Sul blog ci piace parlare dell’evoluzione della moda in relazione all’aumento della sua inclusività poiché, in questo modo, sta cominciando ad offrire ancora più potenziali modelli in cui trovare identificazione ed incoraggiamento, non solo da un punto di vista estetico, ma anche personale. Gli standard di bellezza, infatti, si stanno sempre più adattando alla consapevolezza ormai più radicata e diffusa riguardo al fatto che il concetto di bellezza stesso non è più facilmente identificabile, e anzi, abbraccia tantissime sfumature, siano esse taglie differenti, colori della pelle di ogni tipo o corpi ed età di ogni genere.

Il messaggio che la top model Diana Sirokai ha voluto trasmettere con un interessante progetto fotografico fa proprio l’occhiolino a questa concezione della bellezza che va al di fuori di standard pre-definiti, interpretando, tramite il suo corpo, una campagna pubblicitaria molto fedele a quelli che sono generalmente visti come gli standard “canonici” dell’attrattività.

Diana, infatti, è una modella plus size, e ha ricreato la campagna pubblicitaria di Stuart Weitzman che aveva come protagonista la supermodella Gigi Hadid, offrendo agli occhi di chi guarda questo suo tributo un corpo differente, più morbido e sì, considerato anche “imperfetto”, ma sempre mediato dalle pose e dalle luci che rendono la fotografia di moda arte. Volete sapere di che cosa si tratta, ragazze, e qual è stato il risultato? Allora continuate a leggere il post per scoprire tutto!

cliomakeup-diana-sirokai-gigi-hadid-foto (7)

INNANZITUTTO…CHI È DIANA SIROKAI?

Diana Sirokai è una modella di 21 anni di origini ungheresi, ma ormai da diverso tempo trapiantata a Londra. Dai grandi e profondi occhi scuri e capelli lunghi e fluenti Diana, nonostante la giovane età, si sta facendo prepotentemente strada nel mondo della moda.

cliomakeup-diana-sirokai-gigi-hadid-foto (12)Via Facebook @dianasirokai

Diana vuole abbattere le barriere tra “moda plus size” e “moda”

Non è tutto: grazie anche a social network come Instagram, si sta facendo conoscere in tutto il mondo, perché sta, nel suo piccolo, cominciando anche ad abbattere quelle barriere che dividono la moda in taglie “plus size” e taglie “normali”.


cliomakeup-diana-sirokai-gigi-hadid-foto (10)Via Instagram @dianasirokai

LE FOTO DI DIANA SIROKAI: UN OMAGGIO A GIGI HADID… O NO?

Un esempio è il progetto fotografico di cui è stata recentemente protagonista, in cui ha rivestito lo stesso ruolo di Gigi Hadid per una campagna pubblicitaria di Stuart Weitzman.

cliomakeup-diana-sirokai-gigi-hadid-foto (6)

Riproducendo la stessa posa della supermodella e “vestita” come lei solo con un paio di tronchetti, Diana ha anche condiviso lo scatto anche sul suo account Instagram, accompagnandolo con la scritta: “Mi stavo proprio chiedendo che aspetto avrebbe avuto una modella della mia taglia in questa pubblicità”.

cliomakeup-diana-sirokai-gigi-hadid-foto (3)

Provocazione? No, più che altro un tributo, come Diana ha specificato in un’intervista, in cui ha detto: “Adoro Gigi. Penso che sia fantastica, e ho voluto ricreare questa pubblicità per introdurre la diversità ai brand di moda di lusso e, se tutto va per il verso giusto, la vedranno e saranno più aperti riguardo le loro modelle. L’ho fatto anche per mostrare alle donne che tutte noi meritiamo di sentirci amate e belle”.

cliomakeup-diana-sirokai-gigi-hadid-foto (8)Credits: insider.com

L’IMPORTANTE MESSAGGIO DI DIANA

Il messaggio che vuole comunicare Diana, dunque, non è di condanna, ma piuttosto di ridefinizione nei confronti degli ideali di bellezza culturalmente instillati di default, non solo nel mondo della moda, ma in tutti noi.

