Ciao a tutte!

Si può davvero amare il proprio corpo al punto da odiare il fatto che qualcun altro lo corregga? Ebbene sì. Non si tratta, ovviamente, solo di autostima, ma anche di senso di responsabilità: le star più consapevoli sanno di essere, che piaccia o no, dei modelli e degli esempi per le loro fan. E preferiscono che un loro brufolo sia messo in evidenza, piuttosto che avere sulla coscienza il fatto che un’adolescente (ma non solo!) si faccia dei complessi per colpa di una loro foto che, tra l’altro, non ha niente di vero. Ecco allora le 10 star che si sono opposte all’uso improprio di Photoshop e tutti i loro messaggi di positività!

COVER CLIOMAKEUP STAR CONTRO PHOTOSHOP

ZENDAYA

Zendaya

Zendaya è stata l’ultima protagonista della battaglia contro Photoshop. La diciannovenne si è giustamente scioccata guardando una sua immagine pesantemente photoshoppata, al fine farla sembrare davvero molto magra. Ha deciso, quindi, di pubblicare su Instagram la foto originale al fianco di quella modificata e di dichiarare apertamente di non essere affatto d’accordo con la trasmissione di un’immagine di bellezza non reale. Ha affermato di essere per l’amore di sé e per l’onestà e di amare molto la foto che le era stata scattata – prima che venisse rivisitata. Ha comunicato, infine, che la rivista si è presa carico del problema ritirando le copie prima della distribuzione per pubblicare poi la foto che vedeva Zendaya così come è in realtà.

KATE WINSLET

__kate winslet

Kate non è nuova alla battaglia contro i ritocchi: nel 2003 aveva avuto di che lamentarsi con GQ, rivista che aveva scelto l’attrice come protagonista della propria copertina. Peccato che Kate si sia vista pubblicata con le gambe ridotte “di almeno un terzo” e la cosa non le aveva fatto piacere “perché – aveva dichiarato – non solo non sono così, ma nemmeno desidero esserlo. Amo il mio corpo!”. La dichiarazione avrebbe meritato una standing ovation, ma non sortì moltissimi risultati. Nel 2013, infatti, Kate criticò la pubblicazione della sua foto sulla copertina di Vogue USA in cui la sua pelle appare tutt’altro che realistica. Recentemente, però, la neoquarantenne ha ottenuto una modifica al proprio contratto con L’Oreal: nessuna sua foto verrà più modificata al computer. Insomma, se la vedremo bene nelle immagini della sua campagna per Lancôme, sarà solo merito di Madre Natura, dei prodotti e, ovviamente, del fotografo. Non male non credete?

MEGHAN TRAINOR

__megan

I see the magazines working that Photoshop / We know that shit ain’t real. / Come on now, make it stop!” (Vedo i magazine trafficare con quel Photoshop / Sappiamo che quella merda non è reale. Dai ora facciamoli smettere!) canta Meghan nel suo singolo di maggior successo, All about that bass. Ciononostante spesso le sue foto vengono pubblicate dopo aver fatto un giro su Photoshop – ovviamente senza il suo consenso. Quest’estate aveva dichiarato di essersi spesso arrabbiata anche per il fatto che non le fosse concesso di vedere le sue foto prima della pubblicazione: “secondo voi Beyoncé permette che vengano pubblicate le sue foto senza che siano state prima supervisionate? Io non credo”. L’occasione della sua lamentela era data da una foto in cui era stato ritoccato il suo incarnato, per mostrarla più abbronzata. Peccato che Meghan adori la sua carnagione “da Biancaneve”. E ha tutte le ragioni per amarla, non è vero?

--Meghan-Trainor-Badgley-Mischka-2015-Billboard-Music-Awards

Meghan si è sempre detta in pace con il suo corpo e con il suo aspetto e soprattutto ha sempre voluto trasmettere un messaggio positivo. La sua canzone ha sortito molte critiche per una frase in cui insulterebbe ironicamente le ragazze “skinny”: ma in realtà la stessa parola inglese “skinny”, prima degli anni 2000 e dei jeans e prima che essere magrissime ai limiti del sano fosse di moda, non aveva affatto un’accezione positiva, ma si riferiva ad una persona “scheletrica”, che non stava tanto bene. Insomma: Meghan non voleva escludere le ragazze “magre”, ma criticare chi ostenta il proprio essere pelle-e-ossa (ad ogni costo) pensando che sia l’unico modo per essere accettabili e “fashion”. Si è detta fierissima di quel pezzo e ha ricevuto molti messaggi di sostegno, tra cui una madre che le ha detto che con quei tre minuti di musica, Meghan ha salvato la vita di sua figlia.

GISELE BÜNDCHEN

__gisele-johan-portraits3-800x533

La sua non è stata una vera e propria battaglia, anche perché, diciamocelo… ma cosa deve ritoccare?! Però anche una dea come Gisele ha detto la sua sul tema Photoshop quando, per il suo shooting (in cui era pure struccata!) realizzato da Johan Lindeberg, si è deciso di non modificare le immagini in alcun modo.

__gisele-bundchen-by-johan-lindeberg-for-blk-dnm-fall-2013-campaign-3

Ha dichiarato di aver adorato l’approccio del fotografo, il quale non cercava la luce giusta per cammuffare le rughe e le pieghette (che Gisele non ha), lo sguardo per sembrare sexy o, in generale, per sembrare… qualcosa. Semplicemente voleva catturare un attimo del suo essere donna, con tutti i suoi difetti (ma quali?!) e le sue imperfezioni (ma dove?!). Insomma, la modella sognava il momento in cui le donne avrebbero potuto godere delle loro diversità, non solo accettandole, ma vivendole come il loro punto di forza e di unicità (e, quindi, sognava un mondo i programmi di grafica sarebbero serviti solo per realizzare i film della Pixar). E, in quella stessa occasione, si dispiaceva molto del fatto che, con ogni probabilità, questa filosofia sarebbe rimasta un’eccezione e non la norma, nel mondo della moda.

LADY GAGA

__-LADY-GAGA-GLAMOUR-900

Lady Gaga era stata già citata da Clio proprio in occasione della sua campagna per Versace, durante la quale Photoshop era talmente presente da aver sostituito, a tutti gli effetti, il Make-Up Artist. Come si può, allora, definirla una star che odia il ritocchi fotografici? Innanzitutto, siccome anche in quell’occasione aveva fatto girare le foto nella versione pre-ritocco, forse, l’intenzione era quella di prendere Photoshop come un “gioco”, quasi si stesse facendo “esperimento” di make-up digitale.

