Ciao ragazze!

Oggi cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sull’argomento “trucchi scaduti”, visto che mi sembra di aver capito che la questione suscita ancora molti dubbi!

Oh nooo, la mia crema da 150 euro è scadutaaaa!
Oh nooo, la mia crema da 150 euro è scadutaaaa!

Partiamo da una premessa importantissima: le case cosmetiche sono OBBLIGATE PER LEGGE a indicare la data di scadenza dei loro prodotti, ma questo non vuol dire che il vostro fondotinta abbia un timer e che appena arriva il fatidico giorno vada buttato nella spazzatura! Con questo non voglio dire che potete continuare a utilizzare il vostro ombretto preferito per 15 anni, ma che in questo campo, come in molti altri, bisogna andare un po’ a occhio e usare il proprio buon senso! La stessa filosofia per me può essere applicata allo yogurt: se lo apro, lo annuso, lo assaggio ed è normale, me lo pappo senza problemi! Poi va bè, ovvio che se ci trovo le muffette che mi fanno ciao lo butto! 😉

Tornando a noi, credo che spesso le aziende cosmetiche per non rischiare problemi e complicazioni scelgano di indicare la data più breve; per intenderci, magari mettono 12 mesi, ma il prodotto ne potrebbe durare anche 24, solo che magari loro non lo testano oltre! È solo una mia supposizione, ma potrebbe trattarsi anche di una strategia di marketing, così noi ci sentiamo in dovere di acquistare nuovi trucchi! 😉 Un po’ come quando abbiamo un telefono in garanzia per un anno e dopo un anno e due giorni si rompe!

Il simbolo del PAO, Period After Opening (periodo dopo l'apertura)
Il simbolo del PAO, Period After Opening (periodo dopo l’apertura)

Detto questo… come regolarci con le scadenze?


In linea di massima ricordiamo sempre che le polveri durano più delle creme; questo vale per fondotinta, rossetti, ombretti cremosi, ecc. Questo perché, oltre al fatto che ci entrano più batteri, i prodotti in crema sono più soggetti a seccarsi e a separarsi nelle due fasi. Per questo motivo non consiglio di comprare ombretti cremosi in tutti i colori dell’arcobaleno, ma giusto un paio nelle tonalità che utilizziamo di più, in modo da non trovarci a doverli buttare via in massa quando si sono seccati!

Attenzione soprattutto agli ombretti cremosi in vasetto; i matitoni, invece, tendono a durare di più
Attenzione soprattutto agli ombretti cremosi in vasetto; i matitoni, invece, tendono a durare di più

Per quanto riguarda i mascara, che sono tra i prodotti con la scadenza più breve (6 mesi), devo dire che solitamente mi si seccano prima della data, quindi il problema non si presenta neanche! I rossetti, invece, che andrebbero buttati dopo 12 mesi, finiscono per durarmi molto di più, visto che mi piace cambiarli e testarli ogni giorno. Finché il colore, l’odore e la texture restano invariati mi sento di poter continuare a utilizzarli!

BACK_2528354a

Questo “test sensoriale” secondo me è l’unico vero modo di capire se i nostri trucchi devono essere cestinati o meno, visto che odore, colore e consistenza sono i principali indicatori della salute dei prodotti! Se poi utilizzandoli ci accorgiamo che qualcosa non va (allergie, pruriti, fastidi e bollicine), non ci resta che struccarci il prima possibile ed eliminare definitivamente il colpevole!

Qualche ultimo consiglio generico:

-La data di scadenza, chiamata PAO (Period After Opening, indicata in mesi), si riferisce appunto alla durata di un prodotto DOPO LA SUA APERTURA. Finché resta sigillato, quindi, non abbiamo nulla da temere, perché è come se si trovasse ancora intonso nell’espositore della profumeria! La prossima volta che comprate un favoloso mascara prima che il vostro sia finito, resistete alla tentazioni di aprirlo e testarlo, buttatelo in un cassetto e dimenticatene l’esistenza! 🙂

-Se non siete sicure che un prodotto sia ancora in perfette condizioni, applicate prima un primer, in modo che si crei una barriera che protegga la vostra pelle

10455870-1322146577-336172

-Attenzione alle scatolette di cartone, perché spesso il PAO è scritto solo lì e non sulla confezione stessa! Prima di buttarle, quindi, annotate da qualche parte la data in cui aprite il prodotto: potete usare un quadernino o un’agenda, oppure attaccarci sopra delle etichette!

-Siate fiscali con le creme solari, perché dopo la scadenza i filtri perdono intensità! Generalmente andrebbero ricomprate ogni anno, sigh!

Piz_Buin-In_Sun-Ultra_Light_Sun_Spray

Insomma ragazze, questi erano tutti i miei consigli a proposito delle date di scadenza! Non voglio dire che non vadano rispettate, anzi, non vorrei mai essere responsabile delle vostre allergie! Semplicemente bisogna usare un po’ di buon senso e valutare in prima persona le effettive condizioni del prodotto in questione! Voi come vi comportate? Usate gli stessi ombretti da 10 anni o siete severe con le scadenze? Che altri trucchetti usate per capire se il trucco è ancora utilizzabile?

173 COMMENTI

  1. Uso il buon senso, un anno fa ho comprato la naked 2 ma non la butterò tra un anno se non noterò cambiamenti nel prodotto, certo dopo tre anni dall’ acquisto la metterò nel mio museo dei trucchi scaduti, ovvero in pattumiera.

  2. Ebbene si…io tengo tutti i trucchi…non sono capace di gettarli nella spazzatura!!!un po’ perchè mi dispiace e un po’ perchè penso che potrebbero un giorno servirmi…una sfumatura,un tocco di non so che,e i ritrovo cosmetici su cosmetici scaduti,lo so sbaglio e cercherò di far una bella selezione!!!

  3. In genere butto tutto ciò che è liquido e cremoso dopo tre anni dall’apertura della confezione anche se i prodotti sembrano ancora buoni. Per le polveri arrivo anche a 5 o 6 anni. I rossetti li butto appena mi accorgo che “sudano” cioè buttano fuori goccioline di liquido, in tal caso sono proprio andati, oppure se cambiano odore e consistenza. Con le creme occhi sono molto fiscale e rispetto rigorosamente il PAO, lo stesso per le creme viso. Grazie per questo post così interessante, conosco molte ragazze/donne che tengono cosmetici per molti anni senza preoccuparsi, meglio informarle dei rischi! Un bacione

  4. Proprio l’altro giorno ho sistemato il mio “angolo make up” …c’erano un bel po’ di cose che non andavano più e accipicchia sono finite in pattumiera!!! Ho fatto anche dei “buoni propositi” : scrivere le date di apertura e acquistare “in modo sano” 😀 è proprio triste aver dovuto eliminare rossetti e ombretti usati poco! Buona domenica a tutte! :*

  5. Cestino i cosmetici quando cambiano odore o consistenza, e questo a volte è capitato anche prima della data di scadenza!

  6. Grazie Clio per avere affrontato la questione che avevo sollevato sulla durata dei prodotti! Post utilissimo per fare chiarezza! Il buon senso vince sempre, ma credo che con i trucchi facciamo tutte più fatica a buttarli via! Buona domenica a tutte!

  7. Io non rispetto rigorosamente il pao ma vado a “naso e occhio” o, perlomeno, mi rendo conto, dopo l applicazione che, se brucia, va buttato! Detto questo… Vedendo l immagine del blush della benefit (che risulta essere staccato dal bordo) mi é venuto in mente che la stessa cosa mi é capitata acquistando un eyeliner cremoso della elf: era già staccato dal bordo quando mi é arrivato! Possibile fosse già scaduto già prima che Lo ordinassi? Fatto sta che l ho dovuto cestinare subito anche perchè non scriveva! A voi é mai successo? Un bacio 🙂

  8. In questo sono un’ assassina! Ho deli ombretti in polverelibere (i vecchi polvere di luce di pupa) da almeno 10 anni li usoancora ( vergogna) ma nn hannp problemi nn hanno cambiato colore ne consistenza e nn mi hanno mai dato problemi alla pelle. Mi piacciono troppo e nn penso che riusciro ad archiviarli…

  9. Gli ombretti in polvere mi sembrano immortali, mentre tutto il resto mi sembra scadere prima.. Grazie Clio per il tuo post.. Interessantissimo!!! Io ho sempre adottato il buon senso per selezionare i trucchi ancora buoni, ancor più del Pao. E il fatto che lo faccia anche tu mi tranquillizza molto.. Noto che ciò che si ‘guasta’ prima sono le matite, che smettono di scrivere, e i rossetti, che cambiano odore. I mascara finiscono prima di scadere e così anche i fondotinta e ciprie. Ho invece tante terre mezzo piene.. Ma non so se buttarle.. Mi sembrano buone.. E tantissimo ombretti in polvere e blush.. Gli ombretti in crema li uso da pochissimo, solo grazie a te, e non so quanto dureranno.. Comunque il mio metro di giudizio e’ e sarà sempre il mio naso!!! Un abbraccio a tutte e grazie Clio

  10. Grazie clio…io li testo prima d buttarli.se nn cambiano consistenza.colore ed odore e mn m creano reazioni strane nn li butto!!!le case cosmetiche hanno l obbligo d porre una scadenza x evitare responsabilita e anke x una questione d marketing….!! Cio nn vuol dire ke il prod nn scade mai.prima o poi s deteriorera…ma dipende da ta cose…anke da ke udo ne facciamo e come lo conserviamo!! Xcio nn prendete x oro colato le scadenze ma fate affidamento al buon senso….!! Certo se una crema e scaduta da un anno sarebbe meglio prend una nuova!!!

