Lo spreco alimentare in Italia, come nel resto del mondo, è una vera e propria piaga! I dati Waste Watcher di quest’anno sottolineano come lo spreco alimentare domestico vale quasi 12 miliardi di euro, senza considerare quello di filiera per la produzione e la distribuzione, che si aggira sui 3 miliardi di euro.

C’è ancora poca consapevolezza da parte nostra su come gestire il cibo. Tuttavia, la prevenzione degli sprechi alimentari deve proprio partire da noi, nel quotidiano delle nostre vite. Una spesa ragionata ed organizzata è il primo punto da affrontare, a seguire, la preparazione dei pasti deve seguire sempre lo stesso criterio. Quando invece ci sono degli avanzi, vietato buttarli nella spazzatura! Riciclarli è possibile e se volete scoprire come, non vi resta altro che andare avanti a leggere!

cliomakeup-riciclare-avanzi-1-woman-cooking

PER FARE UNA FRITTATA BISOGNA ROMPERE DELLE UOVA

La frittata è sempre una buona idea per riciclare gli avanzi, che siano delle verdure già cotte, della pasta della sera prima o dei formaggi non più freschissimi.

cliomakeup-riciclare-avanzi-2-frittata-risoVia @Pinterest

Forse la parte più difficile della frittata è cuocerla su entrambi i lati. Per riuscirci, bisogna utilizzare una padella antianderente unta con dell’olio e ben calda.


NELLA FRITTATA SI POSSONO METTERE UN SACCO DI AVANZI E VERRÀ SEMPRE BUONISSIMA!

Dopo aver versato l’impasto, si fa cuocere con il coperchio a fiamma media (in questo modo, cuocerà anche la parte superiore). Poi bisognerà capovolgerla sul coperchio e da qui rimetterla in padella. Non è facilissimo, ma con un po’ di pratica si può imparare! 😉

cliomakeup-riciclare-avanzi-3-ratatouille-3“Chiunque può cucinare” è la frase chiave del cartone animato Ratatouille. E noi diciamo “chiunque può fare una frittata!” 😂 Credits: @purewow.com

In alternativa, si può cuocere in forno. Tornando al discorso del riciclo, si può aggiungere a due uova sbattute tutto quello che si vuole e sarà sempre un ottimo piatto: carne fatta a pezzetti, risotto, verdure, spaghetti al pomodoro, affettati… basta utilizzare la fantasia!😊

cliomakeup-riciclare-avanzi-4-frittata-fornoCredits: @buzzfeed.com

Inoltre le uova rappresentano una fonte proteica molto valida a livello nutrizionale. Tuttavia non bisogna esagerare e si consiglia di assumerne da 2 a 4 alla settimana.

cliomakeup-riciclare-avanzi-5-uovaCredits: @dilei.it

RICICLARE GLI AVANZI NON SOLO IN CUCINA MA ANCHE PER IL GIARDINAGGIO

Ampliamo ancora di più la nostra mente verso il mondo degli avanzi, perché possono anche essere riutilizzati come fertilizzante per le piante.

cliomakeup-riciclare-avanzi-6-fertilizzare-piante-caffèPer esempio, si può tagliare a piccoli pezzi la buccia di banana e inserirla nella terra delle piante di casa. Oppure il fondo del caffè, una volta freddo, può essere utilizzato nella stessa maniera (senza esagerare, uno o due cucchiaini sono sufficienti!).

cliomakeup-riciclare-avanzi-7-ferilizzare-piante-banana

CROCCHETTE E BURGER VEGETALI SONO IL MASSIMO PER IL RICICLO E OTTIMI PER I BAMBINI

I burger vegetali sono un ottimo modo per far scoprire le verdure ai bambini (ma anche ad alcuni adulti!). Si possono fare con il purè avanzato (ma deve essere abbastanza compatto) alla quale si possono aggiungere delle verdure (vi ricordate che le patate non sono verdure ma carboidrati?😉) e/o dei legumi.

cliomakeup-riciclare-avanzi-8-burger-vegetaliSe invece non avete l’avanzo di purè, burger e crocchette vegetali possono essere preparate schiacciando dei legumi o delle verdure avanzate ed eventualmente aggiungendo del pan grattato per fare in modo che l’impasto sia ben sodo. Per evitare di aggiungere troppi grassi con la frittura, si possono cuocere in forno finchè la superficie è dorata.

cliomakeup-riciclare-avanzi-9-crocchette-vegetaliVia @Pinterest

Ragazze non abbiamo finito! A pagina 2 troverete tante idee per riciclare la carne avanzata e ancora di più per riutilizzare il pane raffermo. Siete curiose di scoprire altre ricette anti-spreco? Allora girate pagina!

3 COMMENTI

  1. L’acqua dei carciofi (io però lesso solo i gambi e le foglie, le teste le cuocio senz’acqua) la uso come liquido per il risotto, e ci metto anche i gambi lessati a pezzettini. Anche il liquido che tira fuori il polpo quando lo faccio in pentola a pressione lo uso allo stesso modo, e se non devo fare riso quel giorno lo congelo in bicchieri di carta.

  2. Non butto via niente: cucino ciò che si mangia, non di più se non in rari casi e cose che congelo già in porzioni.
    ll pane lo grattugio per impanatura o lo faccio a tocchetti per fare i canederli.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here