____lady-gaga-photoshop-versace-3

Poi, possiamo pure pensarla così: una volta è divertente, ma quando si esagera, si esagera. “Mother Monster”, infatti, dal 2012 continua ad inorridire di fronte a sue foto in cui si vede “con una pelle troppo perfetta e dei capelli troppo soffici”. Stufa di questo, la cantante ha voluto specificare, rispetto alla sua immagine apparsa sulla copertina di Glamour nel 2013: “non solo non sono così quando mi sveglio la mattina: io non sono così!”.

lady gaga fisico cliomakeupIn segno di protesta ha pubblicato una sua foto in biancheria per mostrare quale fosse la “vera sé”!

Ha quindi auspicato una rivoluzione contro “le forze che fanno credere alle donne di non essere belle” e tra queste, sì, annovera anche i ritocchi di Photoshop. Pensa che il primo passo saranno le copertine dei magazine e, solo più avanti, si potranno “attaccare” anche i contenuti. Quando le copertine saranno cambiante, dice, sarà la cultura ad essere cambiata. La pensate anche voi così?

Ma chi sono le altre star ad essersi schierate per la bellezza “au naturel”? I ritocchi più assurdi li abbiamo lasciati in fondo e siamo certe che le fan di una certa serie TV rimarranno con gli occhi sbarrati dopo aver visto……. Scoprite cosa, a pagina 2!

117 COMMENTI

  1. credo siano solo delle ipocrite queste “star” Kate Winslet in testa basta confrontare le foto apparse sulle copertine di Vanity Fair i vari serivi fotografici e le foto pubblicate dalla mua Lisa Eldrige per accorgersi dei vari ritocchi e che dire della pubblicità Lancome …appare cosí levigata da sembrare finta !!! Ma fatemi il piacere siate coerenti esincere con ciò che dichiarate in giro !!! x me nn è nulla di male a ritoccare una foto l’importante è non stravolgersi completamente ,lo fanno pure i comuni mortali su Instagram …

    ho vistol’ultimovideo diGet the gloss la mua di Chanel Mery Grenwell ha realizzato untrucco strepitoso su di una modella daicapelli rossi ,bellissimo facilissimo con colori pazzschi …

  2. A me il post è piaciuto, anche perché se queste star si impegnassero veramente per apparire come sono in realtà sarebbe un’ottima cosa..io però ho specificato “SE” , per ora almeno a me la questione sembra abbastanza lontana dalla realtà, insomma dove sono questi famosi giornali realistici?

  3. Bravissime tutte!
    Ma rifletrendoci bene: Gisele e Beyonce sono così tanto fighe anche senza ritocchini?!?
    Per noi comuni mortali non c’è speranza ahahahha

  4. Mi pare un argomento trito e ritrito, e PERSONALMENTE, non vedo il perché di questo accanirsi. Cioè, chissene frega se usano Photoshop?! Voglio dire, prendiamo le modelle. Il loro lavoro è di essere delle fighe pazzesche, sono nate fortunate e ogni giorno si allenano massaggiano impaccano idratano ecc per essere così. È ovvio che se sbuca un brufolo lo rimuovono, o se hanno una smagliatura la coprono. Anche io lo farei. Il discorso dei kili che vengono rimossi è sbagliato, ma per un motivo che nulla ha a che vedere con Photoshop. Il problema dei kili è che siamo nel 2015 e ancora c’è la guerra grasse contro magre. Però vorrei vedere se beyonce cominciasse ad avere un po’ il culetto cadente se non se lo farebbe tirare su.

  5. Sono proprio d’accordo con te. Una cosa è ritoccare per farti sembrare 10 kg in meno se sei già magra, una cosa è perfezionare un make-up, dopotutto con fondotinta e correttori noi cosa facciamo? Allora anche in quel caso non ci accettiamo? Poi in tutto ci vuole misura, un po come quando per una pubblicità di un mascara mettono chiaramente delle ciglia finte (e li di entra nella pubblicità ingannevole dove le aziende spesso sono state sanzionate)

  6. comunque si parla di donne che già di loro, grazie a madre natura, sono bellissime….hai voglia a dire che si accettano così come sono! anch’io mi accetterei se fossi Beyoncè e non me ne fregherebbe niente di farmi piallare qua e là con photoshop.
    Chiediamo la stessa cosa a donne vere, facciamole fotografare nude, appena sveglia al mattino……poi modifichiamo l’immagine con photoshop e chiediamo loro quale metterebbero su facebook!
    ma per piacere!!!!! certi discorsi non si possono sentire….accettazione disè, campagne contro photoshop…..e poi si parte dal modello Giselle…..ma bella fatica!!!!

  7. Comunque in tutti i casi, mi fa piacere che ci siano Star che vogliono un sano Photoshop…Dimezzare le forme, per fare tutte anoressiche style, non é salutare. Se qualcuna si spende per far notare che non é uno scheletro ben venga, sempre. Ovviamente il discorso é per le ragazzine, facilmente influenzabili. Si sa che in gioventù siamo molto vulnerabili ai modelli proposti dai magazine. Beh a volte anche da mature…Ho visto lifting, botox e riempimenti di labbra, che sempre più spesso mi fanno pensare w le rughe….

  8. Secondo me bisognerebbe smetterla di photoshoppare foto come se non ci fosse un domani. Le persone vere (“deboli” e non… per non parlare degli uomini) si fanno dei film assurdi. Passi ritoccare un po’ di qua e un po’ di la, ma costruire dei cyborg che peraltro non possono esistere (Kim esclusa) mi sembra davvero troppo!

  9. Che le foto siano un minimo photoshoppate secondo me ci sta ma pochissimo! togliere mezza coscia o lisciare la pelle non ha senso…

  10. Un conto sono le luci del set fotografico, un altro photoshop… se ti sparano in faccia un faro da stadio (stile Lilli Gruber a Otto e Mezzo) con sovrapposti dei filtri, ed è quello che succede in uno shoot fotografico, è normale che abbiano poche rughe e quant’altro..

  11. Che bello sapere queste cose!!! Anche io sono contro il ritocco, o meglio, sono contro l’esagerazione come per ogni cosa. Far sembrare una donna più magra di 4 taglie o più giovane di 30 anni non credo sia il caso, proprio perché purtroppo ormai si prende tutto ad esempio e di conseguenza questo ci porta a sentirci ancora più inadeguate. Quindi viva i difetti.
    Ps: io amo letteralmente Megan!!!!!