  11. Eh eh, Clio! X i mascara faccio come suggerisci tu: essendo maniaca del mascara, se mi innamoro di uno o leggo una tua recensione o se trovo il mio preferito in offerta, li compro e li metto in una trousse “dei trucchi nuovi” dove ripongo eventuali campioncini e dove attingo quando ho terminato un prodotto.
    I miei rossetti sono nuovi quindi seguirò il buon senso.
    Sulle creme viso sono molto fiscale, invece! Al contrario di mia suocera: ha sempre nell’armadietto delle creme e detergenti da secoli! E nonostante l’abbia ammonita sui rischi, lei niente!
    Bacio a tutte!

  12. Ora che ho controllato però alcuni prodotti non hanno indicata la scadenza nè sulla confezione di cartone nè su quella del prodotto. Dobbiamo fidarci? Ci sono leggi diverse in Europa e in America? Perchè ho comprato il Corrector di Bobbi Brown a NY e non trovo nulla! Grazie!

  13. Quando su RealTime cestinavi i prodotti delle ragazze mi si spezzava il cuore mi ricordo hauahuaua “bene…questo quindi resta qui con me!” Buttare la roba mi distrugge sempre moralmente XD

  14. Io penso che la scadenza di un prodotto dipenda molto anche da come viene conservato. Nel senso che, se ogni volta che si usa un ombretto o un mascara o un rossetto poi non lo si chiude bene o lo “maltrattiamo” facendolo cadere, sicuramente il prodotto avrà vita breve. E poi io non riesco mai a resistere alla voglia di comprare nuovi cosmetici e provarli subito!! Brutta abitudine, lo so eheheh

  15. Utile l’idea dei giapponesi di commercializzare prodotti in taglia piccola. Spero che lo facciano, in futuro, anche altre case produttrici, anche per il mercato europeo.
    Al momento trovo solo qualche mascara in confezioni small.

  16. I mascara mi durano neanche 3 mesi si seccano subito, invece ho tantissimi ombretti minerali che fortunatamente durano anni non ho niente in crema tranne qualche matitone appena comprato ma mia mamma c’ha della roba dell’inizio 2000 ho aperto la sua trousse e buttato una marea di roba andata! haha meno male che lei non si trucca quasi mai e ora lo fa con i miei prodotti bio!

  17. Ciao, Clio!! Come te vado molto a senso!! Devo ammettere però che su un prodotto pagato poco riesco ad essere pienamente oggettiva e se non è più il caso lo butto. Su di uno che so di aver pagato tanto, meno!!
    Il primo fondotinta comprato era della clinique, perchè mia mamma voleva che sul viso non mettessi qualcosa di low cost e che poteva farmi male. Però io il fondotinta non lo uso tutti i giorni, sicchè mi è durato più del dovuto ed ho continuato ad usarlo anche quando era un pochino invecchiato! Finchè faceva troppo schifo insomma!!! Ma anche allora non sapevo come fare a buttarlo! E’ stato un anno nel cassetto: ridotto sempre peggio e inutilizzato! XD Alla fine mi son fatta coraggio e l’ho gettato!!! XD

  18. Io faccio come consigli tu… Il prodotto, lo guardo, lo annuso e lo provo, se mi da fastidio o ha cambiato colore /odore lo butto sennò lo uso ancora… Non vedo perchè buttar via un prodotto praticamente a metà se è ancora buono (per gli yogurt invece io non faccio così 🙂 lo butto subito se ha passato la scadenza :)) un bacioooo

  19. Clio, per quanto riguarda le case cosmetiche che tu dici che sono obbligate “per legge” a mettere la data di scadenza sui loro prodotti, devo dire che non tutti lo fanno!
    Ad esempio io ho un paio di rossetti ed un blush che non riportano il simbolo PAO e non lo riportavano neanche i loro involucri..
    Con questi prodotti non so proprio come comportarmi perchè uno dei rossetti ed il blush a fine anno compirebbero 3 anni..dopo tale data credo che li cestinerò.
    Qualcun’altra di voi ha o ha avuto a che fare con prodotti sprovvisti di simbolo PAO?
    Io sono fiscalissima per quanto riguarda il makeup perchè annoto la data dell’apertura di tutti i prodotti su un foglio che tengo nella trousse!
    Di solito dopo la scadenza utilizzo i prodotti per al massimo 2 settimane se sento che hanno ancora lo stesso odore e/o non mi danno problemi..poi li cestino!!

  20. Anch’io butto subito gli yogurt se hanno oltrepassato la scadenza, non mi fido ad assaggiare un prodotto “potenzialmente” scaduto!:D

  21. Io da quando ti seguo sono molto più attenta a questa problematica ma devo dire che da qualche parte conservo ancora rossetti centenari!! Riguardo alle creme solari invece è un disastro, ogni anno mi si ripresentano quelle dell’anno prima perché non le finisco mai!! Sarà meglio provvedere..kiss.

  22. Anch’io ho alcuni prodotti senza il simbolo PAO nè sulla confezione nè sui loro involucri..mi consola non essere l’unica!

  23. Io come te Clio uso perlopiù il buon senso, sto comunque attenta perché ho pelle ed occhi abbastanza sensibili per cui oltre ad odori e consistenza “ascolto” molto quello che mi dice la sensibilità della mia pelle. Per i solari invece rispetto tassativamente quanto indicato sul prodotto. Una volta ho utilizzato una crema protezione 50 aperta poco meno di 12 mesi prima e sono tornata a casa con un bell’eritema!

  24. In effetti l’idea delle mini taglie è ottima, soprattutto quando si vuole provare un prodotto nuovo! Io appena posso le acquisto! Purtroppo non sono facili da trovare…

  25. anch’io generalmente vado a buon senso! ho diversi ombretti e matite che ho da anni, ma vanno ancora benissimo!
    sai, i dubbi sulle scadenze mi erano venuti quando avevi fatto le prime due stagioni di Real Time in cui controllavi i trucchi delle ragazze. Spesso parlavi di scadenza. E subito ho pensato, cavolo, ma i make-up artist con tutti i trucchi che hanno, mica li butteranno alla scadenza esatta? 😉
    grazie comunque per questo post è sempre utile!

  26. Verissimo il fatto delle creme solari! Quest’estate ne avevo una avanzata dall’anno scorso che non aveva cambiato colore né odore ma una volta spalmata mi ha fatto abbronzare (anzi, bruciare) a chiazze! 🙁

  27. Clio io utilizzo questo metodo cioè non mi focalizzo molto sulla data di scadenza ma guardo se i prodotti cambiano consistenza, odore,colore praticamente se diventano mostri hehe. Un baciuss 🙂 *

  28. Mai,mai,mai continuo ad usare i prodotti dopo la scadenza…ho visto un paio di casi di persone avere reazioni allergiche che poi sono diventate croniche dopo che sono comparse la prima volta.Secondo il dermatologo in quel caso la pelle ha sviluppato una reazione al prodotto che si ripresentava ogni volta sui prodotti nuovi come fossero scaduti.Risultato: zero trucco per il resto degli anni.Non voglio rischiare una cosa del genere.Cerco di comprare in modo intelligente per non dover buttare kg di trucchi e soldi!

  29. Personalmente, ahimé, non ho mai controllato le date e mi capita di tenere gli stessi cosmetici nella trousse anche per 2-3 anni, soprattutto gli ombretti!!!
    Forse anche perché gli ombretti si usano in minor quantità, rispetto magari alla cipria o al blush…che infatti mi durano sempre 6-7 mesi al massimo!
    Il mascara invece lo butto direttamente quando si secca. Comunque devo dire che finora, anche ombretti che magari ho avuto per anni, non mi hanno mai dato problemi di allergia.
    In ogni caso ogni tanto (l’ultima volta l’ho fatto un paio di giorni fa) svuoto la trousse e faccio una cernita di cosa tenere e cosa no…e riempio sempre una bella bustina di cose da buttare!!! 🙂
    Comunque adesso comincerò a fare più attenzione alle date di scadenza, anche perché ho una pelle molto delicata e vorrei proprio evitare di gonfiarmi come una mongolfiera!!! XD
    Grazie mille per i tuoi ottimi consigli Clio, come sempre sono preziosi!!! 🙂

  30. E’ vero!!! Ad esempio alcune case fanno delle terre gigantesche: proprio il prodotto che va usato con più parsimonia rispetto agli altri, visto che di solito si usa solo per fare delle lievi ombreggiature!!!
    Assurdo!

  31. Io ho un metodo di riciclaggio particolare: prima che scadano, do i trucchi alla mia cuginetta x truccare le bambole e in due minuti sono già terminati! A parte gli scherzi non apro mai niente se non lo devo usare. Le uniche cose che non finisco mai sono le matite colorate!

  32. Io di solito, invece, per gli yogurt faccio come Clio: gli alimenti, soprattutto i derivati del latte, quando scadono hanno un odore così orribile e forte che te ne accorgi subito!!!

  33. Mia suocera ha un piegaciglia di quando era ragazza, trenta anni fa, tutto sporco d mascara e cm se non bastasse il suo pennello da blush lo ha comprato 20 anni fa, mai lavato! Ed è così pulita e curata che sembra assurdo!

