disgustosa, pare uscita da un lager, non è una donna, l’anoressica tutt’ossa” implicitamente offendendo persone che davvero stanno male.
    Ma basta con quest’uso della parola anoressico a mo’ d’insulto, basta!
    Che l’anoressia con Chanel non c’entra una mazza!

  45. non so bene oggi con che logica studino le taglie dei vesti..
    io prendo la 46 di pantaloni puntualmente devo fare l’orlo a 15 cm di stoffa (sono 1,70)… oppure i golfini taglia L che porto sempre aperti perchè non si chiudono sul seno, ma se prendo la XL ho le mani coperte dalle maniche… vabè…

  46. Giusto Clio… non bisogna rincorrere modelli troppo diversi da sé, ma un modo di pensare sano è quello che ci spinge a prenderci cura del nostro corpo… non di torturarlo…
    Occorre comunque dire che, ai fini dell’effetto sul pubblico, credo che faccia più danno la modella scheletrica piuttosto che il sederone innaturale alla Iggy Azalea…
    Resta comunque una precisa responsabilità delle case di moda e del mondo dei media quella di promuovere un’immagine di ragazze belle senza estremismi, magre in modo sano, con una massa muscolare decente e un indice di massa grassa che non debba scendere sotto i decimali… perché sono loro che propongono modelli di bellezza che le ragazze cercano di imitare…

  47. Hai fatto bene, ora che di anni ne ho 26 non mi terrei neanch’io e risponderei a tono! Mi ricordo che piansi per un giorno intero dopo aver subito quell’affermazione.
    Comunque la gente spesso non si regola e no si rende conto neppure di cosa dice.

  48. Non penso sia giusto dettare certi parametri…
    Io peso 48kg, sono alta 1,58, ho una seconda, non ho la pancia, eppure ti assicuro che sono sanissima, semplicemente è la mia costituzione!
    Lo scopo del post era proprio far capire che ognuno è perfetto quando è sano e si sente bene nel suo corpo, senza imposizioni da chicchessia…

  49. Prendono per i fondelli solo chi ci crede.
    Problemi loro, tanto le cose continueranno ad andare come sono sempre andate, Eva.

  50. io vorrei sapere che diritto hanno di imporre certi modelli come verità assolute! io per fortuna mi piaccio come sono, se mi trovo qualcuno che mi dice “dovresti perdere 2/3 kg” gli dico di farsi i fatti suoi (e stesso per modo di vestirmi, truccarmi…tra l’altro ho trovato un pirla che mi ha detto come dovrei DEPILARMI, ma che?!?!!)

  51. Hai proprio ragione ed è tristissima come cosa.Sembra che se non sei al top come Megan Fox non ti fila nessuno -.-

  52. Sono d’accordo con te Clio quando parli di evidenti contraddizioni. Sembra quasi che esaltare un corpo curvy sia un “atto dovuto” in risposta al boom di disturbi dell’alimentazione venuti fuori negli anni ’90 causati dalle immagini mandate dalla tv, dal mondo della moda e dello spettacolo. In passerella si continuano a vedere taglie 38 e sinceramente ci sono parecchie catene di negozi che hanno un range taglie a dir poco ridicolo! E questa sarebbe l’evoluzione? Non lo so… vedo che la corsa al dimagrimento è sempre dietro l’angolo, ogni giorno viene fuori una nuova dieta e tutte le pubblicità parlano di linea e forma fisica snella. Il mondo della tv e della moda è così desiderato proprio perchè è irragiungibile e se davvero pubblicizzassero qualcosa alla portata di tutti perderebbe il suo fascino. Qui sta la meschinità secondo me. Io sono formosa.. un seno grande e negli ultimi anni 7/8 chili in più su culo e cosce. Ma non mi sento ancora curvy. Mi sento che voglio dimagrire. Forse perchè non sento di essere una curvy sana come dice Clio. Però ammiro molto le persone che sanno sentirsi ed essere sexy nel loro corpo qualunque esso sia.

  53. Ma certo che Beyoncè, Adele & Co. sono bellissime, truccate dalle migliori mua e vestite dai migliori stilisti, ma sinceramente quante ragazze in carne conoscete che hanno veramente un aspetto fresco, curato che attira gli sguardi? Io pochissime, la maggior parte sono sciatte, con delle pettinature noiose e con dei vestiti che non le valorizzano; i vestiti infatti sono proprio un punto dolente perché troppo spesso accentuano o scoprono parti del corpo che non andrebbero né scoperte né accentuate. Io non critico la corporatura di nessuno ma c’é modo e modo di conciarsi. Ovviamente ci sono anche tante persone con un fisico piú in linea con i canoni di bellezza attuali che si conciano male, non si lavano i capelli o non si tagliano le unghie per carità ma sta di fatto che questi ultimi saltano meno all’occhio proprio perché hanno un fisico più “accettato” socialmente.
    Il mio parere personale è che TUTTE le donne sarebbero attraenti se facessero degli sforzi in piú, e se alcune di noi sono geneticamente piú sfortunate e vabbé allora dovranno fare il doppio del lavoro, ma non gettare la spugna e poi lamentarsi: ah mi dicono tutti che son grassa/gli uomini non mi vogliono/mi odio ogni volta che mi guardo allo specchio/quanto vorrei avere il fisico della Tizia o Caia, ecc.

  54. per l’ultima frase sei riuscita a strapparmi un sorriso! potevi chiedergli se a lui qualcuno avesse mai detto come utilizzare il cervello 🙂 ciao!!

  55. Ciao!!! Io penso che ogni epoca abbia la sua moda, come ci hai dimostrato anche tu Clio nei tuoi post dei vari decenni… Tuttavia io credo che il problema alla base sia la bassa autostima e l’ assenza di rispetto verso il proprio corpo che porta le persone a seguire una determinata moda piuttosto che un’ altra!!! Secondo me è come se fosse la popolazione in generale ormai troppo “deviata” sull’ aspetto fisico e così i bambini che crescono oggi se sono leggermente più in carne dei compagni quando entrano nella gelateria dove lavoro, le mamme non gli fanno prendere il gelato, oppure gli negano la panna o gusti secondo loro troppo calorici… Lavorando lì ho assistito veramente a scene del genere e allora mi chiedo: ma quella bambina a cui la mamma fa mangiare ‘un cono piccolissimo sporcato solo di stracciatella e senza panna per carità’, come cresce? Cresce con la consapevolezza che ciccia è brutto e magro è bello… Ho provato anche a mettermi nei panni della mamma, perchè magari sta cercando di tutelarla perchè la bimba le sarà tornata a casa in lacrime perchè i compagni l’ avranno chiamata “cicciona”, ma così penso io, non farà solo che peggiorare la situazione? E quei bambini in che situazione a casa sono cresciuti per essere così spietati? Io non sono mai stata grassa, anzi da piccola ero molto molto magra con tutto che mangiavo tranquillamente, eppure sono sempre stata presa in giro per i motivi più diversi, mia madre però non ha mai assecondato neanche uno di quei commenti negativi e mi ha insegnato a non ascoltare quella gente così ripetitiva e povera di argomenti!!! E se quella bambina che viene in gelateria avesse una mamma come la mia, lei non crescerebbe con un rapporto più sano nei confronti del cibo?

  56. Brava Fia! Come dissi tempo fa, mi è capitato più volte di sentire apostrofare ragazze magre come anoressiche e ragazze in sovrappeso come obese! L’anoressia come l’obesità sono malattie!! Essere magre o avere qualche chilo in più no! Se uno, prima di aprire bocca contasse fino a 10, si vivrebbe mooolto meglio!

  57. Ciao a tutte raggazze! A me, personalmente non piace affrontare queste conversazioni, perche mi sento “dentro”! io sono alta uno e 60 ho una 42…. ho un po di chili in piu e per questo ne soffro… mi sento mirata…. non ho un “seno” grande, anzi! Ma sono ancora in crescita e quindi sono sicura che mi rifaro strada facendo… ^-^ hahah.. il vero problema è che questi chili non sono nel seno, ne sul sederino, quindi vanno sulla panza e sulle cosciotte! 🙁 prorio dove i chili in piu non mi piacciono proprio, personalmente! -.-‘ pero mi consolo prrche posso dire che ho una corporatura massiccia di mio (ossa), quindi anche se perdessi quei chilii, indubbiamente starei meglio ma avrei comunque la figura ancora un po “imponente”! Per quanto riguarda le mode, non so piu che dire, qua cambiano idea ogni giorno! -.-‘ per cui quando siete in salute, non preoccupatevi! 😉 scusatemi per il papiro! Baciii a tutte!!! :-******

  58. La perfezione non esiste. Forse intendi perfezione per i canoni attuali, quello senz’altro (anche se dubito che Kim ci entri con il sedere finto, Fia perdonami te l’ho nominata 2 volte :D).
    Io sono una 44 per 173 di altezza e 64kg di peso che é il mio peso forma, così come una mia amica é alta 160 e pesa 46kg, é magra ma é in salute, solamente é la sua costituzione .

  59. Non mi voglio dilungare troppo perchè se no sarei rindondante,ma sono sicura che in ogni corpo ci debba essere l’armonia giusta.Non deve essere ne troppo magro ne troppo grasso.Non esistono le taglie e le misure perfette ma in ogni corpo femminile ci deve essere un equilibrio!!!

  60. a 46 anni ho raggiunto un grado di sicurezza e autostima che mi permette di sentirmi bene anche nel mio corpo da anni in sovrappeso, al contrario penso che le donne della mia stessa eta’ che rincorrono la bellezza,la magrezza,la perfezione in fondo siano un po insicure per quando riguarda le modelle sono nate per essere dei manichini viventi piu sono magre e meno stoffa serve per vestirle,loro devono esaltare l’abito e non il contrario

  61. I pantaloni!!! Una volta la taglia era giusta ma mi arrivavano alla caviglia! Secondo me spesso e volentieri confezionano capi senza alcun criterio!

  62. Hanno rotto le palle, scusami la franchezza ma le hanno rotte, loro, i loro dettami, le loro taglie e il loro finto interessamento a una situazione di cui in realtà non gliene potrebbe fregare di meno.

  63. Secondo me una donna è bella quando si accetta per come è e ne va anche fiera! Io per costituzione sono bassa e magrissima, ogni giorno vedo in tv, internet (e compagnia bella…) ragazze bellissime con gambe chilometriche e sicuramente meno magre di me.. ok, all’inizio penso cavolo come sarei più bella con 20 cm in più, come mi piacerebbe avere qualche chilo in più.. poi però se avessi 20 cm e qualche chilo in più non sarei più io, Sofia, quella ragazza piccolina che però ha grinta e carisma! Non vorrei essere diversa da come sono per nulla al mondo. Quindi stereotipi insani bye bye! Poi tanto agli uomini si piace al di là di come si è esteriormente 🙂

  64. dalla taglia 60 alla 52.. certo per i più dovrei diventare minimo una 46 ma onestamente so io cos’ho alle spalle,il mio vissuto e cosa mi ha portata ad avere determinate problematiche 🙂
    uno dei problemi reali è il fatto che comunque per quanto una donna non voglia ammetterlo è il peggior giudice per la sua stessa categoria, anche nella perfezione ci sarà sempre un qualcosa che non andrà bene… quindi? l’ideale sarebbe costruire un pò di coscienza ed autoconsapevolezza di sé stesse tenendo conto che la taglia non costituisce la tua reale essenza,ma credo che più avanti si andrà e peggio sarà da sto punto di vista.

  65. Se ci pensi pure noi ci lasciamo trasportare dai canoni di bellezza.
    Per esempio: nel mio bar non assumerei mai persone obese, perché si sa che la barista bella attrae clienti.
    Purtroppo è così.

  66. Ti capisco bene.. Io a 12/13 nello sviluppo cominciavo ad essere più formosa. Non ero grossa affatto ma facevo danza classica all’accademia e per quell’ambiente ero una balena! (ti dico solo che le ragazzine si facevano prendere dalle crisi isteriche quando gli veniva il ciclo la prima volta per paura di ingrassare!). Durante uno dei saggi c’era una delle insegnanti che sbuffava e mi faceva pesare il fatto che doveva allargarmi di qualche cm i pantaloni del costume. Immagina come sono tornata a casa…. 🙁

  67. Sicuramente i genitori influiscono molto sul rapporto che i figli hanno con il cibo e non solo con l’educazione alimentare, piuttosto che non mettere la panna sul gelato (che poi per me è un sacrilegio) farebbero meglio a far mangiare ai figli cibi sani e insegnarli una corretta alimentazione!

  68. Io credo che molto lo fa l’educazione che viene data a scuola e a casa l’unico filtro è questo, visto che siamo bombardati da questa ossessione della magrezza dalla tv e riviste..l’importante è la salute veramente e l’ossessione della magrezza oltre che a creare problemi alimentari e quindi a livello fisico crea anche problemi psicologici..

  69. Con me sfondi una porta aperta! Anche a me certe cose fanno imbufalire! Sarà che sono sensibile al l’argomento… Parecchio…

  70. Ciao, mi permetto di risponderti perché mi sento tirata in causa. Io porto una 40, 42 di spalle perché ho un seno molto prosperoso, ma da sempre una pancia magra; la costituzione perfetta, secondo te. Ma posso dirti, senza timore di suonare ipocrita, che ho amiche di due taglie in più, o di due taglie in meno, che io (e gli altri) reputo belle come il sole, fuori e dentro, e che sono la perfezione ai miei occhi. Personalmente, cristallizzare parametri di perfezione mi sembra pericoloso e controproducente; anche perché una ragazza di 1,80 che indossa una taglia 42 non è necessariamente sana. E credo che la donna sulla destra sia tutt’altro che inguardabile.

  71. Ciao! io condivido il tuo pensiero Clio! E soprattutto che la foto delle tre ragazze rappresenti la bellezza a seconda del tipo di corpo! Perchè è vero, quella più a sinistra non è malata, ha solo un tipo di costituzione molto snello! E quella più a destra non è mica “grassa” ma per il suo tipo di costituzione sta benissimo ed è molto bella! oggi giorni credo che il pubblico maschile non cerchi le donne troppo magre nelle quali è possibile toccare le ossa dello scheletro! Io ho un tipo di costituzione che da quando ero piccola è sempre stato molto snello…vuoi perchè quando ero piccola non mangiavo tantissimo, vuoi perchè nella mia vita ho sempre fatto sport, il mio corpo ora rimane sempre snello! Oggi mangio mooolto di più rispetto a quando ero piccola (ma si sa, i bambini fanno sempre casino per il cibo), e continuo a fare sport, il mio corpo ha sempre la sua solita costituzione. Purtroppo ci sono ragazze che pur essendo magre si vedono abbastanza in carne quando si guardano allo specchio, e questo comincia ad essere pericoloso perchè può sfociare nella malattia! Il fatto è che tutto parte dalla testa! E’ tutta una questione psicologica che inizia a portare man mano problemi più seri! Molti giornali di moda dicono di non volere le ragazze magre ma “curvy” ma in realtà io non trovo che sfoci nella realtà, perchè le modelle sia sulla passerella che sui giornali di moda sono sempre le stresse ragazze molto magre di prima! E noi donne siamo molto condizionate da questo, dalle modelle, dalle immagini sui giornali!

  72. Concordo con Stefania, secondo una che è alta 1, 70 per 68 kg sta benissimo! Ma poi tu ti piaci così? Piaci al tuo ragazzo? Il resto sono solo chiacchiere!
    E poi, da quando quello che dicono i suoceri è importante???!!:-P
    Su con la vita!!:))
    Ti abbraccio forte!!:-**

  73. Immagino… come ho detto prima ho pianto per un giorno intero solo perché una sconosciuta ha fatto un commento non gradito, figuriamoci come hai reagito quando una persona che conosci ha una reazione di questo tipo di fronte ad una ragazzina che cresce!

  74. Mandali a cagare! ops.. scusami, io non sono molto diplomatica.. queste cose mi fanno proprio chiudere la vena! un abbraccio!

  75. Ciao, come dici tu è vero per quello che riguarda l’ abbigliamento delle ragazze in carne, ma prova ad entrare il un qualsiasi negozio normale e guarda sia i modelli che propongono sia le taglie cosiddette abbondanti e poi mi dici! Anche se ci sono le taglie oltre la 44 i modelli sono pensati solo per chi e’ comunque magra e quindi è normale che vestano male

  76. Secondo me il tassello mancante è che nessuna casa di moda è “onesta” nel presentare i propri modelli… Ha perfettamente ragione Clio quando dice che le modelle (super skinny o super curvy che siano) non rispecchiano le donne “vere”. Se fossero onesti nell’interessarsi ai problemi delle donne vere creerebbero dei look ad hoc, insegnerebbero a vestirsi con capi che valorizzano i diversi corpi, invece di riempire i negozi di shorts e maglie corte e rendere impossibile ad una con un fisico rotondo (tipo me) vestirsi “alla moda”.

  77. anche per me è un sacrilegio non mettere la panna! Comunque il mio discorso era proprio questo: bisogna insegnare ai bambini (ma agli adulti soprattutto) che una corretta alimentazione è 1000 volte meglio di una dieta serrata e delle tante rinunce che si fanno di conseguenza!!!!

  78. io sono sempre dell’idea e sono sempre stato dell’idea, (anche quando la mia dolce metà era in vita) che il peso non è un problema, soprattutto quel chilo in più alla perfezione che si cerca sempre di drammatizzare, semmai magari ci dobbiamo preoccupare dal punto di vista salutare che forse può causare qualche problema!!! io sono stato 7 anni con una ragazza in sovrappeso, e ho imparato tanto!!!! e sinceramente snobbo quelle ragazze perfettine!!!!

  79. Lilo, mi dispiace :(! Pure io prosperosa, non ho mai fatto danza classica ma so che é un’ambiente tremendo!!

  80. Purtroppo noi donne tendiamo sempre a confrontarci con le altre, vorremmo essere più belle, più in forma… Spesso vorremmo assomigliare a quella cantante o quell’attrice che ci piace tanto… e ci dimentichiamo di assomigliare a noi stesse, quelle che siamo veramente e che nessuno potrà mai uguagliare… Io sono bassa, 155 cm con le scarpe! E mi piacerebbe avere almeno 10 cm in più, ma pensate un po’, il mio fidanzato è 184 cm e gli sono piaciuta così! Quindi non è l’altezza che rende bella una donna! Peso 50 kg e prendo la taglia 42, mi vedo sempre troppo rotondetta e vorrei dimagrire, anche se mi dicono che sto bene così!

  81. In effetti, anche io vedo spesso ragazze un po’ in carne che si strizzano in leggings e magliette aderentissime, e magari con dei vestiti di due taglie in più starebbero benissimo. D’altra parte, però, noto anche che nei negozi con prezzi più ragionevoli (Zara, H&M, Mango…) è quasi impossibile trovare capi oltre la 44. Anzi, mi sembra che negli anni questi marchi abbiano rimpicciolito le taglie, tipo la battuta in Il diavolo veste Prada “La 42 che indossava Marilyn Monroe oggi è una 46”. Mi sembra ipocrita che i produttori facciano le battaglie contro l’anoressia e di fatto non vendano oltre la 44 (quando va bene).

  82. Ciao Anna, in questo caso consiglierei a queste ragazze di acquistare l’abbigliamento online, Zalando e Asos per esempio offrono collezioni speciali per chi è in carne o molto minuta, o molto alta e scarpe da donna dal 42 in sù.. Potrebbe essere una soluzione a tuo parere?

  83. “Il mondo è davvero troppo pieno di persone che non riescono a badare ai fatti propri.” parole sante!!!!!

  84. cara Eva, con una 42 per 1.60 ti senti grassa? … . Calcola che una ventina di anni fa secondo i parametri saresti stata perfetta. E tra vent’anni…? ci chiederanno di sparire del tutto? Impariamo a relativizzare, a capire che i parametri imposti “dall’alto” sono del tutto arbitrari.

  85. Magari mi sbaglio, ma mi sembra che qui manchi proprio la solidarietà tra donne. Tutte le volte in cui mi sono sentita male nel mio corpo è stato a causa di commenti al vetriolo di altre ragazze. Io ho ereditato la costituzione fisica da mia mamma e da mia nonna, sono alta 1,63 e peso quasi 54 kili. So che non è molto, ma dopo aver messo su circa 5 kili, qualche anno fa, ho iniziato davvero a sentirmi bene con il mio corpo (anche se il mio sedere continua ad essere inesistente e ho le braccia ancora un po’ esili).
    A volte mie coetanee, prese da mille diete (a mio parere una più assurda dell’altra), parlavano di me come se fossi una specie di anoressica. Allo stesso modo però, erano subito pronte a prendere in giro le ragazze un po’ in sovrappeso.
    Le barriere sono dentro di noi, chissà se cambierà mai qualcosa…

  86. Ciao Clio, ho da poco compiuto 40 anni, peso 71 kg per 171 kg. Ho una taglia 46/48, un seno bello grande e mi sento benissimo nel mio corpo , che nel tempo ho imparato ad apprezzare ed amare tantissimo e posso dire senza falsa umiltà che è proprio bello! Però mi venisse un colpo se trovo mai un vestito che mi stia bene nelle marche da grande distribuzione. Zara, H&m, benetton etc…. non fanno un vestito che sia uno che stia bene a una che ha un bel fisico a clessidra con un seno abbondante. Camicie e pantaloni, abiti interi, giacche… sembrano tutti pensati e studiati per ragazze magre e senza forme…Poi magari ci sono taglie fino alla 48 , ma che fanno sembrare dei sacchi enormi. Ma come si fa?

  87. Ciao Clio! Io sono d’accordissimo con te! Un corpo sano è un corpo bello, che tu sia più in carne o meno, se curi il tuo corpo curi te stessa. Non puoi non essere bellissima.
    Penso però che un grande problema, non sia tanto il fatto di continuare a bombardare riviste e tv con immagini di modelle magrissime, ma il fatto che ci siano delle donne (di qualsiasi età) che ci credano.
    Che vogliano diventare così scheletriche quando è palese che non è una cosa sana.
    Sicuramente parte tutto anche dall’educazione che ha avuto una persona, ma il fatto che le aziende continuino a mostrarci questo, è perché qualcuna ci crede e vuole diventare come una modella.
    Non avrai un corpo bellissimo diventando magra come una modella, avrai un corpo bellissimo se ti allenerai e mangerai in modo sano!

  88. Pienamente d’accordo con te…io sono dell’idea che ognuno deve sentirsi bene con sé stesso…senza superare ovviamente i limiti e compromettere la salute, sia da una parte che dall’altra…ma questo è difficile visto che la società fa tanti moralismi ma alla fine non conclude un cavolo!!!secondo me sempre fermi stanno…anzi,stiamo

  89. Ciao clio! ! in questo post parli bene e hai ragion e! !!! io sn in sovrappeso e x problemi di metabolismo ma io ne soffro di più dentro ke fuori!!!!! il mio carattere nn mi aiuta l’insicurezza coltivata nell’adolescenza tra le prese in giro e le amiche magre ke ricevano più attenzioni di me mi ha reso fragile e nonostante io voglia dimagrire il giusto x sentirmi felice e sana nn mi riesce facile!!!! Sn riuscita a trovare dei vestiti giovani ke mi valorizzano ma nn nei negozi comuni ma on Line xke nei negozi trovi massimo fino alla 50 oltre è raro o sn costosissimi!!! per fortuna ho trovato un marito ke mi ama x cm sono!!! la tv e le mode nn aiutano noi donne e ragazzine insicure ma ci mortificato! !!

  90. Io pure penso che la costituzione faccia molto…! Io nonostante due gravidanze vicine (ho 2 bambini piccoli) sono tornata alla mia taglia 42 in pochissimo tempo, senza fare diete, senza andare in palestra ecc….ho perso i kili della gravidanza naturalmente. Bu, è la mia costituzione!…Certo se mi fossi messa a mangiare dalla mattina alla sera…forse forse….! Comunque il segreto è sentirsi bene con se stessi e accettarsi per come si è, ho un’amica in sovrappeso e lei ride sempre, è sempre felice!!! 😀

  91. anzi dirò di piu, a me fanno schifo le anoressiche, che non mangiano nulla per farsi credere belle!!!!

  92. Secondo me bisogna innanzitutto capire il proprio fisico: ci sono ragazze che hanno di natura un fisico minuto e magro, quindi seppur magroline (senza esagerare come le modelle di queste foto che sono palesemente malate) non hanno un aspetto malsano,e probabilmente non avranno mai delle gran curve,cosi come ci sono ragazze dall’ossatura più grossa, che per quanti sforzi facciano non avranno mai un vitino minuscolo da vespa. Ogni ragazza dovrebbe cercare di capire il proprio fisico, migliorarlo per quanto è possibile ed accettare alcuni difettucci, che comunque abbiamo tutte. Inoltre sono d’accordo con chi dice che non bisogna prendersi in giro, le ragazze tendenzialmente magre (anche qui senza esagerare) tendono a piacere di più, a parer mio perché un fisico abbondante più difficilmente appare armonico come quello di Beyoncé o altre celebrità, che comunque fanno tanta palestra e sono tutte belle toniche. L’eccesso di peso secondo me non va minimamente giustificato, perché da ex bambina cicciona, so quanto si sta meglio a livello di salute con un po’ di chili in meno, si ha più energia, ci si stanca di meno ed il cuore e l’intero fisico fanno meno sforzo. Purtroppo ho visto anche il rovescio della medaglia, vedendo i danni terribili che può fare l’anoressia. Come in tutto ci vuole equilibrio, bisogna trovare il proprio equilibrio, ascoltare il proprio corpo e prendersene cura..perché sicuramente ci ringrazierà

  93. Di sicuro sarebbe utile, l’inconveniente magari è chenonon si può provare il capo prima dell’acquisto, anche se poi di solito è possibile restituirlo. Comunque, secondo me, sarebbe più giusto poter acquistare capi di tutte le taglie anche nei negozi fisici.

  94. Per prima cosa io Clio ti adoro! Riesci sempre a dire le cose giuste e che penso pure io. Non voglio ripetere quindi dico semplicemente che la penso come te. Aggiungo solo che un po’ di tempo fa ( e ancora ogni tanto) seguivo un blog che si chiama “moda per principainti”. Adoro tutti i post che parlano di moda e di forme del corpo e li trovo molto utili e ben scritti. Però ogni tanto vengono pubblicati dei post dove trovo che si pecchi, appunto, di eccessivo buonismo, dove se una ragazza è molto obesa ma sta bene con se stessa è giusto che lo sia. Io credo che, in un mondo dove si è celebrato per lungo tempo l’eccessiva magrezza, si siano create delle voci di protesta eccessive nell’altro senso. Non è giustificabile l’obesità con il “basta sapersi accettare”. Non dobbiamo essere tutte snelle e toniche come atlete o modelle (che sono così perchè è il loro LAVORO esserlo, sono brave nel loro lavoro come noi lo siamo probabilmente nel nostro) ma curarci con buon cibo e un po’ di moto ogni tanto (che può essere anche andare a piedi a lavoro o una passeggiata), perchè il nostro corpo è la nostra casa, e amarci con quel filo di pancetta e con la cellulite.

  95. Il problema è che se qualcuno riesce a trovare del bello nel proprio corpo, gli altri lo disprezzano…se ne sentono di tutti i colori in giro, oggi proprio ho letto di un ragazzino grasso di 14 anni che è stato preso in giro da tre ragazzi di 23 anni! E inoltre con una pompa gli è stata messa aria nel corpo e non sto nemmeno a dirvi da dove. Ma stiamo scherzando?? Una persona come fa a stare bene con se stesso se altre persone gli fanno credere che è diverso deridendolo?? Secondo me non sono le persone troppo magre o troppo grassr il problema, ma le persone ignoranti che le circondano!!

