Ciao ragazze!

Uniformare il colorito del viso con il fondotinta, disegnare, riempire e dare un aspetto naturale alle sopracciglia, far sì che il rossetto o il mascara siano perfetti, coprire un’imperfezione, etc… Quando ci trucchiamo, tutte noi desideriamo ottenere un risultato che sia soddisfacente e, per fare tutto ciò, spesso siamo ‘costrette’ a usare più di un prodotto per la stessa necessità.
Sono sicura che lo fate anche voi e magari neanche ve ne accorgete. Ecco allora una specie di guida a tutte le combinazioni di prodotti possibili, per far sì che il nostro trucco sia perfetto! Scopriteli nel post!

Schermata 2015-04-26 alle 23.57.15

Per ottenere risultati professionali e il più possibile soddisfacenti, i vari makeup artist (me compresa eheh) fanno proprio questo: combo perfette di prodotti che riescono a far sì che il trucco sia impeccabile. E non parlo solo di combinazioni di colori, ma anche di prodotti diversi per finish e per texture che insieme, perfettamente mixati tra loro, riescono a dare l’effetto desiderato.

244c0b46634a2a0d207ebee47c4a6c14Anche il truco più naturale, fresco e leggero può essere ottenuto mixando in realtà più prodotti!

Ho pensato fosse meglio farvi degli esempi per lo più generici e non vi menzionerò quindi prodotti specifici. Questo per un motivo molto semplice: ognuna di voi potrebbe già avere le proprie preferenze in fatto di fondotinta, correttori, rossetti, ombretti etc. Parlarvi di questo o quell’altro prodotto non avrebbe molto senso, almeno in questo caso…. meglio quindi lasciarvi la libertà di scegliere i prodotti che ritenete più opportuni, a seconda dei vostri gusti e delle vostre esigenze! 😉


INIZIAMO!

Una delle combinazioni principali è sicuramente quella che si può fare con IL FONDOTINTA. Questo è il prodotto che meglio si presta a essere ‘combinato’ e ‘mixato’ ed è quello che forse dà anche più soddisfazioni: può venire incontro a diverse esigenze e essere usato in tanti modi a seconda di come lo si mixa e si combina con altri fondotinta.

Pensiamo infatti al nostro viso: il suo colorito non è mai perfettamente omogeneo perché ci possono essere zone più chiare o scure, discromie, brufoletti etc, ma anche la sua pelle è diversa da punto a punto, perché possiamo avere zone più secche o grasse.

x11-celebrities-with-and-without-makeup_jennifer-lopez.jpg.pagespeed.ic.9IGonD3ez1okuUq3L7Er
Usare un unico prodotto, per tutte queste esigenze, spesso può non bastare. Ma ci sono diverse combo che funzionano.
Pensate già ai vari mua che durante le sfilate o in occasione di un evento, truccano le proprie modelle e le proprie clienti utilizzando per il viso una intera palette di fondotinta:

Schermata 2015-04-26 alle 19.05.56

Tutti questi prodotti si possono unire tra loro sia per trovare il colore perfetto che corrisponda esattamente a quello della pelle del viso (e sappiamo bene quanto sia difficile, ogni volta che scegliamo un fondotinta di qualunque brand, trovare il colore adatto a noi), sia per avere finish diversi, usando quindi vari prodotti che si differenzino proprio per il loro tipo di effetto sulla pelle.

COMBO di FONDOTINTA con COLORI DIVERSI:

Schermata 2015-04-26 alle 19.24.00
Usare due colori di fondotinta è utile sia per trovare la tonalità perfetta per il nostro incarnato, ma anche per cercare di dare tridimensionalità al volto senza l’uso eccessivo di terre per il contouring. Per quanto riguarda la prima combinazione, è importante che i fondotinta abbiano la stessa texture: se sono dello stesso brand è meglio, altrimenti è sempre consigliato fare dei test per capire se le formule si possono abbinare perché altrimenti potrebbero non legare bene tra loro (un esempio sono quei fondotinta a base oleosa che non potrebbero mai legare con quelli a base acquosa etc).

oil-experimentAcqua e olio eterni nemici! 😛

Per quanto riguarda la seconda combo, invece, direi che è perfetta se volete scolpire un po’ il viso ma non ve la sentite di osare un contouring con le polveri. E’ quello che consiglio di fare ad esempio anche sulle pelli più mature. Per cercare di illuminare e scurire alcune zone, si può giocare direttemante con questi prodotti cremosi o liquidi, e il risultato sarà più naturale (facendo attenzione a dosare bene le quantità di colore). L’importante è, naturalmente, sfumare sempre benissimo per evitare stacchi o macchie di colore.

COMBO di FONDOTINTA con FINISH DIVERSI:

Schermata 2015-04-26 alle 19.31.21Glowy vs Matte

E’ il tipo di combo adatta a chi ha una pelle mista, che tende e a lucidarsi più velocemente al centro del viso (tra naso, guance e fronte) mentre può avere delle zone più secche su mento zigomi, tempie o contorno labbra.
In questo caso si possono usare due fondotinta, applicando quello dal finish più opaco e a lunga tenuta nella parte centrale, e quello dal finish satinato, leggero e idratante sul resto del viso.
E’ importante ovviamente scegliere due fondotinta dello stesso colore, per evitare distacchi di tonalità da un punto all’altro del viso.

Ma oltre ad essere abbinati tra loro, i fondotinta si possono combinare anche con altri prodotti!

