Ciao ragazze!

Ho pensato di racchiudere all’interno di un post un po’ di consigli e trucchetti sull’applicazione dell’ombretto, una specie di “bignami” sull’argomento!

adriana-lima-2012-victoria-s-secret-fashion-show-backstage-04

Gli ombretti sono dei prodotti apparentemente spaventosi per chi non è abituata ad utilizzarli; in realtà non bisogna temerli, perché esiste il colore, la texture e la tecnica di applicazione per tutte. L’importante è seguire qualche piccolo accorgimento:

Scegliere lo strumento giusto: se avete intenzione di entrare nel meraviglioso mondo degli ombretti saranno necessari un paio di pennelli, a meno che non abbiate a che fare con un colore molto chiaro, come un rosa o uno champagne, che potrà essere picchiettato su tutta la palpebra direttamente con un dito. Per sfumature e tecniche leggermente più complesse, però, il vostro fidato polpastrello non sarà sufficiente! So che in molte non si trovano male anche con gli applicatori in spugna che si trovano in alcuni ombretti, ma personalmente non li userei mai: nel momento in cui provate un pennello e ci prendete dimestichezza, capite che è tutta un’altra storia e non potete più tornare indietro! Se avete a che fare con ombretti in crema, invece, dimenticate tutto: spesso e volentieri i migliori strumenti per prelevarli e stenderli sono le dita. Con un pennello da sfumatura pulito, poi, potete addolcire i bordi.

Per un trucco del genere servono i pennelli, c'è poco da fare! :(
Per un trucco del genere servono i pennelli, c’è poco da fare! :(

Schermata-2013-10-02-alle-21.02.02

Per vedere nel dettaglio quali sono secondo me i pennelli più utili, leggete questo post!

Variare i finish: questo, purtroppo, si impara con la pratica! Esattamente come in cucina dovrebbe sempre esserci equilibrio tra i diversi sapori, anche nel make-up bisogna capire come bilanciare colori e finish. Tendenzialmente bisognerebbe evitare una “overdose” di shimmer: il metodo classico consiste nell’utilizzare un ombretto luminoso, satinato o anche metallizzato sulla palpebra mobile, da smorzare con un opaco nella piega dell’occhio, che dia profondità allo sguardo. Questa, tra l’altro, è la tecnica più consigliata per le più mature, che dovrebbero evitare makeup con un solo finish (anche se ovviamente non esistono regole fisse!) Sotto il sopracciglio si può usare un illuminante, ma per un effetto più moderno sarebbe meglio evitare bianchi puri e finish super-iridescenti. Un’altra idea interessante è quella di creare un trucco quasi esclusivamente mat, per poi picchiettarvi sopra un pigmento shimmer, che aggiunga un tocco di tridimensionalità. Se volete un make-up più rock ‘n’ roll, invece, potete sperimentare con l’effetto bagnato-glossy, molto amato dagli stilisti.

versace beauty rtw ss13_5
Una versione portabile del trucco glossy. dove l’accenno di bagnato è dato dal kajal lucido sfumato e un po’ sbavato sotto l’occhio

Sfumare con un pennello pulito: spesso la parte più difficile di un make-up occhi è la sfumatura, sia tra un colore e l’altro, sia tra la parte esterna del trucco e la pelle. Questa seconda transizione, secondo me, è la più importante, perché un ombretto mal sfumato finisce per sembrare una macchia di colore sull’occhio (soprattutto se si tratta di una nuance scura o intensa). Un consiglio molto semplice, ma efficace, è di tenere da parte un pennello pulito da utilizzare esclusivamente per sfumare: con un altro applicate il colore, mentre con questo fate solo dei movimenti “stile tergicristallo” per addolcire il tratto. Usare un pennello sporco per questo lavoro, invece, rischia di far apparire i colori “fangosi” e poco distinguibili tra di loro. In alternativa al pennello pulito, potete usare come colore di transizione per la vostra sfumatura un ombretto della stessa tonalità, ma più chiaro (per esempio un beige su un trucco marrone)

Non utilizzare colori troppo scuri se si è alle prime armi: ragazze, so bene che tutte noi vorremmo essere in grado di creare lo smokey eye perfetto, sexy e intenso, senza finire per assomigliare a dei panda. Purtroppo, però, questo genere di trucco tanto amato è anche uno dei più difficili da realizzare, in particolare se si scelgono colori molto scuri, come grigi, neri, viola e blu. Un consiglio? Esercitarvi quando siete a casa e non dovete uscire o fare niente di speciale! Via via che imparate la tecnica potete gradualmente optare per tonalità più intense, ma per le principianti consiglio di iniziare un marrone non troppo scuro o un bronzo.

