Prendersi cura dei capelli d’estate è fondamentale, se non volete ritrovarvi a doverli tagliare ritornate dalle vacanze. Il mare, la salsedine, il vento e il cloro sono veri nemici per la nostra chioma, che se non idratata diventa arida e secca come la paglia.

I raggi solari e le aggressioni esterne tendono ad indebolire il fusto del capello, alterando lo stato della cuticola che diventa fragile, facendo si che i capelli si spezzino facilmente. Oltre a limitare l’uso del phon e della piastra, è importante conoscere i metodi migliori per prendersi cura dei nostri capelli anche nei mesi estivi, in modo da mantenerli sani e morbidi.

In questo post vi svelerò come prendervi cura della vostra chioma durante i mesi estivi, come evitare che diventi secca e quali sono le migliori acconciature a maschere post-sole. Fidatevi di me, per capelli top anche d’estate! Iniziamo.

cliomakeup-capelli-mare-protezione-1

OLIO DI COCCO E DI ARGAN: I MIGLIORI AMICI DEI VOSTRI CAPELLI

Se i vostri capelli sono lunghi, ma non avete intenzione di tagliarli in vista delle vacanze, è molto importante che impariate a prendervene cura, idratandoli: prima, dopo e durante la giornata. Applicare un olio protettivo è fondamentale per combattere gli agenti esteri che minano la bellezza naturale dei nostri capelli.

cliomakeup-capelli-mare-protezione-14-olio-argan

L’olio di Argan è caratterizzato dalla capacità di penetrare e nutrire le fibre dei capelli senza ungerli e grazie ai suoi principi attivi riesce a risanare le chiome impoverite e stressate dal sole e al vento, oltre che risolvere e curare ai danni causati dal cloro e dalla salsedine.


cliomakeup-capelli-mare-protezione-10-olio-cocco

L’olio di cocco o il burro di cocco sono invece dei booster idratanti eccezionali, e molto economici. In vendita si trovano dei grandi barattoli che contengono molto prodotto, basterà scaldarlo sulle mani per portarlo alla sua forma liquida e applicarlo su tutte le lunghezze.

cliomakeup-capelli-mare-protezione-15-olio-cocco

Boreal, Kit capelli all’olio di cocco. Prezzo: 19,90 € su amazon.it

Inoltre questo ingrediente è veramente eccezionale anche per realizzare delle ottime maschere per capelli “fai da te”: mixatelo con olio di jojoba e miele per capelli super morbidi e ristrutturati. Se però i vostri capelli sono a tendenza grassa fate attenzione, non tenetelo in posa per più di due ore, e applicatelo solo sulle lunghezze come fosse un balsamo e poi risciacquatelo.

cliomakeup-capelli-mare-protezione-17-mare

IL GEL DI ALOE VERA, EFFICACE SUI DANNI DEL SOLE

Un altro ingrediente naturale molto efficace contro i danni del sole è il gel di aloe vera, che non solo è un alleato per la nostra pelle, ma contrasta anche le ustioni solari e nutre in profondità i capelli.

cliomakeup-capelli-mare-protezione-7-aloe

Ci sono molti prodotti che contengo al loro interno questo principio attivo, ma può essere anche utilizzato al naturale, estraendolo dalla sua foglia.

L’aloe vera è miracolosa per pelle e capelli secchi o bruciati dal sole

All’interno si trova infatti una sostanza gelatinosa, che è miracolosa per risanare le fibre nei nostri capelli stressati dal sole.

cliomakeup-capelli-mare-protezione-11-shampoo-aloe

Omia, Shampoo all’aloe vera. Prezzo: 3,96 € su amazon.it

L’aloe contrasta la caduta dei capelli e viene spesso utilizzata come anti-ossidante nei trattamenti di bellezza perché aiuta a fortificare il cuoio capelluto e riequilibrare l’eccesso di sebo.

cliomakeup-capelli-mare-protezione-1-aloe-vera

Dunque se vi siete ustionate in testa (e si può capitare soprattutto se avete i capelli molto chiari) potete realizzare una maschera per capelli 100% naturale utilizzando l’aloe pura, i vostri capelli ve ne saranno grati.

cliomakeup-capelli-mare-protezione-8-maschera-aloe

Credits: Popsugar

Bellezze, non ho ancora finito. Non solo trattamenti naturali e maschere per capelli: per proteggere la vostra chioma dai danni estivi del sole potete utilizzare anche dei prodotti con spf e realizzare acconciature anti-caldo. Continuate a leggere!

21 COMMENTI

  1. Interessante, non ho mai usato niente per proteggere i miei capelli, a parte che io faccio sempre uso dei cappelli, sennò dopo mezzora mi ritrovo con un mal di testa allucinante. Quindi in qualche modo li proteggo, però in effetti sono un po’ secchi sulle punte dopo la spiaggia.