-Con il PRIMER, che andrà applicato prima della nostra base, per rendere più omogenea la pelle, quando vogliamo che il viso sia perfetto per più ore, o se vogliamo levigarlo per cancellare qualche segno dell’età, qualche poro di troppo, o qualche discromia come i rossori diffusi. In questo modo anche il fondotinta potrà avere una resa migliore.

expert-eyes_oil-free-eye-makeup-remover_r_model-shot_141713
-Con la crema idratante, in questo caso anche mixando e fondendo letteralmente i due prodotti insieme, se vogliamo che il nostro fondotinta abbia un’azione maggiormente idratante o se vogliamo ‘alleggerirlo’. Anche qui però, dobbiamo fare sempre prima delle piccole prove per evitare che, una volta applicato, il fondotinta unito alla crema faccia delle pellicine o non abbia un finish omogeneo.

Schermata 2015-04-26 alle 20.31.43

Passiamo ora ai prossimi prodotti e alle prossime combinazioni! Cliccate qui per scoprirle!

139 COMMENTI

  1. Ciao! Una combo che ho trovato da sola e alla quale adesso non rinuncio quasi mai, è quella tra due mascara. L’idea mi è venuta da quando ho preso il Lash Mania della Essence…allunga tanto le ciglia, ma volume zero. Allora metto prima un mascara volumizzante e poi passo sopra con il Lash Mania…è l’effetto è perfetto! 🙂

  2. Mi piacciono molto questi post dove si ripassa un pò di teoria o si scoprono cose nuove (che non fa mai male!). Io generalmente non combino mai più prodotti semplicemente perchè la mattina quando mi trucco ho proprio quei 10 minuti contati, so che tante ragazze in dieci minuti fanno anche il trucco occhi ma io proprio non ci riesco …

  3. Proverò sicuramente la combinazione tra due mascara!! A volte mi capita anche di usare due prodotti sulle labbra, magari un rossetto e un matitone labbra, che insieme danno un bel colore.

  4. Molte di queste combinazioni le ho provate però cerco sempre di diminuire gli step durante il trucco..altrimenti non esco più di casa!!

  5. A me le combinazioni spaventano..nel senso che ho sempre paura che venga una schifezza, soprattutto per quanto riguarda la base. Un conto è abbinare un rossetto a un burrocacao, un rossetto a un gloss, se viene una schifezza si toglie anche abbastanza facilmente. Un conto è mixare due mascara (cosa che ho provato e mi fa sempre dei grumi assurdi), o peggio due fondi, se si sbaglia bisogna struccarsi completamente.

  6. Mixavo crema idratante e fondotinta per renderlo più naturale, cosa che non faccio più perché attualmente non posso permettermi una base naturale (acne).
    Attualmente la mia combinazione è burrocacao e matita labbra.
    Il burrocacao lo uso anche per fissare le sopracciglia e sull’arcata sopraccigliare a mo d’illuminante.
    Pace e bene.

  7. Il mio problema è la combinazione correttori per le occhiaie: ho la palpebra inferiore un po’ segnata (sia io che mia sorella, io 23 anni lei 20, quindi penso sia un fatto di famiglia) quindi già quando metto un prodotto leggero mi va nelle pieghe, mettendone 2 uscirei tremenda, perchè si infilerebbe tutto lì.. ho provato anche a mettere solo il colore aranciato vicino al naso sotto il dotto lacrimale (dove poi l’occhiaia dà il meglio di sè in quanto a colori scuri) e poi sopra un prodotto chiaro più leggero, ma non mi ha mai convinto, forse non avevo prodotti di qualità, ma mi sembra che facciano un pastone, e anche se all’inizio sembra riuscito, dopo qualche ora diventa bruttissimo.. quindi per ora metto solo il maybelline anti age light, anche se non copre tutto e pace amen.. (fortunatamente non ho moltissime occhiaie, se no sarebbe inutile mettere anche quello, perchè copre, ma non proprio tanto..)

  8. Mille usi per il burrocacao! Ma le fissa per davvero le sopracciglia? Non avrei mai pensato di usarlo così! Baci

  9. E io che credevo che il blush per le pelli miste fosse bandito!
    per me è assolutamente indispensabile la combinazione di 2 mascara e i prodotti per le sopracciglia 🙂

  10. Ah io conoscevo solo quella tra i due fondotinta! Buono a sapersi! Grazie Clio! :* E grazie ragazze per le dritte! 😀

  11. ovviamente essendo una tua seguace, non me ne manca una di queste combo…a parte il blush in crema+ quello in polvere…ho blush tutti di diversi colori e marche, farei un pasticcio!

  12. Io infatti mischio sempre due fondotinta diversi, perchè uno è troppo scuro e l’altro troppo chiaro. Invece per i mascara, anche solo usando il primer di dior e il mascara normale vengono delle ciglia tutte a ragno, figuriamoci usando due mascara….

  13. a me piace la combinazione blush in crema e in polvere e rossetto più gloss ovvero io uso il gloss Dior maxvolume nn mi ricordo il nome e sopra ci tampono un rossetto accesso tipo rossociliegia fucsia ecc l’effetto è meno bold e mi piace molto

    con ilblush stendo prima quello in crema Nars orgasm sopra cipennello appena uno dei Mac che ho tipo easy manner ecc ldura di più e rimane più luminoso

  14. Sì sì e poi fa quell’effetto lucidino che mi piace assaje.
    Quando sono in vena (raramente) lo metto pure sugli zigomi per rendere meno piatto l’effetto finale, come fosse un illuminante, così ho colto due piccioni con una fava: niente glitter e soldini risparmiati.
    Ciao bella!

  15. Bello il post!davvero interessante!clio hai parlato di blush in gel…sono adatti anche a una pelle mista?me ne consiglieresti qualcuno?grazie mille!!

