Ciao ragazze!

Il post di oggi sarà dedicato a una categoria di ombretti che secondo me nei prossimi mesi invaderà tutte le profumerie! Di quali sto parlando?! Facile, degli ombretti liquidi! Da quando Armani ha lanciato i suoi Eye tint tutti gli occhi sono puntati su questo tipo di prodotti! Scopriamoli insieme! 🙂

ombrettiliquidi

Da qualche mese a questa parte sento sempre più parlare degli ombretti liquidi, come se si trattasse della novità dell’anno!

162204640-84a6bb27-0772-45eb-b88a-87954cd20e4a

Gli Eye tint di Giorgio Armani in azione sulle passerelle parigine…


o-UZO-ADUBA-ALLISON-WILLIAMS-GOLDEN-GLOBE-AWARDS-570

E agli scorsi Golden Globes: sia lo smokey eyes di Uzo Aduba sia quello di Allison Williams, uno dei miei look preferiti dell’evento, sono stati realizzati proprio con la new entry in casa Armani!

In realtà è più giusto parlare di un ritorno in voga, perchè questa categoria di prodotti è tutt’altro che una recente invenzione! Pensate che il mio primo ombretto liquido l’ho comprato quando avevo solo 12 anni… non proprio ieri, insomma! 🙂

Se il concetto è lo stesso da una miriade di anni, ciò che è nettamente cambiato è il livello qualitativo: oggi la mente corre all’eccellenza dei nuovi prodotti lanciati da Armani e a quelli in arrivo in casa Yves Saint Laurent, ma in passato l’ombretto liquido era sinonimo di qualità piuttosto scarsa! La base era molto acquosa, l’effetto trasparente e non molto omogeneo, inoltre il colore tendeva a dividersi e quindi bisognava sempre shakerarli per benino prima di utilizzarli! Insomma uno di quei prodotti tanto innovativi quanto deludenti! Nel corso degli anni scorsi ne sono usciti di vari brand e io ho continuato a comprarne qualcuno, ma li ho sempre accantonati per via dei risultati scarsissimi…pensate che ho addirittura rimosso il brand! 🙂

Quelli che stanno uscendo ultimamente, invece, sono tutta un’altra cosa: la formula è nettamente migliorata! Per farvi capire, provate a immaginare la texture di quelli cremosi ma leggermente più liquida!

IMG_2116-1

Tra i miei preferiti ci sono sempre quelli della Wycon!

Rispetto a questi contenuti nel barattolino, che negli ultimi due anni sono stati lanciati praticamente da tutti i brand e che hanno letteralmente spopolato, quelli liquidi hanno una marcia in più: il packaging! In effetti infilare di continuo il dito nella confezione significa portare sempre più germi al suo interno…e non è proprio la cosa più igienica del mondo!

k2-_c062fce6-1297-4f87-a8ea-20c405eaeef1.v1

Credo sia proprio questo il motivo che ha portato le aziende a ingegnarsi e a cercare di rilanciare gli ombretti liquidi con la confezione simile a quella di un gloss!

Armani-Eye-Tint-Emeraude-02

charlotte-ronson-alison-800x776

Sicuramente dal punto di vista pratico l’applicatore rende l’utilizzo molto più pratico e pulito, anche perchè si riesce ad evitare di sporcare le unghie, cosa che accade spesso quando si preleva il prodotto in crema dal barattolino! Allo stesso tempo, però, vi devo mettere in guardia: sono più difficili da applicare rispetto agli ombretti normali e bisogna farci un po’ la mano! Utilizzarli nel modo corretto non viene poi così spontaneo e automatico, bisogna un attimo capire come gestirli, anche perchè si tratta pur sempre di prodotti che cambiano consistenza nel giro di pochissimo tempo! Appena prelevati sono liquidi, ma si asciugano molto in fretta: per questo occorre lavorarli molto più velocemente rispetto a quanto si farebbe con altri ombretti!

tumblr_inline_mfkqiyYvN61r24o6q

Credit: anavictorino

Sempre per questo stesso motivo è difficile fare un’applicazione super precisa e curata nel dettaglio: non è esattamente quel genere di prodotto che si stende e poi si può lavorare fino ad ottenere il risultato sperato, come si fa quando si applica una matita o un ombretto in polvere! Quindi se siete alle prime armi mi sento di consigliarvi di prendere i colori più chiari, quelli che si usano per illuminare l’occhio o correggere qualche discromia! Sono queste le tonalità a prova di ciompa, perchè si possono stendere su tutta la palpebra senza richiedere chissà quali sfumature o perdite di tempo!

