Ciao ragazze!!

Praticamente “ieri” abbiamo parlato di nuove uscite primaverili ed eccoci già a sbirciare i prodotti proposti dai maggiori brand per l’estate 2015!! Preparatevi già ad abituarvi a colori “marini”, labbra pop e tanti, tanti bronzer! Pronte a creare una nuova wishlist?

chanel-mediterranee-estate-2015-620-2 CHANEL

Partiamo subito a gamba tesa nella collezione estiva di Chanel, che promette di entrare nella “storia del makeup” con un nuovo colore (vi dicono niente nomi come rouge noir, particulière e mimosa?), l’estate 2015 sarà forse ricordata dagli appassionati come l’estate di Mediterranée! E ci spiace tanto per il Marsala (che però farà comunque la sua comparsa).

Non solo un nuovo smalto, tra l’altro già diventato virale online (lui e i suoi possibili dupe), ma anche il filo conduttore e lo sfondo della campagna: Mediterranée è infatti anche il titolo dell’intera collezione.

MTI4Mjk0NTA5MDc0MjQ3NjUw

Si tratta di un color acquamarina-ottanio molto bello, in effetti. Non è certo del tutto inedito ma è vero che il color petrolio era sempre stato abbinato ai bordeaux e relegato all’autunno. Oggi invece assume un aspetto “da crociera”, davvero molto estivo e vivace (rigorosamente abbinato a rossi fluo).


Sulle unghie, quindi, assieme a lui compaiono un rosso fuoco vivacissimo (Coquelicot), un viola (Lavanda) e un marsala un po’ shimmer (Terrana). 24€.

chanel-mediterranee1

Inoltre, vengono proposti dei nuovi ombretti in stick (un “mediterranée”, un marsala, marrone-terra, un verde oliva e un viola – proposto anche come matita automatica waterproof), 30€, e una terra illuminante che promette di dire addio per sempre all’effetto piatto e bidimensionale delle terre anni ’90 (abbellita dalla classica camelia), sui 60€.

chanel-summer-2015-2

Per le labbra, non ci sono novità eclatanti e mi sembra più interessante notare le linee proposte piuttosto che i colori (i “soliti” rossi e aranciati vitaminici estivi): solo gloss (27€) e la linea coco shine (33€), i rossetti trasparentini e idratanti.

Mi pare che questa mossa in qualche modo significhi un momentaneo “dire addio” al finish velvet che ha segnato la stagione passata. Ora si prevedono labbra vivaci ma lucidissime e dall’effetto giovane e “flirty” e non femme fatale con labbra viniliche.

chanel-mediterranee-estate-2015-620-7 chanel-mediterranee-estate-2015-620-23

Il look finale proposto (quello della campagna è il look “ALLEGRIA”) comunque, riesce ad essere anche originale, pur restando fresco e classico (merito della matita viola nella rima interna abbinata al rosso di labbra e unghie):

summer-2015-ad-71dee145115-original

Ci sono altri look proposti con tanto di tutorial sul sito del brand. Li trovo tutti abbastanza interessanti, da darci un’occhiata 😉 !

look rose paradis

DIOR

Dior_Tie_Dye_summer_2015_makeup_collection1

Anche Dior propone una nuova collezione estiva e, c’è da dirlo, come palette di colori siamo abbastanza vicini a quella di Chanel. Rossi vivaci abbinati a turchesi-petrolio, marsala e marroni-rosati e un po’ di verde oliva… Insomma quando due case di questo calibro sono coerenti nelle colorazioni direi che si può parlare di vero e proprio trend! In sostituzione al violetto, Dior propone un giallo canarino-dorato sia sulle unghie che sugli occhi!

Dior_Tie_Dye_summer_2015_makeup_collection2

Oltre a due delle palettine classiche (una più nude, Manicure, e una più vivace, Sunny eyes, 56€), la novità sono due versioni non-proprio-nude della cipria Nude Dior. Almeno una delle due direi che si può proprio definire un blush ( in Limited Edition, 56€)!

Dior_Tie_Dye_summer_2015_makeup_collection5

Quattro colori anche per gli smalti: un nude molto delicato (Sunkissed), il giallino di cui sopra (Sunwashed), il rosso ciliegia che possiamo definire altro trend di stagione (Sundown) e uno speciale top coat con il nome della collezione (Tie Dye) creato per realizzare vari effetti (quello proposto sul sito è una sorta di ombré), se utilizzato da solo (facendo due passate “in cima all’unghia” e una sola sul resto), o per modificare altri colori e creare sfumature se usato abbinato ad altri smalti.

Dior_Tie_Dye_summer_2015_makeup_collection3

Sono poi proposte nuove colorazioni della linea uscita l’anno scorso, la Addict Fluid Stick: due più rosa-nude e due più accesi e vivaci (35,50€). A questi viene abbinato un gloss?primer? (non è chiarissimo) “massimizzatore di volume”, in perfetta linea con il trend alla Kylie Jenner, a base di collagene (35€).

Dior_Tie_Dye_summer_2015_makeup_collection4

Ben sei colorazioni, poi, per i Dior Addict Tie Dye Lipstick (34€), tutte sui colori del lampone e nei toni più vivaci del pesca (e un marrone-nude). Le sfumature sono studiate per essere le migliori da indossare su una pelle abbronzata.

In qualche modo, pur sembrando abbastanza simili, proprio per via dei finish, le collezioni di Chanel e Dior si differenziano nel concetto: Dior punta molto più su labbra piene e che attraggono al 100% l’attenzione, anche su una pelle baciata dal sole.

Dior_Tie_Dye_summer_2015_makeup_collection6

Oltre a una nuova colorazione della loro BB cream (44€), esce un’edizione limitata del Diorshow Iconic covercurl (34€) in un color ottanio (che, ahimè per Dior, ma ci viene già forse da chiamare “color mediterranée“?) ripreso anche nel khol (40€), insieme a un bel color oro-sabbia.

GUERLAIN

w704 (2)

Guerlain esce per l’estate con due prodotti che vanno a entrare nella collezione permanente: il nuovo mascara Cils D’Enfer So Volume e una linea di ombretti mono con una formula innovativa in gel.

w704 (1)

Il mascara (oltre ad essere elegantissimo nel packaging) promette 11 ore di durata e, grazie allo scovolino conico che racchiude più setole di quante non ne abbia mai avute un mascara Guerlain, una distribuzione omogenea del prodotto, potendo ottenere un effetto drammatico ma pulito. La formulazione a base di olii, infatti, dovrebbe prevenire la formazione di qualunque grumo.

w704

Gli ombretti Encrin 1 Coleur contengono invece nuovissimi pigmenti in gel che dovrebbero rendere inedita la modalità di stesura del prodotto sulle palpebre: la promessa è un addio a pieghette e a spessore! Questa formula dovrebbe infatti di restare superaderente alla palpebra a prescindere dal finish.

w704 (3)

I finish proposti sono 3 (opaco, satinato, metallico) e 12 colori: un viola-blu, un rosa cipria, un blu notte, 5 diverse nuances nude-marroncini-beige (sia caldi che freddi-taupe), un grigio-olivia e un grigio acciaio, un nero e un bianco.

