Soprattutto quando si avvicina il cambio di stagione vedo proliferare topic e commenti su un argomento che sta a cuore a molte di voi: i capelli che cadono! In realtà si tratta, ahinoi, di un grande evergreen: le cause sono diverse, e vanno dallo stress agli ormoni, all’ereditarietà e via dicendo.

Nessuna sorpresa, quindi, se in tantissime mi scrivete di aver provato “di tutto” senza ottenere risultati apprezzabili. Infatti, per scegliere la hair routine corretta è necessario partire dalle cause della perdita dei capelli. Solo in un secondo momento è possibile capire quali prodotti usare: e difficilmente uno shampoo o un balsamo bastano, da soli, a fare la differenza.

Come muoversi, quindi, per prevenire la caduta di capelli stagionale o arrestare quella dovuta, ad esempio, a questioni ormonali o all’età? In questo post in collaborazione con René Furterer, brand che come sapete adoro e uso da anni, vi do tutte le risposte che aspettavate!
cliomakeup-caduta-capelli


PERDITA DEI CAPELLI: QUANTO È DIFFUSA

cliomakeup-capelli-che-cadono-rimedi-1-stagionale

Ragazze, non c’è bisogno di dire che in questo post parliamo della caduta dei capelli occasionale, come quella stagionale o quella, dovuta a fattori ormonali, durante il periodo post-partum. In caso di grave perdita di capelli, è sempre consigliabile chiedere consiglio a uno specialista o un dermatologo, dato che in alcuni casi la causa può essere correlata alla salute, e solo un professionista sarà in grado di diagnosticarla!


cliomakeup-capelli-che-cadono-rimedi-2-spazzola

Fatta questa doverosa premessa, la perdita dei capelli è un problema comune. Ad esempio, parlando della caduta ormonale e progressiva (come l’alopecia, che è cronica) ne soffrono il 50% degli uomini e il 40% delle donne; la percentuale ovviamente si alza con l’aumentare dell’età.

cliomakeup-capelli-che-cadono-rimedi-23-statistiche

CADUTA PROGRESSIVA E CADUTA REAZIONALE

La premessa a tutto il nostro discorso è che tutti noi perdiamo alcuni capelli ogni giorno, circa 80: questo dipende dal naturale ciclo di vita del capello. Ci sono diverse cause, invece, per una caduta di capelli anomala e che viene divisa in progressiva e reazionale.

LA CADUTA DI CAPELLI VIENE DISTINTA IN PROGRESSIVA E REAZIONALE

Per quanto riguarda la caduta progressiva, può essere scatenata da fattori come ereditarietà, ormoni ed età.

Mentre per la caduta reazionale abbiamo cause come cambio di stagione, stress, uno shock emotivo, ma anche una dieta o uno stile di vita sregolato, trattamenti farmacologici o chemioterapici e il famoso post-partum.

La caduta di capelli reazionale si verifica in media dopo 3 mesi dall’evento scatenante.

cliomakeup-capelli-che-cadono-rimedi-7-stempiatura-femminile

Ragazze e ragazzi, in molti casi si tratta di trattare la causa della caduta: per fare un esempio banale, una carenza di elementi nutritivi indispensabili alla crescita fisiologica dei capelli – di qui i “famigerati” integratori, di cui parleremo più avanti. O nel cambio di stagione (quando la variazione del rapporto tra ore di luce e ore di buio influenza l’equilibrio ormonale) si può contrastare la caduta attraverso l’azione concertata di diverse tipologie di prodotto, dai trattamenti stimolanti del bulbo pilifero fino ad uno shampoo specifico.

cliomakeup-capelli-che-cadono-rimedi-3-stagione

Pare che il “cambio di stagione” più duro in termini di caduta dei capelli sia il passaggio da estate ad autunno, perchè alle ragioni ormonali si unisce lo stress da rientro dalle vacanze!

PERCHÈ USARE UN PRODOTTO PER CAPELLI ANTICADUTA? E QUALE SCEGLIERE?

cliomakeup-capelli-che-cadono-rimedi-4-prodotti copia

Eheheh ragazze, la prima domanda sembra retorica, ma non la è! Le motivazioni possono essere diverse: ad esempio, soprattutto tra gli uomini, c’è la volontà di prevenire la perdita dei capelli (perchè temono l’ereditarietà) o fortificarli. Altre persone, invece, cercano un trattamento specificatamente anti caduta.

cliomakeup-capelli-che-cadono-rimedi-5-stempiatura-maschile
È pur vero che in alcuni casi la calvizie è l’ultima cosa che noti 😜

CONTRASTARE LA PERDITA DEI CAPELLI È UN PROCESSO CHE PARTE DAL CUOIO CAPELLUTO

In ogni caso, identificare le cause del problema è imprescindibile prima di cercare di orientarsi tra le varie proposte sul mercato. Tutti i trattamenti hanno comunque in comune tre fasi: preparare, lavare e trattare.