cliomakeup-diana-sirokai-gigi-hadid-foto (11)

Posso essere grassa ed essere bellissima

Diana nell’intervista infatti ha anche detto: “Penso che la taglia non sia importante, e questo è ciò che sto cercano di mostrare: posso essere grassa ed essere bellissima. Le pubblicità hanno bisogno di usare più tipologie corporee, così le donne potranno impadronirsi di nuovo della loro autostima”.

cliomakeup-diana-sirokai-gigi-hadid-foto (17)Via Instagram @dianasirokai

Ragazze, non abbiamo ancora finito! Altri personaggi dello star system che sono stati omaggiati da questa modella sono i protagonisti anche della pagina successiva! Andate a pagina 2 per scoprire di che cosa si tratta!

33 COMMENTI

  1. quando leggo questi articoli ho sempre un’opinione fortemente divisa.
    da una parte sono d’accordo nel dire che la bellezza è un concetto molto ampio e sicuramente non è direttamente collegato con la bilancia. l’unica bellezza non è quella che si vede nelle passerelle o in tv, personalmente trovo questa ragazza bellissima e credo davvero che nel momento in cui una persona si sente bene con se stessa è a posto.
    dall’altra parte però il concetto di “curvy” credo sia un po’ strumentalizzato.
    cosa significa curvy? essere burrose? essere formose? essere grasse e orgogliose di esserlo? sono concetti molto diversi e non credo che una “curvy girl” sia necessariamente sovrappeso, dipende sempre da che valenza uno attribuisce al concetto di “curvy”.
    la ragazza dell’articolo non la trovo formosa, la trovo sovrappeso e anche parecchio, è bellissima certo ma non penso sia un esempio di buona salute ed alimentazione.
    è importantissimo accettarsi e piacersi, ma forse questi non sono esempi da prendere al 100%, è altrettanto giusto rispettare il proprio corpo e la propria salute.

  2. Forse con quest storia del “siamo tutte belle” ci stiamo allargando. E’ vero, lei è molto bella, ma è GRASSA. Punto. E lo dice una che non è proprio filiforme. Grasso non è bello, è insano! Le conseguenze dell’obesità sono pesantissime, così come la malnutrizione! Gli estremi non vanno MAI bene! Ok dire che anche se una persona ha qualche kg in più non c’è niente di male, ma da lì a dire che va bene essere grassi no eh!! Poi ci lamentiamo che la percentuale di persone obese (in particolare bambini) sta aumentando spaventosamente, ma ci credo!! Girano i messaggi sbagliati!
    Accettarsi sì, ma senza intaccare la propria salute!

  3. Concordo. Curvy va bene, ma le modelle curvy che girano adesso non sono per nulla curvy, sono obese!

  4. Capisco il messaggio positivo che vuole lanciare Diana e se si sentiva a suo agio nelle foto ha fatto benissimo a fare quello che ha fatto ma per me, e ripeto PER ME, non è un modo sano di vivere e lei non è in forma. E’ un pochino troppo abbondante a mio parere e come dico sempre, preferisco la via di mezzo a una ragazza che sfiora l’anoressia o a una ragazza che sfiora l’obesità. Perfetto qualche chilo in più ma così è troppo. E’ una ragazza davvero bella ma a 21 anni non credo che debba pesare così tanto. Parlo in questo modo perchè credo che non abbia problemi di altro tipo altrimenti non mi permetterei mai, ma preciso che non lo dico con cattiveria o per giudicarla, credo che ognuno sia libero di fare quello che vuole nel rispetto degli altri ma se si fa del male non va bene. Questo peso andando avanti non le farà bene per niente e mandare messaggi a giovanissime dicendo che essere obesi è bello non va bene. Mi sorella è obesa ed è tutto tranne felice… ho amiche obese e sono tutto tranne felici… Oltre a varie malattie che possono sopraggiungere a causa del peso c’è anche il fattore psicologico che viene compromesso. Non bisogna mai sottovalutare queste cose

  5. Ha un viso stupendo, bei capelli, sì quando la guardo dico che è bella però penso anche che sia troppo sovrappeso, il problema secondo me non è sei bella, non sei bella, perché Diana è veramente bella, il problema è la salute. Non conosco il suo BMI, però a guardarla è troppo sovrappeso…

  6. Penso la stessa cosa, è molto pericoloso mandare certi messaggi soprattutto se hai 21 anni… non è burrosa questa ragazzina, è obesa!

