Kat Von D è un personaggio molto amato, soprattutto per le sue innegabili doti artistiche. Kat è, infatti, una famosissima tatuatrice, ma anche e soprattutto un’imprenditrice nel settore beauty che, con i prodotti della sua linea, ha conquistato le make-up addicted di tutto il mondo! Ultimamente, però, i fan di Kat Von D sembrano aver avuto degli screzi con la loro beniamina, perché pare che, sui social network, la star di L.A. Ink abbia dichiaratamente manifestato di essere no vax, e di non avere quindi intenzione di vaccinare il bimbo che sta aspettando.

Ma come stanno veramente le cose, e con quali argomentazioni Kat Von D ha spiegato la sua posizione? Inoltre, come ha reagito il web alle esternazioni di Kat? Nel post ve ne parlerò, riportando quello che Kat Von D ha dichiarato, e come si è evoluta la situazione. Siete curiose, ragazze, di scoprire che cosa è successo e di fare chiarezza sulla questione? Allora non vi resta che continuare a leggere per sapere tutto!

cliomakeup-kat-von-d-no-vax-2

Via Facebook @Kat Von D

KAT VON D: LA VOLONTÀ DI CRESCERE SUO FIGLIO VEGAN E SENZA VACCINI

Negli ultimi mesi si sta parlando moltissimo di Kat Von D, non solo per via dei lanci dei suoi nuovi prodotti e per la celebrazione dei 10 anni del suo beauty brand, ma anche per la sua vita personale. L’artista, infatti, ha recentemente sposato Rafael Reyes con una cerimonia dal sapore gotico estremamente spettacolare e, poco prima, la coppia ha annunciato di aspettare un bimbo.

cliomakeup-kat-von-d-no-vax-7

Via Facebook @Kat Von D


Riguardo la gestione della sua maternità, Kat ha mostrato sin da subito di avere le idee chiare, anzi, chiarissime, e ha fatto molto scalpore un post che ha condiviso sui social network, in cui ha specificamente affermato che crescerà suo figlio vegano e, soprattutto, che non lo vaccinerà.

cliomakeup-kat-von-d-no-vax-8

Via Facebook @Kat Von D

DAL DOTTORE ALLA DOULA

Ecco il contenuto tradotto del post in questione:

“Sapevo dal minuto in cui abbiamo annunciato la nostra gravidanza che saremmo stati bombardati di consigli non richiesti. Alcuni buoni ed altri discutibili -specialmente quelli non richiesti. Ero anche preparata al contraccolpo ed alle critiche che avremmo ottenuto se avessimo deciso di essere chiari sul nostro approccio personale verso la nostra gravidanza.

cliomakeup-kat-von-d-no-vax

“Il mio stesso padre ha dato di matto”

Il mio stesso padre ha dato di matto quando gli ho detto che avevamo deciso di lasciar stare il nostro dottore e di andare, invece, da una levatrice. Se non sapete cosa si prova ad avere persone attorno a voi che credono che voi siate ridicoli, provate ad essere apertamente vegani.

cliomakeup-kat-von-d-no-vax-5

Via Facebook @Kat Von D

E, se non sapete com’è avere il mondo intero che apertamente vi critica, giudica, lancia opinioni prive di informazioni e che vi maledice- provate ad essere apertamente vegani e ad aspettare un figlio su Instagram, con l’intenzione di avere un parto in acqua naturale, privo di farmaci, con una levatrice ed una doula, e ad avere l’intenzione di crescere un bambino vegano, senza vaccinazioni.

cliomakeup-kat-von-d-no-vax-3

Via Facebook @Kat Von D

LA CONSAPEVOLEZZA DI ANDARE CONTROCORRENTE

“so già com’è fare scelte di vita che non sono le stesse della maggioranza”

Il punto è: so già com’è fare scelte di vita che non sono le stesse della maggioranza. Dunque i vostri commenti negativi non influenzeranno le mie scelte -la ricerca attuale e l’educare me stessa lo faranno- cose che sto facendo diligentemente. Questo è il mio corpo. Questo è mio figlio. E questo è il nostro percorso durante la gravidanza.

cliomakeup-kat-von-d-no-vax-13

Sentitevi liberi di seguirmi qui se vi piace quello che sono -che si tratti di tatuaggi, di rossetti, di diritti degli animali, di sobrietà, di femminismo, di goticità ridicola, di giardinaggio di fiori neri, gatti, o del mio adorabile marito. Ma se non vi piace un certo qualcosa di quello che posto, vi chiedo gentilmente di premere il tasto “non seguire più” e di andare avanti.

cliomakeup-kat-von-d-no-vax-10

Quindi prima che qualcuno di voi si senta ispirato a dirmi come fare tutto questo, apprezzerei che manteniate le vostre critiche non richieste per voi. E, cosa più importante, per quelli che hanno una meravigliosa energia positiva da mandarmi, la riceverò felicemente, con cortesia e con amore!”

cliomakeup-kat-von-d-no-vax-16

Ragazze, non ho ancora terminato! Kat Von D è quindi no vax o vax? Nella pagina successiva troverete la risposta definitiva a questa domanda, data al pubblico proprio dalla diretta interessata! Andate a pagina 2 per scoprire tutto quanto!

141 COMMENTI

  1. Forse sarebbe meglio che continuasse a tatuare e a produrre make up e astenersi dal fare certi commenti dettati da ignoranza e mancanza di conoscenza in materia.
    Non c’ e’ nessuna dimostrazione scientifica che i vaccini siano collegati ad autismo e facciano male.
    Certo nessun farmaco e’ sicuro al 100%.
    Sono fatti suoi solo quando non coinvolgi o danneggi altre persone con le tue scelte.
    Con questa mentalita’ retrograda stiamo tornando indietro di 200 anni.
    Che lo vada a dire a tutte quelle madri i cui figli morivano di terribili malattie.
    Pare che stiano tornando in certe parti del mondo proprio perche’ la gente credulona si rifiuta di vaccinare i figli.

  2. Già da tempo questa tizia mi lascia perplessa, come la sua incapacità di rispettare le opinioni diverse dalle sue, al punto da estromettere da un suo concorso la papabile vincitrice perché di idee politiche diverse.
    Con una fanatica ignorante non voglio averci a che fare.
    Il veganesimo lo rispetto…il no wax, NO.

  3. Ma il problema è che potrebbe anche trovarsi nelle due uniche condizioni in cui non ci si può vaccinare: se il bimbo è immunodepresso (ma di sicuro non lo sa prima del parto) o portatore di un gene specifico (non mi ricordo esattamente quale, ma fa sì che si reagisca male al vaccino), non può essere vaccinato, ma a maggior ragione in questo caso serve l’immunità di gregge e buttare lì su Instagram che non vuole vaccinarlo è da incoscienti!! Cavolo ti occupi di make-up, non sei un medico! Ah e anche crescere un bambino vegano è da incoscienti, alcuni amminoacidi essenziali non si trovano in frutta e verdura e quindi se proprio vuole il figlio vegano meglio che aspetti che sia più grande, altrimenti non cresce!

  4. A parte il No-Vax, che è apertamente pericoloso per il bimbo e per chi lo circonda in quanto indebolisce la cosiddetta immunità di massa, ovvero il fatto che certe patologie non possano diffondersi in quanto gli individui sono vaccinati. Anche il veganismo è sbagliato su un bambino, una persona adulta può fare ciò che meglio ritiene ma su un bimbo nel pieno dello sviluppo ci sono moltissime evidenze mediche che mettono in luce come questo possa causare danniamo sviluppo fisico e celebrale.

