Tutti abbiamo le nostre piccole fissazioni. Che si tratti di gesti che ripetiamo ogni giorno per sentirci al sicuro, di cibi (o trucchi :-)) di cui non possiamo fare a meno o altro, finché non si arriva ad eccessi incontrollabili le nostre “manie” restano delle caratteristiche simpatiche che fanno parte di noi.

E se i comportamenti ossessivi possono dipendere in parte dallo stress, non sembra così strano che le anche star ne siano vittime! Nel post di oggi siamo andate a caccia delle ossessioni più strane delle celebrity, e ne abbiamo scoperte delle belle! Se siete curiose di sapere di cosa stiamo parlando, e volete concedervi qualche minuto di puro relax, andate avanti a leggere!

cliomakeup-ossessioni-celebrity-1

ANNA KENDRICK E L’OSSESSIONE PER I VIDEGIOCHI

Chi non ha mai giocato ad Angry Birds? Quello che però, per la maggior parte di noi, è un passatempo divertente nei momenti vuoti, per la stella di Twilight Anna Kendrick è diventata una vera ossessione!

cliomakeup-ossessioni-celebrity-2-anna-kendrickAnna ha detto di giocare continuamente, ogni giorno, occupando quasi tutto il suo tempo libero. L’attrice ha anche scherzato sul fatto che dovrebbe entrare in terapia per guarire dalla sua dipendenza.

cliomakeup-ossessioni-celebrity-3-anna-kendrick


Attenzione Anna: sicura che sia il caso di scherzarci sopra?

OZZY OSBURNE E I CEREALI SUGAR PUFFS

L’ex frontman dei Black Sabbath pare aver “sostituito” le sue ben più gravi dipendenze di gioventù con quella per… i cereali Sugar Puffs!

cliomakeup-ossessioni-celebrity-4-ozzy-osburnePare che, quando ha preso casa in America, Ozzy sia diventato matto a cercarli per poi arrendersi al fatto che lì non sono commercializzati. Così la casa produttrice dei cereali, la Honey Monster Foods, ha ricevuto una mail dal suo staff in cui veniva loro richiesto di spedirne una bella scorta alla dimora di Ozzy a Los Angeles 🙂

cliomakeup-ossessioni-celebrity-5-ozzy-osburne

Credits: @more.com

TAYLOR MOMSEN E LE BAMBOLE

L’attrice di Gossip Girl ama molto confezionare bambole con le sue mani. Sembrerebbe un’ossessione tenerissima se non fosse che… le sue sono bambole horror :-D!

cliomakeup-ossessioni-celebrity-6-taylor-momsenTaylor ne avrebbe addirittura sistemate alcune sulla facciata della sua casa, tanto che i suoi vicini se ne sarebbero lamentati.

KRISTEN BELL E UN TENERO ANIMALETTO

cliomakeup-ossessioni-celebrity-7-kristen-bell

La protagonista di Veronica Mars ha raccontato di essere ossessionata dai… bradipi! Li adora da sempre, li trova irresistibili e ha detto di cercarne le immagini su Google diverse volte al giorno.

KRISTEN BELL È OSSESSIONATA DAI BRADIPI FIN DA BAMBINA!

Per il suo 31esimo compleanno, il fidanzato Dax Shepard ha realizzato il sogno di Kristen portandole a casa un bradipo vero!

La reazione dell’attrice, emozionata fino alle lacrime, è stata da lui filmata e proiettata durante una puntata dell’Ellen DeGeneres Show.

cliomakeup-ossessioni-celebrity-8-kristen-bell

C’è qualcosa al mondo che vi emozionerebbe altrettanto ;-)?

LA MANIA ANIMALISTA DI JESSE EISENBERG

L’interprete di Mark Zuckerberg nel film The social network ha un’ossessione tenerissima: quella di adottare gatti randagi e bisognosi.

Ha raccontato di avere l’impressione di non fare mai abbastanza per aiutare i gatti senza casa. Abbiamo letto in un’intervista datata diversi anni fa che Jess aveva all’epoca già ben 42 gatti!

cliomakeup-ossessioni-celebrity-9-JESSE-EISENBERG

Ragazze, volete sapere quale star ha un’ossessione comune a moltissime di noi :-)? E chi invece ha una mania decisamente piccante? Per queste e altre curiosità, girate pagina!

25 COMMENTI

  1. Beh quella di adottare gatti randagi non mi pare un’ossessione, anzi. Magri ci fossero più persone al mondo come lui, sarebbe un posto migliore!

  2. Io porto sempre in macchina i croccantini per tutti i mici che incontro. Considera che più di una volta il mio fidanzato è venuto con me di notte a cercare gatti che avevo visto di giorno cui non potevo far da mangiare. Non posso portarli a casa perché ho già la mia gattina e non posso esporla a fiv e felv, e soprattutto non avrei tutto lo spazio di Jesse Eisenberg, ma almeno li sfamo.

  3. Se sono al lavoro mi piace sorseggiare al pomeriggio del the freddo non ghiacciato se non ci riesco sento che mi manca….