  96. Adesso il modello culone / vitino da Vespa / seno effetto davanzale, altro modello irraggiungibile per le più e devo dire veramente volgare. La bellezza non dipende al viso ma dall’ armonia del viso e del corpo. Vogliono farci credere che la bellezza è un modello malsano che non esiste, il problema è che per le più grandi non influisce sulla propria autostima ma le adolescenti purtroppo cadono facilmente vittime della “moda”

  97. Esattamente! È proprio questo che mi da fastidio! Fanno finta di interessarsi… e in realtà non sono mai stati così finti! 🙁 e io mi chiedo: fino a dove andtemo a finire? -.-‘

  98. Ragazze scusate, dopo aver letto l’articolo e tutti i vostri commenti e aver scritto il mio super serio commento, ho aperto fb e ho trovato questa foto…e ho riso troppo! posso stare le ore a dire di voler dimagrire, ma poi IO SONO COSI’!! baci a tutte formose e non!

  99. 1,50 senza scarpe, taglia 46, sesta di seno. Mal di schiena a non finire, qualsiasi capo scollato che ti fa apparire subito Jessica Rabbit. Mio marito alto 1,93. Diceva che ero la sua “lucciola nel taschino”, citando una canzone dello zecchino d’oro. Lui mi vede sexy, una diva anni 50. Io…io mi vedo una balena e non sapete quante diete, tipi di attività motoria, cure ho fatto per pesare 45kg (come tabella medica impone). Ne peso 68. Di cui credo 10 buoni solo di seno. Pazienza. Ormai mi sono rassegnata a comprare giacche di due taglie in più rispetto ai pantaloni o alle gonne, di dover riprendere tutti gli abiti che mi chiudono bene di seno ma sono enormi di vita e fianchi. Mi sono rassegnata ad essere additata come “la maestra grassa” (insegno alle elementari). Farò pace con il mio aspetto fisico? No.

  100. Secondo me dovremmo uscire dal concetto che il corpo di una persona, vada di moda. Ciascuno/a di noi è come è giusto che sia, a patto che sia stia bene in salute. Bisogna mangiare bene e fare attività fisica regolare (senza fissarsi troppo) ma solo per stare bene e non per tentare di somigliare a qualcuno/a. Ma poi mi chiedo, se il mio corpo non va più “di moda” che faccio, lo vendo al mercato delle pulci??? Il mio corpo sono IO e certamente il MIO CORPO NON (NON NON NON…..) È UN OGGETTO!!!!!!!!!!! Dunque gli estremi fanno SEMPRE male.

  101. “Non siamo perfetti, ma siamo pieni di voglia di vivere. Non siamo onnipotenti, ma possiamo scegliere la nostra vita. Non siamo immortali, ma possiamo lasciare ai posteri qualcosa di speciale. Siamo piccoli e fragili, ma possiamo sostenere pesi incredibili. Siamo solo ciò che noi vogliamo essere. Siamo parte dell’universo, e l’universo è infinito”…..Jean-Paul Malfatti

  102. Hai ragione a dire che le case di moda non sono “oneste”, eppure nonostante non lo siano, c’è un sacco di gente che ascolta e segue le loro idee come fossero oro colato.
    Non sto dicendo che sono solo fesserie, però oggi come oggi non dovremmo più pensare di vestirci “alla moda”, ma dovremmo semplicemente trovare un nostro stile che ci valorizzi. Come ha fatto Clio!

  103. Si lo è.. il problema è che quando entri sei davvero piccola e tutto quello che fanno le bambine lo fanno perchè sono le madri ad essere fomentate! Avevo un’insegnante che mi adorava non tanto perchè ero brava in danza, ma lei diceva perchè ero intelligente. Oh, questa cosa alle altre mamme non andava giù. Le loro figlie dovevano essere le migliori perchè erano più magre di me! Dopo anni di sacrifici ho smesso, un pò la voglia di libertà (campavo là dentro praticamente!), un pò sapevo che non mi avrebbero fatto andare troppo avanti.

  104. Concordo! Oltre alla bellezza esteriore, dovremmo prenderci cura anche di quella interiore, leggendo, coltivando le nostre passioni, cercando di riflettere sul nostro carattere… “oltre alle gambe, c’è di più” 🙂

  105. “Non mi sento che sono curvy. Mi sento che voglio dimagrire”.
    Oddio, ti ADOROH. E’ esattamente quello che penso io, di me stessa, e non voglio nascondermi dietro al vittimismo e neanche esaltarmi perché “finalmente sono tornate di moda le donne in carne”.
    Gli stereotipi vanno condannati, ma bisogna anche essere realiste. Marylin era una donna curvy (e infatti, se i suoi fianchi abbondanti e il suo seno generoso erano le forme che le ha dato la natura, altrettanto aveva un vitino sottile, braccia tornite ma magre e altrettanto dicasi di pancia e polpacci). Io probabilmente sono anche curvy, ma adesso come adesso sono in sovrappeso.
    Quando e se riuscirò a perdere i chili oggettivamente di troppo, probabilmente vedrò ancora all specchio dei fianchi piuttosto larghi, ma a quel punto sarà giusto e sacrosanto dirmi: non badare alle mode, sei bella e sana così.
    Un abbraccio!!

  106. Non ti sbagli, anche secondo me manca la solidarietà tra noi donne! Ed è vero anche a me le prese in giro sono sempre arrivate da ragazze mai da ragazzi! In questo devo ammettere che loro sono in qualche modo meglio di noi!!!

  107. Ciao Clio questo post mi piace molto perché ci riporta, almeno a me, ad una visione personale di quello che è sano. Mi spiego, condivido quello che tu hai esposto e sono d’accordo sul fatto che la troppa magrezza e il troppo peso siano sbagliati perché in ogni caso denotano problemi legati alla salute che nella troppa magrezza sono evidenti, ma anche no; mi piacerebbe chiedere, infatti, a quegli “scheletrini” se hanno ancora il ciclo mestruale; per quanto riguarda il troppo peso invece ci sono problemi di salute che non sono evidenti, ma che alla lunga sono pericolosissimi come appunto i problemi cardiovascolari ecc., ecc.,…..Io penso che ogni donna dovrebbe slegarsi dai presunti canoni di bellezza perché, al di là delle proporzioni scientifiche del corpo, la bellezza come diceva qualcuno “sta negli occhi di guarda”…cosa significa…che ogni donna quando è sicura di prendersi cura di se stessa sia fisicamente che mentalmente, anche se non è perfetta sa di aver fatto le cose giuste che la fanno stare bene, prima con se stessa e poi con il resto del mondo. Mi rendo conto però che le mode le lanciano le aziende che devono vendere prodotti e mi riferisco principalmente al Fashion che sbatte in passerella scheletri che sono anche più minuti dei manichini da negozio e poi succede che le ragazzine credano che bellezza=sacchetto di ossa che cammina. Io penso che siano le donne mamme/zie/cugine/sorelle che in famiglia debbano passare il messaggio alle più piccoline che la bellezza è dentro ognuna di noi e l’autostima è un valore che va stimolato e aiutato perché quando si fa capire ad una ragazza morbida (non grassa) che è proporzionata e a tutto al posto giusto comincerà a vedersi con occhi diversi e incomincerà a vedere la bellezza che c’è fuori. anche a me, che sono abbastanza alta, sarebbe piaciuto sfilare in passerella quando ero ragazzina e quando ci ha provato un’amica di mia cugina più alta di me (180 cm) e che pesava 50/53 Kg nell’agenzia a cui si era rivolta le avevano detto fuori dai denti che doveva perdere circa 10 Kg…..si avete capito bene (eravamo negli anni ’90). Ora ho 41 anni e sono fiera della mia morbidezza anche se non è sempre stato così…Scusate la lunghezza, ma questi argomenti mi stanno particolarmente a cuore. Ciao a tutte.

  108. Ma poi io ero già a regime alimentare controllato e le insegnanti continuavano a lamentarsi con i miei. E mi ricordo che mio padre disse che meno di così non potevo mangiare e che in fase di sviluppo era normale mettere su un pò di forme! Ma c’erano tante ragazze di fuori che vivevano lontano da casa che non mangiavano letteralmente per rientrare nei “loro canoni”!

  109. Sì, è preoccupante, ma sull’etichetta spesso è scritto “FR 32, IT 40” (credo)… è la taglia francese, che corrisponde alla nostra 40. Secondo me, per evitare di ammattire, bisognerebbe mirare ad un peso adeguato al nostro stile di vita e che non crei problemi di salute… le taglie, alla fine, sono solo dei numeri.

  110. E’ vero che si può trovare la bellezza in ogni taglia… purchè siamo in salute e ci prendiamo cura di noi, sia dal punto di vista fisico (sport, alimentazione e vita sana) sia che parliamo di vestirsi e truccarsi nel modo che più ci valorizza…
    Io qualche anno fa ero in sovrappeso, ho iniziato una dieta (bilanciata e non di quelle da pazzi), ero seguita da un dietologo e sono andata in palestra (a ritmi normali: 3 ore alla settimana): dopo 5 mesi avevo perso 12 kg, portavo la 44 e mi vedevo davvero bellissima! Sono riuscita a tenere quel peso per diversi anni, poi dopo la gravidanza non ho ancora recuperato del tutto (mi restano 3 kg)… ma ci tornerò…

  111. Non so quanti anni tu abbia ma ti voglio dire solo una cosa. Io ne ho 25 e ho una 44 circa e 1.77 di altezza, ogni tanto guardo le foto delle medie o del liceo o riguardo i vestiti che mettevo all’epoca e penso: ero più magra di adesso eppure mi vedevo “obesa”, sono sempre stata più alta delle mie amiche e più “grossa” di ossatura, ma vedermi diversa da quelle con il fisico minuto ancora da bambine mi faceva star male. Anche ora ho dei giorni no ma per la maggiorparte delle volte mi piaccio con il mio sedere abbondante e con il mio seno non proprio prosperoso XD . Probabilmente a 40 anni guarderò le foto di adesso e penserò che ero (sono) proprio fessa! Stai tranquilla, probabilmente sei bellissima e non lo sai e il seno crescerà!

  112. Credo che ognuna debba trovare il suo equilibrio rispettando la sua costituzione… io ho le ossa piccole, sono alta 1 e 66 e peso 50 chili… mia sorella inveve ha le ossa molto grandi, è 1 e 70 e pesa 80 chili… Sta facendo la dieta e ha giá perso 6 chili ma non potrà mai pesare quanto me perchè abbiamo due costituzioni molto diverse… Ogni donna secondo me dovrebbe arrivare al peso giusto in riferimento alla propria costituzione… Personalmente sono stufa di vedere modelle anoressiche, con le ossa di fuori e con gambe che sembrano spezzarsi da un momento all’altro! Per arrivare a quei risultati si infilano le dita in gola per vomitare, non mangiano e fanno delle vite da schifo… Le donne vere non sono quelle, siamo noi! Quindi ben vengano le case di moda che usano modelle più carnose (e sane), ma non se lo fanno solo per sfruttare la moda del momento, perchè allora è solo ipocrisia!

  113. Ho letto la notizia sui giornali, bella; ti giuro (e non per fare la buonista) che è stato un brutto pugno nello stomaco. Trovo tu abbia fatto molto bene a citare la vicenda, che è un indice perfetto del “bel” mondo in cui viviamo. Bacio!

  114. E’ vero Francesca! Propongono a parole una bellezza salutare, e che il “troppo” in entrambi i casi non è buono o salutare, e poi quando si arriva alla questione dei fatti, non si arriva mai allo stesso messaggio dettato da loro stessi! Anche il semplice fatto che con photoshop eliminano qualsiasi tipo di imperfezione, qualsiasi!! Partendo dai brufoletti (che volente o dolente spuntano sempre a noi donne in periodo di ciclo, ma questo vuol dire che stiamo bene, perchè sono gli ormoni e vuol dire che tutto funziona bene!) ad arrivare alla coscia perfetta senza neanche una smagliatura (non dico cellulite, ma solo e semplice smagliatura…!). Si arriva a proporre così quelle bellezza-perfetta che non esiste! messaggio assolutamente sbagliato!

  115. Secondo me la bellezza è soggettiva, detto questo trovo che non ci sia niente di male se una persona vuole stare in forma o voglia cambiare qualcosa del suo corpo. Ciò che è importante però è raggiungere un obbiettivo e poi fermarsi, ad esempio se vuoi raggiungere una certa forma fisica (perchè il peso non conta quello dipende dall’altezza!!) una volta raggiunta ci si ferma! senza ossessionarsi! ciò che assolutamente importante è non guardare le persone famose per vari motivi! 1 Loro spesso e volentieri sono esagerate! 2 Ognuno è diverso, magari ti fissi proprio con quella celebrità che fisicamente non centra niente con te e cercare di assomigliargli potrebbe essere impossibile e infine perchè la sicurezza batte qualsiasi forma fisica!! puntate su quello, se siete in salute andate bene! poi certo una persona obesa deve curarsi come una persona troppo magra deve mangiare!

  116. Piu che altro mi sento sproporzionata! Ho un seno piccolo (ripeto, crescera) una panza da birra 😛 (hahah.. ok ora basta demoralizzarmi!) Una vita relativamente stretta (42) un culetto “normale” e delle cosciotte di un elefante! 🙁 bohh… non voglio perdere i miei chili (magari qualcuno… XD) vorrei solo “spostarli”… si, è vero io sono in salute (secondo visite mediche), cerco di mangiare bene e faccio sport tre volte alla settimana! 😉 quindi se sono cosi! Baci e grazie delle risposta! :-*

  117. Come in tutte le cose la verità sta nel mezzo probabilmente, per quanto mi riguarda non mi piace tutto ciò che è innaturale, sia l’eccessiva magrezza che l’opposto però devo ammettere che da qualche anno è finita la pacchia e mi è venuta un pò di pancetta e la mia vita sedentaria e abbastanza stressante non aiuta quindi vorrei trovare un pò di tempo per fare un po di esercizio soprattutto perchè non mi sento in forma e la cosa mi piace poco, per ora è rimasta solo una buona intenzione e cercherò di farne un’abitudine! Devo cmq ammettere che sono fortunata perchè non ho mai voluto essere o imitare qualcun’altra o raggiungere un certo tipo di modello e non so se per questo devo solo ringraziare il mio carattere o anche mia mamma per come mi ha educata!

  118. Mah.. Io credo che il normopeso (non ossessivo ovviamente) sia la migliore cosa.. Un corpo normopeso è un corpo in salute, ed è sicuramente più bello rispetto ad un corpo sotto/sovra peso. Volte mettere La Graham con quale kg in meno?? Sarebbe sicuramente più sana e più bella… Per me, il resto sono solo scuse…
    Un bacio bellezze

  119. Sono d’accordissimo pur essendo alta 175 cm, secondo me le ragazze piú piccoline sono le piú femminili. Ma l’altezza è sì mezza bellezza per quanto riguarda gli uomini!

  120. Si, è sbagliato, perché come ha già sostenuto Fia più su, si usa impropriamente un termine medico che definisce una malattia e solo per questo prima di aprire bocca e sparare certe parole a vanvera bisognerebbe prendere in mano un dizionario e leggere la definizione. Quelle persone non si sono certo dilungate a capire il perché tu facessi questo!!Quando ero una ragazzina mio papà mi diceva spesso dopo ogni commento sul mio rapporto peso/altezza da parte di presunti amici :”…guarda, passa e non ti curar di loro…” funziona!! Ciao cara Anna e tranqui sicuramente sei bellissima anche con un po’ di acne. :-***********

  121. Mi sotterrerei se fossi nei 3 ragazzi…
    Ma si può che dei ragazzi della mia età siano così immaturi ed idioti?!
    Non commento oltre perché davvero mi da un fastidio questa notizia…

  122. Che poi, proprio ieri alla radio ho sentito dire, ovviamente senza nessun tipo di scrupolo o di delicatezza, che le donne con il seno grande sono volgari.
    Mi sono arrabbiata molto, avrei voluto chiamare la radio per dirne quattro allo speaker (che ovviamente era un uomo). Ma come si permette????? Su che base qualcuno si sente autorizzato a dire certe cose????? Uno speaker che afferma una cosa del genere non fa altro che alimentare il pregiudizio che le donne con il seno abbondante sono “più disponibili” proprio perché volgari.
    Ora faccio outing: io ho il seno abbondante (sono alta 165 cm peso 55kg e porto una taglia 40/42 di vestiti, non ho pancia ma ho una 4 abbondante di reggiseno) ma non mi sento, non sembro non mi sembro affatto volgare. Trovo che sia volgare questo modo di pensare e non il corpo di una donna.

  123. Ho detto molte volte la mia su questo argomento che, purtroppo, mi tocca da vicino avendo avuto disturbi alimentari da adolescente. C’è voluto tanto lavoro su me stessa, tanto aiuto da parte dei miei genitori che non mi hanno giudicata o abbandonata ma hanno cercato di capire le motivazioni e di aiutarmi come potevano.. il resto del lavoro ovviamente è stato mio. Oggi sono una 30enne con un paio di chili in più ma sana e felice.. il rapporto con il cibo è sempre un tallone d’Achille ma oggi ho la maturità e la forza di affrontarlo.. se al tempo però non avessi avuto dei genitori pronti a sostenermi non so come ne sarei uscita.. quello sicuramente conta tantissimo. Oggi mi ritrovo a dispiacermi tantissimo quando vedo ragazzine/i presi in giro per il loro peso o che non si sentono adeguati ai loro compagni perchè non rappresentano lo stereotipo del momento… proprio poco fa ho letto la notizia che a Napoli un ragazzo di 14 anni è ricoverato gravemente all’ospedale perchè era preso in giro dai compagni perchè troppo grasso e gli è stato danneggiato l’intestino con dell’aria compressa, VI RENDETE CONTO? SONO INORRIDITA DA ALCUNI ESSERI UMANI TANTO CHE MI VERGOGNO DI FAR PARTE DELLA LORO STESSA RAZZA. Ovviamente questo è un caso estremo che addirittura prende di mira un maschio invece di una ragazza.. ma cose del genere purtroppo accadono tutti i giorni e da sempre, e l’essere continuamente bombardati da quello o quell’altro stereotipo non aiuta di certo. Spero davvero che un giorno non passi il messaggio MAGRO/GRASSO E’ BELLO ma SANO E FELICE E’ BELLO! Un bacio a tutte ragazzuole 😉

  124. Era da poco finita la fashion week e girovagando su instagram mi è cascato l’occhio su una foto di modelle, durante una sfilata di un rinomato brand, pubblicata da una rivista italiana ; giuro, non sono riuscita neanche a vedere cosa indossavano! Só solo che avevano le gambe scoperte e avevano le tipiche ginocchia dei bambini mal nutriti, quelle rotule che sembrano gigantesche solamente perché intorno a non c’era niente se non pelle. Nel 2014 dopo numerose campagne contro i disturbi alimentari ,vedere quelle foto mi ha inorridita!.

  125. Purtroppo quando si fanno queste considerazioni non si tiene conto anche di un altra cosa…dell’armonia delle forme. Io ritengo di avere un fisico normopeso,ma siccome ho un seno abbondante e i fianchi un po’ più stretti, sembro tutta una cosa enorme e vengo.sempre considerata più cicciottella di quella che sono…in più sono piena di cellulite, non l’inestetismo, ma la malattia vera e propria, che potrei risolvere soltanto con la liposuzione che però non posso economicamente sostenere…quindi,il mio corpo potenzialmente ‘curvy’ fa schifo per i motivi sopra elencati…in questo caso come la mettiamo? Per me potrebbe essere una discriminazione nella discriminazione perché tutte quelle bellissime ragazze con fisici burrosi, vita abbastanza piccola, niente pancia e sederoni morbidi e tondi…non rappresentano per niente me che anche se sono morbida ho la vita un po’ più larga, le maniglie dell’amore e i fianchi che non mi vanno per largo come tutte le donne abbondantemente normali…con chi me la devo prendere io allora?

  126. Come il discorso SE ESCI CON LA MINIGONNA E POI VIENI STUPRATA E’ COLPA TUA… la donna sarà sempre oggetto di denigrazioni, la vera emancipazione è molto lontana!

  127. Cara mi dispiace per te. .. 🙂 io con qualche chilo in piu… mi sento a disagio ad ogni attività sportiva! ^-^ vabeh… sono fatta cosi! 😉 fare sport mi piace molto anche se non si direbbe e per questo continuero a praticarlo! 😉

  128. Sarebbe bello se la società riconoscesse realmente più canoni di bellezza, e secondo me in parte siamo sulla buona strada. Purtroppo in molti ambienti bisogna ancora “educare” le persone al tipo di ragionamento sano=bello, la moda per esempio va in un unico senso, quello della magrezza (parlo in generale, su 10 case di moda, 2 riconosceranno la bellezza della salute su 8 che guarderanno la modella scheletrica come unico esempio di bellezza). Il problema è duplice a mio avviso: c’è chi si fissa a voler sfidare la natura volendo entrare in ogni modo dentro taglie che non gli appartengono e chi dall’altra parte si adagia sul letto del “sto bene con me stessa” lasciandosi andare. Il “giusto” sta nel mezzo: mai abbassare troppo la guardia ma nemmno esagerare. Bisogna semplicemente volersi bene in maniera salutare, evitando entrambi gli eccessi.

    Un bacione!

    Life, Laugh, Love and Lulu

  129. Peccato, ho una prima di seno. Secondo te non sono in salute, insomma. Mi spiace. Ma sappi che la salute non sta nei numeri…e la perfezione non esiste.

  130. a me era capitata una cosa analoga a 16/17 anni ero con mia mamma perché volevo comprare una gonnellona lunga fino alle caviglie e siccome ero morbida già allora, ma proporzionata anche la XL mi segnava troppo e non cascava bene era evidente però come disse mia mamma che quella gonna al massimo poteva essere una M e il negoziante ebbe il buon gusto di dire a mia madre che tanto valeva usare un lenzuolo come gonna. Mia mamma lo sollevò di peso a parole perché se avesse potuto lo avrebbe fatto veramente e tutto questo mentre io avevo il viso segnato da lacrimoni che proprio non volevano smettere di scendere. Alla fine la gonna me la fece mia mamma della taglia giusta, e che l’ho ancora!!!!

  131. Ma tu sai che la 42 viene già considerata una taglia abbondante? Non sto scherzando. E’ verità

  132. Ugh certe madri sono tremende, mi fanno pensare alla mamma della protagonista di “Black Swan” : lei era una ballerina mancata e le rinfacciava “la mia carriera si é fermata quando sei nata tu” e riversava sulla figlia tutte le sue frustrazioni! Ok é solo un film e certi aspetti sono stati calcati ma si basa anche sulla realtà

  133. Siamo ancora nel pieno del condizionamento del “magro è bello, in carne non è bello”….ci siamo dentro e se uno non è forte può venirne schiacciato. Purtroppo. Finchè continuano a ingrandire le chiappe di tutte urlando “anche lei ha la cellulite!!” oppure scrivendo “è fuori forma ha preso 2 kg”…non ne andremo fuori. La salute dovrebbe essere la prima cosa che conta…e tu e altre ragazze la sponsorizzate bene 😀 Salute e cervare di valorizzarsi al meglio delle proprie possibilità. Baci

  134. Ti posso capire benissimo ! Io sono una tipica donna curvy dal fisico a clessidra …. Peccato che sta clessidra ha una rientranza di troppo a livello del femore e se volessi mettere abiti aderenti (molto carini quando si ha qualche curva) mi stanno malissimo perché mettono in evidenza il difetto ! Dobbiamo imparare a valorizzarci , se hai instagram guarda il profilo di Alice pasti, è una modella curvy sì, peccato che ha 2 metri di gambe che neanche se mi appendevano al soffitto per i piedi mi sarei mai sognata! Le modelle sono modelle curvy o non è saranno sempre un po utopiche, noi dobbiamo lavorare su noi stesse con quel che madre natura ci ha dato cercando di cogliere e valorizzare il meglio.

  135. Ele ma che brutta storia :(! Fortuna che c’era tua mamma a dirgliene 4! Sono sicura che la tua gonna, oltre l’immenso valore affettivo che ha per te, é mille volte più bella (e sicuramente meglio rifinita, ma qui si apre una parentesi enorme sulla qualità dei vestiti :D)

  136. Eccomi qui! Mi hai tolto le parole di bocca emilina cara! 😉 buona giornata anche a te meraviglia! :-**** bacii

  137. Ti capisco, alta 1,85 cm da quando avevo 13 anni e tutte le altre carine e coccolose che venivano a scuola con i vestitini e le prime orribili zeppe da spice girls che andavano di moda all’epoca , eppure ancora più basse di me. Io ammetto di aver sfogato tutti i problemi di quel periodo e quello successivo sul cibo, quindi sono sempre stata in leggero sovrappeso. Ora a 29 anni mi sono messa seriamente a dieta, ho intensificato l’attività fisica che ho sempre fatto per fortuna, eppure, nonostante l’aver perso la maggior parte dei chili che avevo in più, non riesco a sentirmi a mio agio, e quella sensazione di essere fuori posto è sempre presente 🙁

  138. Complimenti Clio, credo che tu abbia affrontato questo argomento “super spinoso” nella maniera migliore possibile usando le parole giuste

  139. Fortunate voi ragazze…sapete cosa vuol dire sentirsi dire dal ragazzino che ti fa battere tanto il cuore e tremare le gambe ‘non esco con te altrimenti i miei amici mi prendono in giro perché dicono che sei cicciona?’
    Io ricordo ancora quel momento con terrore e vergogna nonostante siano passati quasi 20 anni…e vi giuro che non e’ nemmeno la cosa peggiore che mi e’ stata detta.

  140. Nuuu i lacrimoni:(((((

    Secondo me quel negoziante non le ha più dimenticate le parole della tua mamma!;-)

  141. Esatto: il problema è il TUO seno, che siccome è troppo grande, fa perdere il controllo al “maschio”. Il problema è il TUO abbigliamento che “provoca” il “maschio”. Il problema sei TU, e non l’EDUCAZIONE del “maschio” che dovrebbe imparare ad essere UOMO. Forse in questo anche alcune mamme/padri dovrebbero farsi un esame di coscienza…

  142. Grazie come sempre per questi post, Clio… Ho provato alcune tecniche usate in passato dalla principessa Sissi, e quando stavo male psicologicamente ho fatto di peggio. Penso di avere un problema nel mio cervellino bacato perché ciò che i miei occhi vedono non è quello che vedono gli altri o che mi dicono… E’ difficile vivere così, sentirsi in un costante senso di colpa, poi girare gli occhi e trovarsi di fronte mille e più esempi femminili con pancia piatta e cosce lisce… So che ai maschi piacciono le curve e io dovrei ritenermi fortunata di averle ai punti giusti, così dicono, ma voglio sentirmi bene con me stessa e piacere a me. Comunque penso che queste mode del “counturing” (in cui il viso sembra scarno), delle magliette che lasciano scoperte la pancia ecc. portino le ragazze ad essere sempre più magre e a farsi del male… Io la penso così da ventunenne e so che le ragazzine più piccole sono fissate su questi fatti; le più grandi non so, si vestono meglio e sono più consapevoli della propria salute, no?

