Partiamo da un presupposto: i pori dilatati sul viso, specialmente in aree specifiche come naso e guance, sono praticamente la “regola”. Può succedere, però, che questi si ingrandiscano notevolmente per svariate cause e che creino disagio come un qualsiasi altro inestetismo.

Rincorrere la perfezione, ragazze, è sbagliatissimo e controproducente, ma ci sono dei rimedi da poter mettere in atto – sia naturali che dermatologici – prodotti più adatti di altri da utilizzare e, nondimeno, consigli da seguire per rendere i pori meno visibili. Nessuno di noi può sapere come chiudere i pori dilatati del viso – anche perché sarebbe del tutto innaturale, i pori ci servono! – ma è possibile comunque migliorare la situazione quando questi sono fin troppo visibili.

Curiose di saperne di più sui pori dilatati? Allora, bellezze, iniziamo!

cliomakeup-pori-dilatati-teamclio-cover

Credits: Foto di Unsplash | Fleur Kaan

QUALI SONO LE CAUSE DEI PORI DILATATI

Quando si parla di pori dilatati sul viso, soprattutto su naso e guance, non si fa riferimento alla presenza visibile dei pori. Tutti abbiamo i pori sul viso, anche perché questi hanno una funzione importantissima! Si tratta, infatti, di aperture che coincidono con lo sbocco delle ghiandole sebacee e che assicurano la traspirazione della pelle. Per cui, bellezze, è bene sottolinearlo: non si possono “richiudere i pori” completamente, ma solo intervenire per renderli meno visibili.

ClioMakeUp-pori-dilatati-rimedi-prodotti-consigli-come-fare-1

I pori dilatati, infatti, sono tutt’altra cosa. In questo caso i pori aumentano di dimensione, rendendo la grana della pelle irregolare. Cambiano nella misura e nella forma, principalmente se si ha la pelle grassa. Ciò accade perché i pori si ostruiscono, per via di una produzione di sebo eccessiva e per la presenza di cellule morte in esubero che non riescono più a contenere.



Ci sono diverse cause che favoriscono l’insorgenza dei pori dilatati. Tra queste si distinguono prima di tutto abitudini sbagliate come un’alimentazione troppo grassa e poco equilibrata, una skincare scorretta e l’utilizzo di cosmetici inadeguati al proprio tipo di pelle.

cliomakeup-pori-dilatati-teamclio-1

Credits: Foto di Unsplash | Reece Van Der Merwe

Alle volte entrano in gioco anche altri fattori, come la predisposizione genetica e l’invecchiamento cutaneo. Possono provocare i pori dilatati anche un’esposizione ai raggi UV sconsiderata – mai esagerare con sole e lampade e, soprattutto, mai senza protezione solare! – l’assunzione di alcuni farmaci e sbalzi ormonali.

COME CHIUDERE I PORI DILATATI DEL VISO: SI PARTE DALLA DETERSIONE

Lo sappiamo bene: la detersione è fondamentale per la bellezza e la salute della pelle e questo principio vale ancor di più quando si parla di pori dilatati. Se i pori sono puliti e non ostruiti, quindi liberi, possono restringersi così tanto da non essere praticamente più visibili a occhio nudo.

Se i pori si ostruiscono è perché contengono al loro interno sebo, smog, polvere, tracce di make up oppure residui di prodotti non penetrati negli strati più profondi della pelle.

cliomakeup-pori-dilatati-doppia-detersione

ClioMakeUp, Kit Doppia Detersione ClioMakeUp Skin. Prezzo: 35.00€ su cliomakeupshop.com

Effettuare costantemente la doppia detersione, specialmente prima di andare a dormire, aiuta a minimizzare i pori dilatati e anche a prevenire la comparsa di brufoli e punti neri. Se la doppia detersione proprio non fa per voi, assicuratevi quantomeno di lavare per bene il viso con un detergente schiumogeno e di risciacquare con attenzione, mattina e sera.