YSL

ysl-popwater-620-1

Cara Delevingne si riconferma volto di Yves Saint Laurent per la collezione Pop Water (che, peraltro lancia il trend dell’effetto bagnato e dei colori pop che verrà ripreso ma moltissimi brand).

ysl-popwater-620-2

Fiore all’occhiello della collezione sono senza dubbio gli ombretti liquidi dal finish metallico: vera novità nel panorama cosmetico, iniziata da Amani. I colori sono 10 e molto vari tra di loro, direi divisi in  5 caldi e 5 freddi.

Il 40% di acqua al loro interno garantirebbe l’effetto “wet” di cui abbiamo appena parlato. Non vedo l’ora di provarli!! Il prezzo si aggira intorno ai 30€.

ysl-popwater-620-3

Le mie amate, amatissime tinte si arricchiscono di ben 8 nuove tonalità che assecondano il trend delle labbra rosa: dai rosa-ballerina ai magenta, ai pesca e ai lampone… ognuna potrà trovare il rosa adatto a sé!

ysl-popwater-620-4

Sembra una tinta come le altre, e invece no! Ecco a voi il PLUMP UP Glossy Stain: un prodotto-gloss-tinta che ha come unico obiettivo quello di volumizzare le labbra al massimo grazie a un vero e proprio effetto push-up, senza rinunciare all’idratazione data dall’acido ialuronico contenuto al suo interno. 28,50€.

ysl-popwater-620-5

Gli smalti YSL hanno un po’ la stessa funzione del top coat Dior: pur essendo pigmentati, restano trasparenti, dando un immediato effetto pop e permettendo di ottenere diversi effetti in base a quanto si stratifica il prodotto. I colori sono quattro: un magenta scuro (Rouge Wet), un malva-fucsia (Fuchsia Sain), un rosa fragola (Rose Splash) e un arancione fluo (Orange Drop) 23€.

Siamo solo a metà! Tutte le altre collezioni (in arrivo moooolti rossetti), a pagina 2!

172 COMMENTI

  1. Quindi a quanto pare le tinte labbra saranno un lontano ricordo…anche Deborah all’evento ha presentato rossetti trasparentini “water effect”..

  2. Chanel! Chanel! Chanel! Lo smalto è fantastico e sono già andata da sephora per gli ombretti in stick; ma non è ancora arrivato nulla 🙁

  3. Ooh i rossetti di YSL :Q però mi sa che attenderò molto perchè mi vorrei prendere almeno una tinta in olio e ancora non l’ho presa xD
    Però i colori sono così carini *-*

  4. Il color Méditerranée mi piace molto, soprattutto nella versione delicata di Clarins (i tre ombretti mi sembrano bellissimi). Aspetto le anticipazioni dei loro fratellini “poveri” cui posso aspirare anche io 🙂

  5. Vorrei tanto avere la possibilità di comprare questi trucchi stupendi! Ma per ora mi dovrò accontentare dei brand medi ed economici! non vedo l’ora che Clio faccia il post sulle loro uscite estive!! Baci

  6. Ma solo io penso che abbiano dei prezzi assurdi?? una terra 60 euro???? Ma come minimo dentro ci devo trovare i pennelli e pure il truccatore che me la mette! XD

  7. Più che rompere il salvadanaio una dovrebbe pensare seriamente di rapinare una banca visti i prezzi e il fatto che io come molte ragazze comprerei tuttoooooOOOooo XD eheh…. Comunque scherzi a parte, mi piace da un sacco di tempo la BB di Dior.. Mai usata comunque ma l’impressione che mi dà è di essere FAVOLOSA… ma purtroppo per una come me che compra la BB al supermercato della Nivea a 6€ e qualcosa circa, la BB Dior rimarrà un sogno.. 🙁 Ma pazienza.. :-)!Mi ritengo comunque fortunata 😉

  8. che bei prodotti…peccato che me ne possa permettere ben pochi!!sicuramente comprerò qualche rossetto,ma non di quelli cremosi che non durano una cippa..per quelli preferisco spendere meno e avere lo stesso risultato!

  9. ….Apri la terra e come dalla lampada di Aladino invece del genio ci esce un makeup artist…. :-D…. Concordo comunque!..e penso che sì i prodotti saranno favolosi ma purtroppo secondo me è il NOME in sé costoso..e quello che si paga!!

  10. Ciao Clio e ragazze/i, Io attirata dal packaging ho già acquistato un rossetto di Marc Jacob, l’ho acquistato in internet ed ho sbagliato il colore …. ho preso il rock pop…AIUTOOOOOO!!!! praticamente è un arancio fluo, non avendo i denti perfetti non riuscirò mai ad usarlo! PERO IL PACKAGING E’ FANTASTICO!!!!
    Tutto il resto è MERAVIGLIOSO, credo proprio che cederò al Mediterrannè e punterò più che altro sulle labbra ed unghie e base, gli occhi devo scordarmeli se prima non passa l’allergia! buona settimana a tutte/i;-)

  11. lo so però mi scoccia troppo spendere 30 euro per un rossetto effetto balsamo che non dura niente!:-(

  12. Sì, sono d’accordo, ormai hanno raggiunto prezzi talmente alti che non giustificano più una qualità migliore, ma tanta pubblicità.
    Ho sempre comprato di tutto, ma ora decisamente anche nel low cost si riescono a trovare prodotti di ottima qualità, per cui oltre una certa cifra non spendo.

  13. Infatti.. ma quello che mi dispiace è che la maggior parte delle persone quando legge il nome di certi marchi perde completamente la capacità di intendere e di volere.
    Sono convinta che se ad un prodotto da 5 euro (che in molte magari snobbano) togli la scritta “kiko” o “essence”, la sostituisci con “chanel” e lo vendi a 80 euro diventa magicamente favoloso e assolutamente da acquistare!
    Sai quante persone conosco così… uuhhhhh! 😉

  14. Anche per me la BB Cream di Dior rimarrà un sogno..e comunque sono sicura che non vale la pena spendere tanto per quanto sia favolosa!

  15. Non potrò mai comprare un prodotto di marca, soprattutto i fondotinta, per 2 motivi, 1 a meno che non facciano sconti del 70%…. 2 _ I fondotinta di marca mi lasciano le chiazze in faccia!!!!!!

  16. Quest’anno sono attratta dal color geranio-aranciato sulle labbra, ma sempre semitrasparente, abbastanza pigmentato e lucido. Spero esca qualcosa di simile da Pupa, Deborah o Kiko. Per il viso ho già una terra che mi soddisfa. Per gli occhi credo che prenderò una bella matita ottanio, tipo quella di clarins e magari un mascara colorato. Ma soprattutto sono alla ricerca di una palettina di 4-5 colori sul bronzo o marrone caldo, perchè ho solo marroni-taupe, un po’ freddini.