  34. Io di solito muovo la boccetta da un lato all’altro: se vedo che all’interno lo smalto si muove ancora in maniera abbastanza fluida lo tengo, altrimenti se vedo che fa fatica a spostarsi lo butto via!!!
    Comunque ho notato che quelli della Deborah sono quelli che durano meno!

  35. Anch’io li osservo bene e uso il buon senso. In generale butto: Mascara quando inizia a seccare (6 mesi max un anno), Creme e Fondotinta quando fanno l’acquetta, Rossetti quando cambiano colore/sapore/consistenza, Ombretti in polvere invece li uso a oltranza! non tutti, ovvio, però sono i prodotti che restano stabili più a lungo.

  36. Dipende: il mascara lo butto appena si secca, con la cipria e il blush non ho problemi perché di solito mi durano meno di un anno, però ad esempio con gli ombretti e tutti i cosmetici per le labbra (che sono quelli che mi durano di più) vado un po’ a sensazione, tra consistenza, colore e odore. Anche se finora non mi è mai capito di imbattermi in un cosmetico con un cattivo odore o un colore strano!
    Spesso quando mi accorgo che un ombretto o un gloss ce l’ho decisamente da troppo tempo li butto a priori e li ricompro!

  37. Le creme vanno bene per le scarpe e le borse.
    Io cerco di riutilizzare quanto più posso per usi diversi dal cosmetico.

  38. Il problema eche non sempre tutti i prodotyi dono sigillati alcune profumerie le hanno li nie espositori come nuovi ma magsri wualche fkiente l ha gua sorto il fondo o l ombretto….

  39. Accipicchia! Sembra la mia… é sempre curata e pulitissima ma su cosmetica e makeup é indietro di 30 anni!
    Ciaoooooooo! !!

  40. Io il blush non riuscirei mai a terminarlo prima di un anno, ce l’ho da 3 anni quasi, ed è da 5gr se non sbaglio..io per i gloss mi baso sull’odore che è ancora invariato e per quanto riguarda i rossetti non so che fare, mi sa che i cosmetici senza scadenza li getterò via quando avranno compiuto 3 anni, e manca poco..giusto un mesetto.
    Anche se a dire il vero mi dispiace sempre gettare via un cosmetico ma non credo di essere la sola 😀

  41. Davvero quado i rossetti “sudano” sono arrivati al capolinea?
    Io avevo sentito dire che possono sudare anche a causa di sbalzi termici…

  42. Anch’io credo che le goccioline sul rossetto siano dovute alla temperatura.Mi capita in estate,quando fa molto caldo,ma una volta rimessi al fresco tornano perfetti!

  43. Io mi affido sempre al naso per decidere se buttare o meno dei prodotti, perché specialmente se contengono oli (quindi tutte le creme, i rossetti, i correttori e affini), l’odore dell’irrancidimento si sente benissimo. Qualche settimana fa volevo usare un rossetto di Kiko di una edizione limitata del 2010, un bellissimo color prugna perfetto per la stagione, ma quando l’ho aperto aveva un odore terribile. Ho colto l’occasione per fare un check dei prodotti labbra e ho scovato anche un vecchio gloss di essence puzzone. Fortuna che sono tutti prodotti low cost, si fa un pianto e un sospiro e via nel cestino… Fossero stati prodotti costosi, penso che non avrei avuto il coraggio di buttarli. Al contrario ho rossetti comprati quando ancora andavo al liceo, almeno 10 anni fa, che non uso più solo perché son colori terribili pieni di brillantini (ahhh la gioventù), ma che volendo sarebbero ancora buoni.
    Le polveri invece, se usate con cura (con pennelli e spugnette pulite), difficilmente vanno a male. Essendo io pallidissima, la terra ad esempio mi dura secoli ed è sempre in buono stato. Stesso vale per i blush: fortuna che se posso, scelgo sempre formati sample (Neve, Minerale puro ecc), altrimenti mi accompagnerebbero vita natural durante.

  44. Io gli smalti li tengo finchè non iniziano a fare i grumi o quando l’odore si sente dopo 2 ore dall’applicazione!

  45. Io butto sempre le cose che non hanno più lo stesso odore o che hanno cambiato consistenza. Con i mascara e i correttori non ho questo problema perché li uso molto; ho il primer UD scaduto da più di sei mesi ma non mi dà assolutamente problemi e continuerò ad usarlo, per gli ombretti di marche “superior” stesso discorso…mi scoccia un sacco però che gli ombretti essence in crema “stay all day” mi si siano seccati dopo pochissimo! 🙁

  46. Oddio ho sempre pensato che quella M nelle confezioni indicasse la quantità di prodotto,non la scadenza ò_ò che deficiente!

  47. Il mascara a me dura più di 6 mesi… per gli altri prodotti mi affido al mio “senso”, seguendo i tuoi consigli Clio, perchè ho imparato tutto da te! 🙂

  48. Salve, sono cosmetologa e docente di cosmetologia a Modena e Bologna. Partiamo da una premessa: le aziende non sono affatto obbligate ad indicare una data di scadenza, devono farlo solo se i cosmetici durano al massimo 30 mesi dalla data della loro produzione. Complimenti Clio, ti seguo in tv e sei simpatica e brillante, ma attenzione alle informazioni, alle volte errate, che vengono divulgate, possono danneggiare consumatori e aziende produttrici. Buon make up a tutte!

  49. Io non sempre rispetto le date di scadenza anche se comunque sto molto attenta a ricordarmi e segnarmi l’apertura del prodotto. So bene il giorno preciso della scadenza del prodotto e sto ben attenta a controlli rigorosi anche se il prodotto non è scaduto specialmente se ho dubbi che il prodotto sia stato aperto in negozio. eheh Fidarsi bene, non fidarsi è meglio. Con allergi ecc non si scherza , meglio tenere sempre tutto sotto controllo 😀

  50. Ciao Clio e ragazze 🙂 anche io come voi vado un po’ ‘a naso’, anche se devo dire la verità, a parte che con una crema al cocco per il corpo vecchissima, acquistata in un supermercato, non mi è mai capitato di dover buttare cosmetici prima che finiscano! sia chiaro: ho ancora trousse della pupa di quando andavo alle elementari, acquistate per gioco o che mi venivano regalate, ma ovviamente non le uso XD per gli altri prodotti devo dire che ne erano così pochi quelli centenari che non è stato difficile consumarli subito e sbarazzarmene 🙂 preferisco sempre cercare di consumare le cose, siccome non mi posso permettere grandi acquisti e devo risparmiare XD mi motivo con il ‘progetto smaltimento prodotti’ di molte youtubers e bloggers, infatti adesso sto cercando di usare le mie cose ‘a turno’ così da finirle prima ed evitare gli sprechi! un bacione 🙂

  51. Quando lo yogurt va a male la confezione si gonfia. Finchè non succede, si può mangiare tranquillamente. Ciao!

  52. Io uso il tuo stesso metodo… poi è ovvio che non uso lo stesso ombretto per 10 anni però finora non ho mai avuto problemi di irritazioni allergie o altri effetti collaterali! Grazie mille x i migliardi di consigli che ci dai, clio! Un bacione

  53. mi e’ venuto il magone vedendo l’ombretto in crema benefit..sto aspettando da almeno un mese un pacco della benefit fermo in dogana a linate…so che non c’entra un tubo con l’argomento..ma sono triste e dovevo sfogarmi uff
    detto cio io sono attenta ,essendo allergica a molte cose, ma non fiscalissima..se come dici tu non ha cattivo odore non mi da probloemi di pelle o bruciore., se il fondotinta in crema non si separa etc etc continuo ad usarli fino a che non finiscono …ci vado piano a buttare cose…i soldini scarseggiano e si fatica a guadagnarne

  54. anche a me un ombretto stay all day di essence si è seccato dopo pochissimo che l’avevo comprato, molto prima della data di scadenza!!!

  55. guarda io ho lavorato in supermercati e mi dicevano che ritirano il prodotto cambian confezione e lo reimmettono sul mercato almeno due o tre volte..per il latte senza cambiar manco scatola ci sono codici speciali sotto dove ,chi sa r,iesce a leggere quante volte il latte e stato rimmesso in vendita.pare sia perfettamente legale..e la maggior parte dei consumatori non lo sa

  56. ma perche scusa??? se dopo tre anni hai ancora colore , ma continua ad usarla fino a che non la esaurisci..son polveri.non fanno nulla. mi sembra uno spreco inutile gettare cose dopo tre anni..poi la naked?? naaa eresiaaaa

  57. Io butto i prodotti solo se vedo che sono ambiati di colore, odore o consistenza, non guardo molto la scadenza! Mi dispiace buttarli se sono ancora buoni 🙂

  58. esatto non son da gettare per quello, solo se san di rancido..vuol dire che son arrivati al capolinea..succede di solito con rossetti naturali..quelli di molte marche..tipo mac han talmente tanti conservanti che penso dureranno decenni, pur non essendo di certo le cose piu sane da mettersi sulle labbra

  59. Idem, ho un kit formato da rossetto e ombretto di Chanel da 12 anni e li uso ancora. Il rossetto è per me il rosso perfetto, mat con sottotono freddo, che mi sta benissimo e ha una durata infinita.