  12. Sono d’accordo. Senza contare che detesto la strofa di All about the bass “I’m bringing booty back / Go ahead and tell them skinny bitches “Hey” ” : senza queste parole sarebbe stato un testo carino.

  13. Io non conosco proprio la canzone, e sinceramente non me ne frega nulla del culo grande piccolo curvy skinny ossa ecc, e non mi sento particolarmente tirata in causa nonostante io sia magra e senza culo, però pensò che se qualcuno avesse cantato la strofa inversa, tipo “ehi con quel sedere occupi tre posti” sarebbe esploso un conflitto mondiale

  14. Sarò troppo vecchia, probabilmente, ma io quando compro una rivista è per leggerla, mi interessano i contenuti. Certo, ci sono anche le foto, e guardo pure quelle, ma sinceramente? Non sto lì a sindacare quanto tanto Photoshop è stato usato o se hanno modificato o no qualcosa.
    A me spaventa la eccessiva magrezza, anche tanto. Ma allo stesso tempo anche le ragazze sovrappeso che vogliono farmi credere che è normale o addirittura SANO.
    Penso che il messaggio del vostro post di oggi è vero, positivo e giusto. Mi auguro che l’aumenta di volume e arriva forte e chiaro a tutte. Perché diciamocelo, i nostri ragazzi/mariti/fratelli/padri (scegliete voi) questo tipo di problemi non se li fanno. MAI.

  15. MA usare beyonce come esempio mi sembra proprio una castroneria grande come una casa! ma se sono usciti mille articoli in cui facevano vedere come ritoccasse di tutto e di più su instagram per sembrare più magra! E lo faceva proprio lei. mah

  16. Si,anch’io ho letto vari articoli sul photoshop e Beyoncè….tra l’altro anche Miranda Kerr ne fa un uso eccessivo su instagram

  17. Giusto!!!Io le trovo bellissime ma alcune sono passate sotto la mano del chirurgo.Per carità non sono contro la chirurgia ma trovo il discorso un tantino ipocrito

  18. Io sono normopeso, ma sono stata sottopeso per motivi di salute fortunatamente risolti. Sentirmi dire “ma mangi? Guarda che agli uomini non piaci così” mi irritava parecchio e rispondevo con toni severi

  19. Ma infatti il senso era quello, non c’è motivo di dire “agli uomini piace il culo grosso” “no gli piace la pancia piatta” “no le gambe lunghe” ogni uomo avrà dei gusti diversi come ogni donna li ha. A parte la salute, che merita un discorso a parte, io penso che ognuno abbia il proprio fisico e debba cercare di migliorarlo per come si sente meglio.
    Comunque mi dispiace per la tua storia, ma sono felice che il problema sia rientrato

  20. Secondo me, il messaggio “Guardate che io in realtà non sono come sembro nelle foto ritoccate” in sè è utile, soprattutto per le adolescenti che possono essere più sensibili a queste immagini. Detto ciò, con Gisele Bundchen ti piace vincere facile

  21. Non intendevo quello per carità,Gisele è stupenda….trovo solo un pò ipocrito il fatto di demollizzare photoshop ed esaltare la bellezza naturale quando sei passata dal chirurgo (tra l’altro non ho niente contro la chirurgia anzi…)

  22. Figurati, ma mica criticavo te 🙂 era una battuta la mia, io non ho nulla contro i ritocchi se ti servono a stare meglio!

  23. Lo penso anch’io visto che,come da lei stessa dichiarato,non riusciva a trovare lavoro proprio a causa del suo naso e poi ha avuto una carriera da topmodel

  24. Apprezzo molto il post, e vi segnalerei anche la storiella che è saltata fuori con Essena O’Neil ( mai sentita nominare prima di avere letto un recente articolo sulla sua protesta anti-instagram).
    Sono contenta che ci siano celebrities che si impongono contro l’uso di photoshop, è un sollievo poter pensare che esistano persone vere, e con una coscienza anche lì. Facciamo tanti discorsi sul femminismo, l’apertura mentale, la tolleranza, ma se le immagini che ci fanno vedere delle donne sono lontane anni luce da ciò che sono in realtà, tutti questi bei discorsi, spesso utilizzati all’interno di campagne fatte dalle (buoniste)multinazionali, non hanno senso. Vi segnalo anche una dichiarazione, (sarà vero? non si sa) che ho natato ieri della modella di Victoria’s Secret, Elsa Hosk, la quale dice che la sua continua ispirazione per mantenersi in forma sono le persone normali come noi, che non hanno uno staff di professionisti per consigliarci passo passo e soprattutto che non hanno come incentivo uno stipendio da milioni di dollari ( + Photoshp) per prendersi cura di sè e amarsi.

  25. Naso e seno, pare. Infatti mi fa un po’ ridere (bonariamente) la frase “cosa mai dovrebbe ritoccarsi?” Perché la riposta è niente… Eppure l’ha fatto

  26. Penso che l’unica veramente sincera sia Kate Winslet. Una che non nasconde le rughe, le rotondità, si trucca da sola.
    Le altre? Bah, mi paiono succubi dell’amico Photoshop. Quando fa comodo a loro vi si accaniscono contro.

  27. Sono pure io piatta come un asse da stiro… quindi grazie Keira!!!!!!! 🙂 penso che quello che trasmettono queste star sia un buon messaggio: molto spesso le ragazzine non pensano che ciò che si vede sui giornali sia ritoccato.. ed è dimostrato come i mass media giochino un ruolo notevole nella diffusione dei disturbi alimentari.. quindi bravissime tutte queste star che dicono no ai ritocchi!!!

  28. Sicuramente fanno bene a schierarsi contro i fotoritocchi, ma trovo che Beyoncè, e forse anche qualcun’altra, sia un’ipocrita. Più volte è stata accusata di usare photoshop anche nelle sue foto che pubblica su instagram…

  29. io sono in sovrappeso e per non diventare obesa devo tenere una alimentazione più che controllata, ogni sgarro lo devo poi compensare. Quindi, sicuramente chi mi vede pensa che passi le mie giornate al McDonald’s……invece tante volte sono meno in salute i magri che non ingrassano nemmeno a mangiare schifezze ogni giorno!

  30. Clio, hai dimenticato la diva naturale per eccellenza: la meravigliosa Julia Roberts 🙂
    Di recente ha sostenuto una campagna sull’accettare sé stessi e il proprio corpo nonostante i segni dell’età, mostrandosi sul suo profilo Instagram al naturale

  31. Vi racconto cosa è successo a me.
    Un mese e mezzo fa, sono andata a farmi fare le foto per il rinnovo della carta d’identità. Ho preferito andare dal fotografo e non alle macchinette perché ce l’ho sotto casa.

