Si chiama manicure russa ed è una particolare tecnica a secco che consente di “sistemare” le unghie rendendole praticamente perfette grazie all’utilizzo alternato di diverse punte della fresa elettrica.

Questo tool è fondamentale per realizzare la manicure russa – nota anche come kombi manicure o dry manicure – ed è consigliato per uso professionale, anche se acquisendo un po’ di dimestichezza è possibile realizzare la manicure russa fai da te. Sono tanti i vantaggi che derivano da questa tecnica, che si differenzia dalle altre (a partire dalla manicure giapponese) perché completamente a secco, senza l’ausilio di acqua oppure oli per ammorbidire unghie e cuticole.

Curiose di scoprire con noi pro e contro della manicure russa, come si fa step by step e se fa male? Allora, iniziamo!

cliomakeup-manicure-russa-teamclio-cover

Credits: Foto di Pexels | Cottonbro

MANICURE RUSSA: COS’È E IN COSA CONSISTE

La cura delle unghie si avvale di molte tecniche diverse che permettono di ottenere un risultato personalizzato, specialmente per quanto riguarda la manicure. Accanto alla manicure tradizionale e ad altre tecniche molto famose come la manicure giapponese, se ne colloca una particolarmente quotata tra le estimatrici delle mani sempre in ordine.

cliomakeup-manicure-russa-teamclio-1

Credits: @biabbyays Via Instagram


Ci riferiamo alla manicure russa, nota con questo nome poiché ideata da onicotecniche russe e conosciuta anche in altri modi, come kombi manicuredry manicure che significa letteralmente manicure a secco.

cliomakeup-manicure-russa-teamclio-3

Credits: @love_nails_nmsk Via Instagram

La manicure russa, infatti, altro non è che una tecnica per la manicure che non prevede un passaggio fondamentale della manicure tradizionale, ovvero la messa a mollo di mani e unghie. Di norma, infatti, così facendo le cuticole si ammorbidiscono e risultano più facili da rimuovere.

cliomakeup-manicure-russa-teamclio-4

Credits: @malovnia.juliakasiewicz Via Instagram

La dry manicure si discosta da questo passaggio e non prevede né l’utilizzo di oli particolari né di acqua o lozioni di alcun tipo.

cliomakeup-manicure-russa-teamclio-secco

Credits: Foto di Pexels | Polina Tankilevitch

Come si fa, quindi? In buona sostanza si avvale dell’utilizzo di uno strumento, ossia la fresa elettrica, e di particolari punte in grado di trasformare radicalmente l’aspetto delle nostre unghie intervenendo in special modo sull’area delle cuticole.

cliomakeup-manicure-russa-teamclio-12.jpg

Credits: @russian_manicure Via Instagram

La lamina ungueale viene completamente liberata dalle cuticole così che l’unghia guadagni qualche millimetro, risultando più regolare e pulita. L’applicazione dello smalto è più precisa e l’effetto finale molto ordinato.

LE PUNTE DELLA FRESA PER LA MANICURE RUSSA O DRY MANICURE

Le punte per la fresa sono un must per la realizzazione della manicure russa, insieme ad altri intramontabili strumenti come gli spingicuticole, le lime e le forbici. Le punte più adatte sono quelle diamantate, in titanio o in lega di carbonio e disponibili in diverse forme e modelli.

cliomakeup-manicure-russa-teamclio-11

Credits: Foto di Pexels | Rodnae Productions

Le cosiddette punte fresa diamantate si distinguono per la loro grana delicata. Infatti, non risultano troppo abrasive, pur essendo abbastanza robuste.

cliomakeup-manicure-russa-teamclio-7

Credits: @nextlevelnails.miami Via Instagram

Le punte diamantate sono protagoniste della manicure russa

Ovviamente, proprio per via dell’utilizzo di strumenti che, per quanto non eccessivamente invasivi, sono comunque appuntiti e potenzialmente taglienti, per la manicure russa è consigliato rivolgersi solo ed esclusivamente a esperti del settore.

cliomakeup-manicure-russa-teamclio-fresa

TOUCHBeauty, Fresa per unghie. Prezzo: 45,98€ su amazon.it

Fatta questa precisazione, riepiloghiamo quali sono i principali tipi di punte diamantate di cui servirsi per la realizzazione di una perfetta manicure a secco:

  • ad ago: grossa al centro e fine all’estremità, serve per sollevare le cuticole;
  • a candela: va passata lungo il contorno dell’unghia per eliminare le pellicine sui lati;
  • sferica: ripulisce, leviga e rifinisce la zona delle cuticole;
  • buffer: più grande della precedente, rimuove la pelle secca e lucida l’intera superficie dell’unghia.

Ragazze, non è ancora tutto! Girate pagina e continuate a leggere per scoprire altre curiosità interessanti sulla manicure russa!