armani-bkstg-006

 

Nella prossima pagina vediamo quali brand li hanno prodotti, quelli che ho comprato io e quelli che stanno per uscire! 🙂

126 COMMENTI

  1. Il blu di Armani sembra stupendo! Tuttavia ho gli occhi molto delicati e non vorrei contenessero qualche componente troppo aggressiva per i miei occhi :-

  2. ciao! anche a me ispiravano quelli di armani! potresti fare un video tutorial con questo prodotto facendo vedere bene come usare sopratutto un colore scuro? grazie mille

  3. Ciao Clio! Io sono una fan degli ombretti in polvere e non uso altro per ora! Però devo dire che gli ombretti in crema di Armani mi sembrano bellissimi e mi piacerebbe provarli. Con il trucco mi piace provare tutto, quindi se ho l’opportunità, compro cose nuove! Un bacione

  4. io ne prenderò qualcuno di Armani sicuramente tra un sabbia marrone bronzo ,uno sul rosa-pesca e uno sul verde-azzurro x quando sarò abbronzata …anche Ysl mi ispira molto vedremo

  5. Uso da anni Ricercatezza, ombretto liquido di Lush e mi ci trovo davvero bene, tanto da averlo comprato per la seconda volta. Non ha un costo contenuto (circa 18 euro) ma è una perfetta base per uno smokey e anche da solo ha il suo perché per un trucco veloce. Non credo ne proverò altri, ho ancora quelli in crema di Wycon che tiro fuori una volta al mese…

  6. Tra le marche più abbordabili c’è anche la lush. Io ne ho uno, ricercatezza, che è un bel colore er si stende con facilità.

  7. 😉 stesso commento in contemporanea ! Tra l’altro anche io quello di wjcon lo uso meno spesso perché troppo brillante per il mattino a mio gusto ..

  8. Ciao! Spero di riuscire a comprarne qualcuno…
    Ma a proposito di Elf, visto che l’hai nominata…il sito italiano chiude…addio! Che peccato!!!
    Buona domenica! Baci!

  9. Wjcon ho il numero 10, ma anche per me “a tutto palpebra” fa davvero pajura 😉 . La scorsa estate l’ho usato come illuminante visto che è un bronze/rosato…ma mi sa che morirà nel vasetto, non ho abbastanza guance e occhi per finirlo tutto 😀 !

  10. Io ho ancora il terrore degli ombretti liquidi. Non sono una novità, da anni ci sono sempre stati, ma le performance erano tremende. Rigozzi, disomogeneità e qualunque altro difetto, come se piovesse…Per cui ho il terrore degli ombretti liquidi.
    Ovviamente saranno molto migliorati, visto che anche i primi ombretti cremosi, erano bruttini… Ma vorrei recensioni di ombretti liquidi medio/low cost….

  11. Ragazze mamma mia devo condividere con voi una notizia che mi ha sconvolto , lo sapete che il sito italiano di elf chiuderà :(:(:( adesso è tutto sold out oer via degli sconti che hanno fatto per terminare le scorte di magazzino :(:(:(

  12. Anche io ho questo è mi piace molto! Se ti posso consigliare, io lo stendo su tutta la palpebra mobile e nella piega, dove stendo un marroncino opaco in polvere x dare profondità, all’attaccatura delle ciglia sfuma la matita nera o quella marrone sempre di wycon (durata eccellente! ) e la porto in fuori con un pennello angolato a mo’ di eyeliner, tanto mascara e via, come trucco da giorno è molto delicato e apprezzato! L’unica cosa che ho notato di questo ombretto è che è meglio nn stratificarlo perché fa effetto crepa almeno su di me :/

  13. Ma quanto è brutto il packaging di Armani?? Parliamone!!
    Ogni volta che vedo un loro prodotto all’inizio lo scambio per uno low cost per via del packaging bruttissimo, plasticoso e poco curato, mamma mia.
    A parte questo gli ombretti, Armani come di altri, sembrano molto carini ma non penso mi ci butterò, al momento ho abbastanza ombretti per essere soddisfatta e non mi piace comprare solo per il gusto di possedere.
    L’unica cosa che non mi piace è che gli ombretti proposti sono tutti metallizzati o perlati, manco un opaco. Immagino siano più difficile da produrre e rendere omogenei però, nsomma, uno sforzo potevano pur farlo.
    Ah mi irrita anche che li spaccino per la novità/invenzione del secolo quando sono vecchi come il cucco, ste mosse di marketing per abbindolare i polli faccio fatica a mandarle giù.