  60. Graize mille Clio come sempre e buona domenica!Siccome sono una persona allergica buttavo via subito appena arrivata la data o perchè un prodotto mi annoiava.Ora complice la crisi, sto molto più attenta seleziono i prodotti e li testo purtoppo con la essence e kiko ho un pessimo rapporto alcuni mi hanno fatto proprio bruciare gli ochhi anche la rimmel evito queste marche

  61. é vero sarebbe molto comodo con i cosmetici mignon non lo shampoo io vedo mini taglie di shampoo sono scomodi

  62. Questa è una bufala immensa, se fai una ricerca, e basta Google, vedi che i codici servono solo per la tracciabilita’ del contenitore, non per il riciclo del contenuto. E le barre colorate servono per indicare al macchinario che forma le scatole, dove tagliare.

  63. Io invece sono una maniaca delle scadenzeee !!!!! ( per quanto riguarda il cibo ) invece i trucchi faccio un po’ come te !!!!

  64. Le minitaglie però spesso costano solo pochissimo meno delle taglie normali, quindi tantovale prendere il formato standard, inoltre con le minitaglie si producono più rifiuti, il prodotto finisce prima, lo butti prima, quindi più accumuli nella spazzatura. Un prodotto formato standard come dice Clio, se è buono comunque te lo tieni per più tempo prima di comprarne un altro.

  65. Buona domenica a tutte! Ho letto un po di commenti, e mi fa piacere di capire che sono nella media, ovvero butto soltanto le cose che hanno cambiato di odore, colore o consistenza…
    Solo una volta ho fatto una mega pulizia dell’armadietto dove tengo i cosmetici e ho buttato tutte le cose vecchie, compresi numerosi ombretti in polvere che avevo usato pochissimo, inutile dire che a priori me ne sono pentita amaramente, infatti erano ancora validi… chissà che mi era preso…
    Ora cerco di tenere sotto controllo costantemente, buttando via via i prodotti che mi danno fastidio alla pelle (uno degli ultimi è stato un ombretto di sephora che usavo spesso bagnato e che mi pizzicava parecchio per i primi minuti dopo l’applicazione) cerco di fare acquisti abbastanza mirati, visto che preferisco i prodotti di fascia abbastanza alta e che non costano pochissimo… e che i cosmetici non li consumo in 2 giorni…
    Invece per le creme corpo e viso e per gli altri prodotti per la cura della persona cerco quasi sempre di iniziare e terminare il flacone.. odio avere dentro la doccia tante bottigliette e barattoli…

  66. Giusto un mesetto fà ho dato una “ripulitina” al beauty-case di mia madre…praticamente ora si deve ricomprare tutto, e mentre gettavo i suoi amati “reperti storici” mi diceva: “mi sembri Clio a Real Time”! Cmq anche io ho imparato ad andare ad occhio..quando un prodotto non mi convince più, o cambia odore e perfino texure, lo cestino (con tanto dolore nel cuore)…!

  67. <3 che belli li ricordo benissimo!! anche io ne ho ancora qualche residuo di quello bronzo/dorato..lo applicavo sul corpo per esaltare l'abbronzatura, effetto unico!

  68. Bel post, grande problema! A parte il fatto che non ricordo mai assolutamente quanto tempo è passato dall’acquisto (e apertura) di un prodotto, anche se mi propongo sempre di appuntarmelo! E poi certe cose, come si dice: “Non mi possono dare pace!” Va bene il mascara o la matita nera che uso tutti i giorni.. ma quando compro delle matite colorate blu, viola, verde, marrone dovrei seriamente buttarle dopo 3 anni anche se sono ancora intere?? Oppure mi hanno regalato per il mio compleanno l’anno scorso una palette di 24 ombretti.. cosa dovrei fare dopo due anni, buttarla?? E’ passato un anno e molti dei colori ancora non li ho nemmeno usati!
    Mi dispiace ma butterò tutto solo quando inizierà a puzzare o cambiare consistenza o colore!

  69. La questione del latte è verissima, quando scade i produttori lo riprendono e lo trattano per poi rimetterlo in commercio, cosa che può essere fatta per un massimo di cinque volte e che viene indicata sotto la confezione.

  70. Io ho dei problemi agli occhi e rispetto sempre le scadenze,cosi’ anche x le creme x il viso,ma ho riscontrato un problema: alcune marche non sigillano i prodotti e quindi come faccio? Se qualcuno ha aperto gia’ il prodotto,infatti una volta un mascara era secco

  71. Di solto i mascara li finisco in un paio di mesi, e la sfiga che ho con gli ombretti in crema me li fa seccare mooolto prima della data di scadenza :'( ho qualche polvere, sì, da ben più di qualche anno, ombretti come fuxia o verde acido non li uso ogni giorno (anzi, con gli anni i miei gusti son cambiati e temo che morirò con i vari marroncini e taupe perenni XD). Diciamo che sarebbe utile organizzare degli swap tra amiche, o appassionate di make up della stessa città, per scambiarsi i prodotti che non si usano, così da potere sfruttare e terminare un ombretto piuttosto che una terra prima del PAO. Odio gli sprechi XD

  72. ciao clio. mi potresti indicare i tuoi preferiti riguardo i prodotti che hanno più di un utilizzo?

    PS: che ne pensi dei nuovi ombretti in cialda della KIKO?
    baci e buona domenica.

  73. clio se su una matita si è creata una patita bianca significa che devo buttarla? o posso temperarla e continuare ad usarla?

  74. Nel mio caso dipende dal prodotto.. Se è in crema non do importanza alla scadenza xke spesso mi si seccano prima del previsto. Mentre i prodotti in polvere li utilizzo ancora un altro pò dopo la scadenza 🙂
    Ti adoro Clio <3

  75. Purtroppo queste case cosmetiche (secondo me) fanno queste terre gigantesche basandosi su ragazze che ogni giorno al posto del fondotinta si riempiono il viso di terra XD

  76. Clio, faresti una lista dei migliori prodotti cruelty free? ho bisogno di un fondotinta che renda la mia pelle impeccabile (mat, coprente); stavo pensando al Double Wear di Estee Lauder ma testa sugli animali!:( Illamasqua credo sia cruelty free, tu che fondo consigli di questo brand? spero tu risponda, per me è molto importante!

  77. beh, la patina bianca in effetti è segno che è passato un po’ troppo tempo…. io ti consiglierei di cambiarla, soprattutto se è una matita per occhi! besooo

  78. nella spazzatura dell’indifferenziata direi, visto che non sono mai nè solo plastica o solo carta 🙂

  79. Io ho un dubbio da un po’ di tempo: come faccio a capire quando un mascara è finito? Lo sento secco sulle ciglia? Grazie per i chiarimenti.

  80. Menomale che non sono l’unica a conservare dei reperti…. Diciamo che con noi il vintage è realtà 😉

  81. buona sera dott.ssa Miglia, colgo questa occasione per rivolgerle una domanda: essendo una studentessa di scienze e tec. alimentari (università di Milano) sarebbe possibile passare ad una laurea magistrale in cosmetologia dopo aver conseguito quella triennale in tecnologie alimentari? La ringrazio.

  82. Per le creme non ho mai problemi perchè non ne apro contemporaneamente e quindi le finisco sempre in tempo, per il resto dei trucchi invece non guardo affatto la data di scadenza ma li butto solo quando hanno perso le loro caratteristiche di base. Ho anche un reperto archeologico: un ombretto duo di esteè lauder di 22 anni fa che anche ora mi dura tutto il giorno, ha lo stesso colore, non mi irrita, non ha cambiato odore..insomma come quando lo comprai ed è un verde lago stupendo…non vedo perchè buttarlo! Ho cestinato invece diversi rossetti o gloss

  83. io faccio come te…poi per i trucchi dipende,tipo ho degli ombretti vecchissimi ma non mi danno problemi e continuo ad usarli. Invece una volta un mascara penso che mi era scaduto da poco,o forse nemmeno,non ricordo,comunque mi ha fatto irritare gli occhi e l’ho buttato! diciamo che dipende 😉

  84. Io li annuso e li provo..se non puzzano e non irritano continuo ad usarli..ho una cipria libera Dior che a dicembre compie tre anni e continuo ad usarla tranquillamente.. I mascara mi durano in media dai 6 a i 9 mesi..blush in polvere il uso per secoli, mentre cerco di utilizzare spesso gli ombretti in crema, perché ho il terrore che si secchino.. Ho l’Illusion d’Ombre di Chanel in Epatant preso ad aprile 2012 e lo uso praticamente tutti i giorni, solo o sfumato con altri colori, per paura che si secchi.. Se un trucco mi diventa insopportabile prima che si guasti lo regalo a mamma..infatti lei non compra un fondo o un ombretto da anni.. 🙂

  85. io prima di buttare buon prodotto scaduto guardo : se è secco , il colore e in fine lo testo prima di metterlo nel cestino. non uso prodotti da 10 anni ; sono solita a guardare le scadenze. bacio.=)=)

  86. Oh beh, mangio cose scadute da mesi (non da frigo eh!!!), puoi immaginarti con i trucchi!!! Nei miei ormai 15 anni di acquistatrice compulsiva di cosmetici ho buttato via solo alcune trousse e rossetti comprati alle medie/primi anni delle superiori, quando ero convinta che un makeup da fata confetto fosse assolutamente il top. -_- Tipo quelle enormi trousse (adesso) inguardabili della pupa che erano per me oggetto di sommo desiderio, lucidalabbra con i brillantini da collage & similia…

  87. In effetti mi sa che hai ragione, mentre lo scrivevo mi sembrava che tre anni potevano non significare nulla……lunga vita alla mitica naked 2. Grazie e ciao.