  7. Sarò brutale, ma basta con questa crociata a favore del grasso.

    Spero che qualche modella cosiddetta curvy, prima o poi, faccia un passo indietro nello stesso modo in cui le modelle normali hanno manifestato il loro disappunto per il mondo della moda e sono ingrassate.
    Quello si che sarebbe un messaggio positivo.

  8. Sono d’accordo, tutti i corpi sono splendidi e vanno celebrati e amati. Questo però non significa che tutti i corpi sono sani, il suo in particolare non lo è, anche se è bellissima. Dal mio punto di vista un corpo è bello non solo quando è esteticamente bello, ma quando sprizza energia, salute, flessibilità. Il miglior messaggio da dare è quello relativo alla bellezza legato alla salute, amarsi non significa solo amare il proprio corpo dal punto di vista estetico ma nel suo complesso, in modo che possa vivere a lungo e nelle migliori condizioni. Mi piacerebbe che queste ragazze facessero propaganda positiva con l’impegno anche di occuparsi di questo aspetto. Altrimenti il messaggio è fallato e si perde un importante aspetto della bellezza.

  9. Sorvolando sulla questione del grasso bello a tutti i costi (non sono magra neanche io quindi non è un insulto), il costume della Kardashian ha un effetto grottesco indosso a Diana purtroppo, però il rifacimento della foto di Gigi è molto bello secondo me. In generale penso che il messaggio di fondo sia giusto, non tanto l’apprezzarsi come si è (perché se sono sovrappeso e posso migliorare nel rispetto della mia salute psico-fisico fisica, perché non farlo?) ma il far capire al mondo della moda che sarebbe molto meglio allargare la gamma Delle taglie anziché appioppare nomi quali plus, curvy eccetera.

  10. Sono d’accordo con te. Se non erro, in principio curvy si riferiva a donne come la Bellucci, quindi non magrissime ma neanche sovrappeso, con appunto le curve “nei posti giusti” e il resto del corpo proporzionato, ma non con quello stacco netto tra vitino di vespa e seno/sedere Kardashian. Poi è degenerato.

  11. Bellissima ragazza indubbiamente, ma non vedo come si possa lsnciare un messaggio positivo con “Grasso e’ bello”. Essere sovrappeso non e’ sinonimo di salute, cosi’ come non lo e’ l’estrema magrezza. Datemi una Cindy Crawford any moment.

  12. Mi rincuora sapere che non sono l’unica ad averne i ciufoli pieni di queste crociate stupide; sì perché è stupido combattere un estremo (la denutrizione) con l’altro (il sovrappeso).
    Penso che l’unica battaglia da fare dovrebbe essere quella per la salute, in cui le varie influencer danno esempi di vita attiva e di alimentazione corretta. Curandosi di se stessi so avrà comunque una miriade di corpi diversi, ma SANI. E sono d’accordo con il non soffocare le fisicità diverse dai canoni da passerella, ma purché queste fisicità rispecchino la salute.
    Questa ragazza non è sana, è fortemente sovrappeso (credo di una 20ina di kg) e non mi sta bene che un corpo come il suo venga considerato un esempio, perché è sullo stesso livello dei corpi scheletrici