  17. Si decisamente esagerati e poi devono rendersi conto che anche i brand medio economici hanno delle cose di buona qualità..quindi perchè spendere tanto? cioè mi piacerebbe mooolto poterli avere tutti ma i prezzi ti fanno proprio passare la voglia!

  18. Comunque nei centri commerciali Kiko è sempre preso d’assalto da ragazze e donne di tutte le età, da Douglas e la Gardenia le commesse si grattano letteralmente.
    Questo la dice lunga

  19. Spero che la nuova tonalità della bb cream di dior sia più chiara di quelle già esistenti e con sottotono giallo!sarebbe il regalo più bello!io incrocio le dita….

  20. Non sono d’accordo… Per molte cose la differenza fra low cost e high end si sente. Ovviamente i prodotti low cost si stanno migliorando sempre di più e siamo arrivati al punto che si può campare bene solo con prodotti low cost… Ma ciò non significa che non ci sia differenza con gli high end.

  21. Sono d’accordo! Purtroppo anche se aumentati di numero i post che piacciono più a me (sui trucchi e sulle tecniche) sono sempre di meno. Ma questo è super! Viva le novità che fanno sognare…

  22. Infatti anche se c’è li avessi non credo li spenderei….. sono 44€! sono una bella cifretta…….. :-/

  23. Lo smalto mediterranee mi ha fatto venir voglia di rompere il salvadanaio…..per andare in crociera!

  24. Concordo pienamente con ogni tua singola parola….. A me non importa se le cose che ho sono Dior, Chanel ecc…. sono felice dei miei Pupa, Catrice, Deborah e Nivea.. e mi sento fortunata a potermi comprare già questi!…….

  25. Oooh questo è un post come si deve e interessante!!! Mi piacciono molto le proposte di Chanel e Dior, i colori sono un po’ i classici estivi ma abbinati bene fra di loro e molto tentatori ^_^

    A quanto pare comunque puntano tutti moltissimo sulle labbra!!! Vorrei un prodotto simile agli shine love di Lancome, possibilmente con una sfumatura albicocca e che non costi tanto quanto i suddetti 🙂 mi lancio subito nella ricerca!!!

  26. Eh ti credo! 🙁 io una volta sugli smalti ci spendevo un sacco…ma poi ho capito che non dipende dal prezzo ma dipende da quanto si tengono le mani ammollo a lavare….quindi quello che pagavo 9€ in profumeria e quello di 1€ alle bancarelle avevano la stessa resa e così feci la mia scelta… certo il mio discorso non vale per i rossetti..però penso che girando e provando se ne trovano pure di validi e più economici!…. io non li uso se no a quest’ora qualcuno l’avrei scovato e magari ti consigliavo….

  27. Ciao Clio e ciao ragazze, alcune cose sono carine, ma i prezzi sono alti! Mi accontenterò di continuare ad usare i trucchi che ho già 😀

  28. Prezzo alto non è sinonimo di qualità.
    Ci sono prodotti di marca che hanno resa pessima e prodotti low cost ottimi (e sicuramente viceversa eh)!
    Però non puoi negare che il prezzo di questi prodotti derivi dal nome che portano e che molte persone li acquistino solo per quello. E di questo parlavo, della visione distorta che molte persone hanno. In troppi pensano che una cosa è buona solo perchè cara, ma non è assolutamente così.
    Ma, nonostante questo, a parità di qualità sceglierebbero comunque quello che costa di più perchè “DI MARCA”. Ovvio ognuno è libero di fare ciò che vuole eh, ci mancherebbe.
    Sarà che io soprattutto di questi tempi preferisco rischiare un acquisto sbagliato a 5 euro piuttosto che uno sbagliato a 60 euro… Potrei avere un infarto secco! XD

  29. Ti do ragione questo ragionamento, a mio avviso sbagliato, le persone lo applicano in molt ambiti , anche sul cibo per esempio…

  30. Le creme vuote ahahahahah! E’ vero! Le apri e pensi “oh no, si sono scordati di riempire il contenitore” XD

  31. UUUUUUUUUUUUUUUUUUUUH EMOZIONE PER CHANEL!!!! Finalmente potrò vedere gli Stilo Eyeshower che non li ha più nessuno!!!! Non vedo l’ora! Credo che proverò il color marsala mi ispira moltissimo! Ho visto poi che moltissimi quest’anno li stanno proponendo, da MAC a Laura Mercier a Make Up Forever e tanti altri … vedrò cosa comprare!

  32. questo post mi è piaciuto tantissimo…penso ce il colore mediteranee entrerà nella mia trousse, dato che una matita della deborah più sul verde mi ha abbandonata. poi questi colori sul petrolio mi donano molto…..
    io non metto mai il gloss ma devo dire che ultimamente ho inziato ad usarlo anche io…….primausavo di più un burro colorato lucido

  33. Bellissimo post!!Le cose che mi incuriosiscono di più sono: i vari prodotti labbra che promettono anche un’azione riempitiva; gli ombretti effetto bagnato di Clarins; il nuovo colore proposto da Chanel.
    Non vedo l’ora di vedere qualche review,soprattutto sui vari rossetti che dovrebbero volumizzare le labbra.In particolare mi interessa il prodotto Dior a base di collagene e i rossetti di clinique e lancome.

  34. Ciao bellezze!
    Quanto mi emoziono ad ammirare le nuove collezioni!!!!!!! Queste poi si concentrano molto sulle labbra e io trucco praticamente solo quelle, sugli occhi giusto un po’ di mascara, al massimo una matita che contorni in modo sottile l’occhio, ma i miei trucchi si concentrano sulle labbra!
    Le immagini sono favolose… Ma quest’effetto un po’ glossy non so quanto mi possa far piacere, anche xkè, ripeto, il mio make up si concentra sulle labbra, quindi pretendo molto dai miei rossetti e questo glossy non mi hanno mai convinto in quanto durata! Staremo a vedere

  35. Sei in ottima compagnia ! Mi associo all’idea che i prezzi sono assurdi. L’ unica cosa che mi potrebbe attrarre è Eclat minute di Clarins giusto perché si parla di skincare.Ma francamente non mi faccio abbindolare dal packaging e dal nome del brand tanto poi restano chiusi nel cassetto e in faccia nessuno mi legge Dior o Chanel!

  36. uhmmm andrò subito a comprarmi i dupes degli smalti chanel petrolio e lavanda! A ma piace clarins ma di suo uso soltanto il filtro solare da viso. (costa, è completo, ma dura tutto l’anno ed è anche perfetto come primer). Sarei curiosa dell’acqua fissante/rinfrescante e della base illuminante!
    Spero anche che qualche casa meno costosa faccia un mascara color petrolio come dior e clarins! Se per il primer e lo spray potrei osare spendere qualcosa di più non lo farei mai per mascara o smalti!

    ma… gli ombretti effetto bagnato alla fine cosa sono? intendo… sono sempliicemente ultra brillanti o cosa? qualche tempo fa di kiko mi ero presa il “top coat” effetto bagnato… quello dovrebbe sufficere no?

