Ciao Ragazze,

Oggi voglio illustrarvi uno studio condotto da una farmacia, la Superdrug Online Doctors, che ha effettuato una ricerca approfondita di ciò che per 18 paesi del mondo significa avere un “corpo perfetto”, o almeno quella che è la loro percezione.

Infatti il progetto è stato chiamato “Percezione del Perfetto”, che in realtà non mostra dei corpi perfetti di per sé, ma la diversità di ciò che è sinonimo di perfetto per ogni Paese.

Se siete curiose di vederne i corpi e sapere come hanno fatto a realizzare questo studio, allora leggete oltre!

o-PERCEPTIONS-OF-PERFECTION-570   Credits: Superdrug Online Doctors

La farmacia online inglese, la Superdrug Online Doctors, ha pubblicato la scorsa settimana un progetto (Perceptions Of Perfection) che mostra i cambiamenti dell’aspetto di una stessa donna in 18 immagini diverse, in cui tale corpo viene modificato grazie all’aiuto di photoshop e di molti designer di paesi diversi.

slide_446686_5943602_free

Infatti l’azienda ha commissionato a questi designers di tanti paesi diversi del mondo, il compito di elaborare e modificare un’immagine di partenza secondo degli standard specifici e che fossero tipici del loro paese di provenienza. 

Il portavoce ufficiale dell’azienda ha dichiarato essere un concetto molto comune il fatto di percepire la bellezza e la perfezione come due elementi che possano avere un impatto significativo nel tempo e nella cultura e che l’obbiettivo di questo progetto è proprio quello di “voler elaborare una conoscenza maggiore della potenzialità degli standard di bellezza e osservare come questi possano variare in ogni parte del mondo”. Credits: SuperDrug Online Doctors

slide_446686_5943614_free

L’immagine iniziale che vi ho mostrato è quella da cui sono partiti tutti i professionisti per le varie modifiche che non coinvolgevano solo la taglia, ma anche i capelli, il colore delle unghie, il tipo di biancheria intima indossato e persino le scarpe: tutto secondo la percezione di bellezza e perfezione della propria cultura!

E il bello è che a partecipare al progetto sono stati 18 designer dei quali 14 donne e 4 uomini, quindi il risultato finale coinvolge soprattutto ciò che pensano le donne.

In alcuni casi il corpo della donna è stato leggermente modificato ma in altri, si può dire che è davvero difficile riconoscere l’immagine di partenza perché troppo rielaborata.

slide_446686_5943620_free

Di quali Paesi sto parlando? In particolare dell’Italia e della Cina, Paesi in cui il corpo di partenza è stato drasticamente modificato: gambe e braccia sottili e vita minuscola, cosa molto strana soprattutto se pensiamo all’Italia!

slide_446686_5943608_free

I corpi delle donne provenienti da culture come Colombia, Perù, Messico, Spagna hanno ripreso i tradizionali standard di bellezza che le vedono con un seno abbondante, vita stretta e fianchi larghi.

Ragazze, se volete sapere cosa ne penso di questo progetto e le immagini di corpi che mi hanno più stupita, allora girate pagina!