Già, perchè naturalmente il trattamento per capelli che cadono si gioca in primis sul cuoio capelluto. I problemi, infatti, si verificano spesso per una vascolarizzazione non ottimale del bulbo pilifero, un irrigidimento dei tessuti cutanei attorno al bulbo stesso o ancora una sovrapproduzione di sebo che soffoca il capello!

cliomakeup-capelli-che-cadono-rimedi-6-forfora

Ma quindi… quali sono i prodotti e soprattutto la hair routine che funziona? Scopritelo girando pagina!


16 COMMENTI

  1. idem, il mio problema era dovuto ad una mancanza di ferro (che oltre alla caduta dei capelli comportava anche una stanchezza perenne fuori dal normale!) e ad una questione ormonale, che ho poi risolto con l’assunzione della pillola.

  2. Eccomi. In passato ho perso un po’ di capelli causa leggera anemia, curata quella problema rientrato. Purtroppo però ho un’anima sorta di zona con i capelli più diradati proprio davanti perché da piccola mi sono ustionata con il sole. Dopo il primo figlio ho perso mazzi di capelli e non c’è niente da fare per migliorare, ho usato integratore vitaminico da gravidanza e lo shampoo forticea di rene furterer. Ora ho partorito da due settimane e temo il momento dove mi cadranno i capelli..continuò a prendere le vitamine e ho preso lo shampoo anticaduta di yves Richter vedremo come va

  3. Mi dispiace ma sono diventata molto scettica riguardo ai prodotti per capelli.
    Per il discorso della caduta per questioni genetiche secondo me c’è ben poco da fare, ho uno zio che è stato nei centri specializzati per cercare di fermare l’alopecia androgenetica, non è rimasto calvo ma quasi. Quindi magari possono rallentare il processo ma alla fine non c’è niente da fare, soprattutto per gli uomini. Nel caso della donna c’è più probabilità di successo, ma sempre andando nei centri tricologici. Quindi a fiale e fialette ci credo poco. Questa è la mia opinione poi magari ci sono casi e casi.
    Il discorso cambia in caso di perdita occasionale che è dovuta ad un fattore esterno alla genetica, lì certamente possono aiutare.
    Per quanto riguarda gli shampoo ho smesso di credere a tutto quando ho visto un video su youtube di una scienziata italiana (penso una chimica), si chiama Beatrice Mautino, andate a vederla su Youtube (non è assolutamente pubblicità, ho trovato il video fra le tendenze e mi ha aperto gli occhi) in cui spiega, come dice lei, con gli occhi della scienza la differenza fra gli shampoo, di cui ne esistono principalmente di 3 tipi, il resto è marketing e marche.
    Molto interessante, se avete tempo vale la pena e fa riflettere (sicuramente mi farà risparmiare d’ora in poi…)

  4. Dopo la gravidanza ho perso i capelli in due tranche: dopo tre mesi dal parto e dopo un anno. Dopo tre mesi è stata una perdita contenuta. Avevo comunque capelli belli e folti. Dopo un anno è stata tosta. Me ne sono caduti a mazzi. I miei capelli si sono trasformati. Da ondulati e abbastanza grossi sono diventati fini e lisci. Alla fine li ho tagliati.
    La Furterer è un’ottima marca. Ho provato alcuni prodotti e sono meglio della Phyto. Ma per la perdita di capelli l’imbattibile rimane la Bioscalin. Shampoo, maschera pre shampoo e integratori. I risultati si vedono. Adesso c’è la nuova linea super urto per perdita eccessiva. Costa un botto ma ne vale la pena.

  5. Un paio di anni fa, a seguito di un periodo di forte stress, ho perso un sacco di capelli! Ogni volta che uscivo dalla doccia lasciavo sul piatto una mezza parrucca… li ho sempre avuti sottili, ma folti e tantissimi, quindi è stato un trauma che si è aggiunto al trauma che avevo vissuto. Mesi psicologicamente difficilissimi… ho fatto cicli di fiale più o meno costose, shampoo specifici, massaggi e un sacco di altre menate. Alla fine la caduta si è ridotta fino a tornare a quella fisiologica… Ora i miei capelli sono tornati come “prima”, folti e forti, ma mi chiedo sempre se tutto quello che ho fatto per curarli li abbia veramente aiutati oppure se la caduta si sia interrotta perchè quella fase era terminata… Boh…

  6. Ciao! il mio compagno soffre di alopecia androgenetica (= sia lui che il padre / zii / tutti gli uomini della famiglia sono inesorabilmente soggetti a calvizie). Ben due sue zie sono parrucchiere, una è anche molto esperta, insegna nelle accademie e ha 4 negozi (lo fa da 40 anni, insomma, non è la prima scema che passa): Hanno tentato con qualsiasi shampoo/lozione topica “professionale” in commercio, abbinata a massaggi professionali per la circolazione ecc… senza nessun risultato, nemmeno se lui ha iniziato questa trafila molto prima di perdere i capelli. La zia alla fine si è arresa per l’ennesima volta, ammettendo che non c’è soluzione a questo tipo di calvizie, a parte il minoxidil che è un farmaco e andrebbe preso per tutta la vita, perchè quando si smette i capelli ricominciano a cadere.