  5. Bah, poi io non capisco questa cosa che le case farmaceutiche fanno i big money con i vaccini, che sono in circolo da anni, anni, anni. Forse faranno i big money con le cure per le malattie che escono fuori perché le persone non si vaccinano. Veramente le cose che possono far guadagnare sono altre.
    Veganesimo nei bambini fai da te, senza controllo medico (e non credo ci siano molti medici pro) è deleterio.
    Mi fanno saltare i nervi le persone che pensano di poter decidere tutto perché si sono “informate” e hanno il libero arbitrio. La medicina non è un opinione. Una cosa è l’informazione e un’altra è la conoscenza. Puoi anche leggere tutto quello che vuoi, ma se non hai la conoscenza per capirlo davvero, la tua opinione vale 0.

  6. Anche mio figlio è con noi perché gli hanno salvato la vita dopo il parto. Solo al ricordo viene da piangere… E di certo in gravidanza, quando è tutto bello e ci si immagina un futuro sereno con il proprio piccino, non ci si aspetta che le cose vadano effettivamente male nel momento cruciale. Certe decisioni come il vaccino o l’alimentazione del neonato non sono cose da niente… e dopo che mio figlio ha già dovuto lottare ed essere forte, nel suo primo mese di vita… di certo non mi faccio spaventare da un vaccino. Certe paure sono molto astratte, in confronto al pericolo concreto che hanno vissuto i nostri figli.

  7. Stanno riportando nei paesi civili malattie debellate secoli fa e gente come lei parla di istinto materno. Con il tuo corpo e i tuoi figli (sebbene si parli di minori) fai quello che vuoi ma non puoi diventare untore e mettere in pericolo i figli degli altri. Che nervi queste persone.

  8. Sono sempre dell’idea che una creatura vada protetta in tutti i modi possibili e con tutto quello che abbiamo a disposizione e grazie a persone che studiarono e che ancora studiano come combattere le malattie, abbiamo la possibilità di vivere una vita lunga e sana.
    Credo che molti parlino così perchè, per fortuna loro, non gli è mai successo qualcosa che non andava e non hanno vissuto ai tempi dei nostri nonni o bis nonni dove a 40 anni eri vecchio o morivi per malattie che oggi, grazie a tantissimi studiosi che hanno fatto della ricerca uno scopo di vita, ci fanno il solletico. I miei genitori mi hanno protetto e curato fino a che non sono stata in grado di prendere le mie decisioni. Da piccolo non si può scegliere, non si sa cosa è bene o cosa è male quindi credo che un genitore dovrebbe rispettare il figlio dandogli tutto quello di cui ha bisogno, vaccinazioni comprese, per fare in modo che diventi grande e forte poi quando sarà adulto lui stesso potrà decidere chi amare, in cosa credere, se essere vegano o vegetariano o carnivoro…vedrà lui ma bisogna dare l’opportunità a una persona di conoscere tutto prima che lui stesso decida di privarsi di qualcosa volontariamente.

  9. Un solo commento mi viene in mente : persone del genere dovrebbero essere sorvegliati speciali dei servizi sociali per l’infanzia. Il corpo é il suo ma suo figlio non é una sua assoluta proprietà personale. Se lo metterà veramente in pericolo con scelte che sono, oltre che contro tutto ciò che la scienza ci dice, anche illegali in molti stati degli USA, é giusto che le autorità prendano una decisione su chi crescerà loro figlio.

  10. Finché si vuole partorire in modo naturale e senza farmaci, ok. L’abbiamo fatto in tante. Ma decidere di non voler usare farmaci al parto è ben diverso dal non voler vaccinare il figlio. Sempre più spesso vuole passare il messaggio che il vaccino sia pericoloso perché è una sostanza chimica, ma di certo non è meglio una malattia che il corpo non è in grado di combattere perché non ha gli anticorpi. Se dovessimo ragionare così per ogni cosa, potremmo trovare pericoli ovunque, dal cibo ai giochi o in tutto ciò che toccano. Mica non si può vivere serenamente perché si ha sempre paura che ci sia un pericolo in ogni cosa.

  11. VERGOGNOSO
    Primo, decidendo di non vaccinare suo figlio danneggia sicuramente il bambino che sarà più soggetto a malattie, secondo, essendo una figura pubblica e abbastanza influente rischia di mandare un messaggio che sbagliato è dire poco, terzo : neanche troppo tempo fa il caso di un tribunale dei minori che ha deciso di togliere il figlio alla famiglia proprio perché presentava deficit nutrizionali causati dalla dieta vegana imposta dai genitori.
    Questo genere di dieta deve essere frutto della LIBERA Scelta, non per imposizioni materna o paterna che sia.

  12. Ho letto: ”Solo perché abbiamo delle incertezze e delle valide preoccupazioni riguardo l’iniettare nel nostro bambino delle specifiche sostanze chimiche e delle tossine…”
    E mi è venuto troppo da ridere guardando la foto di loro due tutti tatuati! Cioè ricopri di inchiostro l’80% del tuoi corpo e non vuoi dare a tuo figlio un peptide proteico che lo immunizzi contro tetaono o epatite perchè è una sostanza chimica? Mha! Spero si capisca il controsenso, sono tatuata anche io, a me fa ridere questa gente che spara cavolate: l’inchiostro che ha addosso se lo è sintetizzato chimicamente lei? Ha creato lei i colori minerali o vegetali con pestello e mortaio? Immagino di no, che si sia fidata di chi le vendeva i colori per i tatoo. Però guarda caso non si fida a proteggere suo figlio da malattie potenzialmente mortali. La settimana scorsa un bambino negli USA ha preso la peste bubbonica… la PESTE! Non c’è vaccino, si cura con antibiotici. Presa probabilmente da animaletti della campagna… ebbene sì scoiattoli, ricci e pipistrelli possono trasmettere rabbia, peste e altre mille malattie, se infetti. Pedicure e aghi dei tatuatori possono trasmettere epatite B, C e, con meno possibilità, HIV. La settimana scorsa una mia amica mi ha raccontato che un suo amico ha preso epatite B facendosi una pedicure (Vive in un altro paese dove non ci si vaccina alla nascita come da noi). E’ proprio vero che non si apprezzano le fortune quando le si ha! Sul veganesimo non dico niente, sono stata vegetariana per alcuni anni, da adulta e vaccinata e prendendo integratori, quando suo figlio non riuscirà a parlare o ad alzarsi in piedi per la carenza di vitamina B12 vedremo cosa dirà Kat. Probabilmente niente, perchè gli darà integratori e supplementi, e derivati di carne etc di nascosto, ma racconterà a tutti che cresce il figlio vegano.

  13. Insomma, è lo stesso bla bla bla di ogni antivaccinista, solo che viene da una persona molto più famosa del solito, e purtroppo più influente. Mi dispiace ma essere nota al pubblico non rende medici, e questo quasi vanto di andare controcorrente sulla pelle del figlio, come se fosse un nuovo modo per sfidare la società, è ridicolo e pericoloso. Da notare che il padre di Kat, medico, ovviamente è contrario, ma lei se ne frega lo stesso perché….perché è “abituata alle critiche”?!

  14. Personalmente ho scelto di seguire il consiglio di Kat e non la seguo più. Non le auguro niente di male sia chiaro, e mi disturba sapere che esistano esseri umani che con tanta leggerezza augurano la morte ad un bambino!ciò detto io sono per il “scelte tue vita tua”, finché si tratta di scelte che non ledono alla vita altrui…in questo caso il non vaccinare il bambino e il farlo crescere chiaramente senza ascoltare troppi medici, perché pure per la dieta vegana immagino la cazzierebbero, non tocca solo lei ma in primis suo figlio e altre persone con cui potrebbe venir in contatto da non vaccinato!
    Mi dispiace, apprezzo Kat come artista, ma queste follie non posso proprio sostenerle!