  2. A meno che non si abbia la fortuna di abitare vicino al mare o di avere una casa al mare, le maschere fai da te in vacanza non sono molto pratiche, preferisco affidarmi ai prodotti “in scatola” e preferibilmente senza risciacquo. Uso sempre la linea phyto plage.

  3. ahah infatti! Già mi vedo nel mio appartamento (affittato :D) a Palma di Maiorca, mentre prima di uscire bevo un aperitivo coi miei amici e aspetto che agisca lo yogurt in testa 😀

  4. …Comunque solo per me pagare 20 euro per olio di cocco “puro” è FOLLIA?
    L’olio di cocco puro (davvero puro, per uso alimentare) si trova al Carrefour a 2 euro.
    Per fare la vip invece, io sto usando l’olio apposito della Phytorelax (buon inci, unici gialli gli allergeni del profumo) che ha dentro anche qualcosina in più e trovo al Tigotà a 7 euro…
    Olio protettivo + treccia + shampoo bio delicato (ovvero, sempre più delicato di quelli non bio) + balsamo Garnier all’avocado e karité (salvezza).

    Una cosa che ho notato li rovina tantissimo è anche il nostro stesso sudore… Io li ho lunghi fino alla vita e, anche se faccio la coda, toccandomi sulla schiena vemngono a contatto con il sudore (fa schifo lo so ahah, comunque in tal caso non ho paura di lavarli anche tutti i giorni :D) . La treccia invece la porto sempre da un lato sul davanti, al riparo dal sudore 😉

  5. io l’olio di cocco lo uso anche prima dell’asciugatura sulle punte, non rimangono unti per niente, anzi, addirittura sembra che fissi un po’ di più la piega quando faccio una treccia per avere onde senza usare il calore

  6. Ragazze ma, che voi sappiate, un olio per capelli scaduto si può usare? Male sicuramente non può fare perché tanto i capelli sono già materia morta, però magari perde di efficacia?

  7. Articolo che capita a fagiuolo: stavo proprio cercando un olietto o qualche prodotto da applicare sui capelli al mare in vista delle ferie, olè!
    Chiedo solo una cosa: qualcuna ne conosce uno che unga il meno possibile??
    Al mare tento sempre di lavare i capelli a giorni alterni, magari tenendoli legati.. so che non è esattamente il massimo, ma se li lavassi ogni giorno poi mi si rovinerebbero il doppio – senza contare che come minimo poi “si abituerebbero” subito e per tornare a lavarli 2/3 volte a settimana sarebbe un disastro -_-”
    L’idea della maschera con yogurt, olio e miele la devo provare assolutamente!!
    Parentesi olio di cocco: a me appesantisce un sacco i capelli (forse perché i miei hanno già tendenza ad appesantirsi dopo un pochino..), l’unico modo che ho trovato è di applicarlo sui capelli umidi prima dello shampoo: d’estate la mattina li inumidisco un pochino e poi, con l’aiuto dell’olio, faccio una treccia.
    Di sera li lavo (dopo quindi tot ore di “posa”) e mi escono supermorbidi e per nulla pesanti!

  8. Eccome se lo so, coi miei capelloni mossi e crespi. Al mare porto l’olio di Argan, l’unico che riesce a idratarmeli senza insozzarli, e poi ha un profumo sublime. Anche l’olio di cocco è molto idratante e anticrespo, però è troppo grasso e ha un odore che non va d’accordo con sudore e umidità, perciò non lo uso più. Per il resto, fasce larghe, bandane e cappelli a volontà!

  9. Ciao Crazy Girl, dipende da quanto è scaduto, inoltre se vedi che è cambiata la texture e/o l’odore, è meglio buttarlo.

  10. Si come dice Clio. Se e’ irrancidito e’ ossidato quindi le proprieta’ degli acidi grassi non saranno le stesse suppongo.

  11. Fa un effetto gel asciutto, li mette in piega, toglie il crespo e a differenza dei gel styling se pettini i capelli non ti lascia quei residui che sporcano i capelli. Secondo me è l’ideale per i capelli ricci o mossi, definisce…però io l’ho sempre usato in estate e dopo averlo messo lascio asciugare i capelli naturalmente, non so che effetto faccia col calore del phon..

  12. non ho capito una cosa: il burro di cocco si mette quando si è al mare per proteggere o dopo/prima dello shampoo quando si è già a casa solo per nutrire?

  13. Mi segno il trick dell’aloe. Perché l’olio di protezione ce l’ho ma non lo metto ogni santa volta che esco dall’acqua. Sotto ho letto un trucco di @adriana1980:disqus e proverò a farlo: gel di aloe sui capelli bagnati e asciugatura naturale!

  14. Occhio che gli oli vanno messi SEMPRE a capelli umidi altrimenti fa l’effetto contrario, anziche’ nutrirli (perchè l’olio nutre, non idrata) li secca ancora di piu’.. al mare mi porto un bifasico contenente acqua, olio di cocco e olio di lampone, entrambi con fattore spf.. se lo uso per piu’ giorni ci metto il conservante essendoci l’acqua

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here