  14. Non ho capito bene: ma quindi questi ombretti si possono sfumare o servono solo come “base”? come si fa a sfumarli se si asciugano così velocemente? Sono perplessa 😛

  15. Ciao clio. Io ho provato in passato sia quelli elf che quelli Max factor. Dei primi avevo acquistato 2 colorazioni una chiara ed una scura e sono rimasta delusissima! Sono nolto intendi il problema è che non si può stenderli in maniera omogenea e inevitabilmente faranno i grumi, per di più sono durati 3 mesi esatti dopo di che sono diventati PIETRA! per quelli Max factor discorso opposto invece.. Ne avevo uno beige che è stato per anni il mio unico ombretto e lo usavo un po per tutto, ora ne ho anche un altro rosino e continuo ad usarli con soddisfazione, nonostante gli anni ancora non si sono seccati!! Io li consiglio caldamente a tutti perché penso siano davvero una valida alternativa

  16. Ciao ragazze!
    Conclusione: ombretto in polvere tutta la vita! Io uso solo questo tipo, sono i più veloci e facili da sfumare.

  17. Ricercatezza è il nome. Lo chiamano ombretto cremoso e potrebbe avere altri usi. Non ho provato altri trucchi o colori della Lush, ma questo è molto carino, sia come colore che come texture, non eccessivamente metal. Ti posto una foto

  18. per la prima volta mi è venuta voglia di concedermi un piccolo lusso con gli ombretti armani!tra tutti sono quelli che mi ispirano di più!!davvero dei bei colori anche quelli YSL,sapete più o meno attorno a che prezzo siamo sia per questi che per quelli di Armani?

  19. Non chiuderà per sempre… quello che succede è che è finito il contrato con la ditta che si occupava di vendere i suoi cosmetici online. Adesso la decisione finale aspetta alla Elf, ma se la vendita online andava bene si cercherano un’altro distributore europeo. Se gli affari non andavano bene, beh, siamo fregate

  20. Io sto aspettando che escano quelli di Saint laurent perché hanno dei colori bellissimi, ho un po paura della consistenza liquida per questo per ora non li ho mai provati.

  21. Bello! Avevo visto questi prodotti sul sito e mi ispirano, però 18 € non sono proprio pochi… la Lush non fa mai sconti o promozioni?

  22. Eccomi. Appena l’hai detto sono volata ad approfittare. Non pensavo che avrei provato così i miei primi prodotti elf O.o comunque da come ne avete sempre parlato pensavo che fosse una marca di successo! Spero trovino un altro distributore come dice Elena G

  23. cioè prima mi fai fissare con gli ombretti in crema e ora me li vuoi far sostituire con questi?? 🙂 cmq da quelli che ho visto…i colori non sono granchè…tutti luccicosi, molto anni 90…non mi piacciono!!

  24. Beh in effetti la curiosità c’e!! Però mi sembra di capire che c’è una grande differenze tra i brand economici e quello cari…quindi aspetterò una review di clio prima di buttarmi!!! 🙂 mi ispirano molto quello di YSL e quelli della Clinique.

  25. Beh in effetti la curiosità c’e!! Però mi sembra di capire che c’è una grande differenze tra i brand economici e quello cari…quindi aspetterò una review di clio prima di buttarmi!!! 🙂 mi ispirano molto quello di YSL e quelli della Clinique.

  26. Clio quando ho letto la prima parte del post mi sono perfettamente ritrovata nelle tue parole! Ne avevo uno anche io tanto anni fa non ricordo nemmeno io la marca,forse della Avon, ed era praticamente trasparente! Però devo dire che mi ispirano molto..quindi non vedo l’ora di avere qualche review,magari anche su quelli della Revlon.

  27. O Signur…. già sono rimbambita con gli ombretti normali, ci mancano anche quelli liquidi. Però devo dire che mi ispirano un sacco, perchè in effetti quelli comodi comodi nel barattolino non mi sembravano tanto pratici. Ci farai un bel video…. grazie!

  28. Mi piacerebbe provarli ! Ma non devono entrare nelle pieghettine delle palpebre e quelli migliori sono troppo cari per le mie tasche.