  88. Ciao Clio, io proprio non c’è la faccio a buttare via i trucchi se non sono finiti…. Poi alcuni hanno delle confezioni così belle tipo le palette degli ombretti che una volta finiti e’ un peccato buttarli anche solo per lo specchietto. Anch’io cerco di usare il buon senso guardandoli e annusandoli e allora se noto che non è’ più come prima non lo uso più e lo butto via ma solo se non ha lo specchietto! Ma secondo te, (anche voi ragazze che leggete) e’ possibile essere allergica solo ad alcuni colori di ombretti o matite? Mi spiego… Ultimamente ho notato che se utilizzo un ombretto e una matita occhi di color viola intenso il giorno dopo ho la congiuntivite, e i trucchi sono nuovissimi e di una nota marca non molto economica, se invece utilizzo colori più chiari della stessa paletta non mi succede nulla, mi è’ capitato anche con dei pigmenti fluo e quindi colori molto intensi, secondo te e’ possibile?! E voi ragazze a qualcuno capita o è’ capitata la stessa cosa? Bacio

  89. Io ho mangiato yogurt scaduti anche da un mese e non mi è’ successo nulla, butto via solo se vedo muffa o se provandolo appena appena risulta a gusto immangiabile.

  90. Di solito mi regolo cm fai tu, se un prodoto è ancora buono cm quando l’ho comprato continuo ad usarlo anke se è scaduto!

  91. Sì, della questione del “riutilizzo” del latte ne avevo sentito parlare in tv, ma dello yogurt non sapevo nulla.
    In pratica travasano gli yogurt scaduti, mettono una “nuova scadenza” e li rivendono?

  92. è vero, a me è capitato quando le temperature erano molto alte, poi i rossetti son tornati normali:)

  93. La cosa peggiore è quando un cosmetico va fuori produzione, perché magari scade e lo devi buttare pur sapendo che sarà impossibile trovarne un altro identico in giro!!! 🙁

  94. Ciao Katia,si secondo me è probabile, può darsi che tu sia più sensibile a dei componenti che vanno in determinati colori.. infatti se guard l’inci sotto le palette, mi viene in mente uno dei miei ultimi acquisti, la naked basics, sulla scatolina di cartone ci sono i vari componenti suddivisi per colore, i due chiari hanno gli stessi ingredienti, come i medi, il più scuro ha una lista a se… quindi può darsi che ti dia fastidio qualche colorante, magari puoi provare a controllare proprio la composizione degli ombretti/pigmenti che ti causano la congiuntivite confrontandola con quelli che non ti danno fastidio, un lavoretto un pochino noioso, ma che magari ti può risparmiare dei fastidi!
    poi ti può aiutare anche negli acquisti futuri selezionando i prodotti che non contengono quello che ti da fastidio!
    Spero di esserti stata utile! :-*

  95. Io ho comprato ultimamente il numero 200 in cialda della kiko, sarebbe un bianco ma la scrivenza è veramente pessima, non è omogeneo e si nota solo con un buon primer sotto. Alla fine devo utilizzarlo sopra ad una base di matita bianca per fissarla altrimenti il colore si vede veramente poco e mi rimane a chiazze. Spero che questo problema sia solo con questo colore, altrimenti sono 4 euro e 90 buttati! Spero di esserti stata utile!

  96. Ciao Clio! il primo video che ho visto su youtube di una make-up artist è stato il tuo sulla scadenza dei cosmetici!!! ero in erasmus all’estero! infatti tornata in italia ho iniziato a rinfrescare la mia trousse…e piano piano a comprare tanti trucchi!!!!!

  97. Sinceramente cerco di utilizzare fin che posso i prodotti però quando cominciano a non scrivere veramente più (gli ombretti per esempio)li butto oppure cerco di calcolare da quanto tempo ho un prodotto e se è veramente troppo li butto anche se funzionano sempre!

  98. Brava Clio, concordo pienamente , io li tengo in ordine e puliti, e quando non funzionano più , li butto non mi è ancora capitato di vedere muffe
    Vero che i fondotinta che non uso, li tengo in frigo, e certi ombretti in crema, si seccano, ma molti sono cremosi come il primo giorno (3esempi: YsL, shiseido,Illamasqua ) Con quelli in polvere, da 3 anni sono ancora come nuovi (es: clinique, kiko, sleek, sephora , too faced, benefit, )
    Rossetti (rimmel, Dior,lancome,sephora, Illamasqua , smashbox, YsL ) idem
    Ciprie blush di varie marche idem
    Le creme, le consumo, idem i solari
    Grazie Ciao

  99. Io uso lo stesso metodo che uso in campo alimentare: apro, annuso, assaggio, se è buono me ne frego e me lo pappo! Per i cosmetici addirittura guardo solo se scrivono ancora e se sono integri….le uniche cose che ho buttato prima che fossero finite sono i mascara che mi si seccano sempre e gli eyeliner in gel. Per il resto, dato che la mia pelle non è affatto sensibile, finchè non mi compare uno sfogo continuo a usare tutto 🙂 sono amante della natura ed economa!!

  100. Ehm io per quanto riguarda la scadenza dei prodotti sono un po’ un disastro… Non faccio molto caso al PAO, cioè lo leggo ma poi me ne dimentico e uso quel prodotto finchè credo sia possibile, ovvero se apro una confezione e il prodotto ha cambiato consistenza o colore lo butto, altrimenti lo metto ed esco! 🙂 E comunque anche secondo me è una strategia di marketing!

  101. Taglie piccolissime sarebbero ok, ma secondo me dovrebbero esistere dei packaging riutillizabili almeno per certe cose come terre blush o ciprie, certe volte mi secca propio buttare dei bellissimi pachetti con lo spechietto solo perché il prodotto é vecchio o finito.. che ne pensate???

  102. Io preferisco utilizzare delle basi in buono stato, così poi mi pongo meno problemi per quello che ci metto sopra. Sì anche io sono dell’ottica che il prodotto si butta quando inizia a provocare irritazioni.
    Come ombretti in polvere datati ne utilizzo pure un paio anni ’60 di mia madre: uno verde acido e uno celeste Tiffany, molto carini. Che dici, saranno scaduti? 😛

  103. Cliooooo ma sei troppo forte.da quando ti seguo ho incomiciato a fare ordine e a buttare le cose vecchie.
    Ma tutte queste idee per il blog ti vengono la notte.hehehe fantastica cliuzza beso

  104. esattamente mi e stato detto da persone che lavoravano in parmalat. , granarolo etc etc ..io non ho visto con i miei occhi mi limito a dire che nel conad dove ho lavorato restituivano alle ditte gli yogurt scaduti…

  105. le trousse con 80 colori quanto tempo si potrebbero usare ?? io ho una trousse da 3 annetti e continuo ad usarla,però per esempio questa estate ho usato una trousse praticamente quasi inutilizzata ke avevo comprato 8 anni fa…dovrei metterla da parte e non utilizzarla più ?

  106. AIUTO Clio,scusami se scrivo qui,il mio quesito non centra nulla con l’argomento,ma vorrei proprio chiederti un consiglio 🙁 🙁 🙁 ho un problema,NON RIESCO A STRUCCARMI mai bene,ogni sera mi uccido con struccanti,salviette imbevute di struccanti e latte detergente ma nulla,non riesco a far andare via il trucco definitivamente,resta intrappolato tra le ciglia e nella rima interna inferiore non riesco mai a farlo andare via del tutto,ultimamente sto utilizzando dei cottonfioc imbevuti di struccante (marca venus) ma a parte ke mi faccio un pò male,la matita non va mai via del tutto,lo stesso nella parte superiore dell’occhio tra le ciglia,utilizzo una decina di cottonfioc,ma un pò di matita/mascara rimane,come devo fare ??? dipende dalla marca dello struccante,dagli strumenti ke uso o da cos’altro ??? ti prego rispondimi,grazie in aticipo :*

  107. Ciao Clioooooo! !!!! Fondamentale io non butto nnte a meno ke, come dici tu, il prodotto non ha subito variazioni!!!! I mascara e i fluidline della MAC mi si seccano subito!!! Appunto x questo anni fa avevi postato un video su come “resuscitare” un eyeliner in gel ma nn lo trovo piu…mi sapete dare qualke consiglio??? Ciao! !!!

  108. Sarebbe carino poter riutilizzare i contenitori vuoti, come si fa in alcuni negozi per i saponi in cui vai lì e riempi il contenitore…

  109. Dunque….Anche qui penso, a quanto dici, di essere l’unica che, pur usando il mascara ogni giorno almenno una volta, potrebbe usarlo x anni xchè è difficile che mi si secchi e diventi inutilizzabile, figurati entro 6 mesi!!!!Alla fine finisco x buttarlo x scrupolo ma molto raramente xchè finisce o si asciuga!!!Tendo a tenere + del dovuto solo le trousse, come quelle della Pupa, xchè sono carine ed in effetti i prodotti durano di più…..

