Ciao ragazze!

Mi sono accorta di non avervi mai parlato dei miei blush preferiti qua sul blog, così ho deciso di rimediare al volo con un post dedicato proprio a questi prodotti! Volete sapere quali sono le marche e i colori che apprezzo di più? Leggete oltre!

Schermata 2015-01-05 alle 22.02.07

Iniziamo col dire che si trovano tanti ottimi blush in commercio, anche se bisogna fare un po’ di attenzione perché possono esserci un po’ di differenze tra una colorazione e l’altra all’interno della stessa linea. Di solito la prima qualità che mi attrae è proprio la tonalità, soprattutto se originale e diversa dal solito, ma devo ammettere che in realtà la caratteristica più importante è la durata. Il blush è un prodotto che ci dà subito un colorito più sano, su cui puntare quando vogliamo un trucco naturale; se dopo qualche ora però sparisce e ci lascia con un incarnato grigiastro stile Morticia Addams diventa tutto inutile!

568-morticia-addams-15195944-400-300

Vi faccio un esempio: ultimamente sto provando a dare qualche possibilità ai vari blush della Essence e devo dire che si sfumano facilmente e a prima vista sono anche carini. Il problema, però, è che durano davvero troppo poco e scompaiono senza lasciare traccia; per questo motivo non riesco proprio ad apprezzarli! Anche la sfumabilità è fondamentale, soprattutto quando si ha a che fare con colori belli intensi: se restano a chiazze e vi fanno assomigliare ad Heidi potete sempre passare il pennello usato per il fondotinta lungo i “bordi” per eliminare lo stacco netto, ma diventa un lavoro un po’ laborioso per la vita di tutti i giorni. Infine il colore: come dicevo è il primo aspetto che notiamo in un blush, però se vogliamo dirla tutta spesso ci sono effettive differenze solo guardandoli nelle confezioni, mentre una volta applicati sulle guance tendono ad assomigliarsi abbastanza. Per questo motivo non è per forza un prodotto da collezionare, nel senso che (IN TEORIA) un paio di blush nella propria trousse bastano e avanzano, di cui magari uno più tendente al rosa e uno aranciato.

CM055-FR-1

Oggi li ho divisi in base alle mie marche preferite, per poi elencarvi i colori che uso di più. Tra i brand troviamo sicuramente Catrice, Tarte, Neve Cosmetics, The Balm, Diego Dalla Palma, Buxom, Givenchy e Nars; se non devo testare nuovi prodotti mi affido sempre a questi, perché so che restano perfetti tutto il giorno e hanno delle belle tonalità. In genere tra i diversi finish preferisco quelli opachi, i più affidabili, che costituiscono circa l’80% di tutti i miei blush; ne ho anche alcuni satinati o leggermente perlati, ma evito quelli con glitter troppo grossi perché evidenziano i pori, anche su una pelle non particolarmente segnata come la mia. Diciamo che possono andare bene di sera con un’illuminazione bassa, in discoteca o in un ristorante, ma di giorno alla luce del sole non mi piace proprio l’effetto e li evito come la peste.

Passiamo alle tre categorie di colori che ho selezionato!