Ciao ragazze!

Se siete affascinate dal mondo della moda e del make-up, non c’è occasione migliore delle fashion week per soddisfare la vostra curiosità! Quella milanese si è appena conclusa, così ho finalmente tempo di raccontarvi la mia esperienza di quest’anno; andando per ordine cronologico, la prima sfilata di cui vi voglio parlare è quella di Kristina Ti, dove ho ricoperto il ruolo di “capo-team”, in collaborazione con Maybelline. Spero che vi interessi l’argomento, perché ho davvero un sacco di cose da raccontarvi! 🙂

NDR-5749_sffs IMG_7068

Kristina Ti è un brand torinese, dal sapore romantico e raffinato, nato grazie alla stilista Cristina Tardito; gli abiti della collezione estiva rispecchiano queste caratteristiche, ma il concept della sfilata è decisamente più intrigante. L’idea è quella di ricreare una passeggiata lungo il lago, verso le 7 di sera, all’ora del tramonto; le ragazze sono reduci da aperitivi con amici o appuntamenti amorosi, e hanno un’aria appena appena stanca, sexy e grunge allo stesso tempo. Romantiche ed eleganti sì, ma con un tocco selvaggio, a partire da capelli, che sono sciolti e ondulati. Il make-up ovviamente deve rispecchiare questi contrasti: alla settimana della moda newyorchese, come vi ho già detto, regnava il nude look, come se i designer avessero avuto paura che un trucco troppo importante avrebbe distolto l’attenzione dagli abiti. In questo caso, invece, la stilista ha preferito optare per un make-up che andasse a riprendere l’intero concept della sfilata.

Schermata 2013-09-24 alle 20.37.10 Schermata 2013-09-24 alle 20.37.01

Ma… Come si costruisce un look per un’occasione del genere? Vediamolo passo per passo:

1) Un paio di giorni prima della sfilata il capo-team (cioè io, hehe) incontra il designer per discutere insieme la questione make-up. Spesso lo stilista ha una visione ben precisa, che magari gli è balenata in mente già nella fase di creazione degli abiti, per cui noi truccatori dobbiamo solo eseguire ciò che ci viene detto; questa volta, invece, Cristina era ancora indecisa tra tre idee: look completamente naturale, bagnato o grunge. La migliore soluzione? Combinare questi suggerimenti in un unico make-up!

NDR-6015_sffs

2) Prova trucco: andando un po’ per tentativi, si trova il modo di realizzare ciò che per ora è solo un concetto astratto. Ho iniziato con una base molto fresca e naturale, sulla quale ho creato dei punti di luce e alcuni accenni effetto bagnato per riprendere il tema del lago e dell’acqua, utilizzando il balsamo labbra Baby Lips nel colore Peach Kiss. Tocchi luminosi con lo stesso prodotto anche sulle palpebre, per un look luminoso e wet. L’aspetto sexy, un po’ sfatto e stanco, l’ho ottenuto con un rossetto marrone, dal sottofondo rossastro, che sono andata ad applicare e sfumare sotto gli occhi, per creare una sorta di ombra smokey stile “ho passato una bellissima serata, ho le occhiaie, ma su di me sono fighe, tiè“. Il rossetto mi è servito anche sulle labbra, ma l’ho alleggerito con un correttore beige per togliere intensità. Una passata di mascara solo sulle ciglia inferiori, e voilà, il trucco è pronto! Non mi è restato che creare una face chart da distribuire al team:

Schermata 2013-09-24 alle 19.49.35
Tutti i prodotti Maybelline utilizzati: correttore e terra Fit Me, gloss Baby Lips in Peach Kiss, rossetto Chestnut, mascara Big Eyes, matita Mastershape Brow Pencil

3) Circa un’ora prima dell’inizio della sfilata, c’è uno step fondamentale: la prova passerella, per vedere l’effetto del make-up visto da lontano (in questo caso era stato ricreato il lago con del plexiglass, mentre la passerella in sé era di legno, a ricordare un pontile). Stavolta, come spesso succede, sono stati necessari dei ritocchi dell’ultimo secondo, perché il rossetto marrone sfumato sotto gli occhi era TROPPO sfumato e non si vedeva quasi! Ho dovuto quindi comunicare al resto del team la nuova direttiva, cioè caricare maggiormente lo sguardo.

Schermata 2013-09-24 alle 20.37.20

4) Subito prima della sfilata si fanno gli ultimissimi ritocchi: crema idratante e correttore/fondotinta sulle gambe, per coprire eventuali botte e dare luminosità; spolverata di cipria finale sulla zona T, perché va bene l’effetto bagnato, ma solo dove vogliamo noi! 🙂 L’adrenalina è a mille… e poi 3,2,1, si parte! 

Schermata 2013-09-24 alle 20.37.37

La sfilata è andata benissimo, i vestiti erano davvero belli, leggeri e svolazzanti, con colori tenui e fantasie a fiori, con dei richiami anni ’70; insomma, è stata un’esperienza fantastica! Una menzione speciale va a Daniele, per la seconda volta mio assistente, con cui mi trovo benissimo. Probabilmente molte di voi lo conoscono già, visto che anche lui ha un canale di make-up su Youtube! Avete presente quando si dice “i casi della vita”? Ecco, io l’ho conosciuto un paio di anni fa ai miei incontri, poi ha frequentato una scuola di trucco qua a Milano…e ora eccolo qua!

Con Dani!
Con Dani!

NDR-5777_sffs NDR-5792_sffs NDR-5549_sffs

Una make-up artist come si deve si mette addirittura (per puro caso) delle scarpe che riprendono i tessuti della collezione! ;) Vi piacciono le mie Toms verde acqua?
Una make-up artist come si deve si mette addirittura (per puro caso) delle scarpe che riprendono i tessuti della collezione! 😉 Vi piacciono le mie Toms verde acqua?

Ragazze, spero che questo post vi abbia interessato; avete ancora dubbi o domande? Cosa ne pensate della collezione? E del trucco? Sono qua apposta! 🙂 Anzi, già che ci siete facciamo un “gioco”: dopo aver letto il post e capito il concept della sfilata, che make-up avreste realizzato voi sulle modelle?

Restate collegate, perché a breve vi parlerò anche delle altre sfilate a cui ho lavorato! Un bacionee