    Dopo che mi ha scattato la foto, l’ho visto che armeggiava con Photoshop… Non vi dico la mia faccia. Gli ho detto subito “si fermi. Questa è una foto tessera, mi piaccio così come sono, non voglio la pelle di plastica e senza qualche efelide o qualche naturalissima ombra”. Vi giuro, la foto ritoccata era orribile, non ero io. E mi sembrava una follia visto che era per la carta d’identità, oltre a sentirmi offesa: “perché avrei bisogno di Photoshop, scusa????”
    Pura follia.

  32. io sono d’accordo con il fatto che la proposta di ideali irrealistici possa portare a mancanza di autostima e e frustrazione, ma vorrei proporre un punto di vista differente.
    L’uso di photoshop (e, attenzione, non parlo di ABUSO) è uno step fondamentale del processo fotografico (come lo era la camera oscura per la fotografia analogica, per capirci). Il discorso è che si parla comunque di una forma d’arte, in cui la distorsione della realtà da sempre gioca la sua parte. Per intenderci, se un pittore dovesse mai fare un ritratto, stareste lì a dire che avrebbe dovuto mettere un brufolo sul volto della modella perchè lei quel giorno aveva un bubbone gigante in pieno viso? andiamo.
    Il compito dell’arte non è quello di riportare fedelmente la realtà (può farlo, ma non è tenuta a farlo). Per me una foto è un quadro, e ci lavoro per renderla più armonica, più “bella” secondo quello che è il MIO gusto a seconda di quelli che sono il contesto e lo scopo di quello che sto facendo.
    Detto ciò, l’abuso è chiaramente un altro paio di maniche. (Ma dire che ci vuole misura in tutte le cose mi sembra banale e scontato).
    Purtroppo però l’utente medio non ha nè la cultura nè gli strumenti per discernere cosa è abuso e cosa no, e quindi questo uso indiscriminato dello slogan scandalizzato “Photoshop!!!” a prescindere sta assumendo dei caratteri ridicoli.

  33. A me Photoshop non piace semplicemente perché l’immagine resa è innaturale e si vede. La pelle di plastica è brutta. Ma condivido che a parte Kate Winslet, le altre usano Photoshop quando gli fa comodo.

  34. Come diceva qualche altra ragazza, è un argomento trito e ritrito. Che si usi photoshop persino per pubblicare foto di gattini o sandwich sulle riviste, non è certamente una novità. La cosa davvero seccante è questa guerra grasse vs magre, ma soprattutto il falso buonismo che si è creato! Se una cosiddetta curvy scrive “Mi piaccio così, le ossa diamole ai cani; grasso è bello, magro fa schifo”, standing ovation a manetta; se una magra afferma di piacersi così, o si azzarda a dire ad una più grassa “Hai un culone enorme”, pioggia di insulti.
    Difficilmente si dice in faccia ad una persona sovrappeso “Oh ma mangia meno pasta asciutta”, eppure tutti si permettono di dire ad una persona magra “Ma mangia, che schifo, sei anoressica”, utilizzando la parola “anoressia” con una leggerezza che mi fa veramente inorridire.
    Si dovrebbe smettere di modificare le foto sulle riviste, si dovrebbe smettere di giudicare gli altri con la bilancia in una mano e il metro nell’altra…ma purtroppo niente sta davvero cambiando ed accettarsi per ciò che si è, diventa sempre più difficile, nonostante certe cose, come appunto l’uso smodato di photoshop, siano evidenti a tutti.

  35. Ma non avevano beccato anche Gisele all’entrata di un clinica dove fanno chirurgia estetica, vestita con il burqua?

  36. Non dirlo a me… che sono una “donnona”. Adesso ho fatto un po’ di dieta e sono riuscita a dimagrire 8,5Kg. Qualcuno mi guarda e mi dice: “Era ora!!!” altri invece: “No non si vede. Per un tipo come te non si vede proprio”.
    Tieni presente che non sono obesa (sovrappeso si), semplicemente sono oltre che alta anche massiccia di struttura.

  37. L’ideale sarebbe utilizzare Photoshop per enfatizzare ciò che tramite makeup si camuffare e tramite luci/ombre e pose nascondere

    Quindi si a pelle più liscia (forse fondotinta e cipria non fanno la stessa cosa?) e piccole correzioni varie e no a stravolgimenti di fisionomia e di fisico

    Lorde nella foto ritoccata (e male anche) non è comunque lontata da una Lorde con un fondotinta più coprente

  38. Ovviamente sì, Debra! Ma vallo a capire cosa passa nel cervello di certe donne (che sono quelle che criticano maggiormente).

  39. ma 8,5 sono tantissimi! magari ci riuscissi io! io ho il problema contrario…..ma direi che è la stessa cosa in un certo senso: sono piccolina, e quindi un kilo in più si vede subito. Se fossi più alta, il porterei via meglio……credo!

  40. Non so…. questo in realtà è un discorsone… non da’poco. Concordo con molte di voi che l’uso anzi l’abuso di filtri come photoshop e quant’altro è un fenomeno che ormai non è più sotto controllo, io ne sono a favore in parte..cioè se devo fare foto pubblicitarie per un fondotinta e sfiga vuole che quel giorno ho due bei brufoloni di quelli gialli e ovvio che me li debbano togliere! Se stanotte ho dormito due ore e la mattina devo fare uno shooting certo che mi attenueranno borse e occhiaie. Ok. Altro discorso è togliermi un bel po’ kg dalle gambe o mettermi una taglia 5 quando di seno una porta la seconda..nascondere qualche difettuccio può anche andare bene, cambiarsi i connotati no! Se non sbaglio l’ultimo album di Mariah Carey era stato criticato proprio perché lei in copertina aveva abusato di photoshop risultando mooolto più magra e con gambe più lunghe di quanto lei sia, ecco su questo non sono d’accordo! (Per altro io la preferisco formosetta!) Anche perché tutto questo piano piano ce lo ritroviamo anche noi nella vita di tutti i giorni anche se non siamo delle star… l’80% delle persone che conosco pubblica foto facebook, instagram, whatsapp etc SOLO ritoccate, per cui…. oggi ci sono cellulari che ti permettono di modificare l’immagine senza nemmeno dover scaricare delle App… per carità anch’io ogni tanto utilizzo qualche filtro, però come dicevo prima per togliermi il brufolo o le borse sotto gli occhi che si solito non ho, ma di certo non per rimpicciolirmi il naso o assottiliarmi le cosce! Se sono così, sono così! E alle persone che mi amano piaccio proprio perché sono io.

