L’olio di palma fa male? È da bandire dall’alimentazione?

  1. L’olio di palma viene estratto dai frutti dell’albero della palma.
  2. È ampiamente utilizzato per le sue proprietà organolettiche, perché è estremamente economico e versatile.
  3. Contiene un’elevata quantità di grassi saturi, ovvero grassi “cattivi” dannosi per arterie e cuore.
  4. L’olio di palma è cancerogeno solo se consumato in elevate quantità o se supera i 200°C.
  5. Ha un forte impatto ambientale, tuttavia se lo sostituisse con altri tipi di olio, il danno provocato all’ambiente potrebbe essere ancora peggio.
  6. L’olio di palma non è da demonizzare, va solo consumato con parsimonia.

cliomakeup-olio-palma-frutti-1Credits: @green.it

L’olio di palma è un ingrediente di origine vegetale che compare in tantissimi prodotti da forno, a partire da quelli per la colazione, nelle creme spalmabili, nei brodi, nelle zuppe e nei piatti pronti. È molto diffuso per le sue eccezionali proprietà organolettiche, in più è economico. Tuttavia è ricco di grassi “cattivi” ed è nemico dell’ambiente. Ma come viene prodotto? È cancerogeno? Deve essere bandito dalla nostra alimentazione? Se volete sapere le risposte, non vi resta altro che andare avanti a leggere il post!

#1 COS’È L’OLIO DI PALMA? FACCIAMO CHIAREZZA!

L’olio di palma viene estratto dai frutti dell’albero della palma.

cliomakeup-olio-palma-frutto-2.jpg

Credits: @medium.com


È solido a temperatura ambiente, come il burro ed altri grassi animali. Se non viene raffinato, è arancione perché ricco di betacarotene (un precursore della vitamina A).

cliomakeup-olio-palma-olio-4

Credits: @qualita.ferrero.it

Diverso è l’olio di palmisto, estratto dai semi anziché dal frutto. Questo è di colore giallo e contiene una elevata quantità di acido laurico, un acido grasso saturo (“cattivo”). L’olio di palma contiene circa il 50% di grassi saturi, mentre l’olio di palmisto può contenerne fino all’80%.

cliomakeup-olio-palma-palmisto-3

#2 PERCHÈ È COSÌ UTILIZZATO?

L’olio di palma è semisolido, quindi è particolarmente adatto alla preparazione dei dolci, dove fondamentalmente sostituisce il burro.

cliomakeup-olio-palma-dolci-5

Inoltre non altera il sapore degli alimenti, prolunga la durata del prodotto e dà una struttura molto apprezzata ad un’ampia gamma di alimenti (cremosità o croccantezza a seconda dei casi).

L’OLIO DI PALMA È MOLTO ECONOMICO E MOLTO APPREZZATO PER LE SUE QUALITÀ ORGANOLETTICHE

Inoltre ha un ottimo rapporto tra qualità e prezzo, quindi le aziende produttrici realizzano i prodotti ad un costo contenuto.

cliomakeup-olio-palma-olio-6.jpg

#3 QUAL È IL PROFILO NUTRIZIONALE DELL’OLIO DI PALMA?

L’olio di palma contiene elevate quantità di acidi grassi saturi (ovvero grassi “cattivi”), pericolosi per la salute di arterie e cuore. Tuttavia ne sono contenuti circa la stessa quantità nel burro: l’olio di palma contiene 47 g di grassi saturi, mentre il burro ne contiene 49.

cliomakeup-olio-palma-burro-7Quindi, da questo punto di vista, siamo sicuri che scegliere dei biscotti con il burro invece che con l’olio di palma sia meglio?

cliomakeup-olio-palma-biscotti-burro-8Ragazze non abbiamo finito! A pagina 2 trovate le risposte ad altre tre domande: è cancerogeno? Ha un forte impatto ambientale? Si deve evitare assolutamente? Se siete curiose di scoprire le risposte, girate la pagina!

5 COMMENTI

  1. È giusto, non è da demonizzare né utilizzarlo come fosse l’unico olio vegetale esistente. Io sono per variare i diversi tipi di alimento, ma cerco di scegliere prodotti senza oli di palma, cocco girasole ecc, ma è difficile trovare prodotti da forno che non contengano questi oli o il burro. Per cui l’unica soluzione è consumarne il meno possibile e io sono tornata a fare i biscotti in casa e alterno burro, olio di girasole a ricotta e panna fresca. Vorrei solo aggiungere una cosa, l’olio di palma è rosso in origine e solido a temperatura ambiente, ma in Europa arriva sempre solido ma bianco e quindi ultra raffinato. Grazie tean e grazie Gerbaldo.

  2. Una mattina, nel preparare il latte a mio figlio, sono rimasta sconvolta nel leggere sul barattolo del latte in polvere “senza olio di palma”. Ma perché caspita ci stava l’olio di palma nel latte di un bimbo appena nato? Capisco che troppo allarmismo non va bene, ma quando è palesemente usato perché economico e non per motivi ragionati mi girano le scatole.

  3. Penso che l’olio di palma siano uno degli argomenti più scottanti in assoluto! Non capisco il perché dell’accampamento poi… Non è mica peggio del burro poi! Certo ci sono oli migliori, sono la prima a preferire un alimento con olio di semi di girasole alla palma, ma ll preferisco di gran lunga all’olio di cocco che ha una percentuale altissima di grasso saturo (ma non è altrettanto deminizzato), neanche l’olio di colza è proprio il top, eppure è molto diffuso e non si sente molto parlare.
    Poi ci sono tutte quelle diciture ambigue tipo ‘grassi vegetali non idrogenati’, ”oli vegatali’ etc.. chissà che mix letali.. quando vedo alimenti con certe etichette sono sempre molto perplessa

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here