Smokey Eyes: una tecnica intramontabile che sembra non passare mai di moda, tanto che, spesso, ritroviamo questa tipologia di trucco sui vari red carpet e negli shooting fotografici. Regala sguardi misteriosi, seducenti ed affascinanti.

Come fare, però, se si è alle prime armi e non si ha la minima idea su come iniziare? È a voi, mie care “ciompette”, che ho pensato per questo post: all’interno troverete tanti consigli su cosa investire o meno e di cosa bisogna tener conto per realizzare uno smokey eyes da urlo! 😄 Curiose? Allora iniziamo subito!!

cliomakeup-come-fare-smokey-eyes

NON È UNA NOVITÀ, È UN MUST!

cliomakeup-smokey-eyes-prime-armi-consigli-prodotti-2Lo smokey è il look che ha maggiormente spopolato negli ultimi 5 anni, dopo gli anni ’80 e ’90, in cui andavano molto i trucchi neon, colorati e, soprattutto, definiti. I look “fumosi” sono invece un classico della vecchia Hollywood: negli anni ’30 in particolare il trucco era rigorosamente sfumato e doveva ricordare proprio una cortina di fumo. Metteteci poi le pellicole in bianco e nero e capite subito che il tutto aveva molto senso! 😉

cliomakeup-smokey-eyes-prime-armi-consigli-prodotti-3


Oggi si usano smokey diversi e adatti ad ogni occasione e stile. Anche i colori possono essere più o meno scuri e più o meno brillanti. L’unica cosa da cui non si può scappare è l’atto dello sfumare. O come ricordo sempre io, dello sfumaresfumaresfumare!!! 😄 Per farlo come si deve è fondamentale l’uso (corretto) dei pennelli.

cliomakeup-smokey-eyes-prime-armi-consigli-prodotti-4

Ecco perché, chi non l’ha mai fatto, avrà necessariamente bisogno di qualche aiutino, per scoprire i segreti del mestiere!!

LA SCOMPARSA DEGLI APPLICATORI IN SPUGNA

cliomakeup-smokey-eyes-prime-armi-consigli-prodotti-5Avete presente quegli applicatori che, fino all’inizio degli anni 2000, si trovavano in ogni singola palettina o ombretto singolo venduto sulla faccia della Terra? Ora sono scomparsi! Lo avevate mai notato? Sembravano come dei bastoncini di cotone, ma con l’estremità in spugna.

cliomakeup-smokey-eyes-prime-armi-consigli-prodotti-6
Perché non esistono quasi più? Proprio per via del trend dello smokey eyes: con quell’applicatore, infatti, si “pressa” l’ombretto, tamponandolo sulla palpebra, ma non si sfuma. Sono eccellenti, infatti, per rendere un ombretto ancora più pigmentato ma non per sfumare.

NON “COPIATE” I PENNELLI DELLE ALTRE!

cliomakeup-smokey-eyes-prime-armi-consigli-prodotti-7Credits: beautylish.com

Quando una ragazza passa dall’applicare il make-up solo con le mani al desiderare un set di pennelli, le si apre un mondo. Ne esistono ormai di ogni forma, dimensione, materiale e qualità. Ma, proprio per questo, confondersi è un attimo: non copiate dagli altri, guardate il vostro occhio!

cliomakeup-smokey-eyes-prime-armi-consigli-prodotti-8

Una palpebra ampia e spaziosa, infatti, a prescindere dall’effetto che si vuole ottenere, avrà bisogno di un pennello più grande rispetto a chi ha poco spazio tra ciglia e sopracciglia o a chi ha gli occhi incappucciati.

cliomakeup-smokey-eyes-prime-armi-consigli-prodotti-9

Ecco perché non esiste un pennello da sfumatura o per l’applicazione degli ombretti: ognuna deve trovare quello più adatto per la propria forma di occhi e per la propria comodità. Come trovare quello giusto? Purtroppo non è immediato e facilissimo: c’è bisogno di provare, motivo per cui vi direi, soprattutto all’inizio, di non lanciarvi su pennelli costosissimi solo perché famosi.

Ragazze non è tutto: ci sono anche altri fattori da tenere in considerazioni per quanto riguarda i pennelli. Correte alla prossima pagina per scoprire tutto ciò che c’è da sapere e i prodotti ideali da utilizzare!

28 COMMENTI

  1. Ragazze! Ho provato a farlo proprio l’altro giorno per Halloween (con la scusa del “va beh, se viene una ciofeca dirò che volevo essere uno zombie”) Vi metto il risultato sotto. Lasciando stare le mie sopracciglia non ridisegnate e una striscia di matita da una parte, sono soddisfatta: era la prima volta che provavo a farlo un po’ più seriamente. Le altre volte stendevo il colore sulla palpebra e lo intensificavo alla base ma mi sembrava sempre uno schifo, tanto che mi sono detta che gli smokey non erano per me e non li ho più fatti.
    Adesso sto puntando ad un set di pennelli: quello occhi di zoeva da 6 pennelli (o cinque?), Qualcuno lo ha? Pareri, dubbi? https://uploads.disquscdn.com/images/f2ffda8effe70652e2e163797c5c796f9930d5b7c98b640b41552450f2f07fa2.jpg

  2. come sono belli gli Smoky, però non li so fare ancora molto bene. dovrò esercitarmi. non c’entra niente con il post, clio perché non riprendi i post ” come usare le palette” quella sulla naked é stata utile. ho comprato la naked heat ma non so come usarla.