  16. Post davvero molto utile, mi è piaciuto un sacco! Qualche consiglio su come fare per quanto riguarda il blush su chi ha una pelle grassa? Io non applico mai il blush in crema perché (imparato a mie spese!) col mio tipo di pelle che si lucida molto facilmente non va d’accordo! Come potrei fare quindi per far durare di più il blush? Stessa cosa per quanto riguarda il fondotinta: Ne utilizzo uno minerale, perciò suppongo di non poter fare il “gioco di ombre” mixandolo con altri fondotinta…

  17. Mixare crema idratante (oppure un primer illuminante della Clarins, molto discreto) e fondotinta è l’unico modo che ho per smaltire il Maybelline Super stay: se lo applico da solo, anche mettendone pochissimo, mi vedo il viso di gesso, mentre mescolandolo riesco ad ottenere un effetto che mi convince di più. Uno dei fallimenti cosmetici più dolorosi è il non riuscire a fare due passate di mascara: preferisco lavorare la prima fino alla morte, ma una volta che si secca, non riesco a tornarci su… mi pare un pastrocchio!

  18. Utilizzo quasi tutte queste combinazioni!
    La mia preferita peró é correttore+cipria: quando devo coprire qualche imperfezione ostinata (brufolazzi) applico un correttore coprente e pastoso e poi tampono sopra la cipria in tinta per asciugare e fissare il correttore. Cosí dura non dico tutto il giorno, ma quasi!

  19. Ne sai una più del diavolo 😛 non ci avevo mai pensato ma devo provare visto che stavo meditando l’acquisto di un gel trasparente per domare le mie sopracciglia!

  20. Utilizzo già mix di mascara, di correttori+illuminanti, burrocacao+matita+rossetto. Trovo questo post molto utile, anche perché non avevo pensato alla combinazione di due tipi di blush: fa proprio al caso mio perché ho il blush della Collistar che non vuole proprio star su più di 5 minuti perciò devo provare a rinforzare con uno in crema. Spero di non far pasticci… !

  21. Ciao! Per me i vari mix sono fondamentali! Mixo i correttori per le occhiaie: prima quello più giallo/aranciato(lancome effacernes) e poi quello più luminoso (quello a penna di la roche posay); mixo 2 fondotinta: l’anti blemish della clinique nella zona T e il face&body di mac sul resto del viso; a volte mixo Blush liquido e quello in polvere; poi, penso come tutte, combino in ogni modo rossetti/matite/burro cacao/lucida labbra…ah a volte mescolo un pizzico di illuminante in polvere a face&body da mettere sugli zigomi.

  22. Grazie a te, Clio, faccio molto le combinazioni… Fondotinta chiaro e scuro poco, perchè posso fare pasticci, ma fondo e primer o fondo e crema idratante spesso… Il trucco occhi con matita come base e ombretto, è entato a far parte della mi a routine make up, ma preferisco ombretto cremoso e ombretto in polvere,,, Matita e rossetto, lo facevo da tempo. Era l’unico trucco che conoscevo…idem, burro cacao o sotto, ma spesso sopra i rossetti troppo secchi… 🙂 Anche mescolare i mascara, lo faccio … Ma non ho capito, io metto prima il volumizzante e poi l’allungante o si deve fare il contrario?

  23. Io amo le combinazioni… 🙂 grazie ai vostri consigli ho imparato a combinare i prodotti come due fondotinta, o crema idratante e fondotinta (tipo BB cream) oppure matita e rossetto lucido o ancora due mascara per diversificare gli effetti … (e quando li suggerisco alle mie amiche tutte mi chiedono, ma come hai avuto queste fantastiche idee? ahahahh) ma ultimamente sto scoprendo anche le combinazioni dello stesso prodotto di colori diversi, cioè ad esempio un rossetto scuro e uno fluo per ottenere un risultato che smorza un po il fluo dando piu “calore” … e sto riscoprendo e riutilizzando diversi prodotti che in negozio mi piacevano poi quando a casa li andavo a provare su di me non mi convincevano piu di tanto… ed invece con queste “combinazioni” riesco a avere dei risultati che mi piacciono molto utilizzando dei prodotti che magari da soli non utilizzerei quasi mai… Ciaoooo

  24. Ma sulle sopracciglia come lo applichi il burro ? Polpastrello, direttamente dal tubetto, con uno scovolino da mascara…

  25. Sono d’accordo con te per quanto riguarda mixare due fondi ma devo dire che per i mascara la soluzione è usare il secondo prodotto soltanto sulle punte delle ciglia! Senza partire dall’attaccatura non si formeranno i grumi 🙂 ..oppure prova a usare il secondo mascara quando le ciglia sono ancora bagnate (del primo prodotto!) ^_^

  26. Che bel post! Si possono mixare due fondi uno liquido e uno in polvere? Per la pelle mista 😛

  27. Generalmente io non uso molte combinazioni perché molto spesso esco di casa con un po’ di mascara è il correttore :-D. Le uniche combinazioni che uso hanno come protagonista la matita della Wjcon n˚16: o la usa come base per uno smokey marrone con l’ombretto Undone della Urban Decay o solo sulla rima cigliare interna superiore insieme al Mascara Ciglia Finte Look Piuma della Maybelline. Però mi piacerebbe provare il combo matita e rossetto lucido. Quasi quasi andrò a comprare l’ occorrente!!

  28. Le mie due combinazioni TOP sono matita+ombretto e burrocacao+rossetto!
    Per la base preferisco sempre una cosa molto naturale… a volte mi sembra che alla fine più voglio nascondere qualcosa più questo salta fuori! quindi taglio la testa al toro e non ci penso più 😉

  29. utilizzo sempre la combinazione di 2 mascara, e di 2 correttori (uno secco per le imperfezioni e uno arancio per le occhiaia). poi quando faccio trucchi più importanti uso anche altre combo ma queste 2 sono imprescindibili. Vorrei provare la combo di 2 fondi di toni diversi per dare tridimensionalità al viso e fare già direttamente un contouring.