  110. nel lontano 1984 ho fatto un corso da estetista, quelli privati, da 6 mesi e ci hanno dato in dotazione tutti i trucchi che avremmo usato, ovviamente non sono finiti durante il corso ma credetemi non c’erano le date di scadenza…io li ho usati tanti anni e non nìho mai avuto problemi, Trovo ottimo il consiglio di annusare…l’odore è la prima cosa che cambia!!!

  111. nel lontano 1984 ho fatto un corso da estetista e ci hanno dato in dotazione tutti i trucchi che avremmo imparato ad usare ma ovviamente non sono finiti. Vi garantisco che non avevano una data di scadenza. Io li ho usati per anni, soprattutto gli ombretti in polvere che ci hanno dato di ogni colore. Trovo che l’idea di annusare sia ottima, l’odore è la prima cosa che cambia!

  112. GRAZIE LUISA, x l’ottimo consiglio, non avevo mai pensato a controllare gli ingredienti….. Confesso che appena letto il tuo messaggio sono andata a verificare sulla scatola, e’ un po’ un casino x come li scrivono piccolissimi e incomprensibili ma piano piano mi ci metto per capire meglio anche perché così evito di spendere soldi x prodotti x me inutilizzabili, anche se ahimè…..ho come il sospetto che dovrò rinunciare ai colori troppo intensi che ovviamente sono i miei preferiti! Però non credevo che un ingrediente potesse provocare la congiuntivite! Ancora GRAZIE! Ciao e buona serata

  113. Gli alimenti scaduti, opportunamente trattati, vengono utilizzati per i mangimi animali. Sono più che informata, visto che il mio ex marito lavora nel settore. Se si deve fare informazione, è meglio farla corretta.

  114. Ciao Martina anche io non riuscivo mai a struccarmi benissimo, ma circa un mese fa, dopo aver visto un video di Clio in cui affronta questo argomento piuttosto spinoso, ho iniziato ad utilizzare l’olio di cocco, che spalmo generosamente sul viso massaggio circa 1 minuto insistendo particolarmente sugli occhi, poi emulsiono massaggiando con un pochina di acqua tiepida e infine tolgo tutto con un panno in microfibra bagnato con acqua calda..
    Già dal primo utilizzo ho notato la pelle più pulita e, sopratutto dal mattino dopo non ho più avuto gli occhi tipo procione a causa dei residui di mascara..
    ora, l’olio di cocco lo puoi trovare da natura si o in una qualsiasi erboristeria, e il panno in microfibra io lo preso al supermercato..
    Spero di esserti stata utile!

  115. fortunatamente non uso ombretti in crema e i mascara, come dici tu, si seccano o finiscono prima. Per il resto, normalmente i primi che butto sono i lucidalabbra che magari si induriscono o diventano di altri colori 😀

  116. quindi basta usare l’olio di cocco e basta ? oppure serve lo struccante,latte detergente e così via ? grazie dell’attenzione,truccarsi è stupendo xò poi svegliarsi al mattino con le macchie nere sotto gli occhi è raccapricciante,non so più come fare per eliminare questo fastidio,proverò a seguire il tuo consiglio,chissà finalmente riesco a togliere ogni residuo…scusami la sfacciataggine,ma mi sapresti dire più o meno il prezzo e se c’è una marca specifica migliore delle altre ? grazie ancora 🙂

  117. Io ammetto di non aver mai fatto caso alle date di scadenza… per il mascara non ho problemi visto che ne uso uno, massimo due per volta, e lo uso tutti i giorni quindi non secca né scade perché lo finisco prima 😉 Di ombretti in polvere onestamente ne ho di quelli che hanno 5 o 6 anni e funzionano ancora benissimo, così come i rossetti… Con il resto bene o male non ho problemi perché fondotinta ne ho uno solo e ombretti in crema non ne ho del tutto.

    Io non sono una che si trucca tanto tutti i giorni… solitamente sempre il mascara e o un ombretto o una matita colorata o un eyeliner. Per le serate o le giornate importanti allora faccio il trucco completo.

    Comunque mi sembra inutile comprare 10 mascara, 6 ombretti in crema azzurri, 4 eyeliner, 5 terre, ecc. per lo meno se non lo facciamo di mestiere perché sprechiamo solo prodotti!!!

  118. Beh, pensa se un fondotinta scaduto ti fa dei danni… è peggio avere la diarrea un paio di giorni oppure la faccia piena di bolle x colpa del fondotinta?? 😉 Comunque anch’io faccio come te con i trucchi… non li butto certo via a metà

  119. ciao ragazze sono una farmacista e cosmetologa e volevo informarvi meglio per quanto riguarda i solari: dopo la scadenza della PAO il filtro si ossida e non ha più il potere filtrante indicato in etichetta. Ai miei clienti/pazienti dico sempre questo: se avete un solare dell’anno precedente e come dice Clio il colore e l’odore sono ok usatelo pure ma tenete conto che il fitlro sarà circa la metà di quello dichiarato in etichetta. Se avete un solare a fitro basso da riutilizzare lo userete come doposole. Clio i tuoi consigli spesso mi servono anche professionalmente quando devo consigliare un trucco, grazie!

  120. Io come prima fase uso l’olio di cocco, poi lavo il viso con un pochino di detergente per pelli miste, per eliminare proprio ogni residuo di olio, poi spruzzo un po di acqua termale al posto del tonico, asciugo ed infine crema idratante, contorno occhi e burro di cacao…
    Io sto usando un olio di cocco biologico puro al 100% è della rapunzel e lo comperato al natura si.. il costo di 200 o 250 gr è di circa 5 euro, poi ho visto in erboristeria delle bottigliette di olio di cocco per uso cosmetico ma 150 ml costano attorno agli 8 9 euro, non ricordo con precisione.. mi piacerebbe comunque provare anche quello per capire la differenza!
    Per la qualità non so, ma ho letto in vari blog che una cosa importante dell’olio è che sia puro, poi la marca non è importante..
    Se hai dubbi non ci sono problemi, ti rispondo volentieri, e fammi sapere poi come ti trovi!

  121. Clio io ho una trousse della pupa ( la mia prima trousse)…da 10 anni..diciamo che non la uso più…ma c’è un ombretto rosa..favoloso..che ancora oggi metto…fin’ora nessuna reazione disastrosa…O.o.. sono scandalosa, lo so!

  122. lo dovrò provare,appena mi è possibile lo comprerò,grazie della spiegazione e delle informazioni,perdona la mia ignoranza ma cos’è il tonico?ne sento parlare spesso ma non ho mai capito cosa fosse,ci sono talmente tante cose da imparare in questo campo..grazie ancora per la disponibilità nel rispondermi ,sono parecchio ignorante in questo campo,magari su cose anche banali,infatti non chiedo quasi mai alle commesse perchè a volte ti guardano con aria di superiorità,l’ultima volta ke sono andata in profumeria e ho chiesto un phard alla commessa,lei mi ha risposto se preferivo phard o terra,da imbranata quale sono le ho chiesto cosa fosse la terra,è rimasta senza parole per poi dirmi ke la terra potevo sparmarla al posto del fondotinta,invece il phard solo sulle guance,ma da ciò ke ho letto però la terra non ha proprio questa funzione,Clio la usa molto x le guance e contornare il viso,ma non ho notatao che se la spalma su tutta la faccia,anche se alcune ragazze che conoso lo fanno e sembra ke hanno il mascherone in viso,scusa sono uscita fuori tema,era solo x dire,che a volte non sono nemmeno disponibili loro nello spiegarti

  123. Ti capisco, le commesse a volte sono un po indisponenti, io da quando seguo vari blog, tra i miei preferiti c’è quello di Clio mi sono presa delle belle rivincite facendo domande un po impossibili, specialmente sulle formulazioni…. 🙂
    Allora, il tonico si usa dopo la detersione del viso perché deve aiutare a minimizzare i pori…
    Il blush o fard si applica sulle gote, proprio come fa Clio, la terra si usa per fare il contouring ovvero applicandola in delle zone strategiche per enfatizzare o minimizzare delle parti del viso, ma ho visto che per persone con la carnagione olivastra può essere usato anche al posto del blush..
    Poi ci sono ragazze che usano la terra per il tocco “salute” e ti assicuro che senza eccedere è un effetto molto carino!