  143. su questo argomento ormai in questo blog abbiamo digitato miliardi di lettere,credo che andrà a finire che bisogna star bene con se stessi…che bisogna avere cura di noi stessi. E’ molto vero che l’obesità,come l’eccessiva magrezza,prima di un problema di autostima ,sono un problema di salute e sociale. Purtroppo professionalmente vedo ogni giorno quanto questo sia vero,e quanto l’obesità stia diventando una malattia che sta seminando sempre più vittime. Molto di più dell’anoressia,perchè copre una fascia d’età molto più ampia. Detto questo ,come si desume dal post ,è sempre più necessario cercare di stare in salute con l’obbiettivo di avere il peso adeguato alla nostra corporatura e non a quello della figona di turno. Parlando poi del caso di cronaca della giornata,conoscendo come vengono trattate certe notizie,vorrei raccomandare di non pensare/credere che questo ragazzo sia stato seviziato perchè obeso…ma perchè vittima di bullismo e di delinquenti sadici e pervertiti….che pippone….sarò più breve nel prox commento….giuro!!!

  144. Scusate tanto ma nonostante abbia caratteristiche femminili fisicamente, la mia testolina si rifiuta di arrendersi alle (scusate il francesismo) seghe mentali che si fanno normalmente le donne. Per me il corpo deve portarci in giro e funzionare bene e deve essere sempre ben connesso alla mente, non esserne schiavo. Tantomeno deve essere schiavo di altri “padroni” tipo mode, tendenze ecc ecc. quindi se essere skinny vuol dire rattrappirsi e non avere più le mestruazioni, o curvy significa avere problemi a salire le scale o le gambe gonfie a fine giornata….anche no! Per quello che invece riguarda l’essere gradevoli…beh…quando una donna ha la mente forte e si piace, automaticamente piacerà anche agli altri. E se non piace….chissenefrega 😉 . Scusate ancora la franchezza ma dall’alto della mia veneranda età mi sono fatta un’opinione!! Baci!!!

  145. Ho 13 quasi 14… e piu che grassa, ripeto sono un po sproporzionata! 🙁 pero io faccio sport, cerco di mangiare bene e sono in salute! Capisco che questo quello che conta! 🙂 baci :-**

  146. Ora che mi ci fai pensare, quando stavo alle medie il ragazzino che mi piaceva mi ha detto la stessa cosa però nella versione “perchè non sei bellissima e hai i brufoli”!!! Su questo è vero a volte sono ingiusti anche loro, però in generale trovo che comunque le ragazze siano molto più cattive dei ragazzi!!!

  147. Adele non e’ bellissima con il fisico a mela.. E’ giovane e starebbe meglio nella sua taglia se sfinasse di più la silhouette. Questo penso. E penso prima alla salute che all’estetica… Immagina a far le scale tra 10 anni…

  148. Sinceramente? da quello che ho potuto vedere, e questo post me lo ha confermato, è che sono di più le agenzie, le riviste, insomma, tutto questo mondo che gira intorno la bellezza e l’immagine della donna, a volere quest’immagine della donna bella se magra (non voglio fare di tutta l’erba un fascio)
    però da come abbiamo visto, tantissime persone si sono rivoltate contro Stella McCartney per la foto su instagram. sembra che siamo noi che stiamo abbandonando questi canoni di bellezza mentre gli stilisti e le loro modelle no.
    ho letto delle cose allucinanti su cosa sono costrette a mangiare certe modelle.
    certo, ripeto, non per tutti vale ciò, ci sono moltissime modelle famose oggi che sono normali (nè troppo magre, nè troppo grasse)
    però come sembra che stiamo abbandonando un canone di bellezza troppo eccessivo, ne adottiamo uno che è l’esatto opposto. accetteremo mai il normapeso? credo, purtroppo, di no, perchè siamo diventati ormai una società che sembra accettare solo gli eccessi, solo quello che è troppo.
    concludo col dire che, se vogliamo uscire da questa mentalità, dobbiamo essere nelle condizioni di poterlo fare, ossia dobbiamo smetterla con modelle scheletriche in passerella o su una copertina.

  149. forse andrò un po’ OT ma io non ho mai capito quelle (e quelli) che commentano con frasi del tipo : “le VERE donne hanno le curve, le ossa diamole ai cani” , “agli uomini piacciono le forme” , “agli uomini piace toccare della carne, non delle ossa”….
    Ma seriamente? Io devo impostare il MIO fisico in base ai presunti gusti di un uomo???? Sono molto magra, peso 44 chili per 1.53 di altezza e non posso farci nulla! Mangio e non ingrasso ma ciò non toglie che rimango una donna! Non sono i chili a far di noi qualcuno!!!!! E’ la nostra personalità a farci diventare rilevanti!
    Dovremmo seriamente piantarla con tutti ste ossessioni del piacere al prossimo, perchè alla fine la gente cambia idea in base a come tira il vento! inutile inseguire l’aria fritta….
    Io apprezzo sia il fisico magro che quello curvy (entro il limite del sano e non del malato, da ambo le parti), ma non sopporto chi scredita o l’uno o l’altro per valorizzare mode e stronzate del momento.
    Spero si sia capito qualcosa del mio discorso XD

  150. La nostra percezione è così profondamente plasmata dagli innumerevoli (sebbene minuscoli) input intorno a noi: attrici protagoniste sempre magrissime (se non lo sono la loro storia si incentra appunto nella loro condizione “fuori dagli standard”), testimonial pubblicitarie che ti fanno venire l’ansia a camminare per strada, e gli uomini che guardano sempre con l’occhio di favore ragazze minuscole e scheletriche che fanno la fame (checchè se ne dica agli uomini le curve piacciono solo se sono in due punti particolari: il resto deve essere comunque invisibile). Ma che poi il problema non è non piacere agli uomini (ok, non è vero, è sempre un gran problema) ma dannarsi perché non si rientra in canoni RELATIVI e ALEATORI. Giuro che ogni volta che vedo un’attrice che non sia magrissima e che nel film/telefilm fa la parte di una donna con una vita intensa, che ottiene approvazioni dal mondo, dagli uomini e da se stessa, e affronta quella vita da sogno come se fosse NORMALE che sia capitato tutto a lei (che è fuori dal “normale”), io giuro che mi sento consolata. Sento che potrebbe capitare anche a me di avere una vita pienissima, di essere guardata, di piacere, di PIACERMI, nonostante il mio corpo. Ecco, basterebbe così poco ad evitare che una donna debba scrivere “vorrei piacermi NONOSTANTE il mio corpo”. E’ come se una persona di colore sentisse di doversi piacere “nonostante” il proprio colore di pelle, o un omosessuale “nonostante” i propri istinti. E’ orribile. E’ inumano.

  151. Allora…
    Stiamo al mondo due giorni, e secondo me privarsi del piacere del cibo (così come di qualsiasi altra cosa che ci dà gioia) è un’aberrazione.
    Questo non vuol dire che non dobbiamo stare attente a quello che mangiamo e a quanto mangiamo, perchè il sovrappeso grave (così come l’eccessiva magrezza) non è solo un fatto estetico, ma un vero e proprio problema di salute, che può portare a patologie più o meno gravi.
    Pertanto per come la vedo io, semplicemente non bisogna esagerare.
    Io non sono più una ragazzina, ho due bambini e non ho più il fisico che avevo a diciott’anni (e neanche il tempo di fare tutto lo sport che facevo allora, purtroppo). Sono una cosiddetta “curvy”. Ci sono giornate in cui mi guardo allo specchio e mi piaccio, e giornate in cui mi giro dall’altra parte (ma questo succede a tutte, anche a J Lo e a Gisele), ci sono giorni in cui mi sento un pallone e altri in cui mi sento una farfalla. Ho il mio seno abbondante, e i miei fianchi larghi, e un po’ di pancetta che non va giù (2 figli in 2 anni lasciano il segno), ma complessivamente mi sento meglio di quando ero più giovane.
    Ma non è il peso che fa la differenza. Io mi sento bene, dentro e fuori, se sento che sto esagerando mi limito, ma se il mio umore ha bisogno di un macaron me lo concedo, così come mi concedo un rossetto rosso se al mattino mi sveglio un po’ così… IL PESO E’ SOLO UN NUMERO.
    Non facciamoci condizionare da modelli inarrivabili, pensiamo a piacerci e a valorizzarci per come siamo, senza farci del male.

  152. Secondo me è anche un problema di educazione, a parte il mio commento più sopra. Ho una figlia diciassettenne e batto molto sul fatto che cresca libera e serena di giudizio. Io ho responsabilità in questo attraverso l’educazione che le impartisco. Poi ho due maschi più piccoli, e anche loro verranno educati secondo questa linea….bella diritta!!!

  153. Per me non è fatto di essere magri o grassi, ma l’essere innaturali. Non si è risolto un bel niente. Sì, ora si sente dire in giro che le modelle taglia 0 sono troppo magre, ma non è abbastanza. I lati B gonfi per la chirurgia plastica sono tali e quali alle ossa delle modelle troppo magre. Sono chiaramente falsi, quasi a voler emulare Jessica Rabbit e le sue forme ovviamente caricaturate. Non si accetta il corpo umano e per questo no ci si dà pace. Visto che al giorno d’oggi tra photoshop, chirurgia plastica eccetera si può fare praticamente di tutto, si tende a creare e spacciare un’immagine di donna che di fatto NON ESISTE. Risultato: i “comuni mortali” idolatrano e prendono ad esempio questa immagine, vogliono essere così, pur non avendone i mezzi. Si sentono frustrati e corrono dietro ad un’ideale che non c’è, non accettando sé stesse, alla continua rincorsa di un corpo che non avranno mai, od otterranno con sacrifici enormi.

  154. ….ahaha…bravissima…il buco al femore!!!! Non riuscivo a trovare la giusta definizione…e le cosce che sembrano essere cilindriche e attaccate al contrario…ahaha!!! A volte mi sembra di essere un cattivo assemblaggio di parti che non erano destinate a me…mah. Facciamoci una risata che e’ meglio. Grazie per la tua risposta…

  155. la cosa brutta secondo me è che spesso queste “seghe mentali” come dice Cristina qui sotto ^^ partono, purtroppo, dalle persone che ci stanno vicino. Io parlo per esperienza, andare per le feste dai parenti è diventato un incubo per me e i miei fratelli ormai da anni. Per gli altri non andiamo mai bene. Sono 25 anni che mi sento ripetere da nonne, zii e amici di famiglia “sei troppo magra, devi mangiare di più” senza tenere conto dei problemi alimentari che ho e che mi impediscono di mangiare tutto quello che vorrei (sono celiaca e intollerante al lattosio, la fiera della sfiga XD) poi si voltano verso mia sorella criticandola perchè invece è, a dir loro, troppo grassa. “Devi mangiare meno, devi andare in palestra”, anche li senza tener conto che mia sorella mangia meno di me, va in palestra, è più alta di me e pesa 85 kg, mica duemila .-. (di cui 20 solo di tette, come le dico io per risollevarle il morale in quelle situazioni). Poi quando hanno ferito i sentimenti di noi due sorelle tocca a nostro fratello che dovrebbe tagliarsi i capelli, che non si capisce se è maschio o femmina e che forse si tiene i capelli lunghi perchè vuole essere una bambina e gli piacciono i bambini (ha 14 anni, età già critica di suo senza che la nonna, perchè queste erano parole di nostra nonna, lo critichi così). Alla fine poi è ovvio che uno non si senta mai a suo agio con sè stesso. Se persino chi dovrebbe sostenerti sempre e comunque ti tratta come la foto su una rivista come si fa ad accettarsi?

  156. A mio parere tutte noi dovremmo solo imparare a volerci un po’ più bene. È solo volendoci bene che riusciamo a vivere bene nel nostro corpo, a curarlo ma senza esagerare, e a sentirci belle. E questo vale per chiunque, anche per quelle persone che pensano di avere dei difetti insormontabili. Io ad esempio ho sempre avuto un metabolismo abbastanza lento, essendo pigra non faccio sport, e ho sempre avuto le gambe abbastanza carnose, soprattutto all’altezza delle cosce. Quando ero più giovane i canoni di bellezza che la società propone mi ossessionavano, al punto che mi sentivo sempre brutta, e cercavo in ogni modo di dimagrire per entrare in una taglia in cui non sarei mai entrata, e ogni volta per me andare a fare shopping era un trauma, perché non mi stava bene nulla (almeno così credevo) e mi demoralizzavo. Adesso invece sono più consapevole del mio corpo, e cerco di fare quello che posso per valorizzarlo al meglio: non faccio sport, è vero, ma cerco sempre di spostarmi a piedi o in bici quando posso, e mangio sano. Non ho risolto il problema delle mie cosce, e credo proprio che non lo risolverò mai, ma ho capito che per mimetizzare questo difetto devo puntare su pantaloni leggermente morbidi, non troppo attillati, e se voglio puntare sulle gonne devo sceglierle o lunghe alle caviglie oppure più corte ma morbide e voluminose, mai aderenti. E sapete la cosa più bella di tutte? Adesso quando mi guardo allo specchio mi piaccio. So di non essere perfetta (e mai lo sarò) ma invece di focalizzarmi sui miei difetti mi focalizzo sui miei pregi: il viso, i capelli, il seno, la vita, i fianchi… Tutte quelle parti di me che mi piacciono e che cerco sempre di mettere in primo piano. So perfettamente che se mi mettessi seriamente a fare un po’ di sport (e prima o poi lo farò) diventerei più tonica e sarei ancora più bella, ma non mi interessa affatto perdere peso, perché adesso so di non averne bisogno. Ho imparato a volermi bene, e questa è stata la chiave per sentirmi bene. Se tutte noi ci volessimo davvero bene, l’unico canone di bellezza sarà quello che vediamo quando ci guardiamo allo specchio (o quello che vedremo dopo aver apportato alcune modifiche nel nostro stile di vita, come sport alimentazione sana ecc.).

  157. Guarda, ti capisco benissimo… Io ho passato tutta la mia adolescenza a sentirmi dire da mia mamma che devo dimagrire, quando è stata lei che quand’ero piccola mi ha rimpinzato di cibo a non finire solo perché era contenta che a me piacesse tutto, a contrario di mio fratello che non mangiava quasi niente… Quella che si dice la coerenza… :/

  158. …perfetta anche tu. Agli uomini le curve piacciono solo in due punti precisi…come se fosse la normalità avere una quinta di seno e un culo scolpito alla Beyonce’ su un fisico di 40 chili su 1.75. Fantastica Ali

  159. Clio secondo me il problema è che siamo troppo fissati con l’aspetto. Ogni volta le persone ti dicono “come sei dimagrita/ingrassata!” o parlando di qualcun’altro ti chiedono “ma come sta fisicamente? = è dimagrita/ingrassata??”. Siamo troppo superficiali, dovremmo imparare che l’aspetto, anche se è la prima cosa che si nota, non dovrebbe essere la quasi unica cosa di cui si parla. Cmq mi piace come hai affrontato l’argomento e sono sicura che molte ragazze staranno meglio grazie alle tue parole 😉

  160. Puoi dirlo! Che nervi quando vedo qualcosa che mi piace in negozio, entro, prendo la mia taglia e NON ENTRA. Neanche fossi un pachiderma… anche se forse, oggigiorno, essere una taglia 46/48 vuol dire non meritare di essere prese in considerazione dall’industria dell’abbigliamento. E questa cosa mi manda su tutte le furie!

  161. Come giustamente hai detto tu, Clio, la virtù sta nel mezzo e ciò che più conta è essere in salute. Secondo me, ma credo che sia ovvio, sono le adolescenti quelle maggiormente in pericolo, perchè più facilmente influenzabili rispetto ad una donna adulta che ha trovato il suo equilibrio.
    Ti dico solo che, quando sono tornata a casa dall’università per la prima volta, ero ingrassata parecchio. Sono andata a salutare mia nonna e lei mi ha dato uno schiaffo sul sedere dicendomi “Sant’ Martìn” (che sarebbe una sorta di benedizione che si dice dalle parti mie in Puglia quando uno è in buona salute). Tutto questo per dire che i canoni sono relativi: magari tra dieci anni le cose saranno diverse da oggi.
    Baci baci, Clio.

  162. Di solito,tendo a tenermi lontano da quest’argomento,però stavolta vorrei dire la mia! Sono veramente poche le donne che si sentono bene con il loro corpo e lasciatemelo dire : è triste. La prima cosa a cui TUTTI dobbiamo puntare è essere SANI,la seconda è AMARSI,perché anche quest’ultima cosa concorre alla salute della persona. Esistono donne naturalmente magre e altre naturalmente più morbide,ci sono quelle che affrontano privazioni indicibili per poter ottenere lo spazio tra le cosce e invece chi , finanze permettendo,si fa impiantare delle protesi nelle chiappe e anche nelle tette. Io non sono tra quelle buoniste che sostengono che ciccia è ok ed è inutile ripetere stancamente che magrezza eccessiva non è bellezza,però vorrei anche dire che quante volte si tende ad essere più “affettuosi” o comprensivi con chi non mangia perché soffre e invece chi si ingozza,soffrendo altrettanto, viene tacciato di essere uno schifoso porco,pigro e senza prospettive ?!Secondo me,sono sullo stesso piano. Io non sono una silfide e mai lo sarò,vorrei cambiare parecchie cose di me,mi autocensuro e mi punisco molte volte camminando a testa bassa,perché sento che il corpo è il mio punto debole,anche se la stragrande maggioranza delle persone non lo sa,vado in palestra e seppur muoia di caldo,tengo addosso una felpa perché voglio nascondere le braccia che non sono sottili e affusolate, questo vi sembra giusto? Lo faccio, è una mia fissazione, perché temo i giudizi e gli sguardi di rimprovero altrui. Ogni volta comprare vestiti è una pena,ma non è colpa mia,perché non peso 90 kg,ma se pure li pesassi sarebbe mio DIRITTO trovare cose belle COLORATE e alla moda da indossare e ,non parlo di quelle cacate di leggins, e non vorrei sentirmi dire che la mia taglia non c’è. A molti ragazzi piaccio così come sono e a molti altri no,però non mi interessa questo,so solo che sto lavorando per stare bene con ME e non per farmi apprezzare da qualche smidollato. Ma statemi a sentire, Candice Huffine è comunque una donna giunonica da un metro e ottanta quasi,sfido io,quante donne che scrivono qui raggiungono quell’altezza,per me essere una colonna di donna come lei,ammette automaticamente che si pesi 90 kg non ci trovo niente di anormale o di plus size e poi Beyonce,fidatevi, non mangiarà chissà quanto e sicuramente avrà all’attivo molte ore di palestra al giorno per tenersi così tonica com’è,quindi portiamo esempi più normali,tipo Tizia alta 1.60 peso 75 – 80 kg (centinaia di migliaia di persone stanno in questo range) a lei che dite? SCHIFO?

  163. Ciao Clio, grazie del post..è giusto puntare i riflettori sul “troppo”, sia che sia magro, sia che sia grasso. Ogni persona deve essere libera di scegliere per se stessa, senza troppi condizionamenti esterni. La moda dovrebbe essere una libera interpretazione di ognuno di noi e non il pedissequo seguire canoni estetici troppo lontani per noi povere comuni mortali!!! L’importante è sentirsi bene con il proprio corpo. Un corpo sano, che ci accompagna per tutta la nostra vita, che dobbiamo imparare ad amare e a nutrire, senza troppi eccessi. Io da piccolina ero molto magra, mangiavo tantissimo, ma non ingrassavo. Con lo sviluppo ho preso qualche chilo, che nell’adolescenza si è rivelato di troppo, ma che poi con il nuoto è tornato nei limiti. Nel fiore dei 20-25 anni stavo bene..taglia 42..poi è arrivato il lavoro un po’ sedentario, la tranquillità affettiva e via che i chili sono aumentati. E mi sono ritrovata a 30 anni con qualche chilo in più di quello che il mio corpo può sopportare…e quindi? ho deciso di mettermi a dieta..mangio sano, evito di riempirmi di dolci come facevo prima, mi sono iscritta a un corso di total body una volta alla settimana (non di più..sono comunque la stessa pigrona di prima!!!hihihi) e la bilancia ringrazia! E ringrazia soprattutto il mio fisico. Dobbiamo imparare ad amarci così come siamo e a nutrire bene il nostro corpo.. ciao a tutte..

  164. Sono assolutamente d’accordo con te! I miei nonni purtroppo questa tortura psicologica ce l’hanno sempre attuata per quanto riguarda il carattere: io e mia sorella abbiamo 2 caratteri opposti, lei è molto buona e timidina, io invece sono determinata e grintosa. Pensa che sono arrivati addirittura a chiamarci “diavolo e acqua santa”. Risultato? Lei crede che gli altri la vedano sempre sottomessa e quindi ha i complessi sentendosi senza palle; io ho sempre l’impressione che gli altri mi giudichino e sono sempre sulla difensiva per ogni cosa che dico.
    Se nessuno ci avesse detto niente probabilmente non ci saremmo mai lasciate condizionare!!!!!

  165. ciao clio, anche per me finchè c’è la salute va tutto bene! io però ti dico che sono una eccezione, sono magra magra, mangio tantissimo e niente, non c’è modo che io riesca a mettere su un pò di peso e non c’è giorno della mia vita che qualcuno non mi chieda se sono anoressica e se mangio, la loro filosofia è che io dovrei mangiare in maniera malsana 24 ore al giorno per mettere su peso, e spesso mi sento dire che “le donne vere hanno le curve” e ogni volta mi chiedo e io allora cosa sono? è molto difficile avere corporature che stanno sulla soglia dei due estremi, troppo magra o troppo grassa, e siamo anche quelle che più di tutti soffrono per i giudizi che ci vengono continuamente dati

  166. Ciao tesoro!!! Ma possibile che a me non frega una cippa dei canoni estetici e tutto il resto! Sono grata al mio corpo perché è stato in grado di procreare, allattare e (finora) ha fatto il suo dovere! Ma lo sai che tra il secondo figlio e il terzo (distanziati da 9 anni) io non sono mai, dico mai salita su una bilancia?? Sembrerà che io sia una vera marziana più che una donna…. 🙂 ti adorooooooo

  167. Io credo che il discorso sia abbastanza semplice: è inutile e deleterio starsi continuamente a confrontare con certi “modelli” che passano in tv, perchè stiamo sempre parlando di personaggi di tutt’altro calibro, che impiegano fondamentalmente la loro vita a curare la loro immagine. Se guardo il mio sedere non liscissimo come faccio a confrontarlo con quello di certi soggetti che ce l hanno tutto siliconato? Ragazze scusate ma quando leggo che si fanno fare le punture alle chiappette mi viene sempre da ridere 🙂
    Capisco che è difficile non farsi condizionare, perchè si sa che i nostri fidanzati e mariti stanno con noi ma poi guardano le varie belen in tv, ma ricordiamoci che pure noi stiamo con loro ma non disdegnamo qualche bell’attore fustone.
    Questo è per dire che non importa quanto siamo “oggettivamente” vicine o lontane dagli standard di eccessiva magrezza, di eccessiva grandezza di seno o di culetto all’insù, io sono convinta che è inutile fissarsi prendendo spunto da questi modelli perchè sono lontani da noi anni luce (a meno che ripeto non si dedichi la propria esistenza alla propria immagine spendendo un sacco di soldi… ma a che pro? Noi siamo persone normali con una vita normale e un lavoro normale).
    Cerchiamo di stare bene nelle nostre taglie e nelle nostre forme, tanto ci sarà sempre a chi piaceremo e a chi no, non si può essere belle per tutti.
    Vi porto il mio esempio: sono abbastanza alta e abbastanza magra ma anche molto piatta e durante l adolescenza ho sofferto molto per la mancanza di seno e per il sedere piccolo e ho sempre invidiato chi aveva qualche curva più di me. Col tempo (ormai ho 30 anni) ho accettato il mio corpo e ho semplicemente cercato di valorizzare quello che madre natura mi ha dato e così dovrebbero far tutte: non saremo tutte belen, ma almeno siamo tutte naturali!

  168. E vabbe, se la 42 é una taglia abbondante allora siamo tutte obese! Non saremo da passerella ma…dai, ci vuole equilibrio , come in tutte le cose. 🙂

  169. Wow Clio, un altro post interessante!
    Ho letto tanti commenti, messo qualche “like”, mi son trovata d’accordo con tante e in disaccordo con poche… trovo che quello che davvero ci fa stare male con il proprio corpo non è tanto la sua forma o il fatto che non sia uguale a quello della modella famosa… secondo me sono più le “reazioni” che suscitiamo negli altri a spingerci ad amare o meno le nostre forme più o meno pronunciate… e, parlando per me, i commenti che mi toccano più nel profondo sono quelli degli uomini. Per intenderci, se una ragazza mi dice “sei grassa!” oppure “sei magra!” non me ne frega niente…
    Detto questo, mi viene una domanda, forse stupida…
    Ma gli uomini che genere di paranoie si fanno????

  170. Purtroppo tanti non capiscono che con 2-3-4-5 chiletti in più non si muore ma se questi li butto giù inizia ad essere un problema

  171. Ti capisco bene Anna! Una mia amica ha il tuo stesso problema: mangia molto più di me, eppure è sempre magrissima, non mette su un chilo che sia uno! Infatti a volte mi fa un po’ rabbia, perché io al contrario basta che mangi una caloria di troppo per ritrovarmela sulla pancia, e la invidio un sacco. Lei però si lamenta spesso per il tuo stesso motivo, perché le persone le chiedono continuamente se è anoressica e le dicono che dovrebbe ingrassare, oltre al fatto che, non essendo altissima, spesso le danno molti meno anni di quelli che ha… E ciò l’ha portata al fatto che quando si guarda allo specchio si vede troppo magra, e d’estate ad esempio non riesce a indossare canottiere con le spalline sottili perché dice che ha le ossa delle clavicole troppo sporgenti e le spalle troppo ossute (quando secondo me non è vero)… Insomma, non la vive molto bene, anche se io resterò sempre invidiosa del suo metabolismo fulmineo, è più forte di me! 😉

  172. Fai il gesto della forchetta quando ti dicono qualcosa 😉 chissà se capiscono l’antifona 😀 e continua a mangiare come hai sempre fatto…non devi forzarti per di più, perchè comunque anche se non prendi peso non vuol dire che il tuo organismo non si affatichi dandogli alimenti di cui non ha bisogno p.s. scusami se mi sono permessa ma era soltanto per dirti che non devi mangiar male per gli altri

  173. Mi piace l’umiltà con cui affronti questi argomenti e con cui cerchi di condividere con noi e capire cosa ne pensiamo, Clio, mi sto rendendo conto in questi giorni che ormai mi basta guardarti in video in una recensione e o tutorial per avere una ventata di buon umore!
    Come tante altre ragazze e donne anche per me la battaglia con la bilancia è iniziata durante l’adolescenza, quando iniziavo a avere interessi per i ragazzi e volevo che mi notassero… Dice niente a qualcuno questo pensiero? 😉 E’ una debolezza dovuta alle insicurezze che lo sconvolgimento ormonale e la banale incapacità di relazionarci con gli altri, dote che impari solo vivendo e non per scienza infusa tranne in pochi casi eccezionali, che ci rende un pò tutte vittime e schiave fino al giorno in cui (casi fortunati anche questi) ci guardiamo allo specchio e ci vediamo finalmente per quello che siamo. Dico casi fortunati perchè conosco moltissime ragazze che di accettarsi neanche a parlarne, vivono il mezzokg in più come una sconfitta e vero e proprio trauma, si privano delle piccole gioie della vita come un aperitivo o una cena con gli amici in nome di queste ridicole taglie 40 che, magia e mistero, a loro danno tonnellate di sicurezza in più. Purtroppo è una visione completamente distorta dell’io alla quale l’unico rimedio è profonda autoanalisi o psicanalisi. Il problema non sono gli uomini come tanti sostengono. Gli uomini, se gli sottoponi Monica Bellucci o Cara Delevingne, dopo 5 minuti hanno già dimenticato anche il colore dei capelli della Delevingne tanto sono presi dal davanzale della Bellucci! Siamo noi donne a prefiggerci queste crociate contro la bilancia e l’autoconvinzione che magra è bella. Molto è secondo me dovuto al trend degli anni ’90 come dici tu, con modelle come Kate Moss…. Ma scusatemi tutte, graziealcà che era quasi anoressica, con tutto quello che mandava giù tra droghe e alcol! La sua magrezza è il manifesto di una vita dissoluta e sregolata e non andrebbe assolutamente presa a esempio di bellezza.
    Per come la vedo io questa rinnovata attenzione verso le “forme burrose” è un fenomeno passeggero come tanti altri con l’aggiunta di una spolverata d’ipocrisia che mi fa quasi ridere. Inutile che ci prendano in giro! Abbiamo ormai tutte capito benissimo che il mondo della moda ci vuole skinny perchè l’abito deve essere protagonista sul corpo della modella, e quindi anche del costumer medio. Come fu il polverone sulle veline di striscia la notizia tropp discinte…. 2 mesi di vestiti e di nuovo culottine e toppini. Una somma presa in giro. L’opinione pubblica è normale che si scateni questi brand che vestono scheletri con lusso e meraviglie, i genitori preoccupati per le figlie adolescenti fanno il polverone…. Ma non durerà e ne sono convinta. Giorni fa mi ero persa (citazione d’onore all’inutile navigatore del Lumia, mortacci sua e dei suoi amichetti chipposi) e su una statale a caso la mia attenzione viene colpita da un cartellone nero su sfondo giallo che trionfante urla: “Solo taglie forti. Dalla 46 alla 56”. Se la 46 è una taglia forte….

