Ciao ragazze!

Oggi cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sull’argomento “trucchi scaduti”, visto che mi sembra di aver capito che la questione suscita ancora molti dubbi!

Oh nooo, la mia crema da 150 euro è scadutaaaa!
Oh nooo, la mia crema da 150 euro è scadutaaaa!

Partiamo da una premessa importantissima: le case cosmetiche sono OBBLIGATE PER LEGGE a indicare la data di scadenza dei loro prodotti, ma questo non vuol dire che il vostro fondotinta abbia un timer e che appena arriva il fatidico giorno vada buttato nella spazzatura! Con questo non voglio dire che potete continuare a utilizzare il vostro ombretto preferito per 15 anni, ma che in questo campo, come in molti altri, bisogna andare un po’ a occhio e usare il proprio buon senso! La stessa filosofia per me può essere applicata allo yogurt: se lo apro, lo annuso, lo assaggio ed è normale, me lo pappo senza problemi! Poi va bè, ovvio che se ci trovo le muffette che mi fanno ciao lo butto! 😉

Tornando a noi, credo che spesso le aziende cosmetiche per non rischiare problemi e complicazioni scelgano di indicare la data più breve; per intenderci, magari mettono 12 mesi, ma il prodotto ne potrebbe durare anche 24, solo che magari loro non lo testano oltre! È solo una mia supposizione, ma potrebbe trattarsi anche di una strategia di marketing, così noi ci sentiamo in dovere di acquistare nuovi trucchi! 😉 Un po’ come quando abbiamo un telefono in garanzia per un anno e dopo un anno e due giorni si rompe!

Il simbolo del PAO, Period After Opening (periodo dopo l'apertura)
Il simbolo del PAO, Period After Opening (periodo dopo l’apertura)

Detto questo… come regolarci con le scadenze?

In linea di massima ricordiamo sempre che le polveri durano più delle creme; questo vale per fondotinta, rossetti, ombretti cremosi, ecc. Questo perché, oltre al fatto che ci entrano più batteri, i prodotti in crema sono più soggetti a seccarsi e a separarsi nelle due fasi. Per questo motivo non consiglio di comprare ombretti cremosi in tutti i colori dell’arcobaleno, ma giusto un paio nelle tonalità che utilizziamo di più, in modo da non trovarci a doverli buttare via in massa quando si sono seccati!

Attenzione soprattutto agli ombretti cremosi in vasetto; i matitoni, invece, tendono a durare di più
Attenzione soprattutto agli ombretti cremosi in vasetto; i matitoni, invece, tendono a durare di più

Per quanto riguarda i mascara, che sono tra i prodotti con la scadenza più breve (6 mesi), devo dire che solitamente mi si seccano prima della data, quindi il problema non si presenta neanche! I rossetti, invece, che andrebbero buttati dopo 12 mesi, finiscono per durarmi molto di più, visto che mi piace cambiarli e testarli ogni giorno. Finché il colore, l’odore e la texture restano invariati mi sento di poter continuare a utilizzarli!

BACK_2528354a

Questo “test sensoriale” secondo me è l’unico vero modo di capire se i nostri trucchi devono essere cestinati o meno, visto che odore, colore e consistenza sono i principali indicatori della salute dei prodotti! Se poi utilizzandoli ci accorgiamo che qualcosa non va (allergie, pruriti, fastidi e bollicine), non ci resta che struccarci il prima possibile ed eliminare definitivamente il colpevole!

Qualche ultimo consiglio generico:

-La data di scadenza, chiamata PAO (Period After Opening, indicata in mesi), si riferisce appunto alla durata di un prodotto DOPO LA SUA APERTURA. Finché resta sigillato, quindi, non abbiamo nulla da temere, perché è come se si trovasse ancora intonso nell’espositore della profumeria! La prossima volta che comprate un favoloso mascara prima che il vostro sia finito, resistete alla tentazioni di aprirlo e testarlo, buttatelo in un cassetto e dimenticatene l’esistenza! 🙂

-Se non siete sicure che un prodotto sia ancora in perfette condizioni, applicate prima un primer, in modo che si crei una barriera che protegga la vostra pelle

10455870-1322146577-336172

-Attenzione alle scatolette di cartone, perché spesso il PAO è scritto solo lì e non sulla confezione stessa! Prima di buttarle, quindi, annotate da qualche parte la data in cui aprite il prodotto: potete usare un quadernino o un’agenda, oppure attaccarci sopra delle etichette!

-Siate fiscali con le creme solari, perché dopo la scadenza i filtri perdono intensità! Generalmente andrebbero ricomprate ogni anno, sigh!

Piz_Buin-In_Sun-Ultra_Light_Sun_Spray

Insomma ragazze, questi erano tutti i miei consigli a proposito delle date di scadenza! Non voglio dire che non vadano rispettate, anzi, non vorrei mai essere responsabile delle vostre allergie! Semplicemente bisogna usare un po’ di buon senso e valutare in prima persona le effettive condizioni del prodotto in questione! Voi come vi comportate? Usate gli stessi ombretti da 10 anni o siete severe con le scadenze? Che altri trucchetti usate per capire se il trucco è ancora utilizzabile?