  37. Sono troppo curiosa di sapere se il PLUMP UP GLOSSY STAIN di Yves Saint Lourent funzioni veramente… Che dite, chiediamo a Clio una review?? Ho bisogno di un parere prima di lanciarmi nell’acquisto di un qualcosa che ha un prezzo effettivamente altino!

  38. Sono tutte fantastiche, ma purtroppo sono tutte very expensive per le mie tasche, ma sognando un po’ direi senz’altro Chanel e Dior. Aspetto tuttavia il post con i prodotti medi/economici se lo farai. Grazie e a presto.

  39. Ci sono anch’io a pensarla così!!!!!!! E come ho già scritto più su spero proprio che a breve ci sia un post con i prodotti medi/economici: E’ assurdo pensare di spendere quella cifra per un prodotto solo!!!!

  40. Mi ritrovo a darti ragione; pensa che poco tempo fa ho provato un campioncino Dior Star che mi avevano regalato quando avevo comprato il mio profumo, applicato con spugnetta umida era perfetto le dolenti note sono arrivate al momento dello strucco: ha aderito alla mia pelle come una pellicola e non riuscivo a toglierlo e ho dovuto utilizzare lo struccante occhi bi-fasico!!!! Ma purtroppo la mia pelle sulle guance (leggermente secca) è diventata tipo labbra screpolate in pieno inverno e ad oggi dopo un mese circa non si è ancora ripresa. Questo per dire che anch’io penso che la qualità non è sempre all’altezza del nome.

  41. Me ne sono piaciute in tante, ma la mia preferita resta Chanel, il colore mediterranée è bellissimo, anche il verde oliva, il color canna di fucile!! Mi piace molto anche la nuova formula degli smalti che creano un effetto ombré… da provare!!!! bellissime novità: sugli occhi sguardo magnetico ed invece sulle labbra colori mooolto vivaci! difficile sbagliareee.. 😛 non so se il color med. diventerà il nuovo particulière, sicuramente sarà meno portabile a lunga andare perché risulta più adatto a stagioni come primavera ed estate..

  42. scartando Clarins e tutto ciò che sul viso luccica tipo la terra Chanel è una polvere nn potrà mai dare tridimensionalità al viso se nnda come la applichi a me il modo classico a 3 va benissimo epoi ho le mie top Nars e Diorair quindi tutto ciò che simette sul viso lo scarto ,punterò ad un paio di rossetti-gloss e a qualche tinta occhi tipo stilo Chanel e liquidi Ysl nei colori sabbia bronzo turchese pur avendo gli occhi verdi voglio provare ad abbinare bronzo e turchese – blu trovo sia molto bello e chic invece del solito viola

    per iprezzi è come x ogni cosa ognuno fa le proprie scelte inbase alla qualità alla resa a ciò che si desidera x se …Dior Chanel Ysl sono brand di lusso ,Kiko l’oreal ecc sono fasce medio basse,ognuno sceglie in base a ciò che desidera e può permettersi

  43. Se qualche colore mi sta bene comprerò un fluid stick di dior, perché ne ho già due e li trovo favolosi!
    Per quanto riguarda i prodotti nuovi mi intrigano gli ombretti nuovo di guerlain, sono curiosa di vedere l’effetto di questa nuova texture!

  44. Tutto. Voglio semplicemente tutto, e una carta di credito non mia. Con una preferenza per Clinique e Dior! Mi esaltano i rossetti che coprono il colore delle labbra, di mio le ho molto pigmentate e “coprirle” per fare risaltare un rossetto è sempre un problema (uso normalmente il correttore). Per lo stesso motivo, quelli di Lancome temo avrebbero uno splendido effetto nulla, e non è quello che cerco. Se avrò qualche euro da spendere credo mi orienterò come accennato! Però una bella review potrebbe essere interessante! XD

  45. Tutto. Voglio semplicemente tutto, e una carta di credito non mia. Con una preferenza per Clinique e Dior! Mi esaltano i rossetti che coprono il colore delle labbra, di mio le ho molto pigmentate e “coprirle” per fare risaltare un rossetto è sempre un problema (uso normalmente il correttore). Per lo stesso motivo, quelli di Lancome temo avrebbero uno splendido effetto nulla, e non è quello che cerco. Se avrò qualche euro da spendere credo mi orienterò come accennato! Però una bella review potrebbe essere interessante! XD

  46. ecco, finalmente ho trovato il mio color ottanio-acqua marina, adesso sono indecisa tra, YSL,Clarins, Dior, Chanel, vediamo un po. Per quanto riguarda rossetti, matite….TUTTEEEEEE le case!!!!!!!!!
    Clio, mi posso dichiarare in un mare di guai è bancarotta hahahahahahahahaha

  47. Méditerranée!!! *o*

    Mi sono innamorata dell’ smalto Chanel e la matita Clarins… Ma che prezzi!!
    Speriamo che i brand medio-economici escano con qualcosa di simile, x me più abbordabile… Sennò continuerò a sognare e a sbavare davanti a questo post…

  48. Io proprio in questo momento indosso lo Shine Lover di Lancome (aranciato) e dire che è bellissimo è poco. È davvero molto confortevole e idratante, con una resa di colore luminosa e davvero bella alla vista! L’ho amato alla prima applicazione 🙂

  49. Gerlain e YSL hanno delle confezioni (sì esiste il termine italiano di packaging) stupende, ma credo che i prezzi siano esagerati.

  50. Mi piacciono molto i colori della Clarins, ma sinceramente non so se c’è una cosa che NON mi piace! Purtroppo però i prezzi sono proibitivi, passeggerò nelle profumerie osservando e ammirando…ma niente di più! (anche se potessi certe cifre non penso le spenderei, sarebbe uno schiaffo al buon senso e a chi non ha niente…)
    Comunque, è stato un ottimo spunto per gli acquisti P/E 2015 😉

  51. Ma sul serio quelli di Guerlain pensano che non ci accorgiamo che le ciglia della modella sono finte e non rese tali dal mascara?! Non mi posso permettere questi brand, ma anche se potessi non comprerei mai un prodotto la cui pubblicità è così falsa nei confronti del cliente!!