  15. Sui siti go vegan, perché gli altri siti non gli danno ragione, e quindi tengono fede solo a chi gli da ragione ahah

  16. A mio avviso è una trovata commerciale per fidelizzare e fare “nicchia” nel mercato del make up estremamente modaiolo e fluttuante.
    Donne vegan e mamme no vax acquisteranno solo i prodotti di Kat perchè approveranno i valori, che poi Kat li applichi è un altro conto.

  17. Una cretina. Secoli di evoluzione e scoperte per debellare il maggior numero di malattie possibili, per far sì che campassimo di più e meglio, poi arriva una cretina come un’altra e subito “no no gne gne gne tutto naturale gne gne gne” ma vattene. Irresponsabile. Non esiste che ognuno sceglie per sé. Non in questo caso. La scienza non è opinabile. Punto. Io le leverei il bambino. È evidente che non è in grado di crescerlo. Così come “farlo crescere vegano”. Se fosse adulto e potesse scegliere da solo, allora okay, è responsabile e sa devidere con la sua testa, ma essendo addirittura UN FETO voglio vedere quando avrà carenze. Tutti poi a gridare allo scandalo. Per me non meritano di essere genitori. Puoi avere tutti i soldi che vuoi, ma se sei un cretino ignorante imbecille, neanche i milioni ti salvano.

  18. Purtroppo, scientificamente parlando, solo quando ci sarà una morte di massa di migliaia di bambini non vaccinati, allora forse questi cretini inizieranno ad aprire gli occhi. È naturale, purtroppo, ripeto. E mi dispiace scriverlo, come suppongo ad ogni essere umano, ma razionalmente spero accada presto perché è la fine che meritano questi genitori.

  19. Ma poi se contraesse la polio questo povero bimbo?o altre malattie poco simpatiche ridotte all’osso grazie a vaccini come l’esavalente. Sono dell’idea che sono fatti tuoi finché il tuo modo di vivere non intacca la vita altrui negativamente e beh, se quella povera creaturina rimane storpia o peggio per l’ignoranza della madre non è giusto perché la vita toccata non è più solo la sua. Poi potrebbe pure fare un parto senza farmaci eh, ma almeno in una struttura nella quale, qualora ci fossero problemi, personale competente potrebbe intervenire!

  20. Quando poi sarebbe molto più comodo per le case farmaceutiche far ammalare una persona, sviluppare la cura e venderla a 1 milione di euro, piuttosto che buttare via il tempo scoprendo cose inutili, tipo i vaccini che sono quasi tutti gratis alle asl.

  21. Vero ma sai cosa mi da fastidio?che Kat è vaccinata, suo figlio no per le scelte di Kat. Questo vuol dire che a livello di salute non sarà lei a rimetterci nel caso di nuovi focolai di polio/difertite ecc., ma un individuo che non ha potuto scegliere di ricevere una giusta e sana immunizzazione!

  22. Perché il resto è chiaramente manipolato dalle case farmaceutiche che vogliono guadagnare. Tutta la scienza, la scienza di tutto il mondo è pilotata. Non esiste una comunità scientifica, composta da tutti gli scienziati, che valuta le cose che si scrivo e le informazioni che circolano. L’OMS è corrotta, mica l’hanno istituita a tutela della salute pubblica.

  23. Esatto!!
    Bisogna mantenere una mente aperta.
    Per carita’ ho sperimentato anch’io con l’alimentazione…
    C’e’ informazione e disinformazione…mah

  24. A me Kat Von D non è mai piaciuta come personaggio e mi sta piacendo sempre di meno. E’ troppo polemica. Secondo me un personaggio così famoso se non vuole essere attaccato e criticato (per non parlare che così perde tantissimi fan) le scelte personali dovrebbe tenersele per se. Comunque la questione vegan posso rispettarla su un adulto ma su di un bambino no. Da che mondo e mondo l’essere umano è onnivoro ed ha bisogno sia della verdura che della carne, non si può dire “che non è vero” sennò spiegatemi il perché della presenza dei canini! Comunque ciò che concordo con la “politica vegan” sono gli sfruttamenti negli allevamenti industriali dove questi poveri animali non hanno una vita dignitosa ma sono trattati peggio di un pezzo di plastica… Io cerco di mangiare prodotti di casa o comunque della zona o italiani. E devo dire che neanche la caccia come hobby non mi piace e non la capisco. Cosa c’è di divertente nell’uccidere una povera volpe oppure i bracconieri in Africa… orrore… Inizierei a rispettare gli animali rispettando il pianeta stesso preservando la natura! A parte ciò la ritengo una dieta pericolosa soprattutto per i bambini, deve essere una scelta personalissima e non imposta dai genitori. Non sopporto i vegani fanatici che augurano addirittura la morte a chi mangia la carne!
    Per la questione no-vax è una VERGOGNA. Torniamo al Medioevo??? Bravi!! Facciamo tornare malattie debellate da secoli. E’ una scelta che non rispetto assolutamente. In primis metti in pericolo il tuo stesso figlio e poi metti in pericolo i figli degli altri. Per un tuo cavolo di capriccio?! Non è un capriccio giocare con la salute delle persone… Per non parlare che poi ‘sta gente non si vaccina perché, per il momento, hanno la copertura di chi si vaccina. Vorrei vedere se arriva un’epidemia di Vaiolo se non si vaccinano! Il problema è che se questa idea medioevale prende piede sempre di più si rischia davvero eh… Non c’è tanto da scherzare, spero che mettano l’obbligo di vaccino in tutto il mondo!
    Comunque mi piacerebbe anche avere un vostro parere, Clio e Team! Io credo che la reazione del web sia più che sensata in questo caso, ‘sta Kat Von D si sta rivelando parecchio ignorante…e vuole far parlare di sé!

  25. Sì esatto, se anche i personaggi famosi iniziano a dilagare ignoranza figuriamoci il credulone di turno. Sulla questione no-vax direi che è proprio pericoloso per l’umanità. Invece di andare avanti si va indietro.

  26. Ho smesso di seguire Kat Von D da tempo. Quasi tutti i suoi post(o almeno fin quando la seguivo) erano pro Veg e anti-resto del mondo. Sei vegana? Buon per te, ti auguro il meglio, ma smetti di rompere le palle a chi vive e pensa in modo diverso dal tuo. Più passa il tempo e più diventa estremista.
    Da mamma le auguro il meglio per lei è il suo bimbo/a. Da donna, le auguro di vivere un’esperienza tale che le faccia rivedere le sue posizioni.

  27. Rispetto le opinioni di tutti, ma non quelle che mettono in pericolo gli altri, oltre che se’ stessi. Chi è contro i vaccini non fa solo una scelta che vale x il proprio figlio, sceglie deliberatamente di mettere in pericolo la comunità favorendo il proliferare di malattie potenzialmente molto pericolose.
    Spero di cuore che passi presto questa “tendenza” sconsiderata.

  28. Conveniente no? Io mio figlio non lo vaccino tanto ci sono tutti gli altri vaccinati quindi non corre rischi… dunque questo bambino vivrà confinato nella sua casa della famiglia Addams senza avere rapporti con altri bimbi? Compresi quelli immunodepressi o affetti da malattie tali da rendere impossibile la loro vaccinazione? No perché questo è l’unico caso in cui si potrebbe accettare una scelta imbecille come questa. Io queste mamme non le capisco.
    Se poi passiamo al veganesimo vado su tutte le furie… un bambino appena nato cresciuto senza proteine animali, sono senza parole. La via più breve per creare danni gravissimi a una creatura che non può fare le sue scelte. Io capisco la loro scelta, che però è stata fatta da due persone adulte. Perché non dare la possibilità a un bambino di compiere le proprie quando sarà in grado di farlo?