Un trucco così è bellissimo per una sfilata...
Un trucco così è bellissimo per una sfilata…
Hilary-Duff-RegisKelly
…ma per tutti i giorni sceglierei per una tonalità più soft, come il marrone! Oltre a tutto un trucco così è anche molto più facile da realizzare!

-Se l’ombretto non dura, provate una base: i primer occhi vengono spesso sottovalutati , ma se su di voi il trucco ha una durata bassa, provate ad aggiungere questo semplice step prima di iniziare… a meno che non abbiate delle palpebre estremamente oleose, dovreste far guadagnare qualche ora di vita al vostro ombretto!

Il chiaro porta in primo piano, apre e illumina, mentre lo scuro infossa e indurisce (ma rende anche lo sguardo più sexy!)

76795_479885318698603_34989310_n

Colore non vuol dire pagliaccio: so che restare attaccate ai nostri amati beige e marroni ci mette a nostro agio, ma a volte è divertente anche provare qualche nuova tonalità. Questo non vuol dire truccarsi di verde acido e fucsia: si possono trovare delle versioni sempre “neutre“, ma un po’ più particolari. Un esempio? Il verde oliva! Nuance spesso sottovalutata, ma abbinata all’oro è una meraviglia! Anche il borgogna e il prugna sono dei buoni sostituiti degli ombretti stile Naked Palette, perché non risultano troppo esagerati sulle palpebre.

Schermata 2013-10-28 alle 18.59.45
Verde oliva per la bellissima attrice indiana Freida Pinto…
v2
…e sulle passerelle di Versace, con un effetto finto sciupato (hehe scommetto che noi siamo più brave a far andare l’ombretto nelle pieghette!)
Kristen Stewart
Kristen Stewart… decisamente non la sua foto migliore, ma il make-up è interessante e fa esaltare tantissimo i suoi occhi verdi!
Portabile o solo da passerella? Io dico portabile, ma restando più leggere sotto l'occhio
Portabile o solo da passerella? Io dico portabile, ma restando più leggere sotto l’occhio e non ossigenando le sopracciglia
Ashley Greene con un trucco marrone-prugna, soft ma interessante
Ashley Greene con un trucco marrone-prugna, soft ma magnetico
Se invece il colore non vi spaventa, potete anche utilizzarlo in modi più creativi per una serata speciale (magari Halloween o Carnevale, così non vi sentirete troppo a disagio)
Se invece il colore non vi spaventa, potete anche utilizzarlo in modi più creativi per una serata speciale (magari Halloween o Carnevale, così non vi sentirete troppo a disagio)

rock-n-roll-hair-at-Monique-Lhuillier-Spring-2010-backstage

-Per evitare “fallout“, cioè residui di ombretto che cadono sulle guance durante l’applicazione, potete tenere un fazzoletto sotto l’occhio mentre lavorate e sfumate il prodotto; in questo modo le polveri finiranno sulla carta e non sulla vostra pelle! In commercio esistono anche gli “shadow shields”, delle mascherine di carta da appiccicare sotto l’occhio che raccolgono il fallout, ma il fazzoletto è altrettanto efficace (e più economico).

shadow-shields SSwhiteback

-Per intensificare il colore utilizzate sotto all’ombretto un matitone o un prodotto in crema: l’ideale sarebbe sceglierlo della stessa nuance della polvere che stenderete sopra (matitone verde con sopra ombretto verde), ma potete anche risparmiare e comprarne solo una chiara, come un bianco o un beige neutro, e una scura, anche nera se lavorate spesso con tonalità intense e metalliche.

-Con gli ombretti cotti inumidite il pennello per un effetto più pieno e saturo

-L’ombretto opaco, se del giusto punto di marrone (solitamente freddo, quasi tendente al grigio e più chiaro di quanto ci si possa aspettare), può essere usato sulle sopracciglia per definirle, evitando l’effetto un po’ duro che si ottiene con una matita. Lo strumento migliore? Il pennellino angolato!

Questo beige apparentemente insignificante è Omega di Mac, amatissimo da molte per definire le sopracciglia! Sempre chiaro, ma una volta applicato dona un effetto molto naturale.
Questo beige insignificante è Omega di Mac, amatissimo per definire le sopracciglia! Sempre chiaro, ma una volta applicato dona un effetto molto naturale.

Ragazze, questi erano un po’ di consigli per l’applicazione dell’ombretto… spero che siano utili e che vi aiutino a superare la paura per questi prodotti! Sicuramente bisogna prenderci un po’ la mano, ma vi assicuro che una volta imparate la tecnica potrete avere delle grandi soddisfazioni! 🙂 Voi conoscevate già questi trucchetti? Ne avete altri da condividere? Vi interessano altri post simili sui diversi prodotti? Se sì, quali? Un bacio!