Ciao a tutte,

I video che vi vogliamo mostrare oggi sono forti quanto importanti. Non sono tutorial come gli altri: non possono e, in un certo senso, non vogliono esserlo. Ne abbiamo parlato con Clio e abbiamo deciso di condividere con voi i “Beauty Tips by Reshma“, i video di bellezza (e, ovviamente, non solo) di una ragazza indiana che ha subìto quello che si chiama “acid attack” – vale a dire che è stata sfigurata dall’acido.

E, proprio attraverso i suoi tutorial, ha qualcosa da dire: comprare una tanica di acido è semplice quanto comprare un rossetto. E ciò non è accettabile.

reshma-beauty-tutorial-hed-2015Credits: adweek.com

Non è la sua storia che ci viene raccontata, ma sicuramente è quello che traspare dalla dolcezza e dalla semplicità dei suoi gesti. La visione dei suoi video non è affatto “leggera”: eppure, Reshma, senza rendere meno seria la questione neanche per un secondo, riesce a trattarla con un certa delicatezza, rendendo il messaggio ancora più toccante e potente.

___victim-of-an-acid-attack-gives-beauty-tips-to-highlight-acid-sales-awareness

La sensibilizzazione al problema degli “acid attack” (statisticamente, ogni giorno una ragazza subisce questa mostruosità) avviene attraverso il viso stesso di Reshma e alla familiarità con cui tratta le sue cicatrici, a come cerca di “rendere più idratate” le sue labbra o come suggerisce di applicare l’eye-liner, mostrando come lei lo può fare lungo uno solo dei suoi occhi.

Nulla è forzato ed è evidente che il primo messaggio vuole essere un messaggio di speranza: anche così, la vita può continuare, si può desiderare di curare il proprio aspetto, si è ancora al 100% donne.

___2BE8976700000578-3219713-image-a-21_1441206086188Sembra perfetto, vero?

Ma subito, si passa dal messaggio all’azione: “ovviamente potete trovare il rossetto rosso facilmente al supermercato. Così come l’acido concentrato”. Oppure: “avete visto com’è facile combattere le macchie della pelle? E’ facile quanto sfregiare qualcuno con dell’acido. Basta aprire la bottiglia e lanciarla”.

___enza titolo

_____Senza titolo

Ecco il vero scopo del video: distinguere ciò che deve essere quotidiano e cosa no. Il contrasto, durante il video, è forte: il trucco, la cura di sè, le cose che facciamo con passione e leggerezza ogni mattina non devono potersi svolgere con la stessa facilità con cui si può distruggere una vita. Un eye-liner non può costare il triplo di una tanica di acido. Comprarla ed usarla contro qualcuno non può essere alla portata di chiunque abbia 1,50$. La vendita dell’acido alla gente comune deve finire e Reshma, insieme al canale Make Love Not Scars, vuole ottenere questo diritto grazie alla petizione (contraddistinta dall’hashtag #EndAcidSale) che il video promuove e a cui invita di partecipare.

#endacidsaleRendiamo l’acido non disponibile all’uomo comune: dobbiamo unirci e fermare quest’ingiustizia una volta per tutte. Firma la petizione per vietare la vendita di acidi alle persone comuni che non hanno di che usarlo. 

Ora vi lasciamo i tre video pubblicati e i link per partecipare alla petizione.

Firmare è immediato e facilissimo: basta inserire il nome e la mail seguendo questo link: http://makelovenotscars.org/end-acid-sale/. Ad oggi le firme sono 156,872 e sembrano circa la metà dell’obiettivo prefissato dal movimento. Parteciperete anche voi a questa raccolta di firme?

Ragazze, speriamo che abbiate apprezzato, come noi, il coraggio di Reshma e lo stile con cui Make Love Not Scars ha scelto di affrontare il problema in modo serio, efficace e, nonostante tutto, semplice. Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti. Un saluto da tutto il TeamClio!