  29. Diciamo che ci sono i pro e i contro. Quelli liquidi, sicuramente più igienici bisognerà essere bravine a sfumarli, quelli in crema ti consentono di lavorarli con meno fretta, ma dentro ci pianti le dita. E vorrei aggiungere che si seccano piuttosto in fretta, nonostante un uso non continuativo. Abbiamo ormai tante alternative a seconda della nostra manualità ed esigenza. Meglio così.

  30. Mi ricordo negli anni 90 un ombretto in tubetto rosa della bv…praticamente mai usato, non riuscivo a sfumarlo bene e il colore era troppo shimmer.

  31. Oppure in stick come base, il giusto compromesso tra praticità, sfumabilità e igiene. Io quelli di kiko li adoro.

  32. Ragazze mie, illuminatemi!! Io non ho mai capito se si possa fare un look con ombretto liquido (o in crema) lavorando con matita o ombretto in polvere. Voglio dire… Quando io ci provo con quello di Wjcon viene fuori un pastone, una cosa oscena…. Mi piacerebbe anche solo stendere un ombretto rosa chiaro in polvere sulla palpebra, e illuminare l’interno dell’occhio con l’ombretto cremoso. Ma si può? O sono io ciompa?? Ah comunque questi ombretti sono stupendi…

  33. Anche io ho sempre avuto il terrore degli ombretti liquidi, alcune volte sono stata tentata dal comprarli ma poi pensavo ai mille problemi che potevo avere e ci rinunciavo!

  34. Non saprei.. Posso testimoniare però che anche se il mio ha un paio di anni, non si è seccato e non mi dà fastidio agli occhi, ed ho una pelle abbastanza sensibile. Ho speso poco di meno per ombretti in crema che mi si sono seccati piuttosto in fretta e che comunque dopo un po’ mi incartapecorivano la palpebra, quindi…

  35. Ciao Clio! Io vorrei provare quelli di armani (nei toni più chiari visto che sono un po’ ciompetta!).. penso che me ne regalerò qualcuno per il mio imminente compleanno! Un bacione!!!!!!!!!!!

  36. Chissà a quale marca corrisponde quell’ombretto bellissimo che ha quella modella nella foto principale…

  37. io avevo il taupe della maxfactor… fantastico! Si stende benissimo, modulabile e colore davvero bello! Trovo molto comodi questi ombretti, sopratutto da avere nella borsa, gli ombretti compatti in polvere spesso si sono rotti e quelli in crema in estate quasi si sciolgono! L’unico difetto trovo sia la scadenza rispetto al tipico ombretto…

  38. Ciao Clio e ciao ragazze! Io ho il color tattoo della Maybelline e mi ci trovo benissimo, lo uso con il dito e direi che non mi fanno schifo i germi, devo preoccuparmi?
    Comunque anche a me ispirano soprattutto quelli marroncini dorati, però ho già dei validi ombretti di quel colore e non mi va di comprare dei duplicati con un’altra formula…
    Il concetto mi ricorda un po’ quello dei matitoni: non puoi usare il pennello e fai fatica a sfumarli, però tu salvano se vuoi fare un trucco veloce 🙂

  39. Ho appena fatto un giro sul sito… è incredibile, i prodotti stanno praticamente finendo… o.O Non me la sento ormai di comprare tanto per fare… peccato 🙁 Speriamo tornino…

  40. quelli di Shaka sono inutili… piu volte ho cercato di convincermi a comprarli ma già dal tester parto scoraggiata…. comunque meglio quelli in mousse secondo me! 😉

  41. Io ho da un po’ di anni 6 tonalità di eyegloss (così li denominavano) della marca Artistry, ed effettivamente la stesura non è facile come le polveri, e considerando l’ età di questi prodotti, alcuni funzionano ancora bene,altri meno. Essendo ormai fuori commercio, li tengo come reliquie 🙂 Ma non credo che mi avventurerò a comprarne di altri simili.

  42. Quelli di Armani e di YSL mi sembrano meravigliosi… Ma se spendo trenta euro per un ombretto, vorrei che non si seccasse alla velocità della luce.. Ne avevo uno Max Factor fatto così ed è stato utilizzabile per anni… Ne ho preso invece uno di YVES Rocher e sono riuscita a metterlo tre volte e poi è seccato… Se mi capita con un ombretto costoso, mi girerebbero un po troppo le scatoline…

  43. Ho solo un ombretto liquido, uno della Yves Rocher color marrone un po’ metallizzato e mi piace molto!

    E’ veramente a lunghissima tenuta, peccato che il range delle colorazioni è un po’ scarsa; infatti non credo che ne comprerò altri perchè ci altri colori non mi piacciono.