  29. Domanda: come fanno a crescere i figli vegani. Nel senso come mentalità, tralasciando la salute. Gli dicono “la carne deriva da animali uccisi, non è giusto uccidere gli animali”, “gli animali vengono maltrattati per le nostre esigenze”. “Non puoi fare questo perchè gli animali soffrono”. Non è mettere una pressione psicologica assurda su un bambino? Più che altro sull’alimentazione, finché dici “non ti compro le scarpe di pelle perché..” è una cosa. Un’altra è condizionare l’alimentazione e lo stile di vita di una persona in formazione.

  30. FANTASTICA!! Buon punto!! E’ piena di inchiostro e guarda come ragiona…
    Cercasi coerenza tra fatti e parole hahahaha.

  31. Pensavo di trovare più opinioni discordanti tra i commenti, mi sbagliavo e ne sono davvero felice.
    Anch’io di base sono per il vivi e lascia vivere sempre.. ma non se devi mettere in pericolo anche me.

  32. Sì, non concordo per nulla. Se una persona vuole diventare vegana deve essere una sua personale scelta e non deve attaccare gli altri o imporlo ad altre persone anche se sono le persone più importanti della sua vita. Purtroppo però la maggior parte dei vegani sono dei fanatici irrispettosi verso gli altri. Almeno, questo lo deduco da ciò che vedo e leggo nel web. Io personalmente, non conosco nessuno di vegano. Ho un’amica che limita molto la carne ma non è vegana, la bistecca di pollo e un panino al prosciutto se li mangia! Anche io non sono una super amante della carne e certi animali non li mangio come i conigli, gli agnelli e la selvaggina. Però dai, ho letto persino che convertono pure il cane al veganesimo… ma fatemi il piacere!!!

  33. Ragazze grazie! A me qst blog ridà fiducia nel genere umano…non è la prima volta che apro i commenti di qk articolo con temi un po’ scottanti tremando all’idea di trovare commenti estremisti, demagogici e razzisti in senso lato…invece ancora una volta trovo delle donne equilibrate e che usano la testa…che boccata di ossigeno!!!! Grazie davvero e grazie Clio per averci fatto incontrare su qst spazio, secondo me non è facile trovare una comunità così aperta e civile nelle sue posizioni.
    Naturalmente concordo con voi, anche io sono per il vivi e lascia vivere….finché il tuo vivere non mette a rischio altre persone!

  34. Aspetta un attimo!!!!! Ma allora non puo’ dargli nemmeno il latte materno.
    Non e vegano!!!!
    Idiozia pura!!!

  35. Io credo che i nostri figli si meritino la migliore versione di noi stessi quando diventiamo genitori, questo comporta il cercare di essere intelligenti e obiettivi anche dove in intelligenza e obiettività siamo carenti.
    Io posso decidere del mio corpo e della mia persona di farne ciò che voglio, mio figlio però non è un’estensione del mio corpo, non è una mia proprietà, è un essere umano diverso da me e come tale deve essere rispettato nei propri diritti e soprattutto nel suo diritto alla salute.

    Serve umiltà nel tracciare una linea tra le proprie opinioni e le proprie competenze/conoscenze. Io non posso leggere due articoli di giornale e quattro blog ed essere convinta di saperne di più dell’Organizzazione Mondiale della Sanità riguardo la salute, su quello di cui sono ignorante mi affido a chi ne sa e per quanto riguarda mio figlio ho l’obbligo di comportarmi così. Non c’è scampo.

    Altrimenti si richia il medio evo, un mondo fatto di terrapiattisti, anti-vax e scientologysti.

    I nostri figli meritano di più.

  36. Ho una cara amica vegana: lo era prima della gravidanza, durante e dopo il parto. E lo è la sua bimba: sanissima, forte, intelligente e anche precoce.

  37. Si tutto molto bello ma la cosa che mi sfugge è: se non vuoi sentire ragioni, perché pubblichi un post che leggeranno milioni di persone? Cioè mica te l’ha chiesto qualcuno di farlo, se non vuoi che estranei mettano bocca sulle tue scelte allora tienitele per te.
    Sui vaccini non mi esprimo nemmeno perché cosa vuoi dire a una che è cresciuta in perfetta salute proprio grazie ai vaccini che i genitori le hanno fatto somministrare da piccola se non che è una cretina? Facciamo tanto le campagne di sensibilizzazione “Dona tot al numero xxx” per i ricercatori che studiano nuove cure per i bambini del terzo mondo e poi uno deve vedere questi scellerati che lasciano morire i figli per delle malattie stupidissime che si curano da decenni, boh io non lo so.
    Poi io dico tu sei vegana? Sicuramente lo sarai per dei principi, è una tua scelta, ok.
    Ma si può far crescere un bambino con una dieta del genere se nemmeno ha le facoltà cognitive per capire perché deve o no mangiare determinati cibi? Quando crescerà semmai abbraccerà questo stile di vita PER SUA SCELTA, no?
    Io già me lo vedo suo figlio, come tutti i figli di coloro che ragionano come lei, che appena avrà la possibilità di uscire con i suoi amici si sparerà un bell’hamburger lontano dagli occhi pressanti dei genitori

  38. Veg a parte, conosce mamme e bimbi vegani sanissimi e senza carenze come ho letto in tutti i commenti più o meno sbagliati e di cui non voglio parlare perché altrimenti mi sale il nervo; non condivido assolutamente i commenti del tipo “toglietele il figlio perché è vegana”. Ma scherziamo??
    Detto sono assolutamente PRO VAX, non capisco -anzi non concepisco- come si possa mettere a rischio la salute di un bimbo tuo s di tutti quelli che gli stanno attorno! Perché ci sono bimbi che non possono essere vaccinati e per questo serve l’immunita di gregge. Anche perché i figli non vaccinati, poi possono contrarre la malattia da adulti e rischiare la pelle.
    Poi ok, i vaccini sono testati su poveri animali e se guardiamo da questo punto di vista, la scelta vegana è coerente al 100%. Però, forse, questo lo vedrei come uno strappo alla regola per tutelare la mia salute. Ipocrita? Forse, ma per una scelta così la farei.
    Se fosse per me, la legge italiana per cui alla scuola non possono essere ammessi bimbi non vaccinati, non esisterebbe perché li vaccinerei senza avere obblighi.. il fatto è che purtroppo le persone si “documentano” su Facebook o su internet dove ci sono un mucchio di idiozie. E la gente è sostanzialmente stupida.

  39. Nn penso perché dipende da come cresci. Se sei cresciuto consapevole che per farti mangiare un hamburger è morto un animale, non ci pensi a mangiarlo.

  40. Nemmeno mezzo integratore.
    Analisi approfondite e perfette da anni in cui segue questo regime alimentare.

  41. A commenti sarcastici come i tuoi, mi rifiuto fix rispondere perché mi sento solo presa in giro da chi si crede meglio.

  42. Non mi credo meglio, mai, ma ritengo di aver studiato a sufficienza da portermi permettere un commento sarcastico che ovviamente non è diretto a te ma a chi compie delle scelte che dire discutibili è un eufemismo.