  13. Se avete letto il post di ieri sul mangiar sano sapete che – al momento e non per molto spero – sono almeno 10kg sovrappeso … per darvi un’idea se perdo 10kg arrivo a 60 che per me è normale, quindi non sto mirando a traguardi paradossali. Non è che a 70 mi faccia particolarmente schifo ho comunque un fisico sodo, ma non mi sento in forma e sana e quindi non mi sento bella. In secondo luogo associo l’aumento di peso ad un brutto periodo quindi associo la “remise en forme” (adoro il termine francese lo trovo azzeccatissimo) a tempi più sereni.
    Premesso ciò il messaggio che vuole mandare questa ragazza è fondamentalmente fallato:
    1 – va bene accettarsi perchè non tutte siamo alte 180cm e taglia 38 come detta la moda al momento, ma ciò non vuol dire che l’alternativa sia l’obesità … ma non c’è nessuno normopeso? o emaciate o obese???
    2 – Essere belle anche sovrappeso non significa avere licenza di diventare completamente sfatte e poco in salute, Diana per essere quel peso di sicuro non viaggia ad insalate … e voglio vedere se ce la fa a correre 1km, e la cosa mi inorridisce ancora di più perchè Diana ha solo 21 anni, non oso immaginare i problemi che avrà a 41
    3 – perchè è una modella curvy? La Hadid è una modella punto e basta non è una modella skinny, la KK col sederone non è una modella curvy, invece Diana ha l’etichetta di curvy come se fosse di seconda classe
    4 – concetto taglie, Diana non è nemmeno più nella categoria plus … in Italia si metterebbe le taglie conformate … se io sono una 46 lei minimo è una 50-52. Dell’assortimento taglie di YSL, D&G, Dior, Chanel mi interessa relativamente tanto non me li posso permettere nè in taglia 46 nè in taglia 38. Per il resto non è che una gonna tagliata per una 42 stia bene uguale uguale a una 52, deve essere tagliata per la forma di un corpo molto più formoso, stessa cosa per i gli altri capi, top e pantaloni, da qui le taglie plus o conformate e la divisione.

  14. Concordo con i commenti qui sotto. Si al messaggio ma no a questa immagine.
    Diana Sirokai è bellissima, ma il suo non è un corpo “curvy”.
    E’ giusto sentirsi bella e a proprio agio in qualsiasi forma ma è bene rimarcare anche i limiti del “troppo magro” e con il “troppo curvy” perchè entrambi sono problematiche complesse sfociate in un disturbo alimentare nella maggior parte dei casi.

  15. Queste battaglie/campagne chiamatele come volete mi hanno davvero stufata, innanzitutto notare che sono fatte sempre e soltanto da donne, sembra che ci dobbiamo autoconvincere a tutti i costi che tutte siamo belle, punto. E poi dai, se questa ragazza è curvy allora diciamo anche che gli asini volano. Non chiamiamo le cose con un nome diverso perché suona meglio.. kim k è curvy, lei è semplicemente grassa.

  16. Secondo me il problema non è il diritto di apparire nude su un giornale, ma il diritto di potersi VESTIRE. La “rivoluzione” utile sarebbe quella di entrare in un qualsiasi negozio e trovare la tua taglia, senza essere etichettata “curvy”, “petite” e via dicendo. Per il resto, tutte queste campagne cominciano a perplimere anche me: è giusto lottare contro i pregiudizi estetici, ma qualche volta ho solo l’impressione che si voglia soddisfare un desiderio narcisista e farsi dire “quanto sei bella”.

  17. Infatti,anche a me fanno parecchio innervosire ste campagne per me inutili. Secondo me è un messaggio sbagliato, così si incoraggia a non migliorarsi ed essere sovrappeso. La ragazza come dici tu non è “curvy” ma è in forte sovrappeso e secondo me non sta bene. Per me un esempio di ragazza “curvy” ma sana è Ashley Graham lei sta benissimo così e si prende cura di se facendo sport . E ti parlo da ragazza curvy anch’io che sta facendo una dieta (dalla nutrizionista e non fai da te)non solo per estetica ma perché in tutta sincerità diciamolo il sovrappeso non è salutare basta essere ipocriti

  18. mi sa che il pensiero è comune: qui di “sociale” c’è zero, di utilitaristico e “social” molto. Ma vende, tanto più che noto che esce perfino su questo blog 1articolo su 4 sull’argomento.. la gente partecipa e allora chi più ne ha più ne metta! Questa poi genio: non si spreca nemmneo a trovare le pose, tagga le star e spera che la si noti! C’è riuscita..buon per lei..