    Ah, la zia sostiene che gli shampoo non fanno assolutamente nulla di trascendentale per la cute, visto che vi rimangono in contatto pochi minuti, quindi gli shampoo “anticaduta” o con attivi strani per la cute non potranno mai funzionare davvero secondo lei.

    Alla fine il mio ragazzo ha perso i capelli (ora è rasato, prima li portava lunghi alla “samurai” 😀 :D), ma sono felice che non gliene freghi nulla -e nemmeno a me ovviamente- perchè vedo gente che ci sta davvero male…

  7. Proprio oggi stavo pensando di schiarire i capelli 😀 😀 …Vedrai che lo faccio e quando me ne pentirò (perchè succederà ahah) penserò al tuo commento

  8. Specialmente dopo la seconda gravidanza ho perso tantissimi capelli. Già normalmente (ma penso sia fisiologico) in alcune zone mi sembra di averne di meno, quindi è una situazione che mi ha infastidito non poco. La situazione è migliorata con il tempo e con l’inizio della dieta (evidentemente mangiavo proprio male).

  9. Io uso una spazzola con setole naturali che stimola un po’ il cuoio capelluto migliorando la circolazione, dovrebbe aiutare un po’….ovviamente non per caduta per ragioni genetiche.

  10. Ogni volta che vado a tagliare i capelli, da anni, parrucchieri diversi, tutti mi dicono: hai i capelli un po diradati sul davanti. Mi propongono fiale, fialette, shampoo…non le ho mai acquistate perchè un po scettica. I miei capelli sono comunque belli, lunghi, lisci, sottili ma non eccessivamente. All’ultimo commento di due mesi fa dalla nuova parrucchiera, ho iniziato a preoccuparmi, quindi ripensando ad eventuali abitudini sbagliate, mi è venuto in mente che praticamente da quando sono bambina ho l’abitudine (creata da mia madre per la verità!!! ) di portare i capelli all’indietro, sia con mollette o spesso coda bella alta e tirata. Inoltre all’asciugatura con phon pettino con la spazzola all’indietro….insomma ho iniziato a smettere di legare i capelli in quel modo e asciugarli così: a me onestamente sembra che la cosa sia leggermente migliorata; ho notato la crescita di nuovi capelli all’attaccatura… non so però se sia un’autoconvinzione!! Credo di avere per mia natura comunque la zona sul davanti “poco folta” da sempre. Chiedo se a qualcuna è capitata un’esperienza simile, e se realmente questa abitudine possa influire sulla foltezza dei capelli. Non ho mai notato grosse perdite di capelli, la classica perdita, credo normale, quando li lavo….ho provato nell’ultimo periodo la tecnica dello scrub per capelli, non di questa marca però che non conoscevo, e devo dire che la situazione cute grassa migliora leggermente. Buona giornata a tutte!

  11. Anche a me piacerebbe molto leggere un suo libro, appena vado in libreria do un’occhiata! Mi piace molto anche Dario Bressanini, con cui ha scritto anche un libro insieme, che si occupa di più del ramo alimentare.
    I loro video sono molto interessanti e aprono veramente gli occhi sulla realtà, che spesso, anzi, quasi sempre, è condizionata dalla pubblicità e dalla società stessa. Quindi è interessante sapere cosa ne pensano di tutto ciò coloro che accettano solo le verità scientifiche!

  12. Grazie per la tua risposta! 🙂 è proprio quello che cercavo di ribadire io, gli shampoo hanno come unica funzione quella di sgrassare la cute. Gli unici ingredienti degli shampoo che servono a qualcosa sono i tensioattivi che si legano al grasso ma sono attirati anche dall’acqua e quindi portano via lo sporco e in alcuni shampoo gli agenti condizionanti (come i siliconi) che vanno a sostituire il sebo per proteggere il capello, per non sfibrarlo. Il resto finisce nello scarico. Tutto ciò è spiegato in un video della scienziata che ho nominato nello scorso commento 🙂

  13. Sicuramente è vero! Infatti dicono anche di cambiare zona della riga dei capelli ogni tanto perché sennò tendono a diradarsi in quel punto!

  14. Ciao a tutte! chi ha problemi seri di caduta di capelli è bene che si rivolgano a specialisti.
    Io non ho mai avuto problemi ma sono circondata da persone (anche e soprattutto maschietti) che ne sono, a volte, ossessionati, anche se probabilmente le perdite sono riconducibili a fasi cicliche. Ci sono periodi in cui perdo un po’ di capelli, ma mi hanno spiegato che è solo ricambio, continuo perciò a fare quello che facevo da bambina: tutte le sere li spazzolo, shampoo (senza sapone) 1 volta a settimana (di regola), se per qualche motivo li sento sporchi li lavo solo con acqua, alimentazione equilibrata, evito accuratamente trattamenti fisici e/o chimici. Questo è tutto il tempo che dedico ai capelli.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here