  124. ho capito,io ho una carnaggione molto chiara,per quanto riguarda il phard è un pò un dilemma,o è troppo rosso oppure troppo marrone,adesso sto usando una specie di besciolino che ho trovato in una trousse,anche se non credo sia proprio phard eheh…visto ormai ti sto stressando di domande,posso fartene un altra ? tu usi la matita nera all’interno dell’occhio ? te lo chiedo perchè io la uso molto,la metto solo una volta e la porto fino al condotto lacrimale,però noto che poi all’interno del contotto si formano come delle palline di matita,forse non va applicata fino a li oppure è normale ? mi rendo conto che alcune cose avrei dovuto chiederle verso i 14 anni,ma io ho iniziato ad usare trucchi solo a 19 anni,non so perchè ma quando mi truccavo a 15 o 16 anni mi sentivo in imbarazzo e con la faccia imbrattata,per questo non mi sono mai posta delle domande ne tantomeno le basi del trucco…

  125. Macché stressando, mi piace un sacco parlare di trucchi! Magari i miei consigli non saranno professionali, visto che non è il mio lavoro, ma se ti posso aiutare, ti rispondo volentieri!
    Anche io sono abbastanza chiara di pelle, e ti confesso che ho iniziato ad usare il blush da quando ho scopero Clio.. non troppi anni fa, ed ho iniziato con un rosa di sephora il numero 6, mi sembra… da li è diventato uno dei prodotti di cui non posso fare a meno! ora ne ho diversi e il mio preferito è il coralista di benefit! Ed anche io come te ho iniziato a truccarmi piuttosto tardi, verso i 17 18 anni, con pochi prodotti e consigliati da mia mamma, che nonè proprio che sia una amante del trucco! Pensa che ha rivisto pochi giorni fa la mia “trousse” definiamola così, ma io tengo tutto in un armadietto in bagno, ed è rimasta letteralmente scoinvolta! :-):-)
    ora, per la matita nera la indosso raramente, perché portando gli occhiali (sono miope) l’occhio si rimpicciolisce dietro la lente, e non avendo proprio degli occhioni da bambi diciamo che prediligo altri colori.. comunque, quando la porto non arrivò mai fino al condotto lacrimale.. seguo la rima interna delle ciglia, la parte interna piatta della palpebra, non so come spiegare, senza andare a colorare dove c’è il condotto lacrimale…

  126. io mi vedo male se non la metto fin lì,anche perchè ho la forma dell’occhio un pò verso giù,quindi tendo a metterla più spessa verso il condotto lacrimale e più sottile verso la fine x bilanciare eheh se Clio leggesse queste mi ucciderebbe mi sa :p io a dire il vero ho la mia tecnica fissa su come truccarmi,cioè,metto del bianco sotto l’arcata sopraccigliare,poi sulla palpebra uso un marrone scuro facendo una forma all’infuori e sulla palpebra mobile uso del color oro o un besciolino,ci sono dei trucchi di Clio che mi fanno impazzire (quasi tutti,ma alcuni li amo) però non ho proprio idea di come riprodurli,perchè io uso quegli aggeggini di spugna ke si trovano nelle trousse,credo ke occorrano proprio i pennelli,a volte ci provo a mixare un trucco di Clio,quelli belli,occhi da gatta,ma finisco sempre col fare il mio metodo e usare colore sotto le sopracciglia ecc,mannaggia…invece sulle guance uso poco phard,a volte lo dimentico proprio,mi capita di scordare anche il mascara a volte,ke imbranata,sulle labbra mai nulla anche se i rosetti mi iacciono molto…tu come ti trucchi ?

  127. Ciao Martina, io mi trucco diversamente per le varie occasioni..
    tipo per il lavoro sono piuttosto basica, ovvero fondotinta minerale, correttore per le occhiaie, un ombrettino in crema, tanto mascara, blush e gloss o burro di cacao..
    Per le commissioni del sabato se non ho voglia di truccarmi mi limito a una crema colorata, correttore, mascara e blush
    Per le uscite o le occasioni più particolari non ho una modalità di make up standard, mi trucco in base a come sono vestita, dove devo andare se devo mangiare, etc..
    Tipo se ho una cena punto sugli occhi e lascio naturali le labbra, per evitare ritocchini..
    Per le uscite di shopping in genere mi sbizzarrisco, ora come ora mi faccio un trucco anni 50-60 con eye liner spesso, ombretto chiaro, blush e labbra bendefinite.. ma a volte se ho più tempo mi faccio un trucco un pochino piu particolare!
    Se hai notato nel mio make up non mancano mai:mascara, correttore e blush, direi che senza queste cose non esco..:-)
    mi dici delle sfumature con gli ombretti, secondo me un paio di pennellini ti ci vorrebbero proprio, con le spugnette almeno io riesco a fare poco.. se ne trovano di validi anche senza spendere delle cifre folli, personalmente mi trovo molto bene con quelli a marchio sephora, e giusto sabato ne ho comperato uno da sfumatura a marchio profumerie la gardenia, ancora non lo ho usato, se vuoi poi ti dico come mi sembra.. ho anche un paio di pennelli kiko, direi niente male!

  128. effettivamente è bello cambiare,io diciamo ke uso quasi sempre il marrone xkè mi piace un sacco,non so perchè ma non riesco a vedermi con altri colori,sarà una mia abitudine nn saprei =) eh si,perchè io mi ci impegno proprio tanto per ricreare per lo meno dei dettagli,per esempio amo avere l’ultima parte dell’occhio super scura,però con quelle specie di spugnette,mi viene una specie di macchia,troppo grossa poi…il fatto è che io non lavoro,quindi non ho molti soldini da spendere,per un pennello spendere 18 euro (probabilmente il più economico che ho trovato fin ora) mi dispiace un pò,anche perchè dovrei averne uno da sfumatura e poi altri credo…per quanto riguarda il correttore per le occhiaie invece sapresti consigliarmene uno valido,ma non troppo caro…ho solo una leggera ombra scura,credo sia x via della matita nera non struccata adeguatamente…che bello adoro il tipo di trucco che fai col mega eyeliner,lo trovo molto sofisticato,sono mesi ke vorrei comprarne uno per provare com’è,però ogni volta rimando per paura di non saperlo usare,infatti ho sempre usato solo la matita,per trovarne una che durasse all’interno dell’occhio ho fatto i salti mortali,ne avrò comprate una quindicina,la maggior parte aveva una buona durata sopra l’occhio,ma all’interno erano indecenti,ho provato quella kiko,senza esagerare dopo 5 minuti che l’avevo applicata all’interno dell’occhio spariva nel nulla,ho provato quella della pupa e dopo un oretta sbavava senza pietà,alla fine ne ho trovato una con cui mi trovo bene e ha un prezzo stracciato,la metto prima di uscire e quando torno è ancora li,certo nn proprio bella nera come appena messa,però finora è la migliore,non so se conosci la marca è “bella oggi” vorrei cambiarla,però non so quale altra marca poter provare,spendere 15 euro ogni volta x una matita che userò solo una volta mi dispiace sul serio…questa qui invece l’avevo comprata giusto così,cioè x un prezzo così basso,ho voluto provarla e devo dire che è buona,anche se la primissima che avevo preso mi si deformava un pò la punta perchè è morbida,mi è capitato solo con le prime 2,forse erano un pò squagliate…ho scritto un poema stasera ahahah 🙂

  129. Se ti trovi bene con quel marchio di matita, perché cambiare?
    Io poi non è che sia la persona più indicata per indicarti una nuova marca di matita nera, visto che non la uso poi così tanto..
    per il correttore mi sto trovando molto bene con il maybeline instant anti age, di cui Clio aveva fatto una revew un po di settimane fa costa attorno ai 10 €…
    Per i pennelli low cost, secondo me da kiko, e specialmente ai saldi puoi trovare quello che ti serve senza spendere una fortuna devi solo avere un pochina di pazienza per aspettare l’inizio dei saldi! 🙂
    Avevo trovato questa estate in un mercato nella mia città un banco dove vendevano cosmetici di marca a dei prezzi bassissimi, perché fine serie o stock o fuori produzione, pensa che ho preso delle matite di estee lauder a 5 euro l’una ed un ombretto di bobby brown sempre a 5 euro! Poi a causa lavoro, non ci sono più potuta tornare..
    Se sei di zona Firenze ti dico dove, secondo me ti meriterebbe dare una sbirciatina! 😉

  130. no non sono di quelle parti 🙁 in effetti mi hai dato una bella idea,aspetterò i saldi per comprarli,magari un paio per provare come sono,per riprodurre i trucchi di Clio mi sai dire quali pennelli sono indispensabili ? vanno bene uno a penna e uno di quelli obliqui o ne servono altri ? il correttore lo devo proprio provare,mi da un gran fastidio quando c’è poka luce si nota ancora di più,in un negozio avevo visto il fondotinta più il correttore in offerta a 9.90 euro però non ricordo la marca,secondo te mi conviene comprare la tonalità media o quella più bassa ? sono piuttosto biana,solitamente uso una crema colorata color nocciola e su di me è abbastanza visibile,sono un fantasmino ahahah scherzo,però sono abbastanza chiara…che bello parlare di queste cose,grazie a nche a te sto capendo qualcosa in più del make up =)

  131. Allora….
    1. Pennelli per il trucco occhi, secondo me gli indispensabili sono un pennello per sfumatura, che ti serve per diffondere il colore o applicarlo in maniera soft, il pennello a penna che dicevi tu per un’applicazione localizzata, e il pennellino angolato che ti consente di fare una miriade cose.. dal trucco sopracciglia ad imparare ad applicare l’eye liner, nel senso che puoi semplicemente usare un qualsiasi ombretto con il pennello bagnato et volia` il tuo bel rigo è fatto! 😉 e contornare l’occhio con una riga fine fine..
    Cosa fodamentalissima: lavare i pennelli, specialmente quelli che vanno a contatto con gli occhi! Se specialmente ti piace utilizzare tanti colori anche dopo ogni utilizzo! Per evitare di avere sotto l’arcata che so, un antracite..(nero + panna) o una congiuntivite.. bastano acqua e sapone!
    2. Per il correttore prova, ma mi dicevi che non sei sicura che l’alone sia dovuto a dei residui di trucco mal struccato, potresti provare a struccarti con l’olio, una mia collega usa l’olio jonshon baby, e mi dice che è un portento! Male vada lo puoi utilizzare come idratante corpo!
    3 Per la tonalità del fondotinta non ti posso dire prendi il medio o il chiaro, come faccio.. ma puoi provare a stenderne una piccola quantità sulla mascella tra gota e collo, se il colore si fonde con la tua pelle è il tuo!
    Poi, se trovi prodotti in offerta, ma non sono disponibili tester puoi sempre andare in una profumeria dove hanno i test di quel prodotto che vuoi, vedere se ti va bene e comperare dove ti conviene di più!
    Ormai sta diventando una piacevole routine questo scambio di messaggi! Ciao a domani! 😉