  30. La prima combinazione è quella su due o tre correttori che uso per i rossori localizzati ( naso…) devo dire però, che non sempre riesce bene, e dipenderà sicuramente dallo stato della mia pelle tendenzialmente secca.
    Clio, per me sarebbe utilissimo un post sulla couperose, dove ci parli di cosa è meglio per coprire i rossori, e quali prodotti conosci per migliorare la situazione.
    Io non sono sicura di procedere bene: uso fondo, correttore in stick verde e poi quello beige. Ma vorrei sapere che mi consigli di texture, e che Marche producono prodotti che ti sono piaciuti per questo scopo.
    Grazie.

  31. Per le unghie, io a volte stratifico 2 colori (coprente sotto e semi-trasparente sopra) per creare delle sfumature, mentre una mia collega crea dei mix tra smalti che ormai non le piacciono più e ci stupisce con colori sempre nuovi!

  32. L’unica combinazione che riesco a fare è matita labbra con rossetto, il resto ho paura di fare danni!
    Mi piacerebbe molto combinare due correttori per le occhiaie che con uno solo mi diventano grigie 🙁

  33. Ciao!
    Quando la truccatrice Bionike ci ha fatto provare un trucco personalizzato, a me e alla collega con la couperose ha fatto mettere il correttore verde sotto al fondotinta (in sequenza: primer, correttore verde, fondotinta, correttore occhiaie).
    Clio non ha problemi di rossori estesi e di solito il massimo che deve coprire è la puntina di un brufolino, quindi non ricordo abbia mai fatto tutorial in cui copriva una chiazza permanente di 2cm quadrati come la mia…

  34. Aggiungo una cosa: io, nella vita quotidiana, me ne frego allegramente della mia bella chiazza rossa sulla guancia e uso solo il solare e la bb cream! Diciamo che, con una professionista a cui chiedere, ho voluto capire come fare per un’occasione importante!

  35. Grazie del consiglio. Lo so che Clio per sua fortuna non ha rossori, ma magari le sarà capitato di truccare qualcuno che ne avesse. Spero ci dia qualche consiglio.
    Ps. Della bionike, ho visto due correttori cremosi in jar, uno arancio e uno verde. Quelli per caso li hai mai usati?

  36. ci sono ottimi prodotti idratanti oil free!
    io non faccio mix però… crema idratante oil free (io uso la Papulex) e una volta assorbita bb-cream o fondotinta ovviamente oil free e un velo di cipria matt trasparente essence!

  37. Io non posso fregarmene. Non ho sempre il naso rosso, ma quando lo diventa, sembro reduce da una sbronza ed essendo pure un po’ grande, non ho voglia di ignorarlo.

  38. Oddio la foto d J Lo è terribile :-O sopratutto perché ha due colori completamente diversi!!! Cmq molto utile questo post, spesso infatti mi lascio intimorire da quello che potrebbe succedere mischiando due cose insieme.. Ad esempio, non avrei mai pensato di poter usare due mascara, oppure blush in crema+polvere… In effetti la mia pelle mista dopo due ore lo rigetta, stasera provo il mix! L’idea di miscelare più fondi un po’ mi spaventa, bisogna essere mooooolto bravi sfumando…non credo che oserò! In ultimo i correttori…. Questa cosa di mettere quello aranciato sotto e quello illuminante sopra l’ho scoperta da poco, comunque di solito tu non lo fai, o mi sbaglio?

  39. anche io… io metto anche la matita nella rima interna superiore .. perchè in effetti l’occhio sembra più “pieno”… ma il resto.. per me tabù… -.-‘

  40. Bel post! Mi ha rassicurato vedere che molti dei passaggi che faccio abiutalmente sono “approvati” dalla Clio! Con i correttori faccio anche più di due mix, perché dopo quello “correttivo” e “illuminante” ripasso con il pennello che ho usato per il fondo e eventualmente un velo di cipria, dato che ho delle occhiaie spaventose di natura.. L’unico rischio è fare pastone, ma in anni di pratica ho imparato a dosarmi!

  41. iio direi che alcuni di questi trucchi li possiamo tranquillamente lasciare ai makeup artists…difficilmente la persona normale ha bisogno di due fondotinta o due mascara..

  42. Matita come base e ombretto, o meglio ombretto in stick kiko + ombretto in polvere lo faccio tutti i giorni e lo preferisco al primer della stessa marca.
    La combinazione dei due correttori non mi ispira, ho un contorno occhi decisamente segnato: prima lo idrato bene e poi metto un solo prodotto. Ho troppa paura di trovarmi incartapecorita dopo qualche ora. Io a volte mescolo un po’ di rossetto al gloss per avere un prodotto più colorato ma lucido. Burrocacao d’obbligo in inverno soprattutto con texture opache.
    Doppia passata di mascara invece per avere un effetto ciglia finte.

  43. Ciao Serena! Avevo il tuo stesso problema… Poi ho provato (in realtà per errore) a mixare direttamente o uno sopra l’altro due correttori, e in effetti può funzionare! Ci vuole solo un po’ di pratica per le dosi.. 🙂

  44. Io pure ho questo problema. Ho provato a mettere un velo di correttore beige solo lì e sopra il fondotinta, ma non sono stata soddisfatta. Ho pure problemi di macchie e sinceramente sono stufa di questi fondi ultraleggeri che vanno tanto adesso. Purtroppo è difficile trovare qualcosa di coprente, con un buon range di colori e che non faccia effetto maschera.
    Mi sa che per ora c’è solo il dermablend.

  45. Io col fondo minerale a volte uso due colori, stendo prima quello più chiaro su tutto il viso in modo leggero e poi con quello più scuro cerco di andare solo sulle zone da scurire un po’… Certo non è semplice anche perché la stesura e diversa, pero con un po’ di pazienza si riesce! Per il blush proverò la combo crema+polvere, finora ho sempre usato solo uno dei due ma dopo un paio d’ore già non c’era piu….