  19. io per ora ne ho persi 2, ma porto pazienza anche perchè non mi interessa perderli con diete assurde e poi rimetterli appena mangi mezza carota in più… quindi forza e coraggio rientreremo tutte e 2 nel nostro peso forma.

  20. è triste leggere che c’è gente che confonde la salute fisica con quella mentale. 1: se uno si piace grasso o magro o snello fatti suoi. 2: se uno mettiamo è grasso e vuole dimagrire per poter riuscire dovrà avere un po’ di positività riguardo al proprio corpo, se no la palestra e la dieta non servono ad una cippa. 3: la ragazza non ha mai detto che tutti dovrebbero essere più grassi, ma che dovremmo smettere di comportarci come se non ci fossero persone grasse al mondo, e lo dice perchè lei sente di far parte di quella categoria di persone. 4: non siamo il medico di nessuno fino a prova contraria, e uno sceglie quando e quanto curarsi. 5: i commenti del tipo “quel costume fa un effetto grottesco su Diana” è proprio uno dei motivi per cui è diffcile ancora oggi trovare vestiti carini in taglie più abbondanti.

  21. Diana è in sovrappeso e deve mettersi a dieta per il bene della sua salute. Punto.
    Mio padre si ingozza di cibo da anni, da sovrappeso è diventato gravemente obeso e a causa di ciò, oltre ai vari problemi di pressione che aveva già da tempo, gli è appena stato diagnosticato il diabete di tipo 2.
    Per me il discorso “health at every size” può concludersi qui.

  22. non è solo un discorso “se uno si piace”, gira il messaggio sbagliato: lei per quanto positiva, bella e con grande forza d’animo, non dovrebbe fare da riferimento per il fisico, perché non è sana! magari adesso sta ancora bene, dato che è molto giovane, ma vedremo tra una decina d’anni, o tra venti. Io le auguro che stia sempre bene e che non abbia mai problemi, è chiaro, ma lei è chiaramente in sovrappeso, e pesantemente. Bello non sempre è positivo.. lei è bella ma non è sana. non so se sono riuscita a spiegarmi. Diciamo che dovrebbe pesare diversamente le parole.

  23. Capisci che però il tuo discorso può tranquillamente essere rigirato per una ragazza forzatamente sottopeso;
    Una persona che induce se stessa a pesare una decina di kg in meno del suo pesoforma (e non mi riferisco alle ragazze minute che pesano poco naturalmente) non dovrebbe essere presa di esempio tanto quanto una che sponsorizza il sovrappeso grave, per il semplice fatto che sono entrambe situazioni che a lungo andare diventano deleterie per il corpo umano (e parlo con cognizione di causa). Eppure se in questo articolo ci fosse una ragazza scheletrica nessuno avrebbe preso le sue difese, perché?perché la società deve accettare le persone sovrappeso e stigmatizzare quelle sottopeso? Non mi sembra giusto, eppure molti vestiti calzano malissimo a chi è troppo magro, ma se si facesse una crociata per questo, apriti cielo!
    Questa ragazza ha un viso spettacolare, e nessuno le dice che deve farsi schifo, anzi, star bene nella propria pelle è il primo passo per essere felici. Quello che ritengo sbagliato è che passi il messaggio “sei bella e devi accettarti a prescindere da tutto”, perché quando si hanno comportamenti deleteri non si dovrebbe spingere la gente ad accettare un corpo fortemente sottopeso/sovrappeso ma anzi, stimolare tutti (a partire dalle scuole) a diffondere una cultura positiva verso come trattiamo e vediamo il nostro corpo; insegnare a mangiare bene e dimostrare quanto sia importante avere una vita attiva.
    E dopo di questo rompere tutti i canoni su peso e taglie, perché il peso forma è soggettivo ed esistono mille corpi sani ma diversi fra loro. Quindi non vedo perchè cercare sempre negli estremi quando la salute sta nel mezzo.