  174. =( a voltei familiari sono quelli che ci vanno giù più pesante perchè pensano di poterselo permettere.
    Proprio ieri una mia zia di secondo grado manco mi vede e se ne esce “sei bella,ma dovresti dimagrire un pò!” :/

  175. Come ti capisco! Sono magra e quando ero in piena adolescenza avevo raggiunto livelli spaventosi. Tutti mi puntavano il dito e mi chiedevano “ma tu mangi?” giudicandomi senza pensare che anche solo una frase del genere potesse ferirmi come succede a una ragazza con qualche kg di troppo quando viene purtroppo derisa. Spesso non si pensa al problema inverso, cioé a chi pur mangiando (e io mangio veramente tantissimo, più della media) non riesce a mettere peso. Perché anche questo è un problema! L’anno scorso per una malattia ho perso 7 kg in un mese, e mi sentivo le ossa uscire dal corpo e la pelle tirare, oltre alla debolezza e tralasciando il fatto che tutti i miei pantaloni mi cadevano senza cintura. Il fatto è che poi non riuscivo a rimettere peso nemmeno mangiando come un bue! Ma i commentini acidi di amici e conoscenti non hanno tardato ad arrivare purtroppo… ci ho messo un anno esatto a guadagnare i miei 5 kg! Adesso sto bene così, ma so benissimo di non avere riserve e per il mio corpo è impossibile crearmene. Non è una bella condizione neanche questa, fidatevi!

  176. Ahia, questione spinosa… io sono una 46 e ho una terza abbondante quasi quarta di reggiseno. La mia famiglia ha passato l’adolescenza a prendermi in giro per il mio seno o le curve (tipo ‘ecco arriva la maggiorata’, ‘guarda la mia bambina anoressica’ e variazioni sul tema), in buona fede forse, ma certe volte avrei voluto prenderli tutti a badilate. Son forse mai venuta a prendervi in giro per pancette varie e stempiature io? Ogni tanto mia madre si sveglia e mi dice che sono ingrassata, e magari lo stesso giorno qualcuno mi ha fatto i complimenti perché mi ha visto in splendida forma. Poi dice che mi incavolo per niente… sì che mi incavolo! Se io sto bene nella mia pelle, col mio peso e Dio sia ringraziato per avermi dato una forma a clessidra, perchè diavolo non la pianti? Magari un paio di chili potrei anche buttarli giù e alle volte mi sento un po’ in colpa per aver mangiato qualcosina di troppo, ma non ne faccio un dramma. Io mi posso permettere scollature che la mia amica magrissima si sogna, e lei con certi vestiti fa una figura che mi spinge a ponderare l’omicidio. C’est la vie. Rinunciare a mangiare non è contemplato.

  177. Lo ripeterò all’infinito, gli estremi non vanno bene! E vogliono far passare come buoni messaggi sbagliati.

  178. Ciao Clio e ciao a tutte!!! allora, discorso semplice e complesso allo stesso tempo.. La cosa fondamentale, e dunque quella da cui parto, è sicuramente la salute. Ognuno dovrebbe fare ciò che lo fa star bene, c’è chi non può stare senza andare tutti i giorni a correre, c’è chi si sente meglio mangiando poco ogni giorno, c’è chi invece ha bisogno di concedersi qualche vizio, l’importante è che ci sia la salute, quindi NO a tutto ciò che sono gli eccessi, in special modo se servono solo ad inseguire un’ossessione, in quanto provocano problemi fisici o mentali.
    Detto questo, la bellezza secondo me prescinde dal peso… Le modelle curvy che hanno successo sono belle perchè hanno anche un bel viso, le forme “giuste” e comunque tutto si ricollega al discorso sulla bellezza oggettiva o soggettiva, in cui è vero che tutti noi abbiamo dei determinati canoni, ma poi fanno la differenza anche altri aspetti.
    In linea di massima quello che “piace di più” è un corpo pesoforma perchè non “altera” quelli che sono i nostri connotati, ma poi tutto si riduce a delle preferenze del tutto soggettive, quindi alla fine è inutile preoccuparsi tanto!!! Cerchiamo di piacerci e di ottenere da noi quello che ci piace di più senza rincorrere ideali inutili e basta!!!

    Clio, ho apprezzato molto il pezzo in cui dici che sembra che questa storia del “curvy” stia diventando una scusa per adagiarsi nella nostra pigrizia, perchè purtroppo io vedo questo sempre più spesso e non va bene! Considerato che non credo che la società cambierà mai e che continueremo a vedere la fiera dell’anoressia, spero almeno che possa passare il messaggio del “siamo tutte diverse, ognuna ha qualcosa di bello e soprattutto la bellezza dipende anche dal nostro aspetto interiore” 🙂 curatevi, amatevi e siate felici <3

  179. Il problema è che nel mondo delle celebrities è vero che negli ultimi anni alle attrici/modelle magre e “perfette” si sono affiancate donne curvy (Beyoncé kim ecc ecc) ma queste donne sono semplicemente formose nel loro lato B! Ma spesso hanno pancia piatta braccia toniche! La vera rivoluzione sarà quando ragazze con un po di pancetta..o un interno coscia non tirato..o le braccia burrose saranno sulle copertine! Perchè che un bel sedere o un bel seno facciano notizia non è certo una novità!

  180. ti assicuro che al giorno d’oggi c’è molta più varietà e reperibilità di taglie”abbondanti” rispetto a qualche anno fa…e a prezzi più vantaggiosi…io ho dovuto girare per anni con maglioni e pantaloni maschili risistemati da mia madre (anni 70/80)

  181. Lo devi fare per te Eva e non perchè qualcuno ti giudica se e come lo fai! Fare sport è bello e fa bene. Basta trovare l’equilibrio come in tutte le cose!

  182. Vabbè dai, sono ragazzini imbranati e senza tatto, ci feriscono ma non mi sento di indicarli come il diavolo incarnato sinceramente. Sono molto più str**ze le donne anche secondo me!

  183. …..ma….pensare a qualcos’altro?
    leggere? stare con le persone care? fare una gentilezza? dire una parola buona a qualcuno? ammirare il creato? anziché arrovellarci il cervello con cose di cui non si verrà mai a capo?
    ogni tanto sono un po’ stanca di pensare al mio corpo.
    o a quello degli altri.

  184. Si infatti, brava! Agli occhi di molti io sono armoniosa nelle forme perchè ho un bel seno prosperoso e troppo magra forse sarei sproporzionata.. io non posso dire di essere grassa o avere il culone però prima ero più magra, non avevo la pancetta e le braccia erano magre ed esili. Ora lo so che il metabolismo cambia e che sono “armoniosa” ma io nelle foto con quelle braccione nun me posso vedè! ooooh!!

  185. cara remu ,gli uomini si fanno le stesse paranoie che ci facciamo noi donne,solo che non lo danno a vedere…perchè sono uomini,perchè non esternano,perchè devono dimostrarsi forti perchè questo è ciò che ci si aspetta da loro…questo è ciò che dicono gli uomini veri…poi ci sono quelli che non devono chiedere mai,che hanno solo certezze e si divertono a far sentire gli altri (non solo le donne ) delle m……ma questa è un’altra storia….

  186. gli stilisti che dicono no all’anoressia? una falsità
    gli stilisti che dicono sì al curvy? uno specchietto per allodole….sotto sotto ci sono solo i SOLDI !

  187. Una soluzione relativa perché a me per prima piace andare in giro per i negozi a provare personalmente. Le case di moda dovrebbero fare un bell esame di coscienza

  188. una volta capito tutto ciò si tira dritto….ci si scrolla la polvere dalle spalle e si passa oltre e sopra a tutto…e si vive….e tu mi sembra sia già avanti….

  189. Tralasciando il fattore “bellezza” e annessi (quindi senza parlare della taglia delle modelle o di questi cavolo di canoni di bellezza), e tralasciando anche il “bisogna star bene con se stessi”, secondo me è importante la salute! Entrambi gli estremi sono pericolosi, e come ci sono ragazze che mangiano tantissimo e continuano a mettere chili su chili consapevoli di questo (parlo di quelle che non si fanno problemi e che non cercano assolutamente di regolarsi o di perdere peso), ci sono quelle che prendono un etto ogni volta che sentono la parola “cioccolato”, magari facendo anche ore di sport intenso. Allo stesso modo, ci sono persone che si limitano e decidono di non mangiare per dimagrire (che si parli di anoressia, ma includo anche la categoria “bulimiche”, anche se so che non è per niente la stessa cosa) e ce ne sono altre che mangiano l’impossibile a qualsiasi ora del giorno e della notte senza prendere un grammo e senza fare sport. Io faccio parte di questa categoria, ma non mi ritengo fortunata (come mi accusano in molti). Con questo non dico che farei cambio al volo con un’altra, assolutamente no. Ho imparato a conoscermi e a piacermi così. Ma pensate un solo secondo a quanto sia difficile convivere con i pregiudizi della gente, che ti giudica solo vedendo che sei magro/a (“mangia di più”, “se non mangi finisci all’ospedale”, “ma sei anoressica?”, per poi passare a cose del tipo “una donna senza curve non è una donna”, “sembri uno scheletro”, ecc.). E quanto questo possa essere un problema dal punto di vista della salute. Non poter ingrassare è pericoloso, perché come ho scritto sotto non si hanno riserve, e al minimo problema si crolla. Poi è difficile rimettersi in piedi!

  190. forse tempo fa…ora pure gli uomini non hanno tregua…certo…il business intorno al mondo femminile è enorme…noi stiamo scrivendo in un blog di make up….ma basta pensare a muscoli,peli,rasoi a 3/4 lame…io ho un figlio di 20 anni e vedo che son bersagliati tanto quanto…pure dalle donne….( e stai bene con la barba….e tàgliati la barba,e che bei pantaloni…non mi piacciono quei pantaloni,hai tanti muscoli…non ne hai per niente)….

  191. Personalmente no, non le direi schifo. Mi dispiace leggere di quanto soffri perchè altri hanno deciso che sei fuori dagli standard che hanno naturalmente fissato loro, mi dispiace sinceramente. Fai bene a prenderti cura di te stessa e metterti degli obiettivi ragionevoli. Ma se posso permettermi di dirti una cosa, alla fine quello che conterà nella vita non sarà la taglia che porti o le braccia slim. Saranno le persone che hai amato, i successi personali e le soddisfazioni che avrai avuto. Cerca solo di non consumare troppe delle tue energie per apparire penalizzando l’essere.

  192. Ciao Clio! Io credo che se le case di moda tutte smettessero di reclutare modelle taglia 36/38 e cominciassero almeno da una 42/44 ogni donna sarebbe spinta con maggior vigore ad accettare il suo corpo con soddisfazione senza sentirsi per questo meno bella di altre o fuori luogo! Purtroppo le pubblicità, le foto, i giornali e le sfilate propongono fianchi e vita supersottili lanciando proprio il messaggio di “solo magro è bello”! Io sono per le donne con i fianchi ben visibili, seni prosperosi e guanciotte! Solo se si smettesse di vedere scheletrini che sfilano sulle passerelle, sostituiti da donne prosperose e senza ossa sporgenti, potrebbero cambiare tante cose…tanto per cominciare una grossa percentuale di ragazzine comincerebbe a vivere con molta più serenità la propria adolescenza fino ad arrivare alla neo mamma che accetta quel surplus di rotolini senza entrare in depressione! Star bene con se stessi, per me, è la regola principale!!! Beso!

  193. Non sono per niente d’accordo. Anche gli uomini sono pressatissimi, guarda che modelli di bellezza propongono le varie società. Spot di profumi, auto e orologi preziosi per farti un esempio veloce. Oggi l’uomo deve essere manager di successo, non dormire mai perchè ha un’agenda sociale pienissima, indossare certi vestiti, certi orologi, un certo dopobarba e avere una gazzella al fianco da scarrozzare su un’auto che, se va bene, costa minimo 50.000€
    Altrimenti sei alla stregua di Fantozzi secondo chi decide cosa funziona e cosa no.

  194. La SALUTE prima di tutto (intesa come benessere fisico ma anche mentale) !!! Il resto (purtroppo) lo decide la società

  195. “una gazzella”…brava…eh sì perchè se non ha una donna lunga di femore al suo fianco è uno zero….

  196. personalmente se c’è una cosa che proprio non sopporto sono le persone che giudicano qualcuno in base all’aspetto…
    Personalmente sono passata dai 48 kg di quando avevo 16/17 anni a 86 quando di anni ne avevo 23…sono passata da una taglia 40 senza forme ad una 52…fino a quando una mia cugina mi ha preso senza autorizzazione un appuntamento con una nutrizionista di sua fiducia ed io per non essere scortese ci sono andata..ma praticamente costretta..
    E non smetterò mai di ringraziarla visto ke ho perso 25 kg imparando a mangiare bene…ora qualche chilo l’ho ripreso visto che comunque qualche tentazione ancora me la concedo..peso 68 kg e vesto una 46…sto attenta nel vestire,utilizzo un jeans a vita alta piuttosto che uno a vita bassa che mi segnerebbe i fianchi..evito i leggins che mettono in risalto le mie cosciotte 🙂 d’estate utilizzo vestini con una cinta ma a parte tutta questa attenzione per il vestire mi piaccio molto di più rispetto a quando pesavo 48..
    Tutto questo per dire che il piacersi viene da dentro,se anche ci sono dei diffetti si possono camuffare.. l’importante è stare bene con se stessi

  197. se lei sta bene così, puoi saperlo tu come si sta nella sua pelle? impariamo a pensare che gli altri sanno cosa e come vogliono essere PRIMA di tutto.

  198. Sono alta 1.75 circa e peso 70kg… Ho una quarta di seno e il lato b pronunciato… Una clessidra insomma… Non mi lamento del mio fisico ma non nego il fatto che vorrei che fosse più snello, più magro, perchè certi vestiti stanno bene solo alle magrissime (perchè i negozi fanno vestiti solo per le magrissime e trovare un vestito che risalti i l mio corpo diventa sempre più difficile)..,. Non nego che quando guardo le mie foto penso “vorrei le braccia più magre e meno pancetta” ma sono una che odia la dieta e il sacrificio che ne deriva, faccio aquagym ma nulla più… Credo che il problema di questa insoddisfazione sia la società, come ha detto Clio… Finchè nei negozi ci saranno pantaloni XXS e pochissime L (per non parlare delle quasi inesistenti XL e successivi) non andremo molto in là… Finchè non venderanno abiti diversi a seconda delle forme delle donne queste si sentiranno sempre insoddisfatte… Dovrebbero capire che le donne non sono solo filiformi… Basterebbe che uscissero dai loro atelier di moda a piedi e si guardassero attorno!!

  199. per me l’argomento è delicato…e avrei tanto da scrivere, ma cercherò di limitarmi. Da un lato a questo punto mi ritengo super fortunata per due motivi, uno perchè a quanto pare, nonostante sia sempre stata cicciottella, nessuno mi ha mai preso in giro o fatto soffrire più di tanto, e poi perchè non ho mai avuto miti estetici da seguire. Premesso ciò l’anno scorso sono arrivata a pesare 105 kg (per 1.55 di altezza), perchè mangiavo troppo e male, così dopo attente riflessioni, a dicembre ho deciso di fare il bendaggio gastrico e ora ho perso 30 kg. Perchè ho deciso per l’intervento? perchè sono stata onesta con me stessa, sapendo di DOVER dimagrire, ero certa che “da sola” non ce l’avrei fatta, e ho chiesto aiuto nel modo che ho ritenuto migliore per me. Grazie all’intervento mi sono liberata dell’ossessione per il cibo, ora mangio poco alla volta, sto imparando a mangiare equilibrato e sano e faccio più sport di prima perchè mi pesa di meno.
    Devo perdere per me ancora 10 kg e non dubito che ce la farò. Ora mi guardo allo specchio e mi vedo SUPER, ma sono certa che chi mi guarda oggi per la prima volta, ancora vede una ragazza “grassa” perchè comunque sempre rotondetta rimango. Concordo con la maggior parte di voi, NON devono esistere canoni di bellezza a prescindere, ognuno di noi è com’è, e per me che sono cattolica, non potrebbe essere altrimenti, perchè sono fatta a immagine e somiglianza di Dio. Il limite è quello della salute, in quel caso è giusto intervenire, come ho deciso di fare io, perchè le mie ginocchia non mi tenevano più e non potevo fare più cose che amo tantissimo come sciare e danzare. Per il resto, amiamoci e gli altri ci ameranno.
    Scusate il papiro, un abbraccio a tutte!!

  200. Gli uomini si fanno, a momenti, più paranoie di noi donne! Il mio ragazzo è bellino, alto, magro, ha delle belle spalle, braccia possenti e gambe da calciatore. In estate, causa stop campionato, prende 1 o 2 taglie (o mezza e una.. quelle da uomo nn le capisco..) (io cucino un botto: siamo due mangioni, ci siam trovati

  201. Viola parlo con cognizione di causa da ragazza non di certo “esile” e ne faccio come ho scritto PRIMA una questione di salute.. Impariamo a non essere buoniste x forza… 😉

  202. Io avevo visto una puntata de “il testimone” di pif in cui si parlava appunto di moda, sfilate e così via e c’era un addetto al casting delle modelle per una sfilata (non so come si chiamino di preciso) che diceva che non è tanto la casa di moda che dice di volere modelle magrissime, ma sono proprio le agenzie che forniscono solo modelle magrissime perchè ormai solo chi è ossuta e spigolosa viene presa da un’agenzia per fare la modella. e spesso sono ragazze che partono in forma e sono “obbligate” dalle agenzie a perdere peso con diete ridicole altrimenti non gli procurano il lavoro

  203. è anche vero che gli abiti per le sfilate sono tutti taglia 38…perchè quel tipo di abiti su di una donna normale stanno malissimo….serve una donna/gruccia perchè durante la sfilata l’abito non è indossato ma appeso addosso a queste donne…e poi sai….se la modella è una superfig…che guarda più il vestito (pensa a Naomi e alle altre modelle/dive)

  204. Sono d’accordo con il post ma il mio problema con questi argomenti è che nella vita reale, così come qui, su facebook ecc.. vedo le persone predicare bene e razzolare male. Perchè la verità è che molte donne per sentirsi meglio e alzarsi l’autostima hanno bisogno di sminuire le altre, soprattutto con la storia del curvy.
    Che senso ha debellare uno standard di bellezza imponendone un altro?
    Per non parlare del fatto che i disturbi alimentari, come l’anoressia, sono più complessi del solito ”non mangia perchè vuole assomigliare alle modelle” oppure ”è grassa perchè è pigra e mangia troppo”.

    Tralasciando il fatto che la cosa più importante è essere in salute, che sia la magrezza o il curvy, qualcuno vuole per forza definire cosa sia ”normale” e ”attraente”. Anche sbattere in faccia ogni due secondi la foto di qualche pin up tutta curve, dicendo che gli uomini preferiscono queste donne, è body shaming ( e poi è come ammettere che si cerca disperatamente di adeguarsi agli appetiti sessuali del maschio medio xD).
    E poi la bellezza è negli occhi di chi guarda, quindi non c’è bisogno di sminuirsi o sminuire gli altri! ^^

  205. secondo me il problema sta in noi, certo è importante che in tv sulle riviste e nelle passerelle si incominciasse a mandare un giusto messaggio, ovvero che la salute è la cosa più importante, però la cosa che più conta è quello che pensiamo noi. Io sono mamma di due maschietti molto piccoli, ma su qualche articolo per mamme (principalmente di bimbe ma ora è un fenomeno diffuso anche tra i ragazzi) ho letto che innanzittutto in famiglia occorre stare attenti a dare il buon esempio, consigliava infatti alle mamme di non criticare mai qualcuno perchè grasso o magro, di non criticare il proprio corpo, di non dire faccio la dieta ai figli, e cose del genere… questo articolo mi ha fatto riflettere perchè di per se non dice niente di nuovo ma sono cose semplici che proprio per la loro banalità uno non ci pensa! confesso che sono la prima a crtitcare il mio corpo a dire di voler far diete… lì non si diceva di non mettersi a dieta ma di farlo, cercando di mangiare sano in modo equilibrato, senza farlo pesare ai figli che, tra l’altro, avranno ereditato i nostri fianchi larghi etc…. è ovvio che poi il mondo esterno ci condiziona ma come per i valori fondamentali che ricevi in famiglia, e quelli ti porti per il resto della vita, se provi ad essere veramente in pace con te e felice per quello che sei e che hai, forse anche i nostri figli al di fuori saranno meno condizionabili da riviste e modelle varie… so che è difficile ma spero come mamma di riuscirci e di essermi spieagata! grazie come sempre per i bei spunti di riflessione

  206. Come al solito Clio, hai scritto un bel post 😀
    Io vorrei che le modelle esistessero di tutte le taglie, quindì mi è piaciuta la modella che ha scelto la Pirelli. Anche la campagna di Dove non è male 😀

  207. Guarda Giada io porto solo la mia esperienza personale…
    La maggioranza dei maschi che ho incontrato e conosciuto un minimo era più “fissata” con l’armonia e la bellezza del viso delle ragazze piuttosto che con il fisico, notando certi dettagli su cui io neanche mi soffermavo!
    Ovvio che poi il mondo è mooolto vario e gli insensibili possono essere sia maschi che femmine. Però penso che questo problema degli stereotipi fisici, visto che spesso tocca più da vicino le donne, dovrebbe vederci unite…
    Un bacione :**

  208. Mi introduco nel club delle magre! Anche per me l’adolescenza è stato il punto più critico, e diciamoci la verità.. le frecciatine sulla magrezza sono considerate politically correct . Ora per fortuna metto su peso normalmente, ma di certo non ho le sensuali curve che dovrebbero farmi diventare una vera donna. xD

  209. Ciao a tutte!Secondo me difficilmente si accetterà la “normalità” come canone di bellezza perché non è facile definire una taglia giusta per tutti.Ci possono essere persone con una 42 e strutture diverse, per cui bisognerebbe più puntare sui corpi tonici e sani.I kg giusti nel corpo di ognuno di noi, il nostro peso ideale che ci faccia star bene con noi stesse e non ci metta a rischio di malattie.Io ho un peso più o meno stabile da anni tra i 50 kg ca, sono normale, però so che per stare bene dovrei muovermi di più e pesare 47 kg, non perché sia ossessionata dal peso, ma per la mia struttura.Lo scorso inverno ero ingrassata fino ai 53 kg, mi piacevano le mie nuove forme più di prima, ma i tessuti ne risentivano.Mi sono mossa di più dalla primavera e sono dimagrita, inutile dire che sto meglio.So che non potrò mai avere un seno prosperoso né un sedere alla Beyoncé, ma mi piaccio come sono.Sono una fervente sostenitrice che le curve siano belle, che i kg in più(ma non l’obesità) siano meglio dei kg in meno, tuttavia bisogna accettarsi anche quando curve non ne si hanno molte 🙂

  210. E’ vero sia beyoncé che kim hanno il lato B pronunciato e ventre piatto e braccia toniche, e io che ho 15 anni ho il lato B un po’ pronunciato e le cosciotte e le braccia non molto toniche e il seno nella media,non so se definirmi “curvy” però se guardo nella mia scuola gente che è scheletrica allora penso che sia meglio io

  211. Cara Clio..devo dire che questo è davvero un argomento particolare..io sono d’accordo con te. Secondo me in primis bisogna sentirsi bene con il proprio corpo ed esso deve essere sano..fare palestra, nuoto..insomma, un allenamento è indispensabile per mantenerlo al meglio..poi secondo me conta tantissimo la costituzione e comunque anche rendersene conto che molto dipende da ciò…se una persona è robusta di suo, può fare tutte le diete di questo mondo ma robusta rimane e viceversa..insomma, fare sport e mangiare sano serve moltissimo..ed è ciò che serve!

  212. Ciao Cristina 🙂
    Guarda, io sono praticamente una coetanea di tua figlia (ho 18 anni).
    Sicuramente c’è anche un problema d’educazione, nel senso che spesso l’accettare il proprio corpo e il saper individuare stereotipi inverosimili e malsani, non è considerato importante da parte di alcune mamme. Che a volte sono le prime a seguire diete “stravaganti” per assomigliare ai corpi che vedono sulle riviste.
    Purtroppo mia mamma, a causa di alcuni problemi di salute, ha perso parecchio peso e viene continuamente bombardata da commenti di gente ignorante del tipo “mangia di più”, “metti su qualche kilo” ecc.
    Vedo lo sforzo che fa lei per tenere alta la testa e imparo a non dare nulla per scontato… E cerco di essere, come dici tu, “serena di giudizio”. Scusami il papiro, un bacione :*

  213. In base a cosa lo dici???? Se io mi guardo intorno vedo persone anoressiche di tutte le età dal bambino alla vecchietta…ovvio ci sono anche gli ammalati opposti ma la tua critica secondo me è infondata. Questa è la mia opinione e ogniuno la pensa alla sua maniera, non voglio di certo offenderti.

  214. A parte che la questione del peso dipende da tanti fattori quali l’età, corporatura e attività fisica svolta, quindi i numeri di per sé dicono poco. Se hai 25 anni, non fai nessuna attività fisica, sei alta 1.60 e pesi 75 chili non fai schifo a nessuno ma di sicuro sei in sovrappeso di qualche chilo, e se in giovane età questo non sembra dare nessun problema di salute probabilmente ne darà qualcuno in più con l’aumentare degli anni (e dei chili).