  43. L’uomo è onnivoro ed è un dato di fatto non è un crimine mangiare carne o come ho sentito da un attivista vegano che si è paragonato ai grandi della storia l’Olocausto degli animali, che poi uno non se la sente di mangiare tutto ciò che derivi dal mondo animale liberissimo di farlo ma non parliamo di consapevolezza o di promuovere delle scelte che devono rimanere personali

  44. Qui non è una questione di essere controcorrente ma di buonsenso al di là delle questioni ideologiche, non condivido nessuna delle sue affermazioni tra cui quella della levatrice che per carità se hai la certezza che vada tutto bene sì ma purtroppo le criticità capitano e in quel caso anche la migliore levatrice non può fare più di tanto se non chiamare il 118 e sperare che ci sia il tempo di intervenire e se non è chiaro basta dare uno sguardo al passato per capire.

  45. Allora veramante a certa gente andrebbe tolto il diritto di parola! da dove comincio nel commentare tanta oscenità? Innanzitutto un polpettone di dico tutto e nulla.. blabla bla in un miscuglio di scemenze.
    Punto 1 – ha messo insieme il suo diritto di essere strana, la sua alimentazione e il no vaccini come se fossero sullo stesso piano. TOGLIERE A TUO FIGLIO IL DIRITTO ALLA SALUTE non è un’opinione (oscena ripeto) e non è certo come decidere come crescerlo come alimentazione ed educazione, argomenti su cui c’è una soggettività di pareri. Peraltro loro possono permettersi il meglio (sia come cibi, ssia come persone che li seguono)..quindi deduco non lo lasceranno morire di fame, anche se… ahimè succede pure quello…

    2)andare controcorrente per partito preso, perchè fa VIP, è la cosa più “omologante” del mondo cara Kat von D! è la personalità che ti rende diversa non i tatuaggi o il trucco viola invece che rosso, è quello che sei dentro non quello che sei fuori… c’è una bella pubblicità che dice “le cose controcorrente le fai perchè piacciono a te o perchè le vedano gli altri??”!

    3) Se la tua è una scelta personale, che n 5minuti hai pure ridimensionato (!!!!), la necessità di scriverlo sui social? che ipocrita! La farmaceutica sarà una multinazionale dei soldi, nessuno lo nega, ma da qui a non prendere più farmaci (come lei stessa ha detto dopo, quando già però avevano fatto il “boom” con al notizia) ce ne passa…

    Inoltre, tesoro caro… ci stai marciando perfino tu su tuo figlio e la sua salute… suvvia…
    Bel messaggio che dai… perchè quello che queste persone troppo spesso dimenticano è che sono seguiti da milioni di persone, giovani madre che magari abbracciano l’idea senza poi documentarsi, parlarne, senza le possibilità economiche e culturali che può avere una così per portare avanti poi tali scelte (che hanno un peso un costo)..

    Alla fine non sono contro i vaccini (si devono informare), non vogliono parlare di questo, però lo scrivono a mezzo mondo (e immagino le interviste pagate).. dalla regina dell’ipocrisia e della stupidità è tutto? Certo che smetto di seguirti.. è il minimo…

  46. Io ho letto il post e capisco che il primo figlio possa mettere in ansia per tanti motivi e tantissime sono le domande a cui si cercano risposte. Io non le ho mai cercate su internet, ma ho sempre chiesto al mio medico, al ginecologo e alla pediatra che ho scelto ancora prima che mio figlio nascesse. Come alimentarsi è una scelta personale che ha un peso enorme quando hai una vita che devi far crescere dentro di te nel miglior modo possibile, purtroppo non è di moto tempo fa che qui in Italia un bambino nato da mamma vegan al 100% è nato con gravi deficit e riporto una notizia vera che non commento è solo un dato. Io sono assolutamente pro vaccinazioni….io e mia sorella gemella diabetica e nostra sorella grande siamo state tutte vaccinate con le vax obbligatorie e quelle facoltative dell’epoca. Mio figlio (15 anni) è vaccinato sia in modo obbligatorio che facoltativo e sono felice di averlo fatto. Detto ciò rispetto le scelte di ognuno, ma non sono sicura che quello che va bene per un adulto possa andare bene per una vita che sboccia, che nascerà e che dovrà crescere. Forse per evitare tutto questo polverone sarebbe stato meglio non pubblicare un post così personale…..tutto qui.

  47. Un’altra cosa e poi taccio lei è un influencer quindi utilizza il suo ascendente per promuovere i suoi prodotti e anche le sue idee su più persone possibili e non c’è niente lasciato al caso, sono sicura che lei rimarrà sulle sue idee perché lo scopo è quello di farle cambiare agli altri.

  48. Guarda sull’essere vegani, come su come allevarlo.. si tratta di scelte molto soggettive , non epr forza sbagliate ma deve vincere il buonsenso… sui vaccini vabbè ma che ne parliamo pure? -.-” che ignorantitià direbbe qualcuno

  49. I suoi post sono sbagliato sotto tantissimi aspetti. Per prima cosa, se il bambino dovesse risultare denutrito (non me ne intendo di dieta veg e non so se è effettivamente praticabile per un neonato) l’assistente sociale glielo porta via schioccando le dita grazie a queste dichiarazioni. Poi per quanto riguarda i vaccini il “sono affari miei” non esiste, specie visto l’aumento di bambini per qualche motivo immunodepressi. Secondo me la legge dovrebbe essere molto più rigida in caso di epidemie: ok, sappiamo come andava per gli untori di peste, ed era sbagliato, ma solo perché per la peste non c’era vaccino.
    Per finire, questo post è sbagliatissimo dal punto di vista comunicativo: getti il sasso e nascondi la mano, inviti i follower a non seguirti se non sono d’accordo, disattivi i commenti… Se vuoi condividere una scelta così importante, non puoi pretendere di farlo solo con chi ti pare, è infantile a livelli preoccupanti

  50. Posso comprendere la paura per i vaccini, anche a me non vanno tutti a genio ma bisogna riconoscere che sono necessari altrimenti metti a rischio la vita di tuo figlio e non solo…
    Invece per la questione vegani proprio no. E se da grande gli piace la carne che vuoi fare…? Pensavo fosse una tipa più perspicace.

  51. Gli integratoei sintetici sono identici a quelli naturali. Non e’ che la molecola cambia perche’ e’ sintetizzata in laboratorio o e’ estratta da un organismo. Non c’e’ differenza.

  52. Lo so bene, ma qual è il pro di prendere le molecole sottoforma di capsula quando una alimentazione variegata (in assenza di patologie) ci fornisce tutto?