  44. Ciao a tutte 🙂
    Io ne ho un paio di ombretti liquidi con l’applicatore stile gloss: Avon e Yves Roche. Il primo è fantastico, una volta asciutto (da bagnato è ancora a chiazze e disomogeneo) ha sfumature bellissime ed è super omogeneo! Il secondo deve essere lavorato un pò con le dita per sfumarlo. Mi trovo benissimo con entrambi, durano veramente tantissimo senza andare nelle pieghe! 🙂
    Baci

  45. Io spesso mi trucco mettendo l’ombretto in mousse di wycon numero 11 e un ombretto preso dalla Naked2 sfumato nella piega e nell’angolo esterno e non ho nessun problema! Forse dipende dalla qualità degli ombretti…comunque ricordati di stare leggerissima con il pennello se no la polvere si accumula tutta in un punto e non si sfuma più! 😉

  46. Io ho preso quello doratino di Dior ma non mi trovo bene, magari sono io che non so applicarlo bene, ma è difficile da sfumare, il colore non rimane omogeneo e una volta asciutto rimane quasi evanescente, si vede pochissimo. Per ora delusione!

  47. Io ho provato quelli Della Revlon: mixed feelings. Li metti e nn si schiodano manco se piangi a valanga, ma son difficili da sfumare e lasciano la pelle secca..

  48. Sarò impopolare ma a me gli ombretti liquidi di Essence che hanno tolto piacevano! O meglio, mi ci trovavo abbastanza bene, erano senza infamia né lode, ho il n°6 “UK’s Stonehenge”, un grigio-taupe metallizzato che usavo per un trucco veloce, ne avrei presi altri ma erano molto simili a ombretti che già avevo!

  49. Mi intrigano i primi 6 da destra di Armani. Ma sbaglio, o tutti i brand li hanno lanciati metallizzati e non opachi?
    A me piacerebbe il packaging in tubetto, ancora più igienico della spugnetta.
    Ad esempio Clinique, oltre ai quick eyes, ha pure i Lid Smothie, in 6 colori ( il pinkgo boloba e il currant affair sembrano fantastici! Ma li hanno solo on line! Mannaggia a loro! Tu Clio, hai per caso avuto modo di provarli? io senza vederli dal vivo non ho intenzione di prenderli…
    Comunque gli ombretti liquidi non mi dispiacciono affatto.
    Spero che tu li faccia vedere in azione!

  50. Devo dire che mi piacciono e incuriosiscono…Non ne ho mai provato uno, perche non mi piace toccare i prodotti con le dita, penso di non poter essere abbastanza precisa e poi il fatto che vanno sotto le unghie…vrrrrr
    [Per lo stesso motivo non ho mai preso i blush liquidi o in quei barattoletti minuscoli (a parte ho sempre paura di non poterli sfumare bene, ma questa è un altra storia) – mi sono persa qualcosa?]
    Tornando ai nostri ombretti liquidi, li proverò sicuramente, vorrei prenderli nelle tonalità oro/bronzo/maroncino chiaro/champagne per poter (provare) a riprodurre il trucco che indossa di solito Angelina Jolie…
    Chissà se prima ci devo mettere ugualmente il primer?

  51. Ciao Clio!! scusami ti vorrei chiedere una cosa: ho provato vari primer per gli occhi ma mi fanno TUTTI allergia che la mattina dopo mi sveglio con tutte le palpebre che mi bruciano e sono tutte rosse, mi sapresti consigliare qualche primer che sia ipoallergenico oppure qualche metodo naturale per farlo? grazi mille!

  52. ciao bellezze! non mi ispirano molto qst ombretti! preferisco le mousse che non sono particolarmente liquidi ma facilmente lavorabili! poi quelli di wycon sono un qlcs di eccezionale! buona domenica! 🙂

  53. Ho quello di Wycon che devo dire uso poco perchè lo trovo noiosetto da mettere in quanto mi sporco le dita 🙁
    Quindi cercherò di finire quello prima che si secca e poi non credo che lo ricomprerò..né tantomeno queste nuove uscite.