  215. Ciao Clio! Proprio l’altro giorno ho sentito al telegiornale di una ragazza molto, ma molto, burrosa (direi obesa) che era fiera del suo corpo perché stava andando contro i classici canoni di bellezza, e che voleva continuare a ingrassare, per diventare una “paladina” delle donne molto in carne, nonostante il fatto che la sua salute non fosse al massimo. Ora, io sono una ragazza nella media e quindi non posso capire come effettivamente si sentono le donne “grasse”, ma perchè continuare a prendere peso pur sapendo che ti fa male? perchè non cercare di raggiungere la perfetta salute mentale e fisica (e parlo in generale di qualsiasi tipo di corpo)? Io davvero non capisco….

  216. ma guarda non ho mica detto niente…lo dico in base a dati certi perchè fa parte del mio lavoro,la ,magrezza dell’anziano non è anoressia,i bambini(se bambini)non sono anoressici ma probabilmente normopeso…e comunque nel bambino c’è un rapporto in percentili che prende in considerazione delle tabelle pediatriche (peso/altezza/età)e inoltre è statisticamente accertato che l’obesità in età pediatrica/adolescenziale è in aumento costante ed esponenziale…ti assicuro che non vi è nulla di infondato e che non parlo a spiovere…sul web si trova di tutto a tastimonianza di quello che ho scritto ..io non mi informo sul web ma quello che si trova è valido e pertinente.

    http://agriregionieuropa.univpm.it/content/article/31/19/i-numeri-dellobesita-nelle-regioni-italiane

  217. Esattamente, cele. Durante le sfilate, si cercano dei “manichini” su cui infilare senza problemi tutti gli abiti della collezione, piuttosto che un corpo armonioso che potrebbe farne risaltare alcuni, ma non altri 😉

  218. Purtroppo no, la società non tenterà mai di farci credere che il giusto sta nel mezzo, che dobbiamo apprezzarci per come siamo evitando gli eccessi, e non verranno mai celebrati dei modelli diversi fra loro allo stesso tempo. Viviamo in una società capitalista, che insegue la crescita economica e che per reggere ha bisogno di rinnovarsi continuamente. Per far ciò è necessario creare continuamente nuovi bisogni nelle persone, far sì che la gente apprezzi determinate cose e poi cambi completamente modello di riferimento e così via. Così anni fa andavano di moda i vestiti stretti, le magliette corte, e ora vestiti larghi e lunghi. Anni fa tutte odiavano le sopracciglia folte e ora si cerca di infoltirle… Lo smartphone che avevi comprato un anno fa e ti sembrava il top ora ti sembra vecchio, e così via… Non approvo tutto questo ma purtroppo è così che va il mondo. Pazienza se prima va di moda la figura femminile senza forme e poi le forme incredibilmente prosperose di kim kardashian, in ogni caso io cerco di mantenere il più possibile il mio gusto personale… Quello che non tollero è quando la società elegge a modello di riferimento qualcosa di dannoso per la salute, o sbagliato dal punto di vista etico. Quindi va bene se va di moda la figura femminile magra, ma gli scheletri che sfilano nelle passerelle non li tollero, quella non è magrezza, è qualcosa di totalmente insano che sfiora l’anoressia. Penserei la stessa coa se facessero sfilare delle modelle obese perché esseri obesi è altrettanto dannoso e non deve passare il messaggio “più grasso è meglio è”.

  219. Contenta se sta bene nella sua pelle, ma per la sua età é in forte sovrappeso e questo non fa bene alla salute. Non neghiamo l’evidenza. Mangiare troppo fa male, così come fa male mangiare troppo poco.

  220. Tutto quello che faccio, lo faccio solo PER ME. Porto una taglia 40, mangio di tutto e di più, ho la cellulite, la pancetta, faccio un po’ di movimento tutti i giorni e…stica*** la moda! mi vedo (e mi sento) stra-figa così (viva la modestia ihihihi).

  221. Ma poi non ho capito una cosa: cosa c’è di bello nel vedere una modella scheletrica che indossa dei vestiti che le cadono MALISSIMO?? un vestito deve essere riempito…altrimenti lo lasciassero sugli attaccapanni…sarebbe la stessa cosa.

  222. Questa è una cosa che non ho mai capito molto… Ok scegliere delle modelle che non siano di una bellezza stratosferica altrimenti gli abiti passano in secondo piano, ma se un abito sembra appeso anziché indossato l’effetto è molto brutto, non capisco perché lo facciano. Un corpo armonioso può far risaltare alcuni abiti e fare un brutto effetto con altri ma un corpo eccessivamente magro non risalta nessun abito.

  223. ciao … sono PIENAMENTE d’accordo con te. Io purtroppo quando sono in Italia faccio fatica a trovare vestiti o cmq mi deprimo tanto ogni volta che vado a comprare qualcosa. Io sono alta 1.69 e peso 64 Kg quindi abbastanza normale visto che ho una quarta di seno (prima di trasferirmi in sud africa ne pesavo circa 60) e devo dire che purtroppo ogni volta che torno in italia mi rattristo perché devo sempre comprare una taglia L e spesso i vestiti o le maglie vestono bene ma stringono nel seno e nelle braccia, mentre in Inghilterra o qui vesto la M e trovo vestiti che mi vestono bene . Questo per dire che purtroppo le ragazze saranno sempre limitate da ciò che troveranno nei negozi, parlo soprattutto delle ragazzine o teenager che di si voglia. Se alle sfilate e nei negozi fossero rappresentate tutte le taglie penso che molti problemi sarebbero risolti…
    … Per non parlare poi di un’altra cosa che ho notato in Italia e, vi prego fatemi sapere se avete notato la stessa cosa anche voi, cmq.. ho notato che da noi c’è una sorta di costante in cui viene impressa nella mente di una ragazza che siccome “in carne” non troverà mai un ragazzo, e quindi giù con le diete. Qualcuna di voi ha notato questo ultimo fatto?
    Cmq grazie clio del post, un piacere seguirti come sempre
    un bacio

  224. ti ripeto ne parlo con cognizione di causa,e parlo a livello statistico… il problema del nostro mondo civilizzato e opulento è l’obesità…a tutte le età. Obesità che ha come conseguenza malattie molto importanti e invalidanti quali:
    -diabete
    -ipertensione
    -malattie cardiocircolatorie
    -malattie respiratorie
    -malattie dell’apparato osteoarticolare da sovraccarico
    (anche,ginocchia,colonna vertebrale,caviglie)
    Che poi esista l’anoressia è un dato di fatto,ma non è preminente nella popolazione15/80 anni….ha un’incidenza più alta nella fascia d’età 15/30 anni. Questo è quello che ho detto fin dall’inizio,non è una mia opinione ma sono dati.
    Certo,questo non è il luogo perchè possa farti un trattato nutrizionistico/statistico. Materiale per documentarsi ce n’è ovunque.

  225. Hai ragione! da piccola ho avuto problemi di salute e mi hanno riempita di cortisone: nelle foto di quegli anni sono gonfia come un pesce palla e per anni quel simpaticone di mio cugino ha continuato a chiamarmi supplì. Ancora oggi, quando ci penso, ci rimango male e ci soffro! 🙁

  226. In realtà mi sembra che abbiano davvero molte meno paranoie di noi… Non stanno ore per comprarsi qualcosa da vestire stando attenti che non gli segni la pancia e cose così, né fanno una tragedia se hanno qualche brufolo o i capelli in disordine, né hanno bisogno di sentirsi più alti ricorrendo a stratagemmi come i tacchi.

  227. sono passata da 45 kg da quando avevo 25 anni ad 80 Kg a 38 anni e una gravidanza, non credo che riuscirò più a raggiungere il peso che vorrei! Ma io sto bene con me stessa, ci sono persone che riescono a perder facilmente peso, io pur mangiando insalata tutti i giorni non riuscirei a dimagrire un etto, sarà il mio metabolismo che non collabora…..Il problema sono gli altri, come ti guardano, quasi ti compatiscono, per non paralre quando entri in un negozio,secondo i canoni della moda, se superi la 44 dovresti andare in giro con un sacco di iuta. Io sono sana le mie transaminasi e i miei trigliceridi sono apposto, non mangio schifezze, faccio una vita sedentaria,questo si, ma quando lo trovo il tempo di andare in palestra con un lavoro, un bimbo piccolo e una casa da accudire? Secondo me non sono io ad essere “anormale” ma è il modello di donna che danno le pubblicita, i giornali che ti fanno sentire abnorme! Se le case di moda, le televisioni, le pubblicità, iniziassero a togliersi i paraocchi, vedrebbero una donna molto diversa rispetto a quella che ci mostrano ogni giorno, con le rughe i brufoli,la cellulite…… non perfetta, ma certamente più vera e meravigliosamente più bella!!!

  228. Salve. Riemergo giusto un attimo per dire che talmente me le hanno fracassate che personalmente faccio come mi pare.
    Non ho chiesto niente a questi signori io (voi sì? Non credo), non ho bisogno delle loro toppe, dei loro messaggi, delle loro contraddizioni, delle loro modelle curvy e non curvy.
    Che ognuno si faccia il corpo suo.
    Che tanto non se ne viene a capo, le modelle continueranno ad essere come sono e chi ha problemi seri tenterà di conviverci o risolverli come ritiene più opportuno.
    p.s.
    ci vediamo alle prossime sfilate e ne riparliamo

  229. Sinceramente io di uomini così non ne conosco pochissimi… Se non glielo dico io al mio ragazzo che sta mettendo su qualche chilo di troppo o cose così non ci fa nemmeno caso.

  230. io spero tanto chea mio moroso non gli venga in mente di mettersi i tacchi …preferisco anche no….ma ricorda che noi donne siamo governate dagli ormoni…ci facciamo paranoie per moltissime cose….anche che non ci vengono richieste…loro hanno solo il testosterone e sappiamo a cosa serve e cosa governa sto ormone….beati loro!!

  231. Tesoro non sai quante ne han dette a me.
    E si fa presto a riempirsi la bocca di “bisogna accettarsi per come si è”. Eh sì, tante cose sarebbero belle, se la gente avesse un minimo di sensibilità in più sarebbe bellissimo.

  232. sììì Vicky! mi piace molto la frase che ti ha colpita. il mio commento a questo post si rifà a quel pensiero.
    capisco, che le storie che ci sono qui per alcune siano state veramente difficili da digerire. immagino la sofferenza in entrambi i casi: il troppo e il troppo poco.
    però davvero credo che dovremmo vivere più serene, mettendo le nostre energie su cose molto più positive e non curandoci di quelli che esisteranno SEMPRE: gli abbattitori. è una specie da sistemare subito, con qualche piccola frase ben assestata.
    ma purtroppo la debolezza viene dal sistema, di cui le prime vittime sono proprio le persone che ci vogliono abbattere.
    ci si può sempre svincolare! e GUARIRE!
    ricordandoci che il nostro corpo è meraviglioso qualunque forma abbia, soprattutto per un motivo: perché ha un cervello, che non aspetta altro che di funzionare AUTONOMAMENTE.
    un baciottolone!!!! buona serata! 🙂

  233. Ben detto, Clio, ben detto! Senza estremismi, senza semplificazioni eccessive, senza buonismi ipocriti. Sembrerebbe scontato, ma qs equilibrio, espressione di buon senso, non è’ da tutti!

  234. Sono d’accordo del fatto che ci siano più obesi a livello mondiale ma parli come se ci fosse solo quel problema invece c’è anche l’anoressia che è grave nella stessa maniera e si può morire anche di quello.

  235. Ma a noi vengono effettivamente richieste, guarda come sono ultra tirate nel mondo dello spettacolo, con tanto di numerosi interventi di chirurgia estetica… Se ti presenti struccata, senza la piega a posto, scarpe alte e vestiti eleganti in certi contesti ti guardano come se fossi totalmente fuori luogo, mentre agli uomini basta quasi sempre un jeans e una camicia. L’unica cosa in cui gli uomini mi sembrano “imparanoiati” quanto noi donne è una cosa che non posso dire in questo blog per non venire censurata. XD

  236. e sai cosa manca in primo luogo oggigiorno? l’empatia! le persone dovrebbero per un attimo calarsi nei panni dell’altro per cercare di capire cosa si prova a ricevere certi giudizi!

  237. Il mio commento era una critica verso chi è troppo grassa
    e verso coloro che sono troppo magre! Non mi risulta che le persone obese godano di buona salute, mica per nulla hanno problemi cardiorespiratori, tanto per dire uno dei più gravi. Tantomeno essere troppo magri, è sinonimo di buona salute, vedi anoressia!
    Una taglia 42 e una terza di seno, uniti a un po’ di pancetta, come canone di donna ‘normale ‘non mi pare offensivo per alcuna!
    Siamo qui per esprimere la nostra opinione, che non dev’essere per forza uguale a tutte le altre, non per essere attaccate da chi non la pensa come noi! Buona serata a tutte!

  238. ti ripeto…statisticamente l’obesità è un problema gravissimo…mai scritto che non esiste l’anoressia o che non sia un problema. Però Clio non sembra anoressica dai!!…spero tu stessi scherzando quando l’hai scritto sul post della sfilata. Non bisogna sottovalutare niente ma nemmeno vedere il problema ovunque…

  239. Sicuramente ce ne sono ma non raggiungono neanche lontanamente i livelli di noi donne per quello che vedo. Direi che questa immagine mostra bene la differenza tra uomo e donna. XD

  240. Non preoccuparti, non è modestia ma è una botta di autostima che ci vuole! Grande Lucia 😀 Non si può il capire il potere di dirsi un bel “ma quanto sei gnocca oggi” quando ci si guarda allo specchio la mattina se non lo si prova. Anzi, a tutte quelle che leggono: specchiatevi e ditevelo! Piacetevi! Fa psicologicamente bene 🙂

  241. La penso esattamente come te, questa è una cosa per cui combatto da sempre e finché avrò la possibilità di fare qualcosa, anche solo dire la mia, lo farò.
    Perché è sbagliato, perché atteggiamenti come questo mi hanno portato problemi che ancora non ho risolto e probabilmente non risolverò mai.
    Chi si fa i ca..i propri campa cent’anni.

  242. Semplicemente ho visto il viso più scolpito e magro del solito, magari era la stanchezza. Non volevo certo farle credere che lo fosse!

  243. anche a me è successa una cosa simile in un negozio di sport. Entro per chiedere, mi si avvicina la commessa con pantalone della tuta strizzatissimo sotto i fianchi, rotolone strabordante dal pantalone e pancetta fuori e mi fa “ma noi qui non vendiamo le taglie forti!”. Girati i tacchi e tornata nel negozio solo dopo che è stata mandata via! XD

  244. Allora io sinceramente non riesco a capire perché in questa società sembra che si debba per forza scegliere tra due estremi: la donna o è troppo magra o e troppo in carne. Ma porca paletta ma una VIA DI MEZZO, no eh? Cioè non capisco perché bisogna sempre scegliere tra il magro(skinny) e il curvy? Mah. Secondo me è bella una via di mezzo: corpo magro ma con le forme. Con questo non voglio dire che adesso tutte dobbiamo essere magre e con le curve, ma almeno bisogna cercare sempre l’equilibrio e mai scegliere tra due estremi. Sono d’accordo con Clio sul fatto che bisogna mangiare sano e fare sport, ma non per dimagrire, ma proprio per stare bene con il proprio corpo e per tonificarlo (che non fa mai male 🙂 )

  245. Mamma mia ma perché bisogna sempre e solo vedere il mondo bianco o nero? In mezzo ci sono mille altri colori, stupendi poi! Sempre e solo etichette..

  246. Sono d’accordo. A me personalmente delle modelle importa ben poco, ne’ mi considero grassa. Però ho fianchi molto larghi, per lo meno in rapporto alla vita (che detto così suona benissimo) ed ho sempre trovato molto frustrante provare fino a 20 pantaloni o tubini, senza trovarne uno che mi andasse bene (quando ho scoperto che la lewy’s fa i jeans in tre versioni, tra cui demi curve e bold ero felicissima), sembra che esistano modelli solo per donne grissino o donne palo. Immagino sia lo stesso per chi è tutta un po’ robusta o ha il seno molto abbondante.
    Invece trovare facilmente vestiti adeguati alle proprie forme aiuterebbe ad apprezzare il proprio corpo, credo. Vogliamo più varietà anche nell’offerta (a buon mercato)!

  247. Purtroppo, magari anche per mia svista, mi è parso di vedere la somiglianza ad una foto di una mia amica…detto questo grazie per la tua dettagliata spiegazione statistica sull’ obesitá. Ciao.

  248. che eleganza! e quanta educazione, aggiungerei! ma il bello è che questi simpatici commenti nascono proprio dalle ultime persone che potrebbero permettersi di farli. Sarà invidia? forse sì! ma sono sempre più convinta che sia soprattutto una grandissima ignoranza: ignoranza dell’educazione, ignoranza del buon gusto, ignoranza pura e semplice!

  249. assolutamente, andare avanti per la propria strada e vivere felici con chi ci apprezza! grazie cara, buona fortuna per tutto e grazie per l’incoraggiamento 😉

  250. Onestamente: se avessi avuto la possibilità di scegliere,avrei voluto essere una taglia 42 e con dieci cm di altezza in più! Ma purtroppo,essendo comunque considerabile “alta”,non sono come vorrei. Così come non indosso la taglia che vorrei,ma qualcuna in più,senza il bisogno di essere considerabile grassa.
    Faccio sport perché mi piace,non per cercare di modificarmi oltre un certo limite anche perché per motivi di costituzione,non mi sarebbe comunque possibile!
    è difficile e banale da dire,ma bisogna accettarsi per quel che si è!

  251. scusate ragazze, non vorrei che il mio primo commento facesse soffrire qualcuna di voi, perché magari, detta così, sembra che io stia minimizzando la faccenda. non è così… anzi. vorrei solo che ognuna di noi subisse meno la pressione del mondo. quindi aggancio la mia risposta a Vicky, dove spiego meglio…
    “immagino la sofferenza delle storie che ci sono in questo post, di entrambi i casi: il troppo e il troppo poco.
    però davvero credo che dovremmo vivere più serene, mettendo le nostre energie su cose molto più positive e non curandoci di quelli che esisteranno SEMPRE: gli abbattitori. è una specie da sistemare subito, con qualche piccola frase ben assestata.
    ma purtroppo la debolezza viene dal sistema, di cui le prime vittime sono proprio le persone che ci vogliono abbattere.

    ci si può sempre svincolare! e GUARIRE!
    ricordandoci che il nostro corpo è meraviglioso qualunque forma abbia, soprattutto per un motivo: perché ha un cervello, che non aspetta altro che di funzionare AUTONOMAMENTE.”

  252. Ciao! Ora ho capito meglio il tuo punto di vista, e l’esempio che avevi fatto. Buona serata a te 🙂

  253. Non devi vergognarti di te stessa ma della loro stupidità! sto iniziando a gestire meglio queste cose ma anche per me il peso è sempre stato un cruccio, come penso per tutte le donne le ragazze del pianeta. Ormai ho coinvolto anche il mio ometto in questa specie di battaglia e mi piacere che anche lui si renda conto di quanto siano sbagliati i giudizi affrettati di molte persone. Ogni volta che devo comprare un vestito ho il terrore di entrare in un negozio perché so che saranno problemi ma l’assurdo è che succedono solo qui e certe/i commesse/i non hanno la decenza di tenere chiuse quelle bocche per sputare sentenze su cose di cui non hanno la minima conoscenza.

  254. Per prima cosa: brava Clio. Chi ha tanto seguito femminile (e di giovanissime) come te ha una responsabilità enorme e tu non la tradisci mai. Intanto sei un fantastico esempio di ragazza bella, felice, di successo, con un marito innamoratissimo, pur essendo bella a modo tuo e non “come una modella”.
    E poi il tuo modo di affrontare queste rilessioni è molto più fine e sottile di molti altri. Sto proprio trattando questo tema all’interno di una serie che sarà vista da milioni di ragazzini e ragazzine in molti paesi, ma la gigantesca casa di produzione ha un’attenzione su questo argomento molto superficiale e di facciata. Sto facendo di tutto per riuscire a intaccare quella facciata, ma sono una pulce rispetto a loro.
    Io temo che, come dici, questo sbandierare grandi attenzioni sia solo una copertina che si vuole dare a un servizio di moda o a una serata ad un talk, per cui, in effetti, non viene mai fuori un punto di vista accettabile e condivisibile.
    Fa venire i nervi Vespa che a Porta a Porta fa la serata su quanto siano tornate di moda le donne curvy portando ad esempio lo splendore di una modella taglia 42. QUARANTADUE. 42!!!!. La vogliamo davvero chiamare in carne? Certo, rispetto al una 36! Ma quando io ero ragazzina le taglie normali andavano dalla 42 alla 48. Le modelle che sfilavano avevano la 42, ed erano loro quelle magre. 15 anni fa, mia sorella, che lavorava da uno stilista, a volte faceva le prove di campionario perchè aveva la taglia delle modelle che sfilavano ed era una 42. La 36 e la 38 non esistevano proprio.
    Dall’altra parte è altrettanto vero che a volte si vuol far passare per bellissima e gaudente una donna obesa, quando è invece palese che anche quella non è una condizione di piena salute (e onestamente, anche dal punto di vista estetico c’è di meglio. Posso permettermi di dirlo perchè sono parte in causa.)
    Io temo che il modello irraggiungibile sia sempre quello che andrà più di moda: attualmente è magrissima con tettone (la qual cosa, salvo per l’1% della popolazione, è ottenibile solo con scarsa alimentazione e chirurgia plastica). Fra l’altro secondo me in Italia il sederone non è così apprezzato come altrove, un po’ per una questione di cultura, un po’, secondo me, perchè noi italiane ce l’abbiamo di natura, non è così difficile da avere, e quindi, ovviamente, non lo vorremmo.
    Detto questo, continuo a lottare contro i chili di troppo – però il cibo non sarà mai un mio nemico, anzi, cerco di farmi amico quello che mi fa meglio – ma mi accetto comunque per come sono, cercando di prendere il buono che c’è (niente protesi per una scollatura alla Clio e un lato B molto black), cercando di non guardare a tutto il brutto e combattendo per mantenere almeno la faccia!

  255. Secondo me esiste! esiste nelle bellissime imperfezioni di cui siamo fatte/i e che ci circondano! 🙂

  256. non dovresti dire che non riuscirai mai più a raggiungere il peso che vorresti. Nella vita non bisogna mai arrendersi o desistere. Lascia perdere moda/taglie/modello di donna proposta dai media. Tu devi stare bene per te stessa,per tuo figlio. Certo che i tuoi valori ematici vanno bene,sei giovane.. Ma ricorda che i problemi più grossi,col passar del tempo,sono a carico dell’apparato cardiocircolatorio e osteoarticolare. Il peso che grava sulle articolazioni e sulla colonna vertebrale è causa di patologie sempre più frequenti nella popolazione. Certo queste cose le sai,ma non arrenderti e non darle per scontate.

  257. ….e io adoro te, Fia carissima, dolcissima e bellissima (no es sviolinaus, es la verdad!!! e questa da dove è uscita??? booo)
    sì beh, con argomenti del genere è d’obbligo…
    mi rendo sempre più conto di quanto peso hanno le nostre parole: possiamo uccidere o riportare alla vita.
    non è cosa da poco.
    ti lovvo tesorino meraviglioso! sei preziosissima!
    :*********

  258. Sai cosa Fra? Da un lato sono perfettamente consapevole di come sono fatta e so che continuerò a starci male.
    Ma gli altri non cambiano, e dal momento che dentro non possono vedermi, l’unica arma che ho è di non farglielo notare e cambiare IO atteggiamento.
    In genere chi mi sta sulle balle lo capisce perché lo ignoro.
    Se non posso ignorarlo, faccio di tutto perché capisca che non è persona gradita, in genere uso l’ironia.
    Ciò non toglie che il mio comportamento è falsato perché io non sarei così, e ciò non toglie che è tutta una finzione perché se mi offendono, davanti faccio una faccia ma dietro piango tutte le mie lacrime!
    E sai cosa? Mi sono anche un po’ rotta di starci male!
    Tu comunque sei un tesoro, lasciamelo dire 🙂

  259. Io non so nemmeno spiegarmi del tutto il perchè, ma ho la vaga idea che la cosidetta “società” ci prenda un po’ per i fondelli, e come ogni volta trovino una nuova moda x vendere, così si tendono a creare nuove mode anche per quanto riguarda il nostro corpo. Prima le magre e toniche, poi magrissime, poi “curvy”, poi i sederoni esagerati, poi di nuovo magre… Forse lo fanno per tenere tutto in movimento, economia compresa, non lo so…
    So solo che dovremmo essere più assennate e non farci abbindolare da modelli idioti: una persona grassa e di diversi chili sovrappeso rischia di incombere in seri problemi di salute, così come chi è eccessivamente magro. Come per tante cose, la giusta via sta nel mezzo.

  260. Sì, secondo me hai ragione, in Italia questa ossessione per la magrezza e ostracismo verso forme normali (le donne che pesano più di 60 kg) è molto più diffusa.
    Come tu hai notato nelle taglie per esempio: da H&M, che ha taglie internazionali, compro spesso capi della L che mi vanno benissimo, mentre nei marchi italiani ci sono solo le taglie forti per me.

  261. Questo si chiama parlare! Finalmente qualcuno che sottolinea che l’importante è essere in salute!
    Quanto al resto, certo, c’è tanta ipocrisia, ma penso che il fatto che almeno a parole si cerchi di presentare un modello migliore sia pur sempre meglio che dichiarare spudoratamente che dobbiamo essere tutte scheletriche. Ovviamente, sarebbe ancora meglio se alle parole seguissero i fatti..

  262. Ragazze scusate , ma l’ avete sentita la notizia al telegiornale che hanno quasi ucciso un ragazzo perché giudicato “troppo grasso”?siamo ai confini della realtà! !

  263. Cara Fia, ti capisco perfettamente perché succede anche a me! Con il mondo indossiamo la maschera delle guerriere che combattono e non si arrendono ma a casa, nel nostro angolo privato diamo sfogo a tutte le sofferenze che le persone ci infliggono. L’importante è andare avanti: se cadiamo è perché possiamo sapere che ci rialzeremo. Lo so quanto è difficile ma siamo più forti, noi siamo più forti! ;***

  264. Il punto è questo: bisogna essere liberi di accettarsi come si è.

    Siamo d’accordo che la salute sia prima di tutti, e nessuno dei modelli è raccomandabile. L’obesità è una malattia, come l’anoressia.
    Ma sarebber una bugia dire che la prima cosa che ci viene in mente guardando una persona non magra sia una caritatevole apprensione per la sua salute. D’altronde i bambini non magri vengono presi in giro fin dalla tenera età, ad un età in cui sicuramente nella testa dei bimbetti non compaiono nozioni di medicina.
    La verità, perché questa è la verità, è che nella nostra testa esiste solo “magro è bello”. Chiunque sia al di fuori di questi canoni, non è appetibile. Soprattutto quando si guarda con la lente degli adolescenti, quelli che si fanno influenzare dalla massa, quelli che “non ti fidanzare con la tipa grassa o ti prenderanno in giro”.
    Magari con la maturità si cambia. Ma vi assicuro che prima è così.
    Allora io dico ben vengano i movimenti che enfatizzano la bellezza anche delle ragazze obese, ben venga Tess Munster e le sue campagne. Per un motivo molto semplice: solo vedendomi bella, in qualunque forma e peso, e trovando qualcosa su cui lottare, posso ottenere la forza di fare un cambiamento per la mia salute. Altrimenti si apre una spirale autodistruttiva che non porta a nulla di buono.
    D’altronde dimagrire non è una cosa semplice. Non è un processo immediato. E ci vuole tanta, tanta, tanta, tanta forza di volontà.
    E per ottenerla bisogna amarsi in ogni momento della metamorfosi. Dai 100 ai 70 kg. Bisogna amarsi.
    Non si deve parlare di cosa sia meglio tra curvy, skinny, etc.. il meglio sei tu.
    Una volta che lo hai capito, penserai alla salute. E sarà molto più facile.