  46. Ho comprato la CC cream so bio etic che per me è troppo coprente!!!!! prima usavo il fondo minerale di Neve, forse per questo. Quindi per usarla la miscelo sul palmo della mano con la crema idratante. Poi il burrocacao prima del rossetto per me è fondamentale, lo evito solo con i rossetti super cremosi che altrimenti volerebbero via. A volte faccio anche la matita come base per l’ombretto, ma quasi sempre questa combinazione mi fa andare nelle pieghe un ombretto che, da solo, non ci andrebbe!

  47. Che peccato proprio sul naso… avevo inteso ai lati del naso. Forse davvero il Dermablend che suggerisce Simonetta, magari solo localizzato. O correttori verdi molto coprenti sotto al fondo…

  48. Per vostra informazione, visto che l’italiano lo stiamo dimenticando inesorabilmente, la parola “brand” in italiano è “marca” o “marchio”, a seconda. Texture: consistenza. Finish: effetto. Mat: opaco. Glow: radiante, ecc. ecc. Per cortesia, usiamo l’italiano! Leggere un articolo ormai è diventata una tortura!

  49. Mi sono accorta di fare tutti questi accostamenti ogni volta senza accorgemene! Solo quello del fondotinta non faccio poiché sono una di quelle ciompe che non ha capito bene il suo fondotinta “ideale” o che sia più vicino a quello ideale è quindi ho paura di far guai

  50. E che è questo il mio unico problema. Non ho punti neri, nè macchie, nè acne, solo il naso rosso e il dermablend come fondo mi sembra troppo. Io amo l’effetto naturale. Ma tu dici il correttore, più che il fondo? Guarda, un’occhiata gliela dò, la prossima volta in farmacia. Grazie

  51. Guarda, aspettati delle banalità…
    A Capodanno sullo smalto trasparente ho fatto dei quadrifogli neri con lo stamping (stampini per unghie), poi con un pennellino e dello smalto petrolio a bassa coprenza li ho ripassati per ottenere delle sfumature.
    Uso spesso un viola semi-trasparente per ravvivare un grigio inguardabile ottenendo un metallizzato interessante.
    Una volta con un’amica ho steso un viola chiaro coprente, poi con una spugnetta da trucco, ho tamponato solo da un lato uno smalto con soli glitter, aumentando pian piano la coprenza.
    La collega invece miscela come si faceva da bambini con le tempere!

  52. Purtroppo ci sono pochi colori. Potresti provare ad usare il fondo come il correttore. C’è anche il correttore in stick, ancora più coprente. Oppure la versione compatta, ma non l’ho mai provata.

  53. Bellissimo post! Io utilizzo da sempre una combo di 2 o 3 mascara diversi per avere le ciglia come piacciono a me!! Per il resto, trovo molto utile mettere un matitone ombretto a lunga durata (quelli della kiko) sotto all’ombretto in polvere per non farlo andare nelle pieghe!

  54. Mixare i prodotti? Io alle medie i disegni per educazione artistica li facevo fare a mia madre… ho detto tutto! E’ già molto se riesco a stenderne uno dove deve andare e SOLO dove deve andare… (non parliamo dello smalto…). X-D

    Mi salvo dall’accusa di ciompissima se dico che sono MONOGAMA in fatto di trucchi? X-D

  55. Scusa, solo per dire.
    Una mia amica italiana, trasferitasi negli USA per lavoro conoscendo 4 parole in inglese e tutte professionali, quando è tornata in Italia dopo 3 anni non è riuscita a dirmi a quanto equivalgono in celsius tot gradi fahrenheit. Lascio immaginare che a volte faticava a ritrovare il termine corretto in italiano. Parlo di una persona che reputo molto intelligente, ma che si è dovuta immergere completamente nell’ambiente per riuscire a cavarsela.

  56. Anche io uguale a te! Naso perennemente rosso.. per caso hai provato qualche crema per attenuarlo?

  57. I miei mix preferiti sono fondotinta Dior e crema idratante per renderlo più leggero e primer più mascara che mi ha cambiato in neanche una settimana le ciglia rendendomele più folte e forti! Sono rimasta anche io senza parole!

  58. lo so, stavo rispondendo a @disqus_N77wUAmiFi:disqus che ha scritto che non usa più crema idratante e fondotinta insieme a causa dell’acne. Siccome ho lo stesso problema ho detto quello che faccio io…

  59. Ma esistono smalti semitrasparenti? Strano che ancora non abbiano lanciato questo trend. Mi piacerebbero…

  60. Bioearth Crema C3. Funziona abbastanza, perché prima il rossore era più frequente. Poi con gli sbalzi di temperatura non ti dico. Quindi necessito di coprire. 😉

  61. Ragazze io combino tutto ahahahah 🙂 ad esempio durante la settimana per andare a lavoro, sto usando una BB cream che è molto coprente ma che, in alcuni periodi dell’anno, mi secca alcune zone ed è troppo tendente al giallo allora a seconda delle occasioni, aggiungo o un po’ di crema idratante oppure aggiungo una punta di un’altra bb cream più tendente al rosa e trovo il finish e il colore che mi piace.
    Passiamo alle occhiaie, uso due correttori, uno piu’ aranciato e uno piu’ chiaro. Sopracciglia : ombretto+matita (uno piu’ chiaro e uno piu’ scuro); Ultime le ciglia! Faccio una combo di due mascara : uno, il perversion di urban decay che mi regala più lunghezza e il Dior overcurl che fissa la piega e le volumizza. A volte mixo anche i rossetti ma dipende dalle occasioni e dal finish che voglio ottenere. Insomma mi piace sperimentare con i prodotti che ho a disposizione sia per ottenere nuovi look, sia per avere il look perfetto!:) grazie Clio delle nuove combo che ho imparato!! :*

  62. Leggendo mi sono accorta di usare praticamente tutte le combinazioni che hai elencato (tranne quella delle sopracciglia perchè non ne ho molto bisogno)
    Credo di essere diventata una maga nella combinazione di più e più mascara, li adoro! Enorme buco nell’acqua invece l’idea di abbinare un fondotinta in mousse (opaco ma eccessivamente effetto mascherone) con uno liquido, risultato? Una cosa tremenda! Anche il pennello che ho usato chiedeva pietà!

