Se oggigiorno la bellezza nella maggior parte dei casi è associata anche al benessere, in passato il detto “Chi bella vuole apparire deve soffrire” era vero come non mai. Per avere una pelle di seta o occhi languidi e sensuali, infatti, secoli addietro le donne ricorrevano a mezzi che, alla lunga, potevano causare non pochi fastidi, se non addirittura danni permanenti! E che dire dell’utilizzo di cosmetici e stratagemmi che, per quanto efficaci da un punto di vista estetico, da un punto di vista pratico erano veramente strani o addirittura disgustosi?

Andiamo allora alla scoperta di 5 problemi beauty dal passato di questo tipo che, fortunatamente, ormai ci sembrano solo un lontano miraggio! Siete curiose, ragazze, di scoprire alcune pratiche particolarissime della beauty routine dei secoli passati e delle sue (in certi casi enormi) differenze rispetto a quella attuale? Non vi resta che continuare a leggere il post, per scoprire anche che prepararsi in tutta tranquillità nel proprio bagno è una comodità che non sempre doveva essere data per scontata eheh!

cliomakeup-problemi-beauty-passato-9

 “Quella è storia antica, ci sono già stata, già fatto!”


PROBLEMI BEAUTY PASSATO E…AUDIENCE ALLA TOILETTE!

Sicuramente, chi ha bisogno di privacy e concentrazione per prepararsi mal avrebbe sopportato la beauty routine corale estremamente in voga tra le donne nobili della Francia del 18esimo secolo.

cliomakeup-problemi-beauty-passato-1

Per farsi belle, le nobildonne impiegavano ore per acconciarsi i capelli, truccarsi e vestirsi, ma c’è un piccolo particolare: lo facevano davanti ad un vero e proprio pubblico di ammiratori selezionati!


cliomakeup-problemi-beauty-passato

Questo rituale quotidiano, denominato toilette o vestizione, era stato creato inizialmente da Luigi XIV ed era associato, dunque, alla regalità. In breve tempo, però, si è diffuso a macchia d’olio tra le donne aristocratiche e, successivamente, anche borghesi!

cliomakeup-problemi-beauty-passatoProbabilmente, se fatto oggi, anche noi ad un certo punto urleremmo: “Lasciatemi solaaa!”

DENTI BIANCHI CON L’URINA

Esteticamente parlando, un bel sorriso è di certo un ottimo biglietto da visita. Ciò era sostenuto anche dagli antichi Romani, che avevano trovato un modo decisamente particolare per ottenere denti bianchissimi: lavarli con l’urina!

cliomakeup-problemi-beauty-passato-1“Cooosa?”

Gli antichi romani si lavavano i denti con l’urina portoghese, che ritenevano più sbiancante

E non dell’urina qualsiasi, ma quella portoghese! Venivano importate a Roma giare su giare di urina proveniente dal Portogallo, perché si pensava che avesse un potere sbiancante molto più efficace di quello della comune urina romana.

cliomakeup-problemi-beauty-passato-6Ehmm…ok…

La mancanza di dentifricio è un problema beauty che fortunatamente ora non c’è più, ma questo singolare metodo di sbiancamento dei denti è rimasto in voga fino al 18esimo secolo. Per quanto strano, ha in effetti un fondamento dovuto all’ammoniaca contenuta nell’urina, che ha un elevato potere disinfettante!

cliomakeup-problemi-beauty-passato-5In ogni caso, la nostra reazione è uguale a quella di Emma Stone :-P!

Ragazze, mica è finita qui! Problemi beauty passati, interessanti metodi di hairstyling e letali alternative ai moderni colliri sono solo alcuni dei punti chiave della pagina successiva! Non perdeteveli!