  265. Che poi ho notato (forse lo avrete fatto anche voi) che la stessa taglia è diversa a seconda della griffe. Perciò adesso (a 40 anni!) finalmente non faccio caso nemmeno più a quelle. Una cosa mi deve stare il meglio possibile addosso, in barba ai cartellini!

  266. Ho 28 anni e peso 100kg.
    Non ho problemi alimentari, mangio tanta frutta e verdura, cerco di evitare dolci e fritti. Le mie analisi del sangue sono ottime e tutti i giorni salgo una scalinata di 314 gradini per andare in facoltà. Ho un meraviglioso fidanzato da 8 anni che ogni volta che perdo qualche kg mi fa notare con disappunto che le coppe del mio reggiseno si stanno svuotando. Uomini di tutte le età mi riempiono di complimenti e lusinghe per la mia “bellezza”. Vado in crisi solo quando devo fare shopping, non posso neanche fermarmi davanti le vetrine di tanti brand perchè so che non arrivano a fare la mia taglia. Non provo nessun gusto a guardare sfilate e sfogliare riviste di moda perchè quello che vedo non posso neanche desiderarlo. La mia obesità è di origine genetica, con tanti sacrifici e rinuncie potrei perder peso, ma il gioco non vale la candela: ho ACCETTATO il mio corpo e mi piaccio come sono. Questo è solo per lanciare un messaggio: per piacere agli altri bisogna piacere a se stessi! Piccolo segreto…SORRIDETE SEMPRE!
    P.S. Ci metto la faccia…Questa sono io 😉

  267. Ciao Clio, ti seguo dal un po’ e questo argomento mi colpisce in modo particolare. Sono una ragazza molto giovane, ho quindici anni e nell’ultimo anno ho perso 12 chili. Prima le persone mi etichettavano come “grassa” , “balena”, non ero obesa ma semplicemente sovrappeso, il problema e che non mi sentivo bene con il mio corpo, camminavo per strada e ragazze piu magre mi prendevano in giro e questo mi faceva star male, cosi ho deciso di cambiare. Ho iniziato a praticare uno sport ed ho messo tutto l’impegno possibile. Ora sto bene con me stessa , non sono perfetta, porto un 44 e girando su internet vedo persone che continuano a deride anche donne con queste taglie e sinceramente un po mi far star male. Ma comunque io sto bene con me stessa e con il mio fisico e se ritornassi indietro rifarei tutto quello che ho fatto, il mio obbiettivo era stare bene con me stessa e l’ho raggiunto anche se non sono perfetta. Penso che le persone debbano trovare la loro stabilita e il peso con cui si sentono a proprio agio. Grazie veramente Clio perche tratti di questi argomenti delicati ma che mi stanno molto a cuore.

  268. Francamente quando affronto questo argomento mi sale una rabbia che quasi mi fa piangere. Quanto, quanto vorrei che le ragazze “fighe” fossero quelle che entrano in una M, che quelle troppo magre entrassero in una S , che non esistano negozi dove la taglia più grande non è fatta per il mio seno e che vedessi una modella con delle cosce che minimo si tocchino (alcune hanno di natura cosce che non si toccano ma molte altre no). Vorrei tanto avere una di quelle personalità così forti che lasciano l’aspetto in secondo piano : a volte percepisco l’intensione di “nascondersi dietro uno scudo di bellezza” quando voglio solo essere favolosa tanto da far desiderare a qualcun altro di essere come me. Detto questo io sono “grande”, non grassa, ma grande di struttura fisica, di ossa e la crescita da anni mi propone il modello “countdown” ovvero quello che “devi aspettare cara; sai già che a 19 anni ti alzerai di 20 centimetri -a beffa di tutte le altre- e quel che per ora ti preoccupa svanirà nel nulla” (per la mia famiglia è sempre stato così : “sarai basso fino alla fine della scuola e quando nessuno ti potrà prendere più in giro , crescerai ma mantenendo il soprannome”). Sono incavolata perché nel web mi trovo bene , la gente è d’accordo che è meglio essere curvy (ma perché, “femminile” non va più di moda?) solo che nella realtà portano una XS e fanno colazione con un Ringo – solo la parte bianca e la crema – e mai come adesso va di moda il Thigh Gap (cosce che non si toccano, letteralmente “buco delle cosce” che è anche peggio). Non è “Grasse contro Magre” ma ci hanno fatto illudere che magrissimo sia raggiungibile , il ché scatena una bel 8.7 nella scala Vaffangala . Che ne dite se domani ci imponiamo di essere favolose, di amarci e poi scriviamo di quanto è stato bello ? 🙂

  269. Si…è agghiacciante! Ed i genitori di quelle m…e hanno avuto ancora il coraggio di dire che si trattava di un gioco… sono senza parole. È proprio vero che la mela non cade lontano dall’albero.

  270. Io mi trovo d’accordissimo con te.. un conto è un corpo (che sia magro o in carne) SANO e un conto è esagerare in un senso o nell’altro con la scusa che “tanto vanno di moda sia le curvy che le skinny”! Io credo che la soluzione giusta dovrebbe essere accettare il proprio corpo, curandolo al meglio (il nostro corpo ci accompagnerà per tutta la vita!!!!) ma senza diventare ossessionati! Ci vogliono molto equilibrio e un po’ di buonsenso, ma secondo me possiamo farcela 🙂

  271. Buonasera fanciulle!L’argomento è veramente complesso e, a quanto ho letto finora, ha scatenato una bellissima riflessione.
    Da parte mia posso dire che non mi sento curvy perché le modelle definite tali sinceramente non mi rispecchiano: ho una quarta abbondante, vita stretta e fianchi larghi ma non sono molto alta quindi concordo con quante affermano che l’uso di queste modelle non è un ravvedimento degli stilisti ma semplicemente una questione di affari. Detto questo, però, mi piace pensare la moda in due maniere differenti: c’è quella moda che è un puro esercizio di stile e design da parte dello stilista e per la quale reputo necessaria la presenza di una modella magra (ma sana) e slanciata per indossarne gli abiti (perché capisco benissimo che non farebbe la stessa figura su una figura bassa e più rotonda!) ma dall’altra parte c’è la moda che è creata per tutti, per essere indossata ogni giorno e da persone che hanno le più diverse corporature.
    Secondo me è qui che bisognerebbe intervenire in maniera seria ma sono consapevole che potrebbe non succedere mai vista la quantità di affari che girano dietro tutto questo. Il peso e le forme erano, sono e saranno il cruccio di ogni donna perché siamo le giudici più spietate che ci siano e perché in fondo saremo sempre non soddisfatte al 100% di come siamo. L’importante è essere in salute: so benissimo di avere più di 4/5 kg che mi pesano ma sinceramente sto bene così non solo psicologicamente ma anche fisicamente: le mie analisi sono a posto! Dovrei muovermi di più e mangiare qualche dolcetto in meno ma sono pigra e sinceramente la vita ci regala così poche soddisfazioni che privarmi anche del biscotto o del cioccolatino non lo contemplo proprio! e poi mio padre mi ha detto che ha letto che le donne che come me hanno una forma a clessidra con vita stretta e fianchi più larghi hanno una sorta di protezione naturale contro i problemi cardiovascolari! Sarà vero? XD

  272. Clio che bella la frase in cui dici che cerchi di mangiare sano per entrare nella TUA taglia 🙂 è proprio così! Vorrei riportare brevemente la mia esperienza per “lanciare” un messaggio.
    Sono sempre stata abbastanza in sovrappeso, una ragazza chiusa, timida, super vergognosa, che si guardava allo specchio e vedeva letteralmente UN CESSO (fatemi passare il termine). Da qualche anno ho deciso di darmi una scossa, di smetterla di vivere nell’ombra, di parlare, ridere e scherzare. Perché la mia estrema insicurezza si rifletteva anche negli esami universitari e nello studio. Non andava bene nulla! Per un po’ è andata bene, ma mancava qualcosa..mancava quello slancio in più che mi permettesse di essere me stessa finalmente. Quello slancio è arrivato questa estate, l’estate in cui ho cambiato totalmente le mie abitudini alimentari. Ho perso circa 7 chili, la mia pelle sta guarendo da brufoli e punti neri, sono più felice, rido e scherzo di più. Le persone questo lo notano e mentre prima mi scansavano adesso mi salutano, mi fermano a parlare, mi ASCOLTANO!! Cosa che prima non accadeva.. tutto questo perché non solo i chili in meno hanno fatto bene all’aspetto fisico (e di conseguenza al mio umore), ma l’alimentazione sana ha fatto bene anche al cervello, al sangue, a tutto! Ma l’ho fatto solo PER ME. Ero io che non stavo bene con me stessa, come pretendevo di stare bene con gli altri??
    In conclusione voglio dire questo: l’aspetto fisico è il nostro biglietto da visita e deve piacere prima a noi, poi agli altri (ma non per forza). Quello che siamo dentro lo riflettiamo fuori. Se mangiamo male ingrassiamo, la pelle si rovina e stiamo male fuori e dentro. Se almeno mangiamo sano (senza dover per forza perdere peso), stiamo bene dentro e fuori. E chi se ne frega delle top model!! Quindi non fissiamoci solo con la bellezza esteriore, ma andiamo prima a migliorare la nostra salute.

  273. Capisco benissimo quello che vuoi dire!
    Tipo alle feste: le ragazze sono truccate, con tacchi e vestiti.
    I maschi: camicia (miracolo!), scarpe normalissime (magari un po’ più eleganti) e jeans.
    Per l’ultima frase mi hai fatto morire 😀 l’avevo pensato anche io :p

  274. Ti capisco, davvero…
    Non ho commentato perché questo argomento mi ha toccato e mi tocca ancora troppo da vicino…
    Spero di arrivare ad avere la tua maturità!
    Ti abbraccio forte :*

  275. ciao!! di solito non mi piace commentare, ma questa volta si parla di un argomento così importante che ci tengo davvero a dire la mia…
    Clio concordo al 100% con tutto quello che hai detto, la cosa principale è la salute, non i canoni di bellezza. Ma chi è che definisce la salute? vi spiego meglio: io ho avuto qualche anno fa un periodo molto brutto nei confronti del mio corpo, per colpa di chi? di una dietista…. da quando ho 12anni (ora ne ho 18) sono sempre stata bassina, sono poco meno di un metro e 60, e il mio peso ha sempre oscillato intorno ai 53/55 chili, porto la taglia 42, tutto normale quindi… un giorno di un paio di anno fa però siccome non mangiavo proprio in modo sanissimo mia mamma decise di portarmi da questa dietista, che dopo una visita di appena 10 minuti in cui mi ha soltanto pesata arrivò al verdetto: sovrappeso, per essere “in salute” avrei dovuto arrivare a 45chili (che è il peso che avevo alle elementari più o meno), con una sua dieta “apposta per me” che consisteva nell’eliminare i carboidrati e basta, 50euro per la “visita” e ciao…. giudicate voi… io successivamente ho passato un periodo bruttissimo in cui ho pensato di rifiutare completamente il cibo, odiavo il mio corpo troppo in carne per essere sano, dopotutto un camice bianco mi aveva detto che era sbagliato e io dovevo crederci. Passavo da giorni in cui stavo sul divano a ingozzarmi di patatine (tanto ero già grassa peggio non poteva andare) a giorni in cui una mela mi bastava per pranzo e cena, tutto condito di ore passate allo specchio a criticare la mia cellulite (un po’ ce l’abbiamo tutte) e i miei fianchi rotondi.

    Fortunatamente questo “periodo” triste è durato pochi mesi e non è mai sfociato in nulla di più grave, grazie anche al parere di un vero medico e delle analisi che nonostante il mio “sovrappeso” erano tutte perfette.
    Per questo voglio dirvi: cos’è la salute? molti spacciano per “salutari” i modelli di donna che si vedono in tv (magrissima o con curve esagerate e al silicone)… io ora ho capito che la salute te la senti addosso, mangiare sano (come ho imparato a fare) fa bene e fa sentire bene, la salute è quando hai energia per fare tutto quello che ti va di fare, e sentirsi bene nella propria pelle, fare esercizio perchè fa stare bene e non perchè fa dimagrire e un corpo in salute è semplicemente un corpo in cui stiamo bene!! non fa bene patire la fame per poter indossare un vestito su una passerella, e non fa nemmeno bene mangiare troppo e male per andare contro un’ideale di bellezza, il giusto è sempre nel mezzo, e anche se la normalità non va di moda alla fine è ciò che fa bene a tutti!! ora quando vedo che la bilancia segna un chilo in più non mi vengono le lacrime, ma penso sorridendo che alla fine quello che la gente vede di te non è il numero scritto sulla bilancia, ma come ti senti nella tua pelle!!!

  276. Mi piace molto come hai trattato questo argomento Clio, in modo delicato e equilibrato, la mia stima per te continua a salire.
    Leggendo i commenti delle altre ragazze mi sento di aggiungere solo la mia esperienza: sono piccola e magra(rientro in pieno nel mio peso forma) in parte per costituzione e in parte per l’ottima educazione alimentare ricevuta. A parte qualche episodio non ho mai avuto un rapporto conflittuale con il mio corpo e questo lo devo senza ombra di dubbio allo sport. Lo considero una cosa importantissima, fare sport fin da bambini insegna a conoscere il proprio corpo, a saperlo gestire, ad ascoltare i suoi bisogni, fa sentire bene!! Devo ringraziare i miei genitori per avermi sempre fatto fare sport, è anche tramite quello che sono riuscita a sviluppare un rapporto sano ed equilibrato col mio corpo (sono praticamente senza seno e non potrebbe fregarmene di meno, non mi sento meno femminile di nessuno) e ho attraversato l’adolescenza senza particolari crisi.
    L’unica cosa che mi manda in bestia sono le affermazioni demenziali tipo “le vere donne hanno le curve/solo magro è bello/le ossa diamole ai cani”, sono sintomo di insicurezza e di una mente profonda quanto una pozzanghera.
    È ascoltando il nostro corpo che ce ne prendiamo cura al meglio, i commenti altrui (a meno che non provengano da personale medico nei casi estremi di magrezza o sovrappeso, nel qual caso non sono commenti ma sensati consigli) lasciano il tempo che trovano.

  277. Cosa? ò.ò Ma questa dietista che razza di studi ha fatto? Ormai anche i bambini lo sanno che seguire un regime alimentare senza, o con pochi carboidrati è totalmente insano! Che vergogna, fare errori così grossolani sulla salute delle persone… E ti ha pure fatto venire i complessi, per fortuna ora li hai superati.

  278. Il problema è che se da una parte giornali e stilisti, calendari ecc, iniziano a selezionare anche modelle curvy, la realtà di tutti i giorni, parlo dell’italia, ti fa capire che una donna curvy non è accettata, perchè gli abiti per chi è oltre la 46 non si trovano! Ci tocca andare nei negozi per taglie forti, che però o hanno prezzi esorbitanti, o hanno modelli da vecchia belarda.
    nei negozi di target normale, si trova magari la 48 di pantalone, ma con la vita talmente bassa che risulta impossibile da portare senza scadere nel trash, per chi è dotata di sederotto. Oppure camicette che vanno giuste sul seno, ma poi hanno le maniche strettissime.
    Io sono una 46 abbondante, dalla mia non ho nemmeno l’altezza perchè sono decisamente bassa, e dico la verità, non mi vedo così “obesa”, ma è così che mi sento, obesa, quando entro in un negozio e cerco qualcosa da mettermi!
    quindi va bene parlare, mostrare …..ma vogliamo passare ai fatti? volete iniziare a creare abiti pensati per farci entrare un po’ di ciccia? o ci costringete ad andare in giro in tuta e camicioni, così che se non ci sentivamo sfigate, ci fate sentire voi!

  279. Sì diciamo che da quel punto di vista hanno mooolti complessi. XD ma per il resto se la passano meglio di noi, un po’ di acqua e sapone la mattina, vestiti comodi, al massimo devono stare attenti alla rasatura della barba, e via. 😛

  280. Condivido in toto!! Imparare a piacersi è l’unico modo per vivere sereni, scaricare su altri (uomini, amici, famigliari) il difficile compito di farci apprezzare noi stesse non funzionerà MAI. Prendiamoci cura del nostro corpo considerandolo una cosa bella e funzionale, ma prima di tutto prendiamoci cura della mente perchè senza quella anche il corpo più bello perde di fascino e attrattiva.

  281. Ciao Clio!
    Sono Martina, ti seguo dal famoso video dei pennelli e questo sarà il terzo o quarto commento che ti lascio..
    Tralasciando il fatto che con questo post hai toccato un argomento per me molto caldo, voglio semplicemente ringraziarti “di pancia” e complimentarmi con te per l’ottimo utilizzo che stai facendo della tua notorietà, esprimendo le tue opinioni in maniera sempre così cortese ed incisiva.

    Seguendoti da tutti questi anni sembra quasi di conoscerti, credo che tu abbia presente quale sia la sensazione.. Stai/state facendo un ottimo lavoro con questo blog e sono così contenta di vedere che il successo non ti ha mai cambiata! Abitare a NY aiuta non poco eh? ;D
    Tutto qua!

    Un forte abbraccio.

  282. Avrebbe dovuto vergognarsi chi ha detto una tale cattiveria!! Se ce l’avessi davanti l’appenderei al muro!

  283. Scusami se mi intrometto Fia, è che mi ci rivedo tanto in quello che dici… Vorrei dirti tante cose, ma forse non è la sede adatta e forse nemmeno le vorresti sentire… Allora ti mando un abbraccio fortissimo, pieno di affetto e di calore, perché tu sei splendida come sei e io ti adoro!

  284. sono d’accordo con quanto hai scritto e da quanto si evince dalla maggior parte delle replies la nostra forma a clessidra “va via come il pane”….anch’io ho qualche chilo in più e come te ne sono consapevole, ma ho deciso di fare ginnastica insieme a delle amiche guidate da una ragazza che lavora in una palestra per la riabilitazione si sorride e ci divertiamo ed è anche un modo per staccare dalla routine quotidiana ;-)))))) Baci e buona serata!! Sono cmnq contenta della mia fisicità ci ho messo 20 anni per accettarla e ora ne sono fiera!!!!

  285. Buonasera.
    E’ tristemente di oggi la notizia di un ragazzo offeso malmenato e seviziato, perchè obeso. Ecco ammetto di non aver letto i commenti di tutte, colgo l’occasione però di ricordare quanto sia importante evitare certi commenti battutaccie su chi non conosciamo. Già chi è obeso o solo grasso, ha dei problemi trovare i vestiti, riuscire a svolgere le normali attività quotidiane, non aggiungiamo altre cose. Se conoscete una persona con questi problemi parlategliene e cercate di aiutarlo, ma le prese per il culo e le battutaccie lasciatele per altre cose.

  286. io fino ai 12 anni ero magrissima, poi mi sono sviluppata dopo il ciclo e ho iniziato ad ingrassare, con un effetto yoyo fino ad arrivare a 1,59 per 72 Kg.
    inutile dire che essendo così bassa di statura i chili di troppo si vedevano tutti!
    così anche per problemi di salute (problemi di circolazione, non devo caricare troppo peso sulle gambe) ho iniziato a mangiare meno e fare un po’ di attività fisica.
    ora sono arrivata a 63 Kg ma dovrei perdere ancora qualche chilo.
    però rispetto a prima sono molto più proporzionata e sono rientrata in vecchi jeans e magliette che non potevo più indossare da anni. e mi sento molto più a mio agio con me stessa, mentre prima indossavo solo felpone e jeans larghi per nascondere le mie forme, ora indosso abiti più attillati per valorizzarle e mi piaccio molto di più anche se non sono certo magra mi piaccio molto di più.

  287. Carissima Sara hai solo 15 anni ma il tuo commento sembra sia stato scritto da una donna adulta! Mi raccomando continua su questa strada perché è la migliore che potessi imboccare! L’amor proprio è un traguardo che in molte non riescono a raggiungere in tutta la loro vita (mi ci metto in mezzo pure io che ho 11 anni più di te ma ancora tante insicurezze). Pensa soltanto al traguardo che hai raggiunto,fregatene di quelle che ritengono grassa una taglia 44. Quelle persone sempre pronte a sparare cattiverie e sentenze si rivelano essere poi le più insicure e infelici. Magari avranno anche una taglia 40 ma fidati,dentro di loro avranno sempre un grande vuoto e non saranno mai soddisfatte di loro stesse! Tu invece a 15 anni hai già capito tutto! Devi essere molto orgogliosa di te! Baci!! 😀

  288. Si vede che sei bella e soprattutto SANA! Dici di pesare 100 kg ma vedendo questa foto io non lo avrei mai detto! Sono davvero ben distribuiti e nei punti giusti poi! 😀 Complimenti!

  289. Ciao ragazze questo argomento mi sta molto a cuore e vorrei condividere con voi la mia esperienza. Ad aprile dell’anno scorso il mio migliore amico del tempo con altri ragazzi mi hanno stuprata. Da allora ho sviluppato dei fortissimi attacchi di panico con sincope (svenimenti) e restrizione della trachea… ho perso peso e non un po di peso ma bene 15 kili. Avevo 17 anni e facevo il 4 anno delle spureriori ho combattutto e ho continuato ad andare a scuola per i restanti due mesi e ho superato l’anno. A settembre peró prima di iniziare la scuola il mio corpo non ha retto e il primo giorno di scuola mi hanno seduta proprio accabto al mio aguzzino. Ho perso i sensi e mi si è aperta la testa. Ho avuto dodici punti. Ero arrivata a pesare 38 kili per 1,61. Ho smesso di andare a scuola troppo debole per fare tutto e soprattutto perche dopo quello che mi era successo tutti a scuola mi chiamavano la puttana scheletro. Ora h 19 anni ho preso il diploma da privatista e sto per iniziare l’universitá. Sono fiera di dire che peso 55 e che vado in palestra 4 volte a settimana, perderó un paio di kili messi in estate e spero di stabilizzarmi a 52 il mio peso forma. Sono fiera di me volevo condividere con voi la mia esperienza per ricordarr anche a me stessa quanto il corpo sia importante. Quanto esso ci protegge (io volevo andare a scuola per non dargliela vinta ma il mio corpo si è ribellato perche non rwggeva piu), quanto è importante curarlo e fare sport per sentirci forti e potenti ma soprattutto bene con noi stesse… Ho imparato ad amare il mio corpo e a prendermene cura.. l’ho guarito dopo che l’avevano insudiciato e ora almeno un po sono felice.

  290. Ciao Clio! Volevo innanzitutto farti i complimenti per come hai trattato questo argomento così delicato, e magari raccontarti un pezzettino della mia storia. Credo di rientrare nella categoria (se così si può dire) delle “ragazze normali”. Ho 19 anni, sono alta 1.70 e attualmente peso 65 chili. Dico attualmente perchè sono sempre stata sottopeso.. a 14 anni ero alta un pochino di meno ma ne pesavo 48. Quest’anno poi è stato come stare sull’altalena, ho dovuto affrontare la maturità, ho preso la patente, seguito un corso di inglese e poi come un fulmine a ciel sereno ho perso mio zio e mia nonna, così, all’improvviso. Mio zio si è spento a novembre e dopo 10 giorni hanno diagnosticato un tumore a mia nonna, che se n’è andata dopo appena due mesi. Avete presente la madre di Bridget Jones? Mia nonna era così, a ripensarci ora avrei dovuto essere più dolce con lei.. Beh insomma, quando è morta pesavo 58 chili. Poi durante l’anno 62 e a luglio, finiti gli esami, il mio peso ha iniziato ad aumentare senza che io potessi fare niente. Stavo a casa tutto il giorno, ad affrontare quel dolore di febbraio che a causa degli impegni avevo accantonato. Più stavo a casa più prendevo peso, più prendevo peso più MI VERGOGNAVO ad uscire. Ho allontanato tutti. Non trovavo più via d’uscita, non volevo neanche alzarmi dal letto la mattina. Poi ho capito che vedevo un’immagine distorta nello specchio. Anche se la bilancia segna 65 chili i miei jeans sono sempre taglia 40 e ora porto una quarta di reggiseno nuova di zecca. I fianchi e la pancia sono morbidi? Il mio cuginetto di 3 anni ne è più che felice quando mi dice “sei morbida come una mamma” e ci si addormenta. Grazie a chi ha letto questo poema, grazie al mio cuginetto e grazie a Clio che dà modo di riflettere e condividere!

  291. Sicuramente la moda mi sembra che ancora non mostri modelle con un corpo normale, anzi continuano con i soliti modelli malsani e magrissimi e il fatto che anche tu Clio lo confermi vuol dire che è così… Giusto il Brand Victoria Secret, mi sembra che abbia modelle non troppo magre… Mi piace molto la modella che hanno scelto per il calendario Pirelli, hanno fatto più che bene!
    Devo ammettere però che ci sono rimasta stupita quando ho visto Christina Hendricks: me la ricordavo snella e ben dotata di seno, davvero bella… dalla foto invece ho notato che è un po’ aumentata (il vestito nn le donava molto e visto che era alla premiazione degli Emmy vedere quel rotolo che le spuntava da sotto l ascella per il vestito stretto non era proprio bello secondo me)… come fisico non mi piace molto… Ho letto anche su Wikipedia che è stata anche criticata e nonostante ciò mi dispiace perché ha un viso stupendo!

  292. Ogni parola sembra superflua quando si sentono storie come la tua! Sono profondamente dispiaciuta e anche mortificata come persona (e come donna soprattutto) per tutto quello che ti hanno fatto e che hai dovuto passare anche dopo la violenza con tutti i pregiudizi di gente mediocre e cattiva!Non riesco e non voglio nemmeno immaginarlo,il solo pensiero mi fa stare male!Probabilmente questa orribile esperienza te la porterai dietro per tutta la vita! Anche io ho subito un trauma molto forte (ma di tutt altro genere) e aihmé anche se sono passati quasi 5 anni ci convivo ancora con quel pensiero e la mia vita è totalmente cambiata da quel giorno! Ma bisogna cercare di andare avanti anche se non è sempre facile e ci sono giornate decisamente “NO”! Ammiro davvero molto la tua forza,hai combattuto,sei riuscita a rialzarti in piedi e nonostante sia una strada in salita la stai percorrendo molto spedita! Hai 19 anni e una vita intera davanti e spero che il tuo futuro ti riservi solo il meglio! Lo meriti davvero! Un grande abbraccio tesoro! E vai avanti così!!! 😀

  293. Grazie davvero per la tua sensibilitá. Hai ragione la gente cattiva c’é e anche le giornate no.. ma noi siamo forti e non ci facciamo abbattere! Spero che la vita riservi meglio anche a te e anche se queste esperienze ci hanno segnato ci hanno anche fatto guardare la vita in modo diverso, no? Adesso anchd fara una passeggiata è un enorme soddisfazione solo per il fatto che cammino a testa alta. Un bacio grazie.

