Buongiorno bellezze!

Vista l’accoglienza che avete riservato ai vari post sugli errori più comuni che ho pubblicato nelle scorse settimane (qui trovate quelli nel makeup e nello styling dei capelli), oggi ho deciso di andare a scovare quelli della skincare, che rischiano di compromettere non solo la bellezza della nostra pelle ma anche la sua salute!

collage
….vogliamo una pelle così………………………………… o così?!?

 

Scommetto che qualcuna di voi starà pensando “Ma io uso due prodotti in croce: mi limito a struccarmi e a mettere una crema senza tante pretese! Non posso parlare di skincare routine!” … Ebbene, se qualcuna lo sta pensando si sbaglia! Praticamente tutte/i (e anzi alcuni maschietti sono mooolto più attenti tante donnine!) abbiamo una skincare routine: anche solo 30 secondi di fugaci attenzioni per la pelle alla mattina, o un rituale altrettanto breve prima di fare la nanna, possono essere considerati tali!

nutrizione-esterna9_600x600

 

Come mi è capitato di sottolineare più volte, il makeup ci può aiutare tantissimo a valorizzare i nostri pregi e a mascherare i difetti, ma di certo non può rendere sana una pelle trascurata! Per ottenere questo risultato l’unico modo è prendersi cura della nostra pelle: scegliere i prodotti adatti al nostro tipo di cute, utilizzarli con costanza e saper leggere i segnali che la nostra pelle ci invia! La pelle è lo specchio del nostro benessere psicofisico, della nostra anima… non è solo il rivestimento più esterno del corpo!

herbelia-per-prendersi-cura-delle-pelle-del-v-L-RFxACz

Il problema è che alle volte, anche se siamo animate dalle migliori intenzioni nel coccolare la nostra pelle, rischiamo di incappare in alcune sviste, più o meno comuni, che ci allontanano dal nostro obiettivo. In questo post ho raccolto 10 errori che tutte possiamo facilmente evitare, senza dover essere per questo delle esperte in dermatologia: basta utilizzare un minimo di accortezza! Che ne dite la cominciamo o no questa caccia all’errore?!

10725016_1546440072234611_1041342486_n

 

1)  NON USARE PRODOTTI  FORMULATI PER IL PROPRIO TIPO DI PELLE

Il primo erroraccio riguarda la scelta dei prodotti: se avete un problema (pelle secca, sebo in eccesso, imperfezioni ecc ecc) e volete vedere dei miglioramenti è bene preferire prodotti specifici, piuttosto che prodotti genericamente formulati “per tutti i tipi di pelle”! Non che quelli specifici funzionino sempre sempre sempre, ma sicuramente le probabilità di successo non potranno che essere maggiori! Ovviamente il discorso cambia se avete una pelle praticamente ‘perfetta’: in quel caso le premure possono diminuire!

scegliere-la-crema-viso
…a ciascun tipo di pelle la sua crema!!!

2) FOCALIZZARSI SU UN SOLO BISOGNO DELLA PROPRIA PELLE

Sempre in tema di scelta dei prodotti, un altro errore in cui si può cadere è fissarsi su una sola esigenza, dimenticandosi di tutto il resto, di tutti gli altri bisogni più o meno inespressi della nostra cute. Se ad esempio volete combattere i brufoli sul mento, e dunque avete bisogno di purificare quella determinata zona, non per questo potrete trascurare le altre parti del viso, bisognose di cure diverse…

credit bellezza.pourfemme.it
credits: www.bellezza.pourfemme.it.

Se per esempio la vostra pelle è mista, sarà necessario dedicarsi in modo specifico nelle varie zone, idratando le parti più secche (di solito le guance e gli zigomi) e purificando quelle più grasse (normalmente la zona T), a costo di utilizzare prodotti diversi specifici per le diverse esigenze! Lo so, è una scocciatura, ma è il modo più efficace per ‘normalizzare’ una pelle che dà qualche probelma.

3) NON SAPER DISTINGUERE PELLE SECCA E PELLE DISIDRATATA

Questo errore deriva da una confusione terminologica molto diffusa: spesso infatti si generalizza definendo secche delle pelli che hanno caratteristiche ed esigenze ben diverse. La pelle secca è infatti quella in cui è carente la produzione di sebo, che invece è fisiologica e necessaria per mantenere intatta la barriera cutanea. Questo tipo di cute è sottile, poco elastica, sensibile e con la tendenza alla comparsa precoce dei segni dell’invecchiamento e delle linee d’espressione. Viceversa la pelle disidrata è una cute carente di acqua (niente a che vedere con la produzione di sebo!) che si può presentare ruvida al tatto, che tira se non adeguatamente trattata e può presentare screpolature fino alla desquamazione.

collage2

Voglio farvi un esempio del malinteso che si può venire a creare: quando si usano prodotti strong contro l’acne, è normale sentire la pelle tirare… ma ciò non significa che la pelle è diventata secca! Per questo non si deve cercare di risolvere usando creme idratanti per cuti secche, perché queste potrebbero contenere ingredienti che rischiano di peggiorare i brufoli, ma piuttosto è necessaria una crema contro la disidratazione della pelle! Potete ben capire la differenza abissale soprattutto pensando alle conseguenze di una scelta solo apparentemente insignificante!

I prossimi errori li trovate nella prossima pagina!

P.s. se non dovesse funzionare il link scusatemi, ma ci sono dei problemi tecnici. Eventualmente cliccate sui numeretti sotto!