32 COMMENTI

  1. “Ridi Egnazio, ridi…lo sappiamo che ti sciacqui i denti col piscio”cit. Catullo XD

  2. Il collirio a base di belladonna contiene atropina. Attualmente si usa ancora ma…è quello che usano gli oculisti per dilatare le pupille durante le visite

  3. Diciamo anche che quando si mette la Belladonna non si vede una cippa da vicino, non tanto alla lunga ma nell’immiedato. Tutti quegli effetti sono immediati.
    È un veleno in Tabella III di farmacopea.
    Parlando proprio della pianta un bambino ci lascia le penne mangiando tre bacche.
    Ovvio che il collirio è un altra cosa, ne metti una goccia nell’occhio, hai un dosaggio preciso..
    Invece non ho capito il lardo nelle parrucche: Etá Vittoriana non aveva parrucche ingombranti? Le immagini sono Settecentesche la Regina Vittoria governa dal 1837 a 1901. A parte che in 60 anni ne avrà passate di mode…
    Da così a così più o meno https://uploads.disquscdn.com/images/b22bf1b0a36a0adf5b9bd3746f5176c3ba7e67a113f870a326855dcf355e71d9.jpg https://uploads.disquscdn.com/images/ef164fe55f8d40c6f777ca68401a08add3ffdf65e3ebc8ca69dab9c33845edb3.jpg
    https://uploads.disquscdn.com/images/68ffb3a96b668512e9b6dc93cd44ae2a726dc4a255a5b1265dae5a6ae7335316.jpg

  4. Ce ne passa tra estratti vegetali e feci e urine…..
    Detto da una “non nazi” (solo sul makeup che compro da Sephora, però)

  5. Quando ho letto ho pensato la stessa cosa! Non ricordo se in età vittoriana si usassero parrucche sinceramente, soprattutto considerato l’odio della regina nei confronti dei cosmetici! Ricordo solo l’ossessione per i capelli lunghissimi tipo principessa Sissi (ci sono anche delle foto su Internet ASSURDE) ma più che di parrucche lì si parla di extension.

  6. Ho visto le foto dei capelli mentre cercavo queste: a quanto pare erano ossessionate dalla cura per i capelli. Lo sapevo per Sissi (tra l’altro una dei volti in foto mi sembra di averlo già visto e non so se sia Sissi o una delle sue sorelle) non ci avevo mai fatto caso al fatto che fosse una moda.
    Per i cosmetici posso immaginare che per via della moralità e sobrietà dell’epoca venivano evitati: il trucco era per le prostitute. Quindi credo che tutto quello che fosse appariscente non si usasse.

  7. Esatto. Non sono certa che sia lei o sua sorella però le “simil basette” erano una caratteristica che avevo visto anche in altre sue foto.
    Anche la seconda nella prima riga è un volto che mi dice qualcosa…

  8. Non si usavano parrucche complete come nel Settecento (e cosparse di cipria), ma posticci ed extension per avere dei toupets belli consistenti, quando di natura i capelli erano radi o sottili.

  9. in effetti i parrucconi sono tipici del 700 (da Maria Antonietta per capirci) con tutta la gabbia a sostenerle e il piattino con il sangue per attirarci le pulci :-))))) insieme con i topi … che belle immagini !!

  10. quella della seconda riga (l’ultima) è la foto di Sissi credo poco dopo le nozze …. sono stata a Vienna a gennaio .. non ti dico la sua beauty routine … robe che neanche una di Hollywood :-))

  11. Se non ricordo male, la belladonna è utilizzata ancora adesso (in piccolissime dosi, ovviamente) in un composto che dilata la pupilla al fine di misurare la pressione sanguigna all’interno del bulbo oculare. A me lo ha somministrato l’oculista in un paio di visite e per diverse ore successive ho avuto gli occhi iper-sensibili alla luce, visto che la pupilla era impossibilitata a restringersi. È davvero fastidioso tenere gli occhi aperti in queste condizioni. Non oso immaginare farlo tutti i giorni, rischiando la salute e la vita, soltanto per apparire più “languida”!

  12. Ah ecco vedi..mi fai venire in mente che ne “i Miserabili” (che non ho letto ma ho visto il film) Fantine vende i suoi capelli, quindi si vede che li usavano per fare dei posticci!