  41. Io credo che le stesse star si stiano stufando di tutti questi ritocchi finti perché si devono vedere costantemente in un corpo e in una realtà non loro. Penso esista il secondo lato della medaglia di photoshop, quello in cui non c’è il “ritocco per migliorare/camuffare qualcosina” ma il “ritocco per rigenerare”. Quando hai 40 anni, ne hai 40 non 20. Ed una donna di 40 anni magari non ha voglia di sembrare una ragazzina. La Loren che è coetanea di mia nonna, non mi può far altro che far ridere. non è più la bella donna, di un tempo. immagino mia nonna e poi la Loren…. Ha più il décolleté sodo e florido ora, che 50 anni fa… c’è qualcosa che non va!
    Non penso sia piacevole doversi vedere ringiovanire, modificare, se non lo si vuole, perché si accetta la normalità della vita. Fanno diventare complessata gente che non lo è mai stata!
    passo e chiudo – bacio

  42. la gente è ignorante e sempre lo sarà! come la storia del seno, io fino all’università son stata presa in giro perché ho/avevo la quinta. chi aveva la seconda, veniva presa in giro, ugualmente.
    La gente parla senza cognizione di causa, parla. lasciamoli parlare. Fondamentale è non ascoltarli!

  43. ohhhh finalmente una che mi dice che sono tantissimi. Come godo al tantissimi….. me ne mancano ancora 3 e poi posso sentirmi a posto. Adesso va già molto meglio, però devo arrivare assolutamente al mio peso prefissato (che è meglio che non ti dica per non spaventarti :-). Non essendo messaggi privati, sai com’è….;-)

  44. Io photoshop lo odio proprio. Ma scusate, una volta non esisteva, e le dive del cinema erano bellissime lo stesso. E si, in alcune foto Marylin ha un po’ di cellulite, sai che roba. Secondo me è proprio la naturalezza del corpo umano a non essere più accettata. Poi quando vedo donne magre che vengono smagrite ulteriormante col fotoritocco mi arrabbio proprio, penso che ci sia qualcosa di malato in questo.

  45. Anch’io penso che Photoshop sia il male. Ormai le foto sono tutte perfette e finte.
    Io preferisco una foto non perfetta al 100%, ma naturale.
    E poi le vip vengono già truccate, vestite e “aggiustate” in modo che appaiano più belle possibile, perchè ritoccare ulteriormente la foto?

  46. Sì, infatti penso che il discorso sia molto più ampio di questo e che il “problema” non riguardi più solo le celebs. Anzi.

  47. Che vuol dire “un po’”? XD O è rifatto o non lo è. E il suo naso è rifatto. Su ragazze, scendete dalle nuvole, prima la cara Gisele aveva un nasone osceno.

  48. Ho sempre trovato l’accanimento nei confronti di photoshop di un
    buonismo e di una incoerenza eclatanti. Kate Winslet, Photoshop è il
    male ma Lisa Eldrige che ti rende radiosa sui red carpet te la tieni
    stretta, vero? Se il Motto è „io non sono così“, allora dovrebbero
    mostrarsi coerenti e apparire come mamma le ha fatte in tutte le riviste
    o apparizioni. Il mio pensiero è: Il Make up, l’Hair styling, la
    Fotografia, la Grafica, sono tutte forme d’arte e chi si se ne occupa
    sono professionisti e artisti che collaborano insieme per arrivare (la
    maggior parte delle volte, dipende dal concept) ad un risultato finale
    spettacolare e piacevole da vedere, che non deve risultare a tutti i
    costi realistico. Mettiamocelo in testa e viviamo sereni.

    A
    proposito di buonismo, mi ha fatto sorridere la vostra espressione “è
    piatta come un’asse da stiro” che non è tanto diversa da “è larga quanto
    una porta da calcio”, ma la seconda frase non la scrivereste mai, vero?
    Senza polemica, davvero, era solo una piccola dimostrazione di quanto
    sia difficile trattare questo argomento senza risultare incoerenti.

  49. condivido sul secondo punto, lo stridere di quell’espressione col resto del discorso l’ho notato subito anche io…

  50. che la fotografia è una forma d’arte sono d’accordo, ma appunto perchè è una forma d’arte non deve trasformarti in un’altra persona. E poi un conto è truccarsi e pettinarsi per apparire al meglio, esaltando il tuo viso e il tuo fisico, un altro è diventare un manichino “perfetto” dalle forme e lineamenti che non ti assomigliano minimamente. Hai assolutamente ragione sull’ultima frase, anche se io non la trovo offensiva (parola di piatta), ma se avessero usato l’altro paragone per una persona ‘in carne’ si sarebbe scatenato l’inferno.

  51. Ma cone ti capisco, io ho un viso non perfetto, sicuramente non sono una modella di vs, ma nemmeno la figlia di fantozzi, e sono stata presa in giro per anni, ci ho sofferto tantissimo e tutt’ora vorrei rifarmi il naso, anche se penso che il problema sia più radicato e non sarebbe risolto. Cioè è proprio un problema di autostima. Chissà perché la gente è così cattiva…

  52. eh cavolo! sono tanti si! io anni fa seguita da un dietologo ne ho persi 6, e solo io so la fatica che ho fatto…..tanto che , la dieta era troppo restrittiva, l’ho mollata e nel giro di un anno li ho ripresi tutti. Quindi, che si vedano o meno, per me una che fa la fatica di perdere 8 kg, ha la mia massima stima!

  53. Non lo metto assolutamente in dubbio. Ma ultimamente sui social si sta esagerando con questa storia delle “curvy belle e in forma”, e delle “skinny brutte, ossute e tutte anoressiche”.
    Come scriveva una ragazza qualche commento più su, “All about that bass” viene osannata, ma se una skinny avesse scritto di una curvy “sposta quel tuo culone” sarebbe stato un caso mediatico in negativo.
    In ogni caso, penso soltanto che bisognerebbe smetterla con le categorie, le etichette, i giudizi. Una persona può essere grassa per problemi di salute, non perché mangia schifezze ogni giorno; così come può essere magra per i motivi più disparati che non riguardano necessariamente problemi come l’anoressia.

  54. Photoshop non lo capisco..non ne colgo il senso, parto dal presupposto che se si pubblica una propria foto su un social o un magazine o su un muro qualsiasi..probabilmente un minimo di autostima la si ha, ci si piace almeno un pò…per cui non capisco il dover perfezionare la propria immagine…ed andare oltre..il motivo? personalmente mi porrei parecchi problemi per il dopo photoshop…chi mi conosce noterebbe subito le differenze con le foto ritoccate…mostrerei paure, insicurezze..a tutti! Apparire perfetta sulla rivista..poi la cogli per strada e puff…normale. Perché?
    Apprezzo chi si mostra nature e lotta perché le proprie foto siano realistiche…non mi da comunque fastidio guardare foto evidentemente ritoccate…lo noto subito e ci faccio su un sorriso, una ragazzina insicura potrebbe sentirsi inadeguata..ma il discorso si fa lungo ed oggi non mi va..
    Fondamentalmente sono contraria al photoshop….in realtà non me ne frega na cippa

  55. da grassa, ti dico che il concetto di “curvy e in salute”! è relativo.
    Ci sono persone grasse che per non ingrassare ancora di più stanno continuamente attente a quello che mangiano e fanno movimento. Io sono una di quelle, ho il colesterolo alto ok, ma per il resto ho tutto perfetto……solo che ho un metabolismo di m**** e appena mangio qualcosa di calorico ingrasso. Quindi sto attenta, mangio si, mi concedo schifezze si, ma sempre in modo controllato…..altrimenti sarei il doppio di quella che sono.
    Ultimamente, su instagram e certi programmi tv, mi sembra che ci sia il trend di vantarsi della ciccia….è un po’ come se io mi lasciassi andare e mi mettessi da domani a mangiare tutto quello che voglio. Questo non è sano, ma non lo è indipendentemente dal peso. Ci sono le fortunate che non mettono su un grammo, e quelle che diventano obese. Ma sono non-sane allo stesso modo.

  56. Io ho scelto di non ingrassare più di tanto….magra non diventerò mai, ma non me la sento nemmeno di fare una vita di sacrifici quindi, se non sarò magra, cerco almeno di non rovinarmi più di tanto…..visto che già il colesterolo ce l’ho alto per fattori genetici, cerco almeno di non farlo andare alle stelle….perchè non ho voglia di morire presto!

  57. Ognuno è libero di gestire il proprio corpo come meglio crede; la cosa che davvero mi infastidisce è, come dicevi anche tu, questo trend di vantarsi della ciccia. Perché, se si sono sempre criticate le modelle in passerella in quanto portatrici di un modello sbagliato e non salutare, anche una persona obesa, che mangia schifezze e si vanta di essere felice così, è un esempio ugualmente sbagliato. Il mio discorso riguarda principalmente questo.
    Poi, ripeto, ognuno gestisce il proprio corpo, la propria salute, come meglio crede. Ti parlo da ex persona in sovrappeso, criticata perché tale, che mangiava le peggio schifezze…da un po’ di anni ho cambiato totalmente la mia alimentazione, sono dimagrita molto e indovina? Vengo ugualmente criticata e tacciata come “anoressica”, perché non mi abbuffo di pasta e pizza tutti i giorni e non mangio la Nutella a cucchiaiate.
    Si può essere sovrappeso, ma seguire un regime alimentare salutare; si può essere magre, senza avere problemi di anoressia. Penso che il messaggio che dovrebbe iniziare a passare sia questo!

  58. io sono una via di mezzo. A fare la brava non ce la faccio, però da quando ho fatto una dieta, anche se era troppo restrittiva e poi ho ceduto, almeno ho imparato a mangiare (quasi) correttamente.

  59. meno male, oltre al fatto che considero il photoshop, umiliante e deprimente per chi lo subisce, penso che sia molto più bella la naturalezza, non possiamo essere delle bambole, siamo esseri umani, e io sarei tra quelle che non farei ritoccare nulla, sono d’accordo al gioco di luci, a levigare un po’ i tratti, ma ricordo una foto di scarlett jhonson, che sembrava uscita da un fumetto, davvero assurdo! ciao

  60. Un pò nel senso che rispetto ad altre celebrità che hanno cambiato completamente aspetto dopo la chirurgia(soprattutto dopo un intervento al naso,operazione che a mio parere ti sconvolge completamente i tratti del viso) lei si è fatta togliere una gobbetta sul naso senza stravolgere più di tanto il suo viso (anche perchè se guardi le sue foto,anche di profilo,continua ad avere un naso non proprio “alla francese”

  61. Hai perfettamente ragione….è ciò che ho pensato anch’io!Comunque quasi tutte le modelle di Victoria Secret’s si sono rifatte il seno,chi a causa della gravidanza chi per l’altro……tra altro Alessandra Ambrosio anche gambe e orecchie O.O

  62. Ciao TeamClio, che bello che ci siano delle star contro Photoshop! 🙂
    Secondo me se si fa un ritocco sui brufoli va benissimo (è un po’ quello che cerchiamo di fare con il make up). Poi capisco Lorde che non voleva, ma volendo non ci vedo nulla di male.
    Ma togliere rughe e snellire il corpo (o aggiungere taglie di seno), vuol dire cambiarsi totalmente! Poi con tutti questi ritocchini le star diventano tutte uguali, invece è bello che le donne siano tutte diverse! 😀

  63. Direi che c’è una grande differenza tra il modificarsi con Photoshop o farsi truccare e acconciare i capelli per apparire al meglio delle proprie possibilità. Con Photoshop si diventa come non si è, mentre con il make up si diminuiscono i difetti e si valorizzano i pregi!
    Inoltre, le ragazze del Team hanno solo riportato ciò che hanno detto le star!

  64. Veramente se pubblicizzano fondotinta, sarebbe meglio usarli i brufoli, per mostrarci la coprenza! Alla fine non è anche per questo che le youtubers hanno avuto successo?
    Le youtobers ci mostrano la vera coprenza dei fondotinta e correttori e ci mostrano i mascara senza ciglia finte.

  65. Io ho sentito dire davvero di tutto alle persone sovrappeso!
    Addirittura prese in giro all’Università (non parlo dell’asilo quindì).
    Però capisco il tuo commento! Persino a me, una prof (più magra di me che ha le ossa più grandi delle mie) ha chiesto davanti a tutta la mia classe (quando facevo seconda superiore, quindì sono passati tanti anni) se ero anoressica (soltanto perchè quel giorno avevo mal di testa). Le ho risposto: “ma perchè non lo chiede alle ragazze più magre di me?”.
    Poi va be’ capisco che magari possano influire le mie vene (vicino alle tempie, sulla palpebra e vicino agli occhi) che un po’ si vedono se non mi trucco, però non sono tanto magra (ho un peso normalissimo per la mia altezza, cioè 1.55 m)!

  66. Sono d’accordo con te Diana. Se il giorno in cui mi fotografano mi spunta un brufolaccio, bè, lo cancellino pure. Come tutte le cose e qui mi riallaccio alla chirurgia estetica e al trucco stesso, quando si supera il limite, quando l’intenzione di perfezionare diventa sempre più ossessiva, tutto diventa grottesco. E il limite si sposta sempre più in là. ..

  67. Allora se è una forma d’arte per far apparire spettacolare, anzi, impossibile, teniamolo fuori dalle pubblicità dei mascara, delle creme e dei fondotinta. Questa è pubblicità ingannevole. Il fatto è che vendendo cose futili si pensa che male non fa. Ma è falsa.

  68. Infatti. Non era un programma di computer, era l’abilità del fotografo a farti sembrare più bella con giochi di luce e ombre. Questa per me è arte. Lo stesso dicasi per un bravo truccatore che ti valorizza, ma si capisce che sei tu. Io avevo fatto fatica a capire che era Sharon Stone a pubblicizzare la linea Capture di Dior e non parliamo di come hanno ritoccato gli occhi a Jennifer Lawrence. Kate Winslet ha fatto bene a porre le sue condizioni. Se la star di turno non incarna la loro idea di perfezione senza l’uso smodato di photoshop, se ne cerchino un’altra. È come dirti tra le righe che sì, ti hanno scelta, ma ancora non vai bene.

  69. Le youtubers è un altro discorso.. Anche li sappiamo benissimo che ormai in Italia come all’estero ci sono persone pagate x dire che il prodotto è buono!.. Non è una novità, perché purtroppo tutto e tutti hanno un prezzo. Io parlo di servizi fotografici e di copertine di giornali, purtroppo x falso che possa essere non viene mai presa una bruttina con l’acne x pubblicizzare un prodotto, perché non è lo scopo della pubblicità.. La pubblicità è stata inventata x farci comprare.. Perché quando guardiamo una “pelle perfetta” dobbiamo… Anzi dovremmo dire.. Anch’io voglio una pelle perfetta come quella della modella!.. Peccato, appunto che oggi come oggi, grazie a queste immagini “sfalsate” abbiamo superato da un bel po’i confini della realtà!

  70. beh la Lancome ha decisamente cambiato filosofia … Isabella Rossellini che era il brand testimonial da 15 anni era stata “licenziata” perchè troppo vecchia, scatenando critiche furiose. Sono contro il photoshop selvaggio e l’immagine fisica irraggiungibile creata dalla fashion industry, ma ragazze a volte mi sembra che siamo trattate come delle sciocchine senza il senso della realtà da queste campagne anti ritocco … davvero crediamo che tutto quello che propongono stilisti, star e riviste sia la norma e lo standard sul quale misurarci? Siamo così insicure nella vita da doverci adattare a quell’immagine a tutti i costi? Parte del bello della moda è che crea un’illusione, è come il cinema, non penso che tutte cerchino senza sosta il fidanzato vampiro dopo aver visto Twilight, quindi perchè volere una vita da 50cm? Magari sono io che sottovaluto la gravità della cosa, mi piacciono un sacco le riviste di moda e le campagne fotografiche, ma capisco benissimo che è tutto fumo e specchi. Penso che forse sia il caso dare un po’ più credito all’intelletto femminile …

  71. Guarda che il ritocco esiste da quando hanno inventato la fotografia. Non era elettronico e sicuramente non così avanzato ma si correggevano i negativi e a volte le foto stesse usando colori, pennelli e matite eliminando rughe, cellulite e imperfezioni …

  72. La pubblicità ingannevole è un altro discorso. Su questo sono d’accordo, ma nell’esempio che hai fatto tu vengono usate più ciglia finte che
    photoshop. Siamo sempre lì. 😉

  73. A me dà fastidio l’ipocrisia di star o starlette che affermano di odiare i fotoritocchi o si fotografano senza makeup, ma SONO COMPLETAMENTE RIFATTE

  74. Sìsì, chiaramente non è una donna di plastica, ma tu non hai scritto “si è rifatta un po’”, bensì “si è rifatta un po’ il naso”, che dà tutto un altro senso alla frase! Certo, non si è regalato un naso totalmente nuovo come, chessò, Belen, però sicuramente fa un altro effetto nella totalità del viso vederla con un naso più stretto e senza gobbetta

  75. Io non ho scritto che le youtubers sono tutte sincere. Ho solo scritto che in video utilizzano i prodotti sopra le loro macchie e/o occhiaie e che inoltre fanno vedere spesso l’applicazione del mascara senza ciglia finte (mentre nelle pubblicità l’applicazione del mascara viene fatta su ciglia finte) e ho scritto che credo sia anche per questo che hanno tanto successo!

    Penso che nelle pubblicità non serve far in modo che siano sempre tutti perfetti. Es. la L’orèal aveva fatto una pubblicità un po’ diversa dal solito e secondo me era stata un’ottima idea! :)http://blog.cliomakeup.com/2014/03/beauty-for-all-la-nuova-scommessa-di-loreal/

    P.s. una ragazza con l’acne non è mica brutta! Come ad es. Nikki che io trovo molto bella! 🙂

    http://blog.cliomakeup.com/2015/07/sei-disgustosa-acne-e-make-up-rivoluzionati-da-un-video-contro-il-cyberbullismo/

    Inoltre, ad es. ecco quali sono i testimonial di Dermablend
    http://blog.cliomakeup.com/2014/03/make-up-your-mind-vichy-dermablend-e-la-forza-di-togliere-il-trucco/
    quindi come vedi la mia idea di fare pubblicità su fondotinta e correttori su persone che non hanno la pelle perfetta, ha senso! 🙂

  76. Non si tratta di essere “sciocchine”, se le riviste sono tutte così alla fine possono far sentire inadeguate molto persone.
    Se alcune persone famose vogliono smettere con queste immagini così false, come si fa a non vedere del buono in ciò?

  77. Non ho mai detto che una ragazza con l’acne è brutta. Ho detto che PURTROPPO le pubblicità non è solita utilizzare ragazze bruttine e con l’acne,sicuramente ci sono anche gli esempi che hai portato tu ma purtroppo non è la regola… Diversamente non saremmo qui a parlarne! 😉

  78. Penso che questa lotta contro Photoshop sia più che altro per le modelle stesse, non per noi che leggiamo le riviste… Io se fossi una modella non lascerei ritoccare le mie foto, perchè non mi sentirei accettata così come sono

  79. Sì lo so che non hai detto che è brutta, ma le definisci bruttine.
    Io infatti ho scritto che questi mi sembrano esempi positivi e spero che vengano fatte sempre più pubblicità così!

  80. No scusami,non travisare quello che io ho detto. Ci sono bruttine e persone che soffrono di acne
    Che queste e le ragazze con problemi di pelle non vengano scelte x fare pubblicità… È una regola che non ho fatto io. Naomi Campbell le puoi pure mettere i brufoli sempre figa rimane! Luciana Littizzetto non ha una pustola ma proprio… figa non la si può definire! Per me sono due concetti distinti, questo era solo x chiarire. Detto ciò anch’io come te vorrei delle pubblicità fedeli alla realtà delle donne.. Normali. Perché queste ci sono in giro: donne normali. Ma ahimè non è proprio così. 🙁

  81. Se vanno contro anche delle volontà espresse, oltre che verbalmente, anche per iscritto, che senso ha tutto ciò? Al di là di Photoshop è proprio il rispetto che viene calpestato, e nell’ambiente di lavoro non è terribile?

  82. Esatto è quello che dicevo io: non tutte quelle con l’acne sono brutte e non tutte quelle senza acne sono belle, anzi alla fine è tutto soggettivo, in base ai gusti…
    Infatti il mio commento era proprio su ciò che voglio nelle pubblicità! 🙂
    Forse alla fine ci siamo capite 🙂

  83. Scusa allora cambino lavoro, sono in un ambiente dove i requisiti principali, anzi gli unici requisiti, sono quelli fisici- io che sono 1.55 e non particolarmente ossuta non ho le qualifiche, come non le ho per fare il primario di chirurgia – dove sei assunta per i vari lavori come tela bianca per esporre il prodotto di turno. Lo stilista o cliente ti giudica solo per la tua apparenza in relazione al prodotto che vuole pubblicizzare e modifica la tua immagine per adattarla a tale prodotto o alla percezione che vuole dare al pubblico del prodotto per venderlo, se il fatto che ti tolgano la cellulite in foto o ti allunghino le gambe ti fa sentire insicura e ti crea problemi allora non è il lavoro per te. Al limite siamo noi lettrici a dover boiccottare riviste e prodotti che propongono immagini completamente rimosse dalla realtà, fino a quando vende l’immagine della modella magra e perfetta e non quella curvy e normale andrà sempre così

  84. Ciao Diana penso che tu abbia travisato la mia risposta e scusa per il
    lungo rispostone che segue, non ho mai detto che siamo sciocchine, al
    contrario, ho detto che siamo assolutamente tutte molto conscie e
    opinionate sulle immagini proposte dalla moda e dal cinema, ma che mi
    sento trattata da sciocchina quando mi si viene a dire “ma lo sai che
    questa modella/attrice non è così in realtà, ha anche lei i suoi
    difetti, ma glieli cancellano in foto e non dovrebbero farlo perchè è
    sbagliato” con la scusa che le donne altrimenti si sentono inadeguate.
    E’ come dire che la gente è obesa perchè esiste il junk food, non sei
    obbligato a mangiarlo. Esistono anche le palestre e il cibo sano se è
    per quello. Nessuno ti impone di credere o di fare nulla che non vuoi
    fare tu in prima persona ed è tutta una questione di scelta personale.
    Poi ci sono anche le persone particolarmente suscettibili, ma sono la
    minoranza e come tale va trattata, non puoi imporre a tutti una
    soluzione se riguarda solo pochi, allora non vendiamo più alcolici
    perchè ci sono gli alcolizzati, è questo modo di trattare le persone
    che non condivido. Semplicemente mi ribello al fatto che non mi si
    riconosca libero arbitrio e fortunatamente al giorno d’oggi abbiamo a
    disposizione tutte le informazioni per poter formare un opinione
    istruita e fare la scelta che più si adegua a noi stesse. E’ più che
    giusto che si ponga il problema dell’immagine sfalsata, ma voglio anche
    avere l’opzione del modello irraggiungibile ed improbabile se così mi
    garba, non sempre questo porta problemi.

  85. Io ho 24 anni, quindì frequentando persone soprattutto giovani, parlo ovviamente per la mia esperienza.
    Non si tratta di una minoranza, ma della maggioranza delle ragazze a voler essere ciò che non siamo, sempre alla ricerca di una perfezione che non esiste! Ragazze più magre di me, mi hanno detto: “sono grassa”.
    Se ci sono delle star che hanno capito il problema e vogliono migliorare le cose, per me fanno benissimo a dire di smettere di ritoccare le loro foto!

  86. Grazie Clio per il bellissimo post. Per me questo è il più bello in assoluto. Hai trasmesso un messaggio importantissimo soprattutto a tutte le adolescenti che t seguono.
    Non occorre essere scheletriche, super abbronzate, o avere il naso alla francese per essere belle. Sono proprio le imperfezioni (o meglio, i dettagli) che rendono affascinanti. Ragazze ogni mattina guardatevi allo specchio dicendo: sono la più bella del reame.

  87. Ciao:) ti parlo da persona in sovrappeso.. Ho ricevuto tantissimi insulti per il mio fisico da piccola e la stessa cosa é successo ad una mia amica(molto magra). Trovo tra l altro incredibile la cattiveria che possono avere i bambini. Personalmente mi sono sempre vergognata del mio aspetto che però non riesco a cambiare in modo radicale. Il fatto di usare fotoshop per correggere un brufolo, degli inestetismi o cose del genere lo trovo assolutamente innocuo, non sono d accordo però sul dimezzare cosce sedere ecc.. Insomma è incoraggiante ogni tanto vedere delle star “imperfette” o con cellulite ecc, ti fa capire che nonostante tutto sono apprezzate! É ovvio che se lo standard da raggiungere resta quello modello Belen io al confronto mi sento un cesso!

  88. Credo che alla fine la maturità dovrebbe essere la nostra… il mondo del cinema e della moda è un mondo finto, vediamo effetti speciali, visi ritoccati ecc. è normale. Ma sta alla nostra intelligenza capire che non dobbiamo ambire ad essere così.

  89. x zendaya è facile!! è magra anke senza Photoshop!! sono + credibili Kate Winslet, Megan trainor e lady gaga!

  90. Keira aveva anche rifiutato la parte di Bondgirl perché nelle clausole del contratto c’era rifarsi il seno. Meravigliosa!

  91. Beyoncè contro photoshop? Ma se lo usa tantissimo, anche per ritoccare foto private da pubblicre su instagnam. È diventata una barzelletta. Bah…

LASCIA UNA RISPOSTA