  4. La tua gattina è sterilizzata? 🙂 se lo è non corre rischi, la trasmissione della leucemia felina avviene per via sessuale! Comunque applauso per te!! Sono gesti nobili, che se tutti si premunissero di fare ogni tanto, risolverebbero i problemi del randagismo! Anche io cerco sempre di salvare ogni animale che incontro!! Non riesco a voltarmi dall’altra parte e non capisco chi riesce ad essere indifferente (sempre meno persone per fortuna)

  5. Avevo visto il video della reazione di Kristen Bell e praticamente mi ero emozionata per lei! XD
    Quando sono andata in allevamento a vedere i corgi ho più o meno avuto una reazione simile, magari senza il pianto, ma non potevo contenere l’ansia e la voglia che avevo di andare a spupazzarli *w* Io, che sono una di quelle persone con ritardo cronico… ero talmente ansiosa di andare lì che alla fine siamo arrivati con 15 minuti di anticipo! XD

  6. Anche il succo di carota non è che faccia benissimo assunto in quantità elevate…io ho letto di un uomo che aveva la stessa dipendenza della Cole e ci è morto.
    infatti, l’intossicazione vitaminica è grave quanto l’avitaminosi.
    La vitamina A a si accumula nel fegato. Quindi, oltre a danni estetici come la comparsa di macchie della pelle, la caduta dei capelli e altro, si ha il rischio di insorgenza di effetti collaterali sia più lievi come nausa, vomito, mal di testa etc, che gravi come il rischio di predisporsi alla contrazione di patologie come quelle epatiche, cardiovascolari etc…

  7. Ti prego, evita di divulgare informazioni errate.
    Rischia l’AIDS felina per cui non esiste vaccino e pure per la leucemia che si trasmette anche con la saliva, non è detto che la copertura sia totale con il vaccino che essendo sempre in casa evito di farle fare, se non 1 mese prima di ferie programmate.
    Ovviamente tutti gli anni fa la trivalente.
    Detto questo, ti ringrazio per i complimenti.

  8. Scusate, non ce la faccio.. in italiano è tè. Non mi riferisco solo al tuo commento, ma a ogni volta che scrivono “the” in un articolo del blog (in ogni caso andrebbe accentato comunque)… altrimenti anziché scrivere caffè iniziamo a scrivere café che fa più figo…

  9. mah in realtà nella Diet coke ci sarà aspartame o roba simile… con quella quantità il povero Robert avrebbe come minimo il cagotto H24….

  10. Non capisco la risposta. Ci sono tanti gatti che sono postivi alla fiv e felv che vivono insieme a gatti negativi: basta avere accorgimenti su come trattarli e cose da evitare, avere un veterinario che conosca bene le patologie e ti aiuti. Purtroppo pochi hanno costanza nell’insegnare.

  11. La felv si trasmette anche con la saliva. E io so che non sempre il vaccino ha copertura totale. Oltre al fatto che se vive in casa da solo meglio non farlo, perché a volte è capitato che potesse portare a tumori induttivi.
    Per la fiv non c’è vaccino e serve il contatto sanguigno o sessuale. Pure se la saliva è sporca (ferite in bocca) c’è il rischio di trasmissione. Quando si accoglie un trovatelli in casa, anche se gli si fa fare subito il test, la finestra di sicurezza può arrivare a 6 mesi. Quindi tu avendo 7 trovatelli di età diversa se stanno bene, hai avuto discreta fortuna. Perché hai esposto ogni volta chi avevi in casa a un possibile contagio. Questo è il senso della mia risposta.

  12. L’capito benissimo. Ma io ho detto jn’altra cosa. Ci sono pochi veterinari che hanno la costanza e le conoscenze e la passione vera perinsegnwrti che possono convivere benissimo.

  13. Ma se questi sono i fatti, e lo sono, convivere benissimo azzerando le possibilità di contagio, non credo sia possibile, al di là della passione e le conoscenze del veterinario. Perché bisogna insegnare ai gatti a usare ciotole diverse e lettiere diverse. E non mi sembra così facile. E introdurre ogni volta un trovatello, comporta tutti i rischi elencati, al di là del fatto che siano sterilizzati e vaccinati, perchè restano animali territoriali. Preferisco, come ho già fatto, trovare delle sistemazioni presso chi voleva adottare, ma non esporre la mia gatta.

  14. Ok che per fortuna non ti giri dall’altra parte e li aiuti i gatti e animali trovatelli, ma fidati che il modo c’è. I gatti sono più intelligenti di quanto si pensi.

  15. C’è una bella differenza tra aiutare i gatti e sfamare tutti quelli che ho a tiro e voltarsi dall’altra parte. Solo perché tu li accogli in casa, fiduciosa della loro intelligenza là dove la passione dei veterinari che conosci non può arrivare, non è che io stia facendo il minimo indispensabile. Non ho proprio voglia di essere trattata con quest’aria di sufficienza.

  16. Credo che tu dei miei commenti capisca solo ciò che vuoi capire. Oltretutto facendo credere agli altri che sono maleducati. Bah.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here