Ciao ragazze!

Oggi parliamo di Deborah Milano, un brand italianissimo che negli ultimi anni mi ha dato diverse soddisfazioni; se volete scoprire qualcosa sulla sua storia, ma soprattutto i miei prodotti top, flop e medi, leggete il resto del post!

Schermata 2015-01-19 alle 14.35.11

La storia di Deborah ha radici molto antiche: nel 1903 i fratelli Giovanni Battista e Cornelio Bonetti fondano a Parigi un’azienda a conduzione familiare di prodotti farmaceutico-sanitari, la Bonetti Frères.

1903

Nel 1905 lanciano Diadermina, una crema multi-purpose che ottiene subito un grande successo a livello internazionale; nel corso degli anni i fratelli Bonetti sviluppano altri prodotti per la stessa linea, ovvero un fard, una crema per il corpo, una per il corpo, un dentifricio e delle creme solari.

1920

Bisogna aspettare il 1962 perché l’azienda si trasformi in Deborah, un brand di cosmetici pensato per le più giovani; segue Debby, nel 1982, dedicata a un target di età ancora inferiore, che verrà rilanciata e rivoluzionata nel 2007 con packaging e prodotti più accattivanti.

1962

1982

Nel frattempo Deborah diventa sponsor di Miss Italia e acquisisce il marchio francese Rouge Baiser, nonché i diritti di distribuzione commerciale di Max Factor [ho preso tutte le informazioni e le immagini dalla sezione del sito del gruppo dedicata alla storia]. In generale le mie opinioni su questa casa cosmetica sono positive: trovo che ci siano tanti prodotti medi, alcuni top veramente notevoli e solo pochi flop (scoprirete tra poco che il reparto ombretti è quello che mi delude maggiormente). Le edizioni limitate variano abbastanza, a volte escono novità molto interessanti, altre delle ciofeche. Bene, dopo questa infarinatura sulla storia di Deborah direi che possiamo iniziare!

FLOP:

Ombretti 24 ore Velvet Effetto Mat: vedrete più avanti che la linea classica, satinata, si salva in corner, mentre la versione opaca non mi soddisfa. Uso spesso il marrone, mentre gli altri colori che ho provato sono poco pigmentati e non abbastanza burrosi.

Schermata 2015-01-19 alle 13.20.19

Palette Secrets of the Smokey Eye viola e blu: la palette Nude non è male, mentre quelle sul viola e sul blu sono troppo polverose e decisamente poco scriventi, decisamente sconsigliate!

Schermata 2015-01-19 alle 13.23.16

Ombretti Trio Hi-tech: in generale non amo gli ombretti cotti, ma riconosco che ce ne sono migliori di altri sul mercato. Questi, purtroppo, sono polverosissimi da asciutti e migliorano appena da bagnati; insomma, bocciati!

Schermata 2015-01-19 alle 13.33.08

Pronte per i prodotti medi? Li trovate nella prossima pagina!