Difficile non aver sentito parlare di Unorthodox durante questo lungo periodo di quarantena in cui tutti, chi più chi meno, ci siamo ritagliati spazio e tempo per scoprire nuove serie da vedere in streaming.

Unorthodox è una miniserie in 4 episodi disponibile su Netflix ed è, di diritto, uno dei titoli più interessanti, spiazzanti e convincenti degli ultimi mesi. Merito di un cast incredibile – tra cui spicca, indubbiamente, la protagonista Shira Haas (Esty Shapiro) – e della storia vera che viene raccontata, quella di Deborah Feldman, fuggita dalla comunità di ebrei chassidici (più conosciuti come ultraortodossi) in cui è nata e cresciuta in cerca di una nuova vita a Berlino.

Girata prevalentemente in yiddish (un’evenienza molto rara), la serie svela un mondo sommerso fatto di privazioni e divieti seguendo i passi di Esty, fortemente determinata a ritrovare la libertà. Se non vi ho ancora convinto, preparatevi a scoprire nel dettaglio i miei 5 motivi per vedere Unorthodox. Cominciamo subito!

cliomakeup-unorthodox-teamclio-cover

Credits: @netflix.com

#1 QUELLA DI UNORTHODOX È UNA STORIA VERA

La trama di Unorthodox racconta le vicende della 19enne Esther “Esty” Shapiro (Shira Haas), una ragazza ultraortodossa che vive nel quartiere newyorchese di Williamsburg, a Brooklyn, seguendo le regole rigidissime della sua comunità.

cliomakeup-unorthodox-teamclio-2

Credits: @shirahaas Via Instagram


Esty ama la musica, ma come tutte le donne non può cantare o imparare a suonare uno strumento, cosa che farà di nascosto per mesi. Promessa in matrimonio al giovane Yanky (Amit Rahav), come le altre donne della comunità è costretta a radersi i capelli e a indossare una parrucca. Dopo il matrimonio, la vita di Esty ha un unico scopo: dare a Yanky dei figli.

cliomakeup-unorthodox-teamclio-10

Credits: @deborah_feldman Via Instagram

Dopo un anno di matrimonio e mille difficoltà, scopre di essere incinta e decide di scappare a Berlino per rifarsi una nuova vita. Fugge di nascosto con l’aiuto di un’amica e tenta di raggiungere la madre Leah, scappata anche lei anni prima dalla comunità.

cliomakeup-unorthodox-teamclio-8

Credits: @amitrahav8 Via Instagram

A Berlino, Esty riscoprirà la libertà di essere se stessa, l’amore per la musica – cercherà di entrare al Conservatorio – e la propria femminilità. Si farà degli amici e vivrà anche il suo primo vero batticuore. Tuttavia, Yanky arriva in Germania per riportarla a casa. Non vi svelo, naturalmente, come va a finire.

cliomakeup-unorthodox-teamclio-9

Credits: @deborah_feldman Via Instagram

UNORTHODOX SI ISPIRA ALLA STORIA VERA DI DEBORAH FELDMAN

Il punto di forza più grande di Unorthodox è che è una storia vera. La miniserie Netflix è ispirata all’autobiografia di Deborah Feldman, giovane scrittrice americano-tedesca fuggita a Berlino dalla stessa comunità di ebrei ultraortodossi di New York di cui si parla nella serie.

cliomakeup-unorthodox-teamclio-libro-cover.008

Deborah Feldman, Ex Ortodossa. Il rifiuto scandaloso delle mie radici chassidiche. Prezzo: 20,90€ su amazon.it

Appurato di cosa parla Unorthodox – tra le serie Netflix Primavera 2020 più chiacchierate – è bene dire che ci sono delle differenze sostanziali con il libro autobiografico di Deborah Feldman.

cliomakeup-unorthodox-teamclio-3

Credits: @shirahaas Via Instagram

I flashback che nella serie ricostruiscono la vita di Esty a New York sono molto fedeli al libro, mentre le scene girate a Berlino, quelle successive alla fuga della protagonista, si discostano dalla vera storia della Feldman, che vi invito a leggere.

#2 LA GRANDE PERFORMANCE DELL’ATTRICE PROTAGONISTA SHIRA HAAS

Classe 1995, Shira Haas è la protagonista di Unorthodox e una delle giovani attrici più promettenti del momento. Shira è nata a Tel Aviv, Israele, da una famiglia di ebrei e suo nonno è un sopravvissuto all’Olocausto.

cliomakeup-unorthodox-teamclio-1

Credits: @shirahaas Via Instagram

La sua è stata un’infanzia molto difficile, segnata dalla malattia: all’età di soli 3 anni si è ammalata di cancro al rene, da cui è fortunatamente guarita dopo lunghe e difficili cure.

cliomakeup-unorthodox-teamclio-14

Credits: @shirahaas Via Instagram

I suoi esordi nel mondo dello spettacolo risalgono a quando aveva 14 anni, come attrice di teatro. Nel 2013, invece, ha debuttato in TV con il ruolo di Ruchama Weiss nella serie Shtisel. Il suo primo ruolo al cinema da protagonista è stato nel film Princess (2014), ma la grande popolarità è arrivata quando ha recitato con Jessica Chastain nel film La signora dello zoo di Varsavia (2017).

cliomakeup-unorthodox-teamclio-4

Credits: @shirahaas Via Instagram

Con Unorthodox, Shira è diventata famosa in tutto il mondo. La sua interpretazione di Esty Shapiro è magistrale: memorabile, per esempio, la scena in cui le vengono rasati a zero i capelli, un momento molto toccante della serie, e la sua esibizione canora durante l’audizione che riuscirà a ottenere al Conservatorio di Berlino.

#3 ALLA SCOPERTA DELLA COMUNITÀ EBRAICA ULTRAORTODOSSA, UNA REALTÀ DI CUI SI PARLA POCO

Gli ebrei ultraortodossi vivono senza tecnologia, non hanno interazioni con persone che non fanno parte della comunità e credono di avere il compito di procreare per “ricostruire” le vittime dell’Olocausto. La loro è una realtà sommersa di cui al cinema e in televisione si è sempre parlato molto poco.

cliomakeup-unorthodox-teamclio-13

Credits: @shirahaas Via Instagram

La serie ha il pregio di raccontare in modo fedele e veritiero come si svolge la vita all’interno di queste comunità, soffermandosi in particolar modo sul ruolo delle donne.

cliomakeup-unorthodox-teamclio-6

Credits: @shirahaas Via Instagram

Se avete curiosità in merito, guardando la serie troverete molte risposte sugli ebrei ultraortodossi: perché le donne si rasano i capelli? Per quale motivo gli uomini hanno lunghi boccoli intorno al viso?

cliomakeup-unorthodox-teamclio-7

Credits: @shirahaas Via Instagram

Oppure, ancora, perché sono ossessionati dall’igiene personale e come vivono la loro sessualità?

Bellezze, non ho ancora finito. Continuate a leggere e girate pagina se volete saperne di più su Unorthodox. Ci sono altri motivi che rendono questa miniserie Netflix assolutamente imperdibile!