Qualche settimana fa abbiamo dedicato un post allo skin gritting, la nuova tecnica fai da te che permette di eliminare e prevenire i punti neri. Vi abbiamo spiegato il procedimento e lo abbiamo provato per voi, descrivendovi i risultati raggiunti sui nostri diversi tipi di pelle.

Dopo aver pubblicato l’articolo abbiamo ricevuto diverse domande che vanno dai chiarimenti sul procedimento stesso ai migliori prodotti da utilizzare. Nel post di oggi, quindi, vogliamo rispondere a tutte le questioni rimaste in sospeso e svelarvi quali sono i prodotti più adatti per questo rimedio casalingo eppure così efficace sulle pelli impure. Abbiamo moltissimo di cui parlare, quindi via col post!

cliomakeup-skin-gritting-prodotti-1-prima-dopoImmagine di sfondo via Youtube

LO SKIN GRITTING RENDE LA PELLE UNTA?

cliomakeup-skin-gritting-prodotti-3

Questo dipende da due fattori: in primis dal vostro tipo di pelle e poi dai prodotti utilizzati. Sì, può essere che una pulizia del viso così profonda provochi un leggero effetto rebound, spingendola a produrre più sebo. Ma in generale i punti neri, estirpati a fondo, ricompaiono molto più tardi e la pelle appare liscia, morbida e luminosa.

ALLA FINE, I PUNTI NERI VANNO COMUNQUE SPREMUTI?

cliomakeup-skin-gritting-prodotti-4-punti-neri

Dipende dallo stato iniziale della pelle. Se ci sono molte impurità e/o se è passato molto tempo da quando avete fatto l’ultima pulizia del viso, probabilmente molte impurità fuoriusciranno da sole. In caso di pelle più libere da impurità, è necessario spremerli, ma attenzione! I punti neri vengono via molto più facilmente, la pelle si stressa di meno e soprattutto resta libera da imperfezioni più a lungo.

COSA FARE SE LA PELLE SI ARROSSA?

cliomakeup-skin-gritting-prodotti-5-irritazioni

Alcune di voi ci hanno detto che, dopo lo skin gritting, la pelle resta arrossata. In questo caso ci sentiamo di dirvi: dipende dall’entità del rossore. Se è leggero, è del tutto normale dato lo “schiacciamento” e l’utilizzo della maschera all’argilla. Ma se è più evidente e permane magari fino al giorno dopo, è probabile che stiate usando prodotti troppo aggressivi e/o un panno in microfibra rovinato o comunque ruvido.

… E PER I PORI DILATATI?

Se avete la pelle grassa o mista, o comunque con tante impurità, è possibile che dopo i vostri pori appaiano dilatati, quindi vi consigliamo di applicare del tonico astringente con un batuffolo di cotone.

cliomakeup-skin-gritting-prodotti-6-tonico-kiehls

Kiehl’s Rare Earth Pore Refining Tonic. Prezzo: 21€

BISOGNA PER FORZA AVERE UN PANNO IN MICROFIBRA PER IL VISO?

UN BUON PANNO VISO È CRUCIALE PER LA BUONA RIUSCITA DELLO SKIN GRITTING

Sappiamo che per molte di voi i panni in microfibra appositi per il viso sono un po’ una “bufala”, nel senso che sono essenzialmente la stessa cosa di quelli per la casa che si trovano a 1 euro o anche meno!

Ma attenzione: il rischio è che un panno non adatto possa stressare la pelle o, viceversa, risultare troppo poco efficace per la pulizia. Quindi, se non avete una discreta dimestichezza con questo tipo di prodotti vi consigliamo di acquistarne uno apposito per il viso: del resto, di solito non sono comunque troppo costosi!

cliomakeup-skin-gritting-prodotti-7-panni-microfibra

Set 6 panni microfibra antibatterici e esfolianti viso. Prezzo: 5,99€ su Amazon.it

Ragazze, ferme lì! Moltissime di voi ci hanno chiesto quali sono i migliori prodotti per fare lo skin gritting: vi rispondiamo a pagina 2!

