Ciao ragazze!

Vi ricordate il post di qualche settimana fa in cui cercavo di fare chiarezza tra i rossetti liquidi opachi, velvet e cremosi? Come promesso, ecco la seconda parte, dedicata ai loro parenti lucidi, lucidissimi, che stanno letteralmente spopolando in tutto il mondo. Se volete scoprire cosa ne penso e vederne qualcuno “all’opera”, leggete oltre!

FullSizeRender (7)

Il trend dei rossetti liquidi lucidi è la dimostrazione assoluta che nel mondo del make-up niente dura per sempre, e che le mode vanno e vengono a ritmi serratissimi. In questi due anni sul blog credo di aver ribadito centinaia di volte che i miei finish preferiti sono satinati e cremosi, quindi coprenti, tendenti all’opaco ma con una luminosità e morbidezza che li rendono confortevoli sulle labbra; anche red carpet e passerelle mi davano ragione, anzi, ultimamente abbiamo assistito al ritorno incontrastato dei rossetti matte, sia nella versione in stick che fluida. Negli scorsi mesi, invece, si è verificato un cambio di rotta non indifferente e stanno rispuntando i finish glossy, a specchio.

jonathan saunders - dark red lips

A questo punto bisogna distinguere tra due categorie: da una parte abbiamo le tinte lucide, quelle che definisco dalla consistenza “marmellatosa“, che risultano poco omogenee nei primi secondi di applicazione, ma poi si distribuiscono sulle labbra e permettono di ottenere un bell’effetto saturo e uniforme. Durano diverse ore e quando svaniscono lasciano la bocca più o meno tinta, caratteristica che adoro perché rende lo stacco meno traumatico. Non è difficile individuare le capostipiti di questo gruppo: sicuramente le Yves Saint Laurent Rouge Pur Couture Vernis A Lèvres Glossy Stain (che si aggiudicano anche il premio “nome più lungo”), di cui sono perdutamente innamorata e che continuo a considerare le migliori sul mercato.

photo-10
In vista dell’estate hanno lanciato la nuova linea Pop Water, di cui ho comprato il numero 206 Misty Pink, un bel fucsia, e il 203 Eau de Corail, una corallo pescato tenue (proprio della sfumatura che vi ho presentato come trend dei prossimi mesi). Sinceramente non li trovo molto diversi da quelli originali, anzi, se proprio vogliamo dirla tutta mi sembra che tingano e durino leggermente meno rispetto agli altri, anche se sono un po’ più idratanti. 
 Schermata 2015-06-13 alle 12.57.12

 

 

Alcune delle mie tinte lucide:

FullSizeRender (9)

 

Wycon Lip Mirror, Lancôme Liquid Rouge in Love, Ysl Glossy Stain, Deborah Milano Red Laque, Dior Cheek and Lip Glow, Revlon Colorstay Moisture Stain, Ysl Tint in Oil, Kiko Shine Lust Lip Tint, Diego Dalla Palma Tingilabbra. Non tutte si comportano allo stesso modo, per esempio le tinte Dior Cheek and Lip, Ysl Tint in Oil e Diego Dalla Palma TIngilabbra non hanno la consistenza “marmellatosa” e tendono a perdere più velocemente l’effetto lucido, lasciando le labbra belle tinte.

IMG_7952

Questo è il Tingilabbra di Diego Dalla Palma numero 110

Volete scoprire la seconda categoria di questi rossetti liquidi lucidi? Cliccate qua!