  53. Condivido con tutto il cuore questo commento, fa veramente piacere leggere così tante opinioni equilibrate e logiche. Una boccata di ossigeno

  54. Non ho mai apprezzato KvD, nè i suoi prodotti. Non ho mai commentato alcun post che la vedesse protagonista, ma adesso non riesco proprio a stare zitta. Sarà il periodo per me molto particolare, ma proprio non ce la faccio. Allarme spoiler… scriverò cose scomode…
    Io credo fermamente che ad ogni persona in età riproduttiva debbano essere fatti periodicamente test attitudinali e psicologici per capire se è in grado di occuparsi di un’altro essere vivente. Quando una coppia vuole adottare un bambino, viene rivoltata come un calzino, mentre a chi ha la fortuna di riuscire a mettere al mondo un bimbo non viene messo in discussione qualunque pensiero o comportamento idiota. Non capisco questa donna. Ha il grande dono della maternità e butta il benessere di suo figlio alle ortiche, per opinioni tutte sue. Spero che sia stata una “sparata” per fare parlare di se’ (nel bene o nel male, purchè se ne parli), ma ne dubito fortemente. Se non ci sono controindicazioni legate alla singola persona (sistema immunitario troppo debole o altre patologie), i vaccini vanno fatti, punto. Non deve essere una scelta del genitore. Una ragazza che conosco si è “dimenticata” di far fare i vaccini al figlio e adesso ogni 2 x 3 il bimbo ha qualcosa. Ma benedetta ragazza, cosa ti è passato per la testa?!?
    Per quanto riguarda il discorso vegan, un ex collega di mio marito ha scelto di crescere la figlia in modo vegano, sin da quando è nata. Integratori a manetta per compensare le ovvie carenze. Ma ne vale la pena? Perchè togliere alla bambina la possibilità di scelta, quando sarà abbastanza grande per decidere se abbracciare la convinzione del genitori oppure essere onnivora? Io proprio non capisco…

  55. Comunque è stata appena depositata una legge apposita per impedire che venga imposta la dieta vegana o ai minori di sedici anni e si tratta solo di metterla ai voti: i trasgressori si beccano almeno due anni di carcere (se vi interessa guardate sul sito della repubblica)

  56. Proprio per questo! Se il veganismo è una scelta soggettiva, perché dobbiamo obbligare i bambini a seguire questa dieta se sono troppo piccoli per capirne il motivo o se semplicemente non vogliono? Deve partire da loro la scelta di essere d’accordo o meno su certi principi.
    Non ho parlato apposta dell’aspetto salutare perché non so se sia positivo o negativo per dei bambini mangiare in quel modo, magari lo è, però almeno la scelta lasciamogliela

  57. anche mangiare carne è una scelta seguendo il tuo ragionamento… eheheh io sono onnivora, ma voglio veramente avere la mente libera da preconcetti! dico solo che ha messo insieme argomenti diversissimi

  58. Certamente, anche mangiare carne è una scelta. Ma finchè uno non è in grado ci capire “da che parte stare” dovrebbe essere normale mangiare tutto, quindi anche la carne. Poi quando avrà deciso cosa fare o diventa vegano e quindi lascia perdere tutti i prodotti di origine animale oppure continua a mangiare ciò che gli pare e quindi anche la carne

  59. Certo…se sei d’accordo con la scelta di non mangiarlo.
    Mica bisogna crescere vegani per comprendere che muoiono degli animali, tutti da piccoli sappiamo che accade, la carne non può certo cadere dal cielo…però abbiamo continuato a mangiarla lo stesso.
    Il punto è che dovrebbe essere una scelta personale, non dovrebbe importelo nessuno

  60. Mia cara Kat, credi in quello che vuoi ma: 1) lanci il sasso e nascondi la mano. Allora non lanciare il sasso 2) se le convinzioni di alcuni genitori mettono a rischio la salute dei figli e della comunità ben venga l’obbligo vaccinazionale 3) i bambini non possono scegliere da soli. Fare una scelta in loro vece deve essere per la loro salute. Perchè obbligarlo a essere vegano quando l’Homo sapiens sapiens è onnivoro? Dare soldi ai produttori di integratori ( eh si, son gli stessi di big pharma) non è corrente con il punto 2. Detto questo potremmo parlarne all’infinito e si, io i mei figli li vaccino e li io fatti nascere in ospedale dove la loro vita e la mia vira erano sicuramente piú al sicuri che in casa con una levatrice.

  61. Mia figlia era podalica ma non ha rischiato la vita perché ho fatto un cesareo programmato. Ma un tempo non c’erano ecografie, di parto podalico a volte si moriva. E se non si moriva si soffriva da cani per mettere al mondo il proprio figlio. So di donne che sono vive per miracolo, così come i loro figli. Ma sono sicura che se ci fossero problemi, anche Kat Von d si rivolgerebbe all’ospedale, chiunque sano di mente lo farebbe. Quel che ritengo pericoloso é che persone con la sua notorietà dicano cose così, qualcuno potrebbe prenderle troppo sul serio.

  62. Forse è solo stata fortunata? Magari tra qualche anno avremo studi statistici anche su questo e potremo verificare se è stato un caso o se tutti i bimbi cresciuti vegani sono sani come pesci senza prendere mezzo integratore.

  63. Lo scorso settembre ho portato mio figlio grande a fare il vaccino antimeningococco b (facoltativo). Non puoi immaginare la ressa al centro vaccinale di genitori che dovevano necessariamente vaccinare i figli per farli ammettere a scuola… ragazzini di 11-12 anni senza nemmeno l’esavalente… una situazione inimmaginabile. Risultato? Bambini-ragazzini costretti a fare 3-4 vaccini a breve distanza di tempo quando in 6 anni di vita avrebbero potuto farli in tutta tranquillità. Mah.

  64. Mia madre non mi ha vaccinata, sono nata in casa e fino ai 10 anni sono stata vegetariana. Sono sana e non ho mai avuto problemi di salute.
    Scateno l’inferno, lo so ahahahaha

  65. Vabbè la maternità poi fa cambiare idea su tante cose…..avere un bambino vero tra le braccia è tutt’altro che immaginarlo! Kat ha pubblicato una sorta di rettifica forse anche spaventata dalla marea di odio che ha sollevato…..le celebrity cercano il consenso e questo è comprensibile!
    Sono sicura che sarà circondata dai meglio specialisti e se il bambino sarà un bimbo sano non succederà nulla, qualora ci fossero problemi, cambierà sicuramente idee. Lo dico perché ho visto molte mamme vere fanatiche dell’omeopatia, ricorrere (saggiamente) agli antibiotici quando il figlio o la figlia avevano una infezione importante! Sui vaccini capisco le preoccupazioni di una mamma, ma sono convinta che prevarrà la ragionevolezza, mettere a rischio la salute del proprio figlio è una responsabilità enorme e Kat non mi sembra una sciocca. Detto ciò adoro i suoi prodotti ❤️

  66. Mi fa piacere che tu stia bene e non abbia mai avuto problemi di salute. Un solo caso però non fa statistica, per come la vedo io sei la fortunata che ha vinto al superenalotto: un caso più unico che raro.

  67. Comunque bisogna anche fare una distinzione tra vegano e vegetariano. Un vegetariano comunque latticini uova e altri derivati animali li assume, quindi è già un regime alimentare più sostenibile per un bambino. C’è un bell’articolo sul Sito della fondazione veronesi proprio su questo. Un vegano non assume nessun tipo di derivato animale, non è solo una scelta alimentare è una filosofia di vita che io, personalmente, non condivido per niente.

  68. Concordo! Il mio commento si riferisce al fatto che non sia vaccinata e comunque in buona salute.

  69. Si, ma non credere, io mi sono fatta intortare per anni con la storiella del naturale e’ meglio e cose varie…

  70. Io non sono vegana però non mangio tutti gli animali, mangio solo pollo, maiale e qualche volta mucca nella maggior parte dei casi provenienti da allevamenti casalinghi o comunque meno industriali possibili. Infatti per me la cosa peggiore è l’allevamento industriale, dove gli animali non fanno una vita perlomeno decente e nascono solo per essere ingozzati e dopo poco uccisi. Questo lo posso capire ma è nella natura dell’essere umano mangiare anche la carne, ho letto di gente che dice che invece non è vero! E’ questo il problema di molti vegani, sono troppo estremi e come tutti gli estremismi poi esagerano e sono i classici che non rispettano le scelte altrui. Vuoi essere vegano? Ok, tua scelta, non devi imporla a nessun altro, nemmeno ai tuoi figli o ai tuoi parenti più stretti. E comunque nel caso della figlia della tua amica la vedo veramente dura che non assuma nessun nessunissimo integratore per la vitamina B12 perché si trova solo ed esclusivamente nella carne, soprattutto quella bovina. Non assumere vitamina B12 è pericolosissimo perché può portare a condizioni gravi come l’anemia perniciosa. Quindi sicuramente assume o mangia qualcosa che la contiene.

