Ciao ragazze!

In questo post vi parlerò in maniera più approfondita dei fondotinta in polvere, una variante dei classici fondi per il viso che non tutte amano, ma che in alcuni casi può essere davvero l’ideale e può dare risultati davvero sorprendenti!

Nonostante la sua texture non proprio facilissima, il fondotinta in polvere è infatti capace di sostituire perfettamente quello liquido e di adattarsi alla pelle, coprendola e rendendo l’incarnato omogeneo e opaco.
Bisogna però fare attenzione ad alcuni passaggi e ad alcune caratteristiche (anche quelle della nostra pelle!), perché basta poco per fare piccoli/grandi disastri! 😀
Eccomi allora qui a darvi tutti i consigli del caso con questa guida! Iniziamo subito!

cliomakeup-fondotinta-polvere-consigli-guida-uso-top-coverCredits: Popsugar

 

DIFFERENZE, POLVERE LIBERA O COMPATTA?

Innanzitutto farei una distinzione fondamentale tra due tipi di fondotinta in polvere: quelli minerali (ottenuti da polveri e minerali naturali) e quelli non minerali ma pur sempre in polvere, che non hanno niente a che fare con il mondo naturale ma che hanno una formula classica pur avendo una texture polverosa.

cliomakeup-fondotinta-polvere-consigli-guida-uso-top-Chanel-Vitalumiere-Loose-Powder-Foundation cliomakeup-fondotinta-polvere-minerale-tan-warm-high-coverage-neve-cosmetics

Ancora, un’altra distizione si può fare tra quelli in polvere libera o compatta.

cliomakeup-fondotinta-polvere-guida-uso-consigli-differenze-preferiti-top-libera-compatta.jpg
I primi fondotinta minerali che tutte noi abbiamo conosciuto erano in polvere libera. Sono stati una vera novità nel mondo del makeup e tuttora li troviamo disponibili tra i vari brand.
I primi che ho provato (e amato) anche io sono stati quelli di Bare Minerals (azienda pioniera in questo campo) ma anche quelli di Neve Cosmetics, Korres e Youngblood.

cliomakeup-fondotinta-minerali-polvere-top-preferiti-consigli-neve-cosmetics-youngblood-bare-mineralsIn particolare quello Youngblood mi piaceva un sacco per la sua texture leggerissima e impalpabile!

Sono forse un po’ più scomodi da usare perché necessitano di essere prelevati con cura e se non si fa attenzione si rischia di disperdere molto prodotto.
Per i ritocchi fuori casa o per un’applicazione più veloce e ‘classica’ esistono invece quelli in versione compatta, che somigliano molto a delle ciprie, ma hanno una coprenza e una durata maggiore.

PER QUALE TIPO DI PELLE SONO PIU’ INDICATI?

Rispetto a qualche anno fa, probabilmente sono un po’ passati di moda, ma mi rendo conto che sono ancora tante le ragazze che li utilizzano.
Questo per un motivo ben preciso: i fondotinta in polvere sono sicuramente più indicati per le pelli grasse o mista, e io sono la prima a consigliarlo quando mi chiedete consiglio su come creare una base perfetta pur avendo la pelle che si unge facilmente.

Sulle pelli secche o che tendono a disidratarsi (soprattutto ora che è inverno) mi sento invece di sconsigliarli. La polvere come sapete è il pericolo numero uno delle pellicine, che potrebbero essere messe inevitabilmente in evidenza.

cliomakeup-fondotinta-polvere-guida-uso-consigli-differenze-preferiti-top-libera-compatta-viso-pelle-secca
Devo dire che però ultimamente diverse formule sono molto migliorate ed è quindi possibile trovare anche texture davvero sottili e impalpabili, che non danno quell’antipatico effetto ‘cakey’ e scivolano bene anche su pelli che non tollerano i prodotti polverosi!

IDRATARE BENE LA PELLE

La regola principale per usare correttamente questi prodotti è quella che vale un po’ per tutti gli altri prodotti per il viso: bisogna idratare molto bene la pelle prima di stendere qualunque fondotinta, a maggior ragione se questo è in polvere.
Quando vado di fretta anche a me piace usare i fondotinta in polvere, ma di solito (e segnatevi questo trucchetto perché in questo modo eviteremo antipatici incovenienti!) li utilizzo in combinazione con dei prodotti oleosi, che permettono alla mia pelle di rimanere idratare e di non ‘soffocare’ sotto la polvere.
Si tratta di un primer e di un olio, il primo è della Smashbox, l’altro della Ren.

cliomakeup-fondotinta-minerali-polvere-top-preferiti-consigli-neve-cosmetics-youngblood-bare-minerals-smasbox-primer-olioSmashbox Photo finish Primer oil. Prezzo 36€

cliomakeup-fondotinta-minerali-polvere-top-preferiti-consigli-neve-cosmetics-youngblood-bare-minerals-ren-omega3-olioRen Vita Mineral Omega 3 Optimum Skin Serum Oil. Prezzo 45$

Stendo due gocce sul viso di questi prodotti (o uno, o l’altro) e poi applico il mio fondo in polvere che scivola molto meglio sul viso, che risulta setoso.

Quali sono gli altri segreti per usare al meglio questi prodotti? Se volete scoprire di più sui fondotinta in polvere e soprattutto volete altri trucchetti per stenderlo nella maniera più corretta, non vi resta che continuare la lettura cliccando qui! Vi dirò anche quali sono i miei fondotinta in polvere preferiti! 😉