  132. Anche per me =) mi piace parlare con te,sei molto disponibile e gentile…cioè usa un normale jonshon baby e lo passa sugli occhi ? eh non bruciano ? io momentaneamente,sto utilizzando delle salviettine struccanti e uno struccante,quello della venus di cui ti parlavo,mi dispiace buttarli,quindi li utilizzo,appena finisco,cercherò di comprare l’olio di cocco che mi hai consigliato,questa matita/mascara ke rimane tra le ciglie sta diventando un fastidio,perchè poi la mattina quando mi sveglio sotto l’occhio c’è questo alone grigiastro che mi fa sembrare delle occhiaie terribili,ci ripasso una ltro pò di struccante è già si schiarisce,ma non completamente,per questo non capisco se si tratta di occhiaie oppure di residui di trucco,magari questo struccante non è molto buono e quindi non lo toglie bene…figurati che uso le salviette struccanti per togliere tutto,per prima cosa le passo sugli occhi parecchie volte,poi prendo dei cotonfioc,ci spruzzo sopra lo struccante liquido e passandalo sulla palpebra il cotonfioc esce marrone x via dell’ombretto,quindi è come se la salvietta non servisse a nulla,se non toglie bene l’ombretto in polvere,pensa come potrebbe togliere la matita e il mascara…ho un pò paura,l’idea che questi prodotti stiano li,senza andar via del tutto…mannaggia 🙁

  133. Sai che ti dico, domani sera lo provo anche io l’olio johnson, poi ti faccio sapere, ne ho giusto visto un flacone nel bagno di mia mamma….
    Per stasera, mi spiace, ma mi sono già struccata…
    consiglio mio spruzza lo struccante su un dischetto o un batuffolo di cotone, poi tieni premuto delicatamente sopra l’occhio dopo qualche secondo inizia a “tirare” verso il basso, segui la lunghezza delle tue ciglia, poi guarda verso l’alto e rimuovi delicatamente i residui di trucco sotto le ciglia inferiori.
    Il cotton fiok ha pochissima superficie di cotone, e rischi di riappiccicare quello che togli.
    per esperienza personale ti dico che le salviette non sono proprio il top.. puoi magari utilizzarle per struccare il viso.
    Cara, ti saluto, giornata pesante e domani sarà peggio, ho una mole di lavoro incredibile, meno male che è venerdì! 😉

  134. ho provato a spruzzare lo struccante su un duscetto,però ha fatto un brutto effetto,non so come spiegarlo,cioè semprava che ci avessi messo acqua e si è concetrato tutto nel centro,ho speso 5 euro di struccante inutilmente,cioè fa schifo,mi è preso il dubbio ke forse dovrei squoterlo prima di usarlo,non so,mi da l’idea di acqua e sapone,fa un effetto simile..orrendo…me ne è rimasta metà bottiglia,spero di finirlo presto…scusami mi togli una curiosità ? cos’è il trucco bio ? è migliore ? comunque posso immaginare,ci sono delle settimane che sembrano non finire più e sono proprio stressanti,per fortuna il fine settimana è vicino così puoi riposare e svagare un pò,certo ke questo tempo nemmeno aiuta,non so ma quando piove a me mette una tristezza incredibile,specie quando devo uscire la mattina presto,spero arrivi un pò di sole 🙂 buona giornata un bacio

  135. Eccoci! Ho provato con l’olio johnson, mah, sono perplessa. Il trucco sembra che venga via, ma comunque dopo ho dovuto prendere il panno in micro fibra…. morale, riprovo ad usarlo ma l’olio di cocco per me è migliore! Ah, non brucia gli occhi…
    Il biologico.. è una tendenza che è ormai comprende molti settori, dall’alimentare alla cosmesi..
    Per trucco bio si intendono tutti quei prodotti privi di petrolati ( sostanze derivate da petrolio), siliconi ( è noto che occludono i pori e non fanno respirare la pelle), parabeni (sono sostanze molto dannose, non so spiegarti di preciso i danni che fanno, puoi guardare su wikipedia, sicuramente spiegano in modo dettagliato..) insomma il prodotto contiene solo sostanze naturali…
    In sincerità, non mi sembra di aver mai provato niente, ma spesso sento parlare con tanto entusiasmo della Neve make up, sono tentata di provare qualcosa di questo marchio.. che è appunto bio..

  136. io oggi ho comprato un latte detergente,così giusto per cercare di ammorbidire il tutto dopo aver usato lo struccante (è rimasto poko meno della metà,ma sembra non finisca piùùù =( uff,quando un prodotto ci piace finisce in un attimo,quando non ci piace non finisce mai) comunque,sull’olio johnson non sono proprio convinta,sarà perchè io uso lo shampoo e mi sa di sapone ihih è una cosa strupida lo so…comunque per quanto riguarda i prodotti bio,come si fa a sapere cosa contengono i trucchi che compiamo?io a volte provo a leggere,ma è tutto in inglese e non capisco nulla…sai che anche io volevo provare qualcosa della neve make up,tipo la matita color burro che Clio usa spesso,ma quando vado in profumeria alcune marche che usa Clio e che vorrei provare,non le trovo sugli scaffali,chissà,forse li tengono nei cassetti…la prima cosa che dovrò comprare appena ho disponibilità economica è l’olio di cocco che mi hai suggerito,che senso ha truccarsi e sperimentare prodotti se poi non riesco a struccarmi :p ti giuro che è un problema,tutto il mascara/matita mi rimane incastrato tra le ciglia e non viene via aaa son disperata…quindi vado in erboristeria e chiedo olio di cocco o devo specificare qualcosa ? così appena posso lo compro e poi ti dico come va,spero benissimo eheh

  137. Ciao! Quello di cui sono fatti i nostri cosmetici si chiama Inci. Ed è vero, è un pochino difficile da decifrare.. vuoi perché è scritto piccolo piccolo, vuoi perché scrivono i componenti non in italiano, però c’è un trucchetto per capire se il prodotto è composto da tante schifezze..
    Se ci sono dei componenti che hanno dei nomi che finiscono per …ene, …one sono a base siliconica
    Elementi tipo paraben, o simile sono i parabeni…
    Per quanto riguarda i petrolati non so con precisione!
    Purtroppo ci sono dei marchi che non sono distribuiti ovunque.. tipo la neve make up, quella che dici della matita di Clio, nonostante questa azienda sia italiana e molto nota è piuttosto difficile da reperire, infatti qui in toscana la neve ha solo un negozio a Lucca, per me un pochino fuori mano, direi..
    Si potrebbe sempre ordinare su internet, ma io devo vedere quello che compero, è già così qualche fregatura la prendo lo stesso…
    Un consiglio, per trovare detrminate marche puoi consultare internet, digiti es, revlon vai sul loro sito e ti guardi chi sono i cessionari, almeno puoi andare a colpo sicuro! 😉

  138. capisco,grazie molte,sei stata molto gentile 🙂 anche io non amo comprare le cose su internet,l’ho fatto solo una volta ma sono stata con l’ansia che il prodotto non arrivasse oppure che fosse una fregatura,per fortuna poi è andato tutto bene,però non sto sicura,molto meglio prenderli nei negozi,ti danno fregature se li compri in prima persona,figuriamocci ordinandoli eheh anche se ci sono molte cose belle che purtroppo non si trovano in giro :

  139. Io un po’ di problemi a questo proposito li ho xchè mi piace variare i prodotti e ogni tanto di provarne di nuovi anche se i vecchi non li ho finiti…però mi trucco poco,ovvero sono di quelle a cui piace, quando ho tempo,di solito nel weekend, di fare un makeup occhi a 5 sfumarure…ma alla mattina in settimana non mi metto spesso nemmeno il mascara….quindi i prodotti mi durano una vita e non li finisco mai… 🙁

  140. La cosmetologia deve essere davvero interessante!Io sono laureata in biologia molecolare e sanitaria e mi piacerebbe accostarmi al mondo dei prodotti cosmetici dal punto di vista diciamo scientifico.Ma purtroppo dalle mie parti non mi sembra ci siano corsi o stage possibili in tale indirizzo.

  141. Io di solito Il prodotto, lo guardo, lo annuso e lo provo, se mi da fastidio o ha cambiato odore lo butto sennò lo uso ancora… che ne dite?

  142. Ok… letto e preso nota.. ti devo fare ugualmente una domanda… farla tutte voi… mi dici di fare “esame sensoriale” cioè annusarli… ma dovrebbero avere un cattivo odore? come si fa a capire se sono buoni o no se non hanno un cattivo odore? (mi spiego..mi sono stati regalati da una parente dei trucchi usati..solo che non so da quanto tempo esistono…le matite le sto provando, e non fanno reazioni allergiche… idem gli ombretti… ma i rossetti e i mascara hanno un odore strano..non è cattivo… ma boh non capisco se nascono profumati o se hanno cambiato odore nel tempo…c’è un qualche modo per capire se sono buoni, se non c’è scadenza e hanno un odore profumato, direi?)grazie

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here