  63. Secondo me invece è un ottimo metodo per provare a riutilizzare prodotti che magari, se usati singolarmente, non avrebbero l’effetto voluto. Sicuramente nessuna di noi userà mai tutte queste tecniche per andare al lavoro, ma la volta che hai una serata particolare puoi sempre sfoderare il tuo asso nella manica e fare un figurone!

  64. Capisco quello che intendi, l’italiano è una lingua bellissima e sarebbe un peccato perderne la ricchezza, ma c’è anche da dire che la globalizzazione sta inesorabilmente portando molte lingue ad abbandonare termini propri a favore di termini che appartengono alla lingua di prestigio in un ambito o nell’altro. È perfettamente normale, dunque che oggi in italiano si usino prestiti dall’inglese quando si parla di make up (o preferisci trucchi?), IT o business. Le lingue evolvono, si trasformano insieme alla società e in questo non c’è nulla di allarmante. Qualche centinaio d’anni fa la lingua di prestigio in molti ambiti era il francese, ora è l’inglese e va benissimo così.

  65. Sono un’amante della nostra lingua, ma nel tuo discorso c’è un’enorme falla di natura sociolinguistica, dettata da un purismo spicciolo che a quanto pare va tanto di moda diffondere nel web come fosse legge. Ti spiego: nelle aree settoriali si tende ad usare la lingua “predominante”. Esempio pratico: in informatica la “lingua predominante” è l’inglese, perciò useremo termini per lo più inglesi. Nessuno penserebbe mai di dire “topo” al posto di “mouse” o “disco duro” al posto di “hard-disk”. Sarebbe follia ed è linguisticamente scorretto! Stessa cosa per i termini francesi nell’ambito della danza classica. Chiaro, adesso? Nell’ambito makeup “la lingua predominante” è l’inglese ed è normale che vengano utilizzati per lo più termini anglosassoni.
    Questo non vuol dire mortificare la nostra lingua, anzi. Le lingue non sono monoliti, non sono immobili, mutano continuamente, si nutrono anche di altre lingue, persino dei dialetti.
    Perciò smettiamola con questo purismo linguistico che è solo un retaggio fascista, e non siamo nell’epoca fascista ormai da tempo. E poi trovo sbagliato diffondere teorie personali come se fossero vangelo, perché c’è chi potrebbe credere a queste sciocchezze. Sarebbe meglio informarsi prima di parlare magari, ciò che ho spiegato sono concetti basilari di glottologia.

  66. Ciao Clio e ciao ragazze, le combinazioni che ho provato sono: matita+ rossetto (o matita+gloss), 2 mascara (quando usavo l’i love extrime di essence nella confezione nera, che non mi soddisfaceva, lo abbinavo al multiaction di essence nella confezione arancione, però adesso con il Lash princess di essence nella confezione con i dettagli arancioni mi trovo benissimo e non devo più abbinare nulla). L’I love extrime non lo usavo da solo, anche perché mi colava.
    La combinazione che vorrei provare è blush in crema + blush in polvere, ma per risparmiare non ho mai comprato un blush in crema, anche se ho già in programma di andare a dare un’occhiata a quelli Revlon! 🙂

  67. beh, se questo implica comprare altra roba onestamente passo. Non vedo l’utilità di avere due fondotinta, preferisco averne uno perfetto per me. Idem non vedo l’utilità di avere più di un mascara (anche da usare in combinazione)… per una strana coincidenza mi trovo adesso con tre mascara in giro per casa (una minisize del perversion uscita dalla naked on the run, il grandiose di lancome e uno di clarins non del tutto finito quando abbiamo comprato il grandiose -preso a mascara precedente non del tutto finito perchè c’era uno sconto), e finisco per usarne sempre e solo uno. Oltretutto, se compro il fondotinta sbagliato cerco di arrangiarmi… se poi non è proprio possibile me ne compro un altro, ma non per mixarli… per usare quello che va bene!
    Altra cosa sono robe tipo l’abbinamento matite labbra e rossetti o matite occhi e ombretti… queste sono decisamente cose che anche i non addetti ai lavori possono fare (anzi, sono trucchetti utili per chiunque)…
    Però io continuo a non vedere alcun bisogno per qualcuno che non lavori nel settore di avere più di un fondotinta e più di un mascara per volta… (al massimo arrivo a concepire di avere un fondotinta e una bbcream o un fondotinta per l’estate se si tende ad essere di un colore nettamente diverso se abbronzate -non è il mio caso xD ma a qualcuno capita).

  68. Verissimo è che le lingue non sono monoliti, e che siamo proprio noi parlanti a deciderne il destino. Pertanto parlare di purismo ha davvero poco senso, anche perché i puristi dovranno presto rassegnarsi alla massiccia introduzione di termini stranieri, in questo caso di anglicismi (e di tutta una lunga serie di cambiamenti grafici, grammaticali, sintattici, eccetera). Tuttavia sono convinta esista una via di mezzo, e che quindi non ci sia solo il bianco e il nero, il “retaggio fascista” e il “facciamo entrare nel linguaggio comune qualsiasi termine ci passi nella testa”. Impieghiamo i termini con cognizione di causa. Nessuno userebbe “topo” per “mouse”, perché in effetti, dagli ormai lontani anni ’60, è stato introdotto suddetto aggeggio con tale nome. In effetti, però, se facessi leggere a mia madre questo articolo, non capirebbe la metà delle parole. Perché scrivere “matte” invece di “opaco”? Questo ha poco senso, secondo me. Non si tratta di lingua predominante. La questione è: perché preferire l’utilizzo di un termine straniero laddove si ha un corrispettivo perfetto nella nostra lingua? Questa è una riflessione più che una critica. Aggiungo solo che tutti sono convinti, oggi, che basti sapere “brand” e “marketing” per definirsi conoscitori della lingua inglese, e quindi si prendono il diritto di schiaffare qua e là termini del genere in una frase per, boh, sentirsi fighi, quando invece non conoscono il significato né l’origine della parola. Il risultato? Non si conosce più l’italiano e si introducono termini semanticamente errati. Insomma… In medio stat virtus.