  54. io ho il grigio di elf e non è niente male, a seconda di come lo applichi può fare da base per un trucco grigio o esserne il protagonista 🙂 il resto onestamente non mi entusiasma, soprattutto quelli costosi, non credo sia niente di particolarmente innovativo e nemmeno un must have che possa accelerare o migliorare il processo del makeup

  55. No, non mi ispirano questi ombretti, alle fine sembrano tutti troppo perlatini :/
    Quelli in polvere per me sono i piú patici da usare…

  56. Quelli liquidi della max factor sono buonissimi.. ma puzzano di plastica sciolta! Quindi se si riesce a passare sopra l’odore benissimo, sennò meglio lasciar perdere!

  57. Clio poi dovrai farci un tutorial su come applicarli in modo impeccabile!! 😛 io sono ancora scottata da quelli che vendevano anni fa…tutti nelle pieghe >_<

  58. Ciao Norissa, sapevo che la marca Artistry fosse ritenuta di lusso e molto performante. Io ho comprato qualcosa e devo dire che mi sono sempre trovata malissimo. Ha lo stesso costo di Armani o Dior, per intenderci, ma sinceramente preferisco investire su di loro che su Artistry, che boccio a pieni voti.
    Bacioni!! PS: gli ombretti di Armani mi ispirano tantissimo!!!!!!!!!!!

  59. I colori di Armani sono veramente belli! Poi magari addosso non mi starebbero bene, peró sono belli *^*

  60. ciao roby! prova con un correttore leggero che copre le discromie della palpebra! secondo me forse i primer nel tuo caso sono troppo ‘aggressivi! 😉

  61. Io ho trovato la pace dei sensi con i matitoni ombretto (tipo kiko): igienici, non si seccano, pratici, veloci, versatili e dai mille colori…..l’unico color tattoo presente nel cassetto (taupe) non mi garba per nulla ne per il colore (fango argilloso) ne per la resa (se non lo dosi bene va nelle pieghe in un nanosecondo) quindi resterà il primo e l’ultimo! Ombretti liquidi? Mmmmmm

  62. Io col make up di questo brand mi sono sempre trovata benissimo.

    Ancora una volta, per esempio coi prodotti nominati in questo post, mi sono accorta di quanto questo marchio fosse avanti 20 anni fa, che io mi ritrovavo per le mani, incuriosita, dei loro prodotti che mi chiedevo che funzioni avessero, quando poi seguendo Clio dal 2009 scoprivo che in Italia sono diventati popoplari molto dopo, per es. il primer occhi. Non tanti per un merito del brand nello specifico, ma per essere brand americano, quindi molto più avanti di noi qui in Italia. Sì il marchio è di lusso, al pari di altri, e molti prodotti sono ottimi.

  63. Io avevo un matitone a dir poco fantastico della Collistar, marrone con i riflessi viola: ma era troppo spesso, non ce la facevo a tirare una linea dritta/sottile…infatti l’ho regalato ad un’amica…Tu come fai? O prendi quelli che si possono appuntire?

  64. io ne ho 2 della avon. uno è un rosellino e non è male perchè anche quando sono di fretta metto quello è mi illumina bene lo sguardo. laltro che èdella stessa linea è un turchese scuroma è tremendo. una volta steso sulla palpebra non si vede nulla. è trasparente e rimane a chiazze!!!!oriibile. seondo me dipende molto dal colore…

  65. Personalmente non saprei dire se siano ancora in commercio in Italia, ma come resa quelli della Clinique, che ho provato circa 3 anni fa, sono “cream-to-powder”: quando li applichi sono liquidi, ma si asciugano subito dandoti l’effetto di colore pieno e leggermente luminoso che può avere anche un buon ombretto in polvere. Durano anche a lungo! Io mi ci son trovata bene…

  66. Ciao Clio e ciao ragazze, mi ispirano tantissimo questi ombretti liquidi. Quelli essence purtroppo o per fortuna non li ho presi e ora mi sa che non li trovo più.
    Clio se puoi prova qualcuno revlon (mi piace molto il fatto che in un solo prodotto ne avrei 2) a me piace il terzultimo.
    Ah comunque vorrei tanto l’ombretto in crema wjcon ma non essendoci nella mia città non l’ho preso (non acquisto su internet).