  52. La differenza principale è il packaging… quel mascara guerlain sembra un articolo di gioielleria (anche nel prezzo)

  53. Ysl te ne prego fai un regalino a questa ragazza che va pazza per le tue tinte!! Sarò buona lo prometto!!

  54. Clio spero che prossimamente ci farai sapere come sono questi prodotti, soprattutto i VIOLA di CHANEL!! ricordo che avevi fatto un post proprio sui vari viola in commercio, su quali erano buoni e quali secondo te non valeva la pena di spenderci soldi. Questi sembrano molto belli, sia la matita che lo stick, hanno la scalatura di viola che piace tantissimo a me! Se dici che ne vale la pena forse penserò di spenderci due lire…!
    Un’altra cosa: ADORO GLI SMALTI TOP COAT TRASPARENTI!!! finalmente!!!!! ho sempre pensato che le tinte completamente coprenti, soprattutto per alcuni colori fossero un po’ rozze e ultimamente sono andata alla ricerca di qualcosa di più trasparente o li creo da sola con una base trasparente e una goccia di smalto intenso ^_^

  55. il Meditarrenèe è un colore stupendo ma….’sti prezzi? troppo anche per loro.
    certi rossetti sono stupendi, colori e finish spettacolari ma i prezzi….dove vivo io li aumentano anche!

  56. Lo smalto simil-mediterrenèe ce l’ho già XD l’avevo preso anni fa, solo che ormai è vecchiotto e mezzo secco e sto cercando un sostituto, ma sicuramente ora i dupe spunteranno come funghi 😀
    Per il resto non mi ispira prorio nulla, non mi piace l’effetto gloss sulle labbra, saró l’unica, ma proprio non mi piace :/

  57. care carissime, inavvicinabili….ma collezioni magnifiche!
    occhi a cuoricino x me x gli ombretti liquidi effetto metallico di YSL

  58. Amore a prima vista per la cipria e gli smalti Chanel.
    Non particolarmente attratta da Dior, top coat a parte.
    Curiosa per la scelta di Guerlain di promuovere i nuovi ombretti focalizzando l’attenzione sul viola, colore per cui si sono spesi fiumi di parole.
    Di YSL non mi attira granchè (again: smalti a parte)
    Di Clarins mi ispirano tantissimo gli ombretti in crema e la base illuminante.
    Della Lancome mi ispira tutto, Lisa Eldrige ha rivoluzionato il brand puntando tutto sulla cura della pelle a lei tanto cara attirando la mia attenzione.

  59. Io proverei i prodotti Guerlain. .. quindi il mascara – gioiello e gli ombretti mono… mi sembrano bellissimi dalla foto

  60. Bellissimi gli smalti e gli ombretti in stick di Chanel..color mediteranée approvato! Mi ispirano parecchio anche gli ombretti liquidi di Guerlain, invece- chiedo venia Clio- trovo bruttino il packaging dei Rossetti-matitoni di Marc Jacobs, solo a me danno l’idea di un capezzolo?

  61. Il Dior star è una sola, anche per me! Me ne sono fatta fare un campione, l’ho messo 2 gg di fila e il mio mento si è riempito di brufoletti. Finito il campione spariti i brufoli.. E ho 40 anni suonati e prendo la pillola .. Quindi è stata colpa sua.

  62. Pazzesco e io che fatico a vedere la mia linea Artistry…. prodotti naturali e nel settore prestige e i prezzi sono almeno la metà…. concordo con chi ha scritto che fa tutto la marca!!!!

  63. Mi piacciono… Ma il color teal e i rossetti i trasparenti, sono una costante da un po’ nelle collezioni estive…ho un ombretto in stick di Kiko uguale a quello di Chanel ( fra l’altro, gli ombretti in stick di Chanel non valgono una cippa.. Ne ho uno della collezione estiva 2013 che di è seccato subito!) è una matita D&G di questo colore che non tiene niente…
    Riflettendo: ho troppa roba.
    Sonia mani in tasca e occhi bassi…

  64. Bhe’ qst mediterranee non è tutta qst novità, è un colore che io adoro e devo avere già qlc smalto simile e anche una matita! Sono molto tentata dagli ombretti liquidi…ma ancora nessun marchio meno caro li ha proposti? E ovviamente i rissetti Marc Jacobs fanno molta gola!! Sbav…

  65. Ho troppa roba pure io!altro che singolo beauty..”Rossella devi fare come Sonia..mani in tanca e occhi bassi”!ihihihihj

  66. Ma quanto è bella la terra camelia di Chanel!peccato per i sessanta euro!ahahahahah cmq che gola questi prodotti!!baci

  67. acquisto sia chanel che essence…non è affatto così…ci sono prodotti validi sia che in uno che nell’altro…bisogna saper scegliere i prodotti…e non il brand

  68. sto aspettando i clinique, per vedere di persona…temo siano come gli atri brand un po trasparenti…vedremo!

  69. Eh mediterranée è tanta roba!Però cavolo ancora uno smalto sull’azzurro/blu!Io sono piena di smalti su questi colori per non parlare sempre di Chanel dell’edizione limitata di qualche anno fa per la VFNO e di Nouvelle Vague. Da qui comunque sembra davvero bello, andrò a vederlo in profumeria! L’altra novità che mi piace sono i top coat per dare effetto ma anche questi credo proprio che non li comprerò mai.

    Mi piacciono invece molto i nouvi colori delle tinte labbra YSL!Per tutti gli altri rossetti, bellissimi alla vista, aspetterò una tua recensione per capire se vale la pena comprarli!
    Gli ultimi rossettini di Lancome i lip shine sono due mesi che li vedo in profumeria, non so se questa che hai messo tu è la collezione ancora più nuova… ne ho comprato uno ed effettivamente il colore rimane e l’effetto è naturale ma adesso che leggo del trattamento non sono convintissima. Io ho le labbra secche di mio ma questo rossetto sembra che idrati per la prima oretta poi inizia a seccarsi anche lui!

  70. Bellissimi ma trooooppo costosi mica è oro in fondo. Sicuramente ho trovato stupendo lo smalto chanel Mediterranee e fichissimi i rossetti di marc jacob a forma di matite..In ogni caso tra ombretti e rossetti da ciompona quale sono scelgo i secondi. Almeno faccio presto :)))

  71. molto interessanti gli smalti colorati ma trasparenti, non vedo l’ora di provarne qualcuno per capire se e’ un top o flop!

  72. Figoo torna l’ottanio 😀 prossima settimana vado a tonalizzare i capelli! Ole! La consistenza trasparentina e lucida dei rossetti non mi fa impazzire, ma è sicuramente mooolto estiva. Proverò!

  73. Mi sembra prestino per vedere il contributo di Lisa Eldridge…secondo me lo vedremo in autunno. E spero porti una ventata di freschezza e qualità, perché gli ultimi prodotti che avevo preso (gloss e ombretti) parevano della L’Orèal pur costando almeno il doppio.

  74. L’impennata dei prezzi delle case di lusso in questi ultimi anni è stata spaventosa. Le marche low cost più o meno hanno mantenuto aumenti graduali, a parte Kiko che sta un po’ esagerando.

  75. Le terre in edizione limitata di Clarins sono sempre state bellissime. Peccato facciano un solo colore. Una volta ne proponevano due. È stata la mia prima terra costosa e la tenevo come una reliquia.