I MIGLIORI PRODOTTI: DAL TONICO ASTRINGENTE AI DEVICE

Tra tutti i prodotti per la skincare da utilizzare quando si risente di pori dilatati, il tonico è sicuramente fondamentale. A base acida, questo prodotto spesso sottovalutato ha in realtà una funzione molto importante tra cui, appunto, quella di richiudere i pori dopo aver deterso il viso.

cliomakeup-pori-dilatati-teamclio-tonico

Kiehl’s, Rare Earth Pore Refining Tonic. Prezzo: 23,50€ su kiehls.com

I TONICI TROPPO ALCOLICI sono SPESSO CONTROPRODUCENTI

Attenzione, bellezze: molti tonici specifici per pelle grassa e impura contengono grandi quantità di alcool. Per esperienza personale, io vi sconsiglio i tonici troppo alcolici perché tendono ad aggredire la pelle e, per quanto la disinfettino, finiscono per disidratarla, ottenendo l’orribile effetto di farle produrre più sebo mentre si distrugge la barriera idrolipidica della cute. Meglio puntare su formulazioni più delicate, ma ugualmente efficaci.

Sono utili anche i prodotti per la skincare a base di ingredienti riequilibranti, come l’acido salicilico o la niacinamide, da ricercare nella formulazione di detergenti e creme viso. Per quanto riguarda le abitudini settimanali, il mio consiglio è quello di effettuare con regolarità una maschera per pori dilatati fai da te a base di argilla o, comunque, di utilizzare almeno 1 volta alla settimana maschere da acquistare già pronte che contengono questo ingrediente naturale.

cliomakeup-pori-dilatati-teamclio-maschera

La Roche-Posay, Maschera Effaclar. Prezzo: 18,45€ su lookfantastic.it

Tornando alla detersione, sono di aiuto tutti i device per la pulizia del viso, da quelli manuali a quelli elettrici come, per esempio, il “vecchio” Clarisonic e la più attuale linea Foreo.

cliomakeup-pori-dilatati-teamclio-foreo

Foreo, FOFO Spazzola pulizia viso intelligente. Prezzo: 89,00€ su sephora.it

*Fino al 31/12/2022 spendendo più di 49€ sul sito sephora.it è possibile ricevere il 20% di sconto inserendo al checkout il codice speciale BEAUTY20 dedicato alla community di ClioMakeUp. Alcuni marchi potrebbero essere esclusi, per dettagli e condizioni visitare il sito sephora.it.

Bellezze, non abbiamo ancora finito! Girate pagina e continuate a leggere per scoprire con me i migliori rimedi naturali e dermatologici contro i pori dilatati!

69 COMMENTI

  1. Ragazze tutto ciò che dice clio è giusto MA ricordatevi che la larghezza dei nostri pori è del tutto genetica quindi si può solo alleviare la loro presenza ma non eliminare!con il dermaroller non mi esprimo perché su di lui non ho ancora un’idea completa ma potrebbe essere forse un’idea più “definitiva”, ma gli altri prodotti attenuano e basta una vostra predisposizione 🙂

  2. Sono d’accordo con YleniaT… Le ho provate davvero tutte ma i miei pori sono dilatati e continueranno a riempirsi di roba!, pulizia, detersione ecc, e poi si ricomincia! Adottando la routine descritta da Clio, la situazione è migliorata ma…la genetica è genetica! ☺ Buona giornata a tutte! 😀

  3. Ho combattuto contro i pori per taaaaanto tempo, poi ho deciso di investire nel clrisonic! Avevo già provato sistemi elettronici per pulire la pelle, ma senza la testina ruotante. Invece col clarisonic ho visto la differenza dopo 10 giorni, anche senza usare detergenti specifici

  4. Ciao Clio! Forse è una coincidenza ma uno dei miei ultimi articoli si chiama proprio “Il tonico… questo sconosciuto”: https://marinaippolito.wordpress.com/2016/11/24/il-tonico-questo-sconosciuto Anche questa volta come nel caso del Retinolo è tutto esatto :). Manca solo una cosa.. l’effetto astringente del tonico lo si ottiene solo mantenendo il tonico sulla pelle, quindi va assolutamente evitato il risciacquo o l’utilizzo di una velina per tamponarlo. Vale il discorso fatto per i detergenti, se un “attivo” non resta a contatto con la pelle non ha nessuna speranza di penetrare.
    Buona giornata a tutte ragazze!!