  294. Decisamente ciò che ci circonda è in continua contraddizione. Una donna magra lo è troppo ed è sciupata agli occhi degli altri, oppure ha una fissazione. La donna in carne magari deve sentirsi consigliare di mangiare di meno. Siamo come siamo, possiamo lavorare su qualche miglioramento, ma non esagerare e cadere in un eccesso o nell’altro. Io purtroppo ho perso peso, per stress inizialmente poi inspiegabilmente ho perso altri Kg, pur mangiando di tutto bene o male, e alla fine mi hanno detto che è stata colpa della colite, che prima avevo sentito nominare solo da Emily de “Il diavolo veste Prada”. Insomma, io mi ritengo troppo magra e “leggera”, non che prima avessi molte curve, ma mi sentivo un pò meglio. Tutto questo perchè vorrei far capire a chi giudica spesso anche la magrezza, che mettere peso è comunque difficile come dimagrire, e che l’ansia che deriva da certi problemi, non fa che peggiorare la situazione, figuriamoci sentirsi ripetere che non andiamo bene così come siamo.

  295. Grazie di cuore! Questo dimostra che non sono i kg ne la taglia a fare la bellezza di una donna!

  296. è assurdo constatare che ci sia tanto male vicino a noi.. sono esperienze che ti segnano a vita e molto spesso non ci si riprende più! il tuo coraggio e la tua grinta rendono ancora più piccoli ed insignificanti questi ragazzi senza cogl***i che devono ricorrere alla violenza per avere una donna. Complimenti hai una personalità forte e decisa, farai strada di sicuro 🙂 quanto a quei vermi spero che siano stati puniti e che continueranno a vivere nella loro frustrazione e vigliaccheria la loro vita penosa!!

  297. mi piace come la pensi 🙂 effettivamente siamo pressatissimi anche noi, il fatto è che viviamo nel “tempo dell’ immagine” quando non c’ è mai stato momento migliore per cercare la sostanza non so se mi spiego…

  298. sono d’ accordo con te!!ognuno di noi cerca di avere ciò che ancora non ha e sarà sempre così, la perfezione non la troveremo mai giudicando noi stessi, ma forse la troveremo giudicando qualcun altro!

  299. D accordissimo con te… e poi MAKE UP YOUR MIND… non potevi trovare titolo più azzeccato di questo.. avessi una rivista ti farei tenere una rubrica sul make up.. scrivi davvero bene cliuZza 😉

  300. infatti per un periodo ho veramente esagerato col cibo perchè volevo prendere peso ed il mio stomaco mi chiedeva pietà, ero continuamente assonnata e appesantita, poi piano piano ho cominciato a capire quanto fosse scemo questo mio modo di fare che voleva accontentare gli altri a discapito della mia salute, ed ora mangio sano e quanto voglio io, non quanto vogliono gli altri ^_^

  301. mi spiace e so quanto possa essere difficile per noi magroline perdere quel pò di peso che ci guadagnamo con fatica! ma quello che penso col senno di ora, anche avendo la prova che ogni volta che mi capita di fare analisi o visite mediche sono sempre risultate ottime, che non siamo così deboli e fragili come ci vogliono far credere, oggi mi è capitato di vedere una signora con una rara malattia per cui le sue cellule non immagazzinano grasso, ed era pimpante ed allegra lo stesso, mio padre ha fatto un commento arido e cattivo sul suo aspetto, io invece vedendola mi sono resa conto che è importante soprattutto essere positivi e quanta energia questo possa darci 🙂

  302. Hai ragione,io a quest ora sarei potuta trovarmi 6 metri sottoterra e invece sono ancora qui! Ho avuto un incidente d’auto orribile,sono precipitata in un burrone e ho volato per 300 metri! Praticamente sono una miracolata! Nel mio caso ogni giorno in più è un regalo! Ci sono ancora tante cose che devo affrontare ma piano piano ci sto provando,un passo per volta e ci riprenderemo le nostre vite! Tu mi raccomando cammina sempre a testa alta!! Sei forte e supererai tutto!! Un bacione cara! 😀

  303. Mi dispiace molto cara… ogni parola aggiunta sarebbe d’intralcio… ti abbraccio forte! 😉 dai che sei forte! :-****

  304. A volte scrivo d’impulso perché succede che post o commenti capitino proprio in un momento particolare. Manco a farlo apposta. E non sai quante ne avrei da dire.
    Poi ci penso e mi dico che forse la colpa è anche mia, che dò troppa importanza agli altri e a quello che dicono, penso pure che anche io sono “gli altri” e mi cerco dei torti. E ne ho. Hai voglia se ne ho.
    Però non c’è niente da fare, alla fine resta tanto amaro in bocca che gira che ti rigira uno resta così.
    Non è facile accettarsi per come si è quando sei sempre sbagliata, non è facile quando subisci continue pressioni, non è facile quando sei costantemente sotto osservazione.
    Sono io che abbraccio te, fortissimo, splendida donna!

  305. Non sei ot per niente, sono frasi che inutili e sciocchine che detesto anch’io con tutte le mie forze (come tutte le cose inutili e sciocchine) e proprio a questo mi riferivo ieri quando ho scritto degli inutili schieramenti che cicciano fuori ogni volta che si parla di queste cose. Sempre le stesse cose.
    Ognuno ha una sua conformazione fisica, io e te non saremo mai un tipo alla Ferilli o alla Bellucci, embè? Che siamo meno donne?
    A me sinceramente non frega un piffero di cosa piace agli uomini, e mi ha anche un po’ scocciato questa fiera dei luoghi comuni, ma basta per favore che ci saranno uomini cui piace una cosa e uomini cui ne piace un’altra. E comunque chi se ne frega, se le curve non le abbiamo non possiamo inventarcele, mi pare pure ovvio. C’arriverebbe pure il mio gatto. Ma loro, quelli che “agli uomini piace la carne”, evidentemente no, non c’arrivano e in tutta onestà io non ho niente da spartirci con gente così, perché mi hanno davvero stancata.
    Come dicevo, che ognuno si faccia il corpo suo e possibilmente la smettesse di guardare e giudicare quelli degli altri apostrofandoli in modo tanto idiota.
    Questo (e ne avrei altre ma oggi sono buona e mi trattengo) per dirti che hai perfettamente ragione.

  306. Cristina ti adoro, i tuoi commenti sono una botta d’autostima pazzesca, davvero!
    Ha ragione Emily, sei libera, libera e consapevole e questo traspare da ogni tua parola.
    Sei un bellissimo esempio!

  307. e i vestitini alla Clio? li avete mai visti in Italia? qui solo maglioni lunghi “a sacco” che su un fisico come il mio stanno malissimo!

  308. Ti ringrazio di cuore.. Sto bene con me stessa e sono in pace col mondo, e questo è “il risultato” !hihihih

  309. aggiungo che spesso a chi è grasso si dice “mangia di meno e fai più movimento”…come se fosse facile! anche su questo blog purtroppo ho letto cose del genere, e ho risposto a tono. Spesso è colpa del metabolismo, noi pensiamo che la persona grassa si strafoghi di dolci e patatine, magari invece va avanti ad insalate, ma il suo metabolismo non ne vuol sapere! Oppure si mangia per compensare delle mancanze, colmare dei vuoti, e non è facile smettere se prima non si cura l’aspetto psicologico della cosa. Purtroppo non tutti riescono a rientrare nei ranghi e perdere peso, perchè spesso c’è qualcosa sotto che noi, da fuori, non conosciamo. E quindi non giudichiamo!
    Ecco, grazie a Letizia che mi ha dato lo spunto, ci tenevo a scrivere questo pensiero perchè purtroppo anche qui ho letto discorsi del genere, seppur sempre con modi appropriati e senza offese.

  310. tempo fa avevo visto un documentario su degli stilisti emergenti (non ricordo chi fossero), e una di loro doveva fare una linea di abiti per “taglie forti”… le suddette taglie forti erano rappresentate da una modella taglia 42. ripeto taglie forti, ripeto rappresentate da una modella taglia 42. ora, io non so in che mondo una 42 è una taglia forte…

  311. È vero quelli “alla Clio” sono rari… Però qualcuno stile impero non troppo costoso a volte si trova tipo da talco, shake o simili… Ovviamente non tra i brand famosi come Zara e hm chiaro… -.- io sono simile a te come fisico e sono sempre felice di fare shopping per biancheria intima o vestitini (come questi che ti ho detto) o magliettine scollatine… Ma quando si tratta di cercare pantaloni o jeans….. La tragediaaaaaaaaa :(((( lì davvero li trovo esattamente come i tuoi :(((

  312. hai citato negozi che non conosco……forse per questo che io non ne ho mai visti in giro 🙁

  313. Sono contenta perché visto l’argomento mi aspettavo, come spesso capita su internet, i soliti commenti cattivi delle ragazze magre che insultano le grasse e viceversa….Una lotta spietata da cui nessuno esce vincitore! Invece ho visto tante ragazze che raccontano la loro storia con semplicità senza giudicare nessuno, così dovrebbe essere! Per me un bel corpo è un corpo in salute ma non ci sono parametri oggetti: se uno è robusto di corporatura per lui essere sano è rientrare in quella corporatura, per me che ho il fisico molto asciutto peso forma è quello che ho, anche a se a molti sembra poco, ma non faccio nulla per essere magra o più magra, mangio sano e non mi preoccupo del peso.. Mi dispiace vedere che l’aspetto fisico abbia ancora tutta questa importanza: certo, un bel corpo è un bel biglietto da visita, ma se non si desse tutta questa importanza all’apparire, forse le donne sarebbero meno complessate. Perché dobbiamo per forza definirci: curvy, magre, poco seno, tanto, seno, e stabilire che una categoria debba essere migliore o peggiore? Concordo con te, scegliere modelle curvy è l’ennesima strategia di marketing. IL vero cambiamento sarebbe scegliere donne normali, e non fotosciopparle in modo da trasformarle alieni…

  314. Ciao ele! Sarebbe bello che anche i produttori di vestiti capissero che la nostra forma ha bisogno di vestiti normali e non microtaglie dritte che penalizzano ogni curva! È bellissimo l’imprgno che stai affrontando con le tue amiche e piacerebbe anche a me, anxhe perché almeno in compagnia non si rischia di annoiarsi e perdere subito l’interesse! Purtroppo sono lontana da casa e amiche, da queste parti, non ne ho!:( ma voglio cercare di impegnarmi di più! Prima o poi! XD ti msndo un grande abbraccio e ti auguro una buona giornata! ;***

  315. Di solito si è portati a credere che l’uomo è immune ai trend e alle mode (anche se non so perchè), ma se ti guardi bene intorno capisci subito che non è così.

  316. Nulla da aggiungere… semplicemente vorrei dirti che ammiro la tua forza di coraggio nell’aver condiviso con noi la tua storia! Hai un carattere forte e questo non può farti che bene! ora cambierai vita, perchè l’università è un altro mondo… completamente diverso dal liceo! Spero ti godrai appieno questa avventura! in bocca al lupo!!

  317. Miao Lu! Oggi riesco a risponderti, ci tenevo a farlo.. Devi capire che purtroppo in questo mondo ci sono persone ignoranti. L’ignoranza non è data dalla mancanza di un titolo di studio, ma dall’educazione assente, dai modi gretti e dalla scarsa capacità di pensare. Dire ad una ragazza nel pieno dell’adolescenza che ha problemi di peso, quando così non è, è tutt’altro che una mossa intelligente, semmai stupida ed incosciente, aggravata dal fatto che sono due adulti a compierla. Generalmente poi le persone non cambiano, e qua entri in gioco tu con la tua testolina: non lasciarti condizionare dalle cattiverie e non passare giornate intere a pensare che tu sia sbagliata! Non lo sei.. Sfrutta le tue energie in modo positivo, imparando a lasciarti scivolare addosso i commenti distruttivi ma soprattutto dedicandoti in totale serenità ad attività che ti piacciono. E’ difficile a volte, però non abbandonare la fiducia in te stessa. Un bacio

  318. Ringarzio voi perché invece di compatirmi mi incoraggiate …. davvero ragazze grazie non ho parole spero chr la vita ci riservi il meglio. Siete davvero delle persone meravigliose!

  319. Grazie spero che a nessuno succeda mai una cosa del genere ma se succede bisogna rialzarsi e parlarne… altrimenti il dolore t’avvelena. Grazir per l’abbraccio lo sento davvero! <3

  320. guarda, io ho passato anni in questa situazione. Nel momento in cui raggiungevo il mio equilibrio fisico e mentale ed ero serena, arrivava qualcuno a dirmi “eh ma come sei magra, ma mangi?”..allora booom, ricominciavo da capo.
    Comunque la notizia non l’ho letta. e penso che se succede qualcosa al ragazzino, i tre stronzetti verranno accusati probabilmente di omicidio volontario.

  321. Sono d’accordo con te fino ad un certo punto … E spiego il perché .!!! Io sono da sempre una taglia 40, peso 51/52 kg. Direte che è una fortuna giusto? Si lo è , ma sappiate che io se non mangio un giorno perché ho l’influenza dimagrisco un kg e ci metto un mese per rimetterlo. Ogni volta che incontro una persona mi che non mi vede da un po’ mi dice ah ma quanto sei secca ma mangia un po’, ma stai diventando anoressica etc etc.. Quindi quelle che hanno qualche problema con il peso perché si permettono di offendere quelle che magari stanno sempre a ingrasso !!!io non dico mai sei grassa mettiti a dieta . Na qualche volta credetemi esiste anche il problema al contrario . Questo non toglie che tutte queste modelle deperire non vanno bene come non va bene neanche la taglia 50 !!!

  322. Finalmente qualcuno che mi capisce! L’anno scorso ero in piena paranoia perchè mi ero lasciata col mio ex e di conseguenza il mio fisico aveva reagito male… Insomma ero dimagrita ancora di più! (ero 41 chili… atroce).. e già stavo molto male dentro di me in quanto avevo continui attacchi d’ansia in più ci si misero alcune persone a dirmi che sembravo una BAMBINA perchè ero troppo magra e senza curve O_O ero entrata in un circolo vizioso in cui temevo la bilancia e avevo paura che segnalasse 40 chili, mi sforzavo di mangiare anche quando non volevo perchè dovevo ingrassare per paura di perdere quel “poco di bello che era rimasto”…. Ora ne sono uscita, ho recuperato quei tre chili e sto bene dentro di me…
    Ma tutto questo l’ho scritto per dire che a volte la gente sa essere davvero crudele… Anche senza farlo apposta, eh… Però ritengo che a volte certi pensieri bisognerebbe tenerseli per se… Perchè dire ad una ragazza che sembra uno stecco fa male quanto dire ad un’altra che sembra un’orca..

  323. diciamo che ho la fortuna di vivere in un quartiere con pochi negozi ma buoni… In particolare sotto casa ho un negozietto (ovviamente non un grande marchio) gestito da una bella signora in carne che spesso mi fa trovare delle cose belline e adatte a me! però ripeto per i jeans/pantaloni non mi salvo… 😉

  324. Ciao Clio , hai avuto coraggio a scrivere un post su questo non facile argomento . Come evince dal tuo post , e’ bello un corpo sano e in ( qualsiasi ) forma naturale . Io personalmente preferisco un corpo magro , ma ciò non vuol dire malato , e purtroppo si cade spesso in questo stereotipo . Credo che la modella della McCartney sia giovanissima e che abbia naturalmente un corpo magro e ” spigoloso ” . La maggioranza delle modelle sono così perché sono delle spilungone altissime e molto giovani con una vita frenetica , quindi tutto questo puntare il dito appena una non ha un filo di grasso lo trovo davvero ipocrita e cattivo .

  325. Certo tesoro che ti capisco, e credo s’intuisca anche dal tenore dei miei commenti quanto ne abbia le scatole piene.
    Dell’astio, del livore, dell’acidità rivolti alle magre.
    Verso una ragazza troppo magra c’è sempre un atteggiamento che è un misto di repulsione e compassione ben conditi di scherno, ma in ogni caso mai tatto, mai delicatezza.
    Con la magra ci si sente liberi di esprimersi come si vuole e di dire ciò che si vuole, facci caso.
    E io, appunto, ne ho le palle piene.
    Ti chiedo scusa per lo sfogo, e ti mando un abbraccio fortissimo. Sappi che ti sono vicina 🙂

  326. Innanzitutto volevo farti miei complimenti per come sei riuscita ad argomentare un tema così delicato. Io soffro di bulimia da anni ormai, e devo confessarti che leggere le tue parole mi ha veramente commosso. Mi trovo pienamente d’accordo col tuo pensiero senza se o ma. Purtroppo però tra il leggere tutto ciò e la vita di tutti i giorni c’è un abisso, anch’io molto spesso guardandomi allo specchio cerco di autoconvincermi di tutto ciò che hai appena detto, ma quando trovi gente che guarda anche il cm in più di carne sulle cosce è impossibile non ricadere. Un bacio clio ti stimo tantissimo, sei una donna meravigliosa.
    P.S. ELIMINA I VIDEO IN ALTO AI POST. Mi rallentano il pc 😛

  327. Ciao a tutte ragazze.. Questo è un argomento delicato che sta a cuore a tutte noi, c’è poco da fare. Per quanto mi riguarda, sono sempre stata magrina e con le curve, ma poi complice l’amore da una parte (giovedì patatine e divano, venerdì aperitivo, sabato cena, domenica gelato etc.), il lavoro dall’altra (lavoro in una pizzeria), e la pillola nel mezzo (GRRRR), ho preso più di 10kg, che su di me che non arrivo al metro e 60, si vedono non poco! Per carità non ero grassa, pesavo 64kg, però non mi vedevo più bene, non mi sentivo più io.
    In un primo momento ho attraversato la fase “SCUSE”: Ah ma secca secca non mi piaccio più, ah ma vado bene così, ah ma almeno mangio io etc. Però in fin dei conti non era vero che mi sentivo bene, non riuscivo a fare 10 scalini senza avere il fiatone, e non avevo più voglia di far nulla.
    Poi finalmente c’è stata la svolta.. A maggio mi sono decisa ad andare in palestra, e ho trovato un allenatore bravissimo che mi ha spronato a fare del mio meglio.. Da quando ho iniziato mi sento diversa, sono attiva e piena di energie, e ho anche un colorito migliore in viso… E poi c’è il risvolto peso.. Ho perso 5 kg, ma non è quella la cosa più importante.. La cosa importante è che ho messo su del tono e anche se non sono magra come prima, sono più tonica, perciò mi piaccio anche di più..!!
    Ragazze fate sport, al di là del peso, è la cosa più importante!!!! Perché ricordate, il muscolo pesa più del grasso, ma esteticamente è tutta un’altra cosa!!!

  328. c’è che secondo me sono poche le donne sicure di se che sanno accettare i propri difetti ed esaltare i propri pregi al di là del peso che ci dice la bilancia, spesso conosciamo anche poco il nostro corpo e ne abbiamo poca consapevolezza. in questo la moda ha un grande effetto.. tutte le collezioni da sfilata vengono sviluppate in tg 40 / 38 e a volte anche 36, e ovvio che poi ci troviamo tartassati di pubblicità con modelle magre, perchè è quello lo stereotipo della donna perfetta, alta e snella. bhe la maggior parte di noi non siamo così e spesso ci ritroviamo a paragonarci a questo stereotipo spesso dimenticando chi siamo noi, come è fatto il nostro corpo, e sopratutto dimentichiamo la nostra salute, per imporci diete e quant’altro per avvicinarci il più possibile a certi cannoni.

  329. A 13 anni avevo delle punturine di zanzara (pure sporporzionate con la destra più grande) e a punta, che cercavo di nascondere disperatamente con reggiseni imbottiti! Ahaha povera me ! Sta tranquilla non sei spoporzionata sei in crescita e in quel periodo peggiore XD ! Stringi i denti passerà! Nel frattempo ti consiglio di fare sport, magari il nuoto, e dopo la doccia metterti sempre la crema o olio di mandole per evitare la comparsa di smagliature visto che il tuo corpo si sta modificando. Un bacio!

  330. Grazie Eva,purtroppo sono cose che possono accadere! Quello che è successo a Damage e quello che è successo a me sono cose totalmente differenti. La cosa che ci accomuna è il fatto che un’esperienza traumatica ci ha dato delle paure nuove e delle conseguenze psicologiche. La cosa importante è riprendersi la propria vita e cercare di non farsi tormentare dal passato!

  331. Ecco, finalmente il post che ci serviva! Hai sintetizzato molto bene quello che penso e che più volte ho cercato di esprimere nei commenti. Il vero problema è per noi che stiamo nel mezzo, che non siamo curvy perché abbiamo una seconda scarsa e non siamo skinny perché non troviamo un paio di jeans che non stringano su cosce/sedere senza rimanere larghi in vita…o che magari abbiamo il problema opposto!:)

  332. Ciao Clio, di solito non commento mai, ma l’argomento “peso” mi sta particolarmente a cuore. Io ero una ragazzina magra, il mio dottore diceva che avevo un fisico longilineo e che ero in salute; io mi sentivo benissimo, praticavo pallavolo a livello agonistico ed ero piena di energia. Il mio peso oscillava tra i 47-48 kg, per 1,70 cm di altezza. E così è stato fino ai miei 18-19 anni. Le persone però mi guardavano con disprezzo e mi chiedevano sempre se fossi anoressica. Era orribile, e penso che abbia cambiato profondamente la mia vita.
    E’ vero, ero magra, ma ero una ragazzina e a quell’età, le ragazzine magre, sembrano sempre un po’ smilze. Quelle cattiverie gratuite mi ferirono a tal punto da indurmi ad avere un’ossessione per il mio corpo, da non sentirmi femminile a causa delle mie poche curve, da compromettere la mia vita intima e sentimentale.
    Adesso ho 26 anni, peso 58 kg e ho un fisico normale. Non sono più la ragazzina magra di un tempo, sono una donna e il mio fisico ha subito delle normali trasformazioni. In più, ho un metabolismo diverso: mangio con coscienza, ma se “sgarro”, nel giro di poco prendo subito un paio di kg, che si accumulano sui fianchi e le cosce.
    La stessa gente che mi opprimeva chiedendomi se fossi anoressica, ora mi fa notare che sono ingrassata. Com’è strano il mondo.
    La verità è che cerchiamo di piacere agli altri più di quanto cerchiamo di piacere a noi stessi…
    E gli altri, sono spesso persone a cui non importa nulla di noi.
    Vorrei aggiungere un’ultima cosa per fare un diretto riferimento al tuo post, Clio: paragonare i nostri corpi a quelli di modelle e attrici famose, nel bene e nel male, è assolutamente umano. Ma non facciamoci ingannare. E’ vero che a Karlie Kloss si vedono le costole e forse non è un modello sano, ma siamo sicure che lo siano tutte quelle modelle e showgirl altrettanto magre, ma con un seno (rifatto) abbonante a cui ci ispiriamo ? E siamo sicure che le cosiddette donne curly non siano ricorse a loro volta a un ritocchino (chirurgia o Photoshop, poco importa) per rendere così sexy il loro corpo ? E’ facile sentirsi a disagio davanti a cotanta -innaturale- bellezza.

  333. Ciao a tutte! Questo è un argomento che fa riflettere un po’ tutte credo…io fortunatamente non mi sono mai ispirata a modello e attrici non le invidiavo se avevano un corpo più bello (e quindi per me magro) del mio perché so e sapevo che o erano ritoccate o comunque avevano degli strumenti in più per avere quel corpo lì. Quelle che invidiavo erano le persone normali e le mie coetanee le vedevo con un sedere più piccolo del mio e mi dicevo perché non posso averlo così? Le vedevo con meno pancia o più alte e quindi più slanciate e mi dicevo perché io non posso essere così?
    Non posso dire che adesso (ho24 anni) non faccia più questi ragionamenti perché a volte ancora mi succede, soprattutto se è una giornata no ma ho la consapevolezza che quasi sicuramente quella ragazza che ho osservato anche lei mi avrà guardata e avrà visto qualcosa che lei non ha e vorrebbe.
    Io ho accettato il mio corpo così com’è a volte cerco di migliorarlo con lo sport o mangiando più sano ma so che certe cose o le tagliuzzo via o niente e sinceramente non mi faccio così schifo da doverlo fare…perché il punto per me è proprio questo…io mi piaccio abbastanza!! Non sono super sexy ma mi vado bene così!!dobbiamo riuscire ad accettarci e a cogliere i nostri lati positivi per metterli in rilievo rispetto a quelli negativi

  334. Ognuna dovrebbe accettarsi per quella che è, perchè nasciamo tutti con una certa conformazione fisica, frutto della genetica, e è giusto assecondarla e amarla non combatterla. Anzi credo che cercare di cambiarsi a tutti i costi risulti anche esteticamente poco gradevole. Il problema del peso però è un dramma per le adolescenti, perchè sin da bimbe sono immerse in una società che manda messaggi pericolosissimi. Purtroppo conosco persone che si sono rovinate la vita in tenera età, addirittura c’è chi inizia a vomitare dalle elementari e ciò che spesso si ignora è che se non curate, certe malattie sfociano nella psichiatria, cioè si diventa al pari di una persona insana di mente. Quello che ho imparato è che i genitori devono sempre prestare attenzione ai propri figli, e non esaltare nè sminuire il loro aspetto fisico. Ebbene sì nemmeno esaltare: una ragazzina convinta di valere solo perchè di bell’aspetto non avrà poi altra prospettiva nella vita. Bisogna incoraggiare i propri figli a coltivare le qualità che hanno non qualcosa di futile e passeggero come la bellezza. Spero che il futuro sia migliore per noi donne da questo punto di vista.

  335. Ciao Stefania! Io ho avuto il problema esattamente opposto al tuo e ho la tua stessa età! Fin da piccola sono sempre stata “robusta” ma in forma quindi mi sentivo e stavo benissimo con me stessa… Crescendo ho preso qualche chilo in più (io sono alta solo 1.58m e sono arrivata a pesare 60kg)… In realtà non tanto dagli altri estranei ma quanto dalla mia famiglia arrivavano le critiche (mio papà mi chiamava “piccolo vitellino”, ok affettuosamente, però non è proprio una delle cose migliori da dire a una ragazzina che sta crescendo e inizia a essere bombardata dai mille stereotipi che hanno caratterizzato la mia adolescenza). Il non sentirmi apprezzata in casa mi ha portato a lasciarmi andare piano piano fino ad arrivare a pesare 85Kg all’età di 23 anni… Ero disperata anche se le varie analisi hanno dimostrato che stavo “bene”!! Poi me ne sono fatta un ragione, e me ne sono andata di casa… Ora ho perso ben 20kg dai famosi 85 che raggiunsi… E’ vero ho ancora da lavorarci però sto imparando ad accettarmi (eh sì, i finachi larghi lì sono e lì rimarranno!! 😉 ) … Anch’io come te ho un metabolismo per cui se se “sgarro”, nel giro di poco prendo subito un paio di kg, che si accumulano sui fianchi e le cosce. E per assurdo, quando qualche tempo fa a causa di un fortissimo stress ho perso tipo 5kg in 10gg (raggiungendo una soglia molto vicina al MIO pesoforma), amici e parenti hanno iniziato a preoccuparsi perchè ero troppo magra.. Assurdo!! Però sembra un pò “assurdo” anche che due persone con due situazioni opposte abbiano vissuto emozioni molto simili tra loro, non credi? 😉

  336. Io sono una di quelle normali..e si,a volte mi sembra quasi che sarebbe meglio essere grassa,anzichè trovarmi nel mezzo che sembra “insipido”. Qualche kiletto di troppo ce l’ho anche io,ma non sono eccessivamente sovrappeso..e questo mi porta a guardare il mio corpo come un corpo che non avrà mai niente di bello. Se dimagrisco,perdo il seno,quindi non ho piu un seno bello…ma in compenso mi rimangono sempre un po di coscie,soprattutto all’interno,che è una parte difficile da togliere. Quindi spesso mi dico che se rimango cosi non mi piaccio,se ingrasso peggio ancora,se dimagrisco tolgo il seno e divento scheletrica sopra e sotto rimango sempre un po rotondetta…e giungo alla conclusione che forse il mio corpo non avra mai un punto di particolare bellezza D: ed è un po deprimente.. :/

  337. È verissimo ma ci vuole tanto tanto impegno con se stessi e bisogna sempre tenere a mente che tutto quello che ci propinano le riviste è passato prima sotto il controllo di photoshop

  338. Ti ammiro per quanto sei forte. Quello che mi domando è: ma questi maschi (uomini sarebbe un complimento troppo grosso) perché sono a piede libero?
    Non devi darmi per forza una risposta, perché hai già detto troppo.
    Un bacio <3

  339. Brava, hai espresso perfettamente il mio pensiero.
    Il prossimo che se ne esce con “agli uomini piace la carne” giuro che non rispondo di me.