  76. questo è vero pagare un rossetto 35 e più euro è assurdo .. a parte ci sono case cosmetiche come Sisley Tom Ford ecc che sono ancora più care…purtroppo i brand di lusso cercano di essere esclusivi alzando i prezzi ma è anche vero che utilizzano materie prime sceltissime pigmenti di qualità essenze floreali hanno esperti make up artist che creano colori abbinamenti esclusivi il lavoro dietro cè ,poi le confezioni sono molto belle la terra air Dior ha scatola in metallo bellissima con pennello a parte …i rossettiChanel la chiusura nascosta nel cappuccio insomma ci sta il prezzo ragazze purtroppo è così le cose belle e di qualità si pagano …la differenza tra un neans Zara e un Seven che costa dai 200 in su io la vedo anchesesi tratta di jeans ma cè tessuto e tessuto ..

  77. Siiiii finalmwnte tanti rosa intensi anche d’estate!!! Io amo alla follia i colr magenta,lampone e in generale le tonalità scure del rosa ma fino ad ora erano sinonimo di autunno ed io per prima mi sentivo un po’ fuori luogo ad indossarli, ma ora proprio non avrò piu’ freni ahhaaha 🙂 non vedo l’ora di provare le nuove tinte di YSL!! e sicuramente punterò piu’ sulle labbra ma semplicemente per praticità e velocità di realizzazione del trucco!:) top clio come sempre!!

  78. Bel post ma consiglio di investire risorse nella rilettura dell’articolo prima della pubblicazione (visto che adesso siete in tante) per correggere gli errori di ortografia.

  79. Certamente, è che più il prezzo sale, più le tue aspettative sono alte. Se tutto sommato il risultato che hai è superiore ad un brand low cost, ma non così tanto da giustificare un prezzo ben più alto, alla fine ti accontenti di meno. Di certo nella fascia alta prediligo i fondotinta soprattutto per la scelta dei colori e i rossetti naturali. Lì riesci a trovare molte più sfumature e quella via di mezzo tra varie tonalità che nel low cost non hai.

  80. La bb di Dior è fantastica. Puoi sempre comprarla e usarla con parsimonia, per le occasioni speciali. Io la alterno a quella di Deborah

  81. Mmm….vedendo tutte queste meravigliose cosine, improvvisamente mi è venuta una gran voglia di farmi un bel giretto da sephora domani…. 🙂 🙂 ci sono molti prodotti interessanti che vorrei provare..il nuovo mascara di Guerlain (conosco già la versione “normale” di questo mascara e mi piace!) I rossetti di Lancome.. 🙂 e quelli di Clarins… 🙂

  82. Ciao Clio! Mi ispirano tantissimo gli ombretti stick di chanel e la bb cream di Dior!!! Vado a rompere il salvadanaio!!! 😉 un bacione!!! ♡♡♡

  83. Ho già fatto la mia “lista della spesa”! 🙂
    Concordo con chi afferma che questi prodotti hanno un prezzo eccessivo, di certo non alla portata di tutti, ma vi assicuro che alcuni prodotti hanno una resa davvero stupefacente e vale la pena investirvi ogni tanto. Ad esempio, per quanto riguarda gli ombretti in crema difficilmente tra i brand più economici troverete qualcosa di simile a quelli di Chanel…provare per credere! Potrete trovare dei colori simili, ma la durata, la resa, il finish non possono essere paragonabili.
    Da grande appassionata di make up ( le mie amiche dicono che a casa ho una sorta di succursale di Sephora!!) sento di affermare che, senza nulla togliere a Pupa, Essence, Kiko, etc, con i marchi citati di Clio in questo post siamo su un altro pianeta per quanto riguarda la resa, la durata, la consistenza dei prodotti. E poi…sì il packaging si paga, il marchio si paga, la pubblicità si paga e blablabla ma acquitare un piccolo lusso ogni tanto ci fa venire il sorriso e allora….ben venga!!
    Grazie Clio per i tuoi post, ti leggo quotidianamente con piacere! Xoxo

  84. Ti credo… non so perché ma solo vedere la confezione mi fa pensare sia bellissima e buonissima…! Mi dispiace solo che con tutta la parsimonia del mondo proprio non posso spendere quei dindini :_(…

  85. comunque l’industria del make up e delle cure viso ecc nn è mai in crisi anzi il fatturato cresce di anno iin anno altro che crisi su istagram vedo le blogger americane asiatiche inglesi che comprano comprano le ammazzerei certe volte!!! oopss..

  86. ma chi, in italia, oggi, può ancora permettersi un prodotto (UNO) del genere? forse la sciura sessantenne, che ha un solo rossetto, un sola terra che usa da 20 anni, un solo mascara, e va fedelissima a comprare i suoi trucchi nella profumeria storica che in ogni città si trova nella via che porta verso la piazza del Duomo!

  87. ma chi, in italia, oggi, può ancora permettersi un prodotto (UNO) del genere? forse la sciura sessantenne, che ha un solo rossetto, un sola terra che usa da 20 anni, un solo mascara, e va fedelissima a comprare i suoi trucchi nella profumeria storica che in ogni città si trova nella via che porta verso la piazza del Duomo!

  88. Tutto molto bello, bellissimo….a parte i prezzi che non so se è solo una mia impressione ma sembra che si siano alzati un pochino rispetto a quelli che mi capita di vedere nelle profumerie…è vero che a volte questi prodotti sono veramente molto validi e valgono i soldi che spendi però diciamo che non sono proprio accessibili a tutti…però potrebbero mettere in super sconti le linee della precedente stagione che magari non hanno venduto e che non venderanno mai più..a quel punto invece che pensarci 10 volte e poi non prenderli ci penserei un paio di volte e li acquisterei. Bacio a tutte

  89. più che altro correrei il rischio di prenderla e non usarla mai: ha un disegno talmente bello e intricato che si rovinerebbe dopo pochi usi! 🙁

  90. Seguo con grande piacere Clio ormai da tempo e devo dire che è rimasta una delle poche che fa video e tutorial per il piacere di utilizzare il makeup e per passione e non per promuovere prodotti.
    Questo non significa che sia sempre d’accordo con lei, con quello che scrive e che fa. Un esempio è il blog, che a mio avviso dovrebbe essere studiato meglio e confezionato secondo regole di marketing e di copy più precise. Ma dipende da che risultato vuole ottenere, e sicuramente avrà vagliato tutti i pro ed i contro.
    In ogni caso la seguo con gioia e con piacere, e non mi sogno di permettermi di scrivere critiche sterili.
    Se non mi va un post, perchè lo ritengo scorretto, lo chiudo, oppure non guardo il tutorial. Decido ed agisco per me stessa.
    Non mi metto a buttare fango sulle altre persone o sui contenuti.
    E non faccio pubblicità a niente, sono io la prima ad essere stufa di leggere: seguimi, ho un canale, mi occupo di brand low cost…
    Detto questo, chiudo la parentesi.
    Le collezioni di questi brand non mi fanno tutte impazzire, ci sono alcuni pezzi ai quali, però, concederei volentieri una possibilità.
    Le collezioni low cost a me non piacciono, quindi passo sull’altro post.
    Clio, ti stimo, per il tuo continuare imperterrita, e per non dare peso ai commenti sterili
    Se continuerai così mi avrai sempre tra i tuoi seguaci.
    Buona giornata a tutte, e buon makeup!!