  5. Ciao Clio!io ho adottato, da quando è uscito l’articolo, la famosa routine coreana e sto vedendone i benefici!oltre al problema delle impurità ho capito infatti di avere un problema di idratazone. Paradossalmente usando troppi prodotti purificanti la mia pelle comincia a tirare e i pori si vedono di più! Se invece idrato bene dentro e fuori, noto la differenza. Ovviamente ci ho messo un po’ a capire quali prodotti usare su di me, ma grazie ai tuoi consigli e quelli del team sto vedendo i miglioramenti! !grazie ragazze vi adoro!!!

  6. Personalmente non mi sono mai trovata bene con nessun tonico, forse per via della mia pelle mista odio la sensazione del prodotto lasciato sulla pelle senza risciacquo. Però mi sono decisa a prenderne uno, penso proverò quello della Khiel’s, spero solo di riuscire ad utilizzarlo

  7. Ciao! Se non sei sicura di come ti troverai e hai paura di spendere dei soldi per qualcosa che non ti piace chiedi in negozio di darti qualche campioncino così poi lo puoi provare per bene a casa!

  8. Sì, aspetto che si asciughi. Al massimo tampono il viso con le mani in modo da far penetrare meglio gli attivi del tonico. Sul mio articolo trovi scritte tutte le informazioni. Fammi sapere se possono esserti utili 🙂

  9. Non ne ho moltissimi ma va a periodi. https://uploads.disquscdn.com/images/ffa3c99751e2912ced8c27ae11184f4376405fa6d7d32c8add88caed12a5c909.jpg https://uploads.disquscdn.com/images/eae3b0d2dd4b9189ce1c98c2ac43e06d54206122c97441daa85f167ce2e4a622.jpg Tra i tonici purificanti consiglio anche l’Aqua Magnifica di Sanoflore : ne parlavo ieri nel post dei Top dei Top skincare ed é un’ottima linea bio di prodotti purificanti, dalla maschera, al detergente al tonico ed é adatta anche alle pelli sensibili come la mia che spesso si infiammano con prodotti purificanti troppo aggressivi. Contiene parecchio acido salicilico oltre a essere antiossidante e antibatterica.
    Per me comunque il migliore alleato dei pori dilatati resta il primer POREfessional di Benefit : sarà siliconico e non curativo ma prima del trucco nasconde i pori che é una meraviglia

  10. Io l’aceto di mele lo uso diluiito in acqua (1/3 aceto 2/3 acqua, in una bottiglietta scura col contagocce mi dura una settimana in questa stagione) come ultimo step della pulizia con le biofasi. Però puzza, quindi voglio provare un tonico di Fitocose a ph acido. Quanto ai pori, sono fortunata: da vicino non ci vedo e gli occhiali coprono le parti “incriminate”. Occhio non vede, poro non c’è!

  11. Posso testimoniare che con anni di Clarisonic più tonico, i pori si sono ristretti davvero!

  12. Mi sa che prima o poi cederò alla seduzione del Clarisonic… ma quante volte alla settimana va usato? la mia pelle è normale (mista in estate), e sa essere permalosa se adopero prodotti aggressivi per la pulizia (niente argilla verde per me!). Quale detergente potrei usare in abbinamento? Mi sa che il 3 in 1 di Garnier lo dovrei relegare ai giorni in cui non adopero l’aggeggio… o sarebbe “troppo” !

  13. Non è che i primer siliconici – e i siliconi in genere – non siano curativi: peggiorano proprio il problema, perché non fanno respirare la pelle e quindi i pori si dilatano di più per poter fare il loro lavoro. Si innesca quindi un circolo vizioso, per cui si usano i siliconi per mascherare il difetto, ma si ha sempre più bisogno dei siliconi, perché il problema si aggrava… La dott. Serri, una grande dermatologa, aveva pubblicato qualche anno fa delle foto sulla sua pagina facebook che mostravano proprio questo circolo vizioso.

  14. Non mi sembra molto consigliabile lasciare dei tensioattivi a contatto con la pelle senza sciacquare… Forse non ha molto senso spendere per detergenti con attivi inutili, meglio applicare creme o sieri con ingredienti attivi.

  15. Io più o meno lo uso per struccarmi ogni volta che ho un trucco “completo” sul viso, quindi saranno 2/3 volte alla settimana. Poi ogni tanto lo uso anche per sciacquare meglio le maschere (ad es. quelle al fango, all’argilla, etc) quindi in una settimana lo uso un bel po’, ma sempre massimo 1 volta al giorno, non di più…

    Il Clarisonic l’ho iniziato ad utilizzare a Luglio e ormai non lo mollo più!