  13. Vienna è tra le mie città preferite!
    Si divrebbe essere lei. Anche perché in altre sue foto sembra che abbia le basette, cose che invece le sue sorelle non mi pare avessero.
    Per la routine eccessiva, l’idea che mi sono fatta è che fosse una manifestazione di qualche disturbo mentale. Anche perché altre sue sorelle, praticamente tutte tranne una, soffrivano di depressione o altri disturbi psichiatrici. Certo la vita che facevano non le aiutava..
    https://uploads.disquscdn.com/images/5ed2c8f0baa4c0af38db7e96d665cbe92709e7fc63841befca15255e0f74b5f4.jpg
    https://uploads.disquscdn.com/images/04c998e8f3f7008f2f04a8a47842d1fcd3d9bdf542550ddabb2f6ea09d11eff1.jpg https://uploads.disquscdn.com/images/8e13607f6e1e61fe0cbb2912881a116af880ea17d45df035f95f5d5ba2790953.jpg

  14. devo dire che alla fine della visita al Belvedere e ai suoi appartamenti personali ero turbata … praticamente ha speso la sua vita lottando contro la vita che le era stata destinata e anche dai suoi stessi familiari … disturbi ne aveva tanti, ossessioni ancor di più, passava le sue giornate tra interminabili ore di esercizi fisici, massaggi, cure ossessive per il corpo, pur di non vedere nessuno .. . appena poteva scappava da Vienna e si rifugiava in Grecia o in Svizzera (dove è stata assassinata) l’imperatore Francesco Giuseppe la amava e la venerava (cosa assolutamente rara per quel tipo di matrimonio) ma lei non ha saputo far tesoro delle fortune che ha ricevuto e ha fatto lei in primis una vita orribile e poi l’ha fatta fare ai suoi figli e a suo marito … altro che la principessa solare dei film!

  15. 8 ore di esercizio fisico al giorno ! l’unica che si è fatta appendere gli anelli e la spalliera in camera :-)) un giorno intero per lavare i capelli assistita da 2 persone … il vitino era di 50 cm, vedendo i vestiti diresti che mai nessuno ci potrebbe entrare! ma la cosa più orrenda è la maschera di bellezza : fettine di fegato di vitello tenute insieme da una maschera di cuoio che indossava prima di andare a letto Hannibal Leckter sei un dilettante :-)))

  16. Come personaggio non mi piace molto. Non mi ricordo bene, nella sala da pranzo di Shonbrunn non c’era il suo posto a tavola o forse era perennemente vuoto (sono stata cinque anni fa..ricordo solo che c’erano quaranta gradi, La strada per arrivare al Gloriette sembrava eterna, l’acqua scarseggiava nonostante fossere le 10 del mattino, volevo vedere i giardini ma era umanamente impossibile). Non so se fosse un sant’uomo o meno, ma Francesco Giuseppe l’aveva scelta e quindi l’ha amata

  17. Che orrore! Va beh ma basta pensare che dopo una certa età non si è fatta più ritrarre perché era fissata con la bellezza per intuire che era dominata dalle sue ossessioni

  18. esatto, mangiava raramente in compagnia della sua famiglia si era fatta appositamente degli appartamenti privati dove viveva da sola con la dama di compagnia, l’imperatore quando voleva andare a trovarla doveva suonare un campanello … a me lui ha fatto pena, lavorava 17-18 ore al giorno, per dormire aveva un lettino in ferro nella stessa stanza dove aveva lo studio, uno scrittoio e un inginocchiatoio con il crocifisso dove pregava, gli unici fronzoli erano le foto dei suoi figli e un ritratto di Sissi enorme ritratta in camicia da notte e con i lunghi capelli sciolti … come immagine mi ha fatto tanta malinconia …

  19. Si adesso che me lo dici me lo ricordo anche io! Però credo fosse una cosa che ha fatto negli ultimi anni. Ha avuto una vita un po’ sfigata, rivoluzioni, morte di due figli, morte della moglie..
    Purtroppo la Hofburg non l’ho vista..

  20. Era una donna nevrotica e narcisista, presa dal culto della sua bellezza. Si faceva beffe della Regina Vittoria e di Eugenia de Montijo (moglie di Napoleone III) perché avevano problemi di sovrappeso. Solo che le altre due, Vittoria soprattutto, regnavano, lei pensava solo a se stessa. Non mi piace per nulla.

  21. Indubbio che avesse problemi (vedi anche le altre donne della sua famiglia, non so gli uomini) e probabilmente capacità di venire in contro agli altri pari a zero (voglio dire praticamente tutte erano bombardate di etichetta quando avrebbero preferito altro, sentivano la pressione della corte). Non è un personaggio che mi ispira simpatia. Se devo essere onesta non mi piace esteticamente; nel senso che era bella ma non è quella bellezza che mi emoziona.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here