  91. Clio clio clio..che bello sognare!!! allora sicuramente il prodotto che mi attira di più è il rossetto di MARC JACOBS! non si può resistere alla sua tentazione!!! ma anche CHANEL non scherza, vorrei tanto provare il colore azzurrino della linea mediterranèe!
    baci!

  92. Sicuramente il brand e il packaging influiscono sul prezzo… Ma lo fa anche la qualità del prodotto. Non sempre è così, ma io onestamente ci vedo delle differenze tra i miei prodotti “high end” e quelli low cost. Una buona matita occhi di essence non è buona come una delle 24/7 della UD. Un lucidalabbra carino low cost non mi dura sulle labbra quanto mi durava quello -purtroppo defunto- di chanel. Mac supera altre Marche di rossetti per la quantità di prodotti: i rossetti revlon sono buoni ma la loro gamma non è ampia quanto quella Mac e i Mac durano di più sulle labbra (specie gli amplified). E sempre parlando di gamme di colori, le Marche low cost difficilmente offrono colori di fondotinta adatti alle persone di carnagione molto chiara o molto scura, cosa che i marchi high end fanno. Una come me per evitare giorni di ricerca e l’acquisto di un fondotinta a scatola chiusa (Perchè nei negozi mancano i campioni e le commesse sui low cost non ti sanno consigliare e io che sono atopica ho bisogno di sapere che un certo fondotinta mi starà bene e di provarlo) deve per forza andare sul caro… Perché solo il caro mi offre un buon match per la mia pelle e la possibilità di provare il prodotto.
    Al giorno D’oggi ci si può truccare solo con prodotti low cost e stare benissimo, ma dire che i prodotti costosi non hanno NULLA di superiore è totalmente falso. Ovviamente ci sono hits e misses ovunque… Ma qua sta al consumatore intelligente evitare il pacco. Pacco che mi irrita tanto se ci ho speso solo due euro quanto se ci ho speso cinquanta.

  93. Non solo… Ma anche. È ovvio che un packaging elaborato fa alzare il prezzo e che parte del risparmio con linee come Essence è che tagliano i costi di packaging e pubblicità.. Ma non è solo questo. Un prodotto a basso costo conterrà anche ingredienti meno cari… È questo influisce sulla resa in una qualche maniera.

  94. beh ma il fatto che vi abbia fatto allergia non significa che il prodotto in se sia una ciofeca! Solo vi fa allergia.
    A me hanno fatto allergia prodotti de l’Oreal e di Kiko, ma non significa che ne vada a parlar male come se fossero dei prodotti schifosi solo perchè a me hanno fatto allergia (certo, il mascara “ali di farfalla” alla fine non era un granchè nemmeno sulle mie sorelle, ma a me ha fatto venire na mezza congiuntivite…).

  95. a me questo thread fa pensare molto alla storia della volpe che non potendo arrivare all’uva disse che era marcia…
    Al giorno d’oggi ci si può truccare benissimo solo con prodotti di costo medio/basso ed essere pienamente soddisfatte, perchè diciamocelo, i marchi medio/bassi si stanno migliorando e stanno offrendo sempre più cose che prima offrivano solo i marchi medio-alti/di lusso… ma da qua a voler per forza, ad ogni costo, dimostrare che ogni prodotto di fascia medio alta (al punto da dire che un prodotto è una ciofeca solo perchè ci ha fatto allergia! L’allergia non conosce fascia di prezzo, io ho avuto reazioni allergiche a prodotti medio-economici, ma non mi permetto nè di dire che tutti i prodotti medio-economici fan schifo nè che quei prodotti specifici fan schifo. Il rossetto di kiko che m’ha fatto venire una bella orticaria con angioedema alle labbra è un rossetto che su chi non è allergico performa molto bene. Semplicemente, IO non posso usarlo) sia una completa ciofeca è folle!
    Io personalmente compro in base alla qualità di un prodotto, e prima di fare qualsiasi acquisto -dalla roba di essence ad un euro e passa al rossetto di dior da 33 euro- verifico che non sia un pacco.
    Posseggo cose di varie fasce di prezzo, dal low cost al lusso (anche se sul versante costoso posseggo più cose di brand come MAC e quelli di Sephora, UD e benefit, che prodotti di brand di lusso)… e dalla mia esperienza come consumatrice posso trarre le seguenti conclusioni:

    – I prodotti di fascia medio-economica si stanno migliorando sempre di più (kiko negli ultimi anni è qualitativamente migliorata – e infatti sta alzando i prezzi). Le linee aumentano, la qualità migliora…anche se siamo ben lontani dal mondo del low cost americano: ci sono ancora alcune cose che purtroppo low cost non si possono acquistare qua da noi… un fondotinta molto chiaro (qualche fondotinta chiaro ha cominciato a comparire nei negozi, ma mancano sempre i tester…e comprarlo diventa scomodo)… degli ombretti veramente notevoli specie se nude… etc etc.

    -alcuni prodotti di fascia medio-bassa sono un pacco colossale. Perchè mai dovrei comperare della roba pupa quando la distanza di prezzo con Mac è risibile? (gli I’m di pupa costano sei euro in meno ai rossetti mac. Considerando che io in media non compro mai un rossetto al mese, ma forse uno ogni sei mesi, sei euro in più ogni sei mesi non mi cambiano la vita) Perchè mai dovrei pagare un fondotinta Revlon o L’oreal (o anche Kiko) a 22+ euro senza magari vedere nemmeno i tester che sono tutti distrutti in negozio quando per 8+ euro me ne compro uno Clinique o UD? Perchè mai dovrei pagare 22 euro un mascara l’oreal quando quello benefit costa 25/26?

    -Io la differenza tra i miei prodotto buoni low cost e i miei prodotti buoni high end la sento. La palette nude de l’oreal è una valida palette neutra, ma non è a livello della naked. Una matita essence carina non vale quanto una 24/7 di UD. Il mio rossetto chanel ha un finish così particolare che alternative economiche non ce ne sono (oltre ad essere long lasting, molto long lasting). Potrei continuare…

  96. Clio ma la collezione estiva Tom Ford nn lhai menzionata wow la più fantasticissima che abbia mai visto colori spettacolari i 4 rossetti sono strepitosi le terre nnne parliamo e la trousse ombretti blush da svenire come i prezzi aaaahhhhh!!!!!!

