Ciao ragazze!

I primi freddi, il cambio di stagione e di orario, qualche primo virus… questo è un periodo spesso non troppo positivo per il proprio aspetto e per la pelle! In questa stagione è facile sentirsi stanche e demotivate, magari anche un po’ giù di morale: un bel raffreddore o qualche linea di febbre, poi, possono solo essere la ciliegina sulla torta! Ma, ovviamente, non possiamo farci fermare da un po’ di spossatezza e da quei piccoli malanni che non ci fanno niente se non avere una brutta cera. E allora cosa dobbiamo fare? Ovviamente il make-up viene in nostro soccorso ma… bisogna stare attente e fare le cose giuste! Ecco le 9 regole da seguire per passare da così a così ;)!

COVER-cliomakeup_influenza_stanchezza_giù

In questo periodo anche io sono stata un po’ malaticcia: niente febbre o grandi cose, solo un po’ di freddo, un po’ di mal di gola, un po’ di spossatezza. Tutto ciò che basta per sentirsi un po’ a terra, senza essere del tutto KO. Risultato? Poco riposo e molto stress e, quindi, incarnato spento, occhi un po’ rossi e un po’ gonfi, pelle secca, brufoletti, pellicine sulle labbra. In più, quando si è spossate, stanche e poco in forma, ci si trascura un po’, ritrovandosi con la pelle un po’ sofferente, i capelli non proprio alla grande e l’umore a terra. Il make-up può farci sentire meglio? Se usato nel modo corretto, ovviamente sì!

FullSizeRender (37)Ecco il kit per resuscitare le ragazze che si sentono un po’ smortine 😉 !

Come ho ottenuto il look che mi ha fatto sentire subito meglio? Seguendo queste semplici regole!

FullSizeRender (35)

1. SOPRACCIGLIA E LINEE MORBIDE

In generale, è buona abitudine mantenersi sul soft, quando non ci si sente molto in forma, la pelle è un po’ spenta e magari arida. A risentirne particolarmente, di stanchezza, poco sonno, spossatezza ecc., è proprio lo sguardo: allora l’obiettivo è illuminarlo e farlo sembrare fresco e aperto!

clio sopracciglia trucco influenza stranchezza

Rispetto al solito sto cercando di rendere un po’ più soft le mie sopracciglia, abbandonando tutti i miei adorati prodottini e tenendo solo due matite a portata di mano: inizio con una matita bionda, con la quale do la forma e riempio i buchini, e poi concludo con una molto più grigia e leggermente più scura, con la quale aggiungo qua e là alcuni peletti. È sempre importante che la matita sia un po’ dura e molto sottile: in questo modo si colora solo dove si vuole, andando a “costruire” le sopracciglia peletto per peletto, per un risultato super naturale. Anche per quanto riguarda la forma, quando sono un po’ KO, cerco di mantenermi più sul tondo, smussando tutti i vari angoli! 

makeup by Val Garland. Mary Katranzou,

In più, quando il mio sguardo non è bello riposato e fresco, evito del tutto gli eye-liner e tutto ciò che può farmi ottenere linee definite e geometriche, optando per trucchi dalle sfumature ampie e soft. Gli occhi da gattona li tengo per momenti migliori ;-)!

Kendall2

2. FONDOTINTA LUMINOSI E IDRATANTI

La base, ovviamente, è la cosa più importante quando il colorito è spento e l’aspetto generale un po’ smorto.

CLIOMAKEUP stanchezza influenza trucco

Se il vostro periodo NO vi ha portanto anche a trascurare un po’ la pelle, poi, sarà particolarmente stressata e disidratata (sì, anche se avete la pelle mista o grassa). Ovviamente la skincare è ciò che più di tutto può “salvarvi” e, se volete ristorarvi un po’, una buona maschera idratante fa sempre bene. Per quanto riguarda il fondotinta, però, evitate finish troppo opachi e “cipriati”. Anche i fondotinta minerali potrebbero non essere la soluzione migliore. Una BB cream o un fondotinta che, durante la giornata, continui ad idratare la pelle, mantenendo un finish luminoso, è ciò di cui avete bisogno.

FONDOTINTA LUMINOSO CLIOMAKEUP INFLUENZA STANCHEZZA

Io ho usato il Pure Couture di Givenchy (prodotto top di ottobre!) su tutto il viso, il Glowing Concealer Wycon al posto del primer occhi, e il Laura Mercier, l’unico prodotto “secco”, in modo molto localizzato, solo sui brufoletti.

base fondotinta cliomakeup influenza stanchezzaPrezzi da sinistra: 25€, 35,90€, 6,90€

3. LA CIPRIA SOLO DOVE SERVE

Quando la pelle è stressata, disidratata e arida, la cipria può rovinare anche il migliore dei trucchi! Mi raccomando, quindi, usate una cipria sottile, poco polverosa e solo dove serve!

cliomakeup cipria influenza stanchezza-Anna-Selezneva-at-Balmain-FW-2013

Evitate le ciprie HD che possono dare un riflesso bianco e se dovete scegliere tra qualche difetto (correttore un po’ nelle pieghe, un po’ di lucidità) o il viso “incartapecorito” e polveroso… io sceglierei la prima opzione!

Quali sono i colori che non dovete ASSOLUTAMANTE usare quando non state tanto bene? E qual è il prodotto che dovreste portare sempre con voi? Nella prossima pagina risponderò a queste domande e vi mostrerò una palette che ho scoperto in quest’occasione e che ho trovato davvero carina e super-economica! Scoprite quale cliccando qui!!