  16. Ciao! Sul discorso dei detergenti sono d’accordo con te, gli attivi nei detergenti lasciano il tempo che trovano. Per il discorso del tonico e dei tensioattivi possiamo discuterne ;), l’unica cosa certa é che se vogliamo un effetto astringente e mettiamo il tonico per poi sciacquarlo via facciamo prima a non metterlo!

  17. Grazie Chloe! Che detergente sarebbe più indicato, secondo te? possibilmente eco-bio… altrimenti va bene pure uno sintetico (nella detersione sono meno talebana :-p )

  18. Continuo a pensare che l’uso del dermaroller non sia molto sensato. Ad ogni uso dovrebbe essere sterile non “disinfettato” con l’alcol.

  19. Guarda, è davvero efficace. Anche se col senno di poi comprerei quello della Philips, che costa meno ed è efficace uguale. Ma nulla da dire sul risultato, la pelle migliora sensibilmente e già dopo pochi giorni!

  20. Piccolo OT per il Team e Clio: è possibile trovare soluzioni più simpatiche/ironiche/fantasiose per i titoli acchiappaclick?! 😀 Questa titolistica urlata da tabloid scandalistico che avete intrapreso da qualche mese stile “Emergenza!!Crisi!Shock!!Disperazione!!Urgente!Incredibile!!Scandalo!!” , soprattutto fatta in periodi in cui le emergenze e le crisi sono ben altre, non è proprio il massimo e non ne avete bisogno! 😉 <3

  21. Ma perché il tonico va sciacquato? Ma se serve per riequilibrare la pelle dopo la detersione non ha senso poi sciacquarlo… Io lo faccio asciugare: metto il tonico, faccio la pipì così nel frattempo si asciuga, e poi metto la crema! 🙂 beauty routine mattutina super-studiata al minuto!

  22. Clio e ragazze, tutti i vostri commenti per il clarisonic mi danno molta speranza, l’ho ordinato da poco e non vedo l’ora che arrivi!!

  23. Anch’io faccio così. Mi lavo il viso, metto il tonico (travasato in una bottiglietta con lo spruzzino), aspetto che asciughi e poi metto la crema…. poi colazione e trucco!

  24. Sono attenta su molte altre cose (detersione, maschere, brufoli, occhiaie…), ma per i pori non faccio niente di specifico e vivo bene così XD Non li ho mai considerati un problema, li abbiamo tutti.

  25. No no no. Per me il dermaroller è sempre no. Una iperstimolazione della produzione di collagene non mi da l’idea che sia gestibile a lungo dalle cellule, anzi, mi sa pure che si stressano e tendono a morire. Però contente voi…

  26. Anche per me è no. In linea generale avere cura di se va bene, ma con misura. Oltre, diventa ossessione, accanimento, non è sano. Certo, la definizione di “misura” è in parte soggettiva, quindi, lo sottolineo, questo è solo il mio parere e il mio approccio alla cura della pelle. Sarà che non mi sono mai guardata così attentamente, manco con li specchio ingranditore!

  27. Ti appoggio. Ma non credo che acchiappi niente. È solo il loro stile. Credo che l’intento sia ironico, ma per me l’ironia è molto più sottile e difficile da praticare!

  28. Infatti per detergere va bene qualsiasi cosa sciolga lo sporco. Tutti gli attivi veri o presunti servono solo a chi vende. Il tonico non mi pare abbia tensioattivi dentro, almeno il mio, e non è un cosmetico a risciacquo, per quel poco che ne so.

  29. Io li ho visibili solo sul mento.
    A volte faccio il cerottino, e levo i punti bianchi. In prossimità del ciclo faccio la maschera alla menta di Lavera. Però sono sempre visibili. Visto la zona limitata, comprare aggeggi, per un viso con la pelle delicata e con couperose, mi sembra troppo. Di sicuro dovrei provare una detersione diversa. Per non disidratare troppo uso prodotti delicati. Ma credo a volte non bastino.

  30. Concordo, tra l’altro tutta questa micro cicatrizzazione spero non porti in futuro a una pelle di cuoio. Il collagene fa bene fino ad un certo punto.