  69. tranne per fondotinta (che uso una o due volte a settimana) il correttore (non lo uso) e il blush perchè non ci avevo mai pensato, le altre combinazioni le uso quotidianamente e non riesco a farne a meno 🙂

  70. Leggendo questo post mi sono resa conto di quanti trucchetti uso inconsciamente! un fondotinta chiaro liquido opaco per la zona t e una bb leggermente piu scura per il resto del viso …primer lilla e verde sotto, matitone kiko trasparente sotto e poi ombretto, burrocacao matita labbra e rossetto, diversi mascara (le sopracciglia le ho tatuate sennò. .) …mi manca il blush in combo e il correttore che non trovo la combinazione giusts…belle idee! Prendo appunti grazie Clio!!!

  71. Tu fai un discorso di scelte, pertanto certamente condivisibile. La ragazza su faceva un discorso ben diverso, ergendosi a depositaria della verità assoluta, come se lei sapesse ciò che è salutare per la nostra lingua, e tutti gli altri no. Dal momento che ho visto molte persone agire così su Internet, riportando in auge il suddetto “purismo linguistico”, ho deciso di intervenire.
    Ora, mi pare ovvio che finché è possibile sarebbe preferibile utilizzare termini italiani e non mi pare di aver mai sostenuto chi parla lingue ibride per sentirsi figo, anzi, ma non stupiamoci se in un articolo di makeup si utilizzano termini come “finish” o “matte” perché, ripeto, è assolutamente normale e non è sbagliato.
    È soltanto una scelta.

  72. Io uso l’Erase paste della Benefit nella colorazione più scura (arancionissima), e sopra il Camouflage della Catrice nella colorazione giusta per la mia pelle, che uso anche per le imperfezioni. L’Erase paste costicchia ma dura una vita perché ce n’è tantissimo, io credo di averlo da più di un anno, solo che mi va nelle pieghe se non fissato, immagino ce ne siano tantissimi altrettanto validi a costi più contenuti!

  73. uso la BB cream della Maybelline Dream Pure cercando di evitare di usare il correttore sull’acne, anche perchè non ho trovato ancora un correttore oil free e non voglio appesantire la pelle soprattutto dove c’è già acne. Anche se non ho una coprenza perfetta ho notato che l’acne sta migliorando e la pelle respira di più… quando voglio più coprenza, magari per qualche serata, uso il fondotinta Pupa Made to Last, che è oil free ma più coprente…

  74. Miscelatrice pazza presente! 😀 a parte sopraciglia e blush che proprio non riescono ad appassionarmi tutto il resto è routine! Adorando il rossetti matte il burrocacao sotto il rossetto poi è imprescindibile! Bellissimo post!

  75. In erboristeria. Se scrivi all’azienda, dal sito bioearth, ti invia per email i rivenditori autorizzati a te più vicini. 😉

  76. Mi sto immaginando l’utilizzo di “topo” e “disco duro” al posto dei corrispettivi vocaboli inglesi e ciò mi diverte moltissimo.

  77. Anch’io. Mi immagino se dovessi chiamare il ced dell’azienda in cui lavoro e gli dicessi mi vieni a cambiare il topo che non funziona più? oppure ho un problema al disco duro vieni a controllare!!!! Non oso immaginare come reagirebbe…

  78. Dovrò provare una di queste combinazioni perché non posso mettermi il fondotinta sul naso. Che sia quello in polvere o quello liquido al mio naso, evidentemente più secco del resto del viso, si solleva tutta la pelle. Ho provato con creme iperidratanti, scrub, esfolianti, niente da fare, posso minimizzare ma non ridurre quasi mai del tutto il problema. Ho provato anche con prodotti tipo il Porefessional di Benefit, sperano di levigare…peggio che peggio!

  79. Vecchio trend probabilmente… Adesso va più di moda l’effetto gel super-coprente.
    Mavala fa qualche colore chiaro tipo rosa e viola poco coprente che anche con 2 passate non diventa mai pieno (io ho Glasgow). Purtroppo nel loro sito non si capisce nulla dei colori, ma a memoria direi Glasgow, Osaka, Baghdad, Geneve e Magic.
    Di Essence mi intendo pochissimo, ma un giorno su un espositore martoriato ho trovato il Road trip Gasoline effect, il petrolio semi trasparente che ho portato a casa con me!

  80. Grazie Chiara! Quindi dovrei utilizzarne uno più aranciato e uno che si adatti al mio colore di pelle, giusto? Proverò a vedere un pò in giro! E’ che quando chiedo alle commesse un correttore più aranciato mi guardano in modo strano -.-

  81. Grazie per questo post Clio, l’ho apprezzato tantissimo!! Questi post più “tecnici” sono davvero interessantissimi per chi come me sta cercando di “salire di livello”, eheh 😀

  82. Petrolio semitrasparente, wow! Mavala la tiene una profumeria vicino a casa mia, darò un’occhiata. Io ho un perlato semitrasparente della Essie, effetto conchiglia che a me sui piedi ogni tanto piace, anche se il perlato è fuori moda.