  71. Anche io ho avuto un periodo ma poi mi sono guardata i video di Bressanini e letta il libro di Beatrice Mautino e non mi fregano più 😀

  72. Si appunto li abbiamo fatti tutti i vaccini e non mi sembra che ci siano state stragi di massa da vaccini.
    Raramente purtroppo qualcuno ha una reazione negativa come del resto accade con qualsiasi farmaco o erbetta “naturale” in commercio.
    Molte morti invece sono avvenute a causa di malattie quasi debellate grazie ai vaccini.

  73. Non si sa perche’ si hanno sempre fantasie romantiche dei bei tempi andati…a malapena si campava fino a 60 anni secoli fa….altro che si stava meglio una volta…

  74. Si ma poi appunto, come ha detto gia’ qualcuno…l’essere vegana e’ una scelta sua non del bimbo, lei faccia quello che vuole, ma il bimbo non l’ ha scelto. Siamo onnivori e lo provano la configurazione dei denti e del nostro intestino…
    Ma vegano o no, quello e’ il meno…

  75. Piu’ che altro non capisco il punto di mettere la propria vita privata in piazza sui social , ma dato che lo fanno vuol dire che dovrebbero essere disponibili a confrontarsi con gli altri…

  76. Dice poi nel suo commento su Instagram che e’ stata inondata di messaggi di persone non informate……quando a me quella disinformata, militante e credulona sembra proprio lei.

  77. Però penso che gli altri bambini intorno a te siano stati vaccinati quindi è ovvio che se non la prendeva uno la malattia, tu stavi bella tranquilla.
    Adesso i non vaccinati stanno diventando sempre di più: uno si ammala oggi, domani ne contagia un altro e vedi come scatta l’epidemia…se ragionassimo tutti così eeeehh

  78. La cosa che mi preoccupa di questo è non si tratta della sacrosanta libertà di ognuno di fare quello che vuole (anche se qui c’è di mezzo un bambino, anche se suo figlio, quindi anche in questo caso non è che si possa proprio fare quello che si vuole…) Ma è che diffonde a tutte le sue follower messaggi sbagliati, potenzialmente dannosi è frutto di ignoranza.. E questo mi da fastidio, molto fastidio. Neanche io sono stata vaccinata, mi è andata bene fin ora, ma sapete come sudo freddo appena sento di varicella, morbillo e co? Se mai dovessi solo contemplare di avere un figlio, correrei a vaccinarmi. Il vaccino è un dovere sociale per me… Pensate se il bambino non vaccinato di questa donna prendesse una malattia e entrasse in contatto con una donna incinta, malformando il feto o provocando un aborto? Oppure venisse in contatto con una persona immunodeficienza eh? Questo va oltre il ‘è la mia vita, posso fare quello che mi pare’. Per non parlare dei problemi documentati che hanno i bambini trattati come vegani… Io non ho nulla contro i vegani, ma è una scelta consapevole di vita che va presa da adulti, non imposta ad un bambino che non ha potere decisionale e ne compromette lo sviluppo… Boh… Non è la prima sparata grossa della signora in questione è dopo questa non credo comprerò più nulla da lei

  79. Il bello è che gli stessi medici che raccomandano il vaccino (a livello generico ovviamente, non singoli individui) sono poi quelli da cui tutti vanno a far controllare esami, analisi del sangue… perché dovrebbero essere affidabili sono in alcuni campi? Non ha senso.

  80. Santo cielo, ma che vadano a vedere come un animale mangia viva la propria preda e poi vengano a parlare di crudelta’ umana …Certo noi siamo evoluti come specie …pero’ ….Sti militanti non li sopporto.
    E’ giusto parlare di diritti degli animali e rutelarli il pu’ possibile, ma no e’ contro natura mangiare carne.

  81. E soprattutto non paragoniamo una cosa che è normale ed è nel DNA dell’uomo, come mangiare carne (e per inciso a me non piace e sono praticamente vegetariana) ad una Delle più grandi tragedie della storia moderna. .. se ci avessi tra le mani il suddetto animalista credimi che gli sputerei in un occhio

  82. La tua idea riflette al 100% la mia… Anche io mangio pochissima carne e credo che gli allevamenti intensivi in cui imbottiscono di ormoni gli animali stipati cosí stretti che non si possono muovere sia un’oscenità… Ma senza degenerare in estremismi, basta essere consumatori più attenti! Certo da noi è più facile che in America… Poi il veganesimo, se assunto consapevolmente da adulti ci sta, una scelta che può essere legittima, ma imporla ad un bambino mettendo la sua vita a repentaglio… Non apriamo poi l’argomento vaccini, sennò sbottò.

  83. Ma senza arrivare a questo estremi, basta guardare i paesi del terzo mondo: mortalità altissima per malattie ed alimentazione poverissima… Non a caso i medici volontari che vanno in questi paesi la prima cosa che fanno per debellare la mortalità infantile è portare vaccini … Mi chiedo come questo non faccia riflettere qualcuno…

  84. Non scateni l’inferno e siamo felici che tu stia bene però anche io, come @caterinabarato:disqus, vorrei sottolineare che un caso non fa statistica. Si chiama testimonianza ed il problema é che purtroppo, nell’era internet, si diffondono sempre più spesso delle testimonianze che vengono prese per oro colato da molte persone che saltano i passaggi necessari al vero ragionamento “evidence based” cioé basato su ampi dati statistici analizzati da matematici professionisti che derivano da centinaia e se possibile migliaia di casi analizzati. Il famoso vecchio detto “una rondine non fa primavera” é evidentemente sempre meno capito.

  85. Purtroppo non credo che guardare ai parsi del terzo mondo basti. Li vediamo tutti come troppo lontani da noi, specialmente in America: l’Africa è lontanissima dai meravigliosi e perfetti americani. Quindi finché non si scateneranno epidemie nelle nostre città civilizzate, penso che non cambierà mai niente. Poveri noi.

  86. Io sono nata di 7 mesi, parto Cesareo, in condizioni molto rischiose, avevo un’equipe medica di 20 persone ad assistere al mio parto (più una bel po’ di suore) se non fosse per loro, mia madre avrebbe abortito al 6 mese, io non sarei qui e molto probabilmente neppure lei. Vergogna a chi dice certe cose! Vergogna! Sí va bene, se la tua gravidanza va bene puoi partorire a casa con la levatrice, e poi tanto in America se hai sufficienti soldi puoi chiamare il medico che arriva in elicottero…. Ma se non va proprio tutto benissimo (e non è una cosa proprio rara in un parto) e non sei la riccona, a fintanto che l’ambulanza viene a prenderti a casa, tuo figlio finisce al Creatore e magari anche la madre…

  87. Esatto, e’ una cosa che uno si sente dentro…come la spiritualita’ ….non puo’ essere imposta!! Viene dal tuo essere.

  88. Aiuto…
    Ma poi scusa,… ma se abbiamo bisogno di certe vitamine e micro/macro nutrienti che si trovano solo in determinati alimenti vuol dire che non fa male mangiarli, ma che ne abbiamo bisogno no?
    Ma no…..certe persone mettono i diritti degli animali prima del benessere del proprio bimbo….roba da pazzi!!!!!