  31. Guardando la mia pelle da vicino attentamente non sento il bisogno di usare queste cose. Però in futuro non si sa mai!
    In realtà non ho mai avuto problemi alla pelle e da quando prendo la pillola, avendo l’ovaio policistico (quindi c’è il rischio che mi esca qualcosa sul viso, tipo sfoghi…), ho la pelle sempre pulita. Speriamo rimanga così

  32. Io ho pori visibili solo sul naso – quelli sono più punti neri, vabbè – e ai lati, e qualche punto nero sparso sul mento. Al liceo facevo sedute davanti allo specchio per strizzare i punti neri quasi ogni sera, dopo la detersione, e ho idea che non abbia proprio aiutato la mia tendenza alla couperose 🙁 Senza contare che nel periodo del ciclo strizzare un punto nero sul mento è come invitarlo a trasformarsi in un brufolo, nel mio caso.
    Ho sempre fatto così: se ho un brufolo mi fisso su quello, e se non ne ho mi fisso sui punti neri e i pori. Probabilmente dovrei cercare di superarlo, anche perché, considerando che non uso quasi mai il fondotinta, non direi comunque che la mia pelle sia peggio di quella delle altre, anzi (a parte i rossori imbarazzanti che mi vengono se c’è vento o caldo ecc.).
    Comunque sto usando da un paio di settimane, solo dove serve, la rare earth deep pore cleansing mask della kiehl’s (grazie black friday!), e per adesso ne sono molto soddisfatta. Usata 2 volte a settimana è troppo per la mia pelle, quindi mi attesterò su una, penso. Direi che pulisce decisamente i pori sul naso, non secca troppo la pelle (se usata una volta sola) e dà un bell’effetto luminoso. Domenica avevo una pelle fantastica. Poi ovviamente è arrivato il pre-ciclo e adesso ho un brufolo e mi sento la Pimpa, e ovviamente stasera devo uscire, ma vabbè 😉

  33. Piccolo commento OT: leggendo i vostri commenti mi avete fatto venire voglia e ho fatto un ordine su Fitocose, non vedo l’ora di ricevere il pacco!!

  34. Concordo! Mia sorella, che ha una pelle abbastanza normale e senza grossi problemi ha i pori dilatati (e purtroppo se ne fa’ un grosso cruccio) ma le ho già spiegato che purtroppo è anche una condizione genetica.. Infatti lei ha la stessa “pelle” di nostro padre e delle sue sorelle (le nostre zie) tutte con questa particolarità… X cui…

  35. Fai benissimo!!! Io lo comprai poco dopo l’uscita del MIA2, che da anni è il loro best seller. All’inizio ero titubante per il prezzo, ma decisi di fare l’investimento; prima spendevo tantissimo per i detergenti adatti al mio tipo di pelle, ora invece mi basta anche un sapone “da supermercato” e l’effetto è stupendo!!

  36. Sara’ una coincidenza, ma da quando ho iniziato ad usare l’olio maracuja di Tarte non vedi piu’ nessun poro sulla mia pelle… Mentre prima avevo pori abbastanza dilatati e pelle mista molto fastidiosa. E’ capitato a qualcun altro?

  37. Peró dai, ancora con la storiella che i siliconi fanno male? Ma non stava passando? 😀 Fa male altrettanto l’olio (pure biologico) perché occlude, e fanno male tante altre cose che ci spalmiamo sulla pelle quotidianamente quando ci trucchiamo e non, robe naturali comprese, nessuno escluso! La cosa da fare per far respirare la nostra povera pelle? Non metterci nulla, ogni tanto!

  38. È vero, una spazzola elettrica per la pulizia della pelle fa la differenza! Segnalo ancora una volta la spazzola che si trova al Lidl un paio di volte l’anno, costa 15€, ha tre spazzole e va a pile (usate le ricaricabili). Dopo due anni uso ancora la prima spazzola e mi trovo molto bene.
    Come tonico io uso l’acqua di Rose della Roberts e ho la pelle mista con pori dilatati sulle guance soprattutto.