  3. Anche io vorrei tanto che Clio riprendesse quella serie di post…sto meditando anche io l’acquisto della heat

  4. Questo post capita proprio a fagiolo 🙂 ieri pomeriggio ho fatto il primo smokey da giorno come si deve dopo anni di prove e sbagli, non solo sono imbranatissima ma mi sono ostinata per tanto tempo a creare trucchi “normali” sul mio occhio super incappucciato con palpebra cadente (la pelle tocca le ciglia come negli anziani ma sono così sin da piccola), è proprio vero che gli attrezzi giusti fanno la differenza e mi sento di consigliare caldamente a chi è come me il nuovo kit RT per smokey con temperino omaggio “eye smudge and diffuse”, piccolissimi con setole morbide, corte, fitte e dense, riesco a usarli sulla rima palpebrale superiore anche a occhio aperto, perfetti su quella inferiore. Sapreste invece consigliarmi un primer occhi valido? Quello di Kiko Mat è ottimo ma mi irrita mentre il Primer Potion UD (sia Eden che Original) su di me non dura un granchè, sfuma benissimo me le righe orrizontali tipiche del mio tipo d’occhio si formano lo stesso

  5. Bellissimo post di ripasso per chi segue Clio da tanto, ottimo per chi è alle prime armi…..quel pulitore/asciugature di pennelli che qui si vede in foto sul sito di Sephora Italia è andato sold out in pochissimi giorni….speriamo ricompaia perché mi tenta non poco……

  6. Meno male che c’è Clio! Sono mesi che cerco su youtube un tutorial per uno smokey semplice, credo che non debba elaborare più di tanto sui video che ho trovato.
    In primis grazie per il consiglio sui pennelli, io mi trovo meglio con i pennelli piccoli avendo la piega delle palpebre molto accentuata e leggermente cadente (hooded?) ma siccome c’è scritto che sono per i dettagli, mi sembrava di commettere un peccato capitale ad usarli per altre cose
    Secondo grazie grazie grazie per aver sottolineato l’uso di 2-3 colori al massimo, le youtuber non hanno mai finito di usare colori, non ci capivo più niente ogni millimetro di palpebra richiedeva un colore diverso.
    Terzo, finalmente ho capito che prima posso mettere il colore con il pennellino a lingua di gatto sulla palpebra mobile e DOPO sfumare con piccoli movimenti, dai video ho sempre capito che bisognava applicare sfumando tutto con movimenti tipo tergicristallo. Vi lascio immaginare l’effetto, ho persino provato con i pezzetti di carta igienica all’angolo dell’occhio per non ritrovarmi il colore fino alla radice dei capelli …
    Grazie di nuovo Clio!

  7. Bellissimi occhi! Io mi trovo bene a livello di qualità con i pennelli Zoeva, mi erano stati consigliati proprio da una ragazza sul blog. Come dice Clio però l’importanza è nel scegliere la forma adatta al tuo occhio, non tanto la marca del pennello.

  8. Ho scelto quello perché mi sembrava ci fossero un po’ tutte le tipologie di pennello che mi servono e non volevo svenarmi. Come dimensione e tipo credo vadano bene, visto che non ho l’occhio piccolissimo o palpebre coprenti. L’unica cosa vorrei vederli prima di acquistarli: Sephora li vende solo via web, Douglas non lo so.

  9. Io li ho comprati su BeautyBay senza prima vederli, su consiglio di una ragazza sul blog, a seguito di un bellissimo post di Clio sui pennelli. La qualità mi ha soddisfatto, ma non sono un’esperta, non ho centinaia di pennelli da mettere a confronto e come ho commentato sono abbastanza una principiante soprattutto nel trucco occhi. Mi baso sul fatto che le setole sono morbide, non graffiano e non hanno pelini che spuntano. Li ho da più di un anno e sono ancora belli nel senso che le setole non si rompono o si staccano pur non trattandoli proprio con i guanti. Non ho comprato il set perchè mi interessavano pennelli diversi:
    fine a stilo per i punti luce
    largo a stilo per i dettagli (nel set) ma lo uso per coprire i brufoletti con il correttore
    uno tondo con la punta tonda (nonso se mi spiego) che uso per sfumare
    quello largo angolato per le sopracciglia (favoloso)
    uno piccolissimo e piatto per il tightlining che non uso spesso perchè è laborioso ma dà bellissimi risultati

  10. Quanto ti invidio!io non posso avvicinarmi ai toni del rosa/borgogna sugli occhi…sembro malata!molto bello il trucco, avrei sfumato leggermente di più la parte nella palpebra mobile, ma è un dettaglio da precisina come me perché il trucco ti è venuto e ti sta molto bene ^^
    Non conosco quei pennelli, ma se vuoi fare un minima spesa massima resa ti consiglio i pennelli essence..costano una sciocchezza e sono validissimi 🙂

  11. Quel primer occhi di kiko lo odio con tutta me stessa. Non copre le discromie e non si asciuga in nessun modo, neanche fissandolo con la cipria. Detto questo, dopo aver completamente smesso di truccarmi per tutta l’estate e di conseguenza perso la poca manualità che avevo, ricominciare dalle basi fa sempre bene. E devo ancora mettere per bene alla prova la mia Chocolate Bar che finora non mi ha entusiasmata.