  24. io ho un’amica che è stata anoressica. dirle che era troppo magra non l’ha aiutata per niente se non aumentare la pressione che sentiva sul suo aspetto fisico. ero l’unica di tutte le persone che aveva intorno a scuola (eravamo pochi, ma comunque…) che le dicesse che era bella così e che se si piaceva così meglio per lei. non dico che l’ho salvata facendo così, assolutamente, ma parlandone dopo che ne è uscita si capiva che non le facesse piacere sentirsi dire che era troppo magra almeno una volta a settimana. sono d’accordo con te, ma ripeto che non credo che la modella volesse dire “w qualsiasi corpo senza prenderse cura”. ci sono persone che non saranno mai, MAI snelle e/o in forma, e trovare punti di riferimento è importante per loro quanto lo è per chi può “scegliere” che peso avere. accettarsi mentre si fa un percorso è una cosa sana e che ci tiene coi piedi per terra, e lo è altrettanto se si è raggiunto un punto in cui ci si sente bene con se stessi non per pigrizia ma per presa di coscienza.

  25. Concordo, adesso è giovanissima e sarà in salute! Ma purtroppo più si invecchia più certe patologie si manifestano, specialmente se si è in sovrappeso.

  26. Anche secondo me non è curvy ma è proprio sovrappeso. Dovrebbe curare di più l’alimentazione per il suo bene…
    Vorrei chiederle come si sente, più che come si vede…

  27. Per me questa ragazza può esibirsi come le pare e piace. Non ha detto a nessuna beh mangiate di più, sono la migliore. Per favore ragazze, viva la libertà e non attacchiamoci tra noi! Notte

  28. Ma poi queste che rivendicano presunti messaggi di “body positivity” si può sapere perché si fanno sempre fotografare mezze nude?
    Su instagram è pieno di donne americane gravemente obese in lingerie o direttamente in topless, truccate all’inverosimile, che scrivono “I’m beautiful”, “I’m sexy” ovunque. Ok, siete bellissime, su questo non ci piove. Ma se io soffrissi di obesità e cercassi un po’ di supporto morale mi piacerebbe vedere queste modelle con dei vestiti addosso, come nella vita quotidiana, magari per prendere ispirazione su cosa indossare (e iniziare a smettere di odiare il mio corpo per cominciare un percorso verso uno stile di vita più sano, che dovrebbe essere il vero obiettivo del “body positivity”). Invece no, sempre col c*lo e tette all’aria si fotografano. Non sarà che con della stoffa addosso che fa volume si sentono un po’ meno “beautiful” e non vogliono farlo trapelare dalle foto patinate che condividono?
    Ma oltre alla questione “apparenza”, il vero problema è la salute, puntualmente trascurato. Queste adesso hanno più o meno tutte 20 anni e si sentono immortali, quindi del peso se ne fregano perché essendo giovani e in forze ancora non accusano i colpi di un regime alimentare sbagliato e/o eccessivo. Voglio vedere a 30 anni come staranno messe e se avranno ancora il coraggio di accusare la società come unica e sola causa della loro forma fisica.

  29. Secondo me il troppo non va mai bene… Sono un po’ stufa di questi messaggi..
    Ognuno faccia come meglio crede ma il sovrappeso è un problema.. ne va della salute… Per me essere formose e perfette è avere un fisico alla Marilyn Monroe!! Questa ragazza invece è proprio sovrappeso!!
    Personalmente negli ultimi mesi ho perso 7 kg e per tornare al mio peso forma ne devo perdere altri 6… ok, non ero 50 kg in più… ma conosco tante donne che stanno perdendo molto peso e sono più raggianti che mai!! E loro stesse ora notano la differenza e dicono: “ma quanto si stava male con tanti kg in più”??
    Ma le care vecchie vie di mezzo no??
    Anche sta storia che bisogna farsi sempre fotografare senza niente addosso… eccheppasqua!!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here