  89. Buon per te, molti bimbi non sono stati cosi’ fortunati.
    Per quanto riguarda il vegetarianesimo lo sono stata anch’io per 10 anni fino a che sono rinsavita e ho smesso di rompere le balle agli altri. Rispetto la scelta di chi vuole essere vegetariano solo se lo fa per compassione per gli animali. E’ una cosa bellissima, pero’ da non vegetariana non sto a farmi le pippe se mangio carne perche’ non penso sia contro natura.

  90. Esatto. Perfettamente d’accordo. Sfrutto questo post per ricordare a tutti di controllare il proprio stato vaccinale e di rifare almeno il richiamo per difterite e tetano. Sono offerti a tutti gratuitamente dalla asl. Basta prendere appuntamento!

  91. Non c’e Niente da capire. Sta solo facendo cassa. Quindi non solo espone il figlio a scelte pericolose, ma ci vuole pure guadagnare. Non vuoi consigli o commenti? Non pubblichi. Se fai il contrario e chiedi di tacere, sei solo un’ipocrita.

  92. Più unico che raro? Ho un fratello più piccolo, stessa storia e sta benissimo. Lo stesso i fratelli minori di una mia ex compagna di classe. Quello che voglio dire è che pur non definendomi no vax credo che le vaccinazioni non siano una cosa da prendere alla leggera. Alla fine è normale. Prima di dare un farmaco ad un bambino ti fai degli scrupoli. Perché non dovrebbe essere lo stesso per i vaccini, che hanno un impatto molto più forte?

  93. Purtroppo anche molti bimbi vaccinati non sono stati fortunati. E lo dico per esperienza personale, purtroppo. Poi si può essere vegetariani senza rompere le palle: in mensa a scuola avevo il menù diverso (non ero l’unica) e se per caso a casa di altri bambini facevano la carne la mangiavo

  94. Ti chiedo scusa.
    Il rompere le balle non era riferito a te, ma a me. Perche’io lo facevo;)
    Mi spiace molto che tu non sia stata bene per dei vaccini. Purtroppo nessun farmaco e’ sicuro al 100% sempre. Credo si debbano valutare i pro e i contro e i vaccini hanno aiutato a liberarci di malattie terribili.

  95. Se è per questo, conosco decine e decine, anzi probabilmente centinaia di persone vaccinate che stanno benissimo, e come me ne conoscono altrettante le altre ragazze vaccinate e che sono a favore dei vaccini che stanno commentando questo post. D’altra parte conosco anche persone non vaccinate per determinate patologie che hanno riportato danni gravi per aver contratto tali malattie. Da mamma, ho deciso di far vaccinare mio figlio (anche a pagamento) e metterlo al riparo da sofferenze inutili.

  96. Nessuno ha mai detto che le vaccinazioni siano da affrontare a cuor leggero, anzi è necessario informarsi approfonditamente a riguardo. Bisogna però saper scegliere come informarsi ed avere l’umiltà di affidarsi a chi ha studiato e continua a studiare con metodo scientifico l’argomento, non a chi si è formato “all’università della vita” e non è in grado di fornire studi accreditati ad avvalorare le proprie teorie. È importante studiare anche le malattie per le quali vengono fatti i vaccini, capire quali possono essere i danni momentanei e/o permanenti da esse provocati e la loro incidenza.

  97. Non ho mai detto di non essere a favore. Non lo sono a determinate condizioni: quelle che ci sono adesso nel nostro Paese, dove non fanno informazione in maniera adeguata. Personalmente vaccinerei mio figlio, ma ad altre condizioni: niente polivalenti, non a pochissimi mesi e soprattutto non facendoglieli fare tutti e 10 quelli obbligatori in Italia. Mi spiegate perché negli altri paesi europei se sono obbligatori i vaccini sono comunque meno?

  98. Mi hai tolto ogni parola di bocca. I No-Vax sono la specie peggiore sulla faccia della terra. Esistesse davvero la macchina del tempo vorrei mandare loro nel rinascimento… o anche nel 1700, non dico nell’epoca buia del Medioevo… nessun vaccino, mortalità infantile (e non solo) alle stelle. E come hai detto tu nemmeno troppo tempo fa gli autistici venivano spediti in manicomio perché considerati pazzi.
    Sui bambini vegan sono totalmente in disaccordo. Quella è una scelta di vita che si fa consapevolmente da adulti, non una scelta imposta da te, madre, perché sei a tua volta vegana. Il bambino ha bisogno di ogni tipo di nutrimento nelle fasi della crescita. E molto probabilmente non cucinerà nemmeno lei la pappa al bambino, quindi il “maneggiare cadaveri” non rientrerebbe nelle sue competenze.
    Non riesco a capire perché imporre una cosa simile a tuo figlio, mettendo davanti ai suoi bisogni i diritti degli animali. Capisco il passare ad un ridotto apporto di carne, questo sì… ma la dieta vegana non la comprendo: l’homo sapiens sapiens si è evoluto onnivoro. Poi ognuno è libero di seguire la propria vocazione e il proprio pensiero… ma non sopporto quando impongono le proprie scelte ad altri.

  99. Negli altri paesi europei non vige l’obbligo vaccinale perché la copertura è superiore alla soglia di rischio: se le persone si vaccinano (e fanno vaccinare i loro bambini) volontariamente, a cosa serve istituire l’obbligo?
    Perquanto riguarda l’età di somministrazione, questa viene calcolata in modo da ottenere una migliore risposta immunitaria e garantire una copertura efficace. Le vaccinazioni polivalenti sono state sviluppate in un’ottica di massimizzazione delle risorse con il minimo impatto negativo possibile (meno punturine, maggiore copertura).

  100. Quando ho visto per la prima volta le crocchette vegan al negozio ci sono rimasta. Ok, ogni tanto i biscotti con le verdure le do al cane… ma dannazione il cane è un animale carnivoro! Perché snaturare?!

  101. Diciamo che si stanno raggiungendo livelli di stupidità alquanto imbarazzanti… Evviva l’evoluzione!

  102. Io ho letto di quelle cose sulla pagine Facebook dei vegani da mettersi le mani in testa: “mangiare animali è una cosa che si è inventato l’uomo moderno a causa della sua malvagità invece nella realtà l’essere umano sia frugivoro (mangerebbe solo frutta)” mentre è dal punto di vista scientifico è appurato che la specie umana è onnivora.

  103. Perchè negli altri paesi non rischiano un epidemia perchè la gente si informa su Facebook anzichè dare retta ai medici che hanno studiato e sicuramente ne sanno più di loro.

  104. Le mie bimbe hanno fatto solo i vaccini obbligatori da libretto sanitario … non credo nell’alimentazione vegetariana e vegana… KVD con il suo post mi è sembrata poco elastica mentalmente o mi amate oppure ciao…contenta lei …. queste pseudo star sono bravissime nel pontificare solo le loro idee… mah …

  105. Non si deve neanche sprecare il prezioso tempo per commentare e criticare persone che vogliono tornare a vivere al Medioevo(cerimonie gothiche,modi strani di partorire,no vaccini etc e varie altre cavolate di menti malati).Se lei vuole partorire come una balena o mangiare come una mucca non mi riguarda,io non vado oltre il suo lavoro da mua da dove l ho conosciuta.Puo fare tutto quello che vuole in quanto riguarda la sua gravidanza,crescita figlio etc al limite delle leggi,speriamo che non le succeda qualcosa di brutto come frutto delle sue scelte!Tanti auguri Kat Von D!

  106. Eh ma vuoi mettere tutte le no vax e vegane dei paesi consumisti? tutt’altro che minoranza, una vera potenza economica

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here