  340. Ciao Clio! Ciao ragazze! Argomento ostico, di sicuro, anche perché (almeno, secondo la mia opinione) il giudizio di ognuno è fortemente influenzato da tutta una serie di input e sensazioni acquisite sin da quando si era piccoli… Fino quasi ai 20 anni ho studiato danza classica, e questo ha fortemente trasformato la mia idea di bellezza femminile: collo allungato, braccia e gambe lunghe e affusolate, curve mai abbondanti… L’eleganza di una ballerina è, secondo il mio gusto, una caratteristica che può totalmente stravolgere il modo in cui una donna può apparire. Ovviamente la ricerca di quel fisico spesso lambisce (e supera) i limiti dell’anoressia…
    Bisogna trovare un equilibrio e mantenersi sane, cercando di migliorarsi senza però eccedere e far diventare questa ricerca una mania!

  341. Ciao Clio, come ho ben notato da un po di tempo, queste mode estreme condizionano soprattutto le adolescenti (ho quasi 18 anni, parlo delle mie coetanee e anche di ragazze più giovani), influenzandole in maniera ossessiva. Non esiste più la via di mezzo. I fisici si dividono in “anoressica” e “obesa”. Molte delle mie coetanee non danno peso a queste due parole, scordandosi del loro vero significato. Un po di pancetta e fianchetti, anche su corpo magro, passa subito per “ciccia” portando le ragazze ad odiarsi e tentare diete improponibili che le faranno sempre più avvicinare alla soglia del malsano. Persino una ragazza come me (con una terza di reggiseno, dei fianchetti, diciamo, ben visibili, cosce e polpacci grossi) passa per ANORESSICA , nonostante abbia un’aspetto palesemente salutare. Certo, non ho il lato B epico di Queen Beyoncè, ma un po di sostanza si nota. Prendiamo troppo sul serio il nostro aspetto, tanto che alle volte dimentichiamo che possediamo anche una materia grigia, che potrebbe servirci per migliorare l’esteriore, facendoci furbe e giocando sui punti da valorizzare

  342. Cara Clio, sono totalmente d’accordo con te. Io sono una taglia 42 abbondante, con una vita stretta ma gambe abbondanti… Insomma rientro molto nei canoni sudamericani immagino. Tuttavia nella tv italiana non c’è spazio per quelle come me e tante altre. Come ho già sottolineato in un post i sederi belli in Italia non sono quelli belli rotondi o abbondanti ma quelli della Senicar o di Belen, bellì si ma miniscoli. Belen è stupenda ma neghiamo che sia magrissima? E quando si parla delle ‘curvy’ si parla invece di persone sovrappeso, con i rotoli di pancia. Non c’è posto per noi ragazze nè grasse nè magre… ma perché? Sopratutto in Italia le nostre celebrities sono magrissime…

  343. Non penso che gli uomini sceglierebbero la donna a destra nella foto delle tre ragazze (magra-normale-robusta).. cioè è vero che agli uomini piacciono le curve ..ma curve non vuol dire fianconi o sederone o quinta di seno. mi scuso in anticipo se il mio commento puo apparire cattivo o non centra niente in questa discussione.

  344. Sono sotto processo ma li stanno prendendo con le pinze perche all’epoca erano minorenni… pensa che addirittura qualcuno ha avanzato la tesi del branco… “se la facevano tutti me la son fatta anch’io” ! Uomini un cazzo ma le peggiori sono le madri difendono i figli perche solo ragazzi eccitati dal corpo femminile… mah.
    Grazie un bacio anche a te e scusa pee lo sfogo <3

  345. Ma mica gli uomini sono tutti uguali. Ad alcuni piaceranno i fisici formosi, ad altri quelli più slanciati e via discorrendo.
    Non capisco cosa significhi “agli uomini”. Quali uomini?

  346. L’anoressia è uno stato mentale così intimo, una malattia così orrenda che veramente non capisco come si possa chiedere a una persona “ma sei anoressica?” con così tanta leggerezza.
    A parte che certe domande non si fanno, a parte che non si diventa anoressici per mezza giornata di digiuno, a parte che la persona anoressica è la prima a rifiutare il proprio stato fisico (e mentale, appunto), proprio non riesco a capacitarmi di quanto l’ignoranza di certa gente non conosca limiti.
    Ma diamine se io vedo una ragazza (oh ma anche un ragazzo eh) palesemente non in salute, non mi passa manco per l’anticamera del cervello di chiedere “che per caso sei anoressica?”. Non mi passa per l’anticamera del cervello proprio di fare domande.
    Non hanno nemmeno il pudore di tacere, Dio santo che pena.
    Poi dice che dovremmo accettarci. Sì, certo, ovvio.
    Però la gente dovrebbe imparare a farsi un piatto di affari propri, cavolo non so più in che lingua dirlo.

  347. Quanto hai ragione! Ormai abbiamo capito che i pregiudizi non si possono evitare, ma sarebbe proprio bello se queste persone pensassero quello che vogliono senza far prendere aria alla bocca! Colazione con pane, burro e una tazza di affari propri.

  348. Molte volte (parlo da 48) si subisce lo stress da parte di chi ci circonda…parenti che prima dicono che devi fregartene e stare bene con te stessa e che poi vengono a farti pesare il chilo in più, genitori che vorrebbero farti scendere di cinque/dieci chili perchè così stai meglio…amiche magre che si sentono grasse quando tu sei il una volta e mezza loro…
    ma poi sopratutto per trovare una 48 nei negozi spesso diventa un dramma…io ho una quarta di seno e per me trovare vestiti è difficile perché quasi sempre i negozi normali non hanno una xl a pagarla oro…quindi ti portano a pensare a come sarebbe stare con quei dannati 5/10 chili in meno anche se grassa non sei e non è lusinghiero poterti vestire in due nogozi su dieci…io credo di avere delle belle forme tutto sommato e non sto male così ma mi sento demoralizzata quando in un centro commerciale riesco a vestirmi solo all’ovs o oltre e non parliamo di vestitini perché per me ne trovo molto pochi…non si ha la libertà di avere le forme che vuoi perché il mondo non te lo permette…

  349. Io sono sempre stata sottopeso, alta 1,67 e il mio peso e’ sempre stato fermo tra i40 e i 45 kg. Sono stata sempre magrissima portavo anche la 36 di pantaloni e andare a fare shopping era una tortura psicologica. Io mangiavo ma non ingrassavo ho fatto una dieta super calorica, mangiavo un sacco e ho preso un solo kilo. Poi la mia vita e’ cambiata…. Sono rimasta incinta, non vi dico la gioia, in 9 mesi ho messo su 12 kg e ne ero estasiata perché finalmente ero ingrassata! Su di me quei kili in più non si notavano piu’ ci tanto però hanno migliorato il mio umore…mi sento bella e felice del mio corpo. Non ho fatto nessuna dieta dopo il parto e i miei kili me li tengo come un trofeo

  350. Clio quanto hai ragione, purtroppo sono anni che sento dire dagli stilisti che non vogliono più modelle magre per combattere l’anoressia nelle ragazze ma ogni anno le sfilate sono uguali..ragazze magrissime. Io non ho mai fatto riferimento a questi canoni di bellezza, ho sempre combattuto con il mio peso, fin da bambina sono stata messa a dieta, ma i miei genitori l’hanno fatto non perché io fossi più bella ma perché io fossi più sana. Purtroppo ho sempre avuto un pessimo rapporto con la bilancia e il mio essere timida, introversa e il sentirmi sempre inferiore alle mie amiche mi ha portato ad avere problemi di peso. Ora a 33anni continuo a fare diete ma a volte è demoralizzante sapere di non poter entrare in certi negozi perché so che non troverei nulla che possa andarmi bene, e porto una taglia 48 o XL. A volte quando chiedi certe taglie ti guardano come se fossi un alieno, è triste. Quello che sostengo da anni è che bisogna stare bene con se stessi, che se voglio perdere dei kg è per guadagnarci in salute, non perché voglio essere ammirata. E questo è quello che insegnerò a mia figlia, mangiare in modo sano, mantenersi in forma, per stare bene non per essere belle, perché magro non è sinonimo di bello come grasso non è sinonimo di brutto.

  351. si in effetti mi sono espressa un po male è proprio quello che volevo dire io, in risposta a Clio che nel post aveva scritto “sicuramente molti uomini preferiscono le altre due”.

  352. Ho letto adesso il tuo commento.
    Non riesco a trovare le parole e anche se le trovassi probabilmente sarebbero inutili e fuoriluogo.
    Allora mi limito a mandarti un forte abbraccio! Ti auguro il meglio e ti ammiro per il tuo enorme coraggio!
    In bocca al lupo per tutto!

  353. Ciao Clio! io fin da piccola sono sempre stata magra, tanto che mia madre mi portò da un nutrizionista per farmi ingrassare, ma non ha mai funzionato. Adesso, a 32 anni, ho una taglia 42 e adoro il mio corpo; questo perché, nonostante tutti mi dicano ancora che sia molto magra, sono arrivata alla consapevolezza che l’importante è stare bene, sentirsi a proprio agio nel corpo che si ha. Sinceramente non ti nascondo che quando vedo delle donne “grasse” mi infastidiscono molto, ma non perché siano oversize, ma perché trasmettono un aspetto malsano e privo di stima. E credo che chi non cura il proprio corpo faccia un errore madornale! Io seguo un regime alimentare vegetariano, cerco di non mangiare zuccheri e schifezze ma non per la linea, ma perché so che fanno male! Hai mai visto DROP DEAD DIVA? beh Jane Bingum interpretata da Brooke Elliott, è l’immagine della salute, perché nonostante le sue forme curvose quando la vedo mi da un senso di gioia e di soddisfazione, cosa che però è raro che ci sia nelle persone “comuni”, e me ne dispiace molto perché ogni donna, dovrebbe essere felice del proprio aspetto!

    Pensa che io che sono magra, dovrei essere di parte nel lotta tra modelle magre e in carne, e invece ogni volta che vedo un immagine di modelle “magre” mi si rivolta lo stomaco! Io nn credo che capiranno mai che è sbagliato…nn capisco perchè i guru della moda continuino con prendere come modelli donne malate (anoressia ecc). Una cosa è sicura, che noi dovremmo ampiamente sbattercene le balls…dato che non hanno nulla a che fare con noi “donne comuni” perchè, col tempo, ho capito che possiamo essere “il modello da seguire” per noi stesse 😛
    un bacio a tutte!

  354. Io ormai quando si parla di questi argomenti tendo a ripetermi, e immagino che ormai vi avrò fatto venire la nausea, ma la mia opinione questa è. Francamente trovo ORRIPILANTE E NAUSEANTE il fatto che la nostra unica e personale bellezza debba essere sacrificata a favore di canoni che ci impongono non solo di essere tutti uguali, ma soprattutto uniformati a un canone IRREALISTICO, INNATURALE E MALATO. Mo non per dire, ma la Natura ha fatto dell’unicità del singolo il suo primo obiettibvo e il suo cavallo di battaglia, e devo dire che le cose funzionano bene da un miliardo di anni a questa parte…mo noi pretendiamo di saperne di più della Natura?
    Ah, antropocentrismo, quanto male hai fatto e continui a fare….

  355. Per alleggerire la mia intrinseca pesantezza vorrei citarvi una breve conversazione avuta col mio fidanzato. Due premesse 1) è solo umorismo, quindi spero che nessuna si senta toccato in prima persona 2) io contro gli omosessuali non ho niente
    Io: “Ma tutte ste modelle scheletriche…ma a voi uomini piacciono?”
    Boyfriend: “Veramente all’uomo medio piace avere roba da toccare….”
    Io: “E allora secondo te perché ci mettono ste modelle così magre se agli uomini non piacciono?”
    Boyfriend: “Amò, ma la moda chi la gestisce? Gli omosessuali!! Secondo te un omosessuale ne può capire di donne? Quelli capiscono di uomini! E infatti i modelli maschi sono bonazzi muscolosi! Invece le femmine, siccome non gliene frega niente, sono dei cessi!”

  356. mi dispiace, non ricordo proprio niente D: mi è rimasta impressa solo questa cosa, anche perchè in generale il documentario non mi interessava più di tanto…

  357. secondo me ognuno dovrebbe essere fiero della taglia che ha se non è effettivamente un eccesso (in più o in meno). come l’ultima foto di clio in cui rappresenta le 3 ragazze una magra una normale e una in carne…. nessune delle 3 x quanto diversa sia la costituzione fisica risulta troppo magra o troppo grassa xk appunto quella e la loro costituzione…. essere in carne nn significa x forza essere grasse….una persona in carene puo mangiare più sano di una persona normale talvolta…. cosi voglio precisare che l’importante secondo me e mangiare sempre di tt e il più sano possibile a prescindere dalla taglia, se si rientra nella propria costituzione fisica….
    con questo vorrei dire che secondo me si molte donne (nn tutte, io nn sono una di quelle) tendono a vedere i canoni che propongono di magrezza esagerata come perfezione… senza accorgersi effettivamente che nn è la taglia che fa una persona in forma… ma è la forma stessa! conosco una persona che era un po in carne e si è massa a dieta xk effettivamente nn mangiava sanissimo… è arrivata al suo peso ideale x quanto riguarda la sua costituzione (è poco più bassa di me è teoricamente x costituzione dovrebbe essere intorno ai 45 kg il peso ideale un po come me) ma vedendo i grandi risultati di dimagrimento continua a cercare di dimagrire anche se ora nn ne ha più bisogno…. credo che questi canoni sbagliati che ci propongono tendano nelle persone più deboli a costringerli a cercare quella magrezza xk è il canone! ma secondo me nn è x niente una cosa giusta e sana…. dovrebbero far sfilare modelle con taglie equilibrate x la loro costituzione…. altrimenti sono modello x cosa?!

  358. Io non amo la mia taglia, non mi sta bene e la trovo di impedimento per me stessa e la mia femminilità. Non voglio imparare ad accettarla perchè non è quello che voglio per me. Eppure non riesco a sforzarmi per migliorare, in quanto quelle poche volte che ci ho provato non ho ottenuto risultati.. Questo non mi impedisce di continuare a provarci.
    Detto questo agli altri faccio una buona impressione e piaccio molto quindi non è un problema di esteriorità riservata all’accettazione sociale..
    Spero di essermi spiegata!
    Comunque sia credo che la moda sia dettata da noi in quanto le case di moda fanno indagini di mercato prima di creare le collezioni.. Quindi sta a noi, grazie al potere della rete network cambiare la visione del mondo! =D

  359. :-****************************************************************************************************************************************************************************************************** (esaggggerata, ma ci va!!!)

  360. Io penso che oggi le donne siano più che mai ossessionate dal loro corpo. Non esiste praticamente nessuna ragazza (o comunque davvero, davvero poche) che vivono la relazione con il loro corpo in maniera tranquilla, che fanno attività fisica solo perchè piace loro farla o evitano i dolci solo perchè non ne hanno voglia! Credo che molto sia dovuto ai canoni estetici imposti dalla società, anche se poi disturbi alimentari come anoressia e bulimia sono patologie talmente complesse e dalle origini molto variegate che è impossibile trovare un capro espiatorio bello confezionato a cui addossare la colpa. Una cosa è certa: se oggi più che mai questi disturbi caratterizzano la nostra società, mentre qualche decennio fa erano praticamente inesistenti (non perchè non se ne parlava, ma perchè al pari di altri disturbi mentali che hanno molte radici “culturalmente determinate” erano molto molto meno presenti) una ragione ci sarà; rispondono ai bisogni delle ragazze di oggi che cercano degli ideali che non trovano, non perchè siano stupide, ma perchè non esistono. Il fatto di sbattere in faccia continuamente donne magrissime, bellissime, senza difetti, perfettamente padrone di loro stesse, incapaci per natura di sgarrare, e continuare a portare avanti questa illusione (perchè di questo si tratta) è un vero e proprio attentato all’autostima e al proprio senso di autoefficacia. Grazie Clio che hai parlato di questo argomento in modo così rispettoso senza sparare giudizi o dire vaccate, cosa che purtroppo in questo tipo di argomenti è molto plausibile riscontrare,.,

  361. Penso che la chiave per un corpo SANO sia un’alimentazione sana ed esercizio fisico. È inutile che una ragazza obesa tenti di etichettarsi come curvy per giustificare la propria taglia, taglia sbagliata non perché non rientra nei canoni di Hollywood, ma sbagliata perché non sana, quella ragazza probabilmente avrà problemi cardiaci molto giovane e sarà a rischio di infarto. Marilyn Monroe, beyonce o jlo con i loro fianchi prorompenti sono sane, perché sono curvy ma toniche e “allenate”. Allo stesso modo una ragazza troppo magra non è sana, perché non è un corpo che può adempiere alle sue normali funzioni. In tutto poi bisogna trovare un metro di giudizio bilanciato. Curvy non è obeso e magro non è anoressico, chiamiamo le cose con il proprio nome

  362. premetto che io sono un’amante del magro, e che non mi piaccio se metto su dei chili, ma per il semplice fatto, che io non aumento uniformemente, ma ingrasso solo in certi punti, quindi ci tengo a restare in forma, ma non trovo giusto che si facciano discriminazioni anche perché non si può fare tutto quello che si vuole col proprio corpo, perché la natura si esplica in tanti modi, e se grasso non è sinonimo di bellezza, non può esserlo neppure il magrissimo, in ogni caso non è detto che si riesca ad avere un corpo armonioso, pur volendolo e non è giusto infierire troppo, d’altro canto ci dicono spesso che sia in America che in Italia, vi è la tendenza ad ingrassare in modo eccessivo e che questo può causare danni seri alla salute, quindi è giusto che si lancino dei messaggi che valorizzino la bellezza, ma sarebbe altrettanto giusto che nelle riviste di moda e sulle passerelle si vedessero non solo donne longilinee, perché la gran parte delle persone non potrà mai raggiungere quelle misure, è come dire a una persona alta un metro e 55, di diventare un metro e 70, non lo può fare neppure con un intervento chirurgico! baci

  363. Hai una bella figura, però dissento sul sovrappeso di origine genetica, quelle sono un po’ cacate.

  364. Se si vanno a cercare un po’ di pubblicazioni in giro, emerge come statisticamente sia “meglio” in termini di longevità, essere leggermente sottopeso che leggermente sovrappeso (l’ultimo studio a riguardo lo ha pubblicato il New England Journal of Medicine un paio di settimane fa).

    Detto questo, che ognuno faccia un po’ come gli pare.

    Io ho 29 anni, sono alta 1,82 e oscillo tra i 70 e i 73 kg, quando pesavo 89 kg stavo molto peggio, ora mi sento molto meglio (faccio sport, fumo meno, mangio meno e meglio, bevo meno alcolici).

    (Poi ogni tanto sclero e mangio cioccolato per un giorno intero e mi cavo la voglia per il mese).

    Ci vorrebbe un po’ di educazione in questo senso: attività sportiva e corretta alimentazione, non dovrebbero essere considerati optional.

  365. L’obesità è una malattia, e come per ogni malattia esiste una PREDISPOSIZIONE GENETICA. Poi la malattia puoi svilupparla o meno. Non me lo sono inventata, basta documentarsi un po! E credimi, vorrei tanto non fosse così…

  366. No, non è così, poi se tu ami pensarlo è una tua scelta, un paio di esami di genetica li ho fatti, a medicina queste cose le spiegano.
    Poi che ci siano corporature diverse, sacrosanto, ma che miracolosamente tu abbatta il primo principio della termodinamica, non è possibile.

    Prova a fare attività fisica costante e a rivolgerti a un dietologo, se non mi credi, vedrai come miracolosamente il tuo peso andrà in fascia più bassa.

    A me importa zero che uno sia grasso o magro o medio, però mi infastidisce molto ‘sta mania di dare la colpa alla genetica quando chiaramente non si ha la minima idea di quello che si sta dicendo.

    Altra cosa: spesso non si ha la percezione di quanto in più siamo abituati a mangiare rispetto alle nostre reali esigenze, specie quanto mangiamo di cose poco utili.

  367. A me fa sempre molto ridere il livore nei confronti delle magre (io non sono magra, ho oscillato tra il cicciotto e il wrestler come ora che mi son gasata in palestra) proprio per ‘sta cosa che per l’opinione pubblica a loro si può dire tutto e alle grasse niente.

    Io però se ho voglia di dire qualcosa, lo dico a prescindere, magari a seconda della sede e del livello di confidenza, ma quando vedo la gente sforare il range normale non riesco a tacere.

  368. Ahahahah, sai che hai proprio ragione?
    Prima sei “grassa”, perdi peso e sei troppo magra, oppure da particolarmente asciutta metti su un po’ di carne e non va bene manco quello.

    Non si fa prima a proporci come ci piacciamo di più noi?

  369. Dietologi nutrizionisti ed endocrinologi mi hanno sempre confermato che per me dimagrire è più difficile rispetto ad altri soggetti. In una visita feci una intera ecografia dei miei organi interni, la dottoressa mi disse “caspita ma hai tutto sovradimensionato, ma guardandoti tutta non mi preoccupo”( nel referto tutte le dimensioni sono considerate “ai limiti superiori”). Non mi strafogo, mangio regolare e vado in palestra due volte a settimana. Certo, potrei andare in palestra 4 volte a settimana, e mangiare molto di meno…M siccome non mi piango addosso quando mi guardo allo specchio, sto bene così. I sacrifici li faccio per altre cose, non mi va di farli per pesare 20kg di meno. In bocca al lupo per i tuoi studi!

  370. Ma infatti se ti senti bene sei già al top, è una visione spesso diffusa tra medici rintronati quella del “è genetico”, ormai per fortuna superata che infatti mi innervosisce molto perché davvero sbrigativa e poco accurata.

    Anche a me hanno sempre detto “sei così di stazza” bla bla bla poi – che strano – appena ne ho saputo abbastanza per gestirmi da sola, casualmente ho perso 15 kg (ma non era quello il problema principale, il problema di partenza erano altri malesseri, grandemente ridimensionati rivoluzionando lo stile di vita).

    Grazie, in bocca al lupo anche a te!

  371. Adoro questo post!perché purtroppo ultimamente si è adottato l’insulto facile alle ragazze magre come tecnica per combattere l’anoressia, cosa che non potrebbe essere più stupida!non tutte le ragazze magre (anche tanto!) Sono malate, e quindi diventa giusto metterle tutte alla gogna ostentando tutto questo presunto amore per i corpi curvy (amore che, fra l’altro, è nato solo ora per buonismo) che fino a non molto tempo fa venivano etichettati come “grassi”?queste guerre non hanno senso, dovremmo lottare tutti insieme solo per una cosa: la salute.
    Non importa la taglia, importa avere uno stile di vita sano!poi ognuno avrà sempre i propri canoni estetici e su questo non si discute..ma bisognerebbe promuovere maggiormente, anche a livello scolastico, la ricerca di un’armonia fra attività fisica e alimentazione!se poi una persona è naturalmente burrosa o naturalmente androgina non importa, basta che stia bene con se stessa e con la propria salute

  372. ! Così come la ragazza a sinistra, magrissima, non ha l’aspetto malsano di altre, ma solo molto allenato e snello: mica è un peccato avere un corpo così, ma sono certa che molti uomini sceglierebbero una delle altre due. E le donne?

    Con questa frase hai rovinato tutto l’articolo che era abbastanza interessante e obiettivo. Da donna magrissima di costituzione ma allenata e sana mi sono sentita offesa. Non capisco cosa c’entri ciò che un uomo trova sexy o no con l’argomento.

  373. Cara Clio e Care Tutte,
    io sono una delle ragazze normali che si confondono.
    Da sempre, ho avuto il sedere più grosso di tutto il mio corpo, che dopo anni di mille pare mentali solo a quasi 23 anni sono riuscita ad accettare grazie anche al tuo esempio, e alla amata/odiata Kim Kardashian anche se io non ho “un culo che regge un bicchiere”. Negli ultimi due anni ne ho passate tante tra lavoro e famiglia. Ho messo e perso 10 kg dondolando tra i 65 kg e i 55 kg tutt’ora mai raggiunti.
    Nei miei 65 Kg capivo che non era la mia figura ma siccome non riuscivo a vedermi in altre maniere mi ero convinta che una taglia L e una 46 fosse sinonimo di una cosidetta “curvy” di 160 cm e mai come in quel periodo mi documentai sulle curvy famose e sui vestiti per curvy, manco fossero malate di lebbra.
    In seguito ad un schiaffo in faccia dalla bilancia e da numerosi indizi (richiami poco carini anche dalla mia famiglia stessa) tra cui una carissima collega senza peli sulla lingua, cambiai pillola anticoncenzionale e nel giro di una settimana persi 3 kg come niente ed insieme ad una dieta semplicemente senza schifezze che io mangiavo nei momenti di nervoso (praticamente sempre)persi ciò che era in più. Inizialmente saltavo anche i pasti perché mi aiutava a perdere peso più in fretta ma essendo un amante del cibo fu una cosa passeggera ed anche un yogurt magro era meglio di niente. Lo sport mi aiutò tanto, le mie amiche e soprattutto il mio ragazzo che si lamenta tutt’ora se dimagrisco “troppo” (1kg) mi hanno incoraggiato tanto, c’è da dire anche che il notare lo stupore di gente che su questa mia impresa non scommettava un euro mi incoraggiava tanto. Arrivai a 58/57 kg che scoprii il mio peso perfetto.
    Dopo un’estate di baldoria di cibo rimisi su un paio di kg che ho perso solo in queste ultime settimane. In queste settimane di ritorno al sacrificio rincominciai a saltare i pasti, ma il lunedì dopo il weekend mi presentava il conto, tentata da iniziare una di quelle diete che ti appioppano 600 € di prodotti, mi sono letta talmente tanta siti su diete che alla fine conclusi che mangiando o non mangiando il mio peso sarebbe stato quello e magia, ho perso i miei kg di troppo.
    Ad oggi non seguo niente di particolare solo il mangiare sano, tanto sport e frequento SOLO persone positive e che non mettano ansia.
    Nel mio percorso ho perso e riacquistato autostima, il makeup mi ha aiutata tanto, ed anche il tuo discorso sul mare ad agosto.
    Ad oggi posso dire di pesare i miei fottutissimi 58 kg ed esserne orgogliosa, non posso convincere gli altri che il mio peso è il top o che io sia il top, ma che importa? il mondo è bello e brutto perché vario. Dopo una vita di corse dietro ad icone ora sono sulla strada giusta, non sono nemica di me stessa, e posso lavorare su di me.
    Molti pensano che l’accettazione di se stessi sia l’arrivo, invece è solo l’inizio di un grande lavoro che durerà tutta la vita: quello di migliorare.
    THE SHOW MUST GO ON.
    Non smettere mai Clio che tutto questo è successo anche grazie a te.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here