  97. Non ho detto che non hanno NULLA di superiore. Ho detto che per quanto possano offrire un prodotto migliore, il prezzo è comunque RIDICOLO. Perchè per me pagare una terra abbronzante 60 euro, come ho detto all’inizio, è un’assurdità.
    Per quanto riguarda le tonalità e la possibilità di provare i prodotti non sono d’accordo. Un negozio come Kiko per esempio è sempre iper fornito di tester e le commesse sono sempre disponibili, ha tantissime tonalità sia per le carnagioni cadaveriche che per quelle mulatte. Poi è ovvio, la resa di un prodotto è sempre soggettiva, magari quello che va bene per te non va bene per me e viceversa e penso che su questo sarai d’accordo con me.
    Resto del mio parere che i prezzi sono esagerati e non basati sulla qualità ma sul nome del marchio.
    Accetto il tuo punto di vista e mi fa comunque piacere essermi confrontata con te 😉

  98. Ma infatti ho con piacere notato il passo avanti di Kiko (che le tonalità diverse dalle medie mediterranee le ha messe di recente comunque)… Ma entra in una Coin o in una ovs qualsiasi e vedi che caos che trovi e non è solo il porcile che fa la clientela, i tester mancano proprio! Stessa cosa anche in alcune profumerie piccole!
    Il prezzo di un prodotto comunque sia è dettato da diversi fattori.. C’entra il prezzo del packaging, c’entra il prezzo delle eventuali campagne pubblicitarie, c’entra il nome del brand (ovvio)… Ma c’entra anche la qualità e il prezzo degli ingredienti. Quando compri un rossetto chanel o Dior stai non solo pagando il packaging (che è più costoso di quello essence)… Stai anche pagando degli ingredienti diversi e più costosi (e Nonaccaso questo spesso si nota nella resa del prpdotto: dite quello che volete, a me Essence come marchio non piace affatto, le cose sono spesso mediocri con poche cose che davvero ti fan meravigliare del prezzo, e con solo due-tre euro in più trovi cose molto migliori. Low cost per low cost preferisco kiko!). facciamo un confronto: a parità di packaging essenziale e a parità di uso della pubblicità i prodotti mac costano più di quelli kiko… Per cosa paghi la differenza? Per gli ingredienti, non di sicuro per il packaging (che spesso
    Kiko offre
    Più elaborato nelle LE). I soldi spesi in più (e non sono pochi per parecchi prodotti) sono soldi che spendi per ottenere un prodotto migliore. Quelli di kiko sono pure buono e ci si può accontentare… Ma Mac è meglio!

  99. e comunque i prezzi sono un pò sballati… L’eclat minute di Clarins sta 26,50 euro e la terra tra i ventotto e i trenta…siamo lontani dai 40!

  100. Ecco vedi quando ti dicevo che è una cosa soggettiva parlavo di questo.. io ho moltissime cose della Essence e mi trovo benissimo, poi sono anche fortunata perchè nella Ovs dove le acquisto l’espositore è sempre fornito dei tester e la signora che se ne occupa è dolcissima, appena manca qualcosa basta che glielo chiedi e corre subito in magazzino a vedere se riesce a trovarlo! *-* Bella lei! 🙂
    Però ti do ragione sul fatto che molti espositori sono ridotti in maniera oscena! Gente scostumata e commesse menefreghiste o svogliate… per fortuna non siamo tutti uguali! 🙂

  101. Beata te! Io pur volendo dare ad essence una possibilità, mi trovo spesso di fronte a stands che cadono a pezzi, roba aperta e trovata, roba rotta… Non mi viene manco
    Voglia di provare a guardare! Considerando poi che non ho mai trovato niente di esaltante (alcune cose carine, ma niente che mi faccia dire “questo è fantastico” o “sta roba vale più di quel che costa)… Se cerco qualcosa di economico guardo altrove. Preferisco di gran lunga kiko per certe cose (i prodotti labbra sono migliori e anche certi ombretti)… E per certe altre cose come i prodotti per la base preferisco orientarmi sul costoso. Le matite
    Occhi però le fa meglio essence… Kiko è un po’ hits e misses, alcune sono buone ed altre si stampano subito…

  102. Per me vince YSL, belle le novità, come gli smalti; di chanel adoro le sfumature di rosso che tira fuori ogni anno; di Mark Jacobs trovo deliziosi i matitoni specie per il packaging! Sono invece realisticamente interessata ai prodotti Clarins, perciò Clio cara ti chiederei recensione degli ombretti in crema e del fluido viso! Poi, se proprio ci scappasse, anche un video sugli ombretti liquidi e il gloss rimpolpante YSL… Io intanto per non perdere tempo ho preso uno dei nuovi kit della collistar con terra e lipstick Balm. La terra è molto interessante, un duo metà mat e metà brillante, molto caldo, bello! Consiglio! Baci!

  103. Strano, perché a me non fa allergia nulla.. E sto usando, in inverno soprattutto, il Dior nude, che mi piace molto.. Ho un campione anche del Nude Air che sto testando.. E mi piace

  104. Purtroppo le allergie sfuggono alla logica… A me ha fatto allergia lo 07 unlimited stylo di kiko mentre un altro colore della stessa linea non mi ha dato lo stesso problema… E l’ali di farfalla non è il primo mascara l’oreal che compro (ho spesso usato il telescopio), ma ho avuto
    Problemi solo con quello

  105. Mi attirano le tinte YSL, il mascara Guerlain, i matitoni Marc Jacobs e i rosseti Lancôme! *_*

  106. Sì è vero, io le matite occhi essence le uso tantissimo e mi durano parecchio, così come gli eyeliner. Anche con i mascara mi sono sempre trovata bene, li ho provati un pò tutti e quello con cui mi trovo meglio è quello che uso attualmente, il get big lashes volume curl.
    Comunque sai cosa penso? Un brand come la essence non viene valorizzato più di tanto perchè si trova all’interno di un negozio di abbigliamento e non in una profumeria.. ricordo che una volta la commessa gelntilissima di cui ti ho parlato mi disse che non ci capisce niente di trucchi, dato che nemmeno riceve una formazione in cosmesi.. in pratica deve solo rifornire lo stand e riordinarlo :
    Buona giornata! 🙂

  107. il prezzo della terra chanel è alto, ma ricordiamoci che sono terre che durano un sacco di tempo, e con lo sconto del 20% da sephora per me è fattibile. Degli smalti chanel invece non mi fido per nulla, preferisco prendere colori simili ma di marche tipo opi o essie che sono le più valide. Il dupe mediterraneè della kiko n. 341 io al negozio non l’ho mica trovato…..

  108. Che figata il top coat per fare l’effetto gradient! Mi piace molto anche quello smalto giallino onestamente , mi fa sentire molto l’estate e anche il mascara verde ottanio di clarins mi ispira, per non parlare dei rossetti/ matita di marc jacobs: bellissimi

  109. Si infatti… E anche Perchè sorveglianza zero, giustamente si guardano di più gli stand costosi…
    Io i mascara non li ho mai provati e non credo lo farò. Ho troppa paura di acchiappare un mascara aperto e usato (cosa che capita)… E dato il rischio di chetato congiuntivite (cosa per cui puoi anche rimetterci l’occhio) preferisco non prenderli.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here