  67. Dove sono gli sconti del 20% di sephora quando servono?!perchè in questo post ho visto qualche mio futuro acquisto!non vedo l’ora di provare gli ombretti di armani e aspetto con ansia l’arrivo di quelli di ysl…e magari poi ci scappa un acquisto o due…

  68. Cliuzza aspetto una review e un test di questi ombretti.Sono curiosa di vedere che effetto creano sugli occhi 😛

  69. Finalmente anche noi potremo dimenticare i nostri incubi, con quegli ombretti liquidi, francamente scarsissimi. e lanciarci verso la comodità…

  70. Io ho Max Factor il marroncino… non è male ma asciugava lentamente quindi lo metto poco e poi ho altri ombretti in penna che fanno l’effetto uguale quindi… il fatto che non si debbano usare le mani è fantastico nel senso che non sono una fan di quello che mi costringe ad usare mani… metterei tutto in pennello, fondotinta con il pennello incorporato, illuminante con pennello incorporato… qualche casa ce l’ha ma sono ancora troppo poche a mio avviso. siamo donne che lavorano, escono, curano la casa, hanno figli, studiano, non hanno tempo di ottomila cosa per truccarsi e oltre ai pennelli, pennellini, pennelloni anche le mani…
    Lancio una proposta a tutte le case di make up…STUDIATE TRUCCHI SALVA TEMPO hahahahahahahahhahahahaha
    Io adoro gli ombretti in penna e proverò sicuro anche questi anche se cmq non hanno scoperto l’acqua calda… ci sono sempre stati e ne hanno fatti di bellissimi.. però la praticità di questi forse sarà la svolta!

  71. Ciao a tutte!!
    Mi ispirano molto, soprattutto vedere tutti sti colori insieme mi piace tantissimo!
    Mi attirano tanto anche quello dell’ultima foto, sono un duo mi pare?
    Non li ho mai usati, a parte un paio in crema della Maybelline e della Pupa, ma se non sono così facili da sfumare mi sa che al massimo, in caso di acquisto, mi orienterò su tinte chiare e illuminanti.
    Bacioni a tutte e buon lunedì!!

    http://www.lafantasiadiannalia.blogspot.it
    FB: La fantasia di Annalia

  72. Ho uno degli eyeshadow effect della Essence..egypt’s treasure, a me piace moltissimo! un bel bronzo, mi rimane fisso tutto il giorno, il colore non è trasparente e mi fa anche da base per l’eyeliner che cosi non sbava.. forse però è una colorazione particolarmente fortunata! Ma poi perchè li chiamano liquidi se sono cremosi?? non vedo una gran rivoluzione!

  73. Anche la yves rocher vende ombretti del genere con tenuta 12h, io però non li ho provati perchè sono colori troppo brillantinosi/metallizzati e non amo molto mettere colori del genere su tutta la palpebra…

  74. Gli ombretti a tubetto della essence mi ricordano i tubetti di colori delle elementari, quando facevo i lavoretti pasquali o natalizi… Ahh bei tempi

  75. Quando voglio essere iperprecisa li stendo con un pennello obliquo da eyeliner altrimenti semplicemente ponendoli un po’ di traverso e via…viene bene soprattutto se sulla palpebra c’è già un colore sfumato.

  76. Non credo di provarli!!!
    In genere uso poco gli ombretti…..x tutti i giorni preferisco una linea di matita e via,nel weekend se voglio truccare gli occhi uso gli stick della kiko che sono formidabili in qnt a tenuta!!!
    In realtà qnd mi sono avvicinata al mondo del makeup ho fatto un pò di shopping compulsivo e così ora mi ritrovo con parecchi ombretti in polvere e minerali che uso davvero poco,quindi sto cercando di smaltirli senza comprare altro.
    Poi sinceramente se devo spendere 30 euro preferisco comprare un buon fondotinta visto che ancora nn ho trovato quello che fa x me e infatti a breve credo di comprare il fix fluid della mac!!!

  77. Ciao Clio,
    ho comprato il mio primo ombretto liquido più di un anno fa. Di AVON, si chiama Super Shock Vivid. L’ho preso in lilla e in bianco – ghiaccio.
    Mi ci trovo benissimo e soprattutto mi piace portarli in estate, li trovo più pratici e tengono di più rispetto a quelli in polvere , questo secondo me.
    Lo scorso Agosto ( caldo tremendo ) ho realizzato il mio make up occhi con uno di questi due ombretti liquidi è la tenuta è stata eccellente fino alle 4 del mattino!!!
    Credo che però, per usarli, bisogna avere un pò di mano con il trucco, altrimenti il rischio di chiazze di colore è assicurato!!!