  12. La prossima volta che mi lancieró nello smokey sfumeró all’impazzata. Magari provo a mettere sotto la matita nera invece che sopra al trucco finito (che tra l’altro ho rovinato con una strisciata che mi è partita quando la stavo mettendo in mezzo alle ciglia). Ma intendi di portare più fuori il colore o proprio sfumare la palpebra?
    Per i pennelli Essence ci avevo pensato ma ho sempre e solo visto quello lilla da sfumatura e un altro rosino che non ricordo che forma avesse. Alla fine quello che mi interessa avere almeno quello da sfumatura, a penna e piatto.

  13. Quello rosa potrebbe essere quello a lingua di gatto, ma rosa piatto c’è anche per mettere il correttore in realtà ahah comunque piuttosto se hai amiche che possono essere interessate, potresti buttarti su Elf, lì trovi tutti i pennelli che ti servono a poco..Il problema sono poi i costi di spedizione, per questo io avevo fatto un maxi ordine con le mie amiche (amando i pennelli e odiando un qualsiasi altro prodotto).
    No sulla palpebra mi piace così intenso, io avrei sfumato un pochino di più nella piega della palpebra mobile magari sfumando verso l’esterno dell’occhio per dare l’effetto eyeflick come per l’eyeliner 🙂 ma giusto qualche millimetro eh, non da arrivare alle tempie ahah pensa che agli inzi per sfumare usavo i cotton fioc ahah

  14. Io ho sempre fatto lo smokey perché avendo l’occhio incappucciato non ho molte chances per truccarmi! La mia tecnica era quella di applicare il colore sulla palpebra mobile e poi sfumare usando un colore di transizione tipo marroncino caldo,poi su YouTube ho visto tanti make-up artist ,tra cui anche clio, realizzare prima la sfumatura sulla palpebra fissa,quindi definendo la piega dell’occhio e da lì proseguire verso il basso…qual’e’ la tecnica giusta ?

  15. Anch’io avevo sentito questa “regola” per scegliere il rossetto nude da una make up artist piuttosto famosa negli USA, però non ho mai capito come si può effettivamente mettere in atto … ti immagini andare da Sephora, tirare fuori il labbro inferiore tipo Cita di Tarzan e mettere vicino il rossetto per vedere se ha la stessa tinta??? Oppure mettersi il rossettoe poi controllare sempre tirando fuori il labbro inferiore, ma da Cita non si scappa … Di solito sono piuttosto blasè quando vado per negozi, ma questo lo trovo un filino imbarazzante. Anch’io vorrei un tutorial sul trucco per le over 50 … però ricordo che tempo fa Clio ne aveva fatti con la sua bellissima mamma come modella, se guardi negli archivi sono sicura che trovi già qualcosa a riguardo.

  16. Io adoro lo smokey e lo faccio spesso, anche se non sempre sono soddisfatta del risultato. In effetti, quando ho cominciato a farlo mi sono resa conto che il tool fondamentale per il mio tipo di occhi era un pennello specifico, il pencil brush tipo il 219 di Mac: ho notato che la maggior parte delle beauty guru usa questo pennello per sfumature più precise, come quelle sulla rima inferiore, invece per me è ideale proprio per creare l’ombra all’estremità della palpebra. Avendo poco spazio tra occhio e sopracciglio, un pennello troppo grande mi impiastriccerebbe tutto.

  17. Sono abbastanza brava a fare gli smoky eyes sugli altri, su di me decisamente meno sia per la mia palpebra difficile sia perché preferisco sempre puntare sulle labbra perciò i miei occhi sono molto semplici!

  18. Appena salvato nei preferiti…..è l’unico tipo di trucco che non ho mai fatto nè su di me nè su nessuno….ma comincerò sicuramente su di me. Rende gli occhi magnetici e profondi, grazie.

  19. Io uso quel primer da anni, è uno dei pochi prodotti kiko che uso e mi trovo benissimo. Forse ne metti troppo? Ne basta davvero pochissimo, altrimenti resta appiccicoso. Oppure hai comprato la versione pearly? Con quella non mi sono trovata bene ma la versione classica è ottima

  20. Ma dai che potrebbe essere divertente fare come la signorina Silvani….!!! :-}}} Penso che andro’ a fare ‘sta bischerata in qualche centro commerciale…li’ si’ che se ne vedono di tutti i colori…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here