  39. Allora, io come detergente struccante ho utilizzato inizialmente quello che usciva nella confezione (sempre Clarisonic) che poi ho acquistato, una volta finito, in full-size ma il prezzo lo trovo un po’ eccessivo (sui 25€). E’ buono come detergente, non mi irrita e strucca bene, però qui sul blog me ne avevano consigliato uno della L’Oréal che costa molto bene e fa bene il suo lavoro.

    Appena trovo la foto (ce l’ho sul cell) te la posto qui sotto!

  40. A me spaventa proprio quello….ho una pelle che cicatrizza malissimo e fa cheloidi a tutto spiano…penso che non faccia proprio per me

  41. Ah ah ah grande! Alla fine è proprio quello il punto…con sta storia degli specchi che ingradiscono sempre di più ci troviamo i peggio difetti e ci torturiamo la pelle come non ci fosse un domani…un po di sana autoironia rimane sempre la ricetta migliore!

  42. Infatti ho messo le mani avanti e ho specificato che è pieno di siliconi, sapendo che ci sono tante persone “contro”. Io posso dire che per quanto riguarda la mia pelle i siliconi (che uso quasi esclusivamente nei primer viso e non tutti i giorni) non hanno peggiorato il problema. I miei pori c’erano ben prima che i primer di questo tipo fossero inventati e ci sono anche adesso, in certi periodi un po di più e in certi un po di meno. E cmq penso che una buona pulizia serale abbia proprio lo scopo di far di nuovo respirare la pelle e liberarla da tutto ciò che si è mangiata durante il giorno, trucco e siliconi compresi

  43. Io alla fine non ho mai capito bene che tipo di detergenti si possono usare con il Clarisonic…che caratteristiche devono avere per essere compatibili? o vanno bene più o meno tutti?

  44. Io preferisco quelli schiumogeni, cosí che quando la testina del Clarisonic inizia a roteare, il detergente si trasforma in schiuma e pulisce per bene il viso… inoltre basta anche meno prodotto perchè anche una piccola noce di detergente fa un bel po’ di schiuma! (non come un bagnoschiuma tranquilla lol)

  45. Non sapevo che ne avessero anche da Lidl, effettivamente potrei provarla… Posso chiederti come e ogni quanto la usi? Grazie mille 😉

  46. Non è una storiella che i siliconi peggiorano i pori dilatati, ma è dimostrato da studi scientifici (cercare su google le videopillole delle dott. Serri). Gli olii vegetali non occludono i pori, ma non vanno bene per la pelle grassa, punto (dipende dall’olio e dalla pelle). Ovviamente dire che i siliconi peggiorano il problema non vuole dire che tutto ciò che è naturale va bene sempre e comunque, ecc. ecc. (almeno, io non l’ho detto).

  47. Credo proprio che oltre alla mia solita routine, che in realtà non necessita di particolari cure (un applauso al movimento sonico!!!) mi darò ai suffumigi, che dalle mie parti si chiamano fumenti! 🙂

  48. Ciao Zuzana , grazie per il link al sito. Oltre alle spese di spedizione c’è il rischio dogana acquistatndo dal sito ? Te lo chiedo perchè non ho capito da dove spediscono. Grazie mille

  49. Io mi chiedo allora, perché tanti prodotti efficaci verso acne, punti neri, ecc, sono a base siliconica? E sono supportati da ricerche, studi scientifici, test, e quant’altro, prima di essere messi in circolazione? Perché ci sono studi che invece dimostrano che i siliconi sono permeabili e non ”tappano” la pelle ma bensì trattengono l’acqua al suo interno? Per me non esistono soluzioni nette, credo si possa trovare del buono da entrambe le parti

  50. È un’azienda americana, per 99,9% spediscono dagli Stati Uniti. Quanto potrebbe essere la spesa per la dogana (sempre se c’è) non saprei, non ho ancora ordinato nulla. Se ne riparla per la primavera. Vorrei praticamente tutto!

  51. Io ho la pelle molto sensibile e mi hanno sconsigliato clarisonic ecc e il dermaroller in particolare…infatti è da un Po ke l ho accantonato il mio clarisonic mia 2 ke ho notato dei capillari rotti

  52. Ciao, da poco ho iniziato a seguire la skincare koreana, ho preso prodotto specifici per pori dilatati, ma ho notato un peggioramento, posso sperare in un miglioramento con il tempo? Ho iniziato solamente da una settimana. Cerco conforto 🙂
    Grazie mille!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here