  78. Alcuni anni fa, da ragazzina, avevo comprato alcuni ombretti di questo tipo ma gli detestavo: erano troppo “appiccicaticci” sulla palpebra e prima di seccare gli ci voleva un’eternità così mi si stampavano ovunque non appena aprivo l’occhio…un incubo! Con gli anni sicuramente sono migliorati ma sono ancora un pochino reticente

  79. la kiko??? è sempre a passo con i tempi qualche nuova review?? tipo il pennarello effetto tatoo

  80. Non mi ispira per niente! Mi sembra che per quanto possano essere coprenti non saranno mai omogenei quanto quelli in polvere o in crema e dubito della loro durata, insomma non mi convincono ma non avendoli provati non si sa mai che si scoprono una bella trovata 😀

  81. Alla Yves Rocher sono usciti già da un po’ ed ero sempre indecisa se provarli o no (avevo abbastanza paura ad usarli per i problemi che diceva Clio, tra cui il fatto che non si sfumino molto facilmente) ma già che ero stanno uscendo un po’ di tutte le marche soddisferò la mia curiosità in merito a questi prodotti e li proverò 😉

  82. secondo me se a qualcuna piacciono, fa bene a comprarseli ora che ci sono e di diversa qualità perché secondo me non avranno vita lunga
    anni fa mi sa che c’era solo la Layla, che li faceva, ne avevo tre, ma siccome glitterati e liquidi, d’estate col sudore inevitabilmente finivano un po’ negli occhi, e come con tutti i glitter, gli occhi, bruciano.
    messi poche volte e dati via, perché non tutti i colori omogenei, si seccavano anche presto, insomma li ho regalati, ne avevo compartono di una marca sconosciuta e che non ricordo nella profumeria di Limoni, un bel celeste con finish metallico, ma riuscire a stendere omogeneamente e fare un occhio uguale all’altro èra difficile (dato via pure questo)
    ma siccome mi “piacevano” ho provato a comprarne uno da Ellis Faas, che è ancora nel mio beaty, solo perché è un bel colore, non brucia (ma bisogna stare attente a metterlo…) e costa un botto, anzi proprio in questi giorni, che sono obbligata a non lavoare, sto facendo le prove con lui, e sicuro, continuerò a tenerlo, ma non lo utilizzerò certo quando ho fretta, (miii… che lunga…)
    Per finire, direi: uno, per tutti i giorni che si va al lavoro, non lo consiglio, e non mi sogno assolutamente di comprarne uno a meno che ce ne siano di validi e che facciano l’effetto glossy
    Mi sa che ci vuole un tuo tutorial, magari … Anzi Clio ti prego fallo un tutoria, così termino il mio studio sulla prodotto.
    Baci a tutte

  83. questa è proprio una bella domanda, qui ci vuole proprio una lezione… Clioooo: tutorial, tutoria, tutorial,
    aiutatemi, ragazze, donne, pliiis
    baci

  84. secondo me anziché riproporli come fossero dei gloss, facevano meglio a metterli nelle cialde, così sarebbe più facile stenderli, sfumarli, perché sei tu che prelevi il prodotto, siamo nel 2015, penso che almeno un pennello ce l’abbiano tutte e poi caso mai ci sono i cotton fioc… le dita…
    vedremo le recensioni delle blogger e dei giornali specializzati
    ciao

  85. ho dimenticato di dirvi che mac ce ne ha due, uno bianco iridescente e uno taupe chiaro (28 euro circa) in cialda!
    sicuramente quelli di dior e guerlain mi ispirano di più,mi fido di armani, ma le nuance sonouna scelta difficile
    baci
    ps: è gia sparito il mio post precedente, forse era troppo lungo

  86. Se faranno successo tra i consumatori troveranno il modo di farli non solo sotto forma di gloss.

  87. Il packaging potrebbe aiutare nella stesura e se ci sono di marche un po’ più economiche credo proprio che gli darò una chance… 😉

  88. speriamo… sono molto carini, vero?
    e speriamo non li vendano a prezzi altissimi sopratutto, secondo me dovrebbero venderli tra i 20/22 max 25 euro, ma quello di guerlain,sicuramente costerà oltre i 30 euri
    ciao

  89. Anni fa ne ho comprati un paio di Chanel e per dare una botta di vita agli occhi in un attimo sono perfetti! E non credo fosse un’edizione limitata, magari altri colori ma mi sembra di averli sempre visti

  90. Come ho scritto nel commento non mi convincono chissà quantoa magari mi stupirà questa invenzione XD Quello del prezzo è sempre un mistero ma dipende dalle case cosmetiche.

  91. il distibutore mi sembra che fosse unico per tutta europa, ed era quello inglese. Poi hanno fatto i siti nelle varie lingue

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here