  83. Ciao Clio e ciao a tutte!!! Anche se in ritardo grazie per questo post ispirazione/ripasso!! Grazie a te Clio da quando ti seguo ho imparato step by step tutti questi trucchetti non ultimo, ma il più importante provare prima i mix. Grazie ciao ;))))

  84. Clio!! Davvero STUPENDISSMIO post, complimenti, mi è piaciuto tantissimo 😀 spero proprio di riuscire a mettere in pratica qualcosa hehehe quando spieghi tu, o quando te lo vedo fare, sembra tutto così facile, invece…. sono proprio una ciompetta DOC!

  85. Scusate l’off Topic. .. ma la modella della prima immagine è Emily Rataj(ecc..)..?? Solo curiosità 🙂

  86. Che ideona quella del burrocacao per fissare le sopraciglia! Io poi che le ho lunghe e folte mi fanno sempre impazzire!!! Grazie per la dritta!!! Provero’ senz’altro!!

  87. Ma oltre ad essere abbinati tra loro, i fondotinta si possono combinare anche con altri prodotti!
    -Con il PRIMER, che andrà applicato prima della nostra base, per rendere più omogenea la pelle, quando vogliamo che il viso sia perfetto per più ore, o se vogliamo levigarlo per cancellare qualche segno dell’età, qualche poro di troppo, o qualche discromia come i rossori diffusi. In questo modo anche il fondotinta potrà avere una resa migliore.

    SCUSA CLIO, MI SPIEGHI MEGLIO QUESTO PASSAGGIO (SCUSATE IL GRASSETTO) GRAZIE, CIAO

  88. Un bel problema trovare la matita dello stesso colore dell’ombretto e viceversa… ma esistono i colori uguali ?

  89. Clio questo secondo me, è uno dei post più azzeccati, anche perchè io sono una frana nel combo, non ci penso mai, l’unica cosa che ho combinato, è stato il fondotinta chiaro con una bb crem più scura della mia carnagione, risultato….bellissimo, poi basta, hahahahaha

  90. Anch’io ho la pelle mista e con il Benetint ho risolto il problema blush e durata! Ha un effetto naturale e dura tutto il giorno.

  91. Ahhaha ma tu sei un genio! Non appena ho letto i tuoi trucchi mi sono messa il burrocacao sugli zigomi, arcata sopraccigliare e sulle sopracciglia. Devo dire che si ottiene un bell’effetto! 🙂

  92. Nel momento in cui riesci a trovare il tuo colore ideale di fondotinta sono pienamente daccordo sul fatto che è inutile scervellarsi per mixarlo; per i mascara (almeno per quanto mi riguarda) è un altro discorso: io divento matta quando vedo delle belle ciglia, tutte separate… Ovviamente se devo andare al lavoro metto su il primo che mi capita e via così, ma quando devo uscire allora sì che mi sbizzarrisco, prima uno allungante, poi quello per il volume, poi un altro per pettinarle… questa però è una mia fissa, non dico che sia un OBBLIGO doverlo fare, semplicemente non mi sembrano cose così astruse da credere che possano farle solo grandi make up artist 🙂

  93. Più che altro poco conveniente… Un MUA deve avere tanti prodotti per lavoro, ma Perchè mai io dovrei comprare due o tre mascara alla volta? È molto più conveniente averne uno che abbia un bell’effetto…
    Oltretutto si risparmia anche!

  94. Anche io “mixo” vari prodotti quando mi trucco: per le occhiaie correttore liquido aranciato e sopra uno più chiaro per uniformarlo con l’incarnato, poi applico sempre la matita nera nella rima interna superiore per scurire l’attaccatura delle ciglia, e immancabile la matita labbra+rossetto, o matita labbra+burrocacao o addirittura rossetto+burrocacao. Per quanto riguarda gli occhi se faccio un trucco shimmer mi piace mettere anche un tocco di opaco.
    ilmondodiary1.blogspot.it

  95. IO faccio così in effetti! Per le occhiaie scure (che tendono al blu-violetto) ci vuole l’arancione… Non proprio frullato di carota, ma qualcosa che ci tenda abbastanza. Anche a me qualche volta hanno guardato strano, lì dipende purtroppo tanto dalla competenza delle commesse e/o da che cosa hanno e quindi possono vendere…

  96. Anche io lo faccio 😀 ho preso un mascara top coat della Kiko e lo uso solo sulle punte (è quello effetto ciglia finte per intendersi) e lavorando un po’ bene il primo il secondo rimane perfetto e senza grumi 😀

  97. Leggo solo ora il tuo messaggio che mi ha fatto sorridere..sorrido perchè penso che mio marito, francese, chiama il “topo” e il “disco duro” esattamente così nella sua lingua madre (souris e disque dur) infischiandosene beatamente della lingua predominante..e questo lo fa in tutti i settori 😉 Ma sappiamo quanto i francesi siano “nazionalisti” (e lo dico con affetto sia chiaro e senza polemica)..forse, come dice GiuliaCande90, la virtù sta nel mezzo.

  98. La virtù sta sempre nel mezzo, son d’accordo! Proprio per questo ho specificato che è importante non perdere di vista le radici della nostra lingua, ma che non è necessario farne una missione portata avanti maldestramente e ciecamente.
    So che i francesi sono molto nazionalisti, ma onestamente non pensavo fino a questo punto! In Germania, per esempio, forse lo sono ancora di più che in Francia, ma usano serenamente le parole inglesi dove serve! Be’ è una cosa curiosa, grazie per aver apportato la tua esperienza 🙂

  99. Mi è venuto in mente che dice pure “ordinateur” e non computer (non soltanto lui ma anche gli amici e i famigliari, quindi credo sia una cosa generale)..all’inizio lo prendevo in giro, poi mi sono adattata 😉

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here