20 COMMENTI

  1. Anch’io ho voluto provare questo metodo essendo piena di puntini soprattutto nel naso, anche se credo siano punti bianchi dovuti all’eccesso di sebo anziché punti neri, però il risultato è stato pessimo, probabilmente non ho utilizzato i prodotti giusti, non avevo un panno in microfibra quindi mi sono arrangiata con i dischetti struccanti, e come olio ne ho usato uno adatto sia per il viso che per il corpo, mentre come maschera ho usato la mint julep masque

  2. Grazie per questo aggiornamento.

    Una decina di giorni fà ho provato lo skin gritting. La mia pelle è mista con pochissimi punti neri e qualche punto bianco sul mento. Parto quindi da una situazione ‘buona’. Ho usato l’olio bifasico argan di Garnier e la maschera Mint.
    Risultato finale: pelle morbida, fuoriscita di un brufoletto zona naso, punti bianchi quasi scomparsi per qualche giorno. Soddisfatta quindi, una buoma pulizia viso!

  3. Grazie Ylenia! Non ci risulta sia venduta nei negozi fisici, noi la abbiamo sempre comprata online. Un bacione!

  4. A proposito di maschera all’argilla adesso le ha anche Sephora, una confezione dura per 4 volte, io ho usato ieri sera quella bianca e il risultato è stato ottimo niente effetto pelle che tira, viso liscio e morbido….p.s. Non ho punti neri perciò non so se aiuta a levarli……

  5. Per debellare i malefici punti neri ormai sono abituata al Clarisonic: so che in molte si sono trovate male e me ne dispiace, io non posso più farne a meno! Confermo che l’olio struccante della SoBio è ottimo per le pelli secche e mature. Lo sconsiglio a chi ha la pelle grassa.

  6. Hai ragione, deve essere aumentata nel frattempo! Ci scusiamo, a volte i prezzi Amazon possono subire variazioni, ovviamente al di fuori del nostro controllo. Grazie comunque della segnalazione, abbiamo sistemato prezzo e link. Ciao!

  7. Si si ho massaggiato per più di 5 minuti, ma oltre a non esser uscito fuori niente, quando ho provato a spremerli non ho notato nessuna differenza rispetto a quando li spremo normalmente… magari riproverò utilizzando il panno

  8. A me lo skin gritting é piaciuto molto
    L’ho fatto prima su di me e la pelle dopo era molto morbida e pulita….non avevo praticamente nessun punto nero da togliere ma molti filamenti bianchi sono usciti spontaneamente dai pori
    Poi l’ho fatta sul maritino che invece di punti neri ne aveva eccome…ho dovuto spremere un pò ma molto meno del solito…
    Ho usato il Deep Cleansing Oil della DHC che per me é il migliore olio struccante tra quelli provati. Poi panno in microfibra di Sephora e una maschera all’argilla verde purificante sempre di Sephora.
    https://uploads.disquscdn.com/images/1ca4739a9be61b1965eaffd0909e625c1823448cd162804999c8a3c10aedf2d9.jpg

  9. Ho provato questa tecnica due volte, i prodotti che ho usato sono la maschera all’argilla gialla di sephora, l’olio di argan e le maniche del mio accappatoio in microfibra 😀 Ho una pelle mista e i punti neri li ho principalmente sul naso.
    Non è stato miracoloso ma non so se dipende dai prodotti o dal fatto che comunque uso circa 1 volta a settimana i cerotti per i punti neri. L’ho comunque trovato utile e continuerò sicuramente a farlo 🙂

  10. Qualcuna ha mai provato l’olio detergente micellare di yves-rocher, da solo o per fare lo skin gritting? Costa più o meno come quello di sephora (che a clio non era piaciuto molto)… Essendo la prima volta che uso questo genere di prodotti non volevo spendere una follia…
    Il più economico che ho visto è un olio detergente di l’oreal, qualcuno ne ha opinioni?
    In casa ho solo l’olio prodigioso di nuxe e l’olio di argan, ma per